Roma, annullata la tournée in Asia: le ultime

27
1862

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma ha deciso di annullare definitivamente la tournée in Asia che si sarebbe dovuta svolgere a fine luglio.

Nell’accordo pattuito infatti la squadra avrebbe dovuto ricevere 3 milioni di euro per la partecipazione a questo evento precampionato, con una parte di tali soldi da ricevere in anticipo.

Soldi che però non sono mai arrivati e per questo la Roma ha deciso, ora in via definitiva, di cancellare la tournée asiatica.

La squadra avrebbe dovuto affrontare Tottenham, Wolverhampton e Incheon United, ma a questo punto le sfide sono da considerarsi saltate.

Articolo precedenteCalciomercato Roma, anche la Lazio piomba su Zaha: è derby con i giallorossi
Articolo successivoCalciomercato Roma: per Volpato manca l’accordo col Sassuolo. I giallorossi fermi a 30 milioni per Frattesi

27 Commenti

  1. Meglio la fama e il denaro si ottiene vincendo trofei non facendo amichevoli dove come sport conoscono solo il calcio alla PlayStation ! Restare a trigoria ad allenarsi senza farsi migliai di km in aereo …

    • Meglio ancora in un bel posto fresco di montagna, con i tifosi che ci vanno in vacanza per sostenere la squadra. Una mia amica lo faceva, andava con tutta la famiglia ed era bellissimo.

    • io ho un bellissimo ricordo di un weekend in famiglia a Predazzo…. ho ancora il cappellino con tutti gli autografi…. e il vivido ricordo di Gautieri, con un bello smanicato pieno di sacchetti di sabbia, che mentre stà facendo ripetute sulle gradinate della tribuna sbotta all’indirizzo di Zeman… “Aoh, ma quante ne dobbiamo fà de queste!?”

      Zeman da centro campo, accende una sigaretta e risponde: ” tu corri su e giù. dico io basta”🤣

    • si va tutti in Trentino al fresco amichevole in val di sussaaa ,poi in un triangolare nel astigiano e un altro in Francia corta e per metàgosto imbriachi e contenti 60 partite non le senti🤣🤣🤣🤣

    • ricordo una gita in Austria a Kapfenberg, primo anno di Mexes, Luglio o Agosto 2mila e qualcosa, non ricordo.
      fresco, boschi, ossigeno.
      tutto molto bello.

  2. Lo so che il Dio denaro che conta, ma a questo punto bisogna tornare all’antico e trovare in fretta e furia una localita’ “montanara” per fare una bella preparazione evitando i 35 gradi sotto il sole a Roma…squadra di buon livello per organizzare amichevoli, si trovano.

  3. le tournée servono solo per il marketing, io ritornerei al passato e farei un grande allenamento tattico, tecnico e fisico in Trentino, come si faceva una volta. Forza Roma

  4. E adesso direi amichevole con la squadra inglese con cui abbiamo fatto la partnership, l’ Hull City almeno vediamo dal vivo qualche talento interessante.

  5. Tre settimane di lavoro a Trigoria andrebbero bene . Abbiamo un centro sportivo all’avanguardia nel mondo con ogni tipo di macchinario sportivo.e di comfort per atleti e tecnici .Ricordo il ritiro del 2007 con Luciano Spalletti sempre in bicicletta e una stagione poi straordinaria. Li ci furono ragioni economiche stringenti come tutti ricorderanno. Qui per fortuna si tratta di tutt’altro…

  6. Ottima notizia! Bisogna tornare ai ritiri in montagna, i fatti chi lo fa caso strano ha meno infortuni , corre di più’ e ha più’ benzina nelke gambe e ossigeno ai polmoni! I ritiri non si fanno a 40 gradi o in paesi umidi! Dopo dieci giorni ka oer na amichevole con difficoltà’ a salire , i soldi si fanno solo vincendo campionato e coppe! Poi partecipare a qualche torneo internazionale va bene, ma dopo il ritiro! Na uba bontà mica erano stupidì? Eppure c’era solo l’allenatore, il vice , quello dei portieri, un medico è un massaggiatore! Oggi tutti esperti e scienziati tattici con lavagnette!

  7. L’importante e’ che il lavoro di preparazione si svolga con l’organico al completo, poi il recupero con i comfort di alberghi e fisioterapisti non saranno un problema..

  8. Francamente penso sia meglio così perché come detto, senza un giocatore testimonial sudcoreano, per me non ha senso andarci in Sud Corea perché non hai le condizioni di ottenere maggiore visibilità, attrattiva commerciale ed altro rispetto a club in Europa come persino un Mallorca o Wolverhampton, che loro ce l’hanno un sudcoreano, è catalizzano più interesse laggiù per questo rispetto a noi.
    Per me qui l’americano Wendall ha sbagliato nell’impostare la cosa. Se vuoi fare queste cose, io mi concentrerei sul mercato giapponese visto che qualcosa lo abbiamo già impostato laggiù nel precedente tour, con Toyota ed assumendo allora un manager esperto non americano o italiano ma giapponese che avrà tutt’altro tipologie di agganci in quel paese, sa come muoversi meglio anche nel reperire sponsor ed investitori rispetto ad uno straniero oltre a come fare crescere il nostro brand laggiù, e di prendere 1-2 giocatori testimonial giapponesi (tipo Endo, Kamada, Ito ma anche un terzino giovane come Handa). Altrimenti queste operazioni fanno poco senso se non pianificate bene.

  9. quanti anni sono che la roma non va in montagna? e quante stagioni sono che siamo massacrati dagli.infortuni? non sono uno scienziato.ma non ci vuole molro a capire che le cose sono collegate

    • Veramente questa è stata fatta ed organizzata da Wendall. Qui Pinto non c’entra niente stavolta, la cosa andava pianificata in modo diverso e la valutazione errata è stata del dirigente americano.

  10. Menomale. E Basta pure coi ritiri in Algarve o in quel di Trigoria. Con tutto l’arco alpino che abbiamo. Una bella ossigenata in Trentino. E secondo me Trigoria porta pure una gran sfiga.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome