Roma a Lecce per un vivere un weekend da seconda

54
1736

AS ROMA NEWSRiparte la caccia ai tre punti. La Roma, che di solito con le “piccole” non ha quasi mai sbagliato quest’anno, è di scena a Lecce per rimettere il Milan alle spalle e volare al secondo posto in classifica, in attesa della partita dell’Inter di lunedì prossimo sul campo della Samp.

I rossoneri ieri sera hanno domato a fatica un buon Torino: un colpo di testa di Giroud ha permesso a Pioli di respirare. La corsa Champions dunque resta vivacissima e dall’esito imprevedibile. Dybala e compagni devono rispondere presente, anche per sfruttare lo scontro tra Lazio e Atalanta che si giocherà subito dopo.

Il Lecce è un avversario insidioso, specialmente in casa. I salentini tra le proprie mura hanno mietuto vittime eccellenti, battendo Atalanta e Lazio, e imponendo il pari a Milan e Fiorentina. Servirà una Roma al massimo per portarsi a casa i tre punti.

Josè Mourinho non farà calcoli in vista della ripartenza dell’Europa League e rimetterà in campo la squadra migliore, e cioè quella che sabato scorso ha battuto l’Empoli per due a zero. Ma i giallorossi in panchina ritrovano un giocatore che, se dimostrerà di stare bene, può diventare l’arma vincente di questa seconda metà di stagione.

“I primi minuti si avvicinano”, ha scritto ieri Gini Wijnaldum. Che oggi con ogni probabilità tornerà a giocare una partita ufficiale dopo mesi e mesi di estenuante attesa, sua e dei tifosi romanisti che vedevano nell’olandese quel giocatore capace di far fare il salto di qualità alla mediana giallorossa.

Quello che però può fare la differenza è lo spirito di gruppo, l’entusiasmo, la volontà ferrea della squadra di raggiungere un obiettivo fondamentale per le ambizioni del club. L’addio di Zaniolo ha indebolito numericamente la rosa, ma potrebbe aver cementato ancora di più quella “famiglia” di cui parla più volte l’allenatore portoghese.

Che deve restare unita e concentrata, continuando a fare punti. La Roma al momento ne ha ben 8 in più della passata stagione. A dimostrazione del buon lavoro fatto fino ad ora da Mou e dalla società. Ma ora bisogna non fermarsi.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteLECCE-ROMA: le ultime sulle probabili formazioni
Articolo successivoSergio Oliveira: “Zaniolo ha fatto la scelta giusta, qui crescerà. Mourinho? Mai visto un allenatore così…”

54 Commenti

    • Amico mio, a me mi viene in mente la finale di Coppa dei Campioni per non parlare della successiva sconfitta del 20 aprile 1986 contro il Lecce retrocesso e quel quasi scudetto già attaccato sulla Magica Maglia della Roma che chiede ancora giustizia a quel 2-3, perché il pallone non voleva entrare. Detto ciò, il passato è passato e non ritorna più se nonché per farci male. Pensiamo al presente e prendiamoci un 0-1 risicato con un autogol e andiamo avanti.
      Sempre Forza Roma!!

    • non iniziamo con voli pindarici …. secondi nel weekend…iniziamo come con l’Empoli …poi si vedra

    • La “verità di fede” che se battevamo la Cremonese avremmo perso con l’Empoli diventerà come quella che non si può giocare a quattro perché “non abbiamo i terzini”.
      Non conta COSA si dice, ma CHI lo dice…

    • Normale… era alla nostra portata, l’ unico turno facile, come lo ebbe il Napoli…Doppia ingenuità tecnica, nel senso, dli errori del Napoli li abbiamo perseguiti anche noi…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • A me dell’eliminazione da parte della Cremonese non me ne freca niente.
      Con 2 altri giocatori in meno da gennaio, la Roma non può reggere su 3 tornei.
      Gli scontenti possono chiedere spiegazioni a Pinto.

  1. Quello che conta e’ cio’ che resta, il passato non lo dimentica nessuno, il presente parla chiaro 8 punti in piu’.
    Andiamo a Lecce per portare a casa i 3 punti, conta solo quello.
    SEMPRE FORZA ROMA 💛❤️

  2. Partita complicatissima, loro sono in buona forma! Speriamo bene, che la fortuna vi assista. Temo molto l’arbitro con il casino che ha combinato lo scorso anno, mi piacerebbe ripasse ai danni che ci ha fatto, ma non ci spero! Oltre ad essere scarsi gli arbitri sono in mala fede.

  3. Vero, come io non dimentico le porcherie di Aureliano e Guida di Torre Annunziata. ..
    Ieri un Milan ridicolo ha vinto, immeritatamente col Torino. Con l’arbitro che faceva finta di non vedere i falli dei milanari.
    Da l’altro lato stanno facendo una campagna difensiva per far restituire i 15 punti alla juve.
    Tutto ai nostri danni.
    Quando si parla di Roma -Cremonese bisogna fare la disamina a 360 ¤ , vero che i colpevoli principali siamo noi, ma ci sta sempre un rigore su Pellegrini a fine primo tempo che avrebbe cambiato l’esito della gara

  4. Confidando nella massima attenzione a questa partita da parte della Roma, visti gli spiacevoli trascorsi che abbiamo con i salentini, ricordo inoltre che sabato scorso il Lecce ha vinto agevolmente a Cremona, contro coloro che ci hanno eliminato dai quarti di coppa Italia all’Olimpico.

    • la riflessione Lecce-Cremonese è del tutto inutile. 2 o 3 anni fa avevamo appena battuto il Barcellona, perdendo subito dopo con la Spal. Con tale stesso ragionamento vuol dire che la Spal fosse più forte del Barcellona.
      Ma mi faccia il piacere🤌

  5. Se e’ vero quel che dice l’imperatore di Setubal (e non oserei dubitarne…) e cioe’ che non siamo in grado di giocare (con successo) due partite alla settimana, dovremo per forza lasciar andare l’EL…

    Peccato essere usciti da questa Coppa Italia…

    • Ma ‘nfatti, già so’ che sta pe’ arivà n’antro rodimento de qulo terificante. Mo vojo vedè che squadra mette in campo contro er RB Salisburgo… Uscì a li sedicesimi me farà volà er cervello come na rondine a primavera

    • Enrico ma visto che ci sono ancora da assegnare ben 51 punti, (sono proprio tanti 51!) non sarebbe invece il caso se proprio ci fosse bisogno come dici tu, di puntare di più sulla sfida di Europa League rispetto al Lecce?
      L’ Europa League mai come quest’anno è di altissimo livello, Barcellona, Manchester United, Aiax, Arsenal oltre a Juventus e Shakhtar Donetsk ancora in gioco; se passassimo il turno entreremmo nei quarti con squadroni e sarebbe molto positivo per visibilità e prestigio.
      Scusate, ve la dico tutta, ma ho la netta sensazione che da qualche tempo il tifoso romanista “medio” si stia adagiando in una assuefazione alla mediocrità.
      Se poi il tuo discorso è dettato dal fatto che ritieni già persa in partenza la sfida col Salisburgo, allora mi arrendo…

    • Io credo che sia tutto legittimo, la libertà di pensare ciò che si vuole è sacra. Così come esprimerlo a parole.
      Ma elevare Mourinho, e con lui intendo qualsiasi essere umano e professionista, nessuno di questi immune dall’errare, a Oracolo di Delfi o Sibilla Cumana, mi sembra francamente troppo.
      A maggior ragione quando lo fanno persone cui riconosco spessore e raziocinio.
      Per volere ad ogni costo compiacere colui che si è eletto a infallibile guru, si cade poi in inevitabile contraddizione: perché “dovremo per forza lasciar andare l’EL” e “Peccato essere usciti da questa Coppa Italia” cozzano terribilmente tra di loro.
      La favoletta che vincere con la Cremonese avrebbe comportato perdere con l’Empoli è facilmente smontata dall’evidenza che alla fine i cosiddetti titolari hanno sopportato lo stesso minutaggio che avrebbero avuto iniziando la partita ed uscendo in corsa, magari a quel punto con un vantaggio più o meno rassicurante.
      E’ stata una gestione sbagliata, non so se addirittura dolosa, che ci priva della possibilità di una finale non certo impossibile da raggiungere con sole due altre partite.
      A quel punto, se si fosse incappati nell’eliminazione in EL, competizione molto più complicata e dura, avresti avuto ancora la possibilità di portare a casa un trofeo, tra l’altro la sospirata “decima” che inseguiamo vanamente da 15 anni.
      Abbiamo riempito di strali Capello per la sufficienza e sciatteria con la quale affrontava queste competizioni per poi ritrovarci a fine anno con la bacheca vuota.
      E Capello non sarà Mourinho, ma non era considerato molto diversamente all’epoca.
      Mourinho no, è al di sopra del bene e del male…è un atto di fede.

    • Ho capito… ma allora, i tifosi, cosa riempiono lo stadio a fare se non ci sono aspettative? Non serve andare avanti e contare anche sugli introiti del pubblico pagante? Il ranking? Il blasone? Il parere nostro? Insomma nun contamo niente…

    • Caro Nick, francamente penso che magari i sedicesimi li passiamo ma poi, come ricorda giustamente Frank65, in EL ci sono squadroni da paura…

      E caro Frank, contro UTD o Barcelona potremo passare il turno senza far giocare (alla morte) tutti i titolari? Gli stessi che tre giorni dopo dovrebbero farci fare tre punti in Campionato…

      Caro DsJ, logicamente scherzo e il titolo di ‘Imperatore’ mi fa ridere ogni volta che lo scrivo… Però se fossi serio direi per me Mourinho, Liedholm e Capello sono di una spanna (abbondante) sopra agli altri. … e se Liedholm era Barone…

      Caro PB, noi contiamo un sacco, almeno per me (ma penso anche per i Friedkins…). Ma mi sembra più alla nostra portata arrivare tra le prime 4 che portare a casa l’EL… e dissipare risorse tra le due competizioni potrebbe farci ritrovare con un bel nulla in mano alla fine della stagione… cmq deciderà l’Imperatore di Setubal, come sempre…

      Ciao a tutti 🙂

    • Dove sta Jose di professione parla male di Mourinho, ne è talmente ossessionato da parlarne anche quando non c’entra niente.
      Mi sa’ che è Capello travestito.

    • Dove sta José…gestione dolosa mi sembra un tantino esagerato. Diciamo che Mourinho, così come Spalletti nel turno precedente, ha sbagliato nel sottovalutare l’avversario. La dietrologia non me l’aspetto da una persona del tuo spessore. Saluti e SFR

    • Mio caro Raging Wolf, sai che due pa@@e se stessimo tutti qui a stendere commenti agiografici su Mourinho…per fortuna non siamo in un consesso di Testimoni di Geova, anche se per un buon 90% si avvicinano molto.
      Peraltro provo sempre ad argomentare le mie tesi se ho qualche appunto da fare.
      Apprezza almeno il tentativo, se puoi.
      Purtroppo, o per fortuna, da buon ateo e scettico, non sono in grado di recepire verità rivelate.

    • Bruce, io ritengo Mourinho uomo di intelligenza superiore alla media. Conoscendo la sua storia, non può non aver compreso quanto ghiotta fosse l’occasione di raggiungere almeno la finale di Coppa Italia.
      Lui è un cannibale, non lascia niente per strada. La Coppa Italia presentava ormai un unico serio ostacolo, la finale. Il percorso in EL è invece lungo e irto di difficoltà, e ci vuole una buona dose di wishful thinking per pensare di arrivare in fondo, a meno di un ulteriore harakiri delle big come accaduto lo scorso anno. Ma è difficile prevedere un bis.
      Gli indizi per il “dolo” si trovano nelle dichiarazioni di Mourinho post partita Cremonese e quella con l’Empoli: non reggono, da qualunque parte le si veda.
      Spalletti innanzitutto sta per vincere uno scudetto e ha una ghiotta occasione per conquistare i quarti di Champions, quindi l’eventuale “sottovalutazione” da parte sua avrebbe più senso. E inoltre, contro la Cremonese è stato “tradito” da qualche titolare distratto, perché il Napoli B (con qualche spruzzata di C) la partita la stava comunque vincendo.

  6. “La Roma al momento ne ha ben 8 in più della passata stagione. A dimostrazione del buon lavoro fatto fino ad ora da Mou e dalla società. Ma ora bisogna non fermarsi.”

    Perfetto…magari lo capissero tutti !

    • Il problema, per alcuni, non è non capire che abbiamo 8 punti in più, Publio, ma dispiacersene, in quanto c’è di mezzo Mourinho che detestano. Tutto qua.
      W Mourinho
      Forza Roma

  7. Oggi gli Scout di Pinto monitoreranno Hjulmand del Lecce
    A fifa 2023 arriva fino a 81 di potenziale, non male buon giocatorino per una medio alta squadra.
    Sicuramente hanno usato la app per vedere ilpotenziale prospetto

  8. chissà che App. hanno usato Maldini e Massara per prendere De Ketealare a ben 35 mln…ad oggi non può attaccare nemmeno gli scarpini a Hjulmand…

  9. Abbiamo perso non una partita semplice con la Cremonese, ma la possibilità della stella d’argento sulla maglietta. Decima coppa Italia e stella d’argento. Che rosicata!!!! Comunque, oggi testa al Lecce. 0/2 al sessantesimo e spazio ai 5 cambi per far preservare i vari Dybala, Pellegrini, Matic … e dare minutaggio e maggiore consapevolezza e senso di appartenenza a Belotti, Wjnaldum, Camara, Solbakken… diamo un senso al loro lavoro settimanale. Facciamoli sentire giocatori. Devono giocare 20/25 minuti a partita e non 30 secondi. Vai con le rotazioni!!!! Forza Roma sempre!!!

  10. Zeno’, scusami…
    Accetto il tuo pensiero su Pinto, ma non lo condivido.
    Dai una lettura semplificata di un concetto molto più ampio, sicché tu trovi un capro espiatorio ed io una summa di colpevoli.
    Dal mercato invernale la Roma ne esce con uomini “in meno”, ma la colpa, dal mio punto di vista, è SOLO DI ZANIOLO!
    Tuttalpiù si aggiungano il suo circondario…
    Ma se il bimbominkia se ne andava per tempo, Pinto avrebbe posto rimedio con almeno un innesto.
    Che colpe ne ha lui delle tempistiche?!
    Io gli riconosco che, nell’incredibile difficoltà oggettiva di fare mercato, sia riuscito a “scaricare bene la palla-zaniolo”!!!
    Cosa alquanto difficile e per nulla scontata.
    Ora armiamoci di buona volontà e remiamo tutti nella stessa direzione.
    FORZA ROMA

  11. Tammy s’è sboccato,Paulo sappiamo il fenomeno che è ma la ciliegina sulla torta può metterla Anche Solbakken,ho questo presentimento…questa sera 3 punti sono fondamentali forza Roma

  12. Oggi tra l’altro giocano alle 14 le Ragazze, tifiamo anche loro: Forza Ragazze.
    Una partita importante contro l’Inter
    Ore 14 la 7.
    Forza Roma

  13. Vi lamentate dell’ eliminazione ?
    in caso di passaggio turno
    02/04 /22 Roma Samp per poi 2 giorni dopo
    04/04 Roma Fiorentina e 4 giorni dopo
    08/04 Torino Roma.
    Gia così e dura , ma ancora meglio
    23/04 Atalanta Roma
    25/04 Fiorentina Roma
    30/04 Milan Roma
    La SETTIMANA DECISIVA = 3 partite da niente.
    PS
    la juve deve vincere la Coppa Italia.
    Per le PayTV per il bilancio per gli sponsor per i tifosi.
    Per giocare una finale ( da perdere) rischiavi tutto …
    Entrare fra le prime quattro.
    Punto.

    • Ma che dici mai? Ieri mi sono arrivate le guardie sotto case, chiamate dai vicini stanchi degli ininterrotti festeggiamenti che sto inscenando da quando ho letto il tuo primo illuminante commento al riguardo…

    • “02/04 /22 Roma Samp per poi 2 giorni dopo
      04/04 Roma Fiorentina e 4 giorni dopo”

      Ma veramente siamo al punto che dovremmo aver paura di giocare due partite in casa, ravvicinate che siano, contro la Sampdoria e la Fiorentina di quest’anno…?

      Vabbe’, me ne faccio una ragione…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome