Pogba, le controanalisi confermano la positività al testosterone: ora rischia una maxi squalifica

15
550

ALTRE NOTIZIE – Le controanalisi del campione B svolte ieri da Paul Pogba al laboratorio romano dell’Acqua Acetosa dopo la positività al testosterone riscontrata in occasione del match della Juventus a Udine lo scorso 20 agosto, hanno confermato la positività del giocatore bianconero.

Il centrocampista francese, sospeso in attesa dei risultati delle controanalisi, ora rischia una pesante squalifica (fino a 4 anni) che potrebbe mettere addirittura fine alla sua carriera da calciatore.

Pogba avrebbe ammesso di aver assunto un integratore su consiglio di un medico amico americano, senza aver messo al corrente il club. Una leggerezza che potrebbe esser costata cara al centrocampista francese, che però – dimostrando in qualche modo la sua buona fede nella vicenda – potrebbe anche provare a patteggiare e ottenere uno sconto sul periodo di squalifica. La Juventus comunque si sente parte lesa e potrebbe chiedere la rescissione del contratto. 

Fonte: Gazzetta.it

Articolo precedenteIbrahimovic: “Mourinho è un maestro, ti fa lottare per lui. Saprebbe più cose di me di quanto io stesso potrei saperne”
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Out Pellegrini e Smalling, ok Dybala. Contro il Cagliari rebus Aouar

15 Commenti

  1. Gli “integratori” non fanno diventare positivi al testosterone nemmeno nei film.

    Certo, la coincidenza che con questo “incidente” la Juve potrebbe risparmiare 11,1 milioni a stagione, fino al 30 giugno 2026, risolvendo il contratto o mettendo lo stipendio al minimo sindacale il costo di un giocatore di fatto finito… è.. come dire… inquietante?

    basta un poco di zucchero e la pillola va giù…

    • @Wtf, Stavo per dire la stessa cosa quindi pienamente d’accordo. Viste le tante inchieste in cui tale società è rimasta coinvolta, definirla “coincidenza” mi sembra un pò troppo. In perfetto stile rubentino, si dichiarono parte lesa e si liberano di un ingaggio pesante senza troppi patemi d’animo. L’unico a rimetterci sarà Pogba, reo d’imbecillità acuta.

    • Considerando le nefandezze di cui sono stati capaci negli anni l’ipotesi non è da scartare a priori.
      Così come ridicola è l’ammissione del calciatore di avere assunto un “integratore”. Il testosterone può essere contenuto solo in un medicinale e mai nella vita in un integratore da banco.
      Pogba deve essere veramente stupido in entrambi i casi, che sia caduto in una trappola tesa dal suo datore di lavoro o abbia prestato fede ai suggerimenti del cosiddetto “amico medico”.
      Nel primo caso lui non avrebbe però alcun interesse a scagionare la società perché è l’unico che ci rimette pesantemente nella vicenda.

  2. lo avranno dopato loro?…potrebbe essere visto le sue prestazioni e che al momento dell’analisi sembrava essere un ex giocatore. ..non mi stupirei di nulla….trattandosi di certi personaggi.

  3. Per cercare di recuperare i soldi investiti , tra commissioni al procuratore e stipendio, lo hanno dopato, sono stati sgamati e ora i mafiosi juventini stanno facendo le vittime, il giocatore si sta facendo passare per un emerito cretino e i servi vassalli stanno studiando come e emettere una sentenza diciamo soft…
    Così ai Gaetanielli possono dire: Ehhh ma noi lo abbiamo punito…eh

    • gia e la juve se salva colpa del giocatore ma la societa che sapeva non gli fanno nulla
      dimenticavo devono salvare il brandy così dicono in lega
      intanto chiesa evahlic fermi per infortunio fra poco c’è diranno che pure loro se so dopati e la societa come al solito nulla

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome