Roma, ecco l’accordo con la Uefa: multa “soft”, ma se non rispetta i patti rischia l’esclusione dalle coppe

43
1387

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Le sanzioni imposte dalla Uefa ai club che non hanno rispettato le regole del Fair Play Finanziario e che hanno colpito anche la Roma vengono chiarite oggi da Il Tempo (A. Austini).

Il club capitolino ha firmato un settlement agreement (l’equivalente del patteggiamento) di durata quadriennale per adeguarsi alle nuove norme appena introdotte nel sistema di controllo che ha sostituito il precedente Fair Play e ora si chiama «Club Licensing and Financial Sustainability». Adesso si guarda al rapporto costi della squadra\ricavi, con una percentuale che dovrà scendere gradualmente dal 90% al 70%.

Friedkin, in quanto membro del cda dell’Eca, ha avuto un ruolo attivo nello scrivere il nuovo regolamento insieme alla Uefa. Per sanare il pregresso, i giallorossi hanno trattato una multa complessiva da 35milioni, la seconda più alta dietro i 65 milioni del Psg, di cui 5 che verranno trattenuti dai premi spettanti al club per la partecipazione di quest’anno all’Europa League, mentre i restanti 30 sono «congelati».

La Roma dovrà ora rispettare una serie di condizioni (rimaste segrete) fino al 2026, con verifica finale nel 2027 e monitoraggi ogni sei mesi. Se non le soddisferà potrà incappare in altre sanzioni, la peggiore delle quali è l’esclusione per un anno dalle coppe. Inoltre potrà essere obbligata a pagare gli ulteriori 30 milioni di multa, iscrivere solo 23 giocatori e non 25 nella sua lista per le coppe e non potrà inserire i nuovi acquisti se avrà un saldo di mercato in passivo.

Quest’ultima limitazione è scattata subito per questa stagione e la prossima per Roma e Inter, che rispetto agli altri 6 club coinvolti hanno optato per un accordo di 4 anni e non triennale. Ma è proprio grazie al mercato in attivo chiuso da Pinto che non ci sono limitazioni per l’attuale Europa League, anche se si è preferito tenere fuori dalla lista per i gironi l’infortunato Wijnaldum (verrà inserito a gennaio se la Roma andrà avanti), in modo da non far conteggiare alla Uefa il suo ricco ingaggio in questi mesi.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteRoma, Zagadou o Denayer se partono Coric e Bianda
Articolo successivoMourinho vince il premio di “allenatore del mese”. De Siervo: “Ha trasformato le ambizioni della Roma in risultati”

43 Commenti

  1. Questa Proprietà e Dirigenza sono la garanzia per la normalizzazione dei conti e per la sostenibilità societaria. AS Roma magica in ogni settore e ruolo….Sempre Forza Roma e avanti tutta!!!

    • Io penso che sono veramente dei maghi! La Roma è l’unica società ad avere un bilancio attivo di oltre 41 mln con i giocatori che ha preso! Solo Sampdoria e Fiorentina e infine rubentus (di molto poco… Circa 3,5 mln) sono in positivo… Sono senza parole e felicissimo! Milan e Inter dovrebbero essere bannate (entrambi sotto di oltre 20/30 mln)… Voglio pensare solo al rientro in Champions per questa stagione… Poi… Non si pensa nient’altro! Tranne Forza Roma e Basta!

    • Il Barcellona ha dovuto vendere anche sua madre per mantenere i conti in ordine. Se non sbaglio hanno dovuto farsi dare subito i diritti TV delle prossime non so quante stagioni, rinunciandovi in futuro. Ma evidentemente è bastato a portare, almeno per ora, i conti a posto. Poi in futuro saranno dolori, ma tanto a Laporta che importa.

    • Too big to fail temo, purtroppo. Che tristezza comunque, uno dei poli mondiali dello sviluppo giovanile che di punto in bianco comincia a comportarsi come un PSG qualsiasi

  2. Ora si capiscono meglio anche certe dinamiche della campagna acquisti appena conclusa 🤷 Stiamo ancora sotto botta, ma questa proprietà sembra avere il controllo della situazione.
    Non sarà facile mantenere, contemporaneamente, conti in ordine e livello di competitività sportiva alto. Ma il problema non è solo nostro.
    Avanti ROMA, noi ci siamo! U⚡R

    • Io non penso che sia proprio così… Nel senso è stato un mercato molto ma molto intelligente… Perché si che i costi devono diminuire ma nulla toglie che i ricavi possono aumentare… Toyota, Adidas tanto per dirne due a cosa….

  3. un bel regalo ci ha lasciato il senor monchi, con quell’altro incapace dilettante visionario.
    e c’è ancora qualche scienziato che difende la premiata ditta ortofrutticola santa plusvalenza.

    • SONO in 7 i seguaci del duo BALLOTTA- SONATORE DE NACCHERE ancora aggirantisi sul sito per cercare di contenere e limitare i riferimenti ai soggetti purtroppo inevitabili visto che, nonostante gli anni trascorsi ancora, se ne contano e soffrono gli enormi danni provocati.

  4. Mi sembra di capire che la possibilità di evitare le varie e via via sempre più severe sanzioni l’unica strada è quella di aumentare le entrate economiche. Avendo scelto, diversamente da altri, il termine di quattro anni anziché tre, rende forse l’idea di quanto ci vorrà per “andare a regime” definitivamente. Quindi: Qualificazioni Champions, Stadio, nuovi ed importanti Sponsor, potenziali nuovi Soci, aumento esponenziale della base dei Tifosi. Tutto quanto sopra è legato ed amalgamato; si sta e si dovrà cercare di alimentare sempre di più il circolo virtuoso di cui sopra.
    FORZA ROMA.

  5. Austini era quello “preoccupato” assieme al suo amichetto radiofonico perché “la Roma non faceva più le plusvalenze”.
    Ebbene, questa sessione di mercato ha dimostrato che con la giusta volontà, unita all’abilità nelle trattative, è possibile fare una squadra almeno sulla carta più forte, pur non rinunciando agli elementi più qualitativi della rosa.
    La politica della plusvalenza fine a se stessa è quella che dopo un decennio ha portato la Roma ad accumulare oltre 300 mln di debiti e più di 200 mln di passivo di esercizio, cioè l’orlo del fallimento, evitato solo grazie a dei signori che hanno riassestato le esangui casse del club versandovi centinaia di milioni.
    Ciò non ha impedito loro di portare qui in due anni uno dei tecnici più vincenti della storia e adesso anche alcuni profili di top player assoluti quali Dybala e Wijnaldum.
    Non ho troppi dubbi che questi due imprenditori texani nel giro di qualche anno saranno in grado di creare un club competitivo ai massimi livelli arrivando anche al tanto agognato equilibrio finanziario.

  6. Mi sembra una follia. Che poi… Multare e bloccare la partecipazione alle coppe sono tutti mezzi che incidono gravemente sul bilancio, che è il motivo per il quale scattano le sanzioni! Un controsenso.

    • E’ abbastanza evidente di quanto l’aspetto finanziario abbia condizionato la prima, cioe’ il primo anno di questa nuova proprieta’, l’uscita dalla borsa valori e’ stata una mossa costosa ma azzeccata, ora ci sono 4 anni per riequilibrare i bilanci e da come si presentano i Friedkin non ho dubbi che riescano a rendere competitiva la squadeac e riassettare le questiini finanziarie ed ecco accontentati anche gli scetticici del medio lungo termine, il peogetto che si concludera presumibilmente con la prima partita della Roma nel suo stadio !!!
      SEMPRE FORZA ROMA 💛❤

  7. Ci sta un detto antico che dice: te mangi pane e scordato..
    Nel senso che mangi e poi ti dimentichi..
    Qualcuno si e’dimenticato di ricordare , che il glorioso Milan dei fenomeni Kalulu e Tomori, prima che gli facessero vincere lo scudetto. E’stato iscritto alla serie A, senza un centesimo in cassa.
    Lo stesso Milan , nel momento in cui l’uefa, applicando il regolamento del Fpf, lo aveva escluso dalla Europa League. Si era rivolto al Tar di Losanna che annullo’ la sentenza UEFA. Ordinando di riformulare la sanzione.
    Quindi , prima che arriva qualche formellese e troll vari, faccio presente che in base ai precedenti , l’eventuale sanzione di non iscrivere la Roma alle coppe europee può andare tranquillamente a farsi friggere.
    Ora di ciò che potrà accadere nei prossimi 3/4 anni , a me frega il giusto. Il principale problema in questo momento e’ l’Udinese e l’ostacolo Maresca.
    Buona giornata

  8. Questa porcheria chiamata fpf la dobbiamo al sig. Platini che in combutta coi club storici real in primis hanno inventato questa truffa per far restare forti i club storici. Non ha nulla a che vedere con la sostenibilità è stata fatta per frenare Chelsea allora e city e PSG dopo a mio parere è antisportiva.
    Cmq la Roma al di là del far play doveva e deve riequilibrare il suo bilancio che era fuori controllo, sicuramente nel giro di due anni massimo comincerà ad avere un bilancio florido

    • hai nominato uno dei soggetti più brutti ” il francese ” che la storia del calcio possa raccontare. Antipatico e Arrogante finchè ha giocato Ingrato e mafioso poi …. in sintesi il peggiore dei gobbi

  9. Le difficoltà nel prossimo mercato estivo aumenteranno.
    Ci sarà da riscattare Wijnaldum e andrà pagata una rata per l’acquisto di Abraham. E sono bei soldoni in uscita. Aggiungiamo che Pinto è riuscito a sbolognare quasi tutte le palle al piede e che quindi rimane poco margine per un ulteriore riduzione degli ingaggi.
    Senza considerare che, comunque, la squadra andrà rinforzata in virtù di quel processo di crescita a cui ambiscono i Friedkin (e noi con loro).
    Le capacità a Pinto non mancano, Friedkin garantisce una gestione equilibrata, ciò non toglie che il percorso sarà duro e ho la sensazione che i tempi per avere una squadra veramente competitiva si allungheranno inevitabilmente.
    Sono però sicuro che la crescita continuerà perché Friedkin merita fiducia ed appoggio incondizionato per quanto dimostrato fin qui.

    • I texani sono imprenditori di elevatissimo standing, la scelta di dare a Pinto carta bianca si sta dimostrando efficace, l’arrivo di Mou ha aperto a nuovi scenari, dando visibilità e prestigio alla squadra che porta il nome di una delle città più famose al mondo. Sono certo che la famiglia Friendkin ha già in testa un percorso chiaro per il raggiungimento degli obiettivi che si sono prefissati.

    • Se e dico se andiamo parecchio avanti in Europa e ci piazziamo tra le prime 4 in campionato, le entrate derivanti da questi 2 soli obiettivi, ci porteranno almeno una 40ina di milioni in più rispetto allo scorso anno. E per l’anno successivo, partiremmo già con la stessa cifra, se non si più, solo per la qualificazione Champions e partecipazione ai gironi, per cui la situazione futura bisogna guardarla in questa prospettiva e non in quella da cui la guardavi lo scorso campionato.

    • Secondo me la vera prova di forza verrà nel momento in cui i Friedkin saranno costretti a fare la prima mossa impopolare (cedere un pezzo grosso), che peraltro è una cosa che fanno TUTTE le squadre, a periodi alterni. Vedere la reazione della piazza sarà un indicatore interessante su quanto siamo cresciuti.
      Bacerei i piedi ai Friedkin per quanto fatto finora, ma non trovo realistico che tutta la loro presidenza sia fatta di crescita continua, ci saranno inevitabili momenti di stop e saranno proprio quelli i momenti in cui non dovremo far mancare il nostro appoggio a questa ambiziosa società.

    • Dobbiamo tifare perchè i giocatori in prestito facciano bene,i soldi per Wjianldum sarebbero,a quel punto,quelli che entrerebbero da Perez se lo riscattano,ci saranno da vendere Villar e Kluivert,sperando si rivalutino e non rompano sulle destinazioni .Quando Pinto si è detto insoddisfatto di 2 che potevano essere cessioni ha escluso Kluivert ,perciò credo si riferisse ai 2 Spagnoli,mentre ha definito un’opportunità quella di Kluivert,infondo l’offerta del Fulham non era un granchè, accettata solo perchè l’Olandesino presuntuoso si era fissato.Rimangono da cedere Vina e Shomurodov. Rimane prioritario rientrare in Champions e,dovrebbe entrare un nuovo sponsor tecnico con più soldi e non c’è più bisogno di 5-6 giocatori per rinforzarsi!Credo,però,ripensandoci che gli eventuali soldi della Champions andranno sul bilancio dell’anno successivo,quindi,mi sa che una cessione eccellente non ce la toglierà nessuno,ma inutile pensarci già ora!L’importante è che rimanga Mourinho!

    • Io spero, fratello romanista, che il progetto passi attraverso un aumento vertiginoso delle entrate. Questo finanzierà il mercato. Mi sembrano i Friedkins imprenditori estremamente accorti e lungimiranti. Probabilmente hanno già messo le basi per aumentare le entrate tramite sponsor, merchandising, gestione dei diritti televisivi e di immagine… FR

  10. oh, per una volta qualcuno svolge un servizio giornalistico, e chiarisce che la Roma ha semplicemente segnato meno giocatori per avere il monete ingaggi uefa più basso. Wijnaldum si poteva segnare da subito, ma l’ultima partita del girone è il 3 novembre, 2 giovani potevano andare in lista A e farne aggiungere 2 in lista B, ma hanno deciso di tenere basso quel fattore.

  11. Questo articolo dovrebbe, almeno spero, azzittire una volta per tutte i tifosi dello gnocchettaro bostoniano e dei vari santoni del mercato. Austini, uno che se non erro ha sempre difeso il bostoniano, ci racconta che la situazione economica della Roma, nonostate i tanti milioni spesi dai miei SUPEREROI, ancora siamo sotto botta della UEFA. Lo gnocchettaro nonostante abbia fatto plusvalenze e venduto giocatori che tutti messi insieme vincono la Champions per 6/7 anni ha lasciato un buco immenso…..lui si da fallimento. No i Sensi come ci raccontavano alcuni radiolari. Onore ai Friedkin e a Pinto. Ps: Pinto attaccato (inizio) da tutti mentre abbiamo avuto: Baldissoni, Zanzi ( mister “sono feluce”….” il presidente Pallotto ahahahahahahah). Daje Roma dajeeeeee

  12. Comunque, un sistema come quello della UEFA che penalizza chi, come i Friedkin, porta soldi freschi, soldi veri, nel sistema è un sistema folle.

  13. pallotta monco baldissoni e sabatini pionieri di disastri sportivi e finanziari! Grazie a questi “Talenti” che ci hanno portato alla quasi bancarotta! Per non dimenticare…….

  14. e c’è ancora chi dice che la gestione di Pallotta aveva un senso…. dritti dritti al fallimento si arrivava con lui e la sua cricca
    Finalmente vedo una società gestita con oculatezza… poi sta a noi tifosi fare si che i guadagni aumentino.

  15. Il Guru di tik tok : Scudetto alla Roma, Coppa Italia alla Lazio, CL alla Juve 😳😳. Io vorrei anche L EL e s abbracciamo 😂😂

  16. Comunque al di là della preoccupazione, sono contento che finalmente sia messa in chiaro la situazione e che qualcuno finalmente sarà costretto a rimangiarsi le fregnacce sparate del tipo che il FPF non esiste o altre genialate simili.
    Finora i Friedkin sono stati lasciati “in pace” perché con la pandemia si era congelato tutto il sistema, quindi abbiamo visto la campagna acquisti che abbiamo visto (quella dell’anno scorso è stata clamorosa non tanto per la qualità degli innesti ma per le spese fatte).
    D’ora in poi vedremo come si muoveranno; già il fatto che (oltre al fatto dell’infortunio) Gini sia stato escluso dalla lista anche per ragioni di bilancio è piuttosto indicativo della situazione non estremamente rosea.

    Servono al più presto tre cose:
    -Qualificazione Champions
    -Sponsorizzazione Toyota o similari, e bella corposa
    -LO STADIO, orcoddue, lo stadio. Che se non era per un sistema malato e corrotto, lo avremmo già da parecchio tempo.

  17. In attesa del prossimo che arriva e ci dice “ci vogliono i campioni!”, “che aspettano i Friedkin a investire 50-60 mln”, e compagnia cantante… Che riprenderà fiato alle prime due partite non buone di seguito.

  18. Cmq funziona come il.mondo. piu sei ricco e piu fai come ti.pare .il fair play e’ ridicolo salti mortali x quasi tutti.poi inpremier edaltri.vedi.psg .con i.loro milioni fanno di tutto. Che schifo

  19. Nei primi mesi del nuovo “progetto” triennale i Friedkin e Pinto hanno rimesso in moto perfettamente la macchina, valorizzando al meglio, tra l’altro, le potenzialità ancora notevolissime dell’allenatore.
    Ora la macchina corre spedita ed è pronta ad affrontare anche le difficoltà, quelle ereditate e le nuove che potranno arrivare.
    Forza Roma, il meglio deve ancora venire

    • abbiamo già avuto 3 anni di settlement agreement, in cui abbiamo venduto fior di giocatori sottocosto, perchè dovevamo rientrare entro giugno. solo che c’era Sabatini e chi lo diceva era il fantasioso pallottiano inventore delle falsità sul ffp…

  20. Comunque la delegata dell’UEFA rispondendo brevemente ad un paio di domande da parte dei giornalisti aveva detto che non c’erano problemi e che non sarebbe accaduto nulla di particolare, la Roma non corre pericoli.

  21. Prendersela con Pallotta mi sembra normale perchè non aveva capito le basi ovvero che la società doveva mantenersi con gli incassi della Champions e non con la vendita dei giocatori (che poi ci ha portato, inevitabilmente, a uscire dalla Champions e perdere fior di denaro).

    Attaccare Sabatini che ha portato tantissimi grandi giocatori (qualcuno lo ha scritto, abbiamo avuto giocatori con i quali avremmo potuto vincere la Champions per anni di fila) mi sembra veramente da ingrati.

    Se ha dovuto vendere è stato per volere della società (funziona così in qualsiasi azienda: il proprietario decide, il dipendente esegue) e per il disaccordo su questa modalità di operare ha chiuso i rapporti con Pallotta e con la Roma.

    Detto questo, Forza Roma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome