Roma, i numeri dicono Mourinho

54
1070

NOTIZIE AS ROMAPossesso palla e occasioni da gol. I numeri e le statistiche della Roma del Mourinho-ter servono un assist a Josè, scrive oggi il Corriere dello Sport.

In campionato, dopo il lungo lavoro estivo di ristrutturazione tattica, i risultati ne supportano la ricerca. Non si vede quasi più la squadra solida, battagliera e sparagnina che aveva la tendenza a mantenere il punteggio basso per avvicinarsi alle grandi europee.

Adesso si comincia a vedere una squadra che controlla le partite e a volte le domina, anche se poi ritarda spesso l’accelerazione decisiva: che 13 gol su 27, quasi la metà, siano arrivati nell’ultimo quarto d’ora delle partite è per certi versi un elemento positivo, denota e connota il carattere del gruppo, ma è anche una spia da non sottovalutare.

Lo scorso anno, dopo 14 giornate, la Roma aveva 2 punti in più ma giocava con meno naturalezza il pallone. Nella classifica del possesso palla era decima con il 50,6 per cento di media. Oggi invece è terza con il 55,4%.

Ancora meglio fa la squadra di Mourinho per occasioni da rete, un dato molto interessante e indicativo: i giallorossi sono addirittura secondi, davanti alla Juventus ma dietro l’Inter, per le palle gol create. Numeri che confermano la bontà del lavoro che sta portando avanti lo Special One, e che ha portato la Roma a raggiungere il Napoli al quarto posto.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteVerso Roma-Fiorentina: Mou rilancia Pellegrini, Italiano col dubbio Nico Gonzalez
Articolo successivoSmalling, la Roma spinge per l’intervento chirurgico. E punta Solet e Theate per gennaio

54 Commenti

  1. Queste statistiche facciamole alla fine del girone di andata, e’ piu’ appropriato avere i dati quando hai incontrato tutte le avversarie.
    Intanto i numeri sono ottimi, mi auguro che alla fine del girone siano eccellenti.
    FORZA ROMA.

  2. mo cominciamo a senti tutti elogi e domenica la fiorentina la battiamo sicuro e questo e quello…speriamo che la squadra resti umile e non dia retta a questi cialtroni che un giorno sfondano la squadra e il giorno dopo dicono che è da scudetto….se avessi avuto una grande stampa romana….

  3. Le statistiche hanno un valore di massima e indicativo, o di una tendenza o di uno “status quo”.
    Io personalmente gli ho dato sempre un valore relativo, e non solo per la storia del mezzo pollo.
    Detto questo riconosco che negli ultimi tempi in alcune partite ho iniziato a vedere una squadra più dominatrice e con meno occasioni casuali.
    Se è il lavoro di Mou o lo stato di forma migliorato (infermeria docet) dei Big, non ne sono sicuro, ma se il trend continua allora rivedo la ASRoma sempre sognata.
    Purtroppo io non sono il tifoso totale che inneggia anche quando in maniera continuativa mi annoio a vederla, e mai concorro ai sold out (anche per la distanza dallo stadio e da Roma), quando per 3 anni non vado in champion, in questo caso divento iper critico.

    • Che la squadra non abbia raggiunto quei risultati che ci si aspettava per propri demeriti è indubbio ma è anche vero che se non fosse stato per alcune carognate arbitrali, non solo ci saremmo ritrovati in Champion ma avremmo ottenuto una Finale Europea che ci spettava di diritto. Nessuna lamentela o giustificazione ma taluni passaggi andrebbero sempre evidenziati. L’obiettività non è un delitto. Forza Roma!

    • Ci sono i Romanisti e i tifosi part-time.
      Tu appartieni alla seconda categoria.
      Grazie per averlo ammesso, ma era già chiaro da tempo… almeno per me.

    • Rammento al mio amico Kawa eppero’ 😂l’impegno totale e quotidiano a voler criticare in negativo l’operato della Roma da parte di romano, in cui non emerge affatto un atteggiamento blasé, come succede a volte a tifosi all’acqua di rose che poco si coinvolgono emotivamente.
      😂😂😂
      Per cui… giusto per lasciarlo divertire nella massima liberalità …ma non ci dovrebbe spiegare i motivi di questo livore nei confronti della Roma?
      Ciao
      Forza Roma

    • Mi sa che “romano” è Zio DinDonDan… pure lui abitava in mezzo alla campagna tra le pecore,

    • @Kava62 secondo me invece è una questione di approccio. Come in ogni campo della vita ci sono i moderati e gli estremisti; gli equilibrati e i fanatici. La tifoseria della Roma è splendida per tanti versi, tranne per la tendenza dei tifosi più accesi di aggredire quelli più moderati e distribuire patenti di tifo, come se non si tenesse tutti per gli stessi colori. Questa intolleranza non solo è sgradevole, ma stride con la necessità di creare una fanbase molto ampia, che poi come abbiamo visto è quello che fa la differenza tra chi viene ammesso nell’Olimpo del calcio (vedi mondiale per club) e chi ne viene escluso. FRS

    • “…ho iniziato a vedere una squadra più dominatrice e con meno occasioni casuali.
      Se è il lavoro di Mou o lo stato di forma migliorato (infermeria docet) dei Big, non ne sono sicuro…”

      Pensa bene a quello che hai scritto, sembra che l’allenatore passi a Trigoria per caso e i giocatori vogliono fargli vedere cosa si sono inventati per vincere.

    • Quindi non tifi, non paghi, e rompi solo il c****.
      Bravo, la Roma ha veramente un grande bisogno di gente come te.
      (io invito sempre a notare il livello medio del tipico denigratore di Mourinho, fra ignoranza, stupidità, infamità e amenità di questo genere).

    • Jockey, infatti l’obiettività che tu richiedi ai tifosi come me dovrebbe esse patrimonio anche di si crede possessore del “Sacro Verbo” e offende ripetutamente chi critica, come giustamente evidenzia Nomignolo.
      Prohaska, io non ho mai avuto nessun livore verso Roma, sono andato via 40 anni fa e guarda caso ancora, anche se la gente non mi crede, tifo ASRoma.
      Certo stando lontano da Roma, anche se in questi giorni sono qui a Roma a trovare i miei, ho scoperto alcuni aspetti della città che non mi piacciono ma questo non ha niente a che vedere con il tifo.
      Kawa, invece il tuo “part time” non mi è chiaro, se non sbaglio per part time si intende 50% tifoso della ASRoma ma per il restante 50% di cosa ? Ora direte Lazziese.

    • Nomignolo, ste prediche in anonimo cominciano un pò a stancare. Penso che qui nessuno distribuisca patenti di tifo. Che la Roma abbia dei limiti e che siano stati fatti degli errori di mercato e’ sacrosanto ed è giusto che venga evidenziato. Ma prendere continuamente di mira Società, GM, Mister e Giocatori omettendo di dire tutte quelle nefandezze che ci hanno elargito in ques’ultimo periodo, non mi sembra un analisi cosi’ obiettiva. In Tre Anni i Friedkin e Mourinho, han portato due Finali Europee di cui una rubata.Eppure si continua a dipingere la Roma come se fosse l’ultima classificata. Paragrafando una tua frase: “Questa intolleranza non solo è sgradevole, ma stride con la necessità di creare un giudizio molto piu’ equilibrato e non dettato da rancori personali”. Sempre Forza Roma!

    • romano scendi dal piedistallo. Tu non critichi, offendi e denigri solamente. Come in questo caso. (Ah, ma mica è vero). Quando la Roma vince non esulti mai … sparisci!

    • Zenone, quindi secondo te oltre Roma altre grandi città non esistono, tranquillo abito in una città molto civile.
      Ora hai capito perché dico che stando lontano da 40 anni alcune cose di Roma non mi stanno bene.
      Così come i romani come te che discreditano questa meravigliosa città.

    • @ Jockey, prendere continuamente di mira società, mister e giocatori è un’altra estremizzazione che personalmente non condivido ma che posso capire da chi è frustrato perchè si aspetta di vedere una squadra divertente e/o dominante. Dopotutto mi sembra giusto che ognuno viva la sua passione per i colori giallorossi come gli viene più spontaneo, senza doversi autocensurare per il timore di essere aggredito per le proprie opinioni dai suoi compari di tifo, chiamato laziale o invitato a levarsi di torno, quando deve già ingoiare tuttii bocconi amari dovuti alle ingiustizie che la Roma subisce da sempre. Questo per me non migliora le cose, anzi porta i martellatori a polarizzarsi ancora di più e prendere di mira ancora più forte, col risultato che poi nascono le fazioni e si perde di vista il fatto che a ognuno alla fine sta a cuore solo il bene della Roma. Secondo me converrebbe confrontarsi più serenamente, con un pò più di ironia e rispettare le opinioni altrui anche quando sembrano sbagliate o in malafede. Un saluto. Forza Roma e Viva TUTTI i Romanisti.

    • Lo sai romano che non ci piace che fai apprezzamenti su Zenone? Visto che sei così educatino, trattieniti, dimostralo, segui il mio consiglio. 😂😂😂
      Forza Roma

    • Quindi, fatemi capire. Non si possono distribuire patenti di tifo, ma si possono insultare i VERI tifosi ed elargire patenti di estremismo, atteggiamento aggressivo ed intolleranza. Predicate benino e razzolate MALISSIMO, come i preti.

    • Discutete un pò come volete non prendo posizione ma tanto per ribadirne una: ieri, oggi, domani sempre con MOU!!!

    • Sono dati che evidenziano soltanto che il Mister ha cambiato meccanismo quest’anno, e anche che molti espertoni in realtà non ne capiscono un benemerito, infatti hanno difficoltà ad accorgersene. Con la qualità di Romelu abbiamo fatto azioni da rete stellari quest’anno, a volte sembra di vedere il tanto sbandierato tiki taka del bel gioco che alcuni invocano…e del quale personalmente importa poco. La difesa è il reparto che ce fa smaltì un pochetto, oltre ad essere più vulnerabili sulle palle alte abbiamo perso la caratteristica di saper fare gol sui calci piazzati.
      Se gli interpreti di questo reparto ristrutturato in corsa (vedi Smalling ecc) riescono a fare un salto di qualità possiamo fare molto bene.
      Mou le soluzioni tattiche sa sempre inventarle, poi però non gioca lui…
      Io mo non parlo fino a febbraio e tifo come sempre con incrollabile fede. Forza Roma

  4. Davanti alla Rube non è poi così difficile, visto il calcio champagne che propone.
    Secondo me una volta spiegato a qualcuno che non ci sono le regole del rugby per arrivare in area avversaria, allora si che ci siamo.

  5. Dai Mister un po di coraggio nel schierare il tridente più uomini che possono andare a rete centrocampo a quattro difesa a tre questa è la Roma che vorrei vedere con tutte le squadre che incontriamo. Dai coraggio Mister sono con Lei e con la Roma. 💛❤️🇮🇹

    • il problema non è il tridente, il problema è portare la palla al tridente.
      chi lo fa?
      ci sono giocatori da serie B in rosa, anzi ho visto giocare il parma a firenze in coppa italia e certi che abbiamo noi nemmeno li potrebbero giocare, ma dico celik secondo te è un giocatore da seria A?
      Aour se fosse bravo il mister non lo farebbe giocare regolarmente?
      dai su cerchiamo di capire che materiale abbiamo, cerchiamo di capire che Mou tira fuori da questi ragazzi il 110% ma che purtroppo alcuni (anche dando il 110%) sempre brocchi rimangono.

  6. La statistica relativa alle reti segnate nell’ultimo quarto d’ora (la metà del totale) è un dato molto importante che va analizzato molto attentamente.
    Sono reti segnate in parte grazie alle motivazioni della squadra ed alla necessità di recuperare un risultato ma anche grazie al fatto che la squadra ha una disposizione più offensiva.
    Infatti quando Mou deve recuperare un risultato di solito:
    – inserisce un quinto più offensivo (Elsha per Spina)
    – inserisce un attaccante per un centrocampista
    – inserisce un attaccante togliendo un centrale

    Insomma il nostro tecnico di fatto passa spesso ad uno schema che assomiglia molto ad un 4:3:3 se solo si analizzano i ruoli dei giocatori in campo.
    Questo per sottolineare che se la Roma puntasse un po’ di più sul suo reparto più forte (l’attacco) forse sfrutterebbe meglio il potenziale della rosa.
    È molto più semplice per gli avversari raddoppiare Lukaku ed ingabbiare Dybala se giocano da soli, ma se a loro si aggiunge un terzo attaccante sgusciante e veloce come Azmoun o il faraone allora riusciamo a creare più occasioni perché costringiamo gli avversari a fare l’uno contro uno.

    • Ma è, spesso, anche una “mossa della disperazione”, che può reggere pochi minuti. Qui, evidentemente, ci aiuta una condizione fisica che ci permette di dare quel qualcosa in più mentre gli avversari arrancano e, dopo aver faticato 80 minuti per arginare Lukaku (ad esempio), nell’ultimo quarto d’ora non ce la fanno più e lasciano quel metro in più di spazio che poi risulta decisivo. Giocare così, alla garibaldina da inizio partita può essere che ti faccia solo sprecare energie contro squadre che sono arroccate e che possono poi fare male in contropiede.

    • C’è una differenza Salmacis tra giocare alla garibaldina (come quando il tecnico ha messo in passato contemporaneamente 4 attaccanti in campo) ed adottare uno schema più offensivo.
      Decida Mou se vuole adottare un 4:4:2 con centrocampo a rombo, un 4:3:1:2, un 4:2:3:1 o un 4:3:3.
      Io continuo a pensare che continuare a vedere 3 difensori in campo anche quando dobbiamo recuperare un risultato sia qualcosa di poco logico.

    • E Mourinho è un c******* che non lo sa.
      Grazie Vegemite.
      Grazie perchè puoi andare a insegnare al tecnico più vincente della storia del calcio e invece sei qui a sparare minchiate insieme a noi.

    • Potrei anche essere d’accordo con te se non fosse per una osservazione: puntare sul reparto forte apparirebbe si più logico, ma lascerebbe, ahinoi, sguarnito il reparto di per sé più debole…..
      Meglio come fa MOURINHO; rinforza chi più ne ha bisogno perché “altrove” se la sbrigano egregiamente comunque!
      Ci sta.
      Eppoi, tra noi e MOU, il NUMBER ONE chi è? 😉
      FORZA ROMA

    • Ormai il fanatismo spinto obnubila le menti, anche quelle di passaggio.
      Cioè qua dentro tutti hanno sempre espresso opinioni su tutto.
      Sono state vivisezionate in passato le carriere di vari allenatori, da Carlos Bianchi a Fonseca, e non mi pare che qualcuno abbia mai sollevato il problema della liceità di esprimere opinioni sull’operato di professionisti qualificati; ora invece per i fanatici, guai a toccare Mourinho.
      Spero abbiate il buon gusto, quando lo Special ci lascerà, e prima o poi succederà, di continuare a fare i tifosi di Mourinho seguendolo nella sua prossima destinazione.
      Io ed altri continueremo a tifare AsRoma.

    • Vege’, corretto, si e’ un 4 – 3- 3, mascherato in quanto Azomun pur avendo qualita’ da prima punta somiglia molto come interpreta il ruolo nel lavoro che ha svolto Eto’ nell’inter di Mou.

      C’e’ tuttavia una grande differenza tra i due attacchi,
      Dybala quando occupa posizioni piu’ centrali partecipa poco alla transizione difensiva al contrario di come Snajder si impegnava nel difendere attaccando i difensori che impostano.

      Domenica contro il Sassuolo pero’ qualcosa e’ cambiato, Dybala e’ stato spoststo come esterno destro e guardacaso insieme a Kristensen ha formato una catena che ha dato un risultato eccellente.

      Lo stesso risultato con meno incisivita’ realizzativa lo hanno dato Azomun e Elsha a sinistra.

      Ovvio che avevamo di fronte un’avversario con un uomo in meno, ma sono convinto che il risultato sarebbe stato lo stesso perche’ e’ cambiato l’atteggiamento ed e’ subentrata la dinamicita’ delle catene che si sono formate e guarda bene che sono state usate in questa stagione per la prima volta.
      Personalmente mi auguro di rivedere questo schieramento e atteggiamento.

      FORZA ROMA SEMPRE.

    • “Ormai il fanatismo spinto obnubila le menti, anche quelle di passaggio” Lo Special One non mi sta simpatico ma mettendo a confronto Palmerès e Trofei ottenuti, paragonare carlos bianchi e Fonseca a Mourinho è da celebrolesi. Ognuno ha percorso strade diverse ma mai nessuno è riuscito a vincere quanto il Portoghese. Questa è la sacrosanta verità. Quando andà via (sempre che accadrà) si camperà lo stesso. St’arroganza e prosopea del caxxo espressa in anonimo comincia veramente a rompere le @@ Ma chi diavolo ve credete de essere per etichettare continuamente il prossimo? Vegemite hai pienamente ragione, purtroppo non tutti sono dotati del tuo grande equibrilio morale scaturito da rancori personali. Fai una bella cosa, cambia squadra e tifoseria Forza Roma!!!

  7. l’anno scorso si difendeva meglio, gli avversari calciavano per la maggior parte delle volte da fuori area, quest’ anno si concede qualcosa in più, l’assenza di Smalling è attualmente il problema di questa stagione.. che comunque si attacca meglio e si segna di più, Lukaku non è Tammy e Paredes a cc fa quel lavoro di tenere la palla quel qualche secondo in più, che consente ai compagni di ricevere meglio il pallone, inoltre non è sempre scontato nel passaggio, con tanti giocatori sai già, nel momento in cui riceve palla, la giocata che sta per fare, con lui la lettura non è così semplice. è un peccato aver perso tanti punti le prime giornate, perché la squadra è organizzata bene e con la crescita dei nuovi arrivi e il rientro del capitano, è numericamente competitiva anche con la panchina, infortuni permettendo… sarebbe importantissimo vincere domenica, visto che finalmente sta per finire il periodo con l’impegno infrasettimanale e si potrà allenarsi bene in vista dei big match di fine anno

  8. con lukaku e la solidità difensiva dell’anno scorso data dall’avere in squadra Smalling, Matic e Ibanez adesso eravamo almeno a pari punti con l’Inter…. almeno!!!

  9. Ragazzi ma ci rendiamo conto dell’omertà e del servilismo che regnano nell’informazione sportiva? La rubens (che doveva essere retrocessa per gravissimi reati) la si esalta, come se fosse la Regina del Calcio Italiano. Hanno veramente toccato il fondo!

  10. i numeri dicono Mourinho ma non capite nulla voi del sito, fatevi spiegare dai geniacci del blog e dagli ameri,cani che sono meglio motta, de zerbi e quello che allena il monza!
    lo scrivo da due anni che l’allenatore l’abbiamo punto, bisogna comprare i giocatori, punto!
    ergo si chiedano giocatori buoni, sani, e di prospettiva ai friedkin e non portino più scommesse per 4 soldi.

  11. I numeri quindi confermano che siamo meglio dalla cintola in su che dalla cintola in giù.
    I tanti gol nel finale sono segno di vitalità e carattere ma se letti in un altro modo anche una spia di allarme per una tattica troppo attendista che spesso comporta prendere gol prima di segnarne a tua volta.
    Spesso queste situazioni negative sono state ribaltate mettendosi a quattro dietro, con Azmoun a rinforzare il reparto offensivo e Dybala più largo a destra.
    Tra dicembre e gennaio cosa faremo con Ndicka a giocare la coppa continentale africana?
    Compriamo due centrali? La solita carta Cristante?
    A quattro avresti a dx due terzini di ruolo, Kristensen e Celik, e potresti svoltare con una sola operazione di mercato, un terzino sinistro.
    Si potrebbe provare a cedere Karsdorp e mandare a giocare Zalewski in prestito oppure venderlo se non ci si crede più.
    Serve quel pizzico di coraggio per abbandonare definitivamente il terzetto difensivo e assecondare i numeri di questo scorcio di stagione.

  12. Quest’anno i miglioramenti sembrano esserci… La Roma quest’anno gioca a calcio. Quel famoso gioco che la maggior parte degli utenti di questo sito non sa neanche cosa fosse… Questa cosa mitologica… Se ancora non la capite, chiedete pure e vi spiego….

  13. Non si sá se questo cambiamento sía voluto o forzato dal fatto che da calcio piazzato, senza Smalling e Ibanez, si segna assai meno.
    Il fatto che si segni molto in “zona Cesarini” se non altro denota che la forma atletica, la luciditá sotto porta, e non per ultimo i cambi (quindi la rosa) siano superiori al passato.
    Fattori tutt’altro che trascurabili.
    Con i viola prevedo una staffetta Pellegrini-Dybala, con Romelu ed il “Messi iraniano” davanti.

  14. la statistica… mi viene sempre in mente la poesia di Trilussa.

    il possesso palla della Roma si svolge nella nostra meta campo

    è una squadra più debole in difesa e più forte in attacco (ci voleva poco considerata la stagione di abraham e belotti !)

    i nomi di cui si parla come sostituti di ndicka non cambieranno la situazione in positivo, ma nemmeno in negativo perché ndicka, sul piano della personalità, è un altro karsdorp.

  15. Se è per questo la statistiche dicono anche che la Roma (sarà strano ma è così), è la squadra che ha subito meno tiri nella propria porta….. Almeno così ho letto.

  16. La Roma fino ad ora ha avuto un calendario piuttosto agevole e, nonostante questo, ha due punti in meno dell’anno scorso. I conti facciamoli dopo aver incontrato Fiorentina, Bologna, Napoli, Juventus e Atalanta. Il nostro campionato è a un punto cruciale e per fortuna, una volta tanto, ci arriviamo con una rosa (quasi) adeguata (a parte la difesa).

  17. Se si fa una fotografia in questo istante la Roma è quarta, secondo attacco della serie A. Ma la statistica è fatta di tre fasi: la prima da retrocessione (1 punto in 3 partite), la seconda da metà classifica e la terza quella attuale da semiprimatista (6 vittorie in 8 partite). Adesso bisogna sbancare gli Appennini (Fiorentina e Bologna). Forza Roma!

  18. Il calcio è una scienza semplice e invece lo si vuole fare passare come cosa da scienziati. La Roma ha attaccanti forti e difensori mediocri, quindi lasciare che l’avversario ci aggredisca significa mettere sotto pressione i giocatori più deboli e lasciare a pascolare davanti quelli più forti. Questa squadra ha tutte le caratteristiche x aggredire l’avversario: Lukaku, Dybala e Azmoun da soli possono tenere in allarme qualsiasi difesa… invece spesso li utilizziamo solo x le situazioni disperate degli ultimi 15 minuti. E spesso gli bastano pure.

  19. I numeri dicono…
    No, i numeri non dicono niente, i numeri confermano, attestano…
    Confermano che siamo a -11 dalla testa della classifica, attestano che siamo arrivati secondi in un girone di Europa League che si doveva vincere con la seconda squadra…
    C’è gente che dà i numeri… pur di “servire” un articolo votato alla propria causa, alle proprie idee…
    Mou e la società sanno che numeri servono per il rinnovo, i giornalisti raccontino il presente, i fatti o, vadano a ballare…

  20. Secondo me mou ancora nn vede un equilibrio nel tris lukaku azmoun Dybala dall inizio e lo mette a partita in corso per recuperare. D d’altronde già di base la roma subisce il primo gol spesso col 352, se togli pure un centrocampista attualmente nn regge e recuperare due gol anziché uno diventa difficile
    Quindi fiducia a mou

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome