Pellegrini e Renato Sanches in rampa di lancio, Azmoun ed El Shaarawy le armi in più di Mou

13
461

NOTIZIE AS ROMA – Comincia la settimana che ci condurrà alla ripresa del campionato, con la Roma che domenica pomeriggio alle 18 affronterà l’Udinese allo stadio Olimpico.

I giallorossi arrivano a questa partita con il solo Smalling ancora fermo ai box, oltre ai lungodegenti Abraham e Kumbulla. Mourinho dunque avrà problemi di abbondanza in tutti i reparti, tranne quello arretrato dove gli uomini restano contati.

I rientri di Pellegrini e Sanches, che si sono allenati a Trigoria anche nei giorni di riposo concessi dal mister, renderanno la mediana più completa: il capitano tornerà a giocare titolare, ma anche il portoghese spera di strappare una maglia dal primo minuto. In quel caso a rischiare sarebbe Paredes, con Cristante di nuovo in regia.

In attacco la coppia Dybala-Lukaku non ha rivali, ma Azmoun si sta dimostrando molto più che una semplice riserva. Stesso vale per El Shaarawy, che a partita in corso può essere un’arma in più per la Roma. Mourinho spera di riabbracciare presto anche Smalling: con lui in campo la squadra che aveva in mente a inizio campionato sarebbe finalmente al completo.

Fonti: Il Tempo / Il Messaggero / Corriere della Sera / Il Romanista

Articolo precedenteCapello: “La Roma ha scommesso su giocatori infortunati, solo col loro recupero può pensare di vincere”
Articolo successivoRanieri: “La Roma non ha ingranato per via degli infortunati. Può arrivare quarta quando li avrà a pieno regime”

13 Commenti

  1. Mi incuriosirebbe vedere dall’inizio la coppia Lukaku- Azmoun con Dybala alle loro spalle. Ma forse chiedo troppo….

    • Con tutto quello che ha vinto, più che comunicatore direi che e’ un “trophy whisperer”, l’uomo che sussurra ai trofei!

    • Magari! Sarebbe un potenziale che pochi avrebbero!Azmoun è’ veramente forte, bisogna riscattarlo ai ito e in coppia con Lukaku con Dibala dietro, sarebbero devastanti a centrocampo metterei Cristante, Pellegrini e Paredes(Sanchez) e dietro giocherei a 4 provando Ndika terzino sinistro , i centrali Mancini Llorente a destra Kardorsp(Celik).

    • Di quello che ha vinto nel passato caro stingray non me ne può interessare di meno, qui da noi ha vinto quanto il West Ham l’anno scorso, non una virgola di più.

    • Giusto, questa è’ un’altra cosa che non capisco, hai 5 sostituzioni e le fai negli ultimi 10 minuti magari non sfruttandole tutte! Ogni partita se uno si sapesse regolare giocherebbe con mezza squadra cambiata! Al limite te ne conservi uno Gino alla fine giusto per precauzione!

  2. Ho paura che con Mourinho Azmoun non giocherà mai, Dybala sarà sempre in campo anche con le stampelle e Belotti anche a 55 anni..

  3. Non capisco perché scegliere El Sharawi quando Azmoun sta dimostrando di essere più in palla. Poi mi sembra che abbia molta voglia di dimostrare quanto vale, il faraone invece mi sembra “cristallizzato”.

  4. a volte mou fa errori così banali e strani che pare faccia quasi apposta, ovviamente non è così ma sono diverse partite che cambia poco ed in maniera insensata, praticamente a partita finita, così non aiuta la squadra ne’ se stesso..ho timore che ripeta l errore passato cioè non risucire a valorizzare i calciatori, eccezion fatta per i primavera su cui davvero nulla gli si può dire, se un giocatore non lo convince o ha davanti gente molto forte anche in condizioni precarie lì tiene a far la muffa in panchina magari pretendendo vedi azmun che in 8 10 minuti a squadre spente e partita sostanzialmente decisa, possa fare la differenza, qualsiasi giocatore come qualsiasi uomo nel lavoro deve sentire un minimo di fiducia e considerazione in chi lo gestisce altrimenti fare bene diviene davvero arduo, sono passati giocatori magari non fenomenali da noi ma sono stati fatti passare per piope immonde, non faccio nomi ma si puo’ capire chi siano..Ho sempre fiducia in mou però per me è ora che si dia una svegliata, basta alibi e scuse occorrono punti pesanti e prestazioni diverse sopratutto far arrivare al belga li davanti qualche pallone altrimenti si stranisce ed instristisce e si isola dal gioco, come abbiamo visto nelle ultime partite, sempre e comunque forza Roma!!!

  5. Ma un bel 4321 modulo del mitico Ancellotti, ci sono giocatori e cambi, è inutile giocare a cinque dietro non abbiamo Candelà e Cafu

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome