PELLEGRINI: “Serata meravigliosa. In campo ho la sensazione di una squadra vera. Zalewski? Crescita impressionante”

10
1284

NOTIZIE ROMA CALCIO – Lorenzo Pellegrini parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Leicester, semifinale di ritorno della Conference League.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara appena conclusa allo stadio Olimpico:

Siete riusciti a coniugare la crescita del gioco e anche 70mila spettatori che hanno giocato.
“Sì, non abbiamo mai avuto dubbi su questo. Si può giocare in tante maniere, oggi era da giocare in maniera forte e lo abbiamo fatto”.

Quali consigli dai da capitano a Zalewski?
“A Nicola in particolare dico sempre di non limitare mai le sue caratteristiche, lo sprono a cercare spazi per cercare l’uno contro uno, ci dà una mano in uscita, gli dico di provare qualsiasi cosa gli passa per la mente. Solo così può migliorarsi, la sua crescita è già impressionante”.

Conosci la storia del club, erano 31 anni che non arrivava in finale di una coppa europea. Quanto c’è di Mourinho nella tua stagione?
“Il lavoro del mister è sotto gli occhi di tutti. Al di là delle individualità, si percepisce una Roma forte e squadra. Ci piace. Abbiamo avuto un’importante crescita nell’anno, abbiamo fatto bene inizialmente e poi abbiamo avuto un calo. Dal campo ho l’idea che siamo una squadra vera, tanto è vero che segniamo subito e la partita finisce così. Magari un tempo non sarebbe successo”.

Siete una delle migliori squadre su palla inattiva, ci racconti il lavoro di Mourinho e dello staff?
“È una cosa che proviamo in allenamento, c’è anche tanto dell’individualità. È importante mettere bene la palla, ne abbiamo tanti di giocatori che possono farlo come Veretout che è eccezionale, abbiamo Sergio e anche Nicolò. Poi abbiamo giocatori forti dentro l’area di testa. Ricordo che quest’anno abbiamo avuto 4-5 occasioni in cui potevamo segnare e non l’abbiamo fatto, poteva essere un dato più importante”.

Poi ci sono le tue direzioni dirette…
“Sì, quest’anno sono entrate (ride, ndr)”.

Per te che serata è?
“Innanzitutto è una serata meravigliosa, mi permette di giocare una finale che non ho mai avuto occasione di giocare. Ho giocato 3 semifinali, lo hanno ricordato tutti in questi giorni. Sono veramente molto contento che sia cambiata un pochino la storia rispetto agli altri anni e che questa volta andiamo in finale. Per quanto mi riguarda il giorno dopo penso sempre di fare meglio di quanto fatto il giorno prima, quindi questo mi aiuta a restare sempre sul pezzo e a dare tutto per la Roma”.

Articolo precedenteMOURINHO: “Grazie Roma, mi sono commosso. Ora vogliamo vincere la coppa. Abraham? Mi rifiuto di parlarne bene, può fare meglio”
Articolo successivoDelirio Roma, il sogno continua

10 Commenti

  1. Ora finale di stagione da cardiopalma.

    Sono dispiaciuto solo del fatto che noi giocheremo l’ultima di campionato (decisiva?) solo 3 giorni prima della finale… pochissimo.

    Loro 10 giorni 🤬

    Spero che l’entusiasmo superi la fatica ❤🧡💛👊

    • Ma, mi auguro che la anticipino al venerdì, od anche al giovedì, tanto il Torino è fuori da ogni gioco. Però lo dobbiamo chiedere.

  2. Daje Capitano, daje! Spesso ti inventi dei passaggi pazzeschi, sfruttali di più, puoi essere ancora più fondamentale per la costruzione del gioco. Sono convinto che non hai raggiunto il tuo apice.
    ❤️🧡 Forza Roma 🧡❤️

    • Finalmente iniziate ad accorgervi di quanto sia forte Pellegrini.

      Non sarà Totti…ma di Totti, nella Roma, mettetevi l’anima in pace, non ne vedremo più. Ciò non toglie che lui potrà diventare un grande capitano, e che potrebbe fare la storia, della nostra Roma. E per certi versi, l’ha già fatta…tre semifinali di competizioni europee.

  3. Daje capitano. Ieri Pellegrini è stato fondamentale, ho controllato un numero incredibile di palle altrimenti perse. Lo ha fatto con tigna ma, soprattutto, con classe. Bravissimo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome