Roma, flop palle inattive: Mou aspetta i rientri dei suoi specialisti

7
352

NOTIZIE AS ROMA – Da arma segreta a arma spuntata. Le palle inattive un tempo erano il fiore all’occhiello della Roma di Mourinho, ma quest’anno la musica è profondamente cambiata. In peggio.

Appena due gol su calcio d’angolo in stagione per i giallorossi, un bottino magrissimo se si pensa che nelle due annate precedenti la squadra aveva realizzato 25 reti complessive tra corner e punizioni. La causa di questo flop? Di certo non l’addestramento, dato che Mou lavora tantissimo su questo aspetto in allenamento.

A mancare sono gli interpreti migliori di questa specialità: la partenza di Ibanez, l’assenza di Smalling e quella di Lorenzo Pellegrini, unita spesso e volentieri a quella di Dybala, hanno pesato tantissimo sul magro bottino di quest’anno.

Ecco perchè adesso Mourinho aspetta con ansia i rientri del centrale inglese, uno degli specialisti migliori nel gioco aereo, e del capitano giallorosso, il tiratore scelto dei calci piazzati che ha la squadra.

Fonti: Corriere dello Sport / Corriere della Sera / Il Tempo

 

Articolo precedenteDybala fa 30: compleanno con Messi, ma prenota un trofeo con la Roma
Articolo successivoPinto, occhi puntati in Sudamerica: perde Marcos Leonardo ma mette nel mirino Montoro

7 Commenti

    • Sì, ma quanti assist ha messo su piazzato? Non è un gran tiratore in porta, ma come cross è uno dei migliori in Serie A.

  1. Il problema è che i giocatori più in forma li tiene in panchina, Azmoun e Belotti giocano poco o niente malgrado ci sia Dybala mezzo rotto e Lukaku che non salta una partita, nazionale belga inclusa. A volte possono anche fare i panchinari ed entrare a partita in corso, a volte ehhhh

  2. Dan ,sono d’accordo con te. Credo che la coppia Belotti-Azmoun sarebbe in grado di dire la sua contro l’Udinese….. Sempre che gli arrivino palloni giocabili….

  3. Ho sempre detto che la sciagurata partenza di Ibanez avrebbe indebolito la difesa ma sarebbe stata anche deleteria nell’area avversaria.E così è stato.
    Un difensore che staccava di testa nella Roma come Ibanez è difficile ricordarlo. Sulle palle alte Roger prendeva l’ascensore.

    • Concordo Zenone mas ora abbiamo N.Dicka che per prendere unpallone di testa bisogna sollevarlo di peso e tirarlo su, gli attaccanti avversari alla Zapata con lui in area o sulla sua fascia ci scorrazzano beati.

  4. Infatti sulle palle inattive eravamo micidiali fino a qualche mese fa, ora non più. Comunque alcune scelte di formazione e sostituzioni, specialmente come tempistiche da parte di Mourinho sono abbastanza discutibili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome