Roma, gestione insostenibile: è Pallotta a garantire la continuità aziendale

26
1331

AS ROMA NEWS ULTIME – La Gazzetta dello Sport di oggi studia ai raggi X i bilanci delle varie società di calcio e boccia quello della Roma definendo la gestione attuale “insostenibile“.

Nel pezzo a firma di Marco Iaria si scrive come il record delle cessioni abbia in qualche modo mitigato le perdite del club: 25,1 milioni di deficit dopo 128,8 milioni di plusvalenze nette.

Ma gli stipendi sono schizzati alle stelle (da 158,8 a 184,4 milioni), così come gli ammortamenti (da 56,3 a 83,1) rendendo la gestione insostenibile. In sei mesi infatti si sono persi 87 milioni e la proiezione a fine stagione è di -110, nonostante una riduzione del costo del lavoro.

A garantire la continuità aziendale ci penserà sempre James Pallotta, considerando che il passaggio di consegne a Friedkin resta in stand by: pronto l’aumento di capitale da 150 milioni, già coperto per 89 milioni dai versamenti dell’attuale proprietario della Roma.

Fonte: Gazzetta dello Sport (M. Iaria)

26 Commenti

  1. Quindi tale Marco Iaria “studia ai raggi x i bilanci delle varie società e boccia quello della Roma” ….
    A Trigoria si staranno disperando ….

    PS : “studia ai raggi x” fa proprio ridere

    • Mai visto Pallotta in cravatta,i pantaloni senza cinta je restano su,mette sempre i mocassini…umm,non la vedo tanto per la quale…

  2. capisco che i giornalai sportivi non abbiano nulla da fare in questo periodo ma mettersi a studiare ai raggi-x i bilanci delle societa’ vuol dire proprio che stanno alla frutta e verdura. se marco iaria ha tempo da perdere gli faccio studiare il bilancio di casa mia cosi’ magari mi aiuta a capire dove fare tagli..

  3. Perché non studiano quelli di Milan e Inter ?
    Una piena di buffi che sarebbe dovuta essere radiata
    L’altra ,tra intrecci di sponsor cinesi non controllabili e plusvalenze coi ragazzini a prezzi folli , messa peggio di noi

    Pallotta ha fatto tanti errori ma non si è mai tirato indietro quando c’era da mettere i soldi per la società

    Poi può stare antipatico o essere odiato ma non possono addebitargli errori “tecnici “ se Monchi ha comprato bidoni sbozzati a prezzi assurdi

    Speriamo ci sia presto un cambio di società: ho sempre difeso ogni presidente della Roma ( tranne Ciarrapico e gli ultimi 3 anni di Rosella ,non gli perdono il fallimento con Soros ) ma adesso ci vuole una svolta
    Sicuramente non ci dice bene : prima la sciagura Pentadementi con Lo stadio poi il corona per il cambio societario

    Speriamo di risolvere la questione virus per il bene di tutti poi di aggiustare la nostra Roma

    Auguri a tutti i Romanisti ,societari e NO , di buona permanenza a casa
    Spero che sia chi lavora negli ospedali sia chi ha parenti malati ,possa risolvere tutto per il meglio

    Un saluto a tutti
    🐺💛❤️

    • la colpa è quello di fidarsi sempre di baldini, che ha fatto più danni della grandine. Il manager della Roma è proprio il suo fido franco, che però gestisce le cose da londra, ti pare normale ? anche io avrei preso Mocnhi 3 anni fa, ma è stato un errore madornale quello di dargli carta bianca sul mercato. Alla juve monchi avrebbe fatto il dirigente, e le decisioni le avrebbe prese, di comune accordo con gli altri. ( tipo nedved e marotta all’epoca).

  4. L’ultima cosa che deve avvenire, è la permanenza di Pallotta.

    Qualora rimanga lui, mi auguro che lo sarà solo ed esclusivamente per vendere l’intera società.

    Altrimenti, in caso di sua permanenza, venderebbe i gioielli di casa ad uno ad uno a partire da Zaniolo è poi cosa peggiore lo avremmo tra i coglioni per altri 10 anni minimo.

    Non ci voglio pensare sarebbe anche peggio di questi 10 anni passati.

    • Ciao Spaccia, ben rivisto,

      concordo e quoto tutto alla faccia dei Pallotto boys.

      buona giornata

    • A giudicare dai pollici versi, il pallottismo più deteriore non è ancora stato sconfitto. Ancora ci sono soggetti che vanno appresso e credono in questo ammerecano privo di soldi e di scrupoli che,qualora restasse,finirebbe di distruggere e indebitare questa Società plusvalenzandosi freneticamente quanto ancora (molto poco) possibile.
      Come per quell’altro loro idolo, il super mago Monchi, quando gli Sballotta boys se ne rendereanno conto sarà sempre troppo tardi.
      Sempre più Sballotta goooo Home!

    • “è Pallotta a garantire la continuità aziendale”…non dico che bisogna dirgli grazie, ma forse non è chiaro che se questo se rompe le palle o je succede qualcosa, la Roma è fallita…poi i “pallotta vattene” ve li stoppate arcà (tanto per tornare a argomenti che non vanno più di moda). Fino a che non c’è quella benedetta firma, lunga vita a Pallotta, dateme retta…

    • criPtico,

      il titolo dell’articolo, fermo restando l’attendibilità dell’estensore, è il seguente:
      “ROMA, GESTIONE INSOSTENIBILE. E’ PALLOTTA A GARANTIRE LA CONTINUITA’ AZIENDALE”

      Quindi pensando a chi gestisce la ROMA da 10 anni si può tranquillamente sostenere, senza essere smentiti, che siamo di fronte ad una GESTIONE ASSOLUTAMENTE FALLIMENTARE !!!

      Il tuo fallito gestore lo ringrazieremo solo quando se ne andrà sperando che la ROMA l’acquistino imprenditori con soldi propri e non speculatori ristoratori.

      La ROMA è sull’orlo della bancarotta grazie a sto peracottaro speculatore de Boston.

  5. Dunque, ricapitoliamo: Pallotta non si porterà a cada nessun tesoretto da questa cessione societaria, ammesso che si faccia, a meno che il texano decida di dargli la buona uscita (con sti debiti che abbiamo non penso). Al momento sappiamo che come ogni anno Pallotta dovrà cacciare altri soldi per coprire il rosso di bilancio. Però ci si lamenta, gli si dà del tirchio e stron*ate varie. Io non sono pro o contro Pallotta, tuttavia provo a ragionare. Una ha alle spalle un’azienda internazionale di auto, l’altra ha fatto tabula rasa per 3 anni e in 10 per la prima volta è seconda, l’altra ha alle spalle una multinazionale cinese. Pallotta non ha un ca*zo. Sono favorevole alla vendita, ma ricordo anche l’ultimo periodo Sensi e ringrazio sto cristiano che dall’America c’ha messo i soldi.

  6. La Gazzetta dello Sport di oggi studia ai raggi X i bilanci delle varie società di calcio… quando avremo, allora, la fortuna di leggere quello di Inter, Milan e Juventus? Non sono un “gazzettaro”, quindi potrei anche prendere una toppa, ma nei giorni scorsi è stato dato anche un giudizio, positivo o negativo che sia, su quegli altri di bilinaci, o questa è la prima puntata (ma temo anche l’unica) di una serie? Ma non sarà mica, che la società Roma è sempre stata trasparente in tutto quello che ha fatto e altre società lo sono state meno, “corregendo” i loro bilanci con trucchi contabili borderline? Poi, ovvio, arriverà l’espertone di turno a ricordare che anche la Roma, ultimamente, è stata sul filo del rasoio con gli scambi di Pellegrini/Spinazzola… ma come ci si è arrivati a tutto questo? Guardando la presunta “serietà” della UEFA nell’applicare le sanzioni a chi sgarrava al FFP, nel vedere società in Italia che acquisivano presunte “sponsorizzazioni” nella loro patria, nel comprendere la doppia (se non tripla) marcia del rispetto delle regole? Ovvio, non sto giustificando/scusando nulla alla Roma, non ci si può/deve nascondersi sul mantra… ma se lo fanno gli altri, allora lo faccio pure io… però sentendo puntare quotidianamente il dito contro la nostra società senza minimamente considerare la situazioni altrui, bhè a me fa rabbia, e pure tanta!

  7. Vabbé il presidente e’ lui quindi e’ ovvio che la continuità aziendale la garantisce lui.

    Ci mancherebbe: chi dovrebbe garantirla ? Mio nonno ?

    Poi manco fossero soldi suoi : son soldi di chi si e’ affidato al suo fondo di investimento.

    Gli stessi che gli hanno imposto di vendere la Roma perché perdeva soldi al posto di guadagnarli come lui gli aveva prospettato.

    Immagino siano stufi anche loro di perdere soldi a causa di una gestione a caxxo di cane improntata sulla chiacchiere e su progetti fumosi basati sul nulla (“basta andare in Champions che arrivano i grandi sponsor e vendiamo piu’ merchandising”….si, come no : tutte caxxate)

    Pallotto rimane quello che e’ : uno spregevole speculatore che pensava di fare un affarone comprando a zero una squadra di calcio fallita in un paese in declino.

    Ovviamente non conoscendo né il settore né il paese in cui ha deciso di operare, il suo progetto non e’ mai decollato.

    Solo un fesso si mette ad investire SIA in un settore CHE in un paese che non conosce,

    E solo un borioso idiota puo’ essere talmente pieno di sé che manco si prende la briga di cercare di imparare qualcosa sul paese e sul settore dove ha deciso di investire.

    No : sono gli altri che devono cambiare, mica lui !

    Sono gli altri che fanno tutto male, e quindi (suggerito dal fido baldini) lui si mette in testa di voler “cambiare la mentalità” ad una città ed un popolo che esistono da 27 secoli !

    Stesso progetto ridicolo per 9 anni: non si cambia niente anche i risultati non arrivano.

    E se non funziona, il problema sono gli altri mica lui e il suo FAIL-progetto del caxxo !

    Tipica arroganza americana : my way or the highway !

    Well, looks like it’s the highway for you, Jimbo : goodbye !

    PALLOTTO PAGA LI BUFFI E VATTENE !!!!!!

  8. Poppy ci tenevo a chiarire che alieno sdraiato è uno degli ‘antisocietari ante litteram’.
    Uno su cui mi ci gioco la casa che è romanista vero.
    Così per correttezza di info.

    • Ciao Fede,
      ho risposto ad alieno ieri sera scusandomi per aver interpretato male il suo commento…spero lo abbia letto.

      🙂 buon pomeriggio

  9. Lo Smart working sta rivitalizzando i Pallotta Boys
    ma la realtà è che dopo che i tifosi stanno pagando da 10 anni,lui solo ora… bonsai a tutti i Pallotta Boys

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome