Pellegrini, il flessore fa ancora male: salterà Betis e (forse) Lecce

24
844

ULTIME NOTIZIE AS ROMANiente Betis per Lorenzo Pellegrini, che forse dovrà rinunciare anche a Roma-Lecce di domenica prossima.

Il capitano giallorosso, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (M. Cecchini), ha effettuato i controlli ieri che non ha evidenziato lesioni muscolari, ma un generico stato di sofferenza al flessore che andrà quotidianamente monitorato.

Molto difficile, per non dire impossibile, che Mourinho rischi il trequartista per la gara di Europa League di giovedì prossimo. Pellegrini verrà monitorato nei prossimi giorni per capire se sarà possibile recuperarlo per il Lecce.

Mou potrebbe anche decidere di risparmiarlo per averlo di sicuro a disposizione nella sfida del giovedì successivo in trasferta a Siviglia, che potrebbe decidere le sorti di un girone che per i giallorossi non si messo nel migliore dei modi possibili dopo la sconfitta all’esordio in trasferta contro Ludogorets, che ha complicato i piani di gestione di José Mourinho.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteLa Roma Primavera non passa a Empoli: finisce 2 a 2, in rete Pisilli e Cherubini
Articolo successivoEuropa League, ROMA-BETIS: arbitra lo sloveno Jug

24 Commenti

  1. lui e cristante hanno giocato tanto e corso anche di più, entrambi più di 11km a partita di media in questo inizio di campionato… se è questo che viene loro richiesto, hanno bisogno di rifiatare, certi ritmi non si possono tenere ogni tre giorni.. a maggior ragione se subentrano dei problemi fisici.

    • Cristante gioca sempre molto compassato, non credo sia un problema per lui. Pellegrini invece è uno che molto spesso si trova in situazioni complesse, dove o prende un calcione o trova lo spunto per andarsene in dribbling, un gioco molto più dispendioso. Lollo la scorsa stagione ha fatto lo stesso numero di partite di Dybala (con la juve), è un altro giocatore che va preservato

    • Cristante di partite può giocarne anche 300 consecutive. Una volta l’anno soffre una lieve lombalgia che di solito non gli impedisce di scendere in campo, e poi stop.
      Pellegrini no: è da sempre fragile a livello muscolare e inizia ad accumulare cicatrici sui muscoli. Ogni cinque partite al massimo dovresti farlo riposare per non rischiare, soprattutto se sono ravvicinate.

    • La Roma è 14esima nella classifica dei km percorsi (dei top team solo il milan ha fatto peggio), ma ha due giocatori tra i primi 7 in Italia per km percorsi: Pellegrini e Cristante, appunto.
      Uno sport come il calcio, non è solo il passaggio, l’assist o il tiro: è anche corsa.
      Una partita è di 90 minuti, un calciatore tiene, al massimo, 1 o 2 minuti la palla tra i piedi: e gli altri 90 e passa minuti che fa? Corre.
      La corsa è importante.
      Il tanto osannato Zaniolo, 9 km (Dybala a corso di più). 2 in più a partita moltiplicato il numero delle partite giocate…fatevi i conti.

      Qui le persone scrivono a vanvera. Vero ziopeppo? “gioca compassato”…ma che vuol dire? 11 km di media a partita sai quanti sono? Un movimento per un dribbling è più faticoso di un a rincorsa per chiudere l’attaccante o il centrocampista che si inserisce in area?

      UB40, l’altro fenomeno “una volta l’anno soffre di una lieve lombalgia”…non so quando, visto che nelle ultime due stagioni ha giocato NOVANTOTTO (98) partite. Il “fragile” Pellegrini lo scorso anno ha giocato quanto Zaniolo, ma con un minutaggio (e chilometraggio) nettamente superiore, eppure…uno è fragile, l’altro un mostro.

      Ribadisco: le cose vanno viste per quello che sono. Poi possiamo pure parlare di pallone…ma se uno mi dice che il sole è verde…beh, può pure parlare da solo per quanto mi riguarda.

  2. Anche fosse con Pellegrini fuori dentro Zalewski al suo posto, solo per fargli capire che è un giocatore (con la G maiuscola) utile anche nel suo ruolo naturale

    • per me è il talento più grosso che abbiamo in rosa, va valorizzato e non sballottato da un ruolo ad un altro.
      per me è fortissimo.

    • Zalewski lo vedo da sempre come sostituto naturale di Pellegrini ed anche qualcosa di più,invece che sostituto di Cristante

  3. Se fosse necessario , farlo riposare anche contro il Lecce…..Voglio credere che saremmo in grado di vincere con il Lecce anche senza Pellegrini…..continuo a sostenere di dare una chance ad El Sha ed a Camara soprattutto. D’accordissimo con Ti22 sull’impiego di Zalewski.

  4. Zalewsy sta giocando molto bene nel ruolo che gli ha assegnato mou, cambiargli ruolo adesso facendogli fare quello che faceva in primavera (livello che con la seria A non ha nulla in comune) per me servirebbe solo a confonderlo, i giocatori devono essere focalizzati solo in un ruolo, se no poi rischi di trovarti giocatori capaci a fare decentemente più ruoli invece di farne solo uno molto bene.

    • 6 pollici versi non conoscono il concetto di “umorismo”.

      a me hai strappato una risata 🤣😉❤️🧡💛👊

  5. Magari è la volta buona che iniziamo a vedere in campo gente come Camara o Zalewsky, che a livello di dinamismo mi sembra molto più utile rispetto a gente che gioca troppo compassata…vediamo che succede…

  6. A Zeno’….Se gioca Dybala le batterà lui, se no anche Camara sembra in grado…Che famo, nun se gioca perchè manca chi tira le punizioni? Al limite le tira 7 de Coppe…..

    • Io non batto punizioni, io punisco e basta!

  7. lasciatelo riposare che ha fatto una partita eccezionale a Milano,una punizione per smalling.
    5 0 6 giornate di riposo e forse azzeccherà qualche altra punizione per smalling

  8. Pellegrini deve riposare ma soprattutto riservare le energie per il campionato, la priorità è tornare in CL per far venire giocatori ancora più forti!! una coppa Europea l’abbiamo vinta l’anno scorsa, quest’anno l’EL solo può togliere energie e dimezzare la rosa..

  9. Paparapappa… Pappà! E poi rientra acciaccato contro il Napoli! Magari “scippando” il posto a chi sta in forma!

  10. Pellegrini ha bisogno di riposare, i giocatori validi per battere il Betis ci sono, così come contro il Lecce meglio non rischiarlo, al massimo a disposizione in panchina visto che poi c’è il Napoli ed in quel caso è meglio avere Pellegrini pienamente recuperato perché in quella partita c’è assoluto bisogno di più risorse possibili considerando anche il fatto dell’assenza pesantissima di un top player come Wijnaldum, cosa tutt’altro che di poco conto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome