PELLEGRINI: “Sono tornato a sentirmi libero, voglio essere al centro del gioco. De Rossi? Me lo godo anche da allenatore”

51
1140

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Lorenzo Pellegrini parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Sassuolo.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di campionato appena conclusa allo stadio Olimpico:

Che voglia di non pareggiarla. E’ lo stesso atteggiamento di Firenze?
“E’ giusto per una squadra che vuole essere in alto. Sapevamo che dovevamo vincerla a tutti i cosi, oggi abbiamo fatto il nostro, i tre punti sono molto importanti”.

L’abbraccio con De Rossi?
“C’è tanta stima. Daniele per me è sempre stato un punto di riferimento. Ho avuto la fortuna di viverlo prima da compagno e ora da allenatore. Ed è giusto che io mi goda lui come allenatore, e lui me come giocatore”.

Qual è la differenza in te adesso?
“Che sono sempre al centro del gioco, devo sentirmi libero e trovare la mia giusta posizione in campo. E’ quello che mi era mancato nell’ultimo anno e mezzo e sono contento di averlo ritrovato. Sono contento per lui, per i compagni, e per la società che ci tiene e ci è vicina”

Il Milan in Europa League?
“Arrivati a questo punto, le squadre sono tutte forti. Quando sarà il momento, la prepareremo al meglio per passare, anche se il Milan è una squadra molto forte”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteBALLARDINI: “Il Sassuolo ha fatto una buonissima partita. Potevamo mettere ancora di più in difficoltà la Roma”
Articolo successivoCRISTANTE: “L’importante era vincere, non sempre si possono fare partite spettacolari. Roma in crescita costante”

51 Commenti

    • Ho disprezzo non per chi ha criticato Pelle… ci sta, chiunque può essere criticato. Anche io ho criticato prestazioni non all’altezza !!!
      Ci mancherebbe.
      Ma Pelle non è stato criticato e’ stato massacrato…, deriso…., bullizzato.
      Una sera a cena con degli amici sono rimasto shockato per il livore, l’odio con cui veniva descritto e giudicato.
      Per quelli mi dispiace oggi non c’è spazio per gioire.

    • Vedi Ale la tua posizione la accetto.
      E di critica e di incoraggiamento come un tifoso vero deve fare.
      Ma scendi sotto….
      Trovi delle dichiarazioni cattive… infamanti… che esprimono odio puro.
      Per quelli (certo non offendo) ma esprimo, come detto, il mio disprezzo.

    • forse non hai capito perché pellegrini non ha reso, nell’ultimo anno e mezzo, cime sta rendendo adesso. Compiti tattici dati dal mago di Setubal.

    • prima ha fatto fuori Matic, campione che ha vinto 10 volte quello che ha vinto lui e che ovbiamente gli rubava la scena, e poi ha fatto fuori chi lo metteva in panchina preferendogli Bove.
      delitto semi perfetto…dico semi, perché appena si stanca anche di de Rossi saremo a punto e a capo l.
      Questione di tempo…

    • Colorado e 7 de coppe non vi rendete conto da soli della pochezza delle vostre insinuazioni? Non ho mai sentito un suo compagno di squadra parlare male di pellegrini (anzi tutt’ altro, tutti ne esaltano le qualità umane e molti lo frequentano fuori dal campo)…anzi sta simpatico pure ai avversari. Nell’ ultimo periodo era infortunato e stava recuperando condizione, perché anche Mou non lo ha mai messo in panca (tutt’ altro, lo faceva giocare anche zoppo mentre la nazionale lo lasciava a casa). La verità è che era annichilito, come tutto il resto della squadra, dal non gioco di Mou. Voglio vedere chi riesce a giocare a calcio con tutta la squadra schiacciata sul proprio portiere, forse nemmeno Pizzarro ci sarebbe riuscito. Avendo iniziato a giocare, tutti, dico tutti, hanno aumentato il proprio livello (chi più e chi meno, in proporzione a quanto si sa giocare a calcio…). Tutto qui, il resto e frustrazione e odio di 4 minorati invidiosi di chi rappresenta e lotta per la loro squadra (perché Lorenzo oltre ad essere un ottimo giocatore lotta e tanto. Ogni anno è stato tra i 10 migliori corridoi della serie A. vedetevi le statistiche). Forza Roma sempre

    • Buon giocatore ma con molte fragilità.
      Non ha mai sopportato l’arrivo di Dybala e non è un caso se i due, per usare un eufemismo, non sono amici (lo vedi quando segnano da chi vanno ad abbracciare per primo).
      Basta vedere che con l’abbraccio a DDR ha replicato quanto fatto settimana fa da Dybala.
      Ci sta .. anche Totti e Montella l’anno dello scudetto erano molto competitivi fra loro.
      Ovvio ha giocato contro Mou.. le parole sui giocatori che avevano terminato, a suo avviso, il loro processo di crescita erano per lui.
      Se Ddr riesce a sfruttare questa sua voglia di dimostrare che si sbagliava a nostro vantaggio meglio per noi.

    • Se venisse acquistato un giocatore X più forte di lui nel ruolo (non mi viene nemmeno un nome, forse non ce ne sono???), rubandogli il posto (è un posto che fa gola, in fine dei conti, perchè il lavoraccio sul campo con compiti tattici se lo devono smazzare gli altri) e De Rossi gli dicesse : “Guarda, Pellegrini, se vuoi giocare devi fare la mezzala con i medesimi compiti del passato”, il nostro buon Lorenzo come risponderebbe ?

  1. L’ “anello debole” della situazione ha ancora una volta salvato la Roma con un gol personalissimo venuto a impreziosire una gara sfavillante . Stasera la Roma era sulle gambe in quasi tutti i suoi giocatori e se non fosse stato per quella genialata del Capitano,sarebbe stata notte fonda. I gol non si contano,si pesano e stasera quello di Pellegrini vale oro a 24 carati.
    PS : A tutti quelli che lo avevano insultato,criticato e denigrato (cioè tutta Roma meno IO)…dico che il vostro degno capitano è Karsdorp.

    • Però su quello che fa intuire dei rapporti col suo ex allenatore (quello che doveva cacciare addirittura il presidente), lì fai elegantemente scena muta.
      L’importante è montare sempre sul cavallo vincente.

    • Zenone, siamo stati in tanti a difenderlo, ma questa sete di protagonismo che hai è più forte del tuo tifo..

    • … anche perché, e qui la cosa è più grave, dice che da 1 anno e mezzo non si sentiva più libero, quindi non da quando lo allenava Mourinho, ma da quando un allenatore che solitamente vuole vincere ha ovviamente centrato il gioco sul giocatore con più talento della rosa (Paulo Dybala) e ha chiesto al “capitano” di fare da portatore d’acqua, da connessione tra attacco e difesa, invece il genio voleva e vuole spaziare…… gente così, te prego… questo non ha mai giocato per la squadra.
      Bove Vero Capitano!!

    • Io trovo strano che “allenatore che vuole vincere” non si schiodi mai da tre pali al centro della difesa nemmeno contro squadre di serie B.
      Che si ostini pervicacemente a fare giocare terzini come ali e attaccanti come terzini.
      O mezze ali come mediani.
      Sapete quale è stata la media punti più alta di Mourinho in campionato? Quella totalizzata fino a novembre del 2021 quando poi ha deciso che questa squadra dovesse per forza giocare a tre e da lì non si è più mosso.
      Da allora la media punti è sempre stata via via più bassa.
      Andate, contate, fate le vostre verifiche.
      Così come è evidente da questi due mesi abbondanti che non è affatto necessario che per vincere le partite Pellegrini debba fare il portatore d’acqua a Dybala.
      Prima avevamo un solo giocatore decisivo, adesso ne hai almeno due.
      Coesistono benissimo, segnano e servono assist entrambi.
      Forse il genio era un altro.

    • Stavolta non spolliciate Zenone… Ha ragione!
      p.s. Pellegrini non dice affatto quel che si intuisce dal titolo. È meglio leggere anche gli articoli prima di scrivere no?

    • Per me un allenatore dovrebbe valorizzare tutti i giocatori migliori, non solo uno che oltretutto stava più in infermeria che in campo. Nel primo anno sacrificava Zaniolo e Mkhitaryan per favorire Pellegrini mentre dopo ha sacrificato Pellegrini per favorire Dybala. Ma adesso sembra che Pellegrini e Dybala possano coesistere.

  2. Roma inguardabile… Ancora gioca Karsdop e Angelino terzini? Indecenti entrambi… Aquar non l’ha presa mai… De Rossi non ha avuto il coraggio di far giocare subito Baldanzi… È l’unico che non sbaglia mai un passaggio… Difesa della Roma e centrocampo imbarazzante… Ringrazio la prodezza fatta da Pellegrini… Sempre Forza Magggggica Roma…

    • Aronne mio tu commenti proprio bene! bella su angelino, pure su aouar, vero di de rossi, e anche di baldanzi! bello bello bello tutto. bravo, grazie, adesso te ne poi annà

  3. Contro avversari e gare ” chiuse ” la si poteva ribaltare solo in questo modo, con un guizzo da fuori area.

    Sono 3 punti pesantissimi .

    Voto 10 Lorenzo !

    • marchese, tifi Roma o Mourinho?
      Che fai, gufi su Pellegrini perché sta giocando bene?

      la rovina di questa piazza sono i “tifosi” come te, che sono i supporter delle loro idee e non della squadra

      Per il mago di Setubal, la Roma non poteva giocare a 4 dietro e Pellegrini doveva fare il Tommasi. Ha dato una spiegazione tattica al suo rendimento. Chi non capisce o è in malafede o è della Lazio

  4. Non manda una carezza al suo ex allenatore, e detto da uno che in generale con le parole fa sempre zero a zero.
    Ci può stare, anche tenendo conto delle accuse che gli sono piovute sul capo, guidate o meno.
    Sia come sia, la risposta sul campo finora è stata forte ed è quella l’unica cosa che conta.
    C’è da sperare che la salute lo assista, perché finora tutti i suoi brillanti sprazzi di stagione sono stati fermati da problemi fisici.
    In questo momento è decisivo come e più di Dybala.

    • Prima era difficile essere al centro del gioco, credo, soprattutto perché non c’era nessun gioco

    • Prima la fase difensiva era più importante di tutto.
      È cambiato non solo il modulo ma proprio il concetto di gioco da mettere in campo. Solo questo ha detto il Capitano.
      Sembra una cinquina su Mourinho?
      Non era Pellegrini a scegliere come giocare in campo e, nonostante ciò, Mou lo apprezzava e lui lavorava zitto e mosca.
      Se si è tolto un sasso che sembra un macigno sarà forse perché piaccia o no Pellegrini è stato sordomuto per 2 anni e mezzo, col primo in cui è stato senza infortuni e veniva osannato, mentre al secondo è stato spesso acciaccato e niente, daje all’untore.
      Adesso non dovrebbe/potrebbe aprir bocca?
      Ma andate a tifare in latino imperiale con Lotirchio…

  5. La differenza è che ora non stai giocando contro l’allenatore, ti abbiamo sgamato ciccio abbi almeno la decenza di toglierti la fascia da capitano e darla a Mancini, l’unico che ha SEMPRE dato il fritto in campo

    • Giocare “contro” l’allenatore è come il marito che si evira per fare dispetto alla moglie.
      Cala il tuo valore, perdi potere contrattuale.
      Pellegrini ha sempre corso tanto anche con Mourinho quando è stato disponibile, ci sono le statistiche a testimoniarlo, sono oggettive. Lo faceva con molto meno costrutto, anche questo è oggettivo.
      Pure Cristante ha rilasciato dichiarazioni in cui sembrava non trasparire alcun rimpianto per il suo ex allenatore.
      A me la Roma di Mourinho non ha mai dato la sensazione di non impegnarsi fino in fondo, come magari ho a volte sospettato ai tempi di Zeman e Garcia, ma magari sbagliando.
      Per Mancini non è cambiato molto nel modo di giocare, è un centrale difensivo, a meno di non metterlo a difendere a centrocampo per lui il lavoro quello rimane.
      Per Pellegrini, e non solo lui, non è la stessa cosa.

  6. dimenticavo megli anni sei riuscito ad abbandonare fonseca. ..mourigho…
    i campioni sono sopra ogni allenatore.. guarda mancini..cristante…paredes..

  7. Non dice nulla di strano..

    Il primo anno di Mou e stato il migliore per Pellegrini.. Perché Mou gli dava la libertà di giocare praticamente dietro ad Abraham

    Era libero di legare i reparti e buttarsi dentro.. Sceglieva lui dove giocare.. Anche se partiva sempre dalla sinistra..

    Con l’arrivo di Dybala, Con Zaniolo, lui è arretrato sempre di più.. Sempre di più in una posizione di copertura..

    Quest’anno ha saltato tante partite per infortuni..

    Ed onestamente credere che un calciatore nell’anno degli Europei gioca male per cacciare via un allenatore.. Veramente mi sembra assurdo..

    Poi oh.. Il mondo è strano.. Ma con un minimo di razionalità la sua spiegazione mi sembra veramente la più ovvia..

    Poi c’è chi si è fissato con altre improbabili spiegazioni.. Perché si ama dare la colpa a qualcuno..

    Ma va beh è così da sempre..

    Forza Roma

    • “Ed onestamente credere che un calciatore nell’anno degli Europei gioca male per cacciare via un allenatore.. Veramente mi sembra assurdo..”

      Qua a Roma ci sono sempre state queste situazioni. Ricordi come erano stati cacciati Zeman e Garcia?? Ti dirò che al tempo Pellegrini non c’era quando Zeman e Garcia erano stati cacciati allo stesso modo di come era stato cacciato Mourinho ma purtroppo troppa gente ha la memoria corta..

    • Condivido.
      io non credo al “giocare contro”, credo al giocare scontenti.
      A volte basta questo. Se sono due o tre in squadra, la squadra è spenta. Si riaccende agli appuntamenti importanti, un po’, ma poi si rispegne subito.

      Pellegrini era scontento e spento. E non solo lui. Anche gente che poi comunque non ha dimostrato niente.

      Noi

  8. Dichiarazioni abbastanza sconcertanti, soprattutto se si ripensa alle sue prestazioni di un po’ di tempo fa…
    Come vogliamo definirle? Imbarazzanti? Indifendibili? Fate voi…
    Io ricordo un giocatore spesso infortunato (ora è libero di star bene, si vede) che sbagliava le giocate più elementari a livello tecnico (eh, la libertà di azzeccare un passaggio a tre metri…) che quando arrivava al tiro CADEVA come un salame (pure sul dischetto del rigore, se non ricordo male…). Di cosa stiamo parlando?
    Eppure l’ho sempre difeso (insieme a pochissimi altri) anche su queste pagine, chiedendo rispetto per il Capitano della ASRoma…
    Recuperato il giocatore, ora servirebbe l’uomo. Che delusione.

    • Grande, sì hai ragione in tutto avrei scritto lo stesso, una bruttissima impressione, anche perché la nostra è una società che ha sempre sofferto molto queste situazioni di ammutinamento interno, che in ben altre società (a strisce) difficilmente succedono. Ma qui mi ricordo un DDR, che poi è uno che ha sempre dato il fritto, che suo tempo fu uno di quelli a creare un clima di c..cca (m.da) nei confronti di un Luis Henrique.. si voleva insegnare a Lucho come si allena. Dai. Con tutto il rispetto per una bandiera e allenatore intelligente quale è adesso DDR. Sono malcostumi che dovrebbero finire.

  9. Ma chi se ne intende di calcio e di psicologia, lo sa benissimo che a Pellegrini bisogna lasciargli spazio e non obbligarlo a difendere. Fa bene a dire le cose, forse adesso molti capiranno che lo “spesciol uane de Setuba(lle)” ha bruciato molti giocatori nella sua carriera.

  10. Grande, sì hai ragione in tutto avrei scritto lo stesso, una bruttissima impressione, anche perché la nostra è una società che ha sempre sofferto molto queste situazioni di ammutinamento interno, che in ben altre società (a strisce) difficilmente succedono. Ma qui mi ricordo un DDR, che poi è uno che ha sempre dato il fritto, che suo tempo fu uno di quelli a creare un clima di c..cca (m.da) nei confronti di un Luis Henrique.. si voleva insegnare a Lucho come si allena. Dai. Con tutto il rispetto per una bandiera e allenatore intelligente quale è adesso DDR. Sono malcostumi che dovrebbero finire.

    • Mi sa che ti ricordi male, fu un altro a creare un clima un po’ freddino nei confronti di Luis Enrique. Quello che al suo arrivo a Trigoria con l’iPad disse ai compagni “Aoh, è arivato Zichichi”. Lo stesso che Luis Enrique in Coppa con lo Slovan mise fuori squadra preferendogli Okaka per quanto era ostile ai sistemi dell’allenatore. I rapporti con De Rossi furono invece ottimi fino all’infausta trasferta di Bergamo in cui LE mandò De Rossi in tribuna per aver tardato qualche minuto alla riunione tecnica. Eravamo in lotta per il terzo posto ma perdemmo 4-1 con l’allenatore dell’Atalanta Colantuono che chiedeva ai suoi di non infierire. Fu quella partita che sancì la definitiva rottura di tutta la squadra con Luis Enrique.

    • Quello che dici tu era un altro. Con Luis Enrique De Rossi giocò un grande girone d’andata fino all’infausta partita di Bergamo in cui l’allenatore lo spedì in tribuna per un ritardo di un paio di minuti alla riunione tecnica e da lì in poi iniziò lo sfascio.

  11. Anche se spesso lo critico, stavolta faccio i Complimenti a Pellegrini per il gran gol e per essere stato il migliore in campo.
    Se Pellegrini giocasse così per 3/4 di una stagione, per quantomeno una ventina di partite invece di una decina di partite lo giudicherei forte, un grande giocatore, invece l’ho criticato spesso e non l’ho mai giudicato un top player oppure un grande giocatore, forte a causa della sua discontinuità di rendimento e per il fatto di fare solo una decina di partite ad alto livello ed eclissarsi invece per la metà o più della metà delle partite da 6 anni ad oggi.
    La scorsa stagione è stato in involuzione con prestazioni opache per grandissima parte delle partite giocate poche partite giocate bene nelle quali ha fatto la differenza, in questa stagione stava andando anche peggio fino all’arrivo di De Rossi sulla panchina, anche in questo caso 2-3 prestazioni opache non sono mancate, l’ultima col Brighton di giovedì sera ma in questa serie di partite, stavolta sono molte di più quelle ben giocate impreziosite da gol ed assist vincenti.
    Aspetto un’ulteriore continuità di rendimento da parte di Pellegrini per potergli dare finalmente un giudizio migliore.

  12. Com’e’ che se si criticava e si critica il capitano non va bene, e quando si offendeva Mou che non li metteva bene in campo che non aveva gioco ieri dove stava il gioco ? Naturalmente non discuto DDR io lo adoro, ma sul comportamento di questo ragazzo ce n’e’ da dire e sappiamo ora che “famiglia” era, e lui era quello piu’ vicino a Mou che lo ha sempre protetto e difeso….lo ha accoltellato dietro la schiena, ma tanto ognuno di noi nel lavoro e nella vita succede di trovare tanti capitani cosi…Dispiace parlare del capitano cosi ma ne abbiamo avuti di grandi ma non dimentichiamo un altro ex capitano che incontreremo presto con il Milan altro che di accoltellamenti ne ha fatti….ci mancano i capitani veri Giannini Dibartolomei Totti e tanti del passato…Non parlo del giocatore Pellegrini lui e’ bravo sul campo serio.

  13. La storia dell’ammutinamento è semplicemente ridicola. Svariate partite vinte al 90′, Pellegrini che segna in semi rovesciata al Napoli, squadra che difende coi denti in 9 contro la Fiorentina.
    Detto questo, e tocca ripeterlo ogni volta, anche se in teoria la squadra avesse giocato col freno tirato secondo voi la colpa di chi sarebbe ? Se un capitano perde la fiducia della truppa la colpa di chi è?
    Pellegrini non ha detto niente di male e anzi ha usato tatto e rispetto nel non nominare l’ex allenatore. Poteva fare come faceva lui con loro e dargli tutte le colpe degli insuccessi, ma non tutti sono uomini meschini come José Mourinho.

  14. Nell’ultima partita di Mr. Mourinho, Milan-Roma, Pellegrini fu, da subentrato, il migliore in campo. Si procurò il rigore e fece, insieme a Celik, l’unico tiro in porta della partita. Si può criticare ? Certo, se gioca male. Karsdorp fa ridere o piangere ? Certo che si , sempre e comunque. Ciò non significa che uno sia un voltafaccia e l’altro un traditore. Sinceramente, avendo giocato a calcio a livelli infimi, ogni volta che sono sceso in campo da titolare o da subentrante ho sempre e solo pensato a giocare piuttosto che a tutto il resto. Magari sbaglio io, ma un professionista a quei livelli pensa a lavorare , a migliorarsi ed a non fare brutte figure.

  15. E’ evidente che con l’arrivo di De Rossi qualcosa è scattato; “sono tornato a sentirmi libero”, la chiave è tutta qua.
    Sulla fragilità fisica di Pellegrini si può fare ben poco, sta al mister saperlo utilizzare al meglio, finora direi che ci sta riuscendo

  16. Per me le chiacchiere stanno a zero , quello che conta sono solo i risultati sul campo. Prima c’era Mourinho e Pellegrini e si perdeva, oggi c’è De Rossi e Pellegrini e si vince .
    Sbagliava Pellegrini a non seguire Mourinho? Ma Mourinho cosa faceva per farsi seguire? Un binomio che non funzionava più, ma la dirigenza ne ha cambiato uno e trattenuto l’altro , e oggi il nuovo binomio funziona. State tutti zitti e godetevi lo spettacolo. Poi avrete tempo ( spero di no) di riprendere a parlare se il campo tornerà a non dare più i risultati che tutti vogliamo.
    Forza Roma ,solo tu esisti per me, gli altri sono comprimari che vanno e vengono.

  17. Anche nel primo anno di Mourinho Pellegrini giocò un ottimo campionato facendo però quasi la punta, spesso più alto di Abraham, e sacrificando in copertura Zaniolo e Mkhitaryan. Con l’arrivo di Dybala gli equilibri sono saltati e il nostro si è trovato costretto a fare cose che sostanzialmente non sapeva fare, ha dovuto fare lui lo Zaniolo. Ma le idee tattiche di Mourinho sono le stesse da 20 anni e non le avrebbe cambiate per un giocatore solo, per quanto bravo. Adesso Daniele De Rossi ha idee totalmente diverse ed è riuscito a far convivere bene i due sia pure un po’ a scapito della tenuta difensiva perchè la coperta della Roma era corta con Mourinho come lo è adesso con De Rossi.

  18. Io conto per uno e parlo per me stesso.
    Personalmente li ho già scaricati tutti e due, sia il capitano, sia l’allenatore che è stato invece ieri omaggiato in un striscione dalla curva. Portino vittorie e titoli e avranno fatto solo il loro dovere.
    Forza Roma

  19. Tra l’altro è tutto da verificare come e perché Matic se ne sia voluto andare e quanto siano infondate le chiacchiere sulla vita privata di questo signore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome