Primavera, che batosta dal Lecce! Burnete scatenato, la Roma perde 5 a 0

28
1256

NOTIZIE AS ROMA – Pesantissima battuta d’arresto della Roma Primavera, travolta dal Lecce capolista con un roboante 5 a 0.

I ragazzi di Guidi non sono stati mai in partita: il primo tempo si chiude per 2 a 0 a favore dei padroni di casa, a segno con Corfirzen e Burnete, autentico mattatore del match.

Nella ripresa infatti l’attaccante rumeno dei salentini si scatena e colpisce per altre tre volte, chiudendo la partita con ben quattro gol all’attivo.

IL TABELLINO DEL MATCH

US LECCE (4-3-3) : Borbei; Pol Muñoz, Hasić [C], Paşcalău, Dorgu; Berisha, Vulturar (C) (77′ McJannett), Samek; Corfirzen (59′ Daka), Burnete (83′ Bruhn), Salomaa (83′ Kljun).
A disp.: Moccia (GK), Leone (GK), Bruns, Gueddar, Ciucci, Dos Reis Nikko, Kaušinis, Davis.
All.: Coppitelli.

AS ROMA (3-4-2-1) : Baldi; Keramitsis (65′ Pellegrini), Faticanti (C) (46′ Falasca), Chesti; Missori (46′ Louakima), Pisilli, Vetkal, Cherubini [C]; Cassano (79′ Ruggiero), Pagano; Misitano (46′ Padula).
A disp.: Razumejevs (GK), Del Bello (GK), Foubert-Jacquemin, D’Alessio, Silva, Bolzan, Mannini, Golič.
All.: Guidi.

Arbitro: Sig. Kevin Bonacina di Bergamo.
Assistente 1: Sig. Rodolfo Spataro di Rossano.
Assistente 2: Sig. Michele Rispoli di Locri.

Marcatori: 21′ Corfirzen (US Lecce), 43′ Burnete (US Lecce), 63′ Burnete (US Lecce), 64′ Burnete (US Lecce), 81′ Burnete (US Lecce).

Ammoniti: 27′ Missori (AS Roma), 28′ Baldi (AS Roma), 45′ Vulturar (US Lecce), 62′ Keramitsis (AS Roma).
Espulsi: 29′ Coppitelli (US Lecce), 88′ Paşcalău (US Lecce).

Note: recupero 3’pt, 2’st. Calci d’angolo: 5-8. Temperatura: 17°C (Prevalentemente soleggiato).

Articolo precedenteDybala, gli esami di oggi confermano: nessuna lesione, può farcela per il Feyenoord
Articolo successivoRoma Femminile troppo forte anche per l’Inter: 6-1 sul campo delle nerazzurre

28 Commenti

  1. C’è solo da sperare che la rogna dello scorso campionato, da noi dominato ma perso ai playoff, si abbatta sul Lecce. Perché in caso contrario la vedo dura per chiunque batterli…

  2. mah leggebo dal romanista che ol.lecce ha molto giocatori fuori età e fuoriquota di qualità ‘ un campionato già deciso anche se i cori son giallorossi mah una volta non giocavano soli.i pari età ” ? e’ cambiata qualcosa anche nei campionati primavera aggiornatemi please

    • Comunque media età Roma 18, 9 media età Lecce 19,3. Poi se sono stranieri magari arrivati a 15 anni e cresciuti a Lecce è un altro discorso. Sono tutti europei e zero africani. Anche il terzino di colore è danese. A Lecce fanno bene per crearsi un futuro. Bijnov, vucinic non vi dicono nulla? Poi se avete maschi di età saprete bene cosa significhi per un ragazzo italiano emergere nella giungla di procuratori e papponi che c’è in Italia.

  3. Ai meno attenti (cioè alla maggior parte degli utenti) segnalo che la primavera del Lecce è formata quasi esclusivamente da ragazzi stranieri.
    La ASRoma, invece, attinge anche dalle giovanili delle squadre minori della Capitale e della provincia. Tutto ciò asseconda un’aspirazione di noi Romanisti, ovvero avere la prima squadra interamente formata da ragazzi Romani e Romanisti. Forse non accadrà mai, ma se dovesse verificarsi ne sarei orgoglioso.

  4. 20 stranieri nel Lecce!!!
    A capire poi di che età aggiungerei…..
    Una squadra ingiocabile al momento, ma siamo sicuri sia questo il calcio da promuovere in Italia?!
    Di questo passo vivremo di ricordi per decenni!!!
    FORZA ROMA

  5. cmq ragazzi a parte il risultato che non commento…la rosa del Lecce(e non è la prima squadra) parliamo di giovanili,non ha un ragazzo italiano! questa è la vera vergogna di un settore giovanile italiano

    • avete notato che sono stranieri ? il problema non e’l quello da come riporta il romanista sono fuori età ‘ e alcuni guoriquota sono di qualita’
      in questo modo a mio avviso si altera il campionato primavera
      perché non giocano quelli dellas stessa età?
      a sto punto nella primavera se pongo.mette pure le riserve dell prima squadra

  6. Corvino,Corvino
    Bella squadra il Lecce Anche forte fisicamente

    La Roma in pratica gioca in nove , manca di un portiere e di un centravanti

  7. partita del campionato primavera Italia ?
    Corvino bravissimo a scovare giovani da valorizzare , un mago , ma a Lecce si sta esagerando.
    Sara veramente difficile creare una Nazionale Italia forte con questi presupposti

  8. I nostri primavera sono mediamente scarsini quest’anno. Se ne salvano due o tre che sicuramente avranno una carriera professionistica.
    Certo che gli atteggiamenti da divi del Bernabeu o dell’Old Trafford, della maggior parte di questi ragazzi, non aiuta proprio nei risultati sportivi.
    E’ lì, oltre che a livello tecnico-tattico, che dovrebbe saper intervenire l’allenatore, il quale però non mi pare all’altezza.
    Sono quasi certo di un avvicendamento tecnico alla fine della stagione.
    A proposito degli “atteggiamenti da fichetti”, vorrei che i ragazzi della Primavera prendessero invece esempio dalle “palle” che dimostrano le ragazze, quasi sempre vincenti anche in forza della loro ferrea volontà e dedizione. E pure quando perdono, sia pur di rado e di solito contro compagini piuttosto forti, esibiscono costantemente una “garra” fuori dal comune, senza “ammosciarsi” di fronte alle difficoltà.

    • Splendido commento Manfredi’! Mi permetto di dare un piccolo consiglio a tutti quelli che usano la parola “garra”, vi prego sostituitela Co “tigna”, è molto più romano e romanista. Forza Roma!! ❤️🧡

  9. Capisco i commenti sulla rosa “straniera” del Lecce U19 ma se vi mettete nei panni dei Salentini fanno benissimo ad utilizzare la primavera per giovani di talento da inserire in prima squadra.
    Il calcio è sempre più globalizzato e purtroppo soprattutto per alcuni ruoli serve una esplosività atletica rarissima in Italia.
    Non è un caso che noi sforniamo prevalentemente centrocampisti e non per esempio ali o terzini a tutta fascia o numeri 9.

  10. Non me ne sono reso conto , perché arrabbiato dal risultato, che il Lecce non ha un ragazzo italiano in campo, può mai essere che a Lecce e dintorni non ci sia un ragazzetto che può giocare in primavera?
    Per me e’ vergognoso.

    • Ciao Gaeta’, aggiungo al tuo post che Lecce è la provincia più grande d’Italia con quasi 100 paesi al seguito….
      Te lo dice uno che ha fatto l’università a Lecce.
      Ho vissuto tutta l’infanzia a cercare di sfondare nel calcio, malato come nessuno e co’ na sfiga che non ti sto a di.
      Il giorno che misi piede a Lecce presi ad allenarmi finché un tizio mi invitò ad una partita…
      Scoprii che giocava “a soldi” e lo capii quando mi reperi’ 100 mila lire!
      Era un ex giocatore che si giocò i legamenti al tempo di Conte e Torricelli di cui mi mostrò 1000 foto dove anche lui era “da carriera”.
      Mi disse, qui a Lecce non ce n’è uno come te, e mi invito’ ad una partita contro un certo Aleinikov (vinse la Coppa Uefa con la Juve).
      Vincemmo 7-3 con 4 goal e 3 assist miei…
      Negli spogliatoi cantavano “che ce frega del russo se c’avemo il rosso goal” (ero vestito di rosso e m’ero presentato come romanista).
      Il russo venne da me e mi disse, dandomi la mano: “giovane, tu farai una grande carriera!”.
      Io gli risposi: “si, grazie, a 20 anni….”.
      (Avevo un volto da pischello)
      Non successe nulla ovviamente..!
      Ma quello che capii fu una cosa: se un pincopallo qualsiasi come me, appena messo piede in città, riscuoteva tutta questa considerazione, allora una cosa era sicura, a Lecce non sanno cercare i giovani!!!
      E pensai subito: che pollo che sono stato, se mi trasferivo da piccolo, sarei entrato nel vivaio di sicuro, e in quegli anni a Lecce c’era un certo Zeman……
      Morale, Corvi’, muovi il kulo e dai gioia ai ragazzi italiani!!!
      Che ce ne sono ed aspettano che chi di dovere gli dia visibilità.
      Fosse a Maronna che qualcuno abbia una storia più fortunata della mia.
      FORZA ROMA

    • State a fa’ una bella dose di demagogia. Voi e tanti altri. Pensate che se qualche ragazzino della provincia salentina si presenta al centro sportivo del Lecce per un provino lo mandano via schifati a calci nel deretano? Io penso proprio di no.
      Forse il discorso è un pelo più complesso di quello che pensate voi.
      Dove sta quel serbatoio infinito di ragazzini che anni fa tiravano ininterrottamente calci a un pallone in qualsiasi angolo di strada, piazza, prati, oratori, spiagge?
      Nelle scuole, sempre che abbiano la fortuna di avere una palestra agibile o proprio di averla, il calcio non è praticato.
      Oh, di tutta la gente che conosco, con figli, ce ne fosse uno che gioca a pallone. Chi nuoto, chi tennis, chi atletica, calcio niente.
      Ai tempi miei forse un ragazzino su venti pensava a uno sport che non fosse il calcio.
      Sui motivi per i quali è successo potremmo fare notte, ma è innegabile che il sogno di ogni bambino italiano non sia più quello.

  11. 20 stranieri e giochiamo la primavera in Italia, ridicoli anzi aggiungo che seco do me c’è ne do 4/5 che avranno minimo 22/23 anni me sembrano come quel giocatore del Chievo ero erto che dopo 10 anni si scopri che aveva più anni. Siamo alle comiche secondo me pur di vincere prenderebbero giocatori con passaporto di Marte e età galattica

    • Vero professo’ Dan. Quando ero piccolo io , in ogni quartiere ci stava un campetto di calcio.
      Facevamo un campionato a parte, sfide tra quartieri.
      E ne avevano uno dietro la fabbrica della STAR ( SI quella del brodo STAR , a Sarno si inscatolava il tonno Star ) in cui giocavamo 11 vs 11.
      Ci andavano la domenica mattina. presto , a piedi o i più fortunati con la bici, e si trovava fuori paese, quindi ci facevamo na bella scarpinata , che valeva come riscaldamento. MOLTI DI quelli che giocavano con me ( io non vinto perche’ero na pippa, che azzeccavaogni tanto qualcosa di buono) hanno fatto campionati dilettanti . 3 o 4 sono arrivati in serie C vestendo le maglie del Nola e della Sangiuseppese . Ma nessuno ha fatto mai la serie A o B. PERCHE ‘nonostante avessero doti tecniche non indifferenti , alcol e donne la facevano da padrone. Qualcuno si e’perso pure nella droga ( eh si non ci stava bisogno di andare a Roma per fare la dolce vita)
      Oggi vedo solo i marocchini giocare nelle piazze, (i campetti non ci sono piu, ) e fanno pure danni.
      Questa cosa, che non ci sono piu ragazzini italiani a giocare in mezzo alla strada, sicuramente Non riguarda solo il mio paese. Ma tutta Italia.
      Pero’ ci sono le famose Scuole calcio.
      E quindi pure a Lecce ci saranno scuole calcio. E non possono credere che non ci sono leccesi che non sappiano giocare a calcio.
      PERCHE’mi concentro sul Lecce?
      PERCHE’stiamo parlando di una squadra primavera senza un leccese o comunque un pugliese, in campo.
      Resta il fatto che il Lecce primavera e’piena di stranieri perche ‘Corvino e’un RE in questo ramo. Li prende a poco e li vende a molti e fa i baba’ …

  12. Non solo le squadre primavera ma anche la serie A è piena di stranieri. Tanti di loro sono brocchi inguardabili.Fosse per me farei giocare solamente italiani, almeno si darebbe da mangiare a tante nostre famiglie invece di foraggiare gli stranieri.

  13. Aldilà della sconfitta, ma con chi abbiamo giocato? con il resto del mondo? squadra primavera equivale a …”Vivaio” questi non hanno un giocatore , non italiano, ma nemmeno europeo !!!! sò razzista caxxo 🤣🤣🤣🤣🤣😂

  14. Ciao Zio Dan, ti ho messo il like perché il tuo è un ragionamento sacrosanto.
    Tanto è vero che io “sono figlio della strada” dove solo la passione mi portava a giocare ovunque vi fosse un appezzamento sterrato.
    Un tempo la tecnica l’acquisivi “per cojoni”, o imparavi a controllare una palla (i palloni manco esistevano quasi…) o eri tu ad andare dove voleva lei….
    E si che d’estate aspettavo di incontrare la primavera dell’Inter o del Milan ed io ed i miei “ragazzacci” improvvisavamo partite e ti garantisco che gliele davamo!
    Allora c’era il Valtur di Ostuni (dove professionalmente nacquero Simona Ventura e Fiorello) che faceva da accalappia vip e permetteva un certo tipo di turismo.
    Oggi i ragazzi, almeno per chi fa calcio, si allenano in scuole calcio dove i prati sinterici permettono di chiudere gli occhi, farsi passare la palla da 10 mt di distanza, di contare fino a 10 e tirare un calcio colpendo di sicuro un pallone viola, rosso, giallo, blu….
    La tecnica non dico nasca solo con la “ginca” ma di sicuro non con la “sufficienza”.
    Non c’è l’allenamento alla “reattività” per un rimbalzo fasullo.
    La “prontezza” diventava un istinto, oggi vedi tanti ragazzi che non sanno neanche correre.
    La maggior parte direi.
    Cmq rischio di iniziare un discorso infinito, ma…se semo capiti.
    Viva il calcio, ma che non muoia il calcio nostrano…
    E perché ciò non avvenga ne me ne te potremo fare niente, ma i Corvino di turno si…!
    FORZA ROMA

  15. A parte la sconfitta contro una squadra prima in classifica nel campionato primavera, non è la prima volta che i ragazzi della Roma U19 subiscono una sconfitta così rovinosa.
    Spesso e volentieri arrivano belle vittorie, la Roma da la sensazione di essere anche fortissima, poi arrivano alcune sconfitte di questo tipo, non solo contro questo Lecce che sembra quasi imbattibile ma anche contro qualche altra squadra meno forte.
    Complessivamente è un bel vivaio, una bella squadra primavera, tra le più forti ma proprio per questo non riesco a spiegarmi alcune cadute rovinose con goleade subite in altre precedenti occasioni.

  16. c”e’ un alterazione delle cose hanno fuori età e fuori quota di qualita’ praticamente non ci sono giocatori della stessa eta’ dei primavera si e’ passati da uno o al massimobdue fuoriquota a quasi tutta la squadra inevitabile che vinconono meglio stravincere ma e’ normale tuttocio” ?

    sono contrario allo strapotere nordico illegale ma non mi piace neanche sta deriva
    e’ la fine del calcio come sport oltre agli hooligans sfascia città e monumenti
    me pare che si sta precipitando in un baratro senza ritorno
    posso solo dire che il calcio che ho vissuto era e e’ stato pieno di sentimento e passione quello de oggi si allinea con la virtualita’ e i maenstream tanto fumo pochissima sostanza molta alterazione e manipolazione nelle leghe calcio arbitrali ecc.

  17. Nelle squadre Primavera, se esisterà ancora il campionato così com’è, devono giocare solo ragazzi italiani altrimenti in serie A giocheranno solo stranieri e la nazionale non giocherà i mondiali tantissime altre volte.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome