Pinto tratta Theate e Pablo Marì, ma prima serve una cessione

12
547

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMARinforzare la difesa è la parola d’ordine a Trigoria. Tiago Pinto dovrà fare i salti mortali per accontentare le richieste dell’allenatore considerati i paletti che limitano enormemente il mercato in entrata della Roma.

Nelle scorse settimane nel quartier generale giallorosso, scrive oggi il Corriere dello Sport, si sono presentati diversi agenti e molti intermediari, tutti pronti a offrire soluzioni. Due nomi sicuramente considerati, ma difficili da raggiungere, sono Pablo Marì del Monza e Arthur Theate del Rennes, con un passato nel Bologna.

Sono due nomi interessanti per motivi diversi, che rispondono a una caratteristica fondamentale: conoscono già il campionato italiano e quindi si integrerebbero velocemente. Ma Pablo Marì, che ha il contratto in scadenza nel 2025, è una colonna del Monza e non si libera a gennaio. Quanto a Theate, compagno di Lukaku nella nazionale belga, potrebbe muoversi solo a fronte di una proposta economica convincente per il club.

E allora la strada potrebbe essere la ricerca dell’equilibrio: se la Roma vende Spinazzola durante il mercato invernale, a sei mesi dalla scadenza del contratto, può prendere un altro calciatore e magari spendere qualche milione di euro. Spinazzola, che ha fatto arrabbiare Mourinho a Ginevra, sta sondando eventuali proposte, soprattutto dal mercato saudita.

In estate aveva deciso di restare a Trigoria e giocarsi le sue carte, proprio dopo un colloquio privato con l’allenatore che lo aveva confortato. Ma adesso la situazione può cambiare, perché dalla proprietà non è arrivato alcun segnale sul rinnovo. Davide Lippi, il procuratore, si è già mosso su vari fronti: in Italia e all’estero.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – In gruppo Mancini e Kumbulla. Aggregato Keramitsis
Articolo successivoContro il Sassuolo in campo i fedelissimi: torna Mancini, Bove insidia Pellegrini, Azmoun spera

12 Commenti

  1. Certo ottima idea. Vendiamo Spinazzola e prendiamo Pablo Mari… così il problema numerico dal centro si sposta a sinistra della difesa. Altro articolo spazzatura

  2. Esce Spinazzola ed entra un difensore centrale e terzino sx chi mettiamo…??
    Per fare entrare un difensore centrale (Theate) deve uscire un difensore centrale (Smalling). Spinazzola và rimpiazzato “trovando” un buon terzino sx (Udogie…??).
    A dx un terzino affidabile e con costi contenuti potrebbe essere Mazzocchi della Salernitana, poi se si riesce ad arrivare a Gertruide del Fejeenord magari inserendo Kardsdorp, meglio..
    Ma, non sarebbe finita così…
    A cc ti manca sempre un play, perché il Paredes visto fin qui non serve a niente…

  3. Spinazzola è un buonissimo giocatore, ma sembra abbia staccato la spina al livello mentale, meglio provare a recuperare un patrimonio come Zalewski, che può essere il futuro di quella fascia per 10 anni.

  4. ma perche’ non vendiamo spinazzola e riprendiamo calafiori che può fare entrambi i ruoli? Di difensori cmq ce ne vogliono 2 perchè Ndicka va in Coppa d’Africa

  5. papà max….non credere che sia poi totalmente senza senso….anzi, Pinto è capacitivo di fare caxxate del genere. Non mi meraviglierei più di niente ormai

  6. Secondo voi Pinto ha soldi a disposizione e non sa acquistare!!?? 😝😝 Dove sono i soldi ??
    Via prima possibile Spinazzola, si vede dal impressione della faccia che non è stabile psicologicamente. Pare un paziente di manicomio. 😝😝

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome