Roma, altro stop. Ora tutto sull’Europa

60
1782

AS ROMA NEWS – La Roma rallenta ancora in campionato, e non va oltre uno zero a zero che serve solo a rimettere il naso davanti all’Atalanta. Ma, considerate le scelte operate dal tecnico, il risultato non è disprezzabile.

Mourinho infatti, a pochi giorni da Bayer-Roma, sceglie un ampio turnover, mandando in campo diverse seconde linee e tanti giovani della Primavera. Ma chi si aspettava una squadra destinata a fare da sparring al Bologna si sbagliava di grosso.

I “bambini” hanno ben figurato, specie Tahirovic, apparso sempre molto lucido nelle scelte: Mou aveva visto qualcosa in lui che ieri è stato confermato in campo. Buono anche l’esordio di Missori, che lanciato come esterno destro titolare ha giocato con personalità, senza commettere errori. Positivo il tanto criticato Svilar, sicuro nelle uscite e attento sulle conclusioni del Bologna, anche se c’è da dire che gli emiliani hanno tirato poco in porta.

Un po’ approssimativo Camara, bene invece Solbakken, la cui velocità ha messo in grave affanno la retroguardia rossoblù. E infatti la Roma, ai punti, avrebbe meritato di vincere: l’unica vera occasione del match è capitata sui piedi di Belotti, che però ha confermato il suo scarso feeling col gol: per il Gallo si avvicina un campionato con zero reti all’attivo. Uno score devastante per un centravanti.

Nemmeno Abraham, subentrato al suo posto nella ripresa, ha fatto molto di più. La Roma dunque sembra pagare a caro prezzo la mancanza di un grande bomber lì davanti, uno in grado di farti la differenza in partite come quella di ieri, dove rischi poco o nulla, ma non crei nemmeno molte palle gol, e ogni occasione deve essere capitalizzata al massimo.

A rendere la vita difficile ai giallorossi c’ha pensato poi il solito Orsato, ieri in evidente stato confusionale davanti ai colpi proibiti riservati fuori e dentro l’area di rigore e non sanzionati come falli dal fischietto di Schio. “C’era un rigore gigantesco”, dirà Mourinho a fine partita, riferendosi alla sbracciata plateale di Lykogiannis su Ibanez, su cui direttore di gara e VAR hanno soprasseduto.

Il pareggio di ieri dunque vale solo il sesto posto, con la squadra che si porta a meno due dal Milan a sole tre giornate dal termine: il traguardo quarto posto è lontanissimo. La Roma è appesa a troppe variabili: i giallorossi dovrebbero vincere tutte e tre le ultime partite, sperare in almeno una sconfitta dei rossoneri, oltre che nella penalizzazione (superiore ai 10 punti) della Juventus per chiudere in zona Champions.

“La stagione resta fantastica”, assicura Mourinho. Che sa bene come la strada dell’Europa League resta quella più breve per provare ad ottenere un obiettivo fissato a inizio stagione, ma che la serie di infortuni ha resto maledettamente difficile. Giovedì a Leverkusen per la Roma sarà il momento della verità.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteMOURINHO: “Pareggio solido. C’era un rigore gigante per noi. Stagione fantastica a prescindere da come finirà”
Articolo successivoLa moviola condanna Orsato: il colpo di Lykogiannis a Ibanez era rigore

60 Commenti

  1. Ieri ero a Bologna.
    Belotti non riesce a correre, letterale.
    Non è colpa sua, ma non è più da serie A.

    Con una punta valida e in forma saremmo molto più su oggi.

    • C’è, purtroppo, la mediocrità di qualcuno, ma già tanto che da l’ anima per la squadra, che, comunque sia con tutti i pischelli ha giocato alla grandissima. Ancora una volta Orsato e (stranamente dato ad una partita del genere…) le sue solite sviste… Ma sempre contro di noi…Chiaro segname del palazzo fino alla fine…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Complimenti ad Anto, essere sugli spalti ieri a Bologna è tanta roba! Complimenti!
      Belotti sembra correre con uno che gli sta sopra a cavacecio, eppure fa meglio di Abraham, la smista meglio, la protegge meglio, una punizione riesce a prenderla.
      Il grosso problema della Roma, è evidente, è l’attacco. Lo è negli uomini.
      Due pippe e un giocatore fantastico ma dai muscoli di seta.
      Mi chiedo cosa avrebbe vinto Mou con la Roma degli anni 2015-16-17, ciò che è riuscito a trasmettere ai giocatori attuali applicato a quei campioni…Rudiger,Nainggollan,Strootman,Castan,Coso,Alisson,Salh,Perotti,Totti,De Rossi,Maicon,Pianjc,El Shaarawy,Paredes,Manolas,Gervinho…mamma mia…!
      Forza Roma, sempre!

    • Io ripeto che se uno pensa che il calcio è tutto marcio e non ci faranno mai vincere uno scudetto mi spiega come abbiamo fatto a vincerlo con Viola? Come abbiamo fatto a vincerlo con Sensi?
      Soluzione.. Avevamo delle squadre fortissime a prescindere dagli Orsato e Maresca di turno.
      Se l’Inter ha Lautaro, Dzeko, Correa e Lukaku stai tranquillamente in zona Champions e si gioca una semifinale pur avendo un allenatore scarso.
      Credo non ci siano ancora dubbi che Dzeko avrebbe fatto enormemente comodo alla Roma rispetto ad Abraham anche a fine carriera, considerato quanto poi abbiamo dato ad Abraham.
      Comunque il campionato ormai è andato.. Mourinho ha scelto di rinunciarvi mettendo troppo giovani ed i titolari troppo tardi.. speriamo che il Mister abbia visto giusto e che vinceremo la Europa League.
      Ho molta rabbia per le enormi possibilità sprecate quest’anno (e non solo per colpa degli arbitri).. se non accadesse è giusto che i Friedkin facciano i loro ragionamenti a fine anno.

    • Ancora co Dzeko!?! De chi è la corpa se er bosniaco sta a l’inda!? Se scrivi a sta maniera, vordì che nun lo sai der perché quello sta a Milano…

    • A Nico Dzeko a fine carriera voleva vincere uno scudetto e guadagnare di più.. segreto di Pulcinella. Lo stesso pensiero che aveva Mikitaryan..
      Non se so fidati del progetto Friedkin.
      Mourinho ha sposato il progetto, ma prende anche 7 milioni a stagione per una rosa da settimo posto. Abraham non prende lordo molto meno ed anche Dybala non è gratis..
      Se te sei disposto a dare stipendi così alti per una squadra mal costruita che arriva sesta.. come se dice a Roma ?? se sei contento tu..
      Dzeko voleva vincere lo scudetto.. Je poi dà torto?

    • Dzeko ha vinto lo scudetto con l’Inter? E quando?
      Certo, ha buone possibilità di disputare una finale di Champions e non si sa mai, anche se contro una tra City e Real mi sembra quasi impossibile portarla a casa…

    • Asterix, diciamo che a Viola e Sensi hanno concesso il minimo sindacale.
      Con arbitraggi giusti di scudetti ne avremmo vinti almeno altri 4.

    • Aò, me so perso Dzeko sur bus scoperto a festeggià lo scudo indarista pe’ le vie de Milano…
      Ma come mai?

    • Grazie arca che Dzeko non ha vinto lo scudetto dell’Inter (me ne sono accorto) perché aveva sottovalutato la differenza tra essere allenati da Inzaghi invece che da Mourinho..
      Comunque mi ha fatto più male che Miky, dopo che aveva già vissuto il primo anno con Mou (e vinto la conference) non si sia fidato dei progetti ed abbia scelto di andare all’Inter.

  2. Considerato che la Juve verrà sanzionata, il quarto posto è a 2 punti ed il Milan deve andare a Torino (Juve).
    Nell’eventualità dovesse finire il sogno… c’è ancora un appiglio

    • Al momento la juve ha 10 punti più della Roma. Se, come molti dicono, verrà penalizzata di 9 punti resta un punto sopra.
      Quindi il quarto posto ce lo scordiamo.
      In un campionato onesto, senza Orsato e Maresca, tutti questi calcoli non sarebbero serviti perché la Roma avrebbe almeno, e mi tengo stretto, 6 punti in più.

    • La penalizzazione deve essere “afflittiva” (lo recita il codice di giustizia sportiva), deve cioè causare la perdita di un obiettivo, altrimenti non avrebbe senso.
      L’obiettivo più immediato dei gobbi è la qualificazione alla Champions, quindi la penalizzazione deve essere sufficiente a farli scivolare fuori da quella zona.
      Inoltre c’è ancora da capire cosa farà la Uefa e a chi sarà assegnato il posto lasciato eventualmente lasciato vacante dai manigoldi bianconeri.
      Insomma, è prematuro per recitare il de profundis riguardo la possibilità di accedere alla Champions tramite il campionato.

    • Il messaggio che ieri Mourinho ha dato alla società schierando la formazione B è chiarissimo.
      Io voglio vincere titoli, di entrare in champions mi frega niente. Pensateci voi ad allestire una squadra che possa permettermi di competere su tutti i fronti. Oggi questa rosa non ce l’ho, quindi snobbo l’obiettivo aziendale del quarto posto e prediligo l’obiettivo sportivo della finale di europa league per arrivare al titulo.
      Scusate se è poco.
      Sono chiarissime le condizioni per la sua permanenza.
      Questo c’ha le bolas……altro che Italiano, Di Francesco, Juric e compagnia cantante…..

    • Zio Dan, tu credi veramente che la “giustizia” sportiva terrà conto del fatto che la penalizzazione deve essere afflittiva?
      E cosa si intende per afflittiva? Scendere dal secondo al quarto posto è afflittivo? Si lascia, come sempre, libertà di interpretazione, si possono applicare, come sempre, i 2 pesi e 2 misure.
      È un po’ come le gomitate di Orsato, quelle a Solbakken e Ibanez non erano fallo (perché subite in area), quella a Bove si ( perché subita a metà campo).
      Mi auguro che tu abbia ragione ma, visti i precedenti, sono prevenuto nei confronti della “giustizia” sportiva.

    • Sì autonomaMente, scendere dal secondo al quarto posto non è afflittivo, perché non ti farebbe perdere alcun traguardo. Mentre lo sarebbe naturalmente scendere dal primo al secondo.
      Le motivazioni della sentenza del collegio di garanzia hanno fondamentalmente ribadito la colpevolezza dei dirigenti ergastolani, rimandando in corte federale il processo per un vizio formale e non di sostanza.
      Persino gli house organ gobbi, da quello che scrivono, si sono ormai rassegnati all’evidenza che la Giuve sarà esclusa dalla prossima Champions, e senza neanche considerare quelle che potrebbero essere le sanzioni inflitte dall’Uefa.
      Nella prossima stagione si attende invece quella che potrebbe e dovrebbe essere la stangata definitiva, cioè quella del filone sul falso in bilancio. Che si spera li spedirà minimo in B, anche se la punizione equa dovrebbe essere ben più severa.
      Ma su questo invece non ci conterei più di tanto.

    • Scusa Rod, stai forse dimenticando che il tanto decantato “obiettivo sportivo” in realtà include e migliora anche quello che tu chiami un po’ dispregiativamente “obiettivo aziendale”.
      Vincere l’EL non solo ti porta in Champions, ma ti ci fa entrare anche dalla porta principale, cioè come testa di serie.
      Anche il vituperato Fonseca a un certo punto, falcidiato dagli infortuni, operò una scelta netta in favore della corsa all’EL, ma nessuno si fece saltare in mente discorsi relativi al suo livello di testosterone.

  3. Non sono d’accordo su chi dice che Mourinho abbia fatto la sua scelta puntando tutto sull’EL. Il tecnico portoghese aveva l’alternativa di mandare in campo la formazione di titolari spremendogli le ultime gocce e mettendoli fuori uso per la partita di Giovedì e quella di domenica prossima, ed era un’alternativa decisamente peggiore, perché poi avresti dovuto mettere la formazione di Bologna da Giovedì alla fine del campionato.
    Detto questo, ha comunque avuto le palle di farlo. Vi ricordate la partita con Bove e Volpato in goal? Ecco. La Roma tira fuori queste risorse incredibili. Ragazzi, io di Rome ne ho viste passare, perfino quella spettacolare di inizio anni ’80, che resta la più forte, aveva questo carattere. Siamo pieni di calciatori coi piedi quadrati, ma nessuno in Europa vorrebbe giocare contro di noi. Il Bologna non ha fatto un tiro in porta. Ha iniziato bene, ma Mou ha preso subito le contromisure con quelli che aveva, come col Bayer, e non hanno più visto la porta.
    La Roma ha fatto la partita col 28% di possesso palla. Hanno fatto il possibile, Belotti gioca con una costola rotta, non me la prendo per il goal sbagliato. Si può anche pareggiare.
    Il problema è Orsato. È uno che è contro il VAR e gli permettono di non usarlo e vivere nella preistoria. Perché fa comodo a tutti, ovviamente, vedetel’atteggiamento di Marelli di ieri che sembra di essere tornati ai tempi di Biscardi, prima tui mettono il cetriolo sul campo, e poi completano il servizietto in televisione, Marelli, poverino, io manco con la canna da pesca vorrei toccarlo. Difensori che sbracciano come mulini, ma non è rigore, passi Solbakken, ma quello su Ibanez… Ma non voglio davvero commentare oltre, quello che conta è che siamo vivi. Vediamo come vanno queste ultime partite e poi facciamo i conti.

  4. Con la Juve penalizzata, che sfida alla penultima giornata in casa il Milan, il 4o posto non è un’utopia. Certo, ora le cose si fanno drasticamente più difficili ma c’è ancora una flebile speranza. La speranza è che giovedì le due squadre finaliste siano Roma e Siviglia poiché, al di là del tufò o antipatia, alla Juve resterebbe solo il campionato.

    • La cosa fondamentale è che la Juve verrà penalizzata aprendo le porte alla sua esclusione dalle coppe europee visto che Ceferin sta attendendo solo la condanna definitiva (a prescindere dai punti di penalizzazione) per farle la “festa”. Direi che attualmente il 5′ posto detenuto dal Milan è l’ultimo utile per un posto Champions via campionato. Ma questa è un’altra storia: ora sotto con il Bayer per andare a Budapest

  5. Se la Maggica al posto di abraham e belotti avesse avuto Arnautovich e Petagna (cioè due punte appena sufficienti per la serie A) e senza 31 pali se la giocavamo col napoli e sicuramente andavamo in Champions League da almeno secondi.

    • ieri Arnatobiccio ha visto la nostra porta col binocolo.
      Petagna e’stato cacciato a calci dal napoli..

  6. ci sono 3 partite …
    2 in casa una a Firenze e il Milan deve andare a Torino con la Juventus !
    per me tutto è possibile !
    testa a giovedì per ora …

  7. Sono d’accordissimo che il VAR doveva intervenire sulla gomitata in area di rigore e che, appunto per la presenza del Var, poteva essere evitata una “svista” (eufemismo) arbitrale.
    Quindi ennesimo errore ma spero che questo e gli infortuni non facciano dimenticare che abbiamo buttato moltissimi punti con le “piccole” Cremonese docet.
    Essere ancora matematicamente in corsa è un buon risultato ma forse è anche stato possibile dalla latitanza delle grandi, però un elogio ai calciatori.
    Il mio terrore è che scommettere su 2 partite secche in Europa potrebbe essere un azzardo.
    Sto con le dita perennemente incrociate

    • Mourinho ci ha provato ma sapeva che contro la corazzata AIA è dura vincere e lo dico perché tu citi la Cremonese che doveva giocare in 9 , lo so mi sto Gaetanizzando ma purtroppo è evidente il lavoro chirurgico che stanno facendo con noi poi dei cali li hanno tutte le squadre, guarda il Milan ma se non ti fanno vincere le partite che meriti poi la somma diventa pesante.
      Non sto piangendo ma la realtà dei fatti è questa, si sbagliamo noi, e anche gli altri ma tu dammi due rigori e distribuisci i cartellini in egual modo poi vediamo.
      Allora vale puntare sulla coppa dove possiamo contare su di noi senza penalizzazione

    • Per favore in questo momento portatori di rimpianti astenersi.Su Juve Siviglia tifare contro le zebre è un fatto di cuore

    • tifare contro il Siviglia e’ invece un fatto di cervello .. cuore alla Roma ma se passa la Juve e se la Roma facesse la finale europea contro la Juve e se arbitrassero Orsato Maresca Guida Massa con Rocchi quarto uomo (si fa per dire ..) e la Roma, accidentalmente, dovesse perdere, con la squalifica della Juve credo sarebbe la Roma a potersi fregiare del titolo Campione Europa League e poter quindi accedere, di diritto, alla Champions ..

    • sono d’accordo che ci penalizzano un po, dopo le interviste al veleno, però se sbagli due gol del genere ,e parlo solo ieri, ma come fai a vincere una partita?
      si ci sono contro però…..

    • Concordo con Papa max ma per ragioni diverse.
      La Juve sta sul cavolo alla UEFA .. se per miracolo passasse in finale non avrebbe un arbitraggio a “favore” contro l’altra finalista.
      La Roma in campionato in due partite se l’è sempre giocata contro la Juve 50-50.
      Il Siviglia, squadra esperta (con arbitraggio che potrebbe essere a favore loro) non la vorrei affrontare in finale.
      Posto che se non segniamo non possiamo vincere contro nessuno..

  8. ah Romano, scommette su due partite secche in Europa vuol di’ che vincemo ‘na coppa.
    mi sa che sto quarto posto ce confonde un pochetto…

    • Totti non capisco cosa vuoi dire, io ho detto che rimanendoci 2 partite in Europa e essendo il modo più sicuro anche per accedere ala champion, è una situazione che mi fa stare in ansia.
      Cosa non ti convince ?

  9. Della partita non dico niente, visto che ho preferito andare a fare un torneo di padel… Resta l’EL per dare un senso a una delle stagioni più brutte che io ricordi. Mi sono rimaste impresse due partite in tutta la stagione, la vittoria a Milano e il ritorno col Feyenord, per il resto bellissimo lo stadio ma una noia mortale guardare sta squadra … Se il prossimo anno restano così le cose, abbonamento addio e idem quello a dazn… E dopo 40 anni di stadio, sarebbe veramente una beffa, ma non ne posso più

    • Scusa se ti faccio un appunto ma se in 40 anni questa è la stagione più brutta che hai visto vuol dire che o sei romanista da solo pochi anni o hai poca memoria.
      Io mi ricordo che abbiamo lottato per non retrocedere, usciti dalle coppe contro uno Slavia Praga o agli ottavi e sedicesimi, annate senza arte né parte, senza gioco con Bianchi per non parlare dei più recenti imbarcate con il Bayern e il Barca e il Bodo.

    • infatti ho detto una delle più brutte…e avendo in panca l’allenatore più vincente della storia, e gente tipo Dybala, Gini e altra gente strapagata, se permetti, dire che ci ci aspetta qualcosa di più rispetto alle rose che citi tu, mi sembra il minimo. Il problema non è manco il risultato, che se lo vedi al televideo sei pure contento, che magari l0uno a zero l’hai portato a casa, ma è proprio che sono partite di una noia mortale: a calcio si gioca per fare gol, noi non segniamo manco con le mani e la “solidità difensiva”, francamente, dopo un po’ annoia decisamente

    • Scusa se ti faccio un appunto anche io Undidu visto che è da qualche anno che seguo la Roma, ma non mi sembra corretto citare tra le cose più brutte della Roma due partite di Champions, che sì è vero furono sonore sconfitte, ma pur sempre di Champions parliamo, io pensa invece mi ricordo quando ero piccolo di un pareggio in casa con la Ternana, che dici, molto peggio del Bayern di Robben o del Barcellona di Messi, oppure Pallotta ce lo dobbiamo ficcare sempre dentro in negativo. A prescindre.

  10. Sempre la stessa tiritera, se siamo ancora in corsa, solo per la matematica, e’perche ‘pure le altre hanno buttato punti a bizzeffe. Il problema e’ che gli altri li hanno buttati con gli arbitri a favore , noi invece li abbiamo avuto sempre contro.
    Tu dammi il rigore , se lo segno, perché devo sempre realizzarlo, oggi ho due punti in più in classifica il resto sono chiacchiere.
    Restano le statistiche contro ORSATO non vinciamo.
    Perché qua parliamo delle gomitate in area di rigore, ma ce ne stanno almeno altre 5/6 nel resto del campo.

    • Gente de poca fede, Gaeta’, lassali perde. Non c’è peggior cieco di chi non vuole vedere. Stanno allo stesso livello de Fabbri Marescs e Orsato. Ciao
      Forza Roma

  11. eh già scommettere sulle due partite in Europa…
    Su questa terra niente e’sicuro, ( solo la morte) Mourinho visto le numerose assenze ha cercato di risparmiare le energie , per giocarci nelle migliori condizioni possibili l’accesso alla finale , dive troveremo una squadra più forte , cioè il Siviglia, tra l’altro squadra abbonata al torneo visti che ne ha vinte 6.
    Fare passare il concetto che Mourinho e’un cretino perché non ha messo i migliori ieri , e’una cosa alquanto ridicola, i ragazzi scesi in campo ieri , hanno fatto una buona partita, e se uno schifoso, che dati alla mano, ci ha sempre penalizzato, ci avesse concesso almeno 1 dei due rigori che ci spettavano, avremmo vinto la gara nonostante le assenze.
    Se poco poco, ieri avesse messo i titolari o comunque la migliore formazione come vai cianciando, e si fosse fatto male Bove per esempio, oggi stavi qua sopra a criticare Mourinho accusandolo di non aver risparmiati i giocatori per una gara importante cine quella di Leverkusen.
    Che ti ricordo già affrontiamo senza
    Smalling, Karsdorp, Llorente Kumbulla, Elsha
    e con Dybala , Wjinaldum , e Belotti in non perfette condizioni fisiche.
    Il primo lo ripeto azzoppati da Palomino , il secondo con una costola rotta .
    Lo dico senza problemi, con tutti gli effettivi a disposizione , vincevamo ieri a Bologna e prendevamo a pallonate i tedeschi.

  12. Ho condiviso l’approccio dato da Mourinho di non rischiare i pochi titolari.
    Quello che non ho capito, è perché negli ultimi 10 min è stato lasciato il controllo della partita al Bologna che cmq aveva i suoi problemi di formazione. Vedere le rimesse laterali in campo e il rinvio del portiere al rallentatore per perdere tempo, non lo accetto. Si poteva rischiare, il pareggio non serviva.
    Ora. concentrati per giovedì, Mou non le sbaglia queste partite.

    • Beh, che sia proprio inutile il pareggio è da vedere. Intanto ti permette di mettere il naso davanti all’Atalanta che è in vantaggio negli scontri diretti.
      In secundis, una tua vittoria con contemporanea sconfitta del Milan ti consentirebbe di scavalcare anche i rossoneri che sono in vantaggio riguardo la differenza reti globale.
      Insomma, la situazione resta ancora imperscrutabile, ma non si può proprio dire che perdere o pareggiare ieri sarebbe stata la stessa cosa.

  13. Domanda :
    le stesse 2 gomitate fatte da Ibanez o da Mancini ?
    2 rigori fischiati 2 ammonizioni comminate , probabilmente 1 espulsione.
    I finti ” tifosi ” ?
    ” cacciare Ibanez”. ” non lo voglio più vedere” etc etc etc.
    Gli stessi che tremano aspettando giovedì.
    Grosso rischio : in 2 anni si rischia di vincere 2 volte in Europa , risultato MAI OTTENUTO dalla Roma.
    Come poi giustificare le offese a Rui Patricio ?
    A Pellegrini ? A Cristante ? Ad Abraham ? erc etc
    Manco i laziali.. quelli almeno tremano in silenzio.
    VERGOGNA !
    Una squadra che lotta ,
    che dà il massimo in campo ,
    con molti giovani della primavera giallorossa ,
    avversata e derisa da chi dovrebbe ” solo ” fare il giudice non di parte.
    FORZA ROMA

  14. AL netto di tutto, arbitri, semifinale e stanchezza, la roma perde L’ENNESIMO salto quest’anno per poter dire la sua.

    La domanda che mi faccio è:

    Siamo sicuri di poterci permettere di pensare solo all’europa luege in ottica futura?

    Allo stato attuale siamo sesti, a un punto dal settimo e due dal quinto.

    Non entrare in champions in un campionato mediocre come questo sarebbe delittuoso, soprattutto, sanguinario, senza i soldi dell’ipotetica europa dei grandi.

    Noi stiamo puntando tutto su una coppa complessa nella finale soprattutto se dovessimo incontrare la juventus.

    La roma oggi chiaramente punta all’europa e secondo me è un rischio che non possiamo permetterci per il futuro che ci prospetta, perche se poi non esulti nel finale, rischi di ritrovarti un altro anno in conference e sarebbe una disfatta.

    • La Roma maiuscolo.Questo lapsus ti frega sempre quaglietta della Cassia bis 🤣🤣, eh Lory?
      Forza Roma

    • Per finire in Conference devono verificarsi una serie di condizioni tutte insieme:
      1) Noi si finisca dietro Milan e Atalanta
      2) La praticamente certa penalizzazione della Juve non sia sufficiente a farla scivolare dietro di noi.
      3) La Fiorentina vinca la Coppa Italia contro l’Inter.
      Se una sola di queste condizioni non si verifica, per noi è almeno garantito l’accesso in EL.
      I soldi della “Europa dei grandi” non sarebbero comunque utili per essere investiti sul mercato da qui a tutto il 2024/25, causa il SA stipulato con la Uefa.
      Difficile, se non impossibile al momento, stabilire se sia più semplice vincere l’EL o accedervi tramite la classifica in campionato. Anche una vittoria ieri non ti avrebbe certamente messo al riparo da brutte sorprese.
      Una vittoria in EL ti garantirebbe l’accesso in Champions come testa di serie, prestigio, un altro trofeo importante nella scarna bacheca, visibilità internazionale, e circa 25 mln nelle casse.
      Sei a due partite dal traguardo, con almeno il 51% di probabilità di arrivare alla finale.
      Non ho mai lesinato appunti nei confronti di Mourinho, ma sono al 100% con lui sulla gestione della partita di ieri.

    • LorySan perchè lamentarsi se poi andremo in Conference, dai sù così magari aumenteremo le Coppe in Bacheca!

  15. Poi dovrei dire al dottor Fiorini che a casa mia stop significa 0 punti e se ci si mette pure lui ad accendere le sirene d’emergenza poi non facesse il tifosone quando i suoi colleghi mestano nel torbido.
    Forza Roma

  16. Rimpianto Dzeko ?
    Dzeko con la Roma
    2020/21 = 7 gol
    2018/19 = 9 gol
    2015/16 = 8 gol
    Vittorie Rma ? 0
    Abraham
    2021/22 = 17 gol
    2022/23 = 8 gol ( ma deve finire il campionato )
    Vittorie ?
    1 Conference League con 9 gol fatti.
    ( vediamo come finirà …….)

    dzeko con l’Inter quest’anno in campionato 8 gol
    ( strano come Tammy )l
    2 anni fa inter campione d’Italia ora vicina.
    PS
    date a Tammy un Kostic , un Berardi ma , al limite , anche un DiMarco o un Di Lorenzo.
    NON una zavorra come quello che ORA fa la
    RISERVA col Galatasaray
    ( gente che sappia fare un cross )

    • la qualità di dzeko non si discute, è un campione.. abraham no. a 26 anni aveva già 2 scudetti in bacheca, ( wolfsbug e city) miglior giocatore e capocannoniere in bundesliga.

    • Se non capisci la differenza tra segnare un gol in semifinale di Champions (tra l’altro bellissimo) e segnare al Bodo Glimt od allo Zorya Luhansk, tieniti pure la Conference.

  17. A prescindere da tutto, la situazione squalifica/non squalifica della juve è imbarazzante, uno dei campionati più ridicoli della storia. Non esiste che a metà maggio non si sa se una squadra riceverà o meno punti di squalifica e quanti, una colossale figura di melma internazionale che porterà la gente a disamorarsi ancora di più di questo sport. E pur detestandoli come squadra da sempre, trovo che sia scorretto anche nei loro confronti, punti prima tolti poi ridati, poi dimezzati, l’italia calcistica sta dando il peggio assoluto di se proprio nella stagione dove piazziamo 5 squadre nelle semifinali europee. In questo senso ho smesso da settimane di sentire il campionato, se arriviamo quarti tanto meglio, se arriviamo in Europa League va bene lo stesso, può regalarci grosse emozioni anche quella come abbiamo visto quest’anno. Unica cosa che mi dispiacerebbe davvero è uscire fuori dalle coppe, perché un anno di sola serie A, questa serie A, sarebbe difficile da digerire.

  18. Le competizioni sono organizzate per essere vinte e la coppa rappresenta il premio, fin qui ci siamo, franche65? Senza scomodare la logica, ma prendendo in prestito un proverbio popolare di Venezia il quale così recita: xe se mejo esse la testa de la sardela che la coa de lo storion, ti ho fatto un esempio facile di quanto sia strampalata la tua opinione. Tradotto è meglio vincere una coppa minore o non vincere un caxxo?
    Forza Roma

  19. di solito concordo con gli articoli di Fiorini, anche stavolta condivido molte cose, ma non chiamatelo “stop” per favore.
    Come dice anche l’articolo, la Roma non ha sfigurato affatto, anzi nel secondo tempo mi è piaciuta; non ha corso mai grossi rischi nonostante schierasse praticamente mezza primavera. E malgrado un 28% di possesso palla, è stata più pericolosa del Bologna, devono solo ringraziare Belotti se è finita 0-0.
    Una volta un pareggio fuori casa era quello che si diceva “in media inglese”, altro che stop; potrei essere d’accordo se fosse arrivato con un Lecce o con uno Spezia, ma il Bologna ha creato problemi un po’ a tutti ed è anche per questo che si trova in una posizione di classifica così tranquilla.
    Mou ha dato un segnale chiarissimo, la priorità è l’europa League; per come si sono messe le cose il quarto posto, tra errori arbitrali e non, è diventato un’impresa molto difficile, anche se non ancora impossibile. Ma tra non riuscire ad arrivare quarti e non riuscire a vincere la EL, tutta la vita la prima

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome