Ritiro Roma, scartata la montagna: tre settimane a Trigoria, poi tutti in Gran Bretagna

106
2300

NOTIZIE AS ROMA Niente ritiro in montagna, neanche stavolta. La Roma sembra aver ormai pianificato le sue strategie per la preparazione estiva, che la squadra svolgerà in gran parte a Trigoria, per poi dirigersi all’estero, in direzione Gran Bretagna.

Vanno ancora definiti gli ultimi dettagli, poi il programma sarà completamente definito. De Rossi e il suo staff hanno deciso di iniziare il ritiro nella Capitale l’8 luglio, tra le mura del Fulvio Bernardini, dove verranno inizialmente effettuati i consueti test medici e atletici per valutare lo stato di forma dei calciatori (nazionali esclusi) dopo le vacanze.

Prenderà poi il via la preparazione vera e propria: si lavorerà a Trigoria per ben tre settimane (fino alla fine di luglio) per poi dirigersi in Gran Bretagna per proseguire il lavoro atletico e giocare anche qualche partita amichevole. L’obiettivo di De Rossi è di arrivare in perfetta forma per l’inizio del campionato, previsto per il weekend del 18 agosto. Scartata dunque l’ipotesi di un ritiro in montagna vecchio stile: dopo un’attenta valutazione, lo staff ha optato per questa soluzione.

Fonte: Il Tempo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

 

Articolo precedenteRoma, il belga Bodart come vice Svilar: sorpassato Falcone
Articolo successivoDybala-Morata-Chiesa: Friedkin a Trigoria studia il tridente delle meraviglie

106 Commenti

    • Sfatiamo alcuni falsi miti: l’allenamento in montagna non ha alcun beneficio specifico. Da dei benefici organici l’allenamento in montagna ad altezze di almeno 2100 metri (dove nessuna squadra di calcio fa la preparazione). L’allenamento in altura è indicata per gli sport di pura resistenza quale il calcio non è. Detto ciò è chiaro che la vecchia prassi di andare a fare l’allenamento in montagna è dettato da altri motivi: isolare il gruppo squadra dalle distrazioni, rendere meno faticoso l’allenamento (anche se poi al caldo ci devi ritornare…il campionato inizia quando è ancora estate). Quindi, allenarsi a Trigoria non è necessariamente una resa. Dipende dalla voglia che si mette nella preparazione (se anziché fare allenamenti pesanti si va in gommone non è il massimo) e nelle scelte azzeccate dello staff perché non è affatto una garanzia che più ti alleni e meglio è, altrimenti andrebbero tutti a correre per 5 ore al giorno sull’Himalaya. Ultima cosa: la preparazione in montagna non ha nessun costo per i club che, viceversa, vengono corteggiati dalle località ospitanti. Molte squadre fanno la preparazione nei centri sportivi (se grandi come Trigoria, organizzati e attrezzati meglio di qualsiasi ritiro…molto molto meglio) e corrono poi tutto l’anno.

    • Non riesco proprio a capire…settimane fa era scritto dappertutto che De Rossi rivoleva la preparazione al fresco in altura… o erano fake news o Danielino ci ha ripensato per qualche strano motivo.

    • @rr infatti per questo l’anno scorso il ritiro lo facevano in Portogallo in un resort a 5 stelle in piena alta stagione

    • Chiedeteve dove fanno il ritiro Real Madrid, Barcellona , Juve , Inter, Milan etc etc …
      madrid , barcellona e pianura padana , luoghi conosciuti per la frescura estiva.😄

    • Ecco serviti quelli che pensavano che con DDR, siccome vuole “a gente che core…”, si sarebbe fatto il ritiro in montagna.
      Questi non vogliono cacciare i soldi nemmeno per due settimane di ritiro.

    • Riflettete un attimo, tra campionati europei, coppa america e parecchi acquisti da fare, in montagna chi ci portavi l’8 luglio? Karsdorp? Belotti? Shomurodov? Più una manciata di primavera?
      Avevo già espresso il dubbio quando era uscita la notizia, sarebbe stata una spesa inutile, tanto per fare un po’ di scena.
      Il vero ritiro sarà quello che si svolgerà alla fine di luglio.

    • “ Chiedeteve dove fanno il ritiro”

      Invece di squadre di altri pianeti, sono andato a vedere i ritiri estate 2023 di due delle squadre più atleticamente dominanti della scorsa stagione, che ci sono arrivate giusto sopra, ossia Atalanta e Bologna.
      La prima a Clusone in Val Seriana, l’altra in Alto Adige.
      Devono essere dilettanti sprovveduti.

      P.S. Il ritiro lontano da casuccia non è tanto dettato dalla necessità di ossigenarsi quanto di concentrarsi e non distrarsi. Non credo che il Real Madrid abbia il problema della mancanza di mordente e concentrazione che si riscontra a Trigoria da anni…

    • Peccato, un’altra occasione persa.
      Tra l’altro in montagna avrebbero avuto anche una discreta quantità di tifosi al seguito (il che non fa male se ti spingono ad allenarti come si deve).

    • 170 volte meglio l’allarme che conosco come le mie tasche…

      ventilato il triplo, mai 30 gradi…

      ❤️🧡💛

    • quel cattivone di Mourinho non ci portava mai in montagna a fare il ritiro eccove serviti.
      stanno a Roma perché devono stare vicino a mogli e figli.
      De Rossi è uno di questi.
      comunque se vanno in ritiro fuori i soldi te li danno, non li spendi.

    • rr .

      Intanto per precisare quando vai a fare questi ritiri ci sono i comitati che ti ospitano che ti danno i soldi e non sei tu che li cacci, andare in ritiro presso una struttura di montagna potrebbe portare al massimo sui 300 mila euro, questa cosa non la dico solo io ma se sentigli addetti ai lavori te lo spiegano tanto è vero che anche Mario Somma l’altro giorno per radio lo ha ribadito e ha parlato anche delle differenze tra farlo in montagna oppure no, detto ciò la preparazione al livello montano serve soprattutto per una questione di recupero Psicofisico notturno in quanto l’aria è molto più fredda consentendo appunto il recupero, ma i carichi di lavoro li puoi fare nello stesso modo anche al livello del mare , vale a dire a trigoria dove tra l’altro il centro è all’avanguardia, la differenza è che i carichi di lavoro non li puoi fare nelle ore calde quindi devi lavorare la mattina presto e la sera quando l’aria ti consente di non stressare troppo il fisico e fottere il lavoro che stai facendo, per quanto riguarda appunto il recupero psicofisico, questo avviene la notte con l’ausilio dell’aria condizionata che è tarata nell’avere quel microclima costante alla temperatura di recupero inoltre non dimenticare che i giocatori hanno a disposizione anche le vasche criogeniche per il recupero post allenamento, quindi è inesatto dire che non andiamo in montagna perché non vogliono spendere, inoltre va detto che quando fai la preparazione in montagna dopo ci vuole un certo periodo di assestamento prima di riuscire ad essere performanti quando si torna a quota mare , quindi il vantaggio di farlo qui sta anche nel fatto che sei già pronto per partire senza periodi di adattamento, se non ci credi chiedi a chi fa queste cose di mestiere e fa il preparatore nelle squadre di calcio

    • Rega’ questo e’ per far comprendere perche’ il mio nik non l’ho scelto a caso.

      La preparazione fisica nel calcio si svolge con le modalità pensate più di 50 anni fa dall’Olanda di Cruijff e Michels: dei veri visionari che hanno cambiato per sempre il calcio non solo per quanto fatto in campo.

      Cambiano i tempi e’ le modalita’ di allenamento, quello di 50 anni fa era un calcio piu’ tecnico e meno fisico il contatto fisico oggi nel calcio e’ portato all’estremo la velocita’ di eseguire un gesto tecnico avendo il controllo palla abinato alla coordinazione ed al movimento fa la differenza.
      Johan Cruijff non e’ stato solo un grande calciatore e’ nella sua semplice filosofia che ha dato il meglio di se stesso al calcio, dove ha trasferito la sua conoscenza e quello che ha potuto comunicare da cio’ che ha imparato prima all’Aiax e che ha sperimentato e approfondito nel Barcellona, ha dato indicazioni fondamentali a tutti ed oggi molti allenatori seguono cio’ che il profeta ha insegnato.
      Lui diceva testualmente:

      “Il calcio consiste fondamentalmente in due cose. La prima: quando hai la palla, devi essere capace di passarla correttamente. La seconda: quando te la passano, devi saperla controllare. Se non la puoi controllare, tantomeno la puoi passare”

      – “Alla radice di tutto c’è che i ragazzini si devono divertire a giocare a calcio”

      – “La palla è una sola, quindi è necessario che tu ce l’abbia”

      – “Tutti gli allenatori parlano di movimento, di correre molto. Io dico che non è necessario correre tanto. Il calcio è uno sport che si gioca col cervello. Devi essere al posto giusto al momento giusto, né troppo presto né troppo tardi”

      – “La creatività non fa a pugni con la disciplina”

      – “Nella mia squadra il portiere è il primo ad attaccare e l’attaccante il primo a difendere”

      – “Giocare a calcio è molto semplice, ma giocare semplice nel calcio è la cosa più difficile che ci sia”

      JOHAN CRUIJFF

  1. Si si…voglio proprio vedere che preparazione faranno in quella valle di trigoria con 40 e rotti gradi all’ombra.
    Ciao mister…..è stato un piacere averti con noi!!

    • è stato preso apposta: non ha nessun potere contrattuale (in questo momento) per impuntarsi. però la gente si abbona… pensa te.

    • …mi viene da pensare che i giocatori per loro comodità (non allontanarsi dalle famiglie) chiedano la permanenza a Roma

    • “ mi viene da pensare che i giocatori per loro comodità (non allontanarsi dalle famiglie) chiedano la permanenza a Roma”

      E non solo a te viene da pensare questo.
      Che la comodità dei giocatori, non il successo della squadra, sia la priorità assoluta in tutte le cose della Roma e in ogni momento della stagione mi è venuto in mente da un sacco di tempo.

  2. Calcolando che per correre normalmente vado alle 9/10 durante tutto l anno anche più tardi in inverno adesso vado alle 7 di mattina perché fa già caldo mi immagino a luglio dentro Trigoria alle 10 del mattino ,ma a chi stiamo in mano …mago Oronzo?

    • infatti con molta probabilità lo staff non li farà fare alle 10 della mattina…ma in orari più consoni

  3. eh tutti al fresco giustamente….so stanchi, appena vinto campionato e champion…gliela vuoi dare una promozioncina,me pare giusto

  4. La mia spiegazione di questa scelta è che è inutile partire per il ritiro se non hai la squadra…
    la Roma infatti tra vendite ed acquisti quest’anno cambierà moltissimi giocatori, temo però che si stiano muovendo con grave ritardo e la preparazione per tre settimane a 40° non promette niente di buono.

  5. a che pro andare in montagna se mezza squadra non ci sarà?
    a che pro andare in montagna se non hai le attrezzature di un centro sportivo all’avanguardia?
    (correre sull’erbetta verde è solo una minima parte della preparazione)
    a che pro andare al fresco se poi dovrai giocare al caldo?

    no, su questo sono d’accordo.
    le critiche non hanno senso

    • Wtf ti posso dire una cosa , ti alleni alle 10 di mattina a luglio con 35 gradi su un ora di allenamento 10 minuti ti servono e 50 minuti sono solo di fatica che non serve ad una mazza , se fosse il contrario si allenerebbero non alle 10 ma alle 12.00 cosi fa ancora piu caldo , sprechi solo energie .
      Fidati

    • esatto ….ma faglielo capire a questi allenatori atleti e commercialisti …..

    • Lup man il problema è il caldo , se vai anche in polonia e fa 20 gradi tialleni per un ora con intensita e carichi che sfruttano tutta l ora se lo fai dove ci sono 35 gradi e il fisico gia di per se deve sopperire all acclimatazione del caldo la risposta dello sforzo fatto va di molto inferiore a quel 100% di carico .
      Chiedetevi perche le finali di atletica a roma le hanno fatte tutte dalle 18.00 in poi e non siamo a luglio , prova a far te una 10 km alle 12.00 fanno tempi da amatori o muoiono sul campo.

    • nando mi sono allenato per anni correndo a giugno luglio alle 13.
      ovvio che è meglio il fresco!

      ma se poi devi giocare diverse partite (agosto e settembre) con il caldo, non soffri in allenamento ma soffri in partita

      poi quando si aggregano i nazionali se vanno in Inghilterra troveranno più fresco

      avranno fatto le loro considerazioni su tempistiche e modalità

      nel calcio moderno, anche se non ci piace, le preparazioni sono differenziate e personalizzate, vengono effettuate compatibilmente con una stagione lunghissima in cui devi essere sempre al top (in teoria)

      non c’è più modo e tempo di fare le preparazioni secondo i vecchi concetti.

      sinceramente non sono aggiornato da anni, e non so se questo è un fare di necessità (business) virtù, oppure i metodi attuali sono effettivamente migliori, ma ormai è così.

    • Certo Nando, anche io quando mi preparavo con le ripetute non le facevo d’estate a mezzogiorno. Non la metterei sul “i professionisti con i professionisti” come altri, qui di fanno due chiacchiere tra tifosi, altrimenti non si potrebbe parlare di mercato, di tattica, di tecnica …

    • Il nodo principale è proprio quello: quanti della rosa titolare della prossima stagione avrà a disposizione DDR l’8 luglio? Forse una manciata?
      Che ci vai a fare in montagna, un impegno comunque dal punto di vista organizzativo, se non hai nessuno da portarci, tranne esuberi e volenterosi giovanotti della primavera?

    • Nando Mericoni ” Chiedetevi perche le finali di atletica a roma le hanno fatte tutte dalle 18.00 in poi e non siamo a luglio , prova a far te una 10 km alle 12.00 fanno tempi da amatori o muoiono sul campo.”

      Ti sei risposto da solo, stai parlando di una prova di forza e resistenza… ha un allenamento differente dal calcio…. visto che parliamo di atletica e fatica e caldo , se fosse prettamente come dici tu , mi spieghi come fanno gli atleti professionisti africani ad allenarsi che nei loro paesi fa decisamente più caldo di quello che abbiamo qui, eppure mi sembra che in certe competizioni siano i più forti soprattutto nelle maratone e nel fondo…. è solo una questione di metodi di allenamento studiati appositamente per far rendere l’atleta anche quando si allena in condizioni estreme

    • ER MICIONE DE ROMA – quindi Gasperini è no scemo , cmq informati che non è che se so africani se allenano alle 13 sotto al sole del congo , magari se ripeto ti informassi vedresti che sono magari da altre parti del mondo a fare stage , ma che parlo a fare .
      Sai che ce hai ragione ciao

    • Meliconi devi stare zitto, non capisci nulla di calcio e nemmeno di preparazione atletica, devi solo stare zitto sei un incompetente a livelli astronomici.
      Avete 140 anni pe gamba a stento andate a correre (forse) e vi permettete di parlare di preparazioni atletiche che il vostro massimo livello sportivo è stato dare 4 calci al pallone al campetto dietro casa o il calcetto.
      Siete di una presunzione e di un incompetenza sportiva e culturale che la fate rabbrividire, dovrete solo tacere e tapparvi quella bocca inutile che vi ritrovate.
      Parlate di montagna totalmente a caso solo perchè nel 1800 si faceva così senza neanche sapere il perchè e volete che oggi nel 2024 ancora si seguano le regole che voi vi siete autoimposti perchè la vostra finta esperienza vi porta a parlare a vanvera.
      Me fate solo ride

    • Musica1987, la poca intelligenza si manifesta sempre in argomenti zero e nel insultare gli altri , perdere tempo con te e come darmi del cretino da solo , quindi continua come quell altro che ha scritto stamane magari sei sempre te con un altro nick , chiamami come vuoi insultami come ti pare di che so vecchi rimani sempre un poveretto che va su un forum ad insultare qualcuno che neanche conosceo.
      p.s.
      Io cmq la mezza maratona a Roma me la sono fatta Te do stavi sul divano ??
      Sempre in amicizia
      🙂 🙂
      è l ultima volta che ti rispondo scrivi quello che vuoi bacioni

    • chi te se inxula Meliconi!!!!! a maratona dattela in faxcia io tanto per dirtene una ho seguito la preparazione di Aleandro Rosi (pippone vero) perchè sai come si suol dire chi parla senza un minimo di sale in zucca è meglio che taccia, cosa che dovresti fare tu sull’argomento Roma e preparazioni varie.
      I cantieri sono il tuo mestiere, 104 dipendente

    • Musica…..hai parlato tanto ma non hai espresso un emerito K@%%0…..sei ancora in tempo, qui viene data voce pure a gente come te, illuminaci su come va fatta la miglior preparazione.

    • Nando Mericoni
      Caro Nando io e musica non siamo la stessa persona con due nick differenti…. mi dispiace per te che pensi che se più persone non la pensano come te allora siano sempre la stessa.
      Io ho espresso un concetto, che tra l’altro è stato ampiamente dibattuto da un certo signore che credo che di esperienza sul campo ne abbia più di tutti noi che scriviamo su questo forum, ovvero Mario Somma, quindi ognuno di noi avrà fatto le sue esperienze e le vuole condividere sulla chat , che siano più o meno valide, ma quando un professionista le spiega molto bene e in tutti in dettagli c’è poco da dire, ovviamente anche io come molti non essendo del mestiere tutti i dettagli di come si effettua una preparazione del genere non la so, anche se da giovane ho praticato l’attività, terza categoria con il Centocelle , ma sono passati tantissimi anni e le dinamiche nelle preparazioni sono cambiate e sono anche ben differenti da quelle che si fanno per i campionati maggiori , lo erano già all’epoca figuriamo oggi soprattutto visto che hai a disposizione attrezzature e tecnologie che prima non esistevano.
      Detto ciò ovvio che prima di scrivere nel mio piccolo mi sono documentato chiedendo anche a qualche amico che fa il preparatore di mestiere e qualcosa me lo aveva spiegato, ma appunto il signor Somma è entrato in tutti i dettagli di questo tipo di preparazione fatta a quota mare e con il caldo che ha fugato le mie perplessità, quindi forse anche tu dovresti documentarti un pochino di più senza essere arrogante come quello che se sa più degli altri, per quanto riguarda gli atleti africani è vero che si allenano anche al di fuori dei loro paesi, ma quando iniziano ad essere affermati , quando ancora sono sconosciuti al grande palcoscenico si allenano nei loro luoghi di provenienza e non hanno nemmeno tutte le comodità e tutte le infrastrutture che gli danno dopo….

  6. e va beh ..
    la scorsa stagione, nelle prime 6 partite di campionato, abbiamo rimediato 3 sconfitte, due pareggi e 1 vittoria ..
    e da Settembre era gia’ chiaro che sarebbe stato un altro anno di M….A .. e praticamente, cosi’ fu ..

  7. “lo staff ha optato per questa soluzione”…

    Ha stato il texano, la ce sta l’everton .

    N era meglio la montagna no eh !

  8. Ma che je dice er cervello…… E c’hanno fatto pure un’attenta valutazione….. Forse tre settimane in montagna costavano troppo….E pensare che in montagna ce vanno le quaglie……Forse che sono più furbi?….

    • Per la cronaca, tra l’altro, le squadre di serie A in ritiro ci vanno gratis (anzi vengono pure pagate dal Comune che li ospita) perchè riempiono i paesi di turisti

    • Sull esperienza delle passate annate POSSIAMO ALMENO pensare si tratti di una scelta “azzardata”? 😏

    • Quelli c’hanno i campioni, corre je serve a poco, svegliate. In un ipotetico match Roma-Real Madrid che non vedremo per i prossimi 35 anni ma vabbè, puoi vincere solo se il Cristante di turno corre il triplo di Bellingham, non se corrono uguale perché nessuno dei due fa il ritiro in montagna.

  9. Spending review sul ritiro è da pulciari, potrei capire un centro sportivo al nord in collina, ma qui a Roma con il caldo…. poi via in Gran Bretagna per prendere i soldi delle amichevoli.

    Notizia talmente assurda da sembrare surreale

  10. tra europei coppa america ed acquisti fatti in ritardo le prime settimane ci sarebbero solo giovani e seconde linee.. quindi a cosa servirebbe?

  11. e già parte n artra lagna:
    “nun se vò sali’ in montagna”
    e se cerca la magagna
    nell’ anna’ su in Gran Bretagna…

    eh, se sa che in ne sti fori
    tutti so’ preparatori,
    tutti so’ assai più mijjori
    de li mejjo allenatori…

    io qua aspetto co’ fiducia,
    esse sesta un po’ me brucia
    ma m’affido a la speranza
    che se vojja cambia’ danza

    e che chi sta a programma’
    sappia bene quer che fa!

  12. ma non era de rossi che avrebbe cambiato la preparazione? società scarsa va a fare amichevoli per raccogliere un po d soldi !! che dire

  13. Le squadre della premier non fanno ritiri in montagna.
    E non devono neanche abituarsi a giocare alle nostre temperature.
    Però corrono più di tutti.
    Come si spiega?

    Pensa che con i progressi fatti dalle scienze motorie il successo di una preparazione
    dipenda ancora dall’andare al fresco è un po’ ingenuo.
    Ci sono atleti che hanno preparato le Olimpiadi a Dubai.
    E su….

    I nostri li puoi portare anche a Turku, ma restano lenti.

    • i progressi delle scienze motorie..Original vai tu a Dubai..io me metto in camera cò lo speck del Trentino..eh eh eh

  14. ah, PS,
    e per i geni che parlano ti taglio costi,
    guardate che è il contrario:
    quando vai in quelle località amene le amministrazioni locali, oltre ad offrirti il soggiorno,
    ti pagano anche (il Napoli in Trentino ha preso 4 Milioni).

    • @Anto, hai voglia a cercare di spiegare i ragionamenti che stanno dietro la decisione di non voler necessariamente partire per un ritiro in una località montana…hai voglia a cercare di far capire che, ad esempio, il Cristante di turno non diventerà mai particolarmente dinamico per ovvi limiti e struttura fisica anche se facesse una preparazione mirata in montagna…criticano tanto Marione ma, in fin dei conti, il modo di ragionare e di lagnarsi ad ogni costo non è poi così distante…

  15. In questa società non esiste la normalità, quella di avere un ds Italiano e un dg che sappia come muoversi in Italia, una conferenza stampa di presentazione del ds, sentire la voce del presidente almeno 2 volte l’anno, che qualcuno ci difenda quando siamo sotto attacco arbitrale e politico, un ritiro come tutte le squadre di un certo livello fanno . Ma

  16. Quale è la fonte del Tempo ?
    altrimenti posso pensare che siano solo fantasie del cronista per riempire la pagina sportiva.
    Anche perchè una buona percentuale delle notizie date dal Tempo si rivelano farlocche.

  17. Sempre critiche. L anno prossimo non siamo in ballo, occorre risparmiare. Questo è l imperativo categorico, rende coerenti tutte le scelte fatte.

  18. si può fare una buona preparazione anche in casa,sicuramente faranno palestra anche per prevenire infortuni poi forse l corsa la intensificano in gran Bretagna dove non mancano le colline. . .ci sono molti modi di pianificare una preparazione,sempre più personalizzata. . . vedremmo

  19. Se hanno deciso così è perché a luglio cambieranno molti giocatori quindi è inutile impazzire a organizzare in montagna che per farlo ti devi comunque muovere prima…

  20. C’avete da mette bocca su tutto, oltreché la quasi totalità de voi non ha mai visto ne un pallone ne un campo regolamentare ma “spara” comunque sentenze su moduli, formazioni, calciatori ecc ecc, mò addirittura mettete pure bocca su come e dove se deve fa’ la preparazione pre-campionato… è robba da matti! Ma l’avete mai visto il centro sportivo di Trigoria dall’interno e come è organizzato? Ma de che cianciate?
    Siete peggiori dei giornalisti che se inventano ‘na decina de nomi al giorno dei prossimi acquisti e che criticate tutti i giorni!

  21. Considerando i confort e le attrezzature della struttura di Trigoria credo che i calciatori hanno ambienti eccellenti per un recupero di energie:

    Palestra
    Piscina
    Criosauna
    Tutto cio’ necessario per la fisioterapia e benessere, dove possono svolgere un lavoro senza distrazioni.

    Credo che DDR sa bene cosa significhi fare un ritiro precampionato, questo ci deve rassicurare.

    I dubbi mi vengono sulla composizione della rosa in quanto alla Roma non saranno sufficienti 5 – 6 nuovi acquisti titolari per essere competitivi, ce ne vorra’ il doppio per completarla, chi rimarra’…..
    Lo sanno solo DDR, Ghisolfi e Ricchio.

    Comunque un’idea ce l’avremo dopo le convocazioni per il ritiro a meno che strategicamente saranno tutti convocati per non far calare il valore di alcuni che sono destinati all’esclusione.

    Attualmente i calciatori tesserati sono questi e molti di loro non danno valide sensazioni

    SVILR, MASTRANTONIO

    MANCINI, NDIKA, SMALLING, KUMBULLA, KERAMITSIS.

    CELICK, KARSDORP, ANGELINO.

    PAREDES, CRISTSNTE, PELLEGRINI, BOVE, AOUAR, ZALEWSKI, DARBOE, VETKAL, PISILLLI, PAGANO.

    DYBALA, BADANZI, HABRAHAM, ELSHAARAWI, BELOTTI, SHAMURODOV, SOLBAKKEN, JOAO COSTA.

  22. Spero vivamente di sbagliare ma quello che è successo lo scorso non è servito. Allenarsi a Trigoria con 40 gradi all’ombra se va bene in pieno luglio significa non allenarsi almeno sul campo. Abbiamo visto come la squadra era in pesante ritardo di preparazione ma evidentemente si pensa di ripetere l’esperienza per ragioni che sfuggono a noi poveri tifosi.

  23. Questo mi sembra un errore grossolano. Si dovranno allenare di notte, come fanno in Arabia. Per poi venire qui in Inghilterra (dove oggi fanno 15 gradi e anche ad inizio agosto spesso il clima è quello di Roma a inizio novembre) e poi tornare di nuovo al caldo. Spero ci sia del metodo.

  24. “Dopo un’attenta valutazione lo staff ha”… stabilito che tutti quelli che da che calcio e’ calcio, hanno ritenuto, ritengono e sempre riterranno, che la preparazione va fatta in un certo modo ed in certe condizioni, non hanno capito, non capiscono e mai capiranno niente, e che loro, i nuovi fenomeni, ne sanno di piu’. Spero abbiano ragione. Io ho i miei dubbi ma mai come questa volta spero di sbagliarmi.

  25. La differenza non è il dove ma il come . Puoi andare anche sul cervino ma se durante l’allenamento guardi er falco pellegrino ce fai poco. Poi parliamoci chiaro, e chiedo scusa ai podisti del forum, ma i calciatori corrono? Su un tempo effettivo di 55/60 minuti quelli che corrono di più percorrono circa 10 km, dei quali il 70% trotterellano. La corsa è un’altra cosa. Loro lavorano sulla forza esplosiva per gli scatti e sull’intensità per il ritmo. Epe fa questo la montagna non serve a nulla.

  26. a chi dice che andare in montagna non serve… cerco di riportarvi quello che disse uno dei nostri preparatori dello scudetto 2001 (non mi ricordo il nome…). In pratica il maggior beneficio è che i muscoli in montagna non si allenano disidratati, cosa che avviene in un clima caldissimo come quello di Roma da metà luglio in poi. Il muscolo disidratato crea fibre delicate (che in futuro saranno più predisposte a rompersi o lacerarsi), e nell’immediato la disidratazione può creare piccoli infortuni che bloccano la preparazione stessa e che quindi a catena porteranno ad altri infortuni che ti rovinano la stagione perché non trovi regolarità e sicurezza.
    Non è un caso che le squadre che da qualche anno non vanno più in montagna hanno aumentato enormemente il numero di infortuni.

    • La montagna non c’entra niente con gl’infortuni, è il numero e la frequenza delle partite oltre all’intensità delle stesse e agli sforzi individuali, alla fisiologia di ciascun calciatore, all’alimentazione, ai tempi di recupero, al fondo del campo su cui si gioca, alle ore di sonno, al tipo di riscaldamento… ecc.
      Non è che siccome c’è stato uno che nel 2000 ha detto una cosa quella cosa diventa il Verbo, io penso parafrasando lievemente il Sommo: forse più che la montagna potè la Rosa di quella Roma… e sono passati 24 anni da allora e molte cose sono cambiate e il calcio non è più quello di allora.
      Non sarà che peccate di presunzione (e incontinenza), dal momento che proprio non ce la fate a trattenervi dal pontificare su cose di cui non sapete un fico secco, al contrario di coloro che nella Roma formano un Team d’eccellenza (Allenatori, medici, preparatori, fisiatri)?

  27. A luglio si rimane a Trigoria per fare allenamenti ridotti,ci sono i bimbi da prendere all’ uscita del campo scuola
    il bel gioco…

  28. Ps. È questo il motivo per cui questo tecnico accetta l’ennesimo “non ritiro” a Trigoria continuando la tradizione fallimentare.
    La montagna e, soprattutto l’isolamento, sarebbe servito anche per dare compattezza alla squadra e un forte segnale di discontinuità con le precedenti gestioni tecniche. Ma niente, forse costa troppo a questa proprietà e/o costa troppo stare lontano dai propri cari e dalle loro comoditá ai “senatori” (che continuano a rimanere e continueranno a rappresentare le metastasi della attuale Roma).

  29. Correre a 40* con l’80% di umidità non è come farlo a 20* col 50-60% di umidità.
    Le ragioni dell’ennesimo ritiro a Trigoria con seguito in Gran Bretagna è oggettivamente poco comprensibile.
    Se come evidenziato da alcuni, ad inizio luglio la squadra sarà verosimilmente ampiamente incompleta, si sarebbe potuto fare comunque a fine luglio una seconda preparazione in montagna per i reduci da Europei e per i nuovi arrivi.
    A questa società mancano veramente ancora tante ma tante cose: sembrano arrivati ieri.

  30. I paletti uefa messi anche a trigoria, comunque la storia della montagna non è del tutto vera, gli atleti che fanno atletica leggera fanno foothing nelle.ore calde mattutine e non alle 6, e nel tardo pomeriggio, l’altitudine non è sempre sinonimo di ossigeno puro, comunque in base al lavoro che dovranno fare , avranno programmato bene, non credo sia per i soldi

  31. I parametri di migliore allenamento muscolare, penso li stabilisca la medicina e penso ne sappia di più di tutti noi Vegemite, poi c’è chi nega la scienza medica e allora qualsiasi discorso decade😂.
    Se la notizia è vera, non è una bella notizia e parlo solo perché la preparazione atletica è stata oggetto da diverse stagioni anche precedenti ai Friedkin di forti critiche e rifare la stessa cosa non mi pare offra nessuna garanzia di successo. L’unica variabile potrebbe essere che prima non hanno mai fatto un caxxo e ora con chi per primo faceva come gli pareva nelle sedute di allenamento, daranno il fritto. Tutto può essere😂
    Io ho sempre pensato che se forzi l’allenamento a soggetti incriccati li spacchi😂 quindi prima di tutto costruirei una rosa di atleti sani.
    Dopo di che a me non me ne può fregare di meno dove e come si allenano, basta che poi non diventa un alibi che ci li fa trifolati. 😂
    Forza Roma

  32. Mei cojoni… scelta azzeccatissima!
    La campagna di Trigoria, come location estiva, si attaglia alla “preparazione” degli arrosticini allo spiedo!

  33. Sono d’accordo per la gran Bretagna ma nelle sedi del Chelsea è Manchester per fare un lavoro anche di palestra per i muscoli

  34. Se metti un insieme di brocchi/semi brocchi a fare preparazione dove ti pare non arrivi terzo o vinci una coppa, parere personale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome