Pjanic: “Totti è il Re di Roma, ha scritto una storia incredibile. Lui e De Rossi mi hanno aiutato tantissimo”

33
2386

NOTIZIE ROMA CALCIO – Miralem Pjanic, ex centrocampista di Lione, Roma e Juventus attualmente al Barcellona, ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport in cui ha parlato anche del suo del suo rapporto con Francesco Totti e Daniele De Rossi, oltre che del suo periodo in giallorosso. Queste alcune delle sue parole:

“Ho avuto la fortuna di giocare anche con Totti, per me è stato un fratello. Lui e De Rossi mi hanno aiutato tantissimo quando arrivai a Roma. Oggi sono ancora molto legato a Totti, ci sentiamo molto spesso: è stato il Re di Roma, ha scritto una storia incredibile.

Si conoscono le opportunità che aveva di lasciare il club e come lui le abbia sempre rifiutate. Forse non è stato considerato quanto è dovuto perché il suo talento è stato pazzesco. Il calcio mi ha dato l’opportunità di aver conosciuto tutti questi campioni: sono stato fortunato.”

Fonte: Tuttosport

33 Commenti

  1. Uno dei pochi ceduti dal fruttarolo per i quali non ho alcun rimpianto. Giocatore abbastanza normale, come si è poi visto a Torino.

    • Si ma almeno e’ uno che non se ne è uscito con il sole di Torino e Il grande traguardo raggiunto con la Juve….
      Ha sempre avuto Toni e atteggiamenti di rispetto per Roma e per suoi tifosi.
      Come in questa intervista.

    • Se tutti gli allenatori presideni fossero come te la B sarebbe assicurata, è meglio che te dai all’ippica li forse qualche cavallo lo indovini

  2. Tranquilli anti TOTTI è solo il giudizio di un collega, simile a quello di Mihalovic che lo ha definito il calciatore più forte d’italia degli ultimi 30 anni, che sa giocare a pallone e non un fine intenditore come voi esperti di giocatori e di come si vive.

    • Ao e su Totti che ancora parla co’ ‘n gobbo traditore nun dici gnente?? Eh?? Cherrypicker!

      Ps Francesco è il più forte calciatore d’Italia di sempre, non solo degli ultimi 30 anni.

    • Oltre che condivido i loro giudizi,quelli dei colleghi di TOTTI,condivido anche il tuo,caro Poppy

    • Anacronistico,

      Totti e Pjanic sono amici e il calcio nun è na guerra…parliamo di amici, colleghi e professionisti.
      Poi se Totti, a tuo scrivere, non dovrebbe parlà più con nessuno solo perchè giocano in altre squadre…ambè alzo le mani, hai vinto tu!!!

      Relativamente al fatto che sia stato il calciatore italiano più forte di tutti i tempi…ambè lo scrivo da sempre.

      Riportavo le considerazioni di Mijailovic (te lo scrivo bene sennò me metti in castigo 🙂 ) non il mio pensiero!!!

      Di solito non raccolgo ciliege ma le compro, se poi hai utilizzato il termine con altri fini mi piacerebbe tanto vedere, di persona, che tipo di tastiera utilizzi.

  3. Vorrei sapere come preparano i calendari di serie A. Ora non ricordo i tempi di estrazione dei due “champions/campionato” ma non è possibile che Inter ed Atalanta giochini di sabato pomeriggio, quando in champions hanno giocato il mercoledì (l’Atalanta anche fuori casa), mentre la Juve che ha giocato il martedì gioca la domenica sera. Si dovrebbero poter modificare a posteriori oppure prevedere di far giocare le squadre impegnate nelle coppe la domenica ed il lunedì.

    • Considera non si sa, Non sono sorteggiati.. L’unico anno in cui ci fu il sorteggio integrale fu il 1985. Voi sapé chi vinse? L Hellas Verona..

    • Paolo, Inter e Atalanta devono rigiocare martedì in Champions quindi mi sembra normale che giochino sabato. Gaetano non vedere le streghe pure quando non ci sono

  4. Totti insieme a Pelé, Maradona, Cruijff, ha segnato un’epoca. È stato il calciatore più forte di tutti i tempi, insieme a questi. Per noi è un grande onore che il calciatore italiano più forte di sempre abbia giocato nella Roma tutta la sua carriera. Lui sì, che da solo, ha dato a Roma e alla romanità, una dimensione unica, veramente internazionale, che abbatte ogni luogo comune preesistente. Grazie Dio che mi hai fatto giallorosso!

  5. In confronto Baggio e Del Piero sono due pippe. Solo che la totale assenza di sportività, dovuta ad una idolatria ottusa, vi fa ignorare che questi grandi campioni ha nno solo vinto 10 volte più dell’idolo.

    • Quindi in base al tuo ragionamento furino era più forte di Falcao perché ha vinto di più. Come diceva un grande romanista che non c’è più PIETÀ

  6. Forse uno dei più grossi sbagli che ha fatto Pallotta è stato dar via a cuor leggero un calciatore come Pjanic.
    Certo lui voleva andare via, ma era anche un inammaorato perso della Roma, lì bastava aumentargli un poco l’ingaggio e sarebbe rimasto.
    Una volta andato via lui, non è stata più la stessa Roma, abbiamo perso molto in qualità e poi come tirava le punizioni lui era veramente una sentenza, una emozione,uno spettacolo, quell’anno fece 12 gol su punizione e tante gliene levò il re di Roma, altrimenti sarebbe arrivato a venti gol su punizione, il re di Roma tirava invece come Pellegrini a quell’epoca, ha imparato verso la fine della carriera a tirare di potenza le punizioni, ma come tirava Pjanic veramente era una cosa da brividi , sapevi che se c’era una punizione e il re di Roma gli dava il permesso di batterla, era già uno a zero.Quando c’era lui io andavo sicuro a vedere la partita, sapevo che bastava una punizione.
    A noi un calciatore come lui ci manca tantissimo , pensate uno con le sue caratteristiche, con la sua classe con il suo senso del gioco, vicino ad un maratoneta come Veretout che Roma sarebbe.
    Una Roma mondiale che potrebbe giocarsela contro chiunque

    • Totti segnava su punizione quando pijanic ancora andava a scuola calcio. Tu e altri parlate di Totti calciatore come fosse stato un piacentini qualunque. Visto che ami così tanto pijanic(che ho amato anch’io) rileggi bene le sue parole su Totti, sembrano destinate proprio a quelli come voi

    • Ma non capisci che a Totti si inchinano tutti perché è un calciatore diventato un santino a causa di gente come voi che l’ha sempre venerato a dismisura, facendolo diventare qualcosa come una sorta di eroe da fumetto.
      Ma là sostanza quale è, Maradona al Napoli, in/ 5/6 anni due scudetti una coppa uefa, coppa Italia.
      Falcao alla Roma 4/5 anni, uno scudetto vinto 4 coppe Italia, una finale di coppa dei campioni.
      Totti alla Roma 25 anni uno scudetto vinto, quando c’era Batistuta, Montella, Cafu, Candela, Emerson, Del Vecchio, Zago e chi più ne ha più ne metta.E qualche coppa Italia.
      Poi sento di gente che scrive, Totti vale Pele vale Cruijff, vale Maradona, ma non è così perché quei giocatori lì ti hanno portato i trofei ti hanno portato a vincere, Totti in venticinque anni di Roma ti ha portato tanti infatuati oltre ogni ragionevole dubbio

    • Loris+75 è inutile che cerchi di spiegare che il primo ad incensare Totti è stato proprio Pjanic con le sue parole…a leggere il genio invece sembra che sia stato bullizzato e derubato dal nostro immenso Capitano, insomma Pjanic lo elogia quando a parer di mister Spock dovrebbe denunciarlo…valli a capire questi fenomeni si professano pure più Romanisti di noi.

    • Loris,
      è tempo perso co Luca de Formeggio e cui aggiungerei l’altro formeggese Tony73.

      Sono commenti, dei 2 citati, dove è evidente che oltre a non capire nulla di calcio mettono in evidenza il loro rancore e la loro invidia nei confronti del Grandissimo Immenso Unico Stellare Fuoriclasse Campionissimo Giocatore italiano più Forte di tutti i Tempi Capitano Inarrivabile della AS ROMA 1927…
      …hanno scritto solo per questo motivo per il resto è evidente, come già scritto, che i loro commenti non hanno né capo né coda.

  7. Il mio ragionamento, da sportivo che ama in primi il calcio, è poi ama la Roma. È. Totti è stato il più grande calciatore che il nostro vivaio ha partorito, e dubito ce ne sarà mai uno si forte, ed è stato tra i più forti del calcio italiano, sportivamente. Ma se, a uno interessa più che non gioca un capitano 39enne e non delle 8 vittorie consecutive della propria squadra, allora non c’è Baggio, Del Piero, Maldini ecc, Totti è il calcio tanto che mi è stato risposto alla domanda “totti Vs Ronaldo”? …….. “totti e totti, Ronaldo è un prodotto commerciale costruito a tavolino” idolatri ottusi.

  8. Voi sicuramente appartenete alla generazione Totti,per cui Totti guai a chi ve lo tocca, siete nati e cresciuti con lui e per cui lo venerate.
    Ma io quando lui esordiva stavo allo stadio e le partite le vedevo,lo sapete quante volte da ragazzo andava a tirare i calci d’angolo e cercava il gol ,invece di scodellare la palla in mezzo cercando di far segnare qualcuno, le punizioni che tirava a cavolo di cane addosso alla barriera,ma continuava sempre a tirarle lui e i rigori che all’inizio sbagliava,qualcuno pure per fare il cucchiaio in un derby, ma lì sempre tutti zitti mai una critica e continuava a tirarli sempre lui.
    È stato un giocatore forte, che qui a Roma non è stato mai criticato tranne gli ultimi anni è stato sempre adorato, ha avuto proprio gli adoratori a personam,ha giocato sempre senza mai essere messo in discussione e sì è migliorato nel corso del tempo, ma è stato un giocatore, innanzitutto innamorato della sua bellezza, dei suoi records e dei suoi gol, mai uomo squadra, mai decisivo, mai capitano, ricordiamo tutti Capello che per vincere uno scudetto quella volta a Torino lo dovette fare uscire alla fine del primo tempo, con la Roma che stava perdendo.
    E ricordiamo solo cosa ha detto Capello, pochi giorni fa.
    Questi sono i fatti 25 anni è stato alla Roma e non ci ha fatto vincere un fico secco, però per tanti è stato una mezza specie di Pelé bianco allora qualche cosa non torna, comunque continuate a venerarlo, di questi tempi avere un mito a cui aggrapparsi è una cosa che può far bene e far star bene.

    • Io ho cominciato a vedere la Roma che c’era Fabio Enzo centravanti. Devo dire che era una squadra piena di seghe sesquipedali,però nonostante questo tra i tifosi non c’erano haters come te e Tony 73.Forse proprio perché le pippe
      non suscitano invidia, al contrario dei fuoriclasse. Quello che scrivi tu é paro paro quello che diceva il tuo compagno di tifo Melli…Totti non è decisivo,al di fuori del Gra non lo conosce nessuno…pure te pensi che era meglio Zarate?

    • sei più laziale te de Toffolo e er Tassinaro messi insieme!!!
      lingua biforcuta a spacciatte pe Romanista, ma nun te vergogni???

      pensa quanto te deve fatto male a quel derby che vincevi 2-0 poi è arrivato lui, a quasi quarant’anni, a buttarla dentro in semi rovesciata.
      noi a gode come pazzi e te a rosicatte l’anima…

    • Insomma hai visto cose che noi umani non possiamo neanche immaginare. Soprattutto perché cucchiai su rigore al derby non li ha mai calciati e oltretutto non ha mai sbagliato rigori nei derby. Finisco con le punizione: Pirlo e Mihajlovic 28 gol su punizione in serie a del Piero 22 Totti e Baggio 21. Quindi così male non le calciava. Poi la finisco qui e accolgo il consiglio di poppy asr e olandese volante. Tanto con voi è fiato sprecato

  9. Totti negli ultimi anni di carriera era ossessionato dai suoi records personali. Fosse stato per lui avrebbe preteso di giocare finché non superava Piola come marcatore assoluto.
    Lo ringrazio per le gioie che ci ha dato ma io metto e metterò sempre il bene di squadra, la Roma , davanti alla gloria del singolo

  10. Totti idolo dei Romanisti.
    Me pare normale… Pe’ l’artri, ce stanno il Gobbo Chinaglia, Paoletto Di Canio, Fiascoigne e cessi simili…
    Prego accomodarsi all’uscita.

  11. Comunque io non sono come voi che vado su Google per vedere le statistiche io certe cose ce l’ho tutte dentro la capoccia perché vissute da spettatore allo stadio e non in televisione.
    Io mi ricordo di rigori sbagliati goffamente,uno per sbruffonaggine, ora se era un derby o una partita di coppa non importa, ma era comunque una partita importante dove cerco’ di fare il cucchiaio e la tirò in bocca al portiere.
    Poi mi ricordavo anche una cosa tra lui e Terraneo negli anni 90,ma evidentemente i revisionisti storici l’hanno cancellata pure dagli almanacchi, ma comunque non è importante.
    Però mi ricordo bene che a Milano ci fece perdere la super coppa sbagliando il rigore decisivo.
    È stato un giocatore forte, bravo, perché comunque di gol ne ha fatti tanti, ma non è stato questo fuoriclasse a livello mondiale che voi decantate e di cui siete ancora folgorati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome