Pinto accelera sul fronte cessioni: Villar oggi alla Samp, poi tocca a Shomurodov e Perez

63
1843

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA Tiago Pinto accelera sul fronte cessioni. A pochi giorni dal via al campionato il general manager vuole concludere le operazioni più calde e dare a Mou, prima della sfida contro la Salernitana, una squadra molto vicina a quella che avrà a disposizione il 1 settembre.

Oggi giornata decisiva per la cessione di Gonzalo Villar: lo spagnolo si accasa alla Samp, e in mattinata svolgerà le visite mediche per i doriani. La Roma ha accettato di cederlo in prestito con un semplice diritto di riscatto fissato intorno agli 8 milioni.

Il club spera che il giovane centrocampista possa rivalutarsi in maglia blucerchiata e non avere problemi a trovare un acquirente al termine della stagione.

Diversa invece la situazione Shomurodov: per il centravanti uzbeko, 27 anni, Pinto pretende che sia inserito un obbligo di riscatto proprio per non trovarsi un altro esubero di difficile collocazione la prossima estate. Il Bologna sembra essere il club disposto ad averlo con questa formula: sarà una settimana decisiva.

Vicina anche la cessione di Carles Perez: la Roma ha deciso di non farlo partecipare alla presentazione della squadra visto che lo spagnolo – fermo anche per un lieve infortunio – sta per andare al Celta Vigo. La formula sarà quella del prestito, da capire chi abbia vinto il braccio di ferro sul diritto/obbligo di riscatto. Kluivert invece è a un passo dal Fulham.

Fonti: Il Tempo / Il Messaggero / La Repubblica

Articolo precedenteUna Roma da paura
Articolo successivoBelotti alla Roma in 48 ore: è la settimana del Gallo

63 Commenti

    • Se facciamo tutte queste cessioni ci servono come il pane un centrocampista forte e un difensore da affiancare a smalling. Oltre all’arrivo di belotti.

    • Ma… Peppe… I centrocampisti ce li abbiamo ora… Se ne prendi altri Cristante e Bovo quando giocano? Sono quattro se non sbaglio… Matic, Wjinaldum, Cristante e Bovo (che è fortissimo)… Per come la vedo io, serve solo da sistemare la difesa con il dif.cen chiesto da Mou… Il vice Abraham (Belotti) è in arrivo… Quindi, serve solo un difensore e la rosa per (almeno) il rientro in Champions è pronta!

    • Non dimenticare che abbiamo comunque sempre zalewsy che puo giocare a centrocampo , anche davanti alle punte visto che l’anno scorso ha dimostrato di avere personalità , non ha paura di puntare l’uomo ed ha anche una discreta visione di gioco. Zalewsy viene si considerato come esterno basso al posto di leo ma all’ occorrenza può essere anche un ottima alternativa dal cc in su senza problemi.

    • Ti condivido Nuova Alba 27, anche Davide sul mezzo Busto a Pinto, con un capolavoro di mercato, caro Peppe 310 ieri ho appurato la potenza di Matic con i miei occhi, tutto quello che si diceva, era poco, in confronto per quello visto ieri, il centrocampista forte già lo abbiamo, Wijnaldum è da aspettare, ma ieri in area avversaria ha fatto vedere uno sprazzo di luce, Bove una certezza, Cristante un ottimo rincalzo, all’ occorrenza Pellegrini, cosa volere di più? Io direi un centrale di difesa, quello che vuole MOU! 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

    • Mezzobusto di Pinto al Gianicolo è troppo poco ed è già avviata un petizione per sostituire la faccia di Garibaldi a cavallo con quella sua…Giuseppe buonanima non me ne voglia ma per la cupolona bisciata zebrata con le corna l’Itaglia arriva fino al Pò

    • Per me con il Gallo il mercato finisce qui. Come quinto difensore si può adattare Bove o Vigna e ieri Mou ce lo ha fatto notare. Bene così e avanti con il GALLO!!!

    • Nuova Alba è talmente forte Bove che non sai nemmeno come si chiama visto che lo scrivi male. E non mi dire che è un errore perché lo hai scritto per ben due volte!

    • Io un centrocampista in più lo comprerei lo stesso non si sa mai può servire visto che se arriva un centrale di difesa forte da affiancare a smalling e possibile che giochiamo a 4 in difesa e con un centrocampista in più.

  1. Ancora non capisco perché Shomu sia stato pagato così tanto.. Per quanto dimostrato non valeva oltre 8-10 M. Comunque vedrete che farà i suoi 15 gol con il Bologna, questo qua ce l ha con Mou e con la Roma in generale, perfetto per Milha..
    Gli altri invece speriamo che trovino spazio e tempo di gioco, così tutti felici, alla fine sono solo bambini consigliati male.

    • Se facesse 15(!) gol varrebbe ben più di quello che l’abbiamo pagato, non credi?
      Quindici gol (su azione) sono quelli che fece Salah…

    • Quale che sia il rendimento in termini di marcature di Shomu nell’eventuale collocazione al Bologna (che può prevedersi oscillare tra le 8 e le 15 marcature suddette…e sempre che si concluda l’affare e che, poi, lì faccia il titolare), il giocatore rimane abbastanza indecifrabile.
      Sia perché pagato (ma era l’anno scorso…) effettivamente parecchio, sia perché, in origine, per lo più impiegato come esterno o seconda punta (con qualche subentro ad Abraham, senza mai peraltro sfigurare eccessivamente, anzi).
      L’impegno poi, in termini di corsa e rincorsa per lo più ce lo ha messo, evidenziando dei limiti tecnici e di concentrazione (non enormi ma sufficienti a non ritenerlo da squadra di prima fascia del nostro campionato)…e, d’altra parte, non c’è “puntero panchinaro” che non sbagli, di tanto in tanto, goal apparentemente facili.

      La cosa più probabile è che NON sia stato un acquisto (del tutto) avallato da Mou e che, poi, durante la stagione, sia entrato in attrito con l’allenatore, sia in forma diretta che con atteggiamenti di mugugno.
      Solo ipotesi, per spiegare il mezzo mistero (ma non quello del prezzo in entrata oggettivamente troppo elevato).

    • Se facesse 15 gol varrebbe quello che abbiamo pagato, e secondo me li fara’ (rigori inclusi pero’) con il Bologna

  2. Mi domando perché la scelta di non presentare Carles Perez e di farlo invece con Shomurodov, che poi è pure subentrato..
    A naso uno direbbe che lo spagnolo è ben avviato sulla strada della cessione mentre per l’uzbeko c’è ancora da lavorare parecchio…

    • O forse il spagnolo sta favorendo il gioco de celta che sta irritando la nostra dirigenza.

  3. Temo che il piombo che piu’ rimarra’ indigesto e’ Diawara’ che dovremo subircelo per altre 2 stagioni, per il resto e’ tutta gente che vuole giocare a calcio, pertanto non rimarra’ a Roma in poltrona.
    A mio parere Pinto e’ persona pratica e pragmatica, conosce bene la parte finanziaria delle societa’ ed e’ un’abile tessitore di trattativa, come si dice, conosce bene i suoi polli.
    Pinto non e’ un vero e proprio D.S., quel ruolo lo sta interpretando Mourinho con la collaborazione del suo staff.
    Pinto esegue le direttive di Mourinho e si muove su quella base.
    Mourinho conosce il mondo del calcio come pochi ed e’ un’abile manager del calcio egli sa come pesare le persone e quale sia il reale valore di ognuno, e’ persona diretta e schietta, tratta tutti alla pari ma se sbagli puoi essere anche Maradona che la paghi.

    • Se Pinto segue le direttive di Mourinho, perché gli ha fatto spendere 20 milioni di euro per comprare Shomu? Che a mio avviso non ha mai potuto dimostrare il suo valore perché Mourinho non lo ha fatto giocare mai! Soldi buttati.

    • @ american
      il mercato dei calciatori spesso viene fatto dai procuratori e Pinto ha trattato Shamuridov da prima che arrivasse Mourinho, anche perche’ non era un parametro zero, o come Celik dove la trattativa e’ partita a gennaio 2022 oppure come altre trattative che durano da 6 mesi a due anni.
      Sai perche’ ti dico queste cose e’ perche’ conosco bene chi ci lavora.
      Non conosco personalmente Pinto o Mourinho ma possa dirti che quel mondo funziona cosi, l’unica vera anomalia in Italia e’ rappresentata da Lotito padre padrone di tutte le trattative di Tare e unica societa’ che agisce in modo diretto se puo’ evitando tutti gli intermediari anche perche’ Lotito non li vuole pagare, questo lo so per certo.
      C’e’ da dire pero’ che il mondo del calcio e’ piu’ complesso di quanto noi pensiamo, l’ultimo esempio lo abbiamo avuto con Winaldum.
      Un’ultima cosa, se pensi che Chiesa lo abbia venduto la Fiorentina ti sbagli, il vero artefice della vendita di Federico Chiesa e’ stato Ramadani, prima che Corvino fu licenziauo dalla societa’ viola firmo un’accordo di esclusiva a vendere con Ramadani che e’ stato il vero conduttore per portarlo alla juve, questo fu una….. chiamiamola paraculata o marchetta di Corvino nei confronti della Fiorentina e per questo e’ stato segato dall’incarico di D. S.
      Altra circosranza sempre riguardante Corvino e’ il trasferimento di Diawara dal Bologna al Napoli, altro motivo che costo la poltrona a Covino dal Bologna, pensa che Corvino si e’ trascinto Diawara’ di tempi del San Marino…. non posso immagginare quale sia stara la sua fetta di torta.
      Spero di averti dato un’indicazione di massima di come puo’ funzionare il mondo calcio con interpreti indiretti alla nostea Roma, in quanto oghi l’A.S. ROMA non ha piu’ al suo interno personaggi come Franco Baldini vero e proprio artefice dei nostri ultimi 10 anni di gestione da dopo Rosella Sensi a Pallotta.
      Noi accontentiamoci di come stanno proseguendo le cose, d’altronde avevamo preso anche Maurizio Costanzo per fare marketing mediatico e sappiamo pure come e’ finita.
      Poi se stiamo li col fucile puntato ad ogni scorreggia e be allora ti ricordo che il fruttarolo di biston aveva il culo chiacchierato.
      Io la memoria c’l’ho ancora buona, se poi vuoi fare le pulci a questa nuova gestione proprietraia gli devi dare almeno 10 anni come hai fatho con il fruttarolo di boston.
      SEMPRE FORZA ROMA 💛❤

    • Forse perché colpi come Shomu e Vina li hanno fatti intermediari con mandati ancora validi firmati dalla passata dirigenza, che allora erano ancora validi, e se non rispettati, dovevi per forza comunque pagare. Tanti DS compiacenti firmano alcuni mandati a loro intermediari o agenti di fiducia, che garantiscono al DS stesso una percentuale delle commissioni o dell’affare in questione anche a loro.

    • @Saverio
      non e’ proprio cosi, pero’ un’impengo o la parola a volte conta ed a volte si fanno anche accordi privati.
      Ti faccio l’esempio di Barella, e stato trattato da Sabatini quando era allaRoma, nello stesso tempo e’ stato trattato anche Mancini, sempre da Sabatini, poi pero’ l’accordo di Mancini e l’Atalenta e’ andato in porto con Massara D S. provvisorii, mentre il procuratore di Barella si e’ rimangiato la parola ed anche qualcosa d’altro perche’ non aveva piu’ come interlocutore Sabatini.
      E dove e’ andato poi Barella ????
      guarda caso dove poi e’ finito Sabatini all’Inter, penso che questa era un’operazione facile e chiusa tanto che Giulini il presidente del Cagliari ha tirato fuori le carte per farsi pagare dall’Inter quanto sarebbe stata disposta a pagare il cartellino di Barella la Roma, strumebtalizzando un’accordo che dovrva solo essere depositato in lega e l’inter ha pagato fino all’ultimo centesimo.

    • Io so da un amico che ci lavora che la Roma in passato firmava e garantiva mandati ad alcuni intermediari e qualche grosso agente di fiducia, anche veri e propri mandati dove ad esempio un giocatore per un ruolo determinato lo doveva portare, trattare e mediare queste persone nello specifico che così li veniva garantito una commissione che poi qualcosa spettava al DS di turno. Il DS di turno non si scomodava a cercare affari per quel ruolo, ci pensava a portarlo l’intermediario di turno e quello che voleva l’allenatore non contava niente, importava chi voleva prendere il DS e dove c’era più ciccia dove poter mangiarci sopra. Con i DS italiani funziona così e quindi qualche colpo era fatto proprio apposta così, tanto bastava che su 10 trasferimenti, ne azzecchi 4 o 5 e sei comunque bravo. La Roma con i Friedkin stanno uscendo da tutto questo marciume e questa sessione di calciomercato si vede che non siamo più dipendenti da questo sistema pilotato da intermediari esterni.

    • Saverio devi sapere pero’ che siamo simili ma non tutti uguali, ci sono anche persone serie in quell’ambiente che lavorano ed hanno fatto anche dei sacrifici per arrivare a quei livelli e nessuno gli ha regalato nulla proprio perche’ non e’ il figlio di berlusconi o di Moggi.
      Io non ho un’amico che ci lavora ma qualcosa di piu’ e quando ci ha lavorato per 6 anni senza prendee 1 centesimo i soldi per girare l’europa ed imparare ce li mettevo io e ti assicuro che per imparare e conoscere ci vogliono piu’ risorse di quanto possa costare la laurea in medicina + un master.
      Prima di parlare inserire il cervello geazie !!!

    • Mi vien difficile pensare che Pinto ad 1 anno dall’insediamento dei Friedkin sia stato costretto ad onorare dei mandati firmati da precedenti gestioni.
      A meno che i mandati li avesse firmati Fienga ma allora la responsabilità ricade sull’attuale proprietà.
      Detto questo, io ho visto questa estate un GM risoluto e capace di portare giocatori importanti a Roma alle condizioni della Roma.
      Francamente per il sottoscritto è stata una piacevolissima sorpresa ed un’enorme sospiro di sollievo.
      Perché volendo fare un’analisi severa ma giusta degli 8 arrivi dell’era Pinto prima di questa sessione di mercato solo due hanno garantito un’upgrade, Abraham e Rui Patricio, gli altri 6 non hanno apportato nulla di più che già potevano dare quelli già in rosa (Elsha, Reynolds, Maitland, Sergio O., Shomurodov e Vina). 2 su 8 era uno score sui livelli del monco, ben peggiore di Petrachi e anni luce da Sabatini.
      In questa sessione Pinto ha recuperato con gli interessi, però prima di erigere statue mi riservo di vedere come chiuderà il mercato e se Pinto riuscirà in futuro a fare operazioni su prospetti giovani dall’avvenire roseo perché poi è importante anche patrimonializzare per crescere.

    • Concordo Vege, e’ molto equilibtato il tuo parere di 1 anno e la vicenda Barella insegna qualcosa in merito sottolineando pero’ che un dirigente di una squarra non era piu’ allo stesso posto, vioe’ Sabatini.
      Mentre per le due societa’ Sassuolo e Atalanta i dirigenti interessati entramve D.S. non hanno mai lasciato i club interessati, solo a giugno del 2022 Sartori ha lasciato l’Atalanta e Vi assicuro che e’ un serio professionista e non ha mai fatto questi giochetti, cosi come lo e’ l’agenzia che ha curato la transazione.
      Su questa chat o blog c’e’ qualcuno che puo’ testimoniare di Boga all’Atalanta dichiarato dal sottoscritto 18 mesi prima che il calciatore cambiasse squadra cioe ad aprile 2020, non avevo fatto il nome di juve milan inter napoli Roma, avevo detto deciso Atalanta !!!

    • Quando c’erano registrati gli agenti FIFA sul sito ufficiale, quasi la meta degli iscritti a livello mondiale erano italiani, direi un po’ troppi rispetti al totale degli agenti iscritti all’albo dove in determinati paesi sono pochi a praticare il mestiere perché si devono fare dei sacrifici si ma come disse il mio amico, sono un po’ troppi italiani a volerlo fare mentre in passato nel calcio non esisteva questo mestiere se non con l’inizio di figure come Damiani. Questo però ha contribuito poi a creare situazioni come il caso Bosman eppoi alla situazione dei costi lievitati nel calcio, creando figure che è vero il principio è tutelare i calciatori, ma anche con il caso Bosman, a distruggere il sistema calcio di una volta che invece difendeva il valore del calcio e club di vari paesi, tutelava chi puntava ai vivai (hai distrutto il sistema ad esempio dell’Ajax Amsterdam, Steaua Bucarest, Stella Rossa Beograd, ecc. squadre che potevano competere per vincere una Coppa dei Campioni), oltre a fare lievitare costi nel calcio, che infatti è dominato dai pochi club che monopolizzano da anni il panorama internazionale ed il gap aumenta. Invece di voler fare così tante persone intermediari, agenti od altro, andarsi poi anche ad impicciarsi in realtà calcistiche estere e al di fuori dell’Italia, si potrebbe fare altro. Se uno fa sacrifici in questo senso e non ne ricava niente, sono fatti propri ma mica andrò a lodare poi qualche intermediario se con un DS poi porta un calciatore che sarà a suo parere buono, ma che non c’entra nulla con quello che l’allenatore voleva ed è stata una spesa inutile e non ottimale per rafforzare la squadra per cui io tifo. Se lo avesse fatto anche un mio amico una operazione simile a danni della mia Roma, pur dicendomi che sta recuperando dei soldi persi ed investiti per conto proprio per avviarsi verso questo settore, io lo starei a ca**iare dalla mattina fino a tarda nottata se il giocatore non rende e non l’ha preso per interesse proprio e non della Roma.

    • Le indermediazioni sono il frutto della finanza attuale.
      Se e’ cosi tutte le intermediazioni devono essere bandite, case, auto,terreni fabbricati, borsa ecc.. ecc.. ogni situazione ha un’intermediario anche la chiesa si e’ svegliata da tempo, oggi se vai ai musei vaticani paghi eppure e’ un luogo sacro chi piu’ ha piu’ ne metta, se diventi famoso o fai un’etichetta ti fanno pagare pure se entri dentro casa loro, ognuno fa i propri affari o interessi, da chi predica bene e razzola male a chi vende vaccini o morte anche la guerra del grano ha intermediari americani rusfi ukraini polacchi italiani francesi inglesi…. che fai vuo scendere dal mondo e non trovi posto, be allora siamo in tanti purtroppo il mondo gira lo stesso ed ognuno fa i propri interessi ancge alla Roma Friedkin non e’ venuto per passione sta qui per il su bysness

    • Io o sto a dire che sono troppi italiani che vogliono intrufolarsi nella cosa rispetto ad altri paesi, e lo fanno anche in calciomercati esteri dove non c’entrano nulla. Metterei dei paletti sul numero di persone che lo possono fare perché veramente sono troppi gli italiani che vogliono fare queste cose e negli altri paesi, chi lo fa in proporzione ai calciatori dei loro paesi sono molto ma molto di meno. Andrebbe meglio veicolata la categoria e regolamentate anche il livello di commissioni con costi fissi allora, perché la Roma fino a qualche anno fa era la società che pagava solo dietro la Juventus a livello di commissioni di agenti con anche il monte ingaggi mostruoso, sempre al secondo posto, con poi difficoltà a sbolognarsi da tali calciatori strapagati per il loro reale valore, tra l’anno scorso e tutt’oggi. Se qualcuno che conosco fosse stato il mediatore che ha mediato da Diawara da noi a quei costi, io questa persona se fosse pure mio amico lo prenderei a pedate oggi perché la Roma non si tocca. Me ne frega francamente degli altri club ma la Roma non si tocca.

    • solo per quelle quattro x sono circa 10 milioni netti a stagione,l’uscite di giocatori fuori programma, per il bilancio, sono più importanti di quelli in entrata…daje Pinto metti un punto

    • Ragazzi voliamo sulle ali dell’entusiasmo….

      Nn li nominate sti due…. che non portano bene

      Grattamose…. alla faccia loro….

      Forza grande Roma ale’

  4. Se Pinto propone a Diawara una squadra c’è il rischio che finisce all’ospedale… Quello non si vuole schiodare, sa che 2,5 milioni all’anno non li vedrà mai più.

    • L’unico modo per schiodarci Diawara di dosso, secondo me è darlo in prestito con diritto di riscatto e coprendo più del 50% del suo stipendio ma anche €1,5M del totale salario questo primo anno ed a chi lo prende che deve pagare €1M netti.

  5. Ma un 34enne belga/indonesiano con la cresta, magari in prestito secco di un anno a 2 milioni di ingaggio non ci starebbe bene in questa squadra?

    • il 34enne non fa vita da atleta, con Mourinho non andrebbe oltre al campo d’allenamento/tribuna.

    • Ma davvero non vogliamo smettere di vivere di ricordi? Di solito lo si fa quando presente e futuro non promettono nulla di buono…

    • Assolutamente no. Abbiamo preso ad esempio due stakonovisti famosi per essere maniacali nella loro preparazione atletica e perfezionisti nel vivere anche una vita da atleti come Matic e Wijnaldum. Uno come Radja con il suo modo di allenarsi e vivere la propria vita è tutto il contrario. A questo punto avrebbe più senso prendere un Dyer dal Tottenham, jolly di centrocampo e difesa che nel reality All or Nothing piaceva a Mou, perché era un calciatore un po’ bastardo e tosto mentalmente, e con doti fisiche buone.

    • a pasqui’…essi bono…e’ na sega conclamata

    • con tutto il bene che voglio a Villar però
      non tira, non segna
      fisicamente è quello che è
      non contrasta, non fa legna
      però c’ha il tocco
      e daje su …..

    • Io invece farei una doppia statua come quella di Clough e Taylor al di fuori dello stadio del Derby County. Furono il duo magico, allenatore/manager (Clough), dirigente/scout/mediatore (Taylor), che collaborarano assieme per creare alcune delle più grandi imprese calcistiche della storia del calcio inglese. A me Mou e Pinto ricordano questo duo.

  6. Ottimo lavoro iniziato nella scorsa sessione estiva: lo sfoltimento di una squadra costruita male, in cui si sono accumulati e sovrapposti giocatori ereditati dalle gestioni precedenti.
    Vista la presentazione di ieri: non c’era nessun esubero, neanche un indesiderato, solo giocatori pronti e coinvolti nella squadra e fra i quali si affacciano i giovani primavera che con Mourinho hanno finalmente un’opportunità reale.
    In questo modo si risanano le finanze e allo stesso tempo si cimenta il gruppo.
    Molto bene.

  7. Pinto sta riuscendo dove altri prima di lui hanno miseramente fallito
    Sarà perché è effettivamente una persona capace o erano incapaci i suoi predecessori?
    Per me entrambe le cose

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome