Roma, il nuovo ds lo sceglie Campos. Ma a guidare le operazioni sarà ancora Fienga

28
4513

AS ROMA CALCIOMERCATO – I tifosi attendono la decisione di Dan Friedkin riguardo alla nomina del prossimo direttore sportivo, una figura che nel corso degli anni è diventata sempre più centrale nei club ma anche in chi segue .

In attesa di capire su chi ricadrà la scelta della Roma, oggi il Corriere dello Sport ribadisce che sarà Luis Campos a indicare alla nuova proprietà americana il nome del ds da ingaggiare. Il portoghese quindi sta assumendo la veste di consigliere di fiducia dei texani, almeno stando a quanto rivela il quotidiano sportivo romano.

Il nuovo direttore sportivo, scrive il Corriere dello Sport, sarà più un esperto di scouting che un vero e proprio ds “vecchia maniera”, con Guido Fienga che continuerà ad occuparsi delle operazioni di mercato, vista l’esperienza maturata nella sessione appena conclusa con gli acquisti di Pedro, Mkhitaryan, Smalling, Kumbulla e Borja Mayoral.

Fonte: Corriere dello Sport

28 Commenti

    • Sì, non ce lo sai che i Friedkin non muovono un dito senza il placet dello Zozzone?
      Ormai gli fanno scegliere anche i modelli Toyota da esporre a Austin e Houston.
      Pare gli chiedano anche se possono bere una birretta la sera.

    • quindi la cosa si complica…[email protected] dice Friedkin che dice a Fienga che dice a Campos quale sarà il nuovo DS. Lo prenderemo sicuramente alla fiera dell’est. Ma non potevamo ingaggiare direttamente Branduardi?

  1. Chi sarà sarà, basta che me fa tornà Florenzi e costringe l’allenatore (chicchessia) a farlo giocare nel suo ruolo (esterno alto) , non so se avete visto (soprattutto coloro che lo giudicavano e lo insultavano quando lo facevano giocare da terzino o esterno basso che dir si voglia) come sta giocando a Parigi e oltre ai gol e ai pali non sbaglia neanche un cross questo perché mantiene la lucidità!!!!!!! Solo che a molti sta sui [email protected]@@@i perché è romano e romanista !!

    • alto a destra ce sta miki pedro zaniolo e perez e un buon giocatore quando si deve fare un turn over

    • In effetti in partite così ostiche in cui il PSG ne fa 4-6 giocando con una gamba sta davvero brillando.
      E’ un po’ come Riccardi, che avendo segnato contro il Notaresco è pronto per il Real Madrid no?

      Provo a ripeterti il punto centrale di chi lo critica:
      è meglio di Peres? Sì. E’ meglio di Karsdorp? Probabilmente, sicuramente è più sano.
      E’ affidabile in serie A? NO. In compenso ha lo stipendio di Pedro e Smalling.

      Per cui io mi auguravo arrivasse qualcuno di affidabile e non è arrivato.
      Meglio tenersi Florenzi? Probabile, lato economico a parte, ma se lui ha chiesto di essere ceduto
      allora forse meglio PER TUTTI così.

    • Sì Anto, però è anche lo stipendio, o quasi, di altre pippe che invece a Roma sono rimaste. Per esempio è lo stesso stipendio di Brunetto de noantri. E pure di Palo Lopez, che adesso fa panca al 37enne Antonio Mirante.
      Se vogliamo dirle le cose, diciamole tutte…

    • ti dice qualcosa il detto “nemo profeta in patria”? che Florenzia stia andando bene in francia fa piacere, che venga e faccia le stesse cose qui (a prescindere dal ruolo) è un’altra. Il ragazzo li è più tranquillo rende meglio, lascialo li, avrà un finale di carriera migliore.

    • no, perché poco intelligente calcisticamente e mi faceva vergognare con quella fascia al braccio….
      ricordiamo i taaaanti gol presi per colpa sua, che andava sbadato all’avventura, o quando pensava di saltare e invece non staccava l’ombra da terra.
      ma dai!!!

  2. Qualcuno può spiegarmi il senso di quest’articolo… nò perchè ammetto che non l’ho capito
    Titolo: “Roma, il nuovo ds lo sceglie Campos”.. Ne deduci che Campos già fà parte dello Staff
    Dopodichè leggi: “A guidare le operazioni sarà ancora Fienga” Cerchi di approfindire e scopri che: – …”oggi il Corriere dello Sport ribadisce che sarà Luis Campos a indicare alla nuova proprietà americana il nome del ds da ingaggiare. Il portoghese quindi sta assumendo la veste di consigliere di fiducia dei texani, almeno stando a quanto rivela il quotidiano sportivo romano.
    Il nuovo direttore sportivo, scrive il Corriere dello Sport, sarà più un esperto di scouting che un vero e proprio ds “vecchia maniera” Ergo ne deduci che è ancora tutto da stabilire – HELP!
    Cds Sporc Dopo “Roma da Circo” ecco un altra perla giornalistica (Si fà per dire) che verrà quasi sicuramente smentita – Zazzaroni ma quanto ti può bruciare a stò momento 😅

  3. Barrett condivido ma solo la battuta per la somiglianza. Da quello che ho letto (da incompetente) penso sia forse il miglior talent scout in circolazione e comunque dormo sugli allori perché i Friedkin dimostrano di: punto primo tenere tantissimo alla Roma “squadra”; poi mi sembrano di una pragmaticità incredibile; infine si stanno appassionando e se lo fai Roma (intendo la parte buona e non sbiadita) ti adora e ciò innesta un circolo vizioso di passione e capacità economiche che prima o poi porterà al successo.

  4. 1)”Il nuovo direttore della Roma sarà sostanzialmente uno scout”——-> Giustissimo, perché i d.s. devono selezionare giocatori, eventualmente tenere contatti e condurre trattative, ma poi, sono i superiori ad assumersi la responsabilità di delineare le strategie e di prendere decisioni

    2)”Campos sarà un consulente esterno, con Fienga che condurrà le operazioni”——-> Idea assolutamente da bocciare, perché come detto a più riprese, lo stesso CEO deve essere sostituito da una persona di sport, che abbia competenze sia calcistiche che istituzionali e aziendali. Fra l’altro, la presenza di consulenti assenti dai quadri societari, può creare equivoci all’interno del club. Come se non bastasse, Campos agisce principalmente in smart working, dovendo trascorrere almeno 6 mesi l’anno nel Principato di Monaco.

    Posto che la notizia proviene dal Corriere dello Sport, giornale che reputo poco attendibile, il mio pensiero è questo.

    • Condivido. Se,poi,non ho capito male,Campos non è né un DS né un talent scout,ma un intermediario che guadagna con le commissioni su ogni singola operazione e sulle percentuali sulle plusvalenze quando rivende i giocatori che aveva portato. Una soluzione che mi inquieterebbe,il Valencia si è totalmente affidato a Jorge Mendes ed è in difficoltà,in Spagna e Portogallo ci sono molte situazioni di club con giocatori con cartellini parcellizzati o appartenenti a terzi,non mi piace

  5. Bene mi piace l’idea Fienga ha fatto un gran lavoro quindi merita di continuare ad occuparsi del mercato, con magari un un’esperto scout di calcio internazionale a fianco.
    Quindi Campos dovrebbe essere il nuovo consigliere, quello che faceva prima Baldini insomma, quindi il sistema Pallotta alla fine non era poi così sbagliato, brutta notizia per tutti quelli che durante il decennio Pallotta sono diventati irriducibili laziali,tornare indietro ora è la pecora ormai gli scorre nelle vene

    • Non ti scordare MAI che conta CHI CACCIA I SOLDI.

      Con il sistema del tuo idolo Pollotto, morto de fame de boston, Fienga non avrebbe potuto confermare nella Roma Smalling e Mkhitiryan e pagheranno tutto i Friedkin; Pedro ottima intuizione di Baldini, va detto, lo pagheranno sempre i Friedkin.

      Il tuo fruttarolo ristoratore pe potè comprà qualcosa st’anno se venneva a Zaniolo e altri.

      Alle conferme vanno gli acquisti di Kumbulla e di Mayoral.

      Inoltre i Friedkin, a differenza del tuo morto di fame sempre preso per il collo da De Lamentis, ar Pulcinella vesuviano lo hanno [email protected] per Milik.

      Qua di irriducibile e pecoreccio ci sei tu e pochi altri…poi fa er favore togli Roma dal tuo nick che nun te compete!!!

    • Uno che ha una villa stimato per un valore di 4,2 milioni di dollari è un morto di fame 😂 non lo sapevo

    • Cristiano Ronaldo 4,2 mln€ di euro li spende in massaggi, è di certo non è presente su Forbes.

      In Italia di persone che hanno ville da 10 mln€ a salire ce ne sono parecchie.

      Ovviamente, noto che bisogna spiegartelo, quando si parla di ricchi è chiaro che il riferimento sono gli Agnelli, i Berlusconi, i 1000 di Forbes, di Suning, degli oligarchi russi…viene da se che uno che nun sta manco nella classifica cittadina di Boston dei 100 più ricchi in questi contesti non può che essere un morto de fame.

      Ah…Giovanni Agnelli alla sua morte ha lasciato in eredità una villa del valore di circa 300 mln€ e Abramovic pe spostasse usa na barchetta da quasi 1 mld€…e tu me scrivi de na villa de 4,2 mln€???? ahahahahahah

      Poi se la dimensione di ricco del morto de fame de Boston la valuti rispetto a chi vive di stipendio, mbè allora sì…è ricco!!!

      Per fartelo consolidare nella testolina ti ricordo che Cristiano Ronaldo, solo di ingaggio, costa alla juve 60 mln€ lordi annui…ti è “più” chiara ora la dimensione di ricchezza???

      E nun te scordà de toglie Roma dal tuo nick che nun te compete!!!

    • Quindi siccome secondo te Pallotta non aveva i soldi di Ronaldo voi per 10 anni siete diventati irriducibili pecorari
      Allora è proprio il caso di dirvi tornerete tornerete tornerete in serie B

  6. a forza de cacchiate alla fine forse ce acchiapperete….ma fate ride davvero io mi vergognerei di imbracciare ogni giorno un medisten spara “stron…”

  7. E comunque per gli irriducibili caccio cavallo questa squadra qui è ancora la squadra ricca di talento, una squadra che sono due squadre, che quel morto di fame di Pallotta che in confronto a Cristiano Ronaldo è un mendicante, ha lasciato in dote a Friedkin

  8. Ancora co’ pallotta….già stai a mette le mani avanti che se poco poco l ASROMA vince quarcosa è merito de pallotta, è stata ‘na fortuna ave’ trovato chi ha deciso d investi’ sulla NOSTRA squadra….co’ pallotta annavamo pe stracci…leva Roma dar nick che nun te compete….

    • Io a differenza vostra o con Pallotta o senza Pallotta sempre innamorato della Roma sono,voi invece siccome c’era Pallotta siete diventati prima marioloni ed infine laziali

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome