Rebus ds: Friedkin tra Modesto, Maurice e il nome a sorpresa. Ma il tempo stringe

19
414

NOTIZIE AS ROMA – Sono passati già due mesi da quando la Roma aveva annunciato l’addio di Tiago Pinto dalla carica di general manager del club giallorosso, comunicando urbi et orbi che il nome del prossimo direttore sportivo (sic) sarebbe stato reso noto da lì a qualche settimana.

La scelta in realtà non è ancora stata fatta. O perlomeno non è stata ancora comunicata ufficialmente. La gran parte dei giornali punta fortissimo sul nome di Francois Modesto: la Gazzetta dello Sport nei giorni scorsi lo dava per fatto, oggi anche La Repubblica lo annuncia di fatto come prossimo direttore sportivo.

Più cauto Il Tempo, che tiene in corsa anche Florien Maurice del Rennes, e non esclude nemmeno che possa esserci un mister X dietro l’angolo, e cioè un candidato a sorpresa capace di sorprendere di nuovo tutti. Un po’ come successe con Tiago Pinto (nessun giornale aveva fatto il suo nome) circa tre anni fa.

L’unica cosa certa è che il tempo stringe: arrivati in primavera, il mercato comincia già a scaldare i motori e la Roma ha parecchio lavoro da fare vista la situazione in rosa. Facendo un giro tra i diversi operatori del mercato, risulta abbastanza complesso ricostruire le scelte del futuro prossimo a Trigoria, in uno scenario che può evolversi ancora e prendere le strade più disparate su giocatori in scadenza e in prestito.

Difficile stabilire piani e scelte senza la presenza di un direttore sportivo, soprattutto in un momento delicato della stagione quando si comincia a costruire per quello che verrà e si intraprendono percorsi per avviare le strategie delle trattative. Da qui lo spaesamento di chi cerca di impostare l’avvenire e incontra difficoltà nel confrontarsi con chi può prendere le decisioni. Il tempo in questi casi non è amico e l’importanza di potersi realmente gettare nelle dinamiche di mercato per evitare di cominciare con ritardo.

Fonti: Il Tempo / La Repubblica / Gazzetta dello Sport

 

Articolo precedenteDe Rossi punta ancora su Aouar. In dubbio Dybala e Paredes, Abraham prepara il rientro
Articolo successivoRoma, Pellegrini in vetrina: con 50 milioni può partire

19 Commenti

    • Infatti è incredibile malgrado la “discrezione” proverbiale della proprietà ancora escano articoli inconcludenti come questo.
      In questi casi è come per gli Iceberg l’85% della realtà è nascosto.

    • Svilar
      Celik ( Kristensen)
      Huijsen
      Llorente
      Angeliño
      Paredes
      Sanches
      Dybala
      Aouar
      Lukaku
      Abraham
      _______
      una formazione da settimo/ottavo posto con Mou
      una formazione da primi posti con De Rossi.
      domanda :
      il problema era Mou o Pinto ?
      NB
      magari con qualche soldo in più da spendere
      Frattesi al posto di Sanches

    • Il problema è uno che ha vinto tutto in carriera o un esaltato che si dà 7,5 per il suo pessimo lavoro? Con alcuni acquisti che hai citato pinto non ha nulla a che fare. Poi Mou 2 finali europee in 2 anni una vinta e una rubata. De Rossi se arriva quarto e non arriva in finale in europa, in assoluto avrà fatto peggio. Ovviamente speriamo che riesca a fare meglio di Mou in tutte le competizioni ma paragonarli vuol dire umiliare De Rossi che non se lo merita.

  1. Tutti i giorni fanno un nome nuovo, prima o dopo qualcuno ci prenderà. Una volta prima di scrivere un articolo c’era un fondo di verità, adesso si spara sul mucchio sperando di prenderci, questa è disperazione giornalistica. FORZA MAGICA.

  2. Non so se in questo momento si attenda la risposta di un Modesto non convinto dal prestigio della sua prossima destinazione, se si stanno limando le distanze con Galliani sull’indennizzo per strappare anzitempo al Monza il loro DS (una decina di milioni, oppure 8 primavera, oppure Dybala in cambio) o se c’é un bug nei computer di Charles Gould che ha messo temporaneamente fuori uso i suoi algoritmi.
    A prescindere da tutto io predico di fare con calma, bisogna ponderare bene le opzioni, la cosa peggiore sarebbe fare scelte affrettate nella selezione del nostro DS.
    In fondo c’è solo da risolvere il nodo dei giocatori in rosa in prestito ed eventuali riscatti (Llorente, Azmoun, Sanches, Angelino, Huijsen, Kristensen), capire cosa fare con Lukaku e Dybala, capire cosa fare con i nostri giocatori in prestito (Shomurodov, Belotti, Solbakken….), decidere il destino dei nostri primavera, dare risposte ai giocatori in odore di partenza/rinnovo, fare le necessarie plusvalenze entro fine giugno e magari anche intavolare trattative per qualche arrivo.
    Tanto chiunque arrivasse, specie se un DS che non avesse mai lavorato in serie A ci metterebbe un secondo a capire come funzionano le cose nel nostro campionato.

    • Ti sei dimenticato il rientro alla base di Kumbulla, uno che non riesce a giocare nemmeno nel derelitto Sassuolo di questi tempi.
      Un altro regalino (rinnovo di contratto alla chetichella) del “fuggitivo”:

    • Concordo Vegemite.
      Ritengo che la scelta di un bravo DS oggi valga quanto la scelta dell’allenatore o dell’attaccante e sia decisiva per la crescita della AS ROMA.
      Abbiamo fatto pessime scelte in passato. Per me il giudizio su Pinto è negativo come dimostra il rendimento oggettivo dei giocatori scoperti da lui in 4 anni (si salva, ad oggi, solo Svilar).
      Quindi Friedkin si prenda tutto il tempo necessario (preferirei una scelta di un DS che conosca il mercato italiano, però basta che sia bravo), ma scelga bene e gli dia un budget adeguato per la Champions (da raggiungere o da difendere).

  3. Questi Americani devono vendere per loro solo business. Modesto non vale niente ha Galliani che giostra il tutto. Meglio Massara conosce l’ambiente e con Maldini ha fatto un ottimo lavoro.

    • troppo semplice Massara, come lo era qualche anno fa Marotta . Purtroppo i Friedkin prima che capiscano come funziona il football passeranno altri 10 anni, noi invecchieremo e ci ritroveremo chi a 50 chi a 60 chi a 70 anni a sperare che si vinca qualcosa, rimpiangeremo quella coppa vinta nel 2022 che molti denigrano e staremo a sperare di vedere un trofeo prima della dipartita.

  4. Spero che il nome a sorpresa sia Necchi o Zorc! ma temo che sia Modesto e che qualcuno dentro Trigoria stia facendo girare i nomi sennò non si spiega certi articoli di mercato

  5. Più passa il tempo e più lo penso: non sarà che non verrà preso proprio nessun direttore sportivo, e che la Lina farà come faceva lo stesso Pinto, cioè tutto lei? È arrivata prendendo la sua stessa carica, lui si è dimesso e comunque non gli è stato offerto un rinnovo, e possibile che a tutt’oggi non sia stato possibile prendere un sostituto? Fosse Modesto si saprebbe con certezza, anche se ancora è impegnato, non ci sarebbe niente di male anche da parte del Monza ad annunciarlo.

  6. Questi non parlano…mai visto niente di simile in nessuna societa’ calcistica da quando esiste il calcio. Non c’e’ nessuno che gli dice che la Roma loro c’e’ l’hanno in prestito, ma e’ dei tifosi di Roma. Non si sa nulla non mi piace il modo di gestire la societa’ con il pugno di ferro, da questi americani senza rispetto. Dobbiamo chiedere alle loro Maesta’ di sentire qualche volta la loro voce ripeto per rispetto di chi gli porta i soldi. Pallotta non c’era mai , ma questi ci sono ma sono mummie non cambia nulla. I debiti so pure aumentati e prendono una societa’ francese di serie C per il festival di Cannes non capisco le strategie so 4 anni che stanno qui ormai che intenzione hanno a parte lo Stadio ? La squadra…..

  7. Mi gusta che i giornalisti non sanno come destabilizzare l’ambiente con chi della rosa si debba vendere e stanno ancora brancolando nel buio su chi sarà il prossimo ds.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome