PAREDES: “Abbiamo fatto la partita giusta. Il gioco di De Rossi è perfetto per me. Io come lui? Magari arrivassi alla metà…”

15
337

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Leandro Paredes parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Milan.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di ritorno dei quarti di finale di Europa League appena conclusa allo stadio Olimpico:

Al gol di Dybala hai esultato davanti la panchina come avessi segnato tu, è un segnale?
“Volevo andare dai miei compagni in panchina, tutti siamo importanti”

Anche in 10 sembravate sempre sicuri di farcela.
“Sì, abbiamo sempre fiducia in noi stessi. Dopo l’espulsione abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, una partita giusta”.

Con l’arrivo di De Rossi ti sei trasformato.
“Cerco di fare sempre il meglio, cerco sempre di dare il mio contributo alla squadra e penso che oggi è stato così”.

A cosa è dovuto questo cambiamento?
“Sicuramente il gioco che piace a Daniele è perfetto per me e si dimostra in campo. Cerco di migliorare ogni giorno e sono contento”.

Hai preso il suo numero, il 16, ti stai trasformando in lui?
“Magari arrivare al 50% di quello che è stato lui”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDE ROSSI: “Partita eccezionale dei miei ragazzi, sono orgoglioso di essere il loro allenatore. Quello che ha fatto El Shaarawy è stato incredibile”
Articolo successivoFatece largo

15 Commenti

  1. Be’, Zeno’, ti so apprezzare, oggi mi aspetto tu sappia fare lo stesso con Paredes.
    Ne sei capace.
    Un abbraccio.
    FORZA ROMA

  2. Leandro, complimenti per la tua rinascita ma, se non andiamo a Dublino non è servito a niente…
    Ora c’è il Bologna, poi il Napoli ed a seguire il “Neverkusen”..!!

  3. Era finito tra le retrovie del PSG ma lì si perdono in tanti, ci può stare.
    Arriva alla Juve e finisce per fare la riserva di Fagioli e Miretti.
    Quando l’abbiamo preso ho pensato che cosa dovessimo farci e fino a gennaio ho creduto che sarebbe stata una delle solite zavorre con ingaggio pesante e rendimento scarso di cui liberarci in estate.
    Con Daniele è rinato, diventato assolutamente imprescindibile, e adesso evita di prendere anche cartellini inutili con interventi più vistosi che pericolosi.
    Il calcio regala sempre storie affascinanti.

    • ottimo commento, rispecchia in pieno quello che pure io ho sempre temuto. Paredes DeRossizzato, un calciatore!
      Che dire di Elsha, spada e fioretto!
      Lukaku un treno e un muro sul 2 gol di Dybala, di una bellezza rara!
      L’azione del primo gol, il tiro di Pelle mi ha ricordato Lui, la ribattuta di Mancio..!
      Poi 13/14 DDR per portare a casa il risultato!
      Bravo DDR, bravi tutti!!!
      Forza Roma!

  4. A Roma – sia nella prima che seconda avventura – abbiamo visto un Paredes – che non ha giocato a questi livelli da nessuna altra parte.
    E’ incredibile a volte l’alchimia che si crea tra un ambiente e un giocatore.

    • il merito è tutto di Danielino ch’è riuscito a toccare le corde giuste della maggior parte dei giocatori, caricandoli con l esempio, il suo carisma e la Sua incredibile storia calcistica e Romanista .Grande Daniele !!❤️🧡

  5. Leandro è n’giocatore de gran livello che aveva solo bisogno de n’allenatore che lo mettesse nelle condizioni giuste per rendere ar mejo. DDR è veramente bravo e svejo a tar punto, che sa sempre cosa è mejo fare per avere in cambio grandi prestazioni dai suoi ragazzi.

  6. Bravo Leandro, mi piace anche molto l’umiltà di dire che si accontenterebbe di arrivare alla metà di quello che è stato Daniele. Detto da Campione del Mondo.
    Chapeau….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome