Roma, comanda Souloukou: Pinto in uscita, in arrivo Modesto

98
1943

NOTIZIE AS ROMA – Dentro l’enorme nube di provvisorietà che ristagna sopra Trigoria, scrive l’edizione odierna de La Repubblica (M. Juric), c’è una figura sempre più al comando della Roma, ed è Lina Souloukou.

Il ceo giallorosso da settimane sta sondando il nuovo direttore sportivo: Tiago Pinto è in uscita, e l’idea è quella di portare a Roma il fidato François Modesto con cui ha lavorato all’Olympiakos.

Al momento la guida sportiva è affidata al duo Mourinho-Pinto, ma i maligni dicono che quesa accoppiata durerà ancora poco. E che i tentacoli di Lina Souloukou puntano ormai da mesi al bottino grosso: prendere il controllo della sfera tecnica.

Perché il quinquennio all’Olympiakos è l’ennesima carta nel mazzo da giocarsi con i Friedkin. Ad Atene si occupava anche di campo e a Roma punta a fare lo stesso. Con Modesto ancora al suo fianco.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteCaccia al difensore, ora Pinto prova a inserirsi in extremis su Huijsen
Articolo successivoMou in bilico, il casting per l’allenatore prosegue: sondati Pioli, Italiano e Palladino

98 Commenti

  1. Wow che xulo! Grande fantasia del giornalista o della Souloukou? Modello Olimpiakos, Mourinho chi te conosce, già proiettati nell’élite del calcio mondiale!

    • Se lo scrive Repubblica siamo a posto! Avessero ma azzeccato una cosa e non solo sulla Roma ( che odiano profondamente)!!!

    • Visto? Modestò e Palladini per un Monza del Grande Raccordo Anulare!

      Si prospettano anni di fasti e giubilo 💛❤

    • fasti… invece in questi anni passati?
      per favore qui invece di crescita negli anni mi sembra peggio di prima, investimenti zero, progetto zero, slo stadio e soldini in tasca. per loro.

    • Boh io penso che a prescinde dal giornale (emblema de come è finito er giornalismo in Italia) lei ar comando della ASR me fa veni li brividi. Parlato di una signora con cv niente male come studi che non ha alcuna esperienza de club di livello. Se, come da comunicati asroma, lei se occupa pure de pallone, allora stamo alla canna der gas

    • Che poi un Ceo di un’azienda che vuole avere il controllo,
      neanche fosse l’Amministratore Delegato Unico…
      ah
      il Ceo è appunto l’Amministratore Delegato Unico che quindi controlla tutto
      sfera tecnica inclusa?
      Vabè,
      ma scriviamoci sopra un bell’articolo, non si sa mai me toccasse fa er giornalista vero dai….

    • Pure voi però fate finta di sapere, tale e quale a loro.
      Vi ricordate l’annuncio della Sora Lina? Nel comunicato ufficiale, e ripeto ufficiale, alla signora sono state attribuite le cariche di CEO & General Manager del club.
      Ora non vi risulta strano che alla greca sia stata attribuito anche il ruolo attualmente ricoperto da Pinto? Perché Pinto è appunto GM e non credo che possano steccarsi il ruolo.
      Tra l’altro fu il tanto vituperato Marione a sottolineare per primo l’evidente anomalia.
      Per cui l’inferenza che i giorni di Pinto siano contati non sono attribuibili a semplici illazioni ma solo ragionando sui comunicati ufficiali.

    • @actarus confermo, ho appena cercato il tweet della roma e viene indicata come ceo & general manager, mi sa che pinto è stato commissariato da un bel pò

    • Vabbè ragazzi, ma nelle aziende che sono sui mercati chiaramente si ha un solo Amministratore delegato (CEO) o un Consiglio di Amministrazione, ma non è per niente strano che ci siano diversi Direttori Generali… dai su…

    • i soldi ci sono stati il primo anno…buttati dalla finestra senza una programmazione

  2. “Provvisorietà”, “Tentacoli”, “bottino”…solo perché cerca di fare il meglio ed è una donna??;Belle frasi da un giornale per freakkettoni monteverdini!

    • siccome la maggior parte di questi che scrivono sono juventini per loro bottino, rapina, furto, tantacoli sono rispettivamente sinonimo di budget, lavoro, profitto, mani

  3. con l’accordo sottoscritto e valido fino al 2027 non c’è alcuna possibilità di migliorare la squadra se non riuscendo a vendere i giocatori che hai.
    Sappiamo tutti che la quasi totalità è invendibile o comunque senza possibilità di monetizzare granché.
    Praticamente il calcio a Roma è stato impiccato.
    Gli unici responsabili sono i proprietari.
    Al 2027 avremo un bilancio ugualmente disastrato perché gli ingaggi resteranno alti , un patrimonio tecnico basso e saremo una squadretta simil Sassuolo.
    Spero che la società venga venduta al più presto

    • Se fanno lo stadio cambia tutto. Ci è stato detto anche da questa società che lo stadio è fondamentale. Perciò se venisse fatto lo stadio la Roma diventerebbe più ricca di psg, real madrid e manchester city messe insieme. Così ci è stato detto. Ovviamente non è vero. Anche perché ci sono squadre come inter e milan che pur senza stadio e con problemi di fpf fanno mercato e vincono. E il milan dopo aver vinto ha cambiato alcuni dirigenti artefici di quella vittoria. Da noi, invece, è calma piatta sia sotto il profilo dei cambiamenti tecnici sia sotto il profilo delle disponibilità economiche. Se ci guardiamo intorno gli unici a essere vittima delle situazioni senza fare nulla siamo solo noi. Gli altri cercano di cambiare le situazioni negative, noi le accettiamo e soccombiamo.

    • in realtà, ci fosse stato un direttore generale con una visione del calcio più realistica, si sarebbe consigliato ai Friedkin di accettare una squalifica europea, magari di un anno, come hanno fatto Milan e Juve, in modo poi di ricominciare con le mani libere e senza paletti. Invece si è scelta la strada della fedina pulita…e questo è il risultato.
      A noi serviva un Marotta…. ma anche un Mou con più poteri avrebbe consigliato quella scelta meno sanguinaria.
      Pinto ha fatto gli stessi danni, se non di più, di Monchi …e non mi parlate delle plusvalenze fatte SOLO con i giocatori valorizzati da Mou e degli arrivi di Dybala e Lukaku, entrambi arrivati grazie agli sforzi enormi della proprietà e ai metodi persuasivi del mister. Qui si parla di acquisti…tutti sbagliati (2 a caso Shomudorov e Celik), di rinnovi assurdi (c’è l’imbarazzo della scelta…), di mancate vendite di giocatori che in quel momento erano sopravvalutati (vedi Zaniolo dopo la finale) e io ci metto anche un ruolo nell’accettare quell’assurdo accordo con l’UEFA!
      Danni che pagheremo per anni!!!

    • Tranquillo,

      appena i Friedkin si rendono conto che accollarsi i debiti del fruttarolo

      e’ stata una pessima idea ed un pessimo affare, leveranno le tende.

      E’ solo questione di tempo e poi finiremo in mani ancora peggiori.

    • ragazzi non è solo una questione di stadio, ma è globale. è tutta l’economia e sistema italiano che si riflette nel calcio. se il benfica ha 18 milioni di liquidità da spendere per Marcos Leonardo e la Roma no, questo vuol dire che il Benfica è anni luci davanti a noi e che noi e il calcio italiano stiamo con le famose pezze ar c…
      il problema non è la Roma ma l’italia tutta e la sua economia drogata, falsata di cui il calcio ne è lo specchio.
      la Roma si sta organizzando per essere una società come le grandi società europee, di cui il Benfica, il Porto fanno parte, e in questo non è aiutata dallo stato italiano e le sue lobby e la loro visione retrograda, antiquata, 5stellina (che si caga sotto quando si tratta di decidere alcunché, vedi Raggi…) che sta impoverendo questo paese. il fair play non c’entra nulla, anzi sarà fondamentalmente di aiuto (sempre poi a condizione che si applichi a tutte le squadre allo stesso modo). nessuno investe in Italia, in Italia non c’è liquidità, ma non solo nel calcio, in tutte le realtà produttive. si lavora con margini ristrettissimi di guadagno, non si viene pagati o per farsi pagare bisogna andar dietro ai creditori. io lavoravo per case editrici nel 2008, e non c’erano soldi, si facevano pagare i libri dagli scrittori, nessuno investiva per paura, le società italiane sono al 90% a condizione familiare, dove il merito non si riconosce per far lavorare il fratello, il cugino etc. Oppure si gratta il fondo ogni volta nella speranza di racimolare soldi pubblici, finanziamenti europei, universitari o di privati. Ma isoldi fatti da vendite o prodcuzioni sono mangiati da tasse o costi di spesa. e il calcio non è da meno. la roma sta facendo sforzi immensi per sopravvivere e considerando il calore del tifoso romanista, la realizzazione dello stadio è FONDAMENTALE per noi. per il resto i friedkin non possono fare di più con le regole del fair play. la Roma deve cominciare a fare soldi in un constesto di arretratezza culturale e strutturale che è solo italiano. se fossi friedkin me ne andrei… Mettetevi l’anima in pace, per me ci vorranno 10 anni prima che La Roma possa entrare nell’elite del calcio. in questo lo stadio è necessario. se non si fa, potremo considerarci al livello dell’olimpiakos o di una squadra turca. mi addolora avendo visto la roma quasi sul tetto di europa nel 1984. ma i dibattiti che fanno qui i tifosi medi sono al livello di questa lobby e amministratori di m… che si stanno mangiando tutte le ricchezze di questo paese

    • Ma perché non si fanno sotto e chiedono di rinegoziare un accordo che così penalizzante ce l’ha solo la Roma?
      Si rinegoziano pure i mutui…

    • Aò, a Malta j’ariva er segnale in differita. So’ 15 mesi che ce sta’ Giorgetta ar governo, li so rimasti ancora a le 5 stelline…

    • @Malta giusto per precisare perchè non è questo il contesto ideale ma quello che dici non è del tutto vero, cio è vero che il 90% delle imprese sono familiari ma non è un problema visto che è una situazione normale in ogni paese del mondo; ad esempio in corea del sud c’è samsung che è un azienda a conduzione familiare, così come lo sono lg, Hyunday e Daewoo.

      Poi il benfica si può permettere di spendere 20 milioni per un giocatore semplicemente perchè si tratta di una squadra che gioca regolarmente la champions ed è la squadra più ricca del paese man non è che il resto del campionato sia ricco anzi. Se guardi la l’attuale classifica oltre il 5 posto c’è l’abisso

      Poi che la serie A sia gestita male è vero ma per cambiare la situazione l’unica sarebbe quella di seguire la strada della premier, cioè con le 20 squadre della seria a che insieme forzano la mano alla federazione e creano un nuovo campionato con nuove regole condivise.

    • a Nico, ma a Roma ancora stamo a paga le conseguenze del non governo grillino e non solo su tordivalle… comunque quando si parlo dell’economia italiana è chiaro che non parlo dei 5stelle ma di tutti quelli che ci hanno governato fino ad oggi… nun te preoccupa’, chi te la tocca la virginia! 😉

    • Dovete specificare e bene di quale proprietà parli quando dici di FPF…………senza dimenticare che con Pallotta i registri stavano finendo in tribunale.

    • Me frega cassi de Virginia. Te dirò, me urta pure legge commenti politici su n’forum de pallone. Comunque na cosa bona l’avevano fatta; er “decreto crescita”. Mo senza, le stelline se le magnamo in brodo, e senza manco na spolverata de parmiggiano…

    • @7ette…ma magari anche quelli, hanno i soldi, peró je piace er cricket…

      e poi chi ne ha di voglia di litigare con il sistema Italia – come ha descritto benissimo @Malta – e quando hai finito c’è la UEFA…

    • “Riyad season” su la maja de la squadra che rappresenta a’ culla der cristianesimo ce sta. Se saranno messi in testa de converticce!? Se me fanno na Roma che sfonna er qulo a le tre strisciate e dopo pure a l’Europa, io me faccio pure Imam, me frega cassi…

    • “A Roma gli arabi non ci vengono perché siamo la culla del Cristianesimo.”

      A questa secondo me non ce credono ne arabi ne cristiani.
      Ubi maior minor cessat, e non c’e’ niente di piu’ maior dei quattrini.
      Me lo sono chiesto molte volte pure io perche’ gli arabi abbiano deciso di investire massicciamente in premier e non in Italia, non l’ho capito mai bene, ma credo siano questioni di affidabilita’ fiscale, non trinitarie. Lo stesso motivo per cui in premier investivano anche i Russi quando erano di moda.

  4. Cacciare pinto è il primo passo. Poi però bisogna scegliere le persone giuste al posto giusto. Altrimenti cambiano le persone ma non i risultati.

  5. Brava Alda ,hai colto nel segno , persone giuste , nel posto giusto. Si continua a dire che senza soldi non si può fare il mercato ed è giusto ma , il primo anno ne sono stati spesi tanti , si parla addirittura di un centinaio di milioni e cosa resta ? Comunque, è anche giusto rimarcare l ‘ operato di altri D.S. esempio non unico , Marotta che , dopo aver fatto le fortune della Rube , all’ ‘ Inter ha comprato : Dzeko , Miki , Darmian, Thuram , Bisseck , Onana , Acerbi , Calhanoglu e se proprio vogliamo ci sarebbe anche Sanchez ma lui ha inciso poco. Ecco , per tutti questi ha speso ben 7,5 milioni , molto meno della metà di quanto è costato a noi Shomu .Credo sia su questo che dobbiamo riflettere .

    • Lo so fare pure io il DS con una società che non viene controllata dalla Guardia di Finanza, che ci facciano capire come può comprare e pagare stipendi mostre con 807 mln di debiti….

    • L’indebitamento finanziario netto dell’Inter ammonta a circa 320 milioni, quello della Roma 448.
      La perdita netta di esercizio per la Roma al 2023 è -102 milioni, quella dell’Inter -87.
      I ricavi della Roma ammontano a 277 milioni, quelli indaristi 425.
      Indovina chi è messo peggio?

    • Actarus non mi sembrerebbe sia quella la situazione.
      l’Inter ha un bond in scadenza di oltre 900k e per quanto riguarda l’indebitamento della Roma ti ricordo che di questi 318 sono per finanziamrnto soci che già nel 2024 saranno in parte convertiti in aumento di K.
      certo il monte ricavi della sfinter consente maggiore possibilità di Ingaggi pesanti e la differenza è importante.

    • Non sono un ragioniere, ma Milano Finanza riporta cifre differenti da quelle di Actarus.
      Bilanci al 30 Giugno 2023:
      Inter:
      Debiti: 807 milioni circa
      Indebitamento Fin. netto 308 mil circa
      Roma:
      Debiti: 688 mil (di cui quasi la metà riferibili alla proprietà)
      Indebitamento Fin. netto: 130 mil. circa

    • le mie fonti sono calcio & finanza e Sole 24 Ore. In particolare calcio & Finanza sul debito finanziario netto AS Roma:

      “I debiti finanziari netti sono aumentati da 323 milioni a 448 milioni, 125 milioni in più.”

      L’indebitamento netto riferito da Flash Gordon non considera la voce verso i soci. Quota che
      diventerà capitale sociale entro fine 2024 ma che adesso è a debito.
      Inoltre c’è da considerare che è stato saldato il precedente bond da 275 milioni (96 miln versati dalla proprietà) ma emesso un altro nel 2022 da 175 milioni a interessi più favorevoli.

      Mi preme comunque dire che è fuorviante concentrarsi troppo sulla voce debiti.
      I debiti contano ai fini del bilancio per la parte degli interessi passivi che ci paghi ogni anno.
      Molto più importanti, anche ai fini del ffp, sono le voci relative ai ricavi, le spese, e al risultato dell’esercizio.
      La mia famiglia, come penso quasi tutte, ha debiti complessivi, a breve, medio e lungo termine, che sono 2,5 volte ciò che guadagna ma alla fine dell’anno il saldo tra entrate e uscite è comunque positivo e non abbiamo, grazie al cielo, ufficiali giudiziari fuori la porta.
      I club calcistici hanno invece un rapporto negativo tra entrate e uscite, non si sostengono se non generando nuovo debito oppure attraverso le ricapitalizzazioni.
      Se la proprietà ha la forza (e la voglia) per sostenere le perdite il problema non si pone a livello di sussistenza ma si pone a livello di ffp.
      In questo la Roma ha sicuramente ancora una situazione di svantaggio rispetto all’Inter e altri concorrenti.
      Da cui derivano le situazioni più dure di settlement agreement cui la società ha deciso di sottostare invece di fregarsene, magari scontando multe e squalifiche.

  6. Attacco odierno da un giornale targato GEDI al Vertice della Roma… parlano a nuora perché suocera intenda… e lo fanno da mesi!

  7. Certo che questa storia del ds è sempre più incomprensibile, mi limito ad osservare che il Bologna ha preso il ds Sartori e si trova in zona Champions (Sartori è quello che ha portato l’Atalanta in Champions e che aveva tenuto il Chievo in a metà classifica per un decennio), la Juve ha preso Giuntoli che prima del Napoli aveva portato il Carpi in Serie A, l’Inter Marotta, etc. etc. insomma il ds è uno che deve aver fatto la gavetta e ottenuto risultato. La Roma invece con tutti i suoi problemi di bilancio, si affida per tre anni a un “freshman”, una matricola che col tempo assume sempre più le sembianze del peracottaro. Adesso passeremmo a Modesto che quanto meno ha fatto la gavetta all’Olympiakos, ha ottenuto risultati in Grecia, ma sinceramente non ricordo il nome di un calciatore che partendo dal Pireo si sia imposto in uno dei maggiori campionati europei, qualcuno ha notizie?

    • monaco tu hai fatto una sintesi di tutti i problemi della Roma e dei possibili problemi .Ma non è meglio Massara o Sabatoni liberi.questo Modesto mi sembra un profilo simile Petrachi ,forse leggermente migliore.Io punterei su Marotta per il prossimo anno ma forse è una chimera.Oltre a Massara e Sabatini sarebbe eccellente la scelta di Sartori .Il Bologna che ci sta sopra ha il monte ingaggi di 80 milioni in meno lordi.Modesto mi sembra che sia una scommessa e non ha quella bravura che deve avere un d.s. della Roma per come è messa ora.Infatti Modesto non mi sembra che abbia fatto grande plusvalenze nel prendere giovani .Fra l’altro il Monza no ha un bilancio in positivo ma c’è Berlusconi ,e per ora la famiglia Berlusconi, che mette decine di milioni ogni anno.

    • Ma tu stai a fa nomi de dirigenti italiani. Ninnì e Cocò disprezzano li “paisà”, perché so abituati a li campagnoli sempliciotti che infestano er paese loro. Vanno in giro pe l’America a scoattà un’italianità che c’hanno in testa solo loro. Quanno l’americani arivano qui, se pensano che semo tutti na manica burinotti come quelli che c’hanno li…
      Nun ce rivorgono nemmeno a’ parola, figurate se ce mettono un connazionale nostro ne l’organigramma…

    • Sì ma se il Bologna perde 4 a 0 con l’Udinese nessuno dice niente, qui è successo un casino. Se Zirkzee fa ridere per un anno e mezzo, lo tengono fino a quando finalmente esplode. Da noi dopo 3 partite giocate male via tutti, le pippe a casa.

    • Dopo 3 partite? Avemo aspettato tutti. Co’ zaniolo se semo imbiancati er pelo, Mancini dopo anni de Roma, sta comincià adesso ad avè n’rendimento da normodotato, grazie a li 27 anni raggiunti e li 3 anni de Mourinho che c’ha lavorato sopra. Karsdorp è diventata na bandiera. Ormai sta piazza è de bocca bòna, le famose “tre partite” so’ robba antica…

    • Enobarbo, la medaglia ha sempre due facce e forse la seconda è pure peggiore della prima.
      Se bastano tre partite storte per definire pippe senza speranza alcuni, altrettante ne bastano per abusare della parola campione.
      Vedere alla voce Zalewski per una mezza stagione fatta bene, Spinazzola dopo l’europeo, adesso anche Bove che speriamo mantenga equilibrio.
      Per non parlare di Pellegrini, cui è bastato un gol dopo un anno e mezzo di scena muta per riesumare i corifei.
      La pazienza, a dire il vero, l’abbiamo allenata parecchio negli ultimi tempi, vedi con Cristante e Mancini che comunque anche adesso non sarebbero probabilmente titolari nella Roma di solo cinque o sei anni fa.

    • fine di cosa?
      te lo hanno detto che non siamo il Real Madrid?
      qui si vedono trofei una volta ogni 5 generazioni.
      per avere una fine, devi avere un inizio e un percorso.
      noi siamo quelli del gratta e vinci, una volta ogni mai si esulta in una vita di aspettative e speranze.

    • Nun vincemo, ma li ce semo sempre stati. Er film da protagonista principale, poche vòrte. Ma antagonisti sempre. Mo se semo ridotti a fa li caratteristi…

  8. Consiglierei a tutti la rilettura dell’intervista del CEO, poi fate le vostre valutazioni. Personalmente non mi fido.
    Forza Roma

    • Dai pollici intendo che non vi interessa sapere come Lina Souloukou vuole trasformare la Roma o che la signora vi è troppo simpatica😂😂😂 eppero’ vi aspetto se ci fa lo sgarbo🤣🤣🤣
      Forza Roma

  9. bel passo avanti, da uno scarso a uno modesto.
    bene. per quello di valore passare tra 40 anni.

    sfottò a parte, un DS ha il suo giro di conoscenze, non è un mago. sabatini aveva una rete con il Sudamerica. possibile che Pinto non conosca nessun giovane portoghese rampante da buttare in rosa?
    perché per prendere un giocatore dalla serie A non serve lo straniero, basta uno qualsiasi dello Stivale.
    Pinto non ha portato mezzo portoghese giovane…
    Svilar non conta, Mourinho lo conosceva già da anni.

    questo deve fare uno tipo Pinto. sennò a che serve?

  10. Chiunque verrà, verrà insultato da tutti perché non porta Mbappè, Messi, Ronaldo, Halland e compagnia bella.
    Dovrà fare i conti col FFP e costretto a salti mortali per far quadrare i conti Uefa che come una mannaia dobbiamo evitare per aver fatto nel triennio prima dei Friedkin campagne inutili di mercato con risultati scarsi ugualmente.
    Non mi piace il gioco del dover dare la colpa.
    Ci serve un centrale? troviamolo e investiamo. A me andrebbero bene pure i bambini purché allenati correttamente fra i grandi da un anno almeno.

    E poi dover ascoltare e leggere articoli fatti da giornalisti che devono per forza riempire le pagine interne dei quotidiani per vendere le copie.

    Mah… tutto ciò non ha più senso.

  11. Pare sia in arrivo Aldo Savoldello che si occuperà dei rapporti societari e del campo. In particolare curerà i rapporti con AIA, UEFA, FIFA, FIGC e con gli staff dirigenziali delle altre società. Gli è stato chiesto quale è il suo programma e lui ha risposto : guarderò i miei interlocutori nrgli occhi e poi Bim Sala Bim! E tutto andrà a posto.
    P. S. Per chi non lo sapesse Aldo Savoldello è conosciuto anche col nome di Mago Silvan

  12. Faccio notare che l ‘ Inter ha comprato Onana a zero e rivenduto a 50 ,se non baglio. I debiti vanno imputati al pre Marotta. Come scritto sopra i suoi acquisti sono costati poco e quelli pagati ” tanto ” rivendendoli frutterebbero notevoli plus valenze non come gli Shomu , Vina o Rui . Poi sia chiaro, a me Marotta non sta simpatico al contrario di Pinto ma i risultati ,PURTROPPO parlano chiaro.

  13. gli arabi VERI IMPACCATI NO LIMITS SUBITO!!!!!!
    chi dice che “gli arabi non verranno mai a Roma” non vuole il bene della Roma o pascola a formello……….. paura eh??? daje Lina portace l’arabo o il qatariota NO LIMITS!!!!

    • Parlano delle pedine vendi questo compri l’altro, che è pure importante, caro Vegemite, poi arriva pincopallina, e per molti è solo una turista😂😂😂
      Staremo a vedere se regge pure sta buffonata o se ne dovranno pentire come per Bonucci. Ciao
      Forza Roma

    • Ecco, o’ vedi!? Quanno nun te perdi na prolissità e fai post secchi, concisi e ironici, m’acquisti na tonnellata de punti…

    • Beh c’è anche divorzia all’italiana pure… XD
      Non abbiamo voluto prendere il cane segugio tedesco Bol(d)t che forse lui qualcosa ci azzeccava meglio, il fiuto questo qui ce l’aveva. Si punterà sul francese però il prossimo turno mi sa (Modesto sperando che sia la volta buona), altrimenti se le cose andassero sempre peggio, realizziamo un format reality calcistico basato su di noi chiamato “Romanisti il sogno” con un nostro ex, Ciccio Graziani come allenatore che perlomeno sul piccolo schermo ed il commento della Gialappa’s Band farebbe vedere più spettacolo lui stesso in confronto al gioco che si è visto negli ultimi anni, tanti i risultati e la classifica non conteranno più, conta dare spettacolo! XD

    • @@@ Prohaska

      Io la butto a ridere perché temo che potremo reiterare gli stessi errori fatti con Pinto. Mi preoccupa che ci siano pochi dirigenti che abbiamo solcato un campo di calcio e nessuno che abbia scritto la storia della nostra società a parte Bruno.
      La Lina non la conosco affatto quindi non posso esprimere un giudizio e sarà una scoperta, spero positiva: intanto è una donna e per me questo è un plusvalore. Modesto non ha un curriculum significativo quindi sarà una scoperta pure lui: diciamo che perlomeno poter ingaggiare un DS di ruolo è un passo in avanti rispetto alla situazione attuale.
      Mi chiedo solo il perché di questa esterofilia quando abbiamo professionisti di qualità anche in Italia.

    • non sapendo più a quale santo votare le mie residue speranze voglio pervicacemente credere che una donna possa fare meglio delle mezze calzette coi pantaloni succedutesi negli ultimi anni.
      Il manifesto programmatico ecologista da lei mirabilmente enunciato non mi spinge ad esibirmi in doppi carpiati però ricordo dolcemente la nonna materna che era in grado di trasformare in pietanze allettanti qualsiasi cosa trovasse nella dispensa.
      Se proprio devono essere nozze coi fichi secchi mi fido più di una donna che di un uomo.

  14. Io sono dell ‘ idea che ce poi mette pure Elon Musk, ma senza possibilità d’investimento non concludi nulla. Forza Roma.

  15. Modesto .. non un Italiano che conosca calciatori italiani giovani e maturi e anche stranieri .. Modesto che quando ha lavorato all’Olimpiakos chissa’ che 🌵 avra’ vinto per essere cosi’ impresso nella memoria della signora che occupa una posizione superiore , ben superiore, a quelle di Mourinho e di Pinto ..
    magari un Modesto qualsiasi e’ sempre meglio di un Pinto ..
    ma una certezza mai ..
    mi manca Liedholm .. e Franco Sensi e Viola e Totti e Diba e anche Bet e Santarini .. e pure Gervinho .. e Nainggolan ..

  16. IN MOLTI NON STANNO COMPRENDENDO UNA COSA, la Roma NON HA un budget per il mercato.

    Come possiamo avere l’arroganza di pretendere giocatori che facciamo la differenza senza soldi?

    Se non si cambia progetto e si consegue quello di Pallotta, primi 6/7 anni, la Roma continuerà con questa mediocrità.

    Partendo dall’allenatore al direttore sportivo che sento sia il meno colpevole della mediocrità oggi che attanaglia la Roma.

    Un po’ come se vi chiedessero di fare la miglior cena del mondo con 5 euro di budget.

    La gestione Pallotta per quanto sia stato per molti il peggior presidente della storia della Roma (non si capisce su quali basi) ha dato fin da subito un modus operandi, cosa che questa società ancora stenta ad avere.

    Mourinho, Lukaku, Dybala…

    Tutta gente che non ti puoi permettere che alla lunga si paga.

    La Roma deve ripartire con umiltà, non con la.solita ricerca del colpo ad effetto.

    Penso sia inutile parlare dei colpi dell’Inter, perché quei colpi l’Inter li paga 4/5mln e passa netti d’ingaggio, cosa che la Roma non può fare.

    Io continuo a dire che se vuoi fare una strategia di valorizzazione mou non è l’allenatore giusto, soprattutto con pinto, idem quest’ultimo.

    A FINE ANNO RIVOLUZIONE, VIA MOURINHO E PINTO E DENTRO UN VERO PROGETTO.

    • Quindi tu pensi che il psg incassa tutti i soldi che spende dallo stadio e dalla champion , quindi tu pensi che neymar sia andato al psg perche avevano incassato 489.228.117 euro questo è il costo del calciatore , tu secondo me vivi su Papalla , quindi tu pensi che le sponsorizzazioni inter fatte da cinesi sono state fatte perche erano simpatici all inter non perche erano dello stesso padrone……dell inter .
      io faccio l inverso FRIEDKIN CACCIA LI SORDI CHE IO DEI PALLOTTA CIO LE PAXXE PIENE

  17. A Noi, tifosi abbonati e paganti, il CEO, visto che si sono liberati dal controllo pubblico di Borsa, dovrebbe spiegare dove sono allocati i 25 milioni dello sponsor, dove i 68 della serie A, dove andranno gli incassi dell’Olimpico, dove sono confluiti i ricavi delle plusvalenze, quindi, se siamo ignoranti ci renda edotti, dopo molto dopo vedremo se ci convince a tornare all’Olimpico, con l’acquisto di giocatori sani e rivendibili, nonché la giusta considerazione dei risultati di questa stagione per chi se lo è meritato.
    Forza Roma

    • Si chiama fatturato, non deve spiegarlo proprio a nessuno dove viene allocato. Insieme alle plusvalenze sono le voci attive del Conto Economico, che però alla fine, al netto dei costi, è grandemente in passivo tutti gli anni DA SEMPRE. Per il semplice motivo che la Roma NON guadagna da grande squadra e quindi NON si può permettere stipendi da grande squadra, che invece paga (meno del triennio precedente, ma anche gli incassi sono diminuiti causa mancata quali alla CL) e continua a pagare. Il nostro fatturato ci può permettere di spendere per ingaggi e ammortamenti al massimo la metà di quanto fa l’Inter, per fare un esempio, non certo di avere un Mourinho, Lukaku, Dybala, Pellegrini e compagnia cantante. Tutto qua, molto facile

    • Ma tu ste cose le hai chieste al tuo broccolaro? Lui avrebbe dovuto dirle perché la Roma era in Borsa. Questi no. Hanno speso altri 30-35 ml per il privileggio di non dirti niente. Ciccia!

  18. Cara signora Lina Souloukou,
    Non è comunque il torto più grave quello di una mancata trasparenza nelle linee guida della ASRoma che mi indigna, bensì Lei che proviene da un contesto UEFA, Lei in prima persona come CEO doveva contestare con fermezza l’arbitraggio di Taylor.
    Questo è un vulnus che noi non abbiamo tollerato ne da parte del Presidente, tantomeno ora dico da parte sua che si è nascosta dietro una imbarazzante dichiarazione del signor Pinto, e questo non le fa onore, senza contare che Lei rappresenta Tutti i Romanisti.
    Distinti saluti

    • Prohaska questa non rappresenta neanche se stessa l unico che rappresenta il POPOLO ROMANISTA è tal MOURINHO è cosi facile capire perche la gente va in 65000 allo stadio pure a roma cremonese perche ce sta sto signore che incarna l unico ROMANISTA dentro sta societa de muti sordi e non vedenti , basta arriva con l aereo stile john wayne. i polli siamo noi e se qualcuno vuole vedere la fine della roma , perche senza sabatini aivoia a trova giovinotti , è mandare via mourinho , stadio vuoto e dopo si arrivi dietro la parte dx della classifica .
      come direbbe Zenone Abbocconi co italgiano san gennaro piu spippetti piu motta vinci sicuro

    • Troppa importanza?😱 era una letterina seria 😂😂😂 tanto lo sanno tutti e rosikano, Nando😂

    • ciai ragione , ma come fai …. questo lo vedrai se va via mourinho , quando aprono la vendita degli abbonamenti ce trovano pippo pluto e paperino col dito medio alzato

  19. Allora stiamo freschi. Se l’ossessione della Roma è unicamente la “sostenibilità” significa che ci attendono anni mediocri… e purtroppo non veniamo da anni di successi. Abbiamo già pazientato e tribolato anche troppo a lungo. Il tanto paventato salto di qualità vorremmo prima o poi toccarlo con mano e non stare sempre a sognarlo. “Bisogna portare pazienza”, “bisogna dare fiducia”, “questi ora sono arrivati”, “ci vogliono tre anni”, “no, cinque”, “no, dieci”, “eh ma è colpa della UEFA “… Sì, come volete voi, ma anche basta. Vedete di fare cose concrete e non solo belle chiacchiere, vaneggiando di progetti, stadi e “sostenibilità”… Le vostre chiacchiere, quelle sì, sono ormai non più “sostenibili”.
    Forza Roma sempre.

    • In questi anni c’è stato lanciato molto fumo negli occhi, cioè un cercare di ostentare un qualcosa che non si è in grado di essere e mantenere.

      La strategia dei friedkin, se cosi si può dire, è stata quella di prendere un top allenatore assoluto, bravo a creare una aria di illusione intorno alla roma, ma che alla fine a parte riportare i tifosi allo stadio (voglio vedere la coerenza degli pseudo tifosi che andranno allo stadio quando mou il prox anno non ci sarà più), non ha fatto nulla di più come azioni ordinarie figlie di una crescita.

      Se la roma di pallotta viveva al di sopra delle proprie possibilità, questa lo fa dieci volte di più.

      Mi spiego: mettendo da parte la conference che hai vinto perchè giustamente eri la strafovorita, il secondo anno sei arrivato in finale grazie ad un giocatore che non dovevi avere, cioè dybala.

      Dybala, Lukaku, sono tutti giocatori che nell’ordinarietà delle cose non avresti MAI avuto e di conseguenza, il lavoro di mourinho, dell’allenatore è sovradimensione alla realtà.

      Per sostenibilità si intende il processo per il quale, vendi onana a 50mln e ci fai il mercato, vendi tonali ad 80 e ci fai il mercato, non che vendi ibanez a 25 e invece di riinvestirli in giocatori giovani, prendi giocatori a zero (il che ci puo stare) ma spendi per i contratti 3 per aouar, 3.5 per sanches, 4 per ndicka, 4 per paredes e 7.5 per lukaku.

      Non è sostenibilità questa, ma voler fare un istant team caro a mourinho.

      Per poi vedere che uno dei tuoi migliori giocatori per rendimento è bove che guadagnava 200k.

      Il tutto è fattibile da decreto crescita.

      Ecco perchè dico che la roma sta viaggiando nello spazio per possibilità, quando potrebbe viaggiare ad altezza uomo, soprattutto se poi i risultati sono pessimi

      IO SPERO che il prox anno si faccia piazza pulita di tutto, perchè cosi si rischia di andare a sbattere e farsi veramente male…

      Siamo alla fine di un ciclo, che se dovesse chiudersi senza champions e senza vincere nulla, fallimentare per quello che hai investito in questi anni e non si parla solo di cartellini ma anche soprattutto di stipendi.

      PS: tenere mou avrebbe solo un vantaggio, cioè mantenere il fumo di illusione negli occhi della gente.

  20. Personalmente, in tutto sto casino, vedo un enorme problema. Il calcio è diventato una cosa diversa rispetto a quello che abbiamo conosciuto. Realtà come la Roma, purtroppo, rischiano di sparire. Volenti o nolenti si deve sottostare a determinate leggi ( chiamarle regole svia) che impongono il pareggio di bilancio, come per gli stati europei. Questa norma,purtroppo, come sappiamo avvantaggia chi ha molto, in termini di merch o di tifosi, a scapito di che vive realtà più piccole. Pallotta aveva intuito che con le sponsorizzazioni non si va lontano e quindi puntò sul trading (cosa che fanno tutte le squadre tranne quelle ricche). Ha fallito, vero, ma riuscivamo comunque a fare campionati dignitosi, e non solo. I Friedkin hanno puntato sulla valorizzazione del brand prendendo Mou. Scelta scellerata, a mio avviso, poiché tecnico non abituato al contesto che ho descritto. Hanno provato due all-in con Lukaku e Dybala. Anche qui, ad oggi, la strategia è stata deficitaria. Io però non mi diverto a distribuire colpe perché comunque è gente che ci ha provato. All’orizzonte non mi pare di vedere petrodollari e sinceramente non saprei se qualcuno di diverso abbia voglia, ad oggi, di investire su una società che costa più di quanto produce. Non mi pare nemmeno ci siano state manifestazioni di interesse da parte di imprenditori dello stivale…
    Personalmente non vivo l’ossessione della vittoria quindi accetterei di buon grado un cambio totale di strategia (a fine anno) e provare davvero a far fruttare il vivaio…comunque si deve aumentare i giri pure lì.

  21. @Vegemite
    Cito questo che hai scritto: “Mi chiedo solo il perché di questa esterofilia quando abbiamo professionisti di qualità anche in Italia.”
    Perché purtroppo se parli di DS italiani, diciamo che puoi salvare gente come Sartori e Massara. Il resto invece a legata a giri dove devi asservirti al sistema che c’è qui in Italia e quindi se vuoi puntare ad un progetto che dovrebbe costruire un modello tipo Borussia Dortmund, di giovani talenti provenienti dal mondo e costruito sullo scouting internazionale per vincere un domani, con tutte i DS italiani che fanno parte del sistema (ed alcuni fanno riferimento ad un giro che si sopportano tra di loro e dove devi rispettare certe regole e solo lavorare e prendere calciatori da determinate persone), non si può fare.
    Sartori non è neanche giovanissimo, ha 67 anni, è molto legato alla famiglia e ha sempre fatto anche scelte prudenti in carriera e con la situazione della Roma attuale, delle aspettative altissime che ci sono, è se devi fare una squadra nuova vendendo bene, non ci riesci soprattutto in Italia se non fai favori ad altri, e se fai favori ad altri poi devi prendere anche quello che gli altri non sanno disfarsi pure.
    Se vuoi cambiare veramente ed invertire la rotta, anche se abbiamo pochissime risorse a disposizione, anche a rischio di svendere chi è in rosa che è chiaramente sopravvalutato, serve una figura molto forte che può costruire anche a poco ma che ha avuto risultati tangibili e che soprattutto, qualcosa lo abbia pure vinto e per me Zorc è l’occasione che dovremmo fare “all-in”. E’ il migliore in assoluto, mentre spesso noi diciamo chi arriva a Roma è il migliore, mentre spesso in realtà non lo è, ma Zorc è a differenza veramente il migliore e tutti gli altri francamente li dovrebbero lucidare le scarpe.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome