Roma all’esame di maturità

37
1140

AS ROMA NEWS – Stasera la Roma si gioca un pezzo importante dell’accesso alla finalissima della Conference League. Riuscire ad ottenere un buon risultato sul difficile campo del Leicester sarà fondamentale per giocarsi tutte le carte nella gara di ritorno.

La tensione in casa Roma è alta, ma è di quelle positive. Il gruppo è compatto, motivato, convinto di potercela fare. Mourinho ha fiducia nei suoi, e in questi mesi ha lavorato molto sulla testa dei ragazzi, cercando di inculcare loro la famosa mentalità vincente di cui lui è un maestro.

Leicester e Roma sono due squadre che grosso modo si equivalgono come qualità della rosa, e la doppia sfida si giocherà sui dettagli. La differenza la faranno le motivazioni, ma soprattutto la forza mentale più che quella tecnica. Ora dunque è il momento che il fattore Mou faccia la differenza.

Per la nuova Roma è arrivato il primo verto esame di maturità: dopo tre semifinali raggiunte negli ultimi anni, questo è il momento di fare lo scatto definitivo e raggiungere il traguardo, rappresentato dalla finalissima di Tirana in programma il prossimo 25 maggio alle 21.

Mourinho sa bene che la partita di stasera non sarà decisiva, ma vuole comunque tornare dall’Inghilterra con un buon risultato. L’importante sarà non pregiudicare la gara di ritorno con una sconfitta pesante, trasformando la partita dell’Olimpico nella solita impresa da compiere con l’aiuto del pubblico.

Capitolo formazione: la sensazione è che Zaniolo non resterà fuori, ma giocherà dal primo minuto. A lui Mou chiederà un importante sacrificio in fase di copertura, quello che faranno anche Pellegrini e Mkhitaryan, pronti a dare una mano al centrocampo oltre che garantire il solito supporto ad Abraham. Per uscire dal King Power Stadium con un buon risultato sarà necessario che tutti diano il massimo.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteSerie A, l’Atalanta pareggia col Torino (4-4). L’Inter perde a Bologna (2-1)
Articolo successivoZaniolo tra sogni e tentazioni: “Io all’estero? Perché no?”

37 Commenti

    • Oggi è tempo di vendicare Liverpool….

      As Roma sei fantastica e unica

      Ti amo

      Forza magica Roma

    • Eh, sì, col cavolo. Liverpool la “vendicheremo” se e quando li batteremo in una semifinale o finale di Champions.
      Non credo che ai Reds gliene possa fregare qualcosa se supereremo le Foxes, che non sono il Man Utd, loro “nemico” storico, ancora più dell’Everton.
      Oggi è tempo di riportare un trofeo a Roma dopo un lunghissimo e insopportabile digiuno.
      C’è già praticamente una generazione di tifosi romanisti che ha visto il capitano della propria squadra del cuore alzare al cielo solo un bonsai.
      Questo conta oggi, solo questo…

    • È la conferma che voi che mettete pollici versi al Liverpool….
      Nn sapete nulla della Roma…

      La nostra storia è sacra
      Voi siete infami

      Forza grande Roma ale’

    • Un lazxie

      Da parte di Francesco Totti
      Piero totri e mia

      Pijatevelandercxlo

      Forza grande Roma ale’

    • A nfami

      Forza grande Roma ale’

      Stasera ve la pijatevelandercxlo

      Forza grande Roma ale’

  1. Vincere la Conference League sarebbe bellissimo e potrebbe cambiare tante cose, a cominciare dall’atteggiamento / mentalità / aspirazioni della Società, dei calciatori e di noi tifosi.

    Perché se succedesse non faccia fatica a immaginare, l’anno prossimo, un gruppo squadra – tifosi che spererebbe / tenterebbe di ripetersi in Europa League…

    Insomma potrebbe darci una prospettiva (un modo di guardare al Calcio) completamente diverso: una confidenza nei nostri mezzi, nelle nostre capacità che non abbiamo (che io mi ricordi…) mai avuto.

    Vabbè… è inutile sognare ad occhi aperti: stasera siamo sul campo di Leicester e c’è poco da spaventarsi o da fare la lagna: se vuoi vincere devi mettere in conto di giocare su campi dove il 90% dei presenti vorrebbe vederti sconfitto. E contro squadre toste che non sperano altro che di approfittare di ogni tua debolezza / distrazione / errore.

    Come dice l’Imperatore di Setubal: ‘è un momento duro ma siamo motivati’.

    Ciao a tutti 😊.

  2. La cosa che più mi preoccupa di questa partita e più in generale delle squadre inglesi è il ritmo partita particolarmente alto. Lo abbiamo visto anche nella gara tra City e Real, ma in generale chi segue la Premier sa perfettamente che la palla viaggia a duemila.

    Dovremo stare attenti a coprire bene gli spazi, oltre che a limitare la profondità delle Fox.

    • Hai centrato il punto, stasera bisognerà evitare di dar loro la profondità restando corti. Altrimenti prendiamo un’imbarcata con la necessità del solito miracolo improbabile all’Olimpico.
      Speriamo di vedere la Roma migliore della stagione.

  3. La storia della Roma con le inglesi è chiarissima, purtroppo. Va ribaltata.
    Mourinho conosce bene l’avversario e in conferenza l’ho visto feroce sul fatto che “è la sua competizione” e non vuole mollarla per nulla al mondo. Confido che trasmetta questa sua ferocia alla squadra.
    Sono convinto che, al contrario di quanto detto dai due tecnici, la qualificazione si deciderà in misura maggiore con la partita di stasera. Per come la vedo, al momento è un 50 e 50.
    Vincere questa coppa forse aiuterebbe a cambiare qualcosa.

  4. La partita di stasera è essenziale ma non determinante. Guai ad uscirne con un buon risultato e poi rilassarsi. Tutto si giocherà fra andata e ritorno, nel bene e nel male. La qualificazione premierà la squadra più concentrata e risoluta.
    Forse sulla carta è più forte il Leicester? Forse, ma non è detto che conti. Il doppio scontro in un modo o nell’altro sarà decisivo per mettere dei punti fermi nel nostro futuro: i giocatori sono chiamati a dimostrare che hanno un ruolo nel progetto di Mourinho, e Mourinho è chiamato a dimostrare che sa affrontare efficacemente una sfida del genere (come non è avvenuto con l’Indah, ma è avvenuto con lanzie, Atalanta e Napoli).
    Anch’io temo un po’ l’urto iniziale con i ritmi inglesi, spero che avremo un buon approccio. Spero di prenderli d’infilata, perché numeri alla mano la loro difesa non è impenetrabile. Spero che arbitro e VAR facciano il loro senza penalizzarci. E spero ovviamente in una vittoria!

    • Più forte il Leicester? Mah, chissà. Però erano più forti di noi anche Barcellona e Ajax, e come è finita? Incrociamo le dita e FORZA ROMA!!!

  5. Non facciamo i boriosi idioti : TUTTI dietro a sudare e menare.

    Difesa ad oltranza Mazzone-style e ci giochiamo tutto al ritorno.

    I gol in trasferta manco valgono piu’ doppio quindi puntate tutto sullo 0-0.

    Segnare non serve : partita bruttissima ma che ci tiene in corsa, quello serve.

    No ai boriosi che vogliono il calcio offensivo per poi prendere ignobili goleade

    e dare la colpa al cattivo arbitro straniero che ci ha negato un rigore sul 5-1 lol

    Qua ci si gioca un Trofeo no le STRONXATE di pallotto !!!!!!!

    Non fate i boriosi idioti e dateci un ritorno da guardare.

  6. Questa volta ce la giochiamo alla pari. Considerando il diverso grado di qualità del Leicester
    rispetto allo United o al Liverpool non ci sono ne spazio ne logica alla solita “imbarcata da trasferta britannica”. Più o meno è come giocarsela con l’Atalanta…..
    A mio avviso, quindi, si deciderà tutto al ritorno. Rispetto di questo’avversario SI, paura assolutamente NO….

  7. Non devono dare il massimo,ma di più per noi tifosi ,meritiamo la finale ma SOPRATTUTTO LA VITTORIA DELLA COPPA .Dovete lottare con la bava alla bocca con unghie e denti, dovete correre di più dei nostri avversari aiutare il compagno in difficoltà dovete avere la cattiveria agonistica, ma soprattutto la VOGLIA E LA FORZA DI VINCERE CHE ABBIAMO NOI TIFOSI forza RAGAZZI

  8. Ragà basta con sto titolo “Roma all’esame di maturità”, l’ho letto un centinaio di volte negli ultimi dieci anni e ha sempre portato sfiga. Non abbiamo preso manco la licenza elementare.
    Forza Roma,
    Forza Grande Mou.

    • hai ragione Fabio…l’esame? Ok, però facciamolo a Perugia. “Cuccumelliamo gli inglesi”..

  9. De riffa o de raffa annamose
    A prende sta semifinale una cosa alla volto poi dritti in finale daje Roma daje
    Sempre forza magica Roma

  10. Stasera cuore in campo e testa in trincea, applicazione tattica ferrea; questo turno si passa giocando all’italiana in Inghilterra e sorprendendo l’avversario con ritmi serrati e aggressività all’Olimpico, col sostegno di uno stadio pieno di tifo incandescente, come si vede solo a Roma, sponda giallorossa.

  11. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    Il Monchiolo malfattore che i pallirchioti dabborza lodavano chiese nell affare Nainggolan Santone e nientepopo di meno che RADU , sì il portiere che ieri ha regalato lo scudetto al Milan e ha fatto vincere il Bologna.
    Ma i portieri nun servono nooo, amo vinto lo scudo co antonioli meglio levasse Alisson er panzettarolo pe Olzen 😂😂😂😂
    Con questo voglio dire: ah ma allora l Inter è battibile? e se l Inter che si fa incartare da Miha noi dovemo ave paura de questi che so noni in premiere League?
    Dobbiamo giocarci sta partita come na finale e dimostrare che la Conference è la competizione che fa per noi, cucita su misura per uno come Mourinho che cura i suoi interessi personali per ampliare il palmares e rilanciarsi nel calcio che conta e nello stesso tempo fa anche gli interessi SPORTIVI di noi tifosi.
    Cosa che non faceva lo staff pallirchiota che pensavano solo ai loro stessi!

    La spazza RADUUU 😂😂😂
    Ma quanto me rode che hanno regalato lo scudo aquei scappati d casa milanari mamma mia !!!!

  12. Tra Manchester, Liverpool e Leicester – comparando semifinali con gli inglesi – sembra la più facile e quindi per me insidiosa… Massima attenzione, che ci sorrida la dea fortuna e speriamo di non rovinarci già all’andata. Sono già teso…
    Forza Unico Grande Amore!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome