Roma, avanti senza isterismi. E Pellegrini è il mio capitano

118
3671

EDITORIALE Troppa isteria. Stiamo tanto a chiedere alla Roma di diventare matura, ma siamo noi per primi a non riuscire mai a esserlo. E’ bastato un passo falso, un pareggio sul campo del Benevento, per scatenare un putiferio di piagnistei e di insulti contro certi giocatori (i soliti) e l’allenatore.

Fonseca può non piacere, ha sicuramente dei difetti, ma a parlare per lui devono essere solo e soltanto i risultati. E per adesso i risultati parlano a suo favore. I giudizi vanno rimandati alla fine della stagione, e non al termine di ogni singola partita: se riuscirà a centrare la Champions, allora il portoghese meriterà un applauso, altrimenti avrà fallito l’obiettivo e la Roma farà bene a pensare di cambiare.

Che la squadra abbia dei limiti, così come il suo allenatore, non è di certo una novità, ma la classifica ci vede ancora in zona Champions. Cosa si pretende da questa squadra? Che le vinca tutte o quasi? Beh, levatevelo dalla testa. I passi falsi ci sono e ci saranno ancora. La Roma non è una squadra allestita per restare in scia di Inter e Juventus, ma per competere contro le altre 3 o 4 squadre che lotteranno per finire tra le prime quattro.

Il compito sarà difficilissimo, perchè Milan, Lazio, Atalanta e Napoli sono agguerrite. I posti per entrare in Champions sono solo quattro, e tre di queste cinque squadre resteranno col cerino in mano. La spunterà chi sarà più brava a sbagliare di meno. La Roma può farcela, ha i giocatori per raggiungere il suo obiettivo, ma niente le è dovuto. Testa bassa e lavorare, lasciando da parte inutili isterismi che lasciano il tempo che trovano. 

Totalmente irrilevante l’argomento striscione su Pellegrini. Per quanto mi riguarda ha valenza zero. Parlare di spaccatura tra i tifosi per un messaggio nato dall’iniziativa di un esiguo gruppetto di persone è quantomeno singolare. Semplicemente ridicolo poi pensare che possa diventare una colpa l’essere amico di qualcuno che indossa una maglia diversa dalla propria. La rivalità sportiva, quella sana, finisce sul campo. La vita privata è tutta un’altra cosa. 

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

 

118 Commenti

    • Più tiri ok e non solo da parte sua, ma quel tacco ci stava x regalare la vittoria allo scadere. Non lo disprezzerei così tanto.

    • La vita privata è tutta un’altra cosa.
      Appunto!
      Essere di Roma e della Roma e non aver capito ( e lo dico con tutto il rispetto anche all’estensore dell’articolo ) che certe cose vanno tenute private per pellegrini rapprenta un aggravante.
      Dare agli altri dei falliti mi sembra improprio per uno che, avendo mostrato poca intelligenza e altrettanta poca furbizia, se non sapesse giocare al calcio, forse non riuscirebbe a mangiare…

    • Per una volta mi trovo d’accordo con Fiorini.
      Parto dalla fine. Per me, la fascia di capitano, deve spettare per diritto di nascita ad un romano. Perché? Semplice.

      Un romano in campo, incarna lo spirito della città, dei tifosi, del nostro essere. Viviamo in un calcio sempre più globalizzato, e meno “squadra”. Un po’ di colore, non fa mai male. E poi è fondamentale conoscere la piazza e nessuno meglio di un romano sa farlo. Pensate davvero che Edin possa conoscere Roma meglio di Lorenzo? No. Semplice.

      E questo è un dato di fatto, che purtroppo fa “rosicare” tanti pseudotifosi, tipo il mio carissimo F.Z. Civis romanus sum era il più grande vanto del mondo antico, oggi è quasi una burla. Partiamo dalla classe politica, dove un movimento lobbista come la lega nord, che ha fatto del suo insulto a Roma uno spot elettorale, viene a chiedere i voti proprio nella Capitale: venti anni fa, una cosa del genere, non sarebbe mai accaduta. Per poi arrivare ai romani stessi, che odiano i loro simili. Ma se i romani odiano Roma ed i romani, per quale dannato motivo tifano Roma?

      Anche io volevo essere un giocatore della Roma, capitano, con la dieci sulle spalle. Un altro ragazzo ha realizzato questo sogno al posto mio, perchè dovrei essere invidioso? E’ bello vedere che ci son persone che riescono a realizzare i propri sogni. E chi li ostacola, è solo invidioso. L’invida non porta mai nulla di buono.

      Poi c’è il discorso tecnico. Fonseca è un allenatore altamente ottuso. Più volte ho ricordato l’episodio della bottigliata di Montella a Capello: la settimana dopo, Don Fabio mise Vincenzo titolare, e segnò il goal del 2 a 0, e la Roma vinse lo scudetto. Fonseca, lo avrebbe fatto sparire. Fonseca non è un grande allenatore perché ciclicamente litiga o fa fuori qualcuno. E per questo motivo abbiamo perso dei calciatori che oggi ci avrebbero fatto comodo. E’ riuscito a far passare per bandito un grande calciatore come Florenzi, amato e stimato da tutti gli allenatori perchè gioca dove lo metti, con tanta grinta e qualità. E non contento, lo ha umiliato pubblicamente con il famoso like al commento sulla cessione di Alessandro. Poi Under. Per carità, non sarà un fenomeno, ma quando ha giocato con continuità ha dimostrato di essere forte. Sicuramente più di Carles Peres. E poi arriviamo ad Edin. Potrà piacere o meno, ma c’è un curriculum che parla per Dzeko: è il terzo marcatore della Roma di tutti i tempi, qualcosa vorrà dire no? Ha vinto ovunque sia andato – tranne a Roma, ovviamente. E Fonseca lo critica perché Edin ha appeso al muro uno dei responsabili di quella figuraccia contro lo Spezia. Andiamo, ragazzi, un allenatore non ha molte regole da conoscere – ricordiamoci tutti che Pellegrini aveva fatto presente questo. Quindi, è pure presuntuoso, oltre ad essere incapace.
      E guarda caso, dopo quell’episodio, il grande fonseca degrada Edin – ricordo che il capitano viene scelto dalla SQUADRA, non dal tecnico. E lo mette in panchina. Per chi? Per uno che sicuramente è un buon giocatore, tanta tecnica, ma quando c’è da mettere la cattiveria latita. E’ giovane, si farà. Ma oggi la Roma ha bisogno di certezze. Chi mastica un po’ di calcio, sapeva che Edin era perfetto per questa partita, un po’ come per Roma Samp: prima o poi trova la giocata. Il 9, nel calcio moderno, DEVE essere un attaccante forte fisicamente. Oppure forte come Cr7. E Mayoral non è né l’una né l’altra cosa.

    • Allora quando si mette al dopo partita 4 nelle pagelle al mister è perché siete piagnoni e isterici?

  1. Non ho potuto vedere la partita ieri, voglio solo dire però, che mi sembra assurdo giocare di giovedì in Europa League e poi di giocare subito domenica. Perché non di lunedì? Perché Juve Crotone di lunedì?
    Immagino che mancava freschezza ieri a noi.
    Detto ciò,

    CHI TIFA ROMA NON PERDE MAI

    • Cosi’ tanto per non stare sempre a piangere , Il Milan ha giocato un derby per la vetta alle 15 …..

    • Se avessimo giocato lunedì ci saremmo lamentati del fatto di giocare l’EL dopo solo tre giorni anziché quattro. Ringraziamo di aver avuto il posticipo serale, a Milan e Napoli è andata decisamente peggio che a noi.

    • Concordo. Anche e soprattutto con la piegatura dell’articolo del Sig. Fiorini.
      Il calcio è il gioco più bello del mondo. Con i suoi eccessi e isterismi.
      La vita è un’altra cosa
      #chitifaromanonperdemai

    • …non si tratta di piangere (conte in questo è un maestro!) ma valutare con un minimo di equilibrio i fatti: giocare giovedì (di fatto ogni tre giorni) toglie energie e non consente i recuperi psicofisici e da infortuni…la Roma non ha brillato e milan e napoli hanno preso belle sveglie…tutto qui…

  2. Bravo Andrea! purtroppo l’ambiente era umorale anche 30 anni fa, ma ora con l’avvento dei social ogni cosa viene amplificata a dismisura, dando voce a gente che una volta blaterava nei bar con una birra in mano, mentre ora pare abbia parlato chissà che padreterno. Se le vincessimo tutte saremmo da scudetto, e non lo siamo (ancora). Quindi giuste le incaxxature, giuste le critiche motivate, giusta l’ambizione ad avere dai Friedkin una squadra che finalmente ci possa togliere qualche soddisfazione, ma l’insulto sistematico ai soliti noti, anche no

  3. Appoggio completamente tutto !!!

    Sempre e SOLO Forza ROMA !!!

    P.S. Gira sulla rete una notizia ( pare sia vera ) che Totti abbia messo un “like” sull’esultanza di Pippo Inzaghi… tralasciando che Francesco è grande amico anche del fratello “sbiadito” ( hanno fatto vacanza insieme spesso…),vediamo se pure il “Capitano” verrà criticato/insultato.

  4. Pellegrini è una risorsa non un problema. Il vero problema è un centravanti alla Dzeko con 10 anni di meno. Majoral una terza riserva. Ricapitolando 5 Dzeko , 2 in attacco, uno a centrocampo uno centrale è uno in porta. Se vuoi competere quello è. Dimenticavo, per non sbagliare cambierei anche l allenatore.

  5. Io sono il primo a sperare che Fonseca cambi rotta. Anzi ti dirò, a livello di comunicazione mi è anche molto simpatico, non è un piagnone o rosicone come tanti. E sono il primo a riconoscere che la sua squadra non è completa: un bel reparto offensivo, un bel reparto difensivo ma a centrocampo gli uomini sono contati. Detto questo bisogna anche sapere riconoscere quando le cose non vanno: in due anni ci sono stati diversi problemi di spogliatoio, la squadra offre prestazioni convincenti solo con le squadrette. In più prestazioni come contro Atalanta, Siviglia, Napoli e Lazio non siamo abituati a vederle e invece in soli due anni ci hanno asfaltato più volte che nei 7-8 anni precedenti. Ora invece di spolliciare che lascia il tempo che trova perché non commentate questo? Anche io preferirei che Fonseca iniziasse a fare risultati con le squadre forti e migliorasse la visione tattica, ma dopo quasi due anni non credo più nei miracoli

  6. Sono d’accordo. Troppi sono convinti che questa sia una squadra di fenomeni in mano ad un allenatore scarso. Invece la Roma non ha un portiere affidabile, ha una serie di centrali di difesa giovani e inesperti (tolto Smalling che però quest’anno è quasi sempre infortunato), un terzino destro riesumato dopo tentata cessione, un buon centrocampo, ma senza fenomeni (forse domani Villar lo sarà, ma deve ancora crescere) e l’attacco composto da ultratrentenni scartati dalla Premier. Zaniolo, il fiore all’occhiello, indisponibile. Vogliamo paragonarla alla rosa della Juve (che invece sì, sta deludendo alla grande)? dell’Inter degli sprechi? Del Napoli il cui solo Osimeh è costato 60 mln (e sta facendo ridere)?
    La sola squadra che finora è andata oltre le aspettative è stata il Milan, la quale però è in calo pauroso e tra un mesetto, di questo passo, potrebbe essere fuori dalla zona CL. Poi c’è la solita Atalanta che è una storia a sè. Cos’avrebbe dovuto fare Fonseca, lottare per il titolo? A me sembra che la Roma sia l’unica insieme ad Atalanta e Lazio ad avere un’identità di gioco, le altre improvvisano.

    • Aggiungo che la Lazio ha raggiunto un’identità di gioco dopo anni di Inzaghi, che è in carica da ormai 5 anni e solo dall’anno scorso ha iniziato ad ottenere risultati interessanti. Questo dovrebbe far riflettere sul futuro di Fonseca, il cui eventuale esonero a fine stagione dev’essere più che ben ponderato

    • Sono d’accord con te, anche l’analisi di Matteo è coerente. aggiugerei che è una squadra che manca di esperienza e malizia per vizio di gioventù perche alcune delle partite perse contro le big sono avvenute per errore di un sigolo giocatorenon per un problema di squadra. Per non parlare degli infortuni…

    • Purtroppo Matteo mi spiace contraddirti m i dati dicono altro , Inzaghi allena dal 2016 e nel 2017 ha vinto la Supercoppa bissandola nel 2017 e aggiungendo una Coppia Italia nel 2018/2019, lo ricordo con dispiacere solo per dire che il buongiorno si vede dal mattino e se anche questo anno i titoli saranno 0 e si non raggiungerà almeno il quarto posto i Friedkin gli daranno il ben servito. Basta giustificare allenatori e moduli di gioco che non portano lontani. Poi se vince El o si qualifica per Cl impresa molto ardua, sarò il primo a complimentarmi e fare mea culpa. Sempre e solo forza Roma.

  7. La squadra era stanca la difesa arrangiata e Fazio non faceva dormire sonni tranquilli. Dall’ altra parte catenaccio ad oltranza e corsa da vendere.Risultato 0 a 0 niente di più ovvio inutile fare commenti e cambiare bandiera ogni settimana.Il nostro campionato è un play off con Lazio Atalanta e Napoli.Stop

  8. Plaudo all’articolo che condivido in toto.
    Pellegrini con orgoglio il mio Capitano.
    Mi chiedo, possibile che nessuno di voi della brigata De Falchi (r.l.p.) abbia un amico o un partente che ha avuto la sfortuna di nascere o diventare Laziese? Niente auguri per il compleanno e x Natale così impara?

  9. I risultati parlano a favore di fonseca? Quali? La qualificazione in Champions mancata anni luce lo scorso anno? L’ eliminazione contro il Siviglia senza scendere in campo? Le eliminazioni pietose in 2 coppe Italia? Nessuno scontro diretto vinto in un anno e mezzo? Le polemiche con dzeko e Florenzi che hanno minato per ben 2 volte la serenità dello spogliatoio? Il non saper mai cambiare una partita in corso? L’ essere permaloso a scapito della squadra?
    Se questo zero parla a suo favore si capisce perché nell’ ambiente romano sono salutate come trofei le vittorie contro squadre tipo il Crotone.

    Quanto a Pellegrini questa storia della fascia è altra roba che solo a Roma ha tutta sta cassa di risonanza; stesse cose fatte quando arrivano i ds o i preparatori… tempo e tempo perso a parlare di cose inutili e poi il giudizio del campo dice sempre che alla fine a vincere sono gli altri.
    Chi se ne frega della fascia, voglio batte il Milan!!!!

  10. Concordo in pieno chi non ha un amico laziale, juventino,interista io lavoro con un napoletano sfegatato ma mica gli tiro lo prendo in giro ci stanno le battute gli sfottò…e piantiamola basta con queste ca…te sempre forza Roma e forza Pellegrini mio capitano!!!!

  11. Giustissimo. Alcuni “tifosi”, addirittura, sembrano auspicare certe cadute o difficoltà per poter polemizzare e criticare. Basta, non se ne può più. Solamente e sempre… FORZA ROMA!

    • Uno sta sopra…un po’ più sopra…fa certi sermoni…

    • Ao parla de sermoni L’ unico che viene qua da 5 anni consecutivi ed il commento più corto sembra la riedizione della Bibbia (ancora da tradurre nel suo caso.)

    • Io sul sito non vengo da 5 anni consecutivi. Ma dal 2012 . Sono 9

  12. Appunto, aspettiamo la fine del campionato, aspettiamo il prossimo turno di Coppe, ma siccome non siamo nati ieri, quando giochi contro il Benevento in 10 per quasi tutto il secondo tempo, e giochi così male, non ti aspetti niente di buono.
    Comunque un giudizio io credo si possa dare anche domenica. Il Milan di oggi non è certo irresistibile. Se lo batti ok. Altrimenti senza isterismi dirò che è una Roma mediocre.

    • Pellegrini non è il mio capitano, è un giocatore dalle medie qualità sia tecniche che di leader. Purtroppo c’è questo qua ora, è proprio vero che c’è un ante Totti e un Post Totti…

  13. Diciamo che la stanchezza fisica, dovuta anche alle numerose assenze che non ti permettono di far rotare più giocatori; all ‘atteggiamento vergognoso in campo del Benevento ;hanno partorito uno 0-0 ,che ci sta stretto. E già ,perche’nonostante tutto gli unici tre tiri in porta, con un salvataggio sulla linea, sono stati i nostri.
    Il fatto che giochiamo il giovedì e poi non giochiamo il lunedì ,va avanti da anni. Napoli e Lazio, tenevano (e tengono )il posticipo programmato x tutti il tempo che giocavano in Europa League.
    Per il resto concordo con Fiorini. Solo che ,se cambiamo un allenatore ogni anno e mezzo non andiamo mai da nessuna parte.
    Ma tanto qua si massacrano Fazio e Juan Jesus, a prescindere, domenica hanno lottato su ogni pallone , e come avevo detto Fazio avrebbe preso tutti i cross x Lapadula ;e’cosi e’stato.

    • Bravo Gaetano, se cambiamo allenatore ogni anno e mezzo, non riusciremo mai a portare avanti un progetto tecnico tattico completo. I calciatori che rimangono saranno sempre costretti a ricominciare tutto da capo all’inizio di ogni stagione mentre gli altri, vedi Atalanta e sbiaditi, migliorano di anno in anno. Una squadra (ma vale per qualsiasi gruppo di lavoro),cresce insieme al suo allenatore e viceversa.

    • Gaetà ripropongo anche a te la domanda, ma il posticipo va richiesto o è a discrezione solo delle tv e se si la ASRroma le sta facendo queste richieste e vengono negate dall’avversaria o dalla LEga???
      per il resto mi vien da domandare, ma chi è che può mandare via l’allenatore??? il tifoso o il padrone??? perchè a parte Spalletti, con le sue sbugiardate dichiarazioni, e LE che dichiarò non essere lui ancora pronto per una piazza ambiziosa, l’altri sono stati sempre allontanati dalla società…
      Fazio … Jeus… se lo stesso mister li ha declassati a terza riserva un motivo ci sarà???

    • No non va richiesto. Vatti a vedere anticipi e posticipi. Degli anni addietro. Sempre Lazio , Napoli .per non parlare della Juve di Conte quando stava in Europa League. Addirittura x non fare torto a nessuno , si piazzavano due posticipi.
      Prima , la colpa era di Pallotta che ci massacravano. Ora ci stanno i friedkin e la colpa e’ sempre nostra?
      E no caro Gs2012.
      Spiegami il posticipo Juve& Crotone
      Spiegamelo tu , perché non potevamo posticipare pure noi.
      Quando ci stava il Napoli di Benitez. Mi litigavo con un napoletano. Gli facevo presente che loro Posticipavano sempre il lunedì. E lui mi disse. Che in automatico ,se si giocava in casa. Il giovedì. La domenica poi si giocava alle 18.00
      Se invece si giocava in trasferta il posticipo era di lunedì.
      Vatti a vedere le statistiche…abbiamo giocato sempre di domenica.
      Qualche volta ci hanno fatto la grazia di posticipare alle 20.45, come domenica.

    • spetta Gaetà, non la butta in caciara, non è una gara fra di noi ma un chiarimento… quindi, specifichiamo…
      anticipi e posticipi li decidono i diritti tv e qui non possiamo dire niente (fa parte dei soldi che incassi, come l’obbligo dell’intervista pre e post partita), però cmq ho sentito squadre che si lamentavano che nel fare la richiesta del posticipo veniva rifiutata dall’avversaria, quindi, al di là delle statistiche il posticipo l’ASRoma lo può richiedere ufficialmente e deve accettarlo l’avversario o la Lega o è solo una discrezione di chi detiene i diritti tv, che anche se odiamo lo spezzatino diventa un loro diritto in base ai loro target??? poichè non ho mai sentito la ASRoma dichiarare “il Benevento ha rifiuto la nostra richiesta di posticipo”??? che poi questa volta non conveniva poichè giochiamo anche giovedi… però con il Milan potresti chiederlo???
      cmq sia, se ti è capitato di leggere qualche volta i miei post scoprirai che anch’io lo trovo un danno nei nostri confronti… 🙂

    • Padre Ralph almeno ti tengo in allenamento…

  14. Ma infatti, senza lamentarsi ma non capisco perché il posticipo venga negato sempre solo a noi, al di là del valore del brava, comunque una buona squadra, l’impegno in coppa ti succhia energia a livello mentale , un giorno in più poteva essere decisivo, in ogni caso nessun dramma e andiamo a riprenderci questi tre punti col Milan…forza Roma !!

  15. Tutto vero e condivisibile … però continuo a pensare che senza un centravanti di peso, arrivare a certi traguardi, come centrare la CL, sarà molto molto difficile … vedremo e forza Roma!

  16. La Roma HA l’organico per centrare l’obiettivo Champions…l’ho giudicato -dall’inizio dell’anno- inferiore solo a Juventus e inter.
    Ciò premesso,in 1 anno e mezzo, l’allenatore della Roma ha clamorosamente FALLITO tutti gli obiettivi,di Campionato (l’anno scorso ) e di Coppe (sempre).
    Quest’anno s’è incaponito a fare il “muscolare” con il Braga,perdendo uomini-chiave in difesa e spompando Veretout e Mikhytarian.Un posto in Champions è l’ultimo obiettivo rimasto,perchè in Europa League, appena incontra una squadra di media caratura,va fuori.
    Ieri sera ha sballato l’ennesima formazione e i cambi in corso d’opera.
    La Roma DEVE avere un allenatore all’altezza.Se lo può permettere. Se paga 7,5 milioni a Dzeko,può farlo altrettanto -l’anno prossimo- con Allegri.

    • Azzzz stai a gode eh 😂😂😂 👍👍👍👍

      #FronteUnicoRoma
      #HastaLaVictoria

    • Caro Zenone intanto “c’ero anch’io” quando Barison segnò se ricordo bene all’ultimo minuto su calcio d’angolo sotto la pioggia battente l’uno a zero contro la Juve o quando dopo l’uno a uno di Benaglia “er teschio” (ma potrei confondermi) Del Sol segnò il 2 a 1 per le zebre ed Oronzo Pugliese svenne sulla pista di tartan prima che il gol dello spagnolo (poi finito alla Roma nell’affare Spinosi Landini Capello)venisse annullato.E in tutti questi anni di lamenti ne ho sentiti e di delusioni ne ho vissute e forse questo sarà l’ennesimo campionato no della nostra storia,questo temiamo tutti mentre ogni tanto si accende una lucetta.Ecco non cercare sempre di spegnerla questa lucetta primo perchè un po’ di ottimismo non fa male a nessuno e secondo perchè mi devi spiegare con motivazioni tecniche valide non con battute da baretto perchè pensi che Fonseca sia così scarso e che la Roma abbia una rosa così forte da essere la terza forza del campionato a dispetto del parere di tutti gli esperti che le accreditano il sesto-settimo posto.

    • @coregiallorosso

      Te strignerei la mano se potessi 👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏
      MAI SMETTERE DI SOGNARE

      #FronteUnicoRoma
      #HastaLaVictoria

    • #coregiallorosso…innanzi tutto,il gol alla Juventus al 90° fu in realtà un autogol di Bercellino che corresse in rete il corner del povero “Barisonte”, venuto a mancare da tantissimi anni,dopo una partita dominata dalla Roma (mi ricordo 4 pali a portiere -Anzolin- battuto).
      Ma veniamo al sodo. Ho spesso documentato con dati tcnici e non battute la limitatezza di Fonsega,ad es: di giocare sempre a 2 a centrocampo; di non adattare mai il gioco della squadra all’avversario ;di disporre la squadra con moduli a 4 linee , 4-3-2-1 o 3-4-2-1 ;
      fare sostituzioni di giocatori ma mai di modulo nella stessa partita; mettere attaccanti su attaccanti senza mai recuperare un risultato. Basta?
      Che la Roma abbia una rosa da 3-4 posto lo dco IO ed ha la stessa valenza di quelli che dicono che è da 6-7 posto. Un saluto 🙋‍♂️

    • @Zeno

      Zenò posso pure esse d’accordo con te ma non è un buon motivo per andare CONTRO.
      Si può sempre migliorare e lha già fatto.. La speranza è che lo faccia ancora.
      Poi fai quello che credi.

      #FronteUnicoRoma
      #HastaLaVictoria

    • Zeno’, pure stavolta te do’ ragione… quando non fai il “provocatore” i tuoi argomenti sono validi e condivisibili… continua su questa falsariga….😉

    • Vabbè Zenò ora è già più chiaro il tuo pensiero.Io non sono d’accordo perchè penso che prima dei limiti tattici dell’allenatore che ci possono anche stare questa squadra ha dei limiti di rosa per cui quando butti dentro un attaccante o due per recuperare il risultato non hai proprio la materia umana per farlo.Da ieri però si è rivisto Elsha che in 5 minuti la partita l’aveva riaggiustata salvo il malaugurato offside di Pellegrini e questo mi fa ben sperare per il futuro

    • “dati tecnici e non battute”…è in effetti una battuta! Quanto tempo c’abbiamo campato col 4231 spallettiano? E poi che è, calciobalilla, coi giocatori infilati nelle stecche?
      Adattare il modulo al gioco dell’avversario? E quale sarebbe la squadra che lo fa ad ogni partita? Me ne dici una?
      Lo ha adattato al calcio italiano, e tanto basta. Infatti tutte le statistiche recitano che la Roma offre poche occasioni da gol agli avversari. Il problema sta semmai nella percentuale di queste che si trasformano in gol. Ma anche questo te lo spiegano le statistiche, poiché la Roma, ahinoi, è nella vetta di quelle degli errori individuali.
      Per quanto riguarda gli attaccanti su attaccanti, beh, forse, considerando l’età che è quella del Numero Uno del Gruppo TNT, ti starai forse sbagliando con Di Francesco.
      Anzi, gli avete rotto gli zebedei per settimane di far giocare assieme Dzeko e Mayoral, e adesso non va bene lo stesso?
      Troppo prolisso per rispondere a una delle tue solite boutade, lo so, non lo faccio più…

  17. Quanti di noi Romanisti hanno almeno un caro amico che purtroppo è di fede laziale?
    Una volta mi è capitata pure la fidanzata laziale…
    Quindi d’accordo con te caro Andrea.
    Sempre Forza Roma

  18. Non è più come prima, Nela, Cervone, Zago, Manolas, non ci sono più…. Adesso magneno insieme e i scemi semo noi…. ❤️🧡💛 IO SONO DELLA ROMA E CHI DIFENDE I COLORI IN CAMPO, UN COMPAGNO IN DIFFICOLTÀ, OPPURE, CHI SI FA RISPETTARE, È LA LUCE È IL FARO È IL ❤️🧡💛 ROMANO! ❤️🧡💛

  19. Ma solo a me questo continuo mettersi in bocca la parola “capitano” da parte dei media romani comincia veramente a dare sui nervi? Questa retorica risibile da ‘800 carbonaro, queste metafore bellico/militari che hanno proprio scassato…
    Ma chi se ne frega di chi e’ il “capitano” ? Ma a che serve di preciso il “capitano”? Cosa cambia a una squadra del 2021 chi sia o non sia il “capitano”? Qualcuno me lo spiega? Ma nelle altre squadre vi sembra che danno cosi’ tanta importanza a questa cosa?
    A me sembrano sciocchezze da bambinetti che giocano in cortile. Leggere queste tiritere bislacche sul “mio capitano”, confezionate come pezzi “emozionali”, e’ una cosa imbarazzante.

  20. Caro Andrea, sono francamente ammirato per la chiarezza (e la fermezza) con cui ti sei espresso. E non potrei essere più d’accordo di come mi sento, con ciò che hai detto.

    E ancora una volta grazie per la gentile ospitalità…

    Complimenti e ciao (e speriamo di farcela…) 😊.

  21. E meno male va.. Qualcun oche ce pensa ar bene daa Roma.. Bravo Fiorini.. Anche se Pellegrini non è il mio capitano.
    Il capitano è quello che cià la fascia al braccio…e dentro sta squadra lo può fa Edin, per militanza e caratura… O Mancini per carattere che mi sembra la scelta più ideale.

    Il mio ideale di capitano però sarebbe stato AK11.. Un mix di tutt’e due.

    AVANTI ROMA

    #FronteUnicoRoma
    #HastaLaVictoria

  22. ..certo questo forum è stra-pieno di tifosotti che quando si vince: “Noi abbiamo vinto” mentre quando si perde: “La Roma ha perso”…consiglio l’acquisto di uno specchio, per farne cosa??? Fate un pò voi…

  23. D’accordissimo con l’editoriale di Andrea Fiorini. Se vogliamo che la nostra Roma cresca in tutti i sensi, anche noi tifosi dobbiamo crescere: si può essere tifosissimi (e noi romanisti lo siamo da sempre) e allo stesso tempo mantenere un certo equilibrio nei giudizi sulla squadra e sull’allenatore. Almeno proviamoci, non è poi così difficile.

  24. Quello che gli consigli di fare non possono farlo… e’ vietato, ci sta il covid.

  25. Condivido tutto il contenuto dell’editoriale a parte le ultime 5 righe.
    Chi chiama un caciottaro “fratello” ha seri problemi di quoziente intellettivo.
    Per me può anche andare affanc insieme ai suoi fratelli partenopeo / formellesi.

    • Blouson con tutto il bene possibile, ma tu vivi fuori dal mondo. Uno dei miei più vecchi e intimi amici è laziale fracico, stessa cosa per i cugini da parte di mio padre, il buon UB40 ce ne ha uno come testimone di nozze, c’è gente che c’ha la ragazza/o o addirittura il/la coniuge laziale.
      Quelli so persone normali nate con un problema che è troppo tardi per risolvere, ma la miseria, ti pare che dobbiamo tagliarci i legami perchè una frangia della tifoseria non è d’accordo? Ci si perkula, ci si odia calcisticamente, ma poi alla fine ci si vuole bene e nella vita fuori dal tifo ci si augura il meglio.
      Pellegrini c’avrà un rapporto stretto con Immobile, fatti sua, gli ha fatto gli auguri di compleanno, mica gli ha augurato di vincere con la Lazio.

  26. Giusto un appunto.
    “La rivalità finisce sul campo”.
    Ecco, al derby (ma in tutte le partite che contavano qualcosa….) la rivalità ce l’avevano solo l’altri, che infatti c’hanno preso a ceffoni.
    Per noi ho visto solo una manica di celenterati poppanti e imbelli e dopo pure piagnucolosi che pascolavano sul campo.

  27. caro Andrea oggi non concordo totalmente con il pensiero espresso e mi permetto di prendere la risposta di criPtico aggiungendo che anche nell’anno dello Scudetto ricordo una forte contestazione ad Antonioli con il Capitano costretto ad intervenire…
    inoltre vorrei capire perchè se questi sbalzi d’umore dei tifosi, che non nego possano cmq essere uno dei fattori della prestazione, influenzino soltanto in negativo, cioè prima del derby ricordo un gruppo di tifosi andare a Trigoria ad incitare la squadra, eppure poi hanno fatto la prestazione che tutti abbiamo visto (o sentito)…
    sul resto credo realista come sempre, anche senza dichiarazioni ufficiali, la squadra è attrezzata per lottare per il 3/4 e questo sta facendo e ci stà che ogni tanto si stecchi qualche partita, per questo servono svariati top la davanti che siano in grado di sbloccare la partita con un giocata, non a caso i primi marcatori giocano con chi ci precede…

  28. Caro Fiorini su Lorenzo Pellegrini sono di parere opposto al suo . Quel post è stato assolutamente inopportuno . Lo ritengo un increscioso scivolone mediatico . Il capitano di una squadra ne incarna il carattere il blasone e la militanza sportiva. Inammissibile quindi che ci si rivolga pubblicamente in modo cosi informale
    a un acerrimo avversario . Il Capitano dell’As Roma deve essere e apparire come la moglie di Cesare e cioè ben al di sopra di ogni sospetto davanti al tifoso della strada Così se ne incrina il rapporto fiduciario . .Questa vicenda quindi suona come molto stonata alle orecchie del sottoscritto soprattutto alla luce del pessimo derby giocato un mese fa .Altrove non avrebbero commesso questo passo falso .Spero che il primo a rendersene conto sia proprio il ragazzo. Sulla squadra invece i suoi concetti sono ampiamente condivisibili . La mano del mister si vede eccome al di là di qualche scompenso tattico n fase di finalizzazione sui quali lavorare con impegno. La strada però sicuramente quella giusta….

    • Si è vista ieri la mano del mister è da un anno e mezzo negli scontri diretti… e che mano…

      Ora Pellegrini non può avere un amico laziale? Chi lo dice??? Semmai mi dirai che il vigliacco laziale dopo tutte ste manfrine al momento se ne è guardato bene e non ha dato supporto al così detto “fratello”.
      Resta il fatto che siete sono piccolezze, in confronto a ciò che ha fatto pallotta poi non sono veramente nulla.

  29. Io,tifoso di lunga data,vorrei vedere la A.S Roma combattere calcisticamente sul campo sempre.Non la vorrei vedere mai “arrancare”come con la Lazio o il Benevento di ieri sera.Poi,si vede,che non è una squadra matura con una sua precisa identità,ma noi tifosi la vorremmo vedere sempre combattete e vincere.

  30. Articolo perfetto. Ormai il tifoso della Roma si è, in molti, lazializzato. Il mister fa il turn over ed esce con lo Spezia e giù critiche. Mette quasi la formazione titolare con il Braga e giù critiche perchè si sono stancati per il Benevento non per il Man City ma il Benevento. la Roma, per chi non ha 18 anni, dovrebbe sapere che il 90/95% delle occasioni importanti le ha fallite. Bisogna ricordarsi dei 7 a 1. Bisogna ricordarsi della coppa italia con la Lazio. Ma noi siamo sempre stati qui, orgogliosi di essere romanisti…….basta fare i criticoni e i piagnucolosi……..perchè quello spetta all’altra parte del Tevere

    • Bene ho piacere che l’argomento tecnico abbia una match abalisis e vedo che condidi sul difensore centrale di troppo e la preferenza di J.J. o addiritturacFeratovic al posto di Fazio(ammojito) e l’inutilita’ di Spinazzola come centrale, in effetti io a Pastore mon ci penso ma serebbe stato il calciatore che in tempi buoni puo aprire molti crigni, pero’ un’allenatore bonnun po di elasticita’ non puo nkn pensare di averd Pedro e utilizzarlo solo per 20 minuti ed Elsha solo per 10, io dopo 15 minuti avrei comunque cambiato tattica e ripeto piuttosto metto Karsdorp sulla mediaa Peres sulla destra Spina a sinistra questo subito nel priko tempo poi se bedo che nkn funziona faccio subito 4 cambi con l’ingresfo di J.J. (anche perche’ ogni pallone che passava vicino a Fazio mi si fermava il cuore) Dzeko Pedro e Elsha al posto di Karsdorp, Majoral e Pellegrini, si e vero che con Pedro Miki e Dzeko rischi qualcosa ma non dimentichiamoci che magari hai anche Duawara che nell’interdizione e transizio difensiva non e’ cisi scarso, mi diraj che Veretout jin ne aveva piu’ e che se magarj avevamo Cristante avevi gia’ la soluzinevtattica per risparmiare un cambio, pero’ scusa perche’ quando viene espulso Glick non fa subito la mossa di Pedro + Elsha e miki a galleggiarectra le due linee e perde alneno 10 minuti di gioco per fare una mossa che poi anche quella sbagliata di tenere ancora Majoral che non ha mai avuto uno sbocco sulla profondita’ ed addirittura utilizzare Elsha negli ultimi minuti.

      poi una domanda tattica, come la vedi una

      difesa a 4 kardorp Mancini Ibanez Spina (per la velicita’ io non rinuncerei mai a Ibabez)

      centrocampo a 4 (Cristante vertice basso di centrocampo che all’occorrenza dello sgancio dei due sterni esterni difensivi diventa il terzo difensore centrale in modo che gli altri due centrali diventano i bracci difensivi) Veretout e Villar mezzala Miki trequarti vertice alto

      2 punte Elsha e Majoral

      ?

      grazie, se non ti ho incasinato troppo l’argomento

      un saluto da Parma.

      SEMPRE FORZA ROMA

  31. Cercodi vedere le partite con obiettivita’ e mi auguro che Fonseca abbia capito quanto sia difficile la nostra serie A, so bene che nel calcio si vince e si perde cosi come ieri sera si e’ pareggiato

    Dall’estero sono molti addetti ai lavori che per vedere migliorare i loro assistito farebbero carte false per far impatare calcio nelle nostre serie A e B e cosi dovrebbe essere per gli allenatori, ora pero’ il vaso e’ colmo ed il ridondare del solito errore io lo vedo come integralismo allo stato puro, come dire io il calcio lo vedo cosi e cosi lo pratico.
    Va bene dico io, ma poi sul campo c’e’ pure un’avversario che non la pensa come te… allora che fai… insisti…. si insiste, questo non significa che sia un cappccione ma vuol dire essere integralisti !!!
    Tutto cio’ in italia e’ stato possibile farlo vincendo solo ad un allenatore, Arrigo Sacchi, in altri tempi che fare calcio con regole completamente diverse era piu’ praticabile e non c’era il V.A.R., altrimenti i rigori ed i gol annullati per fuorigioco sarebbero stati molti meno e poi sopratutuo con calciatori che con quelli di oggi non ci scambio neanche l’unghia incarnita, vogliamo fare un confronto di quel milan che ha vinto 5 champions, faccio qualche nome: Maldini, Baresi. Ancelotti, Rikard, Gullit, Donadoni, Savicevic, Boban Van Basten, (Baggio faceva la riserva di Savicevic), tutti calciatori pronti e gia’ affermati.

    Noi oggi di quel calibro o avvicinabili abbiamo solo giovani, Zaniolo (infortunato) e poi abbiamo dei buoni profili ancora troppo giovani (Villar, Ibanez, Calafiori) che devono dimostrare tutto.
    E lui che fa l’integralista…. allora si imponga anche lui Fonseca una regola (cosi come giustamente ha imposto ai calciatori nello spogliatoio) prima che impari anche lui come affrontare un’avversario che faccia un viaggio a Coverciano a seguire qualche lezione di calcio poi ne riparliamo, per studiare e imparare non c’e’ eta’.
    Per quanto riguarda la vita privata e gli auguri non entro in merito, anche io io amici della spazie e allora che faccio rompo un’amicizia che va avanti da quando avevo 3 anni… ma dai.

    • Fabio, perdona ma dopo 15 minuti un’allenatore che si rispetti e vede come gioca l’avverssrio cambia subito non dop 70 minuti. a costo di portate Fazio a centrocampo senza fare sostituzioni e invece lui vhe fa si irretisce e insiste per 70 minuti….allora continua cosi se ti va bene a me NO !!!

      (hai capito adesso perche’ Dzeko si incazza e lo prende di petto dentro lo spogliatoio e davanti a tutti )

      Fabio hai mai giocato a calcio, “dico a certi livelli, da professionista o nei settori giovanili professionistici” oppure lo sai perche’ si chiama scuola calcio o se ne hai capito il senso?

      Solo gli integralisti insistono in un solo modo e pur di uscire con le corna rotte rimangono convinti di avere fatto bene, allora fai cosi risentiti l’intervista dei dopo partita contro juve e brnevento ha fatto 1 pinto in 2 partite e lui e’ convinto che le corna le ha dure e lui non si rompe… be io pero’ a vedere sto stillicidio ridondante non ne posso piu’ ed kn modo particolare ascoltare vosa afferma nei dopo partita, poi se per te va bene cosi ….. auguri divertiti.

    • @Johann non ho giocato in serie A ma ho fatto serie C (poca) e abbastanza serie D. Ovviamente anni anni fa. Ho patentino Uefa e osservo giovani calciatori per una società prof.
      La partita di ieri la vinci SOLO con una giocata del singolo. Il Benevento con due linee molto strette e almeno 9 giocatori dietro la linea della palla. Difesa e centrocampo (5+4) stretti, raddoppi sugli esterni, uno dei punti di forza della Roma. Ieri paradossalmente, se fosse stato bene, serviva il vero Pastore, uno che ti saltava facilmente due giocatori e avrebbe costretto le linee a spezzarsi, dovendo uno uscire in chiusura e abbandonare la linea e avrebbe creato spazi per inserirsi. ieri era una partita difficilissima vuoi per il loro modo di giocare vuoi anche per la stanchezza…..non dimentichiamolo che ha giocato giovedì. Ora in altri tempi avrebbe perso, ieri ha pareggiato. Dispiace ma nulla è chiuso è ancora in gioco per il 4 posto e mi va bene così.

    • @Johann poi se mi dici che idea ho per i cambi, io ne avrei fatti altri:
      Dzeko per Mayoral; JJ per Karsdop portando B.Peres (che ieri è andato meglio di Karsdop) a dx e Spinazzola al posto di B.Peres; Elsha per Pellegrini con Miki che prendeva il posto di Pellegrini ma giocando assolutamente tra le due linee del Benevento e con la sua rapidità e bravuro nello stretto poteva metterli in difficoltà.Poi magari il primavera al posto di Fazio ammonito oppure Pedro al posto di B.Peres e Peres dietro nella linea dei tre. Rischiavi un pochino.
      Ma non è che ritengo Fonseca uno scemo….avrà visto altre cose. Il calcio è bello per questo, ognuno la vede a modo suo.

    • poi se ci porta al 4° posto anche a me va bene ma ci vuole che anche chi va in campo si dia piu’ da fare per riuscirci perche’ poi alla fine sono i calciatori che vanno in campo.

    • @Ansu sai cosa c’entra il palmares che Inzaghi ha acquisito, una mentalita’ che e’ necessaria ad essere spavaldo o se preferisci arrogante contro chi e’ inferiore calcisticamente parlando si parla di cattiveria calcistica, ma poi e’ altrettanto astuto a coprirsi contro chi gli e’ superiore e questa fa parte dell’intelligenza calcistica.
      Ti faccio un’esempio, ti ricordi Ottavio Bianchi, da calciatore un mediano che ti faceva saltare le ginocchia da allenatore si teasforma ed e’ l’unico allenatore che attacccava indietreggiando come uno schermidore che ti attrae e poi ti da la stoccata, ecco questa nel calvio e’ l’intelligenza calcistica che ha imparsto Inzahhi nel suo palmares…. oohh Bianchi ti ricordo che e’ stato quello che ha vinto lo scudetto a Napoli ed allenava un certo Maradona, che poi Bianchi ha vinto avendo il coraggio della paura, io non sono esperto ma con noi Bianchi e’ arrivato a disputere una finale di coppa uefa quando quella coppa era un’impresa vincerla e noi abbiamo perso per differenza reti. questo e’ per far capire che quella Roma non entusiasmava sul.lato offensivo ma era una squadra tosta e concreta che se gli capitava un’avversario piu’ forte alzava le barricate e portava il punto a casa, ricorda che nel cslcio conta vincere o per i meno forti fare pubti per salvarsi e salvarsi per il bebevento e’ cone vincere uno scudetto, poi sull’almanacco ci scrivono chi vince non chi arriva secondo ma ha giocato bene.

      grazie Samurai, Maldini altro catenacciaro… Ansu hai capito da chi ha imparato Inzaghi

  32. Pongo una domanda molto provocatoria, sperando di ricevere una risposta. Se a fine stagione Fonseca rifiutasse il rinnovo per andare in un club importante, e arrivasse uno che fa giocare la squadra tipo Filippo Inzaghi (barricate vergognose, perdite di tempo al 50′, e il tutto condito da urla verso insopportabili verso il quarto uomo), vi sentireste tutti più soddisfatti e realizzati?

    • No.
      Infatti al posto di fonseca NON deve arrivare Inzaghi.
      Manco de zerbi(no) però.
      Serve un allenatore da Roma.
      No te lo puoi permettere?
      NO MONEY, NO TITLES.

    • ciao POOH56
      accetto la provocazione, caro mio Filippo Inzaghi ha una storia calcistica gloriosa ha giocato da diletfante nelle giovanili di una delle migliiri scuole calcio di Piacenza, (pergona ora nin ricordo il nome ma li ho affrontati alneno 6 volte quando allenavo nel settore giovanile) poi ha proseguito con le giovanili dell’Atalanta, altra grande scuola calcio nazionale dove Filippo Inzaghi ha hokcato ed esordito in serie A da professionista. (allenato a suotempo da Emiliano Mondonico uno dei migliiri allenatori dal punto di vista difensivo artefice di molti salvataggi dalle retrocessioni con squadre improponibili come, Cremonese e Atalanta), poi si e’ trasferito al Parma agli ordini di Nevio Scala
      (Nevio Scala ex Roma ha vinto con il Parma trofei internazionali insegnanfo e praticando un calcio pratico e funzionale), dopo di che la juve si accorge di lui e li altro grande tecnico difensivista Giovanni Trapattoni che lo tiene buono per insegnarli calcio dove li inizia a vincere qualcosa poi arriva il Milan dove vince tutto quello che era possibile vincere allenato da Fabio Capello prkna e poi da Carlo Ancelotti altri ex Roma, che dire poi che ha vinto un mondiale con Marcello Lippi e tanti altri titoli come l’europeo under 21, non ricordo conbquale allenatore, comunque penso che abbia avuto dri buoni maestri visti i risultati ottenuti da calciatore.

      Per il sottoscritto Filippo Inzaghi e’ un’alenatore che deve fare ancora esperienza che ha imparato nella sua carriera da calciatore come si affronta il Real Madrid e come si affronta la Crmonese, mentre non ho ancora capito se Fonseca abbia capito come si affronta il Benevento o la Juve.

      Magari mi sbaglio ma penso che Filippo Inzaghi anche come allenatore si togliera’ alcune soddisfazioni, intanto l’anno scorso ha vinto il campionato di serie B con un distacco record dalla seconda classificata e ti diro di piu’ la nostra serie B e’ di un livello superiore a tutti i campionati di seconda serie d’europa.

      Stammi bene amico, nel calcio c’e’ sempre da imparare qualcosa.

      SEMPRE FORZA ROMA.

    • no,
      se va via Fonseca deve arrivare un allenatore almeno del calibro di Allegri, altrimenti ci possiamo tenere Fonseca… Allegri e altri vengono solo gli porti i campioni??? proprio per questo vorrei questo tipo di allenatore invece che un “vero” o “bravo” allenatore, perchè l’odiata Inter ci stà ancora una volta confermando che senza i Lukaku, Lautaro, Handanovic etcetc neanche riesci a compete seriamente per lo Scudetto…

    • mi e’ tornata in mente la societa’ dilettanti dove ha inziato con l’attivita’ di base Filippo ed anche Simone Inzaghi, la San Giuseppe di Piacenza.

    • Vabbè dai Pooh, ma che domande fai?
      Preferite una compagna giovane e gnocca o una racchia è un po’ datata? 😂

    • La mia era chiaramente una domanda provocatoria, e l’avevo anche premesso, però il senso era abbastanza semplice da cogliere. In ogni caso, io non penso che Fonseca non abbia capito “come affrontare il Benevento e la Juventus”, ma semplicemente, ci sono determinate partite che senza guizzi individuali, vuoi o non vuoi è molto difficile portare a casa il risultato. E che io ne sappia, quando un avversario, magari anche forte del risultato, decide di arretrare e giocare con il baricentro nella propria trequarti, tu non puoi far altro che muovere la palla con pazienza, alla ricerca del varco giusto. La Roma ha sempre fatto questo, poi in alcuni casi ci è riuscita (vedi Roma Sampdoria), in altre ci è riuscita grazie a giocate individuali, mentre ieri non ha risolto la partita… succede, d’altronde è lo stesso campo in cui il Benevento, con metodi più o meno simili, è riuscito a strappare un pari contro Lazio e (soprattutto) Juventus.

    • Johan , anche Allegri è stato un grande calciatore. Vincitore di nove scudetti con il Pescara. Sette mondiali con la Italia. E ora esonerato…. Da allenatore. Cosa c entra il palmares di Inzaghi con ciò che offre la sua squadra. Andrà in b dritto come un fuso. Perché se esulti come se un punto ti fosse valsa la Champions , l eiaculata te la sbatti nel naso come è successo a spal e Chievo.

    • @Johan l’europeo u-21 l’ha vinto con Cesare Maldini finale contro il portogallo con uno scaldabagno di orlandini ai supplementari da 25metri, con l’unica azione fatta dall’italia in tutta la partita, un furto come pochi, dopo che il portogallo aveva stra-dominato , nel portogallo giocavano rui costa, figo, joao pinto mi sembra couto pure.

    • p.s.
      la risposta per Ansu su Inzaghi non so perche’ e’ sopra cosi il ringraziamento a Samurai per avere ricordato cone vinse quell’europeo under 21 con il goldengol di orlandini dopo un catenaccio gigantedco organizzato da Cessre Maldini, questo e’ per far capire ad Ansu da chi ha imparato certi atteggiamenti Inzaghi, basta vedere chi sono stati i suoi maestri e poi si capisce che cosa c’entra il suo palmares

  33. a zeno devi fa pace cor cevello
    siamo inferiori solo alla rubbe e all’inter ma
    con smallinghe e il bollito pedro ?
    o cuccumella ?
    famme capi—
    pe butta merda addosso a fonseca cambi idea … ma falla finita please
    sei sgamato e triste
    fidate

  34. Fonseca è destinato ad essere vittima dei luoghi comuni che gli sono stati appiccicati nei suoi primi mesi da tecnico della Roma.
    Concetti che anche io avevo fatto propri. Mi ritengo però uno niente affatto affezionato alle proprie idee, al punto di perorarle anche quando i fatti dimostrano che non sono più adeguate.
    Tutte le statistiche indicano il contrario rispetto ai triti ritornelli: possesso palla, azioni pericolose concesse, baricentro medio della squadra, gol segnati e azioni pericolose in ripartenza. Ma c’è poco da fare, la realtà è la cosa più soggettiva al mondo.
    Ieri abbiamo giocato con uno schieramento difensivo che definire sperimentale è poco. Eppure nulla abbiamo concesso al Benevento che sperava di beccarci sprovvisti su uno dei tanti lancioni verso Lapadula.
    La squadra mantiene un suo assetto anche quando ampiamente rimaneggiata: e questo non può non essere un merito dell’allenatore.
    Ieri non abbiamo vinto per scarsa abilità e vena dei singoli davanti, in particolare di Miky, che purtroppo, assieme a Spinazzola, è l’unico atout che possiamo giocarci al momento contro difese bloccate.
    I top club ne hanno almeno quattro cinque a disposizione. Noi, senza il contributo di Zaniolo, Pastore, e il Pedro attuale, siamo legati alla vena di un paio di giocatori.
    E abbiamo anche visto che Dzeko e Mayoral non si sommano, per chiunque avesse dei dubbi in proposito.
    Io ho comunque una moderata fiducia: ElSha si inserirà di più, Pedro in primavera potrebbe recuperare brillantezza, e poi ci sarebbe Zaniolo.
    Chi vuole può continuare a trastullarsi con Allegri…

    • UB, a me il pareggio col Benevento non mi ha sorpreso.
      Abbiamo pagato a caro prezzo le energie profuse nella partita di coppa (al pari del Milan) e le assenze per infortunio.
      A posteriori forse la scelta di rinunciare a Spina sulla fascia sinistra per il timore di non mettere contemporaneamente JJ e Fazio non ha pagato.
      Per il resto ritengo che abbiamo attaccato male la difesa del Benevento anche perché poco brillanti.
      Solo in poche occasioni ho visto sovrapposizioni sulle fasce e c’è stato poco coraggio negli sfondamenti centrali con azioni individuali.
      Ma sono osservazioni che lasciano il tempo che trovano.
      Sono sicuro che senza la partita di coppa avremo portato a casa la vittoria.
      Questo però è un segnale per Fonseca.
      Non deve lasciare indietro nessuno.
      Tutti possono essere utili alla causa.

  35. Amicizie tra giocatori sono ormai una consuetudine, e in realtà non ci trovo nulla di scandaloso, ma mi chiedo se Pellegrini avesse postato la foto sui social dopo il derby perso per 3a 0 cosa sarebbe successo?

  36. Ribadisco quello che dissi mesi fa, questa è una squadra da 6/7 posto che se si qualificherà in Cl avrà ottenuto un gran risultato. Purtroppo ha carenze evidenti sulle fasce, nessun centrocampista di protezione e troppe mezze punte. Tuttavia l’obiettivo dichiarato dalla società è proprio la qualificazione alla Cl, quindi diversamente sarebbe un obiettivo non raggiunto. El è un torneo difficile e complicato. L’eliminazione dalla Coppa italia un onta incredibile o vogliamo dire che eravamo anche qui più scarsi? Tuttavia resta il dubbio che con un allenatore più pratico noi potremmo davvero essere di poco dietro alle più blasonate Inter e Juve nei pronostici o forse li, ma questo è un mio modesto giudizio, Rimane l’ apprezzamento di Fonseca nel saper gestire al meglio le provocazioni di certa stampa ma anche la sua lentezza nel cambiare le partite in corsa e la sua mancanza di strategie alternative quando incontri squadre chiuse. Senza isterismi sia ben inteso. Sempre e solo forza Roma.

  37. Maripne incombe qui su gr
    Sanipoli è mostruosamente comparsa al Tg elencando gli errori di Fonseca a Benevento.
    Sta a noi tifosi usare buonsenso…..

  38. Federe gli ultimi CAPITANI TOTTI E DE ROSSI vedere Pellegrini capitano non mi convince proprio preferivo uno come Naingollan o STROTMAN

  39. Mi piace la feroce presa di posizione di Percassi e Gasperini nei confronti dell’arbitro, nonostante la vittoria contro il Napoli,dalle nostre parti silenzio di tomba dopo che Pairetto ha fischiato ogni volta che i Sanniti si buttavano a terra,pilotando la partita sullo 0-0,il rigore a mo’ di presa per i fondelli,sapeva che c’era il fuorigioco

  40. La situazione non è semplice siamo tutti lì e noi abbiamo perso quasi tutti gli scontri diretti e l’Atalanta sembra avere una marcia in più.
    Le critiche sono inevitabili, perché a molti probabilmente viene il sospetto che raggiungere la champions a questo punto diventi una vera impresa

  41. Caro Umberto è inutile che ti rompi la lingua ahahah in questo caso i polpastrelli, a spiegare come ci si mette in campo quando l’avversario si mette 9 e non 10 ahahahah dietro alla palla; senza avere né arte né parte, c’è chi si sente in “dovere” di difendere le scelte soprattutto negli uomini da schierare ma anche tattiche di Von sega, usando delle argomentazioni logiche che con il calcio non ci azzeccano niente aaahhaa perché nel calcio se non fai un goal di più o perdi o pareggi e tutto il resto è noia ahahha. Sempre un caro saluto e un in bocca al lupo per tutto ciò che ti circonda. Ti sto vicino e se hai necessità di qualsiasi cosa fammelo sapere e sai come. Tuo Prohaska

    • Grazie Prohaska, sai bene quanto mi piace il calcio e di come se ne possa parlare a 360 gradi e sia chiaro che per il sottoscritto Fonseca e’ un buon motivatore ma un insufficiente lettore di gara in corso con questo non dico che sia scarso tatticamente, lui non vede il calcio in un silo modo di praticarlo, per carita’ ssra pure una mentalita’ vincente, pero’ cose che ai piu’ sono lampanti come quella di giocare 70 minuti con Spinazzola braccio sinistro della difesa a 3 e non capire che magari per dirlo alla vecchia maniera con uno stopper ed un libero Lapadula se vuole vedere il pallone se lo deve andare a comprare ed invece von la difesa a 3 a zona lo abbiamo sofferto fino a quando non e’ stato sostituito, non ha senso marcarlo in quel modo perche poi quango fa il cambio tattico J.J. fa lo stopper vecchia maniera marcatura a uomo e allora sta strategia non poteva essere usata prima di 70 minuti del nulla e fare una sorta di 2-4-4 come gioca il napoli, voglio vederese poi li vincono tutti loro i duelli con questo schieramento e chiaro che poi anche i nostri attaccanti e centrocampisti devono difendere a uomo, cosa che vefo poca preparazione e predisposizione in merito, cosi non li fai respirare e prima o poi anche loro possono sbagliare.

      Comunque ti ringrazio per la comprensione, per me e’ uno dei momenti piu’ tristi della mia esistenza, comunico direttamente con pochissime persone che si possono contare sul palmo di una mano questa forum e’ l’unico diversivo, la Roma per me in questo momento e’ una fuga dalla realta’ per il quale non riesco neanche piu’ ad incazzarmi quando magari avresti bisogno di buttare fuori tutto cio’ che hai dentro, che ti devo dire, sara’ difficile ma provero’ a superare anche questa, grazie di cuore.

  42. Pellegrini pippa senza attributi.
    Prima deve dimostrare sul campo, poi anche fuori per meritarsi l’eredità di tanti che abbiamo avuto….e mi sembra molto lontano in tutti gli aspetti, però insulta pure….

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome