Roma, il nuovo modulo taglia fuori Under e Kluivert

18
1500

AS ROMA NEWSFonseca passa al 3-4-2-1 e i risultati parlano chiaro: così la squadra sembra aver ritrovato un equilibrio. Il mister ora non vuole più cambiare, ma con questo nuovo sistema di gioco c’è qualcuno che ci guadagna e altri che ci rimettono.

A trarne vantaggio c’è sicuramente Bruno Peres, racconta oggi il Corriere della Sera (L. Valdiserri), che a Brescia è stato addirittura il migliore in campo. Una frase che in pochi si sarebbero aspettati di leggere sulla cronaca della Roma. Il brasiliano, che pochi mesi fa non era buono nemmeno per la serie B brasiliana, è stato una chiave della vittoria e anche quattro giorni prima, contro il Parma, aveva servito l’assist per il gol di Mkhitaryan.

Ma se il 3-4-2-1 esalta i terzini che sanno più offendere che difendere, di fatto taglia fuori le ali pure come Kluivert e Cengiz Under, abituati ad avere la linea laterale come costante riferimento. È chiaro che i due siano sul mercato per motivi economici ma a questo punto anche tattici.

Fonte: Corriere della Sera

18 Commenti

  1. Beh secondo questa logica, se si passa a un modulo in cui figura bene persino Bruno Peres, direi che Florenzi o Kardorsp potevano fare altrettanto bene se non meglio… Forse la capacità di adattare il modulo alla rosa andrebbe tirata fuori prima… Ma speriamo che la lezione serva per il futuro

  2. Mi assumo la consapevolezza di dire una cosa non condivisa. Kluivert un giocatore che non ha dimostrato e penso non dimostrerà mai nulla data la sua propensione al disordine. Under in tutte le partite che ha giocato riassumendo i momenti fruttiferi possiamo relegarlo a 3/5 partite intere giocate oltre la sufficienza per tutta la durata dei 90 minuti. Incostante e delicatissimo. Conclusione se vanno e ce li pagano sono giocatori ampiamente sostituibili. Kluivert poi nemmeno un dubbio. La Roma deve rinascere intorno a Zaniolo.

    • Commento di Ivo da condividere…al 100%….da li’ si deve partire…abbiamo una buona rosa si puo’ migliorare. Si deve migliorare.
      E talvolta si deve vendere. E’ cosi’…non ci sono dubbi.

  3. Con questo nuovo modulo di nuovo dentro Florenzi che si alternerà con Bruno Peres, e fuori Zappacosta e Santon. A sinistra Spinazzola( va bene sia a dx che sx) e cercare sul mercato un terzino titolare, forte di spinta( Kolarov, non fa più la differenza).

    • David,
      a parte il confronto con Perez, vorrei capire sinceramente su cosa basi il giudizio su Under.
      I numeri nei 3 campionati sono scoraggianti.
      A parte il primo trimestre del 2018, i cui davvero sembrava avere ottime prospettive,
      il resto sono prestazioni altalenanti e pochissimi gol.
      E soprattutto una preoccupante tendenza a sparire dal gioco, cosa in cui mi ricorda Lamela.
      (che però almeno segnava, 15 gol in un anno, più di Cengiz in 3 anni).
      Salah all’età di Under fece 14 gol in un anno, e quello dopo 15, per non parlare della quantità di assist.

    • D’accordo con te,Under è fortissimo,ma la società deve decidere tra Fonseca o il giocatore

    • @Anto per farla breve..ha dei numeri che non ha nessuno in rosa in quel ruolo, che sono difficili da trovare anche in italia.. io continuo a pensare che verranno versate lacrime amare nel futuro se Gengis verrà ceduto.
      Il ragazzo è forte.

  4. Io alla prossima partita vorrei vedere 2 punte veloci là in avanti, come Perez e Under con Mikhitaryan alle loro spalle.

  5. A parte che non sono fenomeni neppure nel 4-3-3, visto che la Roma la affrontano tutti con il baricentro molto basso, e giocatori così vanno bene al massimo quando hai spazi per colpire in contropiede. Però nel nuovo modulo, sono proprio improponibili, servono calciatori bravi a giocare fra le linee e a dialogare con i compagni. Per questo, penso che Pedro, in barba alla carta d’identità, sia ben più funzionale di loro in tal senso.

  6. Ho già espresso la mia contrarietà in merito al nuovo schema di gioco che esclude le ali.
    Tutti servono e serviranno alla causa in questi ultimi scampoli di stagione, specie i giocatori più forti.
    Decidere di fare a meno di due giocatori di talento come Kluivert ed Under è un’atteggiamento masochista, una sorta di suicidio tattico.
    In sintesi estrema si rinuncia alle ali per far giocare Bruno Peres.
    In Europa con difese più ballerine e spazi maggiori di gioco Under e Kluivert possono fare molto male alle squadre avversarie.
    Il mio consiglio è tornare a un 4:2:3:1 “modificato” col terzino bloccato e all’occorrenza poter mettere un cursore di fascia (Brunetto o Spinazzola) al posto di un’ala.

    • Io continuo a ripetere che il modulo da adottare con questa rosa è il 4-3-3 punto e basta.
      Mi prendo il rischio di bruno peres a destra visto che è in fiducia, Smalling Ibanez Kolarov ,Diawara vertice basso Veretout Zaniolo mezze ali under a destra miki a sinistra punta Edin.

  7. Io credo che se il uovo modulo dovesse portare dei risultati concreti, allora mi sembra giusto proseguire su questa strada. Sinceramente poi non capisco perché Under e Kluivert non dovrebbero essere in grado di giocare come gioca Perez…. Intendo interpretarne il ruolo.

  8. I moduli buoni sono quelli che ti portano a vincere le partite, se questo modulo funziona, bisogna tagliare la squadra su questo modulo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome