Pastore: “La Roma il mio rimpianto più grande. Deluso da quello che ho fatto, non sono stato all’altezza”

40
1920

AS ROMA NOTIZIE – Parla Javier Pastore che nel 2018 arrivò alla Roma dal Psg, per andarsene 3 anni dopo, a scadenza di contratto, all’Elche. Dal club spagnolo, però, è finito fuori rosa negli ultimi tempi e adesso è in cerca di una nuova destinazione.

Queste le sue parole al portale Goal.com, partendo dal suo approdo alla Roma: “Lo rifarei. Roma è una piazza straordinaria per giocare a calcio, non solo per la squadra ma anche per i tifosi, è unica. Sportivamente non sono purtroppo stato all’altezza, ho avuto problemi fisici e il primo anno con Di Francesco non c’è stato il feeling che avrei voluto. In mezzo c’è stato anche un cambio di proprietà.

Tanti tasselli che non sono andati al loro posto. Ma non rimpiango nulla, sono stato 3 anni in una città bellissima con dei tifosi che mi hanno trattato meravigliosamente. Anche se sui social poteva sembrare il contrario, quando andavo in giro per la città ho sentito sempre l’affetto e il calore delle persone. Sono deluso da quello che ho fatto perché i tifosi meritavano di più“.

Sul derby del marzo 2019, in cui andò vicino al gol:Non credo che un goal possa cambiare così tanto. Venivo da tre mesi in cui non avevo giocato nemmeno un minuto. Stavamo perdendo e Di Francesco mi ha mandato in campo. Non ho capito per quale motivo, visto che per tre mesi non mi aveva mai fatto giocare nemmeno un minuto. È andato contro la squadra, avrebbe potuto mettere calciatori che stavano giocando con continuità invece ha scelto me che erano tre mesi che non giocavo. Ho anche avuto quella chance per segnare ma mi mancavano minuti nelle gambe e condizione fisica. Ho avuto la sfortuna di non segnare, ma non credo che avrebbe cambiato il mio percorso con la Roma”.

Quando gli viene chiesto un rimpianto nella sua carriera, Pastore non ha dubbi: “La Roma. Era una squadra in cui avrei voluto fare molto bene. Sapevo che sarebbe stata una sfida difficile ma avevo tantissima voglia di far bene. Ho il rimpianto di non essere stato al 100% fisicamente. L’infortunio all’anca è stato il peggiore della mia carriera e ha pregiudicato il mio rendimento. Ho sofferto 8 mesi con dolori acuti, più altri 6 post operazione. La squadra non poteva aspettarmi, lo capisco. Resta questo il mio rimpianto”.

Fonte: Goal.com

Articolo precedente“ON AIR!” – PUGLIESE: “Punterei su Bereszynski, è un ottimo terzino”, PIACENTINI: “10 milioni per Karsdorp è una valutazione congrua”, CORSI: “Squadra che prova a convincere Smalling? Manco il Vallelunga…”
Articolo successivoCalciomercato Roma, piace Baniya del Karagumruk

40 Commenti

    • Il tuo grande rimpianto è stato lasciare quel Palermo che andava a gonfie vele. Come te Luca Toni Pepperoni e un certo Paulo che ora giuoca per noi. Andar via per soldi e poi finire panchinaro a Parigi.. ma de che stai a parlaa? T’ha resuscitato el sevigliano ladrone altrimenti te ne saresti rimasto a Montmartre sotto l’ombra del loro cupolone.

  1. Manco ad avere il coraggio di dire ” mi riduco lo stipendio per stare in poltrona. la metà di quello che mi danno è sufficiente.” Per il resto quando giocavi eri un giocatore sublime.

    • Ziyech era tutto fatto ma ci si mise di traverso Mino Raiola che cancello poi il doppio passaggio Ziyech/Kluivert, perché Ziyech non voleva lasciare il suo agente e passare alla scuderia Raiola. Raiola aveva il mandato firmato in precedenza (e qui non c’entra niente il sevillano) quindi decideva lui sull’affare. Contatto allora Simonian, agente amico e decise di virare e chiudere per Pastore con Raiola poi a dire qualcosa tipo “meglio Pastore che Ziyech”.

    • Questa storia in Olanda (me l’ha raccontata il mio amico di li), chi sta nell’ambiente calcio la, è una cosa risaputa anche per via del processo che poi ha fatto il procuratore di Ziyech contro Raiola, causa poi vinta in tribunale dall’agente di Ziyech.

  2. Javier Pastore non è stato una toppa di Monchi.Quando è sbarcato a Roma c’erano frotte di tifosi ad attenderlo.E’ stata la sfortuna sotto forma di malattia ad impedirgli di dimostrare quello che veramente é o era : un ottimo giocatore se non un fuoriclasse.
    Le poche volte che ha potuto scendere in campo pur con una gamba sola , ha fatto delle cose pazzesche : gol di tacco ,dribbling in cui il pallone scompariva e ricompariva come se lui fosse un prestigiatore con l’hobby del calcio.
    E poi come persona non è stato spocchioso come lo è stato un Nzonzi o qualche altro montato passato per queste contrade. Ogni volta che parla ai giornalisti, si scusa e si rammarica di non aver potuto dare alla squadra e ai tifosi quello che potenzialmente era in grado di poter dare.
    Io personalmente non ce l’ho con lui , ma con la sfortuna che ha sempre perseguitato la Roma,falciando spesso la carriera di tanti grandi giocatori.

    • E invece quando lo prendemmo era già rotto, a Parigi giocava zero e spesso era rotto pure lì

    • Sì, sì, molto umile, però i soldi se li è messi in tasca tutti fino all’ultimo centesimo, pure avendo giocato una decina di partite in tre anni.
      La cartella clinica di Pastore era parlante già al tempo in cui lo acquistammo, e con un contratto scellerato di 5 anni per uno che ne aveva già 29. Chi fa contratti di 5 anni a uno sulla soglia dei 30, per giunta con problemi muscolari ripetuti e acclarati?
      E lasciamo perdere l’idea di consegnare a un allenatore che fa solo 433 uno come Pastore da impiegare quale mezzala. Insieme a Nzonzi e Cristante poi.
      La ricetta perfetta del disastro, un po’ come le tue scombiccherate elucubrazioni…

    • Infatti, Zenone. Non è stata una toppa, giacchè la toppa in quanto tale esclude il dolo.
      Ce lo dovrebbero dire er sonatore de nacchere e l’impresario ortofrutticolo quello che è stato.

    • Pastore fuoriclasse?

      Ahahahahah. Un buon calciatore strapagato dal Psg nel 2012, coi muscoli de cristallo.

      A Roma era marcio da 7 anni

    • La Roma dovrebbe proprio ABOLIRE il concetto di contratto quinquennale.
      Anche ai ragazzini, figuriamoci ai vecchi rotti.

      Io discuterei anche i triennali, in un contesto patologico come il nostro in cui, per motivi piu’ misteriosi dell’esistenza del grande attrattore nel superammasso di Laniakea, il giocatore tipo fa una stagione decente (se la fa) e poi spesso e volentieri comincia l’orrorosa fase dello skazzo cronico e del declino da panza piena (di tajatelle, si suppone, non certo di vittorie…)

    • Come se nessuno sapesse o potesse immaginare il suo stato fisico dopo averlo visto al psg, mah

    • Pastore non è stata una toppa.. Pastore e stata LA TOPPA…

      Una vera e propria dimostrazione di incapacità di Monchi.. Anche se in realtà si potrebbe pensare male.. Perché un Ds non può essere tanto incapace..

      Per iniziare non puoi comprare un trequartista puro ad un tecnico fissato con il 4-3-3..che solo qualche mese prima ti aveva portato a in semifinale Champions..

      Sembra non capire che non c’entra assolutamente nulla con il modo di fare calcio dell’allenatore che lui stesso ha scelto..

      Ma d’altronde cosa ci si può aspettare da chi ha sostituito un ala destra con un attaccante?.. (Schick per Salah)

      E sempre su Pastore.. Non stiamo parlando di Wjinaldum.. Che è uno dei giocatori in Europa ad aver subito meno infortuni.. Arriva a Roma e si fa male..

      Parliamo di Pastore.. Un calciatore che già da anni soffriva tantissimo.. Ed era costretto a saltare più di 10/15 partite ogni anno.. Forse Monchi si aspettava che con l’età si rimettesse anche fisicamente….

      1).. Un trequartista leggero in un 4-3-3 lo sa anche un bambino che non serve..
      2).. Calciatore con problemi fisici da anni..
      3).. 24 mln di cartellino + 30 lordi per 3 anni

      Un dilettante non avrebbe concluso un operazione tanto stupida..

      Quando Mou dice che qualcuno ha fatto i soldi con la Roma, probabilmente si riferisce proprio a personaggi del genere..

      Ed io non critico assolutamente il calciatore.. Che tecnicamente se sta bene è favoloso.. E chiaramente ha fatto i suoi interessi.. Ma con chi lo ha portato..

      Forza Roma..

  3. impara da tommasi….see come no. per la serie “attaccati al soldo”

    infiniti danni del broccolaro

  4. Mi dispiace molto come sia finito la tua carriera calcistica, perche il talento ci stava eccome!! Ma mo però basta di sempre sta a parla del tuo brutto periodo alla Maggica… Grazie!
    Per il resto ti auguro tutto il meglio el Flaco!

  5. Ringrazia il più grande DS dell’Universo, meglio noto come il gran sonatore de nacchere, Ramon Verdejo Monchi il ciarlatano, 25 milioni, più 2,4 di commissioni, più 4 milioni netti annui per 5 anni, oltre consaisatenti spese mediche. Questo hai dato alla AS Roma.
    PS: il grande DS buffonazzo de Sevilla , è riuscito a distruggere anche il suo amato Siviglia (al quale ha regaLato Anche 32 milioni per quell’altro super bidone di N.Zonzo) ,ora fuori dalla CHAMPION e terz’ultimo in classifica nella Liga con ben 11 punti. BRAVO!

    • Su Nzombie ti do ragione ma su Pastore questo è colpa di Raiola che aveva il mandato firmato in precedenza quindi purtroppo ha scelto lui Pastore per sostituire Ziyech che non voleva passare alla sua scuderia.

  6. Mi ricordo ancora quelle poche partite giocate con continuità e devo dire che raramente ho visto nella Roma uno toccare il pallone in quel modo, per intensità e qualità pensavo di aver trovato l’erede di Totti per qualità e giocate.

    Purtroppo è stato un giocatore che potenzialmente poteva essere da palline d’oro ma fisicamente un ex giocatore, anzi forse peggio.

    Non ne faccio una questione di soldi che percepiva, ma se fosse andata bene la scommessa, avremmo avuto un fenomeno vero, ma ahimè non è stato così.

  7. A Monchi si continua a dare del deficiente. Intanto lui con il portiere marocchino che oggi tutti esaltano si è portato a casa la Coppa UEFA 2020…
    .
    .

    • Che un direttore sportivo “vinca” lui le coppe (e non la squadra, l’allenatore, o l’alchimia di certe stagioni che semplicemente riescono bene ecc.) si puo’ ampiamente dibattere.

      Che abbia distrutto la Roma e’ un dato di fatto incontrovertibile.

    • @dtf
      si tutto giusto, se la squadra vince non è merito del ds. ovviamente con questo termine di paragone se arivamo settimi il ds non c’entra nulla….

    • EH si proprio braqvo questo Monchi, ora sta affondando anche il suo Siviglia in piena lotta retocessione in Liga….lascialo perdere quel ciarlatano, buono solo con le commissioni, non basta il disastro tecnico ed economico perpetrato ai danni della AS Roma?

  8. il contratto da nababbo ? Proviamo a pensare male dei d.s. o almeno di qualcuno di questi .Ti faccio questo contratto poi te mi sarai riconoscente……….Credo che tra procuratori e d.s., certi accordi sottobanco siano frequenti e questo spiegherebbe tante cose apparentemente inspiegabili .

  9. La Roma sapeva che non stava bene! Monchi? Il peggior DS della Roma! Ce credo che è stato bene a Roma! 3 anni di pacchia e 15 mln in tasca più 2/3 per andare via! Alla fine, 18mln per bivaccare a Roma con tanto di cure pagate! Non riesco ancora a capire, io per primo, come facciamo ancora a guardare questa sottospecie di sport che non ti dà nulla! Siamo un popolo di polli! Pronti sempre a farci “spennare” e a litigare per niente! Vi rendete conto? 18 mln PER NON FARE NULLA! Mi ci servono 18 vite pari a 720/730 anni di lavoro per guadagnare quello che senza (RIPETO) fare niente si è intascato Pastore!

  10. E se penso a quello che guadagna e andrà a guadagnare Ronaldo non mi basterebbero gli anni di Adamo o peggio ancora Matusalemme (969) nella Genesi! Queste persone dovrebbero andare a vivere in un pianeta fatto solo per loro! Tanto le partite le possiamo vedere via satellite! Ahahahah!

  11. monchi ha preso una squadra che lottava sempre per la champion e la ridotta da sesto settimo posto e pultroppo ancora habbiamo in rosa come titolari alcuni di loro

  12. È stato uno dei motivi che ha indotto “il Capitano” ad abbandonare il ruolo dirigenziale.

    L’aveva detto che era rotto e che era contrario all’acquisto; non l’hanno ascoltato e lui s’è detto: che ce sto a fa qui?

  13. giocatore da partite benefiche per ospedale dove lo curavano. così velocemente innamorato della Roma che ha voluto ogni singolo centesimo. più anche buonuscita..anche se doveva pagarci un buono per l’entrata. ha fatto cagare pure all’elche e parla pura

  14. La cosa più surreale è come caxxo si fa a prendere una sorta di ex-giocatore sapendo come stava fisicamente, era scassato da tempo, poi addirittura un’operazione all’anca che chi la subisce rimane zoppo o quasi a vita, altro che correre, nemmeno camminare bene o piegarsi fatti specie se bisogna mettere una protesi. Ma poi nemmeno gratis, peggio ancora 24 milioni di cartellino e 4,5 netti d’ingaggio.
    Il naccherano di Siviglia quando era il ds della Roma, ci faceva, ci era oppure entrambe le cose ? Una scelta ai confini della realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome