PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Un’alternativa a Smalling e un grande attaccante: Roma, ti muovi? Serve una scossa, ma senza ds…

53
3299

SMALLING E IL PIANO B – Sono mesi che sento dire da più parti che per Smalling è quasi fatta, e intanto il campionato è ricominciato e il mercato quasi finito. La posizione dello United sembra chiara: o ci date quello che chiediamo o arrivederci e grazie. A questo punto la Roma avrebbe l’assoluto diritto di dire: a queste cifre per un 31enne non ci stiamo. Ma avrebbe dovuto avere da tempo già pronto un piano B. Dopotutto non esiste solo Smalling: se pensiamo che l’anno scorso il suo arrivo era stato accolto con una punta di scetticismo, si capisce bene che sul mercato è sempre possibile trovare rinforzi validi. Basta avere le idee giuste. Ma la Roma le ha?

QUALE VICE-DZEKO, SERVE UN GRANDE ATTACCANTE – L’altra questione irrisolta è il vice-Dzeko. La Roma sottovaluta da anni l’importanza di avere due punte di grande livello da alternare, o in caso da affiancare. Possibile che in tutti questi anni si sia pensato di affidarsi sempre e solo al pur forte centravanti bosniaco? La differenza, cari miei, la fanno quasi sempre gli attaccanti. Guardate il Milan: è bastato inserire Ibrahimovic che la squadra ha cambiato passo a livello di partite vinte. E parliamo di un 39enne. Sveglia Trigoria: qua non serve un vice-Dzeko, serve un altro grande attaccante. E serve il prima possibile, perchè il campionato non ti aspetta.

IL NODO DS: SENZA E’ UNA FOLLIA – Il vero problema è che la Roma sta affrontando un mercato senza una direzione sportiva. Ci sono tante motivazioni possibili dietro questa (folle) scelta, ma l’unica valida è che si sia già d’accordo col prossimo ds (Paratici?) libero solo a ottobre. Ma adesso chi sceglie l’alternativa a Smalling, qualora dovesse servire? E l’attaccante da affiancare a Dzeko? E ancora, siamo certi che si possa affrontare una stagione con l’accoppiata Peres-Karsdorp a destra? E Diawara è davvero il regista giusto per arrivare in Champions?

Durissima pensare di fare un mercato in questo modo. E’ vero, è un periodo di transizione, ma è impensabile porre in secondo piano la costruzione tecnica di una squadra. Il tifoso non può mettersi l’anima in pace e rassegnarsi a una stagione senza ambizioni in attesa di tempi migliori. Dalla nuova proprietà mi aspetto ancora un segnale, e ha ancora più di dieci giorni di tempo per farlo.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

53 Commenti

  1. Bravissimo.
    Soprattutto senza Ds non c’è speranza.
    Il gobbo Paratici? Mai gobbi.
    Sarebbe fantastico riavere il fumante. L’unico in grado di scovare in breve tempo gente da Roma.
    Io tifo solo per la Roma

    • Con Pallotta questi discorsi non li faceva.
      È questo il problema della piazza.
      Friedkin paga i debiti di Pallotta, e giustamente si punta il dito sul mercato.

  2. Disamina perfetta dell’articolo.
    Minimo comun denominatore del tutto è la TEMPISTICA
    Non si può cominciare un campionato e con tutte queste incognite, ok il covid, ma una società preparata si sarebbe dovuta cautelare con le scelte e senza DS la vedo dura, per non parlare della documentazione dell’ “invalido calcistico” Milik mandata in giro per il mondo pensando di rimpiazzare Dzeko con uno che ha più problemi alle ginocchia che nel contobanca.
    Per non parlare dei casini delle liste e il -3…
    ancora stanno là quelli del disastro? Ancora non li cacciano?
    Famo ricorso e poi….amici come prima a magnà a beve sul brende Roma seduta stante ancora dentro Trigoria.
    Na mossa per cortesia, c’è il rischio di un Pallirchio bis in agguato!

    • Sì, concordo al 100%. Il problema è proprio la tempistica. Ma come si fa arrivare a 10 giorni dalla fine del calciomercato, a campionato già iniziato, e non essere riusciti ancora a dare una parvenza di ossatura alla squadra?! Questo più che un anno di transizione, se si continua così, sarà un anno terribile. Si rischia di dover ricominciare da zero, di perdere del tutto l’appeal per eventuali sponsor. Insomma si rischia un vero fallimento. Ogni giorno che passa è un giorno perso. Ora, ora, ora è il momento di muovere il mercato. Ci sono delle lacune tecniche all’interno della Roma. Ha ragione Fiorini. Manca un grande difensore centrale. Non uno così: uno alla Smalling, un giocatore che da qualità alla difesa. E poi manca un altro grande attaccante, che sia più giovane di Dzeko, in modo che in futuro ne possa prendere il posto e quest’anno, quando occorre, possa giocare insieme a lui. È chiaro che bisogna investire. Ma non credo che Friedkins pensasse che bastava comprare la Roma e poi era finito l’investimento. Che non dovesse metterci sopra, per poter migliorare la squadra e metterci il suo nome su questo rinnovamento. Ricordo sempre che si tratta di un investimento perché è una squadra che vince indubbiamente produce più entrate. E soprattutto se tu non giochi per vincere, non punti a vincere, allora perdi, e perdi tutto!

  3. Non voglio sembrare filosocietario per punto preso.
    Ma i messaggi sono chiari: qua c’è da affrontare una ricostruzione totale,è evidente.
    Non mi sento di buttare la croce sui nuovi proprietari visto che la struttura è eredità e sapevamo che ci era toccato in sorte, a patto che continuino il ripulisti.
    Altrimenti siamo in ritardo avete ragione.
    Per quest’anno non penso nè alla champions né al piazzamento, bisogba ricostruire davvero e in un modo che resti.
    Forza Roma

    • Non dico che il tuo discorso non ha senso,però non vedo niente che faccia pensare che si stia costruendo qualcosa.Si rischia di sprecare quest’anno e di conseguenza pregiudicare il prossimo

    • Concordo pienamente con te Fede. Siamo in un anno nel quale non possiamo farci illusioni di campioni in arrivo. Ce da ricostruire e anche tanto. Diamo tempo al tempo e secondo me ci toglieremo qualche soddisfazione!

      Sempre Forza la mia Amata Roma

    • @Davide c.
      Longo il giorno dopo era fuori.
      Oggi sta uscendo Baldy.
      Probabilmente a breve li vedremo saltare tutti, o quasi. Cioè desantis che querela uno che parla in giro? Ma dove siamo, si vede proprio che sta gente non è preparata. Milik doppie visite. Qua stiamo coi padroni che passano i campi in rassegna, inutile sognare. Costruire per mantenere. E in 2 anni torniamo a vincere qualcosa.

    • Sembra che non stiano facendo niente, in realtà stanno cercando di vendere tutti quelli possibili… tanto lo pensiamo tutti che l’unico incedibile è Zaniolo, o no?.
      E’ impossibile andare in B perchè le ultime 5 squadre sono risibili quindi, coraggiosamente, i Friedkin stanno radendo a zero lo staff e la rosa. Risposta piu’ chiara ai nostalgici (che magari esistono, nn so…) di Pallotta non potevano darla secondo me: Ha lasciato un disastro.
      Stanno cercando di sistemare la Roma nel piu’ breve tempo possibile… in pratica è esattamente il contrario di quanto alcuni pensano…. ma secondo voi una rosa annientata come la nostra con Milik o Smalling cambierebbe molto? Ma con Smalling l’anno scorso che semo arivati? e co Florenzi due anni fa?
      Forse tanti non lo vedono ma i Friedkin stanno facendo molto piu’ di quel che sembri… e non possono comprare 10 titolari in questa situazione finanziaria (magari ne prenderanno3 il prossimo anno, poi 3 quello dopo, e cosi’ via)
      Lo so che sarà una sofferenza e arriveremo 14imi st’anno, ma chi se ne importa.. pensiamo al futuro (che e’ quello che accadrà tra 3/4 anni, non tra 6 mesi .. )… Pallotta è stato Attila, pensavate di risolvere rapidamente?

    • Sul modo hai ragione costruire in due anni e provare a vincere o comunque competere ma analizzando la situazione, a oggi non vedo qualcosa che somigli a gettare le basi per un futuro migliore a livello tecnico.

  4. Una domanda ce l’ho: ma un difensore del calibro di Smalling (oggettivamente uno forte) quanto si vuole pagare? No perché hai preso Kumbulla a cifre notevoli. E pe Izzo t’ hanno chiesto 28? Mo nun me ricordo… Skriniar ce vo almeno un quarantino cash…forse manco basta…de laurentis per koulibaly vole er mondo…e manolas me pare che l’hanno pagato ben più de un trentino…io penso che alla Roma bisogna fare piazza pulita. È evidente che a trigoria gira gente che non è pulita e vuole indirizzà soldi e investimenti con fini non proprio chiari… Friedkin sveja e de corsa

  5. Il problema della Roma e che non ce uno che valle qyalquosa Basta prendere Cavani Smaling siamo gia un passo avanti.Friedklin per ora e solo bla ba Tanto fumo e niente arosto.

    • Ma neanche fumo … un paio di comunicati è una intervista al sito della società. Non abbiamo idea cosa vogliono fare questo anno. Fonseca e al suo posto, Fienga e al suo posto, Baldissoni (almeno per ora) e al suo posto, DeSanctis e al suo posto, Olsen, Lopez, Fazio, Jesus, Santon, Coric, Peres, Karsdorp, Cristante, Perotti e Pastore sono tutti al loro posti (che sia tribuna, panchina o infermeria).

      Io sono disposto ad aspettare un progetto serio. Friedkin ha fatto un investimento troppo importante per non avere programmi seri. Spero di non sbagliarmi.

  6. Se non si danno una svegliata a Trigoria si finira’ tra 7° e 8° posto.
    Anche la Fiorentina rischia di scavalcarci. Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  7. Quasi quasi mi sto rimpiangendo Pallotta, che sarà stato quello che sarà stato,ma la società la sapeva strutturare bene,questi stanno dalla mattina fino alla sera dentro Trigoria per far che, se non hanno trovato neanche il tempo di trovare un Ds.
    L’unica idea far ritornare Totti per far cosa ?
    Il tempo passa il mercato è quasi finito, troppi ruoli scoperti solo Kombulla, un allenatore sfiduciato, una Roma in pieno caos, avevamo due direttori sportivi, ora facciamo il mercato con gli intermediari, fin’ora il Friedkin impatto è stato disastroso, urge un uomo di campo di sport,una persona di grande personalità, tipo Boniek un Galliani che ne so,che prenda in mano la situazione altrimenti diventa dura se i due americani si mettano a fare tutto loro e dire là loro sul calcio una materia per loro astrusa

    • Rimpiangi Pallotta che il DS l’ha licenziato e ha assunto come dirigenti i perdenti che abbiamo. Questo è strutturare bene la società? Quando Friedkin sarà stato presidente della Roma per gli stessi anni che c’è stato Pallotta potremo fare paragoni. A oggi Friedkin è di gran lunga meglio di Pallotta solo per il coraggio di aver acquistato una società rovinata da Pallotta e da risanare sia sportivamente che economicamente!

  8. È tutto fermo sembra che aspettano la fine del mercato spero che sia solo una mia impressione ma i giorni passano e non vedo miglioramenti

  9. In inghilterra non cel’hanno i ds, non mi sembra stiano così male…
    Secondo me più che il ds servono i soldi.
    Ma sono tranquillo, pallotta è andato via e quindi faccio buone le parole che hanno ripetuto su questo sito molti antisocietari per 10 anni.
    “Si vincerà appena se ne andrà pallotta”
    già sono pronto ai caroselli di maggio!! Forza Roma!! Lo scudetto è già nostro parola di ilario-pigiama nero&co!!

    • Beh manco sai leggere, non ho mai detto che senza Pallotta si vince.
      Te lo ripeto, bambacione, a me di vincere non me ne frega una emerita ceppa.

      A me interessa il rispetto, l’appartenenza, la tradizione, il sentirsi comunità e popolo, la romanità. Tutte cose che San Ballotta da Boston si è ficcato dove non batte il sole.

      Io con i followers nigeriani mi ci faccio i gargarismi.

      🤫

    • A me sembra che invece state a fa le vedove de Pallotta e no i tifosi della Roma, che avete sempre detto de esse. La situazione è figlia der disastro lasciato da chi ha preceduto i Friedkin. Questo è er dato certo. L’altro dato è che questi stanno in sella da un mese. Voi già je la state a tirare solo pe di che Pallotta era mejo, io dico aspettamo. Forse so peggio ( me pare difficile) ma forse so molto mejo.

  10. Servirebbe anche un regista di personalità
    Torreira è andato all’Atletico.
    Io farei un tentativo quindi per Hector Herrera in prestito visto che adesso sarà chiuso dall’uruguaiano

  11. Urgono almeno un centrale di esperienza e un attaccante da affiancare a Dzeko. Questi due acquisti li considero imprescindibili altrimenti si rischia di non andare nemmeno in europa league. A quel punto si dovrebbe davvero ricostruire da zero, considerando pure il grave danno economico e di immagine conseguente.

  12. Senza ds e programmazione è difficile… ci muoviamo a vista e così è un casino come quello che sta succedendo in questi giorni Smalling, dzeko/ Milik gli esuberi partita persa a tavolino ecc … se ho scordato qualcosa aiutatemi……

    • stai scherzando spero..hector herrera è tra i giocatori con il più alto numero di passaggi riusciti..se non è regista lui xD
      per noi che siamo abituati a cristante e diawara sarebbe oro

    • Mica ho detto che é una pippa , semplicemente non è un regista tutto qua.Poi chiaro che é meglio dei nostri centrocampisti ma ni ci vuole tanto per questo .

  13. Francamente parlare di Champions, a mio avviso, lascia un po’ il tempo che trova.
    Il tifoso deve cercare sempre un motivo di speranza, anche quando obiettivamente non ve ne sono.
    Ma la realtà nuda e cruda dice che l’obiettivo di fallisce da due anni, e nel frattempo i concorrenti sono diventati più forti, mentre noi progressivamente peggio.
    Gli altri hanno situazioni societarie stabili, noi veniamo da un closing il 17 di agosto, ad un mese dalla nuova stagione agonistica, con un organigramma da brivido per la povertà di quelli che ci sono e la mancanza di figure chiave come il DS. Con una montagna di debiti e un passivo pesantissimo.
    Dal punto di vista tecnico, una rosa infarcita di esuberi ma buchi clamorosi in alcuni ruoli chiave. E abbiamo anche perso il diamante più puro, quello che forse autorizzava qualche pensiero più osé, che perlomeno ti donava un pizzico di entusiasmo.
    Nominare la Champions significa alimentare false illusioni, e quindi maggiore sarà la delusione.
    Io, più che dal vedere una squadra raffazzonata in campo, sono curioso di vedere come si muoverà la proprietà da qui a maggio.
    Penso si potranno avere dei solidi indizi su quello che ci attende nel futuro prossimo.
    Sono moderatamente ottimista: è gente che parla pochissimo e osserva attentamente.
    Non mi sembrano per nulla inclini all’ammuina che abbiamo visto nell’ultimo decennio, e che alla fine ci ha lasciato con un manager della telefonia a trattare la compravendita dei calciatori.
    Hanno fatto l’unica cosa possibile e ragionevole con le tempistiche del loro ingresso: lasciare quello che c’era, senza l’arroganza di smontare tutto in un business che non conoscono.
    Ma ben presto incideranno, ne sono certo.

    • Quello che otterremo quest’anno dipenderà da quello che Fienga farà da stasera fino al 5 ottobre.
      Quello che Friedkin farà dopo il 5 ottobre praticamente riguarderà la prossima stagione e quindi non credo possa suscitare al momento grande interesse.
      O perlomeno io personalmente sono curioso di sapere se Friedkin cercherà in questi mesi un settlement agreement con la UEFA altrimenti la prossima estate sarà un bagno di sangue.
      Rimane l’attualità di un management non all’altezza del compito.
      Quale DS verrebbe ora a mercato quasi finito a mettere la faccia su un mercato non proprio?
      Quale allenatore verrebbe ora ad allenare una squadra incompleta, in una Trigoria diventata una polveriera, senza avere alle spalle Dirigenti in grado di proteggerlo?
      La possibilità di buttare un’anno è alta.

    • Provo a farmi capire in modo più terso: l’anno È buttato dal punto di vista tecnico.
      D’altronde hai buttato anche i due precedenti mi sembra, in più creando una voragine a livello organizzativo e finanziario.
      Per quest’anno sarei già contento se si cominciasse a porre rimedio agli ultimi punti.
      Che sono il sine qua non per sperare di creare una squadra all’altezza.
      Quest’anno arriveremo inevitabilmente sesti se tutto va bene, ottavi in caso contrario.
      Con ballotta saremmo falliti, quindi lo considero un passo in avanti.
      Spero sia più chiaro il concetto.

  14. Analisi perfetta!!! La situazione è drammatica!!! Una rosa piena di zavorre che guadagnano uno sproposito.. senza ds e gente in società che non è in grado neanche di comporre una lista! È il livello più basso che la Roma abbia mai toccato negli ultimi 20 anni!!!! E la cosa più disarmante che non vedo spiragli di luce!!

  15. Non posso giudicare in quanto per me è ancora presto: Tuttavia una frase detta dai Friedkin mi è rimasta impresso: “Faremo grandi cose” Si ma quando?! Nessuna lamentela o piagnistei ma non mi sembra che almeno sino ad ora, vi sia stato quel “Passaggio del Mar Rosso” (Mosè) che tanto serviva
    Attendo fiducioso Speriamo in bene…

  16. Se non prendi 3 titolari forti, uno per reparto, la squadra è mediocre. Serve un segnale forte. Così non va assolutamente.
    Presidente, batti un colpo, anzi tre.
    Forza Roma.

  17. Restando Dzeko serve un altro attaccante di livello.
    Servono un centrale e un terzino destro.
    Serve un regista, servirebbe un altro incontrista: il centrocampo così com’è è ridicolo, due passaggi di fila non li fanno e manco filtro.
    L’allenatore è la quarta scelta di ballotta.
    La dirigenza è un’accozzaglia di pupazzi inutili.
    Questo è il disastro ereditato dai Friedkin, nonostante in troppi continuassero a negare le proporzioni dello sfacelo intravedendo perfino cose buone. Allucinante.
    È necessaria una rifondazione totale.
    La priorità è la società zeppa di parassiti inetti, speriamo domani sia il turno di baldissoni.
    Però se non si butta un occhio pure al campo saranno dolori, inutile foderarsi gli occhi col prosciutto. Si rischia grosso.
    Ci vuole fiducia ma occorre restare vigili.

  18. Caro Fiorini sono le cose che dico da settimane anche se in modo più scenografico. Il problema non è solo la rosa in se ma anche chi la deve gestire e che ad oggi non è in grado di farlo. Milik e Smalling, così come Dzeko sono tutti episodi che dimostrano l’inadeguatezza di chi sta riscoprendo ruoli di alto profilo. Non so se la Roma sia diventata masochista o se sono le inevitabili conseguenze di uno stato confusionario che da anni echeggia a Trigoria.
    Non possiamo pretendere che la AS Roma abbia una squadra di livello se al pari non lo è il suo management. Il risultato è che poco è cambiato rispetto alla Roma della passata stagione ma soprattutto sono rimasti ancora inoccupati quegli stessi posti che da anni si chiede di coprire per rendere la rosa competitiva!

    • Spero tu stia scherzando! Il duo Friedkin è ancora al controllo passaporti a Fiumicino e tu già hai sentenziato. Non ci posso credere, la tua è certamente una battuta.

      Dal canto mio ritengo che Friedkin sia molto più potente di quanto immaginassi. I fatti di questi giorni e soprattutto la storia di Diawara, una sciocchezza burocratica accaduta decine di volte a altre squadre, ma mai uscita fuori – come affermato perentoriamente oggi da Mario Sconcerti, mi confermano questa nuova mia impressione.

    • Spero stia scherzando! Il duo Friedkin è ancora al controllo passaporti a Fiumicino e tu già hai sentenziato. Non ci posso credere, la tua è certamente una battuta.

      Dal canto mio ritengo che Friedkin sia molto più potente di quanto immaginassi. I fatti di questi giorni e soprattutto la storia di Diawara, una sciocchezza burocratica accaduta decine di volte a altre squadre, ma mai uscita fuori – come affermato perentoriamente oggi da Mario Sconcerti, confermano questa nuova mia impressione.

    • Beh, se è così basterebbe mettersi a spulciare le liste di tutte le squadre, anche negli anni passati e vedere cosa salta fuori.
      Ti presenti al ricorso con le prove, ti ridanno il punto e amen. Semplice.
      Altrimenti stiamo vedendo un’altra puntata di X Files…

  19. Riassunto della situazione che non fa’ una grinza , credevo che subito dopo l ‘ acquisizione del club i Friedkin annunciassero il nuovo ds , ora sono sicuro che non lo hanno fatto perche ‘ Paratici e’ impegnato fino ad ottobre , di tutto questo ne ” paghera ‘” le conseguenze Fonseca ( il cui destino sembra gia’ segnato , crocifisso da stampa , radio e molti tifosi ), e naturalmente noi tifosi , cmq la rifondazione e ‘ appena all ‘ inizio , non abbiamo scelta

  20. Credo che per Smalling a questo punto si provi a portare in fondo la linea di condotta.
    Lo ribadisco, ora il Man Utd fa resistenza perché sa che a noi serve e perché 12 mln sono pochi, ma tra una setimana, con il mercato in cadenza ed un parco difensori centrali esagerato ed ingestibile, dovrà per forza cedere perché comunque, anche alle cifre della nostra offerta, saranno circa 20 mln tra cartellino e stipendio risparmiato.
    I 20 mln gli andavano dati a giugno, quando Smalling avrebbe potuto darci una grande mano nella fase finale della EL.
    Sull’attaccante concordo con l’articolo. Un po’ perché Dzeko ha ormai 34 anni, un po’ perché serve una punta alternativa, forte nell’attaccare la profondità, un po’ perché occorre cominciare a gettare le basi per il futuro, ma un giovane attaccante forte che non sia solo una controfigura di Edin come Kalinic serve come il pane.
    Io punterei Boadu.

  21. Io non lo capisco sto disfattismo. Ve lo ricordate il derby di ritorno? Li abbiamo stirati, poi è finita 1 a1 per caso. Come è stata la classifica finale? Loro terzi e noi quinti. Non ditemi che hanno giocatori più forti di noi, solo rube A e rube B (inda) e forse Atalanta sono più forti. Il resto lo fa solo la voglia. Forza Roma!!

  22. Riconosciamo che l’idea stessa di “programmazione” fa a pugni con la strategia (?) di ridursi agli ultimi giorni del calciomercato.
    Il fatto è che siamo in una situazione particolarmente difficile, per i debiti, le zavorre, l’assenza di un DS, Zaniolo infortunato, Dzeko demotivato, Pau Lopez declassato, un allenatore che deve recuperare autorevolezza. Più la ciliegina sulla torta di Verona.
    Non avremmo potuto cominciare più in salita di così.
    Va be’… Attendiamo & speriamo. Che altro potremmo fare, per ora?

  23. Con amarezza, ma realismo, dico che a fare le cose di corsa, tanto per mettere una pezza, si rischia di spendere soldi (tanti) e di non risolvere niente.
    Questa proprietà mi sembra abbia le idee chiare: bisogna ricostruire mettendo le basi giuste da qui ai prossimi anni.

    Questo vale per ogni figura chiave nei ruoli dirigenziali e vale anche per il pilastri della squadra.

    Quindi inutile mettere un DS provvisorio. Un nome tanto per.
    Come si dice in Texas: “a cambià peppe co peppe me tengo peppe mio”.

    Ogni nuova figura, o rappresenta un reale salto di qualità anche per i prossimi anni, o si aspetta.

    Certo, il mercato disastrato post covid di TUTTO il calcio peggiora la situazione.

  24. Ottimi articolo con una unica pecca diawara regista? Ma quanto mai..
    È un recupera pallone (o almeno lo era prima dell’infortunio) ma il regista è Veretout (almeno fino a quando il Napoli non farà l’offerta indecente utile per prendere Smalling). Il problema dell’attacco non sono i giocatori ma il gioco.
    Noi con Spalletti abbiamo giocato con Totti come fa come unico attaccante ma salivano i centrocampisti.
    La Roma ha buoni esterni e trequartisti ma il gioco di Fonseca non riesce a metterli in condizione di segnare.
    Quello che manca sono i gol a centrocampo. Guardate l’atalanta tutti segnano frutto di un gioco corale e di una condizione fisica “stupefacente” . Senza copiarli in tutto ma vorrei vedere la Roma allenata da un altro tecnico per capire le reali potenzialità della squadra.

  25. Mirante
    Spinazzola Smalling Kumbulla Palmieri
    Paredes Veretout
    Pedro Michy El Shaarawy
    Dzeko
    All. Spalletti
    …e ci abbracciamo tutti per quest’anno

  26. Giulio, magari ci abbracciamo post covid. Spinazzola a destra, ma perchè? Se devi prendere uno di fascia prendilo destro. Paredes, non mi pare che sia diventato sto fenomeno, per quello che costa e che guadagna, tirerei dritto. Hai fatto una formazione con due centrocampisti due… e chi se lo può permettere… neanche DDR e Pek dei tempi belli ci riuscivano, avevano Perrotta e Taddei che correvano x quattro. non ci siamo, è una squadra da fantacalcio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome