RENATO SANCHES: “Mou e i tifosi credono in me, questo aumenta le mie motivazioni. Sono pronto per giocare” (VIDEO)

27
1985

NOTIZIE AS ROMA Renato Sanches, fresco di annuncio come nuovo calciatore della Roma, parla ai canali social del club giallorosso e racconta le sue sensazioni di queste prime ore a Trigoria. Ecco le sue parole:

Come ti senti ad essere un nuovo calciatore della Roma?
“Ciao a tutti. Mi sento bene e sono contento di essere qui in questo grande club italiano. I tifosi mi hanno accolto molto bene e mi sento molto motivato di essere qui”.

Cosa ti ha convinto a scegliere la Roma?
“Come ho detto prima, è un grande club italiano e ho parlato sia col mister che col direttore sportivo. Qui c’è un progetto molto affascinante e credo che questa possa essere una bella opportunità sia per me sia per il club. Penso che in questo momento la Roma sia il club giusto per me, per giocare e per rappresentare al meglio questa società”.

Pinto ti segue da anni, che ruolo ha avuto la stima della direzione del club nel tuo trasferimento?
“Conosco Tiago da molto tempo, dai tempi del Benfica, ci siamo tenuti in contatto e siamo sempre stati amici. Come ho detto prima, si è presentata una bella opportunità di trasferirmi alla Roma, abbiamo parlato e, ripeto, il progetto è molto affascinante e ho deciso di venire qui perché, come ho detto, penso sia il momento giusto e questo club è l’ideale per me”.

Hai già parlato con Mourinho. Cosa provi ad essere allenato da un tecnico vincente come lui?
“Sì, ho già parlato col mister, ci eravamo sentiti al telefono anche prima che firmassi. Sono portoghese come Mourinho e penso che lui sia un riferimento per tutti i giovani portoghesi perché è un allenatore che ha vinto molti titoli. Penso che qualsiasi giocatore vorrebbe essere allenato da Mourinho e quando uno come lui ha fiducia in un giocatore le motivazioni aumentano”.

Rui Patricio?
“Rui Patricio è un mio compagno in Nazionale, abbiamo giocato insieme molte volte. Credo che sia importante avere compagni portoghesi che mi possano aiutare, spiegandomi come funzioni il club e come ci si comporti in campo”.

Che impressione hai avuto della Roma in ambito internazionale?
“Per coincidenza, seguivo abitualmente le partite della Roma, ho visto la finale di Conference League che ha vinto e ho visto anche quella di Europa League, perché ci sono tanti portoghesi con cui ho già lavorato. Credo che quest’anno possiamo ripeterci, perché il progetto è quello di vincere, per cui ci vogliamo ripetere”.

Sei pronto all’inizio del campionato?
“Si nelle ultime settimane non ho giocato, ma mi sento pronto e manca quasi una settimana alla prima partita. Mi preparerò al meglio per stare bene fisicamente e giocare tutti i minuti necessari”.

Quali sono i tuoi obiettivi?
“La Roma è un grande club italiano, per cui penso che il motto sia sempre quello di vincere in qualsiasi competizione. Penso che tutti i grandi club abbiano questa mentalità vincente e la Roma, che ha una grande storia, ha come obiettivo di fare lo stesso”

I tifosi entusiasti all’aeroporto?
“Per me e per qualsiasi giocatore penso sia sempre importante avere il sostegno dei tifosi e quando arrivi il primo giorno e vedi la passione dei tifosi per questo club senti molto più voglia di impegnarti per rappresentare il club al meglio e vincere”.

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – Renato Sanches e Paredes subito in gruppo: Mou li valuta per la prima contro la Salernitana
Articolo successivoCalciomercato Roma, anche Abel Ruiz nella lista degli attaccanti: contatti con il giocatore spagnolo

27 Commenti

  1. Sulle riviste specializzate si dice che tra i suoi punti deboli c’e’ il colpo di testa.
    Secondo me non colpisce bene di testa perche’ inconsciamente ha paura di rovinare il catafalco che ha in testa.
    Se si facesse la boccia sono sicuro che migliorera’ anche in quel fondamentale.

    • ma scherzi? se almeno fa schifo a giocare, almeno ci può cantare LOW con la batteria o AMERICAN WOMAN. GIÙ LE MANI DA LENNY KRAVITZ

    • Ispetto’, mica ho detto che sono brutti. Non era, il mio, un giudizio estetico ma pratico.
      Intendevo che essendo roba attaccata artificialmente in testa con cose simili alla colla, credo, o attaccata in qualche modo, sono quasi certo che, inconsciamente, quel retropensiero, quando colpisce di testa, lo fa colpire quantomeno con meno decisione di quanto non farebbe se non avesse quell’ambardan in testa.
      E’ cosi’, sebbene per il sub-individuo medio tipo mericoni nando e i suoi compari sia difficile capire…

    • Mi ha sempre ricordato un certo DAVIDS😉… gran giocatore, stesse caratteristiche…se fa quello che sa fare con continuità spacca

    • Bravo civic pure a me ricordava Davids ,se è in forma e pure più forti perché ha i piedi migliori e può fare pure il registra adattato con tanta legna.Tocca vedere se torna quello di due anni fa prima che gli arrivassero una cafonata di soldi.Per me se ritorna quello è il più forte centrocampista del campionato.Maria faceva scopa con Cristante , solo come caratteristiche , Sanches è Paredes mi sembra che abbiano un altro passo.Con Bove abbiamo uno dei più forti centrocampi .Sono intrigato da Leonardo e se è veramente una promessa non si può perdere per un milione o due.Il milione lo risparmi cedendo Belotti ha un ingaggio di circa 5 milioni lordi.Poi prima o poi bisogna prendere un portiere.c’è un portiere che era nazionale francese che sembra ci sia i caciottari .Sempre che lo Tirchio si venda qualche caciotta ,pure puzzolente

    • “A volte è meglio tacere… Piuttosto che aprire la Bocca e confermarlo…”

      E pero’ dilla bene, dai:

      A volte e’ meglio tacere e sembrare scemi, piuttosto che aprire la bocca e’ fugarne ogni dubbio

      Una delle massime che mi piace di piu’.
      Magari la applicassimo un po’ tutti in questo mondo deragliato…

      Copyright: Mark Twain.

  2. Daje…massimo impegno e motivazione e i risultati arriveranno. Con Mou non si scappa. Se darai il tuo 100% ti porti dietro tutto il reparto…

  3. un giocatore con le sue caratteristiche ci manca e ci farebbe veramente comodo
    è inevitabile qualche battuta visto la sua cartella clinica ma tutti i tifosi della Roma si augurano che le giochi tutte

  4. Sanches farà turnover con Bove. Se gestiti bene, entrambi ne trarranno beneficio. Il portoghese potrà riprendersi definitivamente dalla serie di infortuni che lo hanno funestato negli ultimi tempi, Bove avrà il tempo di crescere ed imparare dal compagno di reparto.

    • Si davvero, Boves quest’anno, così come Pagano, si ritroverà vicino Sanches e Paredes, avrà modo di imparare tanto.
      Mi sento molto ottimista.
      Daje Renatone e daje Leo!

  5. il più grande acquisto romanista della storia, o uno dei primi 10.
    classico giocatore che se in forma spacca tutti i centrocampo in serie A con le sue caratteristiche.
    peccato che sa di ennesima Biancaneve che manca tra i 7 nani per fare il film p0rn0 perfetto.
    in stile ASR insomma

  6. Ha pure detto: ” sin da piccolo tifavo Roma e dormivo con la maglia di Totti” ma il giornale non l’ha riportato.

  7. Almeno è sceso dalle scalette dell’aereo e non si è rotto il crociato come Pastore…speriamo ci dica cuxo che gli regga il fisico …che a Dublino ci si mbriaca di Guinness….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome