Pellegrini arretra, Mou rilancia il 3-5-2

31
1059

AS ROMA NEWS – Persi tre titolari nel giro di poche settimane, tutti e tre arrivati dal mercato estivo, Mourinho deve tornare a puntare sulla Roma dell’anno scorso, con l’aggiunta di Matic in mezzo al campo.

A destra sta per rientrare Karsdorp, tornato ad allenarsi con il gruppo, ma per il momento toccherà ancora a Zalewski giocare in quel ruolo. A sinistra Vina non ha dato le risposte che Mou si aspettava, e tornerà a scaldare la panchina per fare spazio a Spinazzola.

A centrocampo Cristante è intoccabile, e al suo fianco dovrà stringere i denti l’ex United, in attesa di capire se lo Special One avrà intenzione di dare finalmente spazio a Camara. Pellegrini intanto sembra destinato ad abbassarsi in un 3-5-2 fino ad ora poco utilizzato, e che ora deve fare di necessità virtù.

In attacco Zaniolo farà di nuovo coppia con Abraham, tranne che per la partita di Siviglia di domani sera: Nicolò sarà squalificato, e al suo posto potrebbe giocare Andrea Belotti.

Nelle prossime settimane dunque rivedremo spesso la “vecchia” Roma, una squadra di cui Mou si fida e con la quale ha vinto una coppa lo scorso anno. Ma che ha bisogno di ritrovare i suoi interpreti migliori, a cominciare dall’attacco del prossimo futuro, che dovrà reggersi principalmente su Zaniolo e Abraham.

Fonti: Il Messaggero / Corriere dello Sport / Il Tempo

Articolo precedenteCampi da padel, bistrot e un asilo: un diamante per 61mila cuori
Articolo successivoDe Rossi, prima da allenatore con la Spal. Calcio verticale, e ai suoi ordina: “Nessuna paura”

31 Commenti

  1. Magari
    Basta non me fate vede difesa a 4 perchè i terzini sbagliano 2 diagonali sanguinose nelle ultime 2 gare con Inter e Betis, prima Celik s perde di Marco e poi Spina di testa si fa bullizzare da Rodriguez
    Difesa a 3 va bene di partenza
    Col cc a 3 puo giovarne Cristante che in nazionale ha licenza di inserirsi

    • i 2 gol descritti da te li abbiamo presi con i 3 centrali ed anche se si vedono sbagliare i 2 esterni è pure vero che con 3 centrali, in un caso non raddoppiano (Mancini, vedi celik) nell’altro non vanno a saltare e stanno tutti schiacciati vicino al cross (Ibanez-Smalling, vedi spina). in poche parole, ma i 3 centrali che fanno? li sanno fare i difensori???

    • con 3 centrali ma i terzini si sono fatti bullizzare alla grande sulle diagonali.
      Se tanto mi da tanto immagino 2 centrali che combinano quelli con le diagonali!

    • Sono d’accordo con 7de coppe. Seperdipalla sulla3/4 nostra ,la responsabilità è del terzino. Anche perché l’alanavoltaon velocità che te raddoppi? A cicoria ke temannaacercà quanto te salta…

    • Celik è il classico difensore da difesa a 4, ma fa un lavoro di posizione e prevenzione, quindi spesso non ha bisogno di fare “diagonali” per recuperare palla. Karsdorp fa più errori in marcatura.
      Il problema di una possibile difesa a 4, non è a destra ma a sinistra, dove Spinazzola è abituato, storicamente, a giocare esterno di centrocampo di una difesa a 3, con meno compiti difensivi.
      E l’altro grande problema è: chi mettere al fianco di Smalling? Gli altri due, prendono troppe toppe (parlo di Mancini e Ibanez): la soluzione, potrebbe essere quella di metterci Kumbulla, che della Roma, è il difensore che marca meglio e l’unico che guarda l’uomo e non il pallone.

    • Bhe dai non si puo dire nulla su Ibanez finora a sta stagione, io vedo che sta crescendo di partita in partita avendo sempre molta responsabilità sia in copertura che in costruzione uscendo palla al piede dalla difesa.
      Smalling è uno spazzino d’area, il classico “stopper” che non ha paura degli 1 vs 1, diciamo che se avesse giocato a basket era quello che recuperava tutti i rimbalzi.
      A me piu di tutti preoccupa Mancini,
      ieri ho visto Chalobah del Chelsea fa le 2 fasi Df e CC sarebbe un innesto pazzesco a Gennaio e sapevo che la Roma ha chiesto informazioni st’estate, ma c’era Tuchel, con Potter capace che ci puo scappare qualcosa

  2. Il problema è che la vecchia squadra l’anno scorso è arrivata sesta in campionato.
    Quindi era evidente che bisognava rinforzarla. Da qui gli arrivi di Celik, Dybala, Gini e Matic.
    Di questi è restato solo Matic.
    Anche i muri sanno che Cristante è Matic non possono giocare insieme, che Zalewsky oggi è più forte di Kasdrop o Spinazzola, che Pellegrini rende meglio più avanti, mentre Zaniolo non sa giocare con la squadra (cosa che sa fare bene Elsherawy), che la difesa a 3 regala il centrocampo agli avversari anche quando sono in 10.
    Tutte queste cose le sa bene Mou che dovrà fare le sue scelte..

    Quindi ora spetta

    • La squadra dello scorso anno é arrivata sesta, ma quella di quest’anno finora nonsta facendo molto meglio. La qualità che ci ha dato Mikitarian al centrocampo chi ce la mette, se Winaldum lo abbiamo perso fino al 2023? Spero che Mou abbia deciso come riferisce l’articolo: infoltire il centrocampo e sperare nel tandem Abraham-Zaniolo. L’anno scorso avevamo tanto sognato questa accoppiata ….

    • A questo punto credo sia la soluzione migliore infoltire il centrocampo visto che non hai il “problema” di far giocare Dybala. Avremo così una squadra più quadrata.
      Senza un centrocampo di qualità credo sia difficile giocare con tre punte. La squadra quest’anno era stata pensata con Wjnaldum a centrocampo.

    • Zaniolo, forse non a caso, ha “giocato con la squadra” in quelle purtroppo poche occasioni in cui sono stati schierati i famosi quattro davanti, cioè nella fase finale della preseason, contro la Salernitana, e finché è rimasto in campo contro la Cremonese.
      Si è mangiato qualche gol di troppo, vero (non solo lui peraltro), ma ricordo assist, scambi corti con compagni che erano al tempo vicini, con in più accelerazioni devastanti, partendo però dalla propria metà campo.
      Quel sistema era molto somigliante a un 352, con Pellegrini e Zaniolo ai fianchi di Cristante.
      Con Dybala e Abraham che a turno rinculavano per coprire le avanzate dei due che agivano come quasi classiche mezze ali.
      Apparentemente era una squadra sbilanciata, ma in realtà il dinamismo di Zaniolo e Pellegrini consentiva di tenere la squadra più corta, davanti c’erano molte più soluzioni e si è visto anche un calcio godibile, malgrado si sprecasse molto. E gli avversari avevano più gatte da pelare.
      Col ritorno di Zaniolo nel ruolo di punta, quello a un 3412 con Cristante/Matic in mezzo, siamo tornati alla squadra statica dell’anno scorso (pure peggio), ai lancioni di Mancini, allo Zaniolo contro tutti, a una squadra lunga con venti metri tra i reparti.
      Era tutto da dimostrare, verissimo, che quella squadra potesse reggere botta contro avversari più blasonati, ma purtroppo la controprova non abbiamo potuto averla e ci sarà minimo da aspettare gennaio per avere una chance.

    • se zaniolo non sa giocare con la squadra, perché non l’abbiamo incartato a 40 mio alla juve? e se un calciatore di serie a che si crede un mega campione non sa giocare con la squadra perché dovrei rinnovargli il contratto?

  3. Ancora Camara in panca? Ancora Pellegrini arretrato?….Andiamo avanti così…….Facciamoci del male…..Non è questione di fiducia a Mourinho. Il fatto è che il centrocampo con Pellegrini arretrato con l'”intoccabile “Cristante o con Matic lo abbiamo visto decine di volte con identico risultato….Se mi sbaglio chiedo venia.

    • questo succede perchè esiste il mistero tremendo di calciatori strapagati in acquisto e non utilizzati/utilizzabili (vina shomu), e non si capisce da chi voluti, oppure acquisti come camara di cui non si capisce da chi voluti e neanche perchè non utilizzati. Se no si sarebbe potuto giocare con difesa a 4 e 3 a centrocampo (sperem).

    • Cristante in Nazionale gioca mezzala con ottimi risultati. Idem Pellegrini che in quella posizione può ricucire lo spazio tra attacco e centrocampo. Certamente Cristante non rende come mediano e Pellegrini non ha le qualità del regista nè lo spunto del trequartista. Sono entrambi validi per il centrocampo. Poi certo, c’è di meglio in circolazione. Se poi ci mettiamo che il Mister non fa giocare né Bove né Camara… la coperta è corta. Meglio un uomo in più al centro che giocare cn due mediani che hanno poco margine di movimento. Oh, poi magari mi sbaglio.

  4. Il primo posto è andato già dalla prima partita,e anche l’anno passato ci salvammo per il rotto della cuffia,vinciamo le ultime due e speriamo in una terza champions abbordabile ma nel 2023 sarà un’altra musica.Percio stasera non agitiamoci troppo

  5. ” La Roma è l’ultima squadra in serie A per la differenza tra gli xG (occasioni da gol) e le reti effettivamente realizzate (-6,92). Su 52 tiri in porta sono solo 12 i gol fatti. Mentre le conclusioni effettive sono 146. Inoltre Pellegrini e Abraham sono ultimi in Europa in questa classifica che vede primeggiare Haaland.”

    E di conseguenza, non avendo un gioco, l’unica spiegazione è che gli avversari si scansino e
    ci facciano tirare in porta, visto la marea di occasioni accumulate.
    Giusto?
    Avete un po’ tritato la minxia co’sta storia del gioco, sinceramente.
    Ieri il Milan è stato preso a pallate dal Chelsea, come la settimana prima,
    ma la colpa è dell’arbitro e hanno fatto una grande partita (forse a scopone dopo, non so).

  6. 2023: Rui Patricio, Ndika, Smalling, De Vrij/Chalobah, Zalewski, Wijnaldum, Douglas Luiz, Udogie, Dybala, Zaniolo, Werner. Svilar, Keramitsis, Kumbulla, Ibanez, Celik, Pellegrini, Camara, Spinazzola, Bove, Solbakken, Belotti.

  7. Centrocampo a tre, tutta la vita. A fianco al Matic o al Cristante di turno ci possono stare Pellegrini e Zaniolo (che partendo da dietro è più incisivo) o, se vuoi coprirti, Camara o lo stesso Cristante (se Mou vuole lui e Matic in campo insieme).
    Troppe punte davanti fanno solo casino e se le costringi a rientrare sempre per tappare i buchi a centrocampo sono poco lucide davanti alla porta (sempre se ci arrivano).
    Abbiamo già dato con Carlos Bianchi, anche basta.

  8. io invece spero che i giornali come solitamente fanno non la becchino manco stavolta.
    E spero di non vedere ZALEWSKJ laterale destro, regolarmente sverniciato da chi scende dalla sua parte come se non ci fosse. Solo IBANEZ l’anno scorso in quella posizione, 2 o 3 volte che è stato provato, è stato il peggio insuperabile…

    • Hai ragione Zaniolo in quella fascia non sa difendere, ma chi metteresti a destra?
      Spina non ci vuole giocare.
      Solo Kasdrop o Celik possono giocarsi ma sono entrambi indisponibili.
      Poi il problema è che non avendo un centrocampo a 3 non hanno molto supporto davanti, al massimo è compito di Mancini o Smalling chiudere..

  9. Magari,la Roma ha le caratteristiche per giocare con due punte davanti, Tammy non ha le capacità per caricarsi tutto l’attacco sulle spalle, stesso discorso vale per Belotti. Con due punte è più facile per gli attaccanti trovare palle gol nitide, un uomo è più facile da marcare che due da inserimento. Ci sono più spazi per tutte e due le punte, perchè se due/tre giocatori vanno a marcare la fisicità di Zaniolo, Tammy ha più spazio da solo per cercare l’inserimento dentro l’area di rigore. Pellegrini basso “da regista” è in posizione migliore rispetto alla trequarti perchè gioca con il corpo davanti e non spalle alla porta come sulla trequarti, quindi è più facile ricevere palla è alzare gli occhi e inventare un passaggio da gol. L’anno scorso si giocava con due punte e Tammy face quasi 30 gol, quest’anno con il 3-4-2-1/ 4-2-3-1 era lasciato in balia delle difese avversarie e si doveva sperare nel colpo di genio di Paulo. Tornare a 2 davanti è la soluzione, anche quando tornerà Paulo. 3-4-1-2 con Dybala sulla trequarti, Lorenzo sulla regia e Tammy/Zaniolo – Tammy/Belotti/Shomurudov davanti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome