Per la Roma è sempre il giorno della marmotta

50
1998

EDITORIALE – Ricordate quel film con Bill Murray nel quale il protagonista, Phil Connors, era costretto a rivivere sempre la stessa giornata? Ecco, per chi racconta le gesta della Roma è un po’ la stessa cosa.

Ogni anno si parte con le migliori aspettative, la squadra viene sopravvalutata, l’allenatore osannato, il mercato considerato molto promettente e tra i migliori del campionato. Ma poi, con il passare dei mesi, piano piano la musica cambia.

I risultati altalenanti si fanno piano piano sempre più deludenti. Arriva febbraio, il momento delle prime partite da dentro o fuori, ed ecco che la crisi comincia a fare capolino. L’allenatore, dapprima intoccabile, comincia a diventare il brocco di turno. Lo spogliatoio diventa una polveriera (termine ormai abusatissimo), la stagione in corso viene mandata in malora e si comincia a pensare alla rivoluzione dell’anno successivo.

Nemmeno l’arrivo di un allenatore come Josè Mourinho è servito a cambiare l’ordine delle cose: il tritacarne romano non si ferma nemmeno davanti al tecnico più vincente del pianeta. Ma stavolta dare la colpa di tutto questo al famoso ambiente sarebbe sbagliato. 

La colpa è solo e soltanto della Roma, che non è più in grado di zittire tutti coloro che si nutrono delle disgrazie dei giallorossi. Per mettere a tacere i fomentatori del caos, figure arcinote in questa piazza, c’è solo un modo: vincere. Una cosa che a questa squadra non riesce più.

Nel nostro piccolo, continuiamo a dare pieno sostegno a Mourinho, l’unico appiglio che ci rimane a cui aggrapparci. A lui la Roma e i Friedkin si sono affidati completamente per ricostruire dalle fondamenta un club che sembra altrimenti diretto verso anni di oscurantismo. Ma Mourinho non basta.

La nuova proprietà deve necessariamente dare maggiore forza al progetto iniziato lo scorso anno dando all’allenatore giocatori sempre più forti. Altrimenti prendere Mou non avrebbe avuto alcun senso.

Quando anni fa l’indimenticato Franco Sensi si decise a prendere Capello, per permettergli di vincere fu “costretto” a comprare calciatori del calibro di Samuel, Emerson, Nakata, Batistuta e Montella. Con la Roma di oggi, probabilmente lo stesso Capello non sarebbe arrivato più lontano del sesto o settimo posto.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRoma, lo sfogo di Mourinho fa infuriare i giocatori. In tanti pronti all’addio, ma in bilico c’è anche l’allenatore
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

50 Commenti

    • Io invece no, soprattutto sull’allenatore.
      Per me Mourinho ha messo a tacere le motivazioni di ordine tattico, e a messo spalle al muro proprietà – che ha investito, ricordiamolo bene, più di ogni altra questa estate – e soprattutto la squadra.

      Mou sposta il tiro, Mou non è il problema. I problemi sono altrove. Questo dice le cose come sono. Se vuoi diventare grande, lo segui, se vuoi restare “una Fiorentina qualsiasi”, lo cacci, ne prendi un altro e illudi che la piazza che il nuovo mister sia un profeta; poi a gennaio ti rendi conto che il profeta è diventato un [email protected]##@ro e si riparte con la solita solfa. Questo è quello che è accaduto con Pallotta.

      José Mourinho è un vincente. Va seguito. I calciatori che non hanno le @@, devono partire. La proprietà deve investire.

      Nello sport vinci con la testa. Anche con la tecnica, ma principalmente con la testa. Abbiamo avuto tante Roma più forti tecnicamente, ma deboli mentalmente. E non abbiamo vinto.

    • inoltre aggiungerei un particolare non indifferente: i Friedkin stanno ancora lavorando per i miracoli…a Roma troppe componenti negative da affrontare,vorrei vedere la famiglia Rubbentina a parti invertite cosa combinavano,non in questa stagione,da quando l’Inconcludente ha deciso dopo la famosa semifinale di CL a togliere le tende

      Sempre Forza Roma

    • Dissento solo dall’ultima frase: “con la squadra di oggi Capello non sarebbe arrivato più lontano del sesto o settimo posto”. Capello con la squadra di oggi non sarebbe proprio stato sulla panchina della Roma, al pari di Conte, Allegri, Spalletti e perfino Gasperini. Tutta gente che non a caso ci ha riso in faccia quando gli è stato proposto di prendere una Roma da rifondare, rilanciare, ricostruire, ma a partire da questi effettivi. Hanno detto “no”, e Capello avrebbe fatto altrettanto se Sensi gli avesse proposto di fare le nozze coi fichi secchi. Senza contare che anche la Roma del primo anno di Capello non è paragonabile a questa odierna nella rosa, manco lontanamente, a cominciare da chi era il capitano allora e chi… oggi. Quindi la base, le fondamenta, c’erano già e andavano solo corroborate, cosa che fu fatta, e bene, dalla società. Talmente bene che poi fu Capello a dover “giustificare” il perché di un “solo” scudetto vinto e di un rendimento in Europa che avrebbe dovuto essere più scintillante di quel che fu. Ma il povero Sensi gli aveva messo a disposizione una Ferrari, davvero. Oggi abbiamo una Cinquecento, ancora. La sta guidando (ancora) quel pazzo di José Mourinho, a cui immagino gli sia stato detto che nel frattempo (un paio d’anni?) gli avrebbero… comprato una macchina più bella. Magari non una Ferrari, ma insomma almeno una macchina figa, che corre, che sgomma… Secondo me o gliela comprano davvero, e alla svelta, o lui se la cerca altrove. E la trova, statene sicuri. E noi rimaniamo con la Cinquecento. Ma cercheremo sempre più ardentemente quello che ce la dovrà far correre come una Ferrari… E se non ci dovesse riuscire lo cacceremo a male parole, mentre tutti felici e contenti ci lucidiamo la nostra splendida… Cinquecento!

  1. Purtroppo con una societa’ che non fa un mercato serio non vai da nessuna parte, il calcio e’ facile se investi competi, se non investi chiudi i giochi già ‘ a dicembre

  2. In effetti Capello il primo anno arrivò sesto.
    E aveva Totti, Candela, Cafù, Montella e Delvecchio.
    Dovevamo esonerarlo subito o dopo la sconfitta in Coppa Italia all’inizio della seconda stagione?
    Memoria corta… molto corta….

    • Sicuro che tutti quelli che manderebbero via Mourinho (alcuni addirittura rimpiangono Fonseca🤣🤣🤣🤣🤣), salteranno sul carro al primo successo.

      Per Mourinho parla la storia, per questi inetti in rosa, parla la storia lo stesso.

      Scegliere a questo giro è facilissimo.

      Avanti Mourinho. ♥️🧡💛👊

    • e io direi che il mercato serio è continuare con Mou almeno per quanto è stabilito nel contratto anche se dovessimo andare in B.
      Tanto per far capire a giornalisti e leoni da tastiera che finalmente c’è una linea e quella si persegue.

  3. Magari la Roma fosse una marmotta: un animale forte, tenace, resistente, dotato di un fortissimo istinto di gruppo, capace di sopravvivere ad inferni freddissimi. Scusate lo sfogo, sempre Forza Roma!

  4. …più che il giorno della marmotta pare la tela di Penelope.

    I buoni propositi dell’estate si disfano a gennaio.
    … e il nostro tanto auspicato “PROGETTO” ricomincia da capo.

    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

    • forse il tuo di progetto si è smontato a gennaio, io quest’anno sento ripetere le stesse parole da parte dei dirigenti della Roma. Se il progetto ha un arco temporale di tre anni allora prima di giudicare si aspettano tre anni non sei mesi.

  5. Il problema è che ai tempi con 120 milioni circa li hai presi tutti e 5 (nell’arco di 3 sessioni di mercato, non tutti in una botta).
    Proiettandoli nel mercato odierno e nella sua bolla economica, voglio fare una stima grossolana dei prezzi che avremmo dovuto sborsare:
    -Montella = 50 Mln
    -Nakata = 35 Mln
    -Batistuta = 80 Mln
    -Samuel = 35 Mln
    -Emerson = 30 Mln

    Facendo finta che queste cifre siano realistiche, parleremmo già di 230 milioni. Per soli 5 giocatori. Numeri da PSG, non da noi. Purtroppo.
    In semifinale di Champions non ci siamo andati spendendo una fortuna ma facendo, mercato dopo mercato, acquisti mirati a migliorare gradino dopo gradino la squadra. Il giocattolo si è rotto con Attila Ramon Verdejo e con la mancanza di lungimiranza della precedente proprietà nell’ingaggio di quel DS che però in parte capisco visto che era considerato un luminare praticamente da tutti.

    Ovvio che pure io vorrei l’instant team, e già un centinaio di cocuzze sul mercato ce le abbiamo buttate (in alcuni casi male), ma è da quando si sono instaurati che i Friedkin non hanno mai promesso campagne acquisti faraoniche quindi non mi aspetto nulla del genere. Mi aspetto invece più raziocinio nella gestione degli ingaggi, nella strutturazione dell’organigramma della dirigenza (migliorare lo scouting) e altri interventi di questo tipo.

    • e che c’ accocchia numeri da PSG?
      Io voglio 500mioni sul mercato, col fondo Toyota, da tifoso penso che ce lo meritiamo.
      Dentro Sartori, 500 mioni sul mercato, Pinto lo mettessero a fa il supervisor.
      Basta rinnovi raddoppiati ai vari Mancini, Cristante e compagnia bella.
      abbiamo na squadra con monte ingaggi da terzo posto e manco stiamo in zona Europa…

      Ma ddo l hanno trovato sto Pinto? ma possibile tutti a Roma ce vengono a fa praticantato?

      in 2 anni ancora non piano un centrocampista come se deve, e 2 terzini che fannocross da cristiani!
      Bruno Peres era un signor terzino a confronto a questi che ce stanno mo

    • Sul resto meh… ma su una cosa di sicuro siamo d’accordo, caro Trofie: basta ai rinnovi scellerati.
      Abbiamo rispettato le “promesse” tipo quella a Mancini. Bene. Ora abbiamo finito di fare i buoni samaritani, che se li guadagnino sul campo sti rinnovi.

    • ti basta vedere le risposte al tuo post per capire che soggetti aprono bocca.
      gente che parla dopo aver preso cose forti.
      a meno che non siano semplicementi agenti provocatori pagati dai poderi forti, volutamente chiamati poderi.

  6. Beh, da quando sono arrivati i Friedkin l’andazzo è stato solamente quello delle speranze, ma è passato solo un’anno e mezzo forse è presto per giudicare.
    Personalmente però mi aggrapperei più ai proprietari che di soldi ne hanno tanti, che a Mourinho il quale sembra aver perso il vecchio smalto.
    Di allenatori buoni per la Roma ce ne sono molti, di investitori ricchi disposti a spendere per la Roma, assai meno.

  7. Per la Roma è sempre il giorno in cui prima si fanno passare tutti per fenomeni poi puntualmente la realtà ci dice ben altro , che abbiamo solo seghe .

    Mourinho colpevole per aver sopravvalutato a dismisura una squadra di seghe, pensava che poteva fare affidamento su 12-13 giocatori , quando TUTTI sono seghe

    Che queste valutazioni le faccia una tifoseria di creduloni ingenui ci può stare , ma che le faccia uno che ha vinto 2 Champions , mi fa pensare …

    • Mou non ha sopravalutato nessuno ha capito che aveva solo 12/13 giocatori da poter far giocare , dichiarando da subito i limiti, ha portato tre giocatori compatìbili con le finanze , di certo non top player ma almeno neanche ragazzini della primavera, di cosa sarebbe colpevole? Delle macerie lasciate dalle precedenti gestioni? Di giocatori venuti a Roma con ingaggi e commissioni non proporzionate alle capacità e non concesse da altre squadre? Magari pure strapagati per averli? Suvvia avete la memoria corta. Mou è il solo che può alzare il livello se la società lo seguirá e qui forse nascono i dubbi perché i giocatori forti costano e allora a giugno vedremo se la proprietà farà il salto di qualità…

  8. L’hanno scorso dopo Roma-Spezia profetizzai che sarebbe successo tutto quello che sta succedendo.
    “E voi volete Allegri? E Allegri arriverà e ci ritroveremo puntualmente nella stessa posizione tra un anno” mi pare siano state più o meno le mie parole piene di frustrazione davanti alla solita reticenza che ci contraddistingue quando si parla di assecondare un progetto pluriennale.
    Portai ad esempio Gasperini, e Klopp, e il primo Sarri e Inzaghi. Un anno dopo come dissi ci ritroviamo di nuovo allo stesso punto, ancora una volta senza la volontà o la pazienza di voler accettare che questa è la situazione al primo anno di progetto.
    Lottando per il 4-6° posto, in corsa su una coppa Europea minore. Ma niente, non si può accettare un processo che chiede il suo tempo. “Sono anni che ci parlano di progetto a medio-lungo termine” mi diranno alcuni. Vero, e quali di questi è arrivato oltre il secondo anno? Nessuno, tutti cacciati prima,
    Propongo dunque di aspettare, tifare e sostenere la squadra, fare quadrato davanti agli attacchi di una stampa spesso (quantomeno) non amichevole, e tentare di vedere come va piuttosto che cacciare l’ennesimo allenatore.
    Perchè la definizione di pazzia è fare sempre le stesse cose e poi aspettarsi un risultato diverso.

    • Concordo pienamente , analisi corretta, il progetto Mou è triennale, incredibile che la stampa romana non sia in grado di fare un’analisi onesta e invece sguazzi nei problemi della squadra , incredibile che si discuta Mou come se fosse un pivellino alle prime armi, quando forse abbiamo noi giocatori alle prime armi…facciamo quadrato almeno per un paio di anni

  9. Pian pianino anche la stimata Redazione è arrivata al nodo in cui si è incagliato il pettine: il progetto economico sportivo della Roma e l’ingaggio di Mourinho. Grado di compatibilità?
    Perché il compianto Franco Sensi nel momento in cui prese Capello sapeva che di lì a poco ci sarebbero stati i liquidi derivanti dal previsto ingresso in Borsa, e decise quindi di fare all in.
    Ricordo che fino a quel momento il massimo risultato raggiunto era stato un quarto posto.
    Qui si è parlato sin dal primo momento di “risanamento” e “sostenibilità”, parole mai smentite e anzi reiterate, anche dallo stesso Mourinho. Il mercato di gennaio non è che abbia fatto presagire un deciso cambio di marcia.
    Mourinho guarda la Premier, ma lì i giocatori buoni costano tanto, e per uno Xhaka qualsiasi a 30 anni ti chiedono 20 mln. Più di ciò che pagasti per Strootman o Nainggolan.
    Diciamola tutta e fino in fondo: per una squadra “degna” di Mourinho forse non basterebbe l’esborso di 200 mln. Togliamo pure il forse.
    Altrimenti in cosa stiamo sperando?

    • caro ub 40 ci sono due strade.
      la prima : prendi 3 giocatori a sessione di mercato (immagina doglas luiz , bremmer , scamacca, ma sono miei ognuno ha i suoi) e in due anni hai una bella squadra.
      la seconda: prendi il sartori della situazione che fa come sabatini e prende alison a 3 milioni, pjanic a 12, strootman a 18 etc etc e come minimo arrivi sempre in champions.

    • Caro indimenticato “Mimmo”, se prendi Mourinho puoi percorrere solo la prima, ed è tutto da dimostrare che per lui lo standard siano i Bremer e Scamacca. Comunque è una strada che cozza con quanto dichiarato da sempre dalla società.
      La seconda, che si sposerebbe coi programmi societari, non si sposa invece con Mourinho.
      Come vedi siamo sempre al punto di partenza. E c’ha ragione criPtico…

    • Dimostri come quasi sempre di non capirci nulla . Stipendio 7,5 cucuzze . e allora ? Sarebbe questo che fa saltare i conti ? Ma come si fa a sostenere queste cose da matematica di prima elementare . Mi spiace ma sei a livello dei giornalisti del messaggero,cioè in malafede : spesi 100 milioni ahahahah, Si spesi per prendere principalmente il sostituto di Dzeko , quindi???? Non va bene? Ma come cxxo ragionate voialtri? Siete pretestuosi e cacofonici. In più ,Mourinho ricordiamo cosa ha fatto a Porto , aveva i campionissimi là? L inter del triplete era superiore al Barca? Cosa sta facendo Conte col Tottenham? ha risolto qualcosa? Allegri alla Juve ? Dovete ammettere cari UB 40 & co che siete solo radiolari mancati , oppure sotto mentite spoglie . Fate un favore al mondo e smettetela. Con affetto…ahahahah

  10. Avrebbe scritto le stesse cose dopo ROMA-JUVE (ORSATO), MARESCA all”‘italiana” con i milanesi e all”‘inglese spinto” con PELLE, o il controllo accurato del VAR che individua un (dubbio nell’entita’ ma assolutamente ininfluente nella dinamica successiva) pestino/one di TAMMY contro il GENOA ?
    Controllo peraltro da fare per regolamento su ogni goal, ma ignorato sul secondo goal di SANCHEZ in Coppa?
    Mi permetta di dubitarne.
    L’ambiente romano é cosa nota, ma non é sufficiente a spiegare la classifica quest’anno. Certamente l’INTER (per dirne una) ha giocatori in rosa come BARELLA che attualmente vale una cifra superiore a quanto pagherebbe chiunque per i nostri a centrocampo messi insieme (CRISTANTE + VERETOUT +SERGIO + DIAWARA+ BOVE non pagano un BARELLA per me).
    Rafforzare pesantemente squadra e personalità per competere per l’UCL é obbligatorio, e credo che in società lo sappiano benissimo.
    Ma descrivere l’attuale ROMA (ambiente compreso) come responsabile semiunica é sbagliato. Mai come quest’anno la squadra é stata messa fuori dall’UDINESE in poi da una posizione, minimo 3 in classifica, che adesso renderebbe lo stesso AMBIENTE ROMANO, giustamente, MOLTO più SERENO.
    Finché non si porrà rimedio a gente che si inventa goal da annullare (sia pure per dare un rigore), e applica un regolamento, mettiamo “umanamente”, ma SEMPRE CONTRO i giallorossi temo…
    e l’ambiente romano con l’ammonizione a MOU (?), quella a Zaniolo, quelle mancate a BROZOVIC cosa c’entra? BROZOVIC é uno che costa e servirebbe. Avrebbe finito, con noi, la partita martedi?
    La invito e vi invito a guardare i 2 minuti e 40 di highligts del quarto di Coppa. Il video parte dai giocatori (Vidal e SERGIO) già a terra, la corsa di SANCHEZ, il tiro e le feste… il resto oscurato, il possibile fallo, ma rintracciabile su internet frame a frame. Diciamo molto dubbio, ma neanche rivisto. Questa é scelta dell’ambiente romano ?
    La saluto con affetto.

  11. Concordo su tutto e aggiungo che prima che ai calciatori forse occorrerebbe pensare a un DS, possibilmente preparato per il calcio italiano e che sappia cosa voglia dire questa maglia e questa città. Mourinho così è troppo solo, considerato che la presidenza parla poco….Perrotta non andrebbe bene, scusate?

  12. La colpa non è dell’ambiente, ma neanche dei Friedkin che hanno tirato fuori 90 milioni sul mercato e allora di chi ?

    Arriva Moira non si vende nessuno di quelli importanti si spendono 90 milioni sul mercato uno si aspetta grandi miglioramenti invece qui c’è addirittura un peggioramento

  13. Concordo in tutto o quasi. Se si sbagliano gol a decine con Cagliari, Genoa, Sampdoria, perdendo 4 punti in casa e’ inutile poi godere per i 4 rifilati a Sassuolo ed Atalanta. Mou ha sicuramente sbagliato 4-5 volte ma quando sei solo davanti al portiere come tirare lo decidi da solo. E’ molto difficile pensare che questa squadra, con cristante, vina, kumbulla, l’ uzbeko, l’ olandesino possa vincere qualcosa. Se poi sbagliano, anche tutti insieme, ELSHA, FELIX, ZANIOLO, SMALLING i risultati non devono meravigliare. Pur essendoci state in passato sconfitte o pareggi clamorosi, che fecero arrivare secondi, anche con TOTTI, DE ROSSI, RANIERI, GARCIA… ( venezia, sampdoria, cagliari ed altre ) possiamo dire che con quei personaggi le VITTORIE si sarebbdero ottenute anche contro spezia e venezia e forse non si sarebbe perso 1-7 con la fiorentina in Coppa Italia…! Certamente ai Giallorosi manca attualmente fiducia nei propri mezzi, cosa che e’ il primo segreto del SUCCESSO. Alla ROMA mancano i soldi ed allora bisogna rimpiangere i tanti milioni spesi per bidoni ed i Campioni come Allison e Salah partiti per vari motivi. La proprieta’ americana compira’ il miracolo ? Attualmente l’ unica cosa su cui puntare e’ la Coppa Europea. Se no vedremo in Estate se comparira’ un deus-ex-machina.

  14. Il giorno della marmotta? Sono 20 anni che assistiamo al giorno del coniglio altro che marmotta. Pinto ci sa spiegare perché ci serviva un regista come il pane ed ha speso quaranta milioni per Vina e shomurodov? Calafiori non valeva un Vina? Felix non valeva uno shomurodov? Di chi è la colpa? Degli arbitri se lui è un incapace?

    • Rispetto la tua opinione ma calafiori non gioca nemmeno nel Genoa penultimo e Felix , per ora, non vale un unghia di Shomurodov. Se poi ci vogliamo esaltare per uno che butta la palla avanti e le corre dietro allora è un altro conto, ma non sa stoppare un pallone .

  15. Buonasera a tutti faccio una sintesi 1 progetto sostenibile ( proprietà e mou) 2 bassa qualità della squadra. 3 l allenatore visto il punto 2 pretende almeno le palle.4 qualcuno mi può ricordare qualcosa di positivo di felix fatta eccezione per il secondo gol di genova? ( il primo è di miki). No perché qui pare che ci sia Pele e io non me ne so accorto.

    • Giocatore che in Africa trovi in ogni dove.

      Giocatore veloce ma limitato tecnicamente con poco dribling se non buttarsi palla in avanti.

      Gli auguro di fare una carriera alla Ibarbo.

  16. UB 40…..Perrotta è una persona molto qualificata e apprezzata in Federazione, ha lavorato con Albertini. Capello ti ricordo che dalla scrivania nel Milan fu catapultato in campo…..😉

  17. Se prendi Mou gli compri i giocatori e il suo arrivo mi ha acceso queste speranze, se poi arrivano Shomurodov, Niles e Oliveira e per ora non arrivano registi , allora penso che ci sia un bluff di cui forse anche Mou ne è vittima…o pensate che siano le sue prime scelte?

  18. Quella Roma con acquisti importanti ma anche convinti di sposare il progetto Roma (l’anno prima Montella, Nakata, l’anno dello scudetto Batistuta, Samuel, Emerson) furono eseguite da Franco Baldini e quei soldi provenivano da varie operazioni di cessioni di diritti televisivi (Stream) ed altre operazioni che fecero possibili allestire quella squadra e avremmo potuto vincere di più perché Baldini firmo dopo Cassano che con Totti si inventavano giocate pazzesche dove i due duettavano come fossero gemelli, facendo impazzire gli avversari.
    Infatti quando Capello poi dopo firma con il Real Madrid, fu Capello a volere nel RM lo stesso Franco, rapporto che si era rotto dopo il tradimento di Fabio che passo alla Juve, e dopo anche nello staff di Capello quando diventa CT della Nazionale inglese.
    Se c’è stato negli anni una persona che ha contribuito anche dopo a portare alcuni dei nostri migliori calciatori stranieri nonostante i vari altri DS (Sabatini, Monchi e Petrachi lo definiva come una “importante risorsa”), questo è stato Baldini a farlo sempre negli ultimi giorni di mercato quando gli altri DS non sapevano dove sbattere la testa, con Franco a dover lui risolvere le lacune “last minute” delle varie rose romaniste.
    Francamente servirebbe uno come lui più di chiunque altro in questa Roma, saprebbe anche gestire meglio di tutti la situazione degli arbitraggi ed i rapporti con il palazzo.

  19. Vi ho gia spiegato in passato. I Friedikin arrivano, investono, con l’intento di far fruttare i loro investimneto. Non sono uomini di calcio, non lo amano e non ci capiscono, e sopratutto non sono presideti tifosi come lo è agnelli, o lo erano Berlusconi, Moratti, e il grando Franco Sensi. Quindi tu arrivi, in mondo a te sconosciuto, e che fai? Affidi il timono ad uno sbarbatello di 34 anni con pochissima esperienza, quando già sapevi che il ds mancava da un anno. primo errore. chiama lippi o capello dagli le chiavi di casa e gli affidi la conduzione del progetto (5/6 anni e mi porti un trofeo). ma ci puo stare scegliere pinto. ma se poi sull’ustione butti acqua bollente peggiori la situazione, ed infatti la classifica parla da sola. il secondo grave errore, e stato invertire comletamente la rotta, chiamando Mourinho con pinto. Allenatore dei campioni con DS dei giovani, accoppiata perdente e i risultati di vedono. con pinto avresri dovuto prendere Juric o Italiano. ora ti ritrovi un allenatore da 7,5 mln, ti ritrovi un debito da 300 mln, ti ritrovi che i campioni non li puoi comprare, ma manco i buoni giocatori, anche perchè senza champions chi ci viene, ti ritrovi con un Ds che sta al tecnico come Papa Francesco sta alle messe sataniche, e ti ritrovi peggio dell’anno scorso in classifica ed in prospettiva mercato, perche ditemi se non vendono 2/3 giocatori appetibili (tipo zaniolo pellegrini veretout) come pensate che lo facciano il mercato, con le patate?

    • zaniolo pellegrini veretout… Veretout di sicuro (non è più forte di Desideri) e poi Mancini, Ibanez, Karsdorp, Vina, Perez, Kumbulla. Mkitaryan a scadenza, Maitland e Sergio in prestito.
      Abraham a tempo (ma non credo che sganceranno 80mln) altrochè se è da rifondare la squadra: se ci togli Rui, Smalling, Pellegrini, Zaniolo e Abrahams (con Spina ElSha e Shomu) chi ci rimane? lista per la spesa: dal momento che non sappiamo quando, quanto e come x Spina, 2 terzini. 2 centrali difensivi (ma non carini, due come Castan e Benatia) un mediano ed un regista ( ma non Cristante e Veretout, due come Pizarro e De Rossi, o Strootman) Verificare Sergio. Per MN probabilmente chiederanno troppo, e poi prenderei uno di ruolo, non un’ala prestata alla causa. i centravanti ci sono. Spesa sostenibile? ho qualche dubbio, ma messi così, andiamo sistematicamente in campo senza terzini veri e senza incontristi a centrocampo. non ne abbiamo in rosa. nessuno che sappia coprire. Come è venuta fuori questa squadra? quando comprano i giocatori hanno presente come si gioca a calcio, o prendono delle figurine? 11 Maradona e vinci tutto il possibile… Si, se hai 5 anni.

  20. In questa situazione deprimente e umiliante, mi amareggia anche l’almeno apparente assenza della proprietà. Gli americani sembrano lontani, distanti, sia dal punto vista emotivo che manageriale, come se la Roma fosse solo un investimento sbagliato dall’altra parte del mondo. Ma cosa avrebbe fatto e detto Franco Sensi al posto loro? Quanto mi manchi Presidente…

  21. Bene l’editoriale.
    Mi permetto di dire però che gli sciacalli che campano spalando melma sulla Roma non sono mai giustificati, nemmeno se la proprietà latitasse, non rispondesse, facesse cilecca.

  22. Mourinho è un gestore di campioni. La Roma non ha campioni e nemmeno i soldi per comprarli. Risolvete il rebus… Dai, è facile…
    Altra domanda, a parte Spalletti, che qui ha fatto bene, e Luis Enrique, che se n’è andato lui, dei nostri ex allenatori, chi ha fatto bene da altre parti?
    Sarà forse che la Roma non sa scegliere gli allenatori? Dai che è facile… Spremete il cervellino…

    • UTR, sarà forse che quelli che vorresti non sono mai voluti venire, a friggere sulla panca per un anno e poi via?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome