Pruzzo, Boniek e Giannini in coro: “Totti sbaglia, Dybala per sempre”. Ma la Roma prende tempo

20
467

NOTIZIE AS ROMA – Su una cosa sono tutti d’accordo: quando parla Francesco Totti, il clamore mediatico è sempre a livelli altissimi. E così è bastata una frase, non troppo tenera, all’indirizzo di Dybala per scatenare un dibattito a Roma.

Dibattito su cui oggi sono intervenuti tre ex giocatori giallorossi, i cui pensieri vengono riportati oggi sulle pagine de Il Messaggero. A cominciare dall’altro ex capitano e dieci della Roma, Giuseppe Giannini: “Ognuno ha i suoi punti di vista. Dovessi decidere io, è un giocatore che terrei, i campioni non li manderei mai via“.

Si accoda Zibì Boniek: “Dybala vorrei averlo sempre con me. Io di uno come lui non mi privo”. Dello stesso avviso Roberto Pruzzo: “L’argentino me lo terrei sempre. Anche se gioca un po’ di meno, secondo me è il giocatore migliore che c’è nel nostro campionato. È capace di monetizzare al massimo le prestazioni”.

A gennaio ci aveva fatto un pensiero concreto l’Atletico Madrid dell’amico Morata ma poi alcune operazioni in uscita non andate in porto dei Colchoneros avevano bloccato tutto. Nelle ultime settimane si è fatto vivo l’Aston Villa in Premier ma soprattutto il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso, oltre alle solite sirene provenienti dall’Arabia che lo lusingano ormai da un anno. Ad oggi, da Trigoria, di certo c’è che la Ceo Souloukou, in costante contatto con l’entourage del campione argentino, sta prendendo tempo.

Fonte: Il Messaggero

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSvilar boom, valore già quasi triplicato. Con lui la Roma ha risolto il problema tra i pali
Articolo successivoCaro biglietti per l’Europa, prezzi raddoppiati: cresce la protesta dei tifosi

20 Commenti

  1. La Roma non prende tempo visto che il contratto di Dybala scade nel 2025. Aspetta il nuovo DS per valutare il prolungamento.

    • Alcune situazioni, vedi Anche Lukaku, dipenderà anche dall’ingresso o no in CL,speriamo bene

  2. dico solo una cosa:
    Totti l’ho visto giocare contro Juve Inter Milan Napoli Lazio, ed ha quasi sempre purgato. quasi sempre partitoni. Di Dybala alla Roma, contro le stesse, al massimo ha preso 6 in pagella quella volta che Handanovic a Milano se l’è buttata in porta da solo.

    che Dybala sia per noi fondamentale è una cosa.
    che sia un top dei top dei top dei top perché fa 2 gol al Monza e prende 7 contro la Salernitana è un’altra.

    ma per come siamo messi, meglio averlo che no.

    • C’è indubbiamente un fondo di verità in quello che dici ,ma il problema – se mi si consente- è che senza Dybala in campo,la Roma fa una fatica tremenda a battere anche formazioni di basso cabotaggio ,come si è visto anche domenica scorsa contro la penultima in classifica.

    • Zenone, per questo dico meglio averlo che no.
      perché siamo talmente mediocri che senza Dybala non si riesce a battere in scioltezza un Cagliari.
      ci serve ma a Totti non arriva nemmeno se rinasce e fa 10 carriere simili. visto che molti l’hanno paragonato al Capitano.

    • Mi dispiace andare contro tutti e tutto come hai fatto anche tu.. qualcuno ha sopravvalutato qualcuno… Lasciamo perdere che è meglio..ti stimo per quello che hai scritto (non dimentichiamoci che era lui quello che svegliava pure gli allenatori da ingaggiare come lui stesso diceva) decenni da provinciali Grazie a lui tanto e vero che gli ultimi presidenti si son guardati bene di farlo entrare a Trigoria.. Lasciamo perdere che è meglio va

  3. La Roma ha preso Baldanzi con i soldi che risparmierà dalla partenza di Dybala.
    Certo poi bisognerà vedere se un peperino alla Giovinco come Baldanzi potrà far dimenticare un grande giocatore qual è Dybala, è tutt’altro discorso.
    Unica possibilità di ripensamento è l’ingresso in Champions Lik.

  4. Chiunque dichiari che in assoluto non vorrebbe avere un giocatore dalla tecnica sopraffina come Dybala in squadra, a mio modesto avviso si commenta da solo. Negativamente, ovvio.
    Sicura come la sua classe, pero’, e’ la facilita’ con cui si infortuna, che gli fa saltare troppe gare durante la stagione e gliene fa giocare male per condizione non ottimale quasi altrettante.
    Aldila’ dei rutti emozionali del tifoso medio, che non sa di cosa parla, questo, e Totti ha ragione, non puo’ non essere considerato da un dirigente che si rispetti.
    Un dirigente non puo’ ragionare a rutti…
    Non volere un Dybala a disposizione e’ demenziale, ma costruirgli intorno la squadra lo e’ altrettanto.
    Puo’ essere un’ottima ciliegina su una torta che pero’ potrebbe anche fare a meno di lui.
    Il punto e’: puo’ la Roma permettersi di tenere Dybala solo come ciliegina?
    Questo lo decidera’ chi deve tirare fuori i soldi.
    Se si, ben venga Dybala, altrimenti, puntare su di lui come colonna e ignorare la sua storia clinica e’ semplicemente un suicidio all’80-90%
    A malincuore, intendiamoci, ma se si puo’ giocare a calcio con relativao successo senza Falcao o Totti, lo si potra’ fare anche Dybala, nel caso.
    Tanto e’ chiare questa cosa che mi sorprende debba essere anche detta…
    L’importante e’ l’intenzione di costruire una squadra competitiva.
    FORZA ROMA SEMPRE

  5. e’ vero che con noi anche le squadre cosiddetta piccole con I grandi club prend-on imbarcate contro de noi fanno la partita della loro vita

  6. e’ vero che con noi anche le squadre cosiddetta piccole (con I grandi club prendono imbarcate)contro de noi fanno la partita della loro vita

  7. non scherziamo…Totti era Totti! Dybala neanche gli arriva ad allacciargli gli scarpini!ma l argentino nella Roma attuale come è stato scritto sopra… è importantissimo anche se non gioca sempre!detto questo…se domani arriva il real Madrid e ci propone Endrick x Dybala…io lo scambio lo faccio subito

  8. Senza ovviamente voler vilipendere il Capitano, per i cesaroni pallottari ogni occasione è buona, stavolta secondo me sbglia.
    Ossia, sappiamo bene tutti che Dybala soffre di problemi che ne limitano le presenze, tuttavia quando è in campo fa la differenza e da un contributo decisivo al gioco della squadra, ti fa vincere le partite; quando non c’è soffriamo parecchio in fase realizzativa e di costruzione di azioni pericolose; resta il fatto che è un Campione, perciò se non te ne puoi permettere uno dello stesso spessore ma meno predisposto a infortuni, te lo devi tenere senza se e senza ma per non abbattere l’indispensabile tasso tecnico della squadra. Indispensabile per competere a certi livelli. E non credo che Francesco intendesse che ci se ne possa privare senza elementi all’altezza, sostituendolo col primo di passaggio come pensano sia possibile i cesarocommercialisti.
    A costoro faccio tra l’altro notare che Dybala incrementa clamorosamente il merchandising, perchè è naturale che la maglia del Campione tiri. E pensare che questa è sempre stata un’ossessione del cesarocommercialista tipo….che poi però pensava di poterlo implementare coi villar, i diawara, i mayoral….e le sciocchezze di un fruttarolo falito.

  9. Sono pochi oggi i giocatori forti che possono cambiare una squadra qualcuno ha citato Endrick e realmente è il meglio del meglio in prospettiva, ma l’ha già comprato il Real. Dybala va tenuto e non è pensabile sostituirlo adesso con Balzanzi. Polemica inutile a mio avviso. La squadra ha bisogno di tranquillità.

  10. Il giocatore più forte in assoluto va tenuto e blindato e Dybala è uno dei giocatori più forti al mondo e per poterlo rimpiazzare si deve avere la capacità di prendere giocatori in quel ruolo da pallone d’oro o quasi. In giro ce ne sono pochi e giocano con gli squadroni più forti, costano uno sproposito come cartellino e se si liberano a parametro zero come sarà il caso di Mbappé, hanno ingaggi proibitivi.
    Quindi Dybala teniamocelo stretto per tutti gli anni in cui riuscirà a giocare ad alti livelli.

  11. Questa volta Totti ha sbagliato, finchè è della Roma Dybala è una risorsa da tutelare, oggi, in partita, il gol che ci fa vincere ce lo fa Dybala e non Totti. La Roma prima di tutto e oggi per la classifica della Roma è più importante Dybala che Totti, poi se parliamo di storia e d’immagine allora è un altro discorso ma appunto perchè Totti è la storia e l’immagine della Roma non dovrebbe uscirsene con certe frasi , pensarle si, dirle no, soprattutto se ti chiami Totti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome