Roma all’esame di finlandese

60
1466

AS ROMA NEWSServirà una Roma di alto livello per battere l’HJK Helsinki sul suo campo (sintetico) e continuare a sperare di proseguire il cammino in Europa League. Un passo falso in terra finlandese significherebbe quasi certamente la retrocessione in Conference. 

Un’eventualità che Mourinho vuole assolutamente scongiurare. A quel punto paradossalmente per la Roma sarebbe meglio arrivare quarta ed essere eliminata da ogni competizione europea, per potersi concentrare unicamente sul campionato e su quel quarto posto che resta l’obiettivo vitale da raggiungere a ogni costo. Resterebbe però l’onta pesantissima di essere arrivati ultimi in un girone ampiamente alla portata.

Ma non è questo il tempo di fare calcoli. La concentrazione ora è solo sulla partita di stasera contro l’Helsinki. Le sconfitte contro Ludogorets all’esordio e contro il Betis all’Olimpico rendono impossibile puntare al primo posto, che sarebbe valsa la qualificazione diretta agli ottavi, senza passare per quella sorta di turno preliminare che ora i giallorossi sperano di giocare contro una delle squadre che scenderanno dalla Champions. E visto come stanno andando i gironi, il rischio di incontrare una big come Barcellona o Ajax è concreto.

Non c’è spazio per recriminazioni o rimpianti. Di pensare agli infortunati (recuperano Pellegrini e Karsdorp, ma non ce la fa Matic), o al terreno sintetico che favorirà i padroni di casa.Non è il momento di piangere, ma di vincere“, ha dichiarato emblematicamente Mourinho nella conferenza stampa di ieri, sintetizzando il compito dei suoi.

E battere l’Helsinki, una squadra modesta ma ben organizzata che ci terrà a fare bella figura davanti ai proprio tifosi, non sarà affatto scontato. Molto dipenderà dallo stato di forma degli attaccanti, chiamati a sbloccarsi. Senza i loro gol sarà difficile riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati. Ma a dargli una mano dovrà essere tutta la squadra, desiderosa di riscattarsi dopo il doloroso ko di Napoli. La posta in gioco è alta, quella di stasera è una partita da dentro o fuori. Vietato sbagliare. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteChampions League Femminile, ST.PÖLTEN-ROMA 3-4: clamorosa rimonta delle giallorosse e primo posto nel girone
Articolo successivoPoco turnover per Mou: contro l’Helsinki cambiano solo gli esterni

60 Commenti

  1. Mi aspetto una vittoria brutta e sporca. Se invece non dovessimo farcela…di nuovo in Conference no, per carità. A questo punto meglio arrivare quarti e testa al campionato e alla Coppa Italia.

    • la Conference andava bene l’anno scorso, è stato uno step di crescita dopo anni di zero titoli, tornarci sarebbe un fallimento, bisogna andare avanti non indietro.
      passiamo da secondi e speriamo di non trovare barcellona ecc nel preliminare …
      cmq credo che quest’anno il vero trofeo sia il 4′ posto, con tutto quello che porta, soldi tanti e prestigio.
      siamo fuori dal giro da troppo.

    • @Paolo B. …… NO non si può essere certi niente !
      Tolti Napoli e Milan che si giocheranno il campionato,

      vedo 5 squadre a contendersi 2 posti (il 3° ed il 4°)
      Roma
      Inter
      Atalanta
      juve e lazio (queste si sa hanno l’arbitro)

      Però se teniamo botta fino alla pausa mondiale con Dybala e Wijnaldum avremo qualità superiore a inter, juve lazio e atalanta che ” ci devono ” stare sotto…. quindi punterei pure al 3° posto

      ma servono 3 prerequisiti:

      1: ora dobbiamo rimanere agganciati al treno
      2: poi avere Dybala e Gini al centro del gioco
      3: e che le nostre punte producano tanti goal

  2. Dobbiamo vincere. Punto. Per salvare la faccia ed evitare la Conference che per il secondo anno di seguito giocheresti senza più motivazione (facendoti perdere tempo ed energie).
    Però Mou deve osare di più.. Ha fatto bene a lanciare Camara dopo che da settimane dicevamo che il nostro centrocampo soffriva contro tutti..
    Però ora deve avere anche il coraggio in attacco e sulle fasce. Non valgono più i meriti acquisiti l’anno scorso ora chi è più in forma deve giocare: Zalewsky, elsherawy, Shomorudov. E le sostituzioni al 75-85 non servono nulla.
    Bisogna intervenire prima!!

    • l’eliminazione totale dalle coppe non ti garantisce il 4° posto ma di sicuro ti fa perdere posizioni nel ranking uefa che malgrado il pessimo inizio di EL ci vede ancora nelle prime 20 d’europa.

      Non scherziamo prendiamoci il secondo posto che poi se dovessero capitarci Barcellona o Ajax, non mi sembrano messe proprio bene… ce la giocheremo… ma intanto arriviamoci.

      PS:
      il valore della rosa attuale è di certo superiore a quello che avevamo due anni fa quando arrivammo in seminfinale di EL eliminando proprio l’Ajax e poi perdendo con il MU.

  3. Quello che conta è lo vado ripetendo non è ol bel gioco che alla fine non te fa vince quasi nulla ,
    sono solo i3 punti per la vittoria
    Non piace definire la squadra avversaria modesta lo è solo sulla carta , in campo non è così ‘ , la palla è veramente rotonda (ho in mente il gol di oshimen del Napoli, do il merito di aver creduto nel tirare , anche all’effetto del pallone che ha preso , cosa che a noi se tiriamo in porta non abbiamo
    Stavo vedendo una serie di partite della b i giocatori non hanno paura di tirare da fuori area spesso con una quasi certa regolarità segnano
    Eppure noi di gente che saturare da fuori l’abbiamo.non c’è provano e se c’è provano danno alla difesa avversaria la possibilità di risistemarsi per respingere il tiro

    • Buongiorno #nessuno, sono d accordo con te. Ma è difficile tirare in porta se hai la difesa sul dischetto del rigore , il cc al limite dell area e l attacco sulla 3/4. Ergo per ribaltare la manovra cc e attacco devono percorrere 60 mt per arrivare al tiro..con l ossigeno ai minimi che te voi tira’ ? Hai fatto caso che non prendiamo mai possesso della metà campo altrui? . Arroccati dietro e ripartenza col lancione ..questo è. Può piacere o meno ma è così, è inutile disquisire in merito. Forza Roma.

    • Noi abbiamo giocatori che invece di tirare fanno tacco e punta e tocchettini e,invece,tirano quando c’è un compagno libero meglio posizionato (vero Zaniolo?),si sbagliano sempre scelte,manca intelligenza calcistica.Oppure si tira a giro o si fa lo scavetto davanti alla porta(vero Pellegrini?)! Come ha tirato Oshimen? Di collo!!!!!!!!!

  4. No no non voglio uscire dalle coppe non è giusto meritiamo di più poi questo è un periodo particolare chissà dopo i mondiali le cose cambieranno…

    • Ciao Monika , vedi io di tacchettini in campo ne vedo poco.
      Io vedo che sbagliamo sempre la scelta giusta, nel senso che o non tiriamo facendoci recuperare dai difensori avversari , o non passiamo il pallone ( questo hai ragione) o sbagliamo il passaggio , a volte troppo lungo a volte troppo corto.
      Quelle poche volte che i terzini mettono dei cross precisi in area, l’attaccante non ci arriva poiché sempre in ritardo…( Belotti)
      E comunque ci siamo divorati una quantità esagerata di palle gol da inizio campionato.
      Qui dobbiamo migliorare.
      Le due restanti gare di Coppa, dobbiamo vincerle, senza se e senza ma, perché potrebbe essere un ulteriore mazzata sul morale della squadra.
      Barcellona e Ajax? Mi fanno ridere. Sono due squadre nettamente più scarse di quelle che abbiamo eliminate noi, nel recente passato.
      Ma la Juve possiamo incontrarla nello spareggio?

    • mi risulta Gaetano, che le squadre della stessa federazione (quindi Roma e Juve se scende in Europa League, magari arriva quarta e va fuori…😉), non possono incontrarsi nei turni ad eliminazione diretta che, sorteggiati il 7 novembre, comprenderanno anche le retrocesse dall’UCL.

  5. Finché sei dentro sei dentro, questa è la regola delle Coppe. Vittoria a tutti i costi.
    Certo, vedendo questa squadra, ti viene la tentazione di dire “concentriamoci sul campionato”, e già questa è una sconfitta. Ma io spero che si risollevino.

    • RM66 D’accordo con te ,mentre su Belotti ripongo fiducia in futuro su Abraham nn mi aspetto nulla perché nn è un ottimo giocatore è uno da serie cadetta niente di più,questo pensiero ce l’ho da sempre credimi ,i grandi centravanti sono altri.

  6. Juve Barca Sevilla Atletico
    per non contare Manchester United e Arsenal.
    Mou leggi il manuale 7ette de Coppe vai a difendere la Conference 🙏

    • oh, ecco. la mentalità vincente, ma senza giocare le partite importanti… senza giocarle in tutti i sensi, eh

    • Oh, eccoti finalmente, proprio te cercavo. Perché non giocare direttamente i tornei dopolavoristici? Lì faremmo incetta di trofei e tu potresti festeggiare tutti i giorni, tante trofie dentro i trofei…

    • Quindi la Conference League è un torneo dapolavoristico?, e certo continuate ad ascoltare Bargiggia Adani, quelli non vedono l’ ora, come tutta Italia, che puntiamo al magro quarto posto come obiettivo UNICO , cosicchè se la Roma non lo prende sono pronti a massacrare Mou Pinto e la Società.
      Dobbiamo puntare al quarto posto SICURAMENTE E LO SPERO ma col Coolo parato:

      Conference League inbacheca, Coppa Italia in bacheca, e con possibilità di farci una supercoppa Italiana e una Supercoppa Europea, POI e dico POI pensiamo al quarto posto, ma col cool parato in modo che se non lo raggiungiamo non sanno acosa attaccarsi, mezza Italia aspetta solo questo.
      Mou lo sa io lo so, Adani Bargiggia e Cassano con molti NON LO SANNO

    • io non sto sminuendo la Conference, sto cercando di farti rendere conto di come stimo ridotti. qualsiasi avversario forte pare irrangiungibile, dato che siamo l’unica squadra al mondo che scende in campo per non giocare. qualcuno se renda almeno conto che sto scherzetto de sto girone giocato così, ci costa milioni di mancati incassi. che raggiungere una semifinale di EL sono 35 milioni, che in assenza della qualificazione champions, era un bel modo di raddrizzare i conti. invece andiamo in campo a fa ride, senza mai attaccare. ed il risultato è che “mamma li turchi!” come sentite un nome importante. sete ridotti che per voi un successo è arrivare all’80imo ancora sullo 0-0 contro Lobotka, JJ, e compagnia cantante.
      poi piagne, che ce se lo corazzate che possono fare gli investimenti. gioca a calcio e prendi 1,5 ogni vittoria, ne fai 6, so 9. invece dovemo fa ride con le riserve del Betis.

    • Mi pare che Mourinho abbia detto a chiare lettere che lui di tornare a giocare la Conference non ne ha alcuna voglia.
      L’ha fatta, l’ha vinta, dopodiché non credo che la sua massima ambizione come uno dei tecnici più vincenti al mondo sia quella di difendere questo titolo.
      Tra l’altro mi sembra che dopo tanta penuria, quest’anno l’Italia porterà tre squadre agli ottavi di Champions, di cui una anche dietro di noi in classifica.
      Mentre noi dovremmo festeggiare la retrocessione in Conference, logico no?

    • No, non è un successo arrivare 0-0contro il Napoli all 80esimo, ma era la partita che mi sarei aspettato, accorta e attenta, pronti a non prenderle prima di darle visto le assenze e le defezioni che abbimao,e così è stata impostata.
      Abbiamo perso, è il primo round, a Gennaio ci risiamo e a Febbraio anche in Coppa Italia.

      In EL Prima del Betis vedrei il Ludogorets, siamo andati in Bulgaria in gita didattica.
      Il girone lo abbiamo complicato con quella sconfitta iniziale.
      Ora non tutto è perso ma sono tranquillo perchè so che possiamo dire la nostra col paracadute Conference.
      Mi sono stancato di veder vincere la Spagna, Real in Champions, 3 ora in EL che con Manchester ed Arsenal secondo me comanderanno la competizione, e Villareal seria candidata in Conf League.
      Con Mou voglio vincere, non voglio accontentarmi dei piazzamenti, per quello mi sarei ftto andare bene Italiano che gioca in casa e becca il contropiede al 95esimo con la difesa schierata a centrocampo 3 contro 3, spettacolo puro ma fuori dai piazzamenti Europei gia ad Ottobre.

      Per stasera? Mi aspetto di uscire integro da quel campo plastificato sui 6 gradi con pioggerella, 3 punti anche vincendo con 1 gol di scarto ma senza infortuni.
      Ne abbiamo gia tanti in infermeria e il calendario non ci sorride.
      Figurarsi poi i soreteggi Championsleghizzati!!!

    • ecco, “la partita accorta”… a parte che al massimo essere accorti dovrebbe essere uno degli aspetti della partita, abbiamo fatto una partita così accorta, che 2 volte che sono andati in contropiede c’hanno aperto come le telline.
      sentivo Ubaldo Righetti che diceva “ma Politano fa quel passaggio perchè riceve palla e non sta spalle alla porta, ma dritto verso la porta, quindi ha tutta la visuale, poi Osinmeh ci mette del suo”. capito, attaccanti fronte alla porta, movimento dei compagni, più opzioni di passaggio. gente che sta in campo per giocare a calcio, non per correre dietro agli avversari

  7. In 2 anni siamo passati da Mikhitarian e Dzeko a Matic e Belotti. Poi tutti si chiedono perché la Roma non fa un tiro in porta.
    😱👈

    • Dzeko con la Roma in campionato.
      2015/16 partite 31 gol 8
      2018/19 partite 33 gol 9
      2020/21 partite 27 gol 7 .
      Straordinario realizzatore ( nei ricordi ).
      Anche quest’ anno : finora 3 gol in campionato
      Milan 3 Inter 2 = 1 gol decisivo (?)
      Sassuolo 1 inter 2 = gol 2.
      Abraham ( finora deludente )
      juve 1 Roma 1 = 1 gol pareggio
      empoli 1 Roma 2 = 1 gol vittoria
      + 2 rigori procurati + 2 assist ( 1 decisivo col Lecce ) .
      Troppa Gazzetta dello Sport =
      a Roma ? ,tutto va male
      a Milano = tutto va bene.
      Roma 22 punti Inter 21 la REALTÀ

    • Ingolstadt3: Roma 22 Inter 21, sì ma l’Inter si è anche già qualificato in un girone di Champions con Barcellona e Bayer Monaco (Dzeko 3 gol) la Roma se la sta giocando in Europa League coll’ Helsinki ed il Ludogorets, la REALTA’

    • Per Franco65 .
      se vogliamo puntualizzare tutto : che koolo inter con il Lecce.= gol di ginocchio
      che koolo l’ inter con la Fiorentina : Miki non ha neanche tirato.
      4 punti
      Col Barca anche…si ?
      Lo stesso Barca 0- 3 in casa

    • Quindi mi pare che Ingolstadt stia certificando che se dovessimo beccare il Barcellona in un’eventuale play out non dovremmo avere alcuna difficoltà a passare…

    • ABBOCCONI di cielo,di terra e di mare…Dzeko negli ultimi 3 anni di Roma ha segnato 13 19 e 14 reti .A casa mia si contano anche i gol europei,che pesano di più di quelli nostrani.
      Altrimenti non si dovrebbe dire che l’anno scorso Abraham ha fatto 27 reti ( di cui 12 nella Coppa dei settimi,come l’ha definita Franco65).
      Ieri sera contro chi ha giocato l’inter? La squadra della parrocchietta? Ma che vi siete scordati che all’andata coll’Helsinki Mourinho ha dovuto far entrare Dybala se no 11 contro 10 il risultato non si chiodava dallo 0 a 0?
      Ciò premesso in termini numerici,anche ieri sera a 36 anni Dzeko ha fatto il regista d’attacco,il coordinatore del gioco con scambi stretti o improvvise sventagliate con aperture illuminanti. Non parliamo poi di Mikhytarian,che ogni volta che lo vedo giocare con la maglia dell’inter comincio a sacramentare all’indirizzo del noto disfacitore della Roma baldiniana.

  8. TAMMY c’è bisogno di te.
    Apprezzabile la generosità in campo , il mettersi a disposizione della squadra , i rientri , le rifiniture.ma c’è bisogno del GOL.
    Brutto , sporco , facile , entusiasmante , ma GOL.
    Magari anche MOU deve cominciare ad avere fiducia in Bove , a concedere minuti importanti a Shomurodov , a Volpato . a Vina.
    Anche quest’anno 16/17 calciatori schierati , troppo pochi.
    Compatti coesi concentrati intensi.
    Aldilà delle critiche e delle delusioni siamo li ( 22 punti in 11 partite in campionato ) ,
    in attesa dei rientri ed aggiustamenti ( da non sbagliare ).
    A gennaio comincerà il VERO CAMPIONATO sarà ancora più bello zittire tante persone

  9. Sono il primo a dire che non abbiamo attaccanti di livello, ce la prendiamo con loro perchè non fanno gol…ma se analizziamo la verità di questo ,ci accorgiamo che la roma non avendo uno schifo di gioco e giocando sempre in difesa, a loro la palla non arriva mai….e cosi tutte le partite finiscono con zeru tiri……almeno che ti affidi alla bravura del singolo….che però ora stà male.

  10. Va be’ arrivi pure in area avversaria poi se mettono a cincisca’ dando alla difesa avversaria la possibilità di ricompattarsi come e’ vero troppi passaggi indietro (con il rischio di regalare il pallone fatale per prendere il gol )

  11. L’ HJK Helsinki è 156° (centocinquantaseiesimo) nel ranking UEFA il Betis 56° il Ludogorets 74° la Roma 16°; anche se si vince oggi la Roma arriverà comunque seconda. Con quel ranking e con le aspettative che avevano tutti ad inizio stagione, sarà comunque una delusione a meno di battere agli ottavi una squadra che scende dalla Champions.
    Inutile girarci intorno, se vinci la Conference e ti capita un girone favorevole dovresti arrivare primo; il girone è oramai compromesso dalle due sconfitte. Che non si venga poi a piangere che contro il Barcellona Arsenal o Manchester non ce la puoi fare, la Roma NON doveva arrivare seconda in questo girone.

    • Sottoscrivo Franco… e aggiungo che chissà se i nostri eroi riusciranno stasera ad IMPORRE la propria forza coi “modesti” finlandesi e ad indirizzare la gara fin dai primi minuti ARREMBANDO e non giochicchiando… chissà se riusciremo UNA VOLTA a segnare nei primi 10 minuti e NON DOPO UN ORA ABBONDANTE DI SBADIGLI…🙈😣😠

  12. Con tutto il rispeto diré che serve una gran Roma per battere I finlandesi…. Serve una squadra che comandi nel gioco, che tenga la pallá bassa, anche se il campo e’ sintetico, e che faccia valere il maggior tasso técnico. E soprattutto che abbia voglia e forza di correré. Avanti Roma

  13. Be’ la scusa del campo in erba artificiale è già pronta. In caso di sconfitta, contro i guardaboschi di betulla, siamo già coperti.

  14. Lo vado a ripetere…
    Ragazzi calma..!!!
    Tra 20 gg. si fa la sosta mondiali.
    A Gennaio inizierà il vero campionato.
    Mi rifiuto di pensare che Mou sia uno sprovveduto, è tutto programmato (la preparazione..) più recuperi giocatori fondamentali… Più arriverà qualcun altro…
    La Roma anche lo scorso anno ebbe le stesse difficoltà ( girone Conference causa Brodo…) poi vinse..!!
    Mou sta coppa (e non solo) la vuole vincere..😍
    Abbiate pazienza, non saremo MAI belli però con Mou, VINCENTI..!!!
    💪🧡❤️

  15. @nonimus in Coppa Italia abbiamo il Genoa…..Dai per scontato ahe passiamo il turno? Allora la Roma non la conosci ancora bene…..E’ capace di tutto ed il suo contrario. Questa è la sua caratteristica N° 1 ….Ricordalo sempre!

  16. Daje che stasera spezziamo le reni ai finnici con un autogo’ di Pipponen e tanta epica sofferenza (difesa a oltranza). Il campo di plastica, la vodka, la russia, il freddo, le renne, insomma date le circostanze sara’ un grande risultato.

  17. Posso dire che se Zalewski gioca da trequartista, da quel ruolo non lo levi più? Il problema è che poi non ti puoi permettere mister pesi sui piedi in panchina

  18. Sara dura anche stasera e’ meglio evitare illusioni, la Roma in partenza non ha i tre punti in tasca con nessuno, e inoltre le squadre che incontra sono sempre avvelenate e pronte a giocarsi il c.lo pur di battere Mourinho come gia e’ successo…Mi aspetto una vittoria venga come venga, ma scordiamoci il bel gioco ormai l’andazzo e’questo, e almeno fino a Gennaio tiriamo avanti sperando poi che cambi qualcosa..

  19. Dentro Zelewski El Sha Schomu Bove e Volpato , sono queste le partite dove utilizzare le seconde linee dando freschezza atletica e far riposare i titolari in vista degli impegni sui vari fronti.I giovani vanno utilizzati , vedi Juve e Milan che non si fanno tanti scrupoli di utilizzare forze fresche.

    • Putroppo possiamo già scartare questa ipotesi.
      E dire che, oggettivamente, Bove e Volpato possono ritenersi tecnicamente superiori alla media dei giocatori dell’Helsinky; quanto alla “esperienza” nel calcio professionistico, pure lì, non credo che i mangiatori di renne (156° nel ranking Uefa) possano ritenersi superiori ai nostri ricambi (da te ipotizzati).

      E poi dovremmo ipotizzare che atleticamente, per gioventù e (presunta) preparazione siano certamente più freschi del poro Cristante e del non pervenuto Pellegrini. Almenose nel calcio ci fosse una logica…

      Ma siamo piombati drammaticamente nell’ansia da prestazione (il non-gioco ASSOLUTO è sotto gli occhi di tutti…quelli che hanno gli occhi per “vedere” e non solo guardare le partite); come forse mai in passato.

  20. ” Bel gioco ” è una strana definizione.
    Per MOU il risultato perfetto è 2-0.
    Da tifoso : quando il portiere della Roma mai operoso con occasioni e GOL per la Roma è “spettacolo “.
    Poi se voglio vedere tanti gol vedo altre squadre.

    • O meglio Ingol, ahaha tifassero altre squadre. A qualcuno un lapsus ogni tanto scappa ma fare outing credendo di essere tifosi per loro è troppo greve ahaha sai che ti dico? sono sempre 4 gatti contro i sold out dell’Olimpico ahaha ciao e
      Forza Roma

    • Ciao Prohaska.
      Mi fai ricordare uno dei calciatori più tecnici che la Roma abbia mai avuto.
      Nascondeva la palla , corpo eretto e fiero , sapeva sempre la posizione dei compagni.

      Chissà quante critiche oggi riceverebbe.
      Forse amiamo troppo il calcio tecnico , ora preferiscono ” caricaaaaaaa”.
      Gerbere direbbe : usa il cervello

  21. Zero tiri solo con il Napoli con il quale avevi impostato una partita prettamente difensiva…..che personalmente non accetto ma gli era quasi riuscito e non dimenticare che il Napoli ha fatto: 10 goal all’ Ajax e 4 al Liverpool…..

    • Tutto giusto: ma se devi contendere uno dei primi quattro posti in classifica nel campionato, devi un giocoforza tenere in apprensione, in modo costante, (e non arruffone e casuale), qualsiasi squadra di serie A sul fatto che puoi comunque far male e segnare.
      E questa carenza non è che si sia vista solo col Napoli (con cui, pure aveva senso fare una partita di forte contenimento): le fasi di gioco, comunque, sono due.

    • Quasi riuscito, quasi gol…quasi. Mi sembra di intuire che se avessimo portato a casa il pareggiotto senza nemmeno sporcare i guanti di Meret, l’avremmo descritta come un’impresa epica.
      Eppure si stavano affrontando la prima della classe contro la quarta, non l’ultima. E in casa, non in trasferta.
      Il Liverpool ha affrontato il City da nona in classifica mi pare contro la seconda; eppure non ha rinunciato a giocare la partita. Alla fine l’ha anche vinta.

  22. altrimenti,se dopo il Napoletano,ci bocceranno pure in Finlandese,passeremo all’esame di Inuit.Caxxo,con gli eschimesi almeno vinciamo!

  23. Eldor merita una possibilità stasera. Abbiamo bisogno di vedere questo ragazzo. Più minuti per lui. Abraham può arrivare nel secondo tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome