Roma, doppia Joya con vista Champions

40
1867

AS ROMA NEWS – Ecco cosa succede quando oltre a Dybala anche un altro calciatore di qualità comincia a fare la differenza. E’ quello che è successo ieri sera all’Olimpico, dove la Roma si è sbarazzata della Fiorentina con il più classico dei due a zero.

Senza strafare, ma controllando la partita. Non rischiando nulla, ma accelerando nei momenti opportuni, facendo prevalere il maggior tasso tecnico della propria squadra. E quando lì davanti hai un certo Paulo Dybala, c’è la certezza che prima o poi qualcosa possa accadere.

Il momento chiave arriva verso la fine del primo tempo, dopo che la Fiorentina era rimasta in dieci per l’espulsione (sacrosanta) di Dodò per doppia ammonizione. Fino a quel momento la Joya aveva faticato a trovare la posizione giusta in campo, risultando poco incisivo negli ultimi metri. A un certo punto lui e Abraham si avvicinano e cominciano a parlarsi, rigorosamente con le mani davanti la bocca per non far capire alle telecamere cosa si stessero dicendo.

Passano pochi secondi, e i due confezionano la giocata per il gol del vantaggio: Tammy smorza un lancio lungo di Celik con un pregevole colpo di petto che si trasforma in un cioccolatino per Dybala, l’argentino si coordina alla perfezione e al volo calcia potente, trovando anche una leggera deviazione, Terracciano riesce solo a sfiorare e la palla gonfia la rete.

Nella ripresa la Roma, nonostante il vantaggio e la superiorità numerica, non cambia il tema tattico della sua partita, preferendo gestire l’uno a zero, restando compatta dietro e non concedendo nulla alla Fiorentina. Fino a quando Abraham non si inventa una bella giocata sulla destra, scappando via al diretto avversario e servendo un assist al bacio per Dybala, che sul secondo palo chiude la partita con il suo solito sinistro chirurgico.

L’Olimpico fa festa, e si evita finalmente la sofferenza degli ultimi minuti. La Roma vince ancora: sette punti in tre partite (per niente facili) dall’inizio del 2023 sono un bottino importante che permette ai giallorossi di restare attaccati alle grandi del campionato, e di portarsi a meno quattro dal secondo posto, occupato da un Milan in affanno.

Ora la parola d’ordine deve essere “continuità”. La Roma deve per forza mantenere questo ritmo se vuole provare a salire sul treno Champions (ancora non raggiunto, e distante tre punti) e non scenderci più. Abraham ha dato segnali di risveglio, ora tocca a Zaniolo e Pellegrini cambiare marcia. Solo così la Roma potrà pensare di essere davvero pronta a diventare grande. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteMOURINHO: “Partita controllata, ma vorrei più qualità. Nessun problema con Pinto, tra noi esiste onestà. Wijnaldum non è pronto, le foto ingannano…”
Articolo successivoRoma-Fiorentina 2-0, i voti dei quotidiani

40 Commenti

  1. Un fuoriclasse che segna e una massa di buoni gregari a difendere e ripartire in contropiede.
    Questa è la Roma di Mourinho.
    A me sta anche bene.

    • anche a me sta bene, ma quando il fuoriclasse manca (e purtroppo Paulo ha nel suo dna di non giocarle tutte) la squadra è zoppa.
      E un canpionato è lungo, il piano B ci vuole sempre…

      ❤️🧡💛👊

    • Essere per il 90% dipendenti da un solo giocatore non può essere mai una buona cosa.
      Soprattutto se si tratta di un giocatore delicato come Paulo, al quale andrebbe chiesto solo di guardare dal centrocampo in su.
      E invece ieri, e non solo ieri, a un certo punto ha iniziato ad abbassarsi fin nei pressi della nostra area di rigore, rendendosi conto che da lì la palla non esce mai pulita e/o con la necessaria velocità per mettere in difficoltà gli avversari.
      Ma chiedergli questo enorme lavoro a tutto campo rischia di essere un po’ troppo per lui, e in un paio di occasioni l’ho visto con occhi imploranti di comprensione verso l’arbitro che gli chiedeva di accelerare la battuta dei corner.
      Perderlo per un mesetto abbiamo visto bene cosa significa, e non è assolutamente il caso di ripetere l’esperimento.
      Per fortuna ieri ho rivisto uno Zalewski pimpante, con la voglia e la capacità di tentare l’uno contro uno. Nella prima parte di partita è stato addirittura più decisivo di Dybala, facendo ammattire Dodò e costringendolo al fallo da espulsione.
      Ma ci serve disperatamente anche un minimo di qualità nel far ripartire l’azione in mezzo: Cristante ha il merito di lanciare Tammy per l’azione del raddoppio, ma uno lo azzecca e cinque li sbaglia.
      Pellegrini, salvo corner e punizioni, e ieri manco quelli poteva battere, non riesce a darla.
      Ieri, come già sottolineato dall’amico dtf, si è pure beccato un paio di salve di fischi per due retropassaggi quando aveva spazio e tempo per provare una giocata più incisiva.
      Fisicamente non regge botta lì in mezzo, così come Bove in effetti sembra ancora leggerino, malgrado, tutto sommato, una partita sufficiente.
      Tahirovic invece sembra già strutturato per non soffrire l’atletismo degli avversari, ma ha tanto da fare e da crescere sotto gli altri aspetti. Matic evidentemente per Mourinho non può reggere più di un tot di minuti, altrimenti Cristante e non lui appare difficilmente comprensibile.
      Insomma, tocca aggrapparsi al rientro di Wijnaldum, anche se non può darsi affatto per scontato che sia subito in grado di incidere.

    • dove sta josè

      su zalewski ormai siamo abituati a giudicarlo per un ruolo non suo, mentre ogni volta che si trova nella sua VERA zona di campo, alto a sx risulta il più incisivo, ha dribbling, assist e anche tiro.

      continuo a pensare che sia un potenziale inesploso purtroppo.

      cristante ieri ha sbagliato uno stop in una zona critica che nemmeno in lega pro.

      ❤🧡💛

    • @DovestaJose ieri alla squadra non si poteva chiedere di più.
      Pellegrini era evidentemente in condizioni deficitarie, non scattava mai e si limitava alla copertura.
      Cristante sappiamo tutti che ha evidenti limiti tecnici (lo vedi come lavora la palla sotto pressing a differenza di Matic e bastava il confronto con Strootman di qualche partita fa).
      Un piano di crescita del livello tecnico del nostro centrocampo (come detto da Mou ieri accennando ai giocatori della Fiorentina, vedi Amrabat) parte dalla sua cessione e sostituzione con gente di maggiore qualità, come serve un centrale che sappia impostare e lanciare lungo (ieri Abraham ha provato a dettare il passaggio con scatti ma né Smalling né Kumbulla lo hanno lanciato). E’ dai tempi di DDR non abbiamo uno che sappia lanciare lungo e solo Dybala lo fa, come dici giustamente, ma poi manca in attacco.
      E’ una squadra che è stata costruita negli anni male dai vari DS/DG che si sono succeduti perché spesso si sono seguite logiche finanziarie e non sportive (compro chi costa meno e non chi mi serve davvero) e ora correggerla è molto dura, considerati i limiti imposti della UEFA che ti obbliga a cedere (e noi di appetibili sul mercato abbiamo solo Zaniolo, Ibanez e Smalling che ci servono..).
      Comunque onore a Mourinho che aveva detto dall’inizio a Pinto di prendere Xhaka.. abbiamo speso i soldi per Vina e Shomu ed ora Xhaka sta giocando in un Arsenal in testa alla Premier.

    • @Asterix, Cristante basta non rinnovarlo, e te ne liberi a breve. o diamo Cristante per Aouar. dunque, 66 minuti + recupero in superiorità numerica, 51,5% a 48,5% il possesso (eh!), 5 tiri nello specchio a 4, 5 angoli a 9. “non si poteva fare di più”?

  2. Strani incroci, questo fine settimana.
    Sia i ragazzi che le ragazze hanno affrontato la Fiorentina.
    In entrambi i casi i Viola hanno preso un rosso.
    In entrambi i casi una coppia di calciatori-trici hanno fatto lustrare gli occhi.

    Per le ragazze, la coppia è Giugliano-Kramzar. I loro due scambi in occasione dei goal (prima assist di tacco di Giugliano e goal della sedicenne Slovena, poi Kramzar che pesca Giugliano che fa destro sinistro e insacca) valgono il prezzo del biglietto. E infatti, tanti tifosi si fanno le trasferte. Boh, io ho anche finito gli aggettivi pe’ ste ragazze, sono l’orgoglio di Roma. A Marzo il minimo è riempire l’Olimpico per l’andata di Champions.

    Per i ragazzi, l’intervista di fine partita di Mou secondo me ha detto tutto quello che c’era da dire. La Roma è quella. Una squadra di ragazzi che si impegnano moltissimo, ma che hanno evidenti limiti. Provate a dirlo ad Andressa, se ha paura di farsi dare palla addosso… Quella ti incenerisce solo con lo sguardo. Per i ragazzi è diverso, si vede che perdono il tempo di gioco. Però compensano con molta abnegazione. Alla fine, a parte il Napoli, siamo tutti lì, a riprova che i valori della serie A sono quelli. Se però giocano tutti come ha fatto Bove ieri, chissà, qualche soddisfazione ce la togliamo.

  3. La “rosa” della Roma non è così scarsa come qualcuno pensa, e Mourinho non è certamente l’ultimo arrivato. Per puntare al massimo traguardo manca sicuramente qualcosa, ma penso – e spero – che qualche bella soddisfazione i giallorossi potranno regalarcela anche quest’anno, tipo l’ingresso in CL. Però i primi a crederci devono essere loro.

    • purtroppo è il mister a pensarlo che sia scarsa o quantomeno molto limitata, e non perde occasione per sottolinearlo, viste le parole dette anche ieri sera…ovviamente può essere migliorata, e anche di molto, ma allora perchè continuare a rinnovare a gente che a Mou di fatto sembra scarsa? magari a noi i nomi non li fa, ma a Pinto li avrà fatti, suppongo…eppure stanno ancora tutti li, e quelli che vanno in campo sono quasi sempre i soliti 13-14, quindi non è manco tanto difficile capire a chi si possa riferire…dove vuole andare la società? dietro Mou o per i fatti propri?

  4. sono contento anche per Zalewski, finalmente sta crescendo molto, non è ai livelli dell’anno scorso ma sembra che possa tornarci a breve.

    • Nun te sta a preoccupà, che er Cristante tuo, sta bello rinnovato a cifre da Top player fino ar 2026. Prima de quaa data nun te lo tocca nessuno e te lo pòi godè a la grande…

  5. Una quasi certezza, in questo momento la squadra non puo’ supportare insieme Habraham Zaniolo Dybala, uno dei tre deve fare rotazione e poi al rientro di Winaldum ci sara’ tempo per far rifiatare o dare rotazione anche a Pellegrini..
    Intanto Bove sta finalmente avendo spazio e la sua dinamicita’ si sente e si vede, auguriamoci di rivedere anche uno Spinazzola almeno sufficiente, sara’ utile avere un calciatore in piu’ di fascia, Zalewsky sta crescendo e puo’ giocare su entrambe i lati.
    Intorno a questi ci si augura che il resto dei calciatori cresca di personalita’ che e’ cio’ che va predicando Mourinho.
    I risultati daranno coraggio a tutto l’ambiente.
    SEMPRE FORZA ROMA 💛❤️

  6. Il gioco è sempre quello che è lì oramai non si può fare nulla bisogna solo rassegnarsi, però la squadra ieri senza tanti trequartisti è sembrata più equilibrata.
    Si fanno giocare tutti per non adombrare nessuno, a discapito però dell’equilibrio e della funzionalità della manovra.
    Pellegrini Abraham Dybala.

    O

    Zaniolo Abraham Dybala ormai lì bisogna fare una scelta, la partita di ieri questo ha detto

  7. Visto che nessuno ne parla vorrei spostare l’asticella sull’arbitraggio di ieri Per carità, nessun pianto o lamentala tuttavia secindo l’opinione di molti) l’operato arbitrale non è andato oltre la sufficenza. Nonostante il doppio cartellino su Dodò ci stia tutto, il giallo rifilato a Smalling mi è sembrato eccessivo. Troppi falli su Zalewski non sanzionati Entrate di pura cattiveria che potevano portare a gravi conseguenze. Il fallo di mano di Ikone era da rigore. Solo Giua non se ne accorge. Nasca (sospeso lo scorso anno, a causa della sua negligenza) rimane “silente”. Da lui non mi aspettavo di meno. Sempre Forza Roma💛💖

  8. Per un mercato creativo devi prendere due esterni (Gosens e Molina) con Zalewski e Celik come alternative, ma devi monetizzare con Spinazzola, Vina e Kalsdorp. Devi puntare ad Amrabat,Moises Caicedo e De Paul, con Bove e Tahirovic come sostituti, ma bisogna cedere Cristante, Pellegrini. El Shaarawi e Zaniolo. E’ l’unico modo per poter migliorare ma e’ necessario individuare i profili giusti. Se poi Mourinho, che io cambierei con Juric o De Zerbi, ritiene indispensabili Pellegrini, Cristante e Zaniolo la minestra sara’ sempre la stessa…

  9. Dybala è fondamentale per questa squadra, ma non solo perché segna (e che gol, ma vabbè su quello non avevo dubbi)
    Paulo è anche un trascinatore, quando c’è lui è come se la squadra accendesse la luce, anche giocatori che normalmente non vanno oltre la mediocrità con lui si trovano a meraviglia, vedi Abraham che ieri ha fatto un’ottima partita o Cristante che a me di solito non piace ma invece ieri ha giocato benino
    Fermo restando che non è ancora finito niente e che a gennaio siamo ancora su tre fronti (non così scontato), credo che col rientro di Wijnaldum avremo un po’ più di qualità anche a centrocampo e più possibilità di scelta
    La Roma deve “solo” riuscire a trovare continuità, perché vincere aiuta a vincere e a quel punto il quarto posto sarà un obiettivo alla sua portata.

  10. quindi Kumbulla e Bove possono giocare a calcio. fa piacere (ri)scoprirlo. e nascono i soliti interrogativi: c’era bisogno di 4,8 milioni per 600 minuti di Camara? non si poteva far giocare Kumbulla un po’ più spesso, evitando il logoramento prima della pausa agli altri (vedi Smalling col Napoli), e alzando il livello di competizione interna?
    non capisco nemmeno perchè Pellegrini debba giocare in quelle condizioni, e come questo possa aiutare lui (che poi prende i fischi) o la squadra. da quando si è fatto male a settembre, non è mai riuscito a recuperare a pieno, dato che ha sempre giocato mezzo mezzo. ma evidentemente si fa così.
    noto con piacere che ad alcuni non è ancora chiara la differenza fra avere un gioco di squadra, in fase offensiva, e i”il bel gioco”. ma finchè la fortuna aiuta Mou, e Dybala gioca, ammucchiamo sti 3 punti, e facciamo finta di niente. che non si rovini l’esaltazione per il settimo posto.

    • ‘Mazza… Complimenti per la botta d’ottimismo, eh! Che la Roma non giochi da dio credo lo vedano anche i muri, ma per non riuscire a trovare proprio NIENTE di positivo, ci vuole proprio una bella dose di pessimismo. A meno che non ti paghino a cottimo. Un tanto a sfracanamento di maròni

    • basta chiedere. se qui si fa la convention del “è tutto bellissimo”, qualcuno dovrà pur descrivere la realtà. o siamo primi? il risultato è positivo, innanzitutto. il fatto che Kumbulla e Bove abbiano giocato è positivo, il fatto che Tammy recuperi un po’ di fiducia è positivo, Zalewski ha offerto una prestazione nel primo tempo decisamente più da Zalewski di quel che ha fatto vedere da agosto ad oggi. poi però. ad iniziare da quel che dice il mister: “Matic è uno di quelli che gli piace avere la palla e da qualità”, bene, vero verissimo, che sta a fa sempre in panca, allora? anche con Pellegrini monogamba, che era più lento di Matic. si possono contestualizzare i risultati? se si, abbiamo rigiocato 70 minui, recupero compreso, in superiorità numerica, ma forse era un segreto. perchè andamento del match e numeri ci dicono che era una partita alla pari. io voglio di più. siamo il terzo monte ingaggi. io non ci credo che gli stessi uomini non possano giocare meglio. se poi Mancini gioca sempre perchè deve parlare con l’arbitro ad ogni fischio, e gli altri difensori so stranieri, allora mi arrendo. se Cristante gioca sempre per lo stesso motivo, ma poi “serve più qualità”, allora non si pensa a fare calcio, ma escamotage per influenzare il risultato. sta roba a me non me piace e non me piacerà mai, e la contesterò sempre. (ps: io non metto quasi mai i pollici versi, non so stato io)

    • ah, dimenticavo. su azione, solo 4 squadre hanno segnato meno della Roma (con tutto che ieri ne abbiamo aggiunti 2, andando a 12 su azione e 11 da calcio piazzato): Cremonese, Verona, e Samp e Empoli che hanno una partita in meno. che bello!

  11. Come ho sempre sostenuto, al momento, siamo in corsa per tutti gli obiettivi (anche il titolo di capocannoniere per Dybala a cui mancano un paio di rigori tirati da un collega). Una vittoria a La Spezia nel turno di Giuve-ata e lazie-bilan non sarebbe proprio male. Forza Mou e Forza Roma!

  12. Questo modo di “tifare” a meno che non vi sia della malevolenza sinceramente non lo comprendo Se da una parte posso comprendere le “svariate” antipatie verso Mourinho, arrivare al punto di “discretitare” persino quando si vince mi sembra troppo. Quello che mi fa veramente rabbia è quella “critica mistificatoria” (definiamola cosi’) atta a scanzonare e distruggere tutto. La Roma non ha un bel gioco?. Sicuramente è cosi’. Tuttavia nonostante si continuano ad ottenere dei risultati positivi Società, Mister e Giocatori vengono fatti oggetto di insulti e sberlfeffi. La “critica giusta, equa ed obiettiva” è una cosa” la “malevolenza” è tutt’altro. Premesso che non sono un grande ammiratore dello Special One ma quando ti leggo che c’è chi vorrebbe sostituirlo con uno Juric, un Italiano o un De Zerbi mi cascano le braccia. Guai poi a sostenere che “spalletti” (per svariate ragioni”) non nutre di certo le mie simpatie. O accetti ciò che dicono loro oppure ti ritrovi surclassato dai dissensi. Da simile modo di pensare preferisco dissociarmi. Se non vado errato la Magica senza alcun favoritismo è in piena zona Champion Il resto son solo chiacchere. Sempre Forza Roma💛💖

    • Basara, come scrivo oramai da mesi, tutto il “castello” si regge sulla vittoria della Confrerence, i tifosi romani sono esaltati per avere vinto una coppa, qualunque essa sia, diciamo che a mio modesto parere sono un pò troppo “di bocca buona” al riguardo, io personalmente per esempio scambierei il restare per anni nel giro Champions che vincere quella coppa, ma è un mio limite sicuramente; detto questo e ridimensionata al giusto valore quella vittoria, per il resto, finora, la Gestione Friedkin/Mourinho/Pinto ha dato risultati scarsi, prova ne è che dopo il 6 posto dell’anno scorso, siamo 5/6/7 insieme ad Atalanta e Lazio anche quest’anno.
      Il famoso salto di qualità sperato ad inizio stagione è tutto da verificare in futuro, ma non ci vuole un genio per prevedere che rimanendo aggrappati solo alle giocate di Dybala, non andremo molto lontani. Qui Basara non è questione di “malevolenza” ma di giudizio obiettivo: hai fatto il dovuto vincendo in casa con Bologna e Fiorentina (in 10) ma con un Milan che perde col Torino e arranca a Lecce hai pareggiato sfigurando per 80 minuti, insomma io non vedo ancora il bicchiere mezzo pieno, ed i discorsi di Mourinho fatti ieri sera, la dicono lunga su quanto lui personalmente creda in questa squadra.

    • Franco65, la vediamo in maniera diversa. Nessuna offesa ma Se la Conference League l’avesse vinta uno Spalletti saresti stato cosi’ crirtico o disfattista? Ne dubito molto Quel che è certo non mi vedrai mai sputare su di un TROFEO legittimato dall’UEFA e conquistato sul campo. Certi “bassezze” denigratorie preferisco lasciarle alle quaglie, a un focolazzie, a uno sdamascelli o a un discanio qualunue. Siamo in piena corsa Champion e (al pari di ogni tifoso romanista) mi auguro che continui cosi’. P.s: Non centra nulla ma Chiudo dicendo che la Gestione Friedkin ha portato anche due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana conquistata dalle ragazze. Capisco che per voi son quisquilie ma esposte in “bacheca” fan la loro figura.
      Sempre Forza Roma💛💖

  13. Inutile far giocare Pellegrini che non stava bene!! Già che non è un fulmine di guerra a maggior ragione ieri era un fantasma. Corsa zero, passaggi zero, contrasti sottozero(era sempre in terra). Dal capitano della Roma si attende molto di più non dico un fuoriclasse (che ha un costo insostenibile per la Società attuale) ma almeno un ottimo giocatore che sia costante nelle prestazioni. Lo stipendio dato a Pellegrini è incongruente con le prestazioni finora offerte dal giocatore visto anche l’insufficiente carisma come capitano.

  14. Avere ancora tutti nel mirino tranne il Napoli è davvero una grande occasione se
    pensiamo a quanti Milioni per motivi diversi non stanno giocando in questo momento nella Roma, o comunque non sono proporzionati ai minuti giocati.
    5M Gini
    3.5M El Sha
    3M Spinazzola
    2.8M Belotti
    2.2M Karsdorp
    1.5M Eldor
    1.2M Vina

    Ci potresti stipendiare i 3/4 Top che vuole Mou.
    Forza Pinto sii creativo.

    • problemi che accomunano un po tutte le squadre , la juve paga 9 netti Pogbà 8 a DiMaria , il Milan 7mln Ibra , l’inter 11 a Lukaku e Correa 4 … sarebbe troppo bello se tutto filasse liscio.
      Pinto nel suo piccolo ha già abbassato di una 40ina di mln in monte ingaggi senza contare che quando era arrivato era pieno di esuberi parassiti … oggi è rimasto bianda e coric , poca robba.

    • @sor pasquino hai fatto l’esempio di tre squadre che ci precedono in classifica e soprattutto sono in champions league.
      Davvero fai paragoni con la Juve che pagava 30M a CR7?

    • e infatti 30 milioni a Ronaldo li manderanno in interregionale, co tutti l’impicci che hanno fatto pe tappà r buco

  15. Ho visto crescere Zalewski e Bove ed esordire Tahirovic .. la difesa sembra migliorata e Spinazzola sta tornando a buoni livelli .. a centrocampo aspetto Wijnaldum e anche Camara .. Cristante con la Fiorentina ha giocato bene .. Pellegrini ancora alla ricerca della forma fisica .. davanti migliora Abraham e invece fatica Zaniolo .. Dybala un grande e anche Mourinho .. la squadra sembra compatta e io provo gioia a vederla .. si lotta per un posto in Champions e gli avversari sono forti .. gli arbitri mi sembra si siano calmati nei nostri confronti .. per scaramanzia non oso fare pronostici ………. ma ci spero ..

  16. Il vero plus oggi è avere Dybala con la mente libera dal Mondiale. Prima, bastava un doloretto, che si dava malato. Oggi guarda caso finisce le partite tranquillamente e, soprattutto, non tira indietro la gamba

  17. La Mia Roma….domenica ha ottenuto quello che volevamo tutti vincere la partita, con palla data bene agli attaccanti per arrivare a fare il dai e vai e fare i goal in azione come è stato. La Roma ha bisogno di tutta la rosa al completo e il pubblico sempre caldo attorno, ormai le partite si giocano pure con i cambi dalla panchina e chi entra deve dare tutto pure per 45 minuti, questo è il nuovo calcio mettere gente fresca al posto del giocatore spremuto che ha dato tutto. La Rosa della Roma deve sentirsi importante anche se non gioca una partita intera. RICORDATI CHE GIOCHI CON LA MAGICA ROMA NON TE LO SCORDARE MAI.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome