Roma all’attacco

24
500

AS ROMA NEWS – “Dobbiamo vincere, il pareggio non serve a niente. Dobbiamo rischiare tutto per vincere la partita perché il problema non è la qualificazione, ma arrivare primi nel girone“. Josè Mourinho sintetizza con queste parole la partita di questa sera, dove la Roma affronterà il Servette nel penultimo match del girone G di Europa League.

Dopo la brutta sconfitta di Praga, i giallorossi sono chiamati a battere gli svizzeri oggi e lo Sheriff all’Olimpico tra due settimane, e possibilmente realizzando tanti gol. L’obiettivo infatti non è passare il turno, ma farlo da primi. Un particolare non da poco, che permetterebbe alla Roma di evitare un playoff che si preannuncia terribile (diverse big della Champions, dal PSG al Manchester United rischiano di giocarlo) e volare direttamente agli ottavi di finale di marzo.

Molto dipenderà anche da quello che farà oggi lo Slavia a Tiraspol: in caso di vittoria dei cechi, insieme a quella dei capitolini, ogni discorso verrebbe rimandato all’ultima giornata. La differenza reti in quel caso sarebbe decisiva: la Roma potrebbe tentare la goleada contro lo Sheriff, compito più agevole rispetto a stasera. Il Servette sta attraversando un momento d’oro (ora è secondo nel proprio campionato, e punta alla vetta, distante appena due punti) e non vorrà fare brutta figura davanti al proprio pubblico.

Per questo stasera sarà importante prima di tutto vincere. Se poi la Roma ci riuscisse con qualche gol di scarto, tanto meglio. Ecco allora che Mourinho chiederà ai suoi più coraggio. In campo ci andrà una squadra più offensiva (probabile l’impiego di El Shaarawy con Dybala o Belotti e Lukaku), che avrà come compito quello di portare l’assalto alla porta difesa da Frick. Gol e punti sono l’obiettivo. Per riuscirci servirà una squadra molto diversa rispetto a quella distratta e spenta di Praga.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteDybala e Lukaku fanno gli straordinari. Chance per Aouar e Celik, rimpianto Azmoun
Articolo successivoEuropa League, Mou con l’incubo playoff: dal PSG allo United, quante big a rischio “retrocessione”

24 Commenti

  1. Se questi sono davvero in un buon momento e vorranno fare bella figura, attaccheranno.

    Il che porta a pensare che li attenderemo, per segnare in contropiede.

    Infatti giocherà elsa, che ha gamba.

    Mourinho ha detto che giocheremo per vincere, non per segnare molto.

    Ergo, tutti all attacco non credo si verificherà , se non nei soliti 15 minuti finali.

    Giocheremo chiusi, per vincere 0-1

    Il che va benissimo…

    Ma “tutti all’attacco “ non so se verrà davvero messo in pratica

    • ERA SUFFICIENTE UN PAREGGIO a Praga

      vincere 0 – 1 non và benissimo si dovrà fare anche goleada per riprendere il primo posto e evitare chi scende dalla CL.

    • Vincere, anche 0-1.
      Risparmiare energie psicofisiche per domenica, assolutamente. Specie nei centrali di difesa e centrocampo. Mancini, Llorente e Cristante non possono giocarle tutte.
      Ho visto alcune partite di Champions League e volendo acquistare, in quei ruoli, ci sono giocatori prendibili, migliori delle nostre tre/quattro mezze seghe e che militano in squadre non di primissimo piano, spero per gennaio la proprietà capisca che un esborso anche impegnativo può però tramutarsi in un più guadagno con l’accesso alla Champions 2024/25, con un paio di nostre risorse, fra cui il sempre migliore Ndika, andranno a giocare la Coppa d’Africa, spero non dover accettare i rientri di Kumbu e Sanches come la loro naturale sostituzione.
      Forza Roma, sempre!

    • Scusa, capisco che da molti anni ormai non ci si fa caso, ma se il soggetto del tuo discorso siamo “noi”, allora devi dire che giocheremo per vincere 1-0, non 0-1, a prescindere che si giochi in casa o fuori.

    • becker, necessario chiarimento, immagino.
      se dico VINCERE, la tua è semantica.
      oppure prendilo come un errore
      oppure ignoranza

      oppure prendilo e basta

    • Io spero che Dybala riposi, dato che non può giocare ogni 3 giorni…il risultato lo conosciamo bene da diversi anni: cala il suo rendimento e, soprattutto, si rompe.

    • Ha bisogno di riposare…a questo punto però probabilmente meglio con il Sassuolo…dove sarà disponibile anche Azmoun…

  2. Altro che goleada…pensiamo a vincere che non sarà facile. E speriamo che lo Sherif non perda con lo Slavia.

  3. “Sono cresciuto in squadre dove era impossibile pensare che il campionato fosse più importante come obiettivo dell’ Europa League. Se arriveremo in fondo alla competizione e dovremo fare una scelta, la faremo.”
    Dice MOURINHO.
    Si prevedono tempi duri per i supercomunicatori romani, non romanisti.

    “Erterzomontengaggihihih” “DovemoDaPuntaTuttoSurGambionado” cit.

    • Certo, a Mourinho non interessa nulla se la Roma a fine anno incassa i soldi della champions oppure no, tanto il suo stipendio lo prende lo stesso. Ciò fa capire che questo allenatore non fa l’interesse della società Roma ma solo il suo personale. E’ esattamente il contrario dell’allenatore aziendalista. Se i Friedkin lo accettano vuol dire che se lo meritano.

    • In realtà è cresciuto in squadre dove l’Europa League non si giocava praticamente mai (tipo Real), o quando si giocava era certamente dietro anni luce a Premier e FA Cup come importanza.

    • infatti col Manchester la EL e col Porto la EL l’ ha vinta Dezzerboli e Farriolo

    • Quindi per il Manchester è “impossibile pensare che il campionato sia più importante come obiettivo dell’ Europa League” ? Certo, certo. Per il Porto però forse si.

  4. Forse dobbiamo puntare più sullo Sheriff, non si sa mai. Partitona in casa con lo Slavia e tranquilla partita a Roma per la festa del girone.

    • Ma che dici? Qui sopra si sbandiera il terzo attacco del campionato a riprova che è solo una sensazione, il fatto che produciamo pochissimo a livello offensivo.

  5. spero.in una Roma equilibrata, con un centrocampo adeguato anche numericamente e veloce nelle ripartenze .. una Roma arrembante non la vedo proprio ..

  6. Io (con tutti i gesti apotropaici del caso) mi auguro anche un approccio magari” migliore” rispetto alla partita con lo Slavia….E’ sbagliato?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome