Roma, il progetto triennale non basta. Tre strade di fronte a Mou

101
2506

AS ROMA NEWS – Il lavoro fatto da Tiago Pinto la scorsa estate era valso alla Roma il titolo di “regina del mercato” da parte degli addetti ai lavori.

Anche i tifosi romanisti si erano dimostrati piuttosto entusiasti degli acquisti fatti: gli arrivi di Celik, Matic, Wijnaldum, Belotti ma soprattutto Dybala avevano scatenato l’euforia nella piazza, tanto che più di qualcuno cominciava a mormorare la parola “scudetto”.

Ci ha pensato Josè Mourinho a riportare tutti con i piedi per terra: “Solo Lecce e Sampdoria hanno speso meno di noi”, la sferzante affermazione dell’allenatore alla prima conferenza stampa stagionale, commentando le ambizioni di una squadra che, a suo modo di vedere, non era affatto pronta a lottare per il titolo.

I fatti stanno in qualche modo confermando lo scetticismo iniziale dello Special One: il mercato operato in estate, azzoppato dagli infortuni dei due calciatori che avrebbero dovuto cambiare il volto della squadra, non è bastato a rendere la Roma una squadra all’altezza dei migliori club del nostro campionato.

Gli infortuni però fanno parte del gioco, e se a questa Roma basta togliere due calciatori (Pellegrini e Dybala, i portatori di luce secondo Mourinho) per renderla una squadra senza qualità e non in grado di battere Sassuolo e Torino, allora servirà molto più dei tre anni di Mourinho per renderla vincente.

Arrivati alla metà esatta del percorso dell’allenatore portoghese si possono cominciare a tirare le prime somme e a fare le prime stime: questa rosa ha ancora tanti problemi, specialmente dal centrocampo in su. Manca ancora il regista di livello superiore in grado di dare ritmi e idee a una squadra che spesso non sa cosa farci del pallone, e che costringe Dybala ad arretrare fino alla metà campo per creare gioco.

Manca un mediano che sappia rubare palloni e cambiare passo: doveva essere Wijnaldum, al momento quel lavoro lo fa Camara, l’ultimo arrivato in casa Roma per tappare il buco lasciato dall’olandese, il cui futuro dentro il club capitolino è ancora incerto. Manca un grande terzino destro, e servono attaccanti in grado di fare la differenza: la squadra non può pensare di affidarsi al solo Dybala.

Insomma, la strada verso una Roma attrezzata per vincere uno scudetto è ancora lunga. Servono investimenti pesanti. Ma il tempo di Mourinho stringe: se a gennaio è difficile pensare a grandi acquisti, anche in estate, l’ultima sessione di mercato a disposizione dello Special One per compiere il salto di qualità, sarà difficile ipotizzare spese pazze. E allora?

Il progetto triennale di Mourinho rischia di essere insufficiente per via della scure imposta dal settlement agreement raggiunto con la Uefa. Cosa farà il tecnico? Le strade che l’allenatore può percorrere arrivati a questo punto sono diverse. La prima porta al prolungamento del suo contratto con la Roma, allungando di uno o due anni la sua avventura nella Capitale.

La seconda sarebbe rispettare il suo accordo triennale cercando di vincere qualcosa di importante nel suo ultimo anno in giallorosso. La terza è quella più dolorosa: scegliere l’addio anticipato al termine di questa stagione. La volontà della società è chiara: fosse per i Friedkin andrebbero ancora avanti con Mou. Ma l’allenatore sarà della stessa idea?

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteMalagò intercettato: “I presidenti di Serie A dei veri delinquenti. Lotito? Il capo”
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Mou sta dicendo a tutti che la squadra è rimasta sul pullman”, PRUZZO: “Fossi nella Roma proverei a prendere Boga”, PUGLIESE: “Cristante ragazzo super intelligente, anche questo incide”

101 Commenti

  1. Se si continua a rinnovare contratti a gente come pellegrini e cristante si capisce perche la roma non ha soldi per il mercato….per Mou speriamo che sia la terza soluzione.

    • Per quanto io sia stato spesso critico con Pellegrini,
      sinceramente accostarlo a Cristante mi pare ingeneroso.

      Io vorrei che qualcuno mi spiegasse l’utilità di Cristante nel gioco.
      Non dico della Roma, in generale.
      Cosa fa? Imposta? no. Ruba palloni? no. E non lo dico io,
      lo dicono le statistiche. Zero assist.
      Dribbling tentati: 5. CINQUE, in 15 partite.
      Cross tentati: 6.
      Palloni intercettati: 6. Meno di Camara con il triplo delle presenze.
      Duelli Vinti 87
      Duelli Persi 73
      Duelli aerei vinti 24
      Duelli aerei persi 19.

      La mediocrità in numeri.
      Di solito quello che fa è passare il pallone al compagno più vicino,
      o buttarlo in avanti senza senso.
      Matic non fa lo stesso, neanche Camara, ma manco Oliveira l’anno scorso, per cui non parliamo di schemi per cortesia.

      Non lo capirò mai.

      Per il resto, va bene tutto, ma continuare a parlare del fatto che ci manca un giocatore
      come Wjinaldum come se non lo avessi comprato mi pare stucchevole….

    • Mandare via dalla Roma l’unico allenatore che dopo vent’anni ha riportato un trofeo nella nostra bacheca sarebbe da masochisti.
      Certo se lui se ne va possiamo farci poco.
      Io aspetterei comunque a giudicare. Il bilancio è sbagliato farlo adesso, va fatto a fine stagione. Anche lo scorso anno di questi tempi c’era maretta, poi comunque la stagione ha avuto una svolta impensabile.
      Attendiamo il rientro di tutti gli effettivi, rivediamo questa Roma con Djbala e Wjnaldum. Alcune avversarie potrebbero calare nella seconda parte della stagione, soprattutto dopo questo mondiale che secondo me avrà un effetto dirompente sui campionati.
      Il pallone è rotondo…..

    • Perché meglio di loro non c’è nessuno… Che viene a Roma! Pellegrini è una pippa immensa ma pochi lo ammettono! Può essere al massimo il capitano del Sassuolo! Per Cristante il discorso è differente! Ricordo ai lettori che Bryan è stato praticamente “trasformato” da centrocampista offensivo/Trequartista a difensore centrale/mediano! Dà sempre l’anima in campo e per questi colori! Certo che c’è di meglio! ma uno come lui merita… Anche per la panca è una risorsa di livello!

    • Ragazzi non saprei, tutti a parlare male di Cristante, ma poi gli allenatori lo mettono puntualmente in campo, Mancini compreso…). Così pippa non deve essere, magari fa un mestiere “oscuro” (e qui servo un assist ai critici…) che noi non riusciamo a vedere…

    • per Anto, Cristante, al di là del fatto che non è il migliore del mondo, è un giocatore che dà l’anima in campo, che segna pure qualche gol (più di Zaniolo…), che ha il lancio lungo, mentre il buon Camara è bravo nell’anticipo ma fa passaggi di dieci metri. poi se tutti gli allenatori lo fanno giocare vuol dire che è utile per la squadra in cui gioca, o sono tutti scemi? tra l’altro è emerso che da qualche partita giocava con una mano rotta, che ora si deve operare, quindi è comprensibile che col Torino abbia giocato male. Era previsto facesse coppia con Gini, alternandosi con Matic, invece le gioca tutte perché a centrocampo siamo contati. Secondo me, e pure secondo la società, merita il rinnovo, al di là se debba fare il titolare o, magari, la riserva ad un campione di grido

    • quaglie de mxxxx ve sta a scoppià er fegato
      rosicate per la vs povertà storica calcistica e aziendale
      che poracci ahahaha

    • @Anto (l’originale) non lo capisci perchè non sai guardare il gioco come invece sanno fare gli allenatori, Mou e tutti i predecessori. Tra parentesi il regista vero raramente fa assist o gol, Pizarro ne faceva pochissi, il regista libera o le ali/terzini/quinti oppure chi giocha tra le linee, raramente fa l’assist o segna. Pirlo lo faceva ma era un eccezione perchè non era un “regista classico” in quanto la regia la faceva Bonucci dalla difesa e lui faceva il “trequartista” da molto più indietro del solito, ma era un giocatore unico attorniato sia nella juve che in nazionale da dei giocatori unici (basta leggere i nomi di quelli che lo affiancavano a centrocampo) e perfino lui quando coloro che lo supportavano calarono (sopratutto De Rossi e Marchisio in nazionale) fece partite bruttissime. Comunque prendere a modello quel tipo di gioco è assurdo come fare il TikiTaka di Guardiola senza Xavi, Iniesta e Messi! Il problema della Roma non sono certo Cristante o Matic, il problema è chi, in questo schema, gli sta accanto e chi sta agli esterni… Nessuno degli esterni e il solo Pellegrini con Dybala accanto, stanno performando ad alti livelli.
      La lista è facile, quanti gol, assist e azioni decisive hanno fatto: Celik, Karldorp, Spinazzola, Zalewski, Zaniolo, ElSha? Troppo poche e dico sopratutto gli esterni veramente quasi il nulla… Nelle ultime partite l’unico cross fatto bene lo ha fatto Mancini in percussione offensiva sul gol di Tammy col Sassuolo! Io vorrei vedere Zaniolo che parte e viene marcato da tre e l’esterno che arriva a supporto a crossare sul passaggio sfruttando il fatto che Niccolò impegna due o 3 avversari… Ma in realtà succede solo con Dybala perchè ogni appoggio in queste situazioni spesso si è risolto nel tornare indietro dai difensori o da Cristante… e non è che a sx sia andata molto meglio. Altra cosa: molti dicono che Cristante, Matic e Pellegrini rallentano il gioco… a me pare invece che, a parte Camara con la sua indisciplina tattica (spesso utile ma a volte anche dannosa) sono GLIA ALTRI a rallentare il gioco, specialmente gli esterni in cui l’unico che si prende qualche responsabilità è ElSha ma che per caratteristiche sovrappone troppo poco.

  2. Buongiorno Andrea e saluti a tutti i giallorossi!
    Mourinho ci ha fatto vedere che con due pomodori ci fa lo spaghetto al pomodoro buono buono. Proviamo a dargli due frutti di mare e vediamo che combina! Difficilmente sbaglierà, chiede giocatori forti perché siamo inferiori alle altre squadre e lo ripete in continuazione, non possiamo sorprenderci e allo stesso tempo illuderci quando giochiamo ad intermittenza. I giocatori sono questi e sono particolarmente demotivati, ci è andata bene che sta reggendo la difesa, sopratutto smalling ma non abbiamo nessuna alternativa pronta, se mourinho resta bisogna prendere giocatori forti altrimenti peschi a caso tra gli allenatori e speri di trovare lo Spalletti di turno che resuscita Mario rui e juan jesus!

    • Più che “a intermittenza” direi che giochiamo a “luce spenta” sempre. Certo che è molto piu facile avere CR7 e Benzema per arrivare in porta che arrivarci attraverso il gioco e gli schemi.
      Per ora con Mou siamo al “palla lunga e pedalare”. La Roma i top player non se li puo permettere. Mou lo sa benissimo,si facesse venire qualche idea di calcio piuttosto, che finora ne abbiamo viste poche poche….

    • be certo le squadre che incontriamo vedi le ultime due hanno un parco giocatori……Per quanto all’acquisto dei giocatori forti li vogliono tutti gli allenatori,bisogna saperli scegliere in relazione al gioco che intende l’allenatore,qui ci fermiamo,ancora non si è scoperto il gioco di mou.

    • Corcoreacceso, scusa ma mi sono perso “lo spaghetto al pomodoro buono buono” dove l’hai mangiato?

    • Ah Franco!! Ma ti sei dimenticato della conference chi abbiamo portato a casa?? Perché mi pare che pastasciuttine così ne abbiamo viste poche da queste parti se non con capello e con mourinho!! Metterei la firma pure per una coppa Italia quest’anno

    • Io dico solo che dopo San Siro eravamo vicini alla vetta…poi sappiamo che Dybala è un top ma fragile…ma era in conto.. però se il panchinaro della Cremonese non avesse fracassato quello che doveva essere il ns centrocampista faro noi saremo qui a fare altri discorsi.. è vero che abbiamo perso con Atalanta a Napoli però con meritavamo di perdere così con i pali della luce…pensa si avevamo tutti!! Credetemi che se Mou ci saluta per noi sarebbe di nuovo notte.. perché allenatori che vogliono fare calcio non verrebbero con sti giocatori e allora avanti con lui che almeno ha carisma Questo il mio modesto pensiero

    • corcoreacceso lascia perde è na battaglia persa in partenza
      piu je dai e piu non va bene
      Franco Sensi ha distrutto il patrimonio per vincere uno scudetto e c’era sempre qualcuno che criticava
      una volta Renatino disse: la Roma non si discute, si ama….

  3. Credo e personalmente temo che Mourinho a fine stagione lascerà la Roma, difficilmente un allenatore rimane con un solo anno di contratto a meno che non ci sia da arrivare a dama. La Roma ha problemi, purtroppo, dal portiere in giù! Come fatto per la società , si sarebbe dovuta rivoluzionare la squadra, impossibile in 1 anno,ma in 2-3 si, invece si rinnovano contratti onerosi a giocatori il cui arrivo ha coinciso col declino della Roma!

    • Anche se fosse pazienza…io ero uno di quelli ENTUSIASTI del suo approdo ma ti confesso che dopo un anno e mezzo di non gioco, me ne farei immediatamente una ragione… in questo lasso di tempo abbiamo steccato UN BORDELLO di partite con le piccole, 2 derby persi, l anno scorso con inter milan e juve 7 sconfitte (sette! 🤦‍♂️🙊🙈😲) più tante (troppe) gare in cui cmq anche vincendo non si è convinto… e non possiamo sempre recriminare per gli arbitri… (pur subendo parecchie sconcezze…) abbiamo vinto la concerence, ok, va bene, ma alla fine solo le ultime 2 partite erano impegnatve… a momenti ci sbatteva fuori il vitesse …(!) 🤦‍♂️ non abbiamo dei fenomeni in squadra, ok, ma non venitemi a dire che serve m bappe’ e halland per spezzare le reni a scansuolo, venezia, bologna, ludo, betis, udinese e sampe… OGGETTIVAMENTE E TECNICAMENTE, MI ASPETTAVO MOOOLTO DI PIÙ dal mister, pur continuando a stimarlo e RINGRAZIARLO per aver RIEMPITO LO STADIO SOLO col suo nome… (che per noi era una garanzia) ma la ROMA viene prima di TUTTO…

    • Paolo,il fatto è che io sono convinta che con un altro allenatore mantenendo questa rosa mal assortita e mediocre la musica non cambierebbe con la differenza che difficilmente avremmo un allenatore che sappia imporsi su giocatori sopravvalutati o fare piazza pulita ,dominare una piazza ed un chiacchiericcio spesso letale ,ma torneremmo ad allenatori silurati a metà stagione da questi campioni discutendo a metà stagione di quella prossima

    • come si fa Monika a parlare di declino della Roma che abbiamo vinto vent anni fa!? pellegrini cristante sono giocatori forti che vanno affiancati da alcuni, due o tre, fortissimi.. nel calcio chi vince ha questo. spiegatemi tanto per dire…Modric, cosa farebbe se non avesse vicino kross e viceversa. La squadra è incompleta e lo sappiamo tutti e Mourino questo lo dice sempre perché è la verità. il Napoli di quest anno è una squadra completa e purtroppo vincerà il campionato. col rientro di Gini si può puntare all Europa ligue è coppa Italia. col ritocchi di gennaio le vinceremo entrambe. ci credo.Forza Roma

  4. Ma anche con un eventuale addio di Mourinho la Roma sopravviverà.
    Come è sopravvissuta agli addi di Capello, Lidholm, Spalletti e così via.
    Mourinho o non Mourinho l’unica cosa che conta veramente è la solidità della proprietà e la Roma grazie a Dio ce l’ha

    • Ormai sei un disco rotto.
      Ma nun ti annoi?
      Perchè magari tu no, ma a noi ogni giorno il tuo copia incolla…
      Te lo spiego perchè magari ripetendo come un mantra la stessa st…upidaggine, non ti rendi conto:
      Si si la società è di certo più solida del tuo amato broccolaro, più seria e in grado di farci diventare “Regina”.
      Ma è la squadra e l’allenatore che scendono in campo.
      Il resto sono chiacchere da luc’ aromanista.
      Quindi per estrema sintesi: o compri i giocatori o un mister plurititolato se ne va e ha ragione.
      Capisco che te eri uno di quelli che stava con fonseca, info da cui si può trarre molto di te eh,Ma vedi questo è un altro livello.
      Tu aspetta italiano che io preferisco tenermi mou.

    • Luca perdonami però che la Roma sopravviverà è normale, queste argomentazioni le propugnavano anche i pallottiani quando si vendeva qualche campione:
      “Eh la Roma rimarrà…. una squadra in campo ci andrà…. la Roma è sopravvissuta agli addii di Bruno Conti, Pruzzo, Falcao, Voeller ecc…”

      il problema a mio parere è che un addio di Mourinho coincida con un ridimensionamento non solo nei fatti, ma anche nei programmi della proprietà…
      il fatto che i Friedkin siano solvibili e agiati è sicuramente una garanzia, ma proprio per questo mi aspetto un approccio da vincenti.

      Se il dopo Mourinho fosse Klopp, nulla questio, se fosse De Zerbi, Italiano o uno di questi, la Roma sopravviverà, ma io non lo so se ce la farò….

    • Steve Harris

      Ad un certo punto va via Mou perché ti chiede Ronaldo Messi e Mbappé i Friedkin non possono accontentarlo, viene un altro allenatore non è che ti chiede i calciatori della pistoiese vorrà sempre giocatori forti ma punterà anche sul gioco se è allenatore moderno.
      Io credo che quello che dice Mourinho quando parla di mercatino che solo o anche Lecce e Sampdoria hanno speso più sul mercato è offensivo nei confronti della proprietà.
      Il Lecce ha Barone come allenatore forse gli darà un rimborso spese i Friedkin hanno investito otto milioni di euro su un allenatore non lo aveva fatto nessuno nella Roma pagare così tanto un allenatore, quanti soldi danno a Dybala, la Roma è il terzo monte ingaggi più alto di Italia, la Lazio ha certi calciatori talmente ridicoli che da noi non sarebbero buoni neanche per la panchina.
      Però questo sminuire sempre là Roma da parte di Mourinho facendola passare come una società povera che non può competere con nessuno, sembra più che altro un pararsi il suo deredano, francamente un po’ ha stufato

    • Scusate, ma con questa solfa gli unici allenatori vincenti dovrebbero essere sempre gli stessi, perché non andare allora su un Capello, Sacchi, Lippi? Non sono vincenti?
      L’allenatore vincente lo fa la società vincente, e non il contrario. Il Berlusca prese un carneade e un altro dalla scrivania, Sacchi e Capello, e li rese vincenti. Così la Juve con Lippi e Conte.
      Chi può escludere che la stessa cosa possa avvenire per un De Zerbi o un Italiano?
      Milan e Inter sono allenate da Pioli e Inzaghi!
      Se poi gli stessi li prendi per avere degli yesmen stile Di Francesco che si fanno smontare la squadra ogni anno senza fiatare allora il discorso cambia, e cambia radicalmente.
      Ma se abbiamo fiducia nelle intenzioni e nel progetto della società, non vedo perché ci dovrebbe mancare la terra sotto i piedi senza Mourinho.
      Soprattutto quando mi pare si sia capito che non possiamo dargli gli ingredienti con i quali è solito cucinare.

  5. Noi a Roma siamo abilissimi a distruggere tutto, deprimerci e vedere il bicchiere mezzo vuoto. Ovviamente è facile e comprensibile, dato che si vince col contagocce. Ma le cose vanno sempre inquadrate nel loro contesto.
    In una conferenza stampa di inizio anno Mourinho parlò del meccanismo del FPF. Disse una cosa che (lo dico, credetemi, non per vanagloria) sostengo da anni, già dai tempi del primo Pallotta, e cioè che è un sistema che concettualmente è condivisibile ma nei fatti penalizza le medie potenze, cioè chi deve investire per fare il salto. Chi è piccolo pesca calciatori piccoli e punta sui giovani, chi è grande incassa già tanto e attira campioni, ma chi sta in mezzo?
    Ecco, la Roma sta in mezzo.

    Con questo voglio dire che è difficile. Molto difficile. Prendete il Napoli. Cos’ha vinto il Napoli dal 2011 a oggi? Praticamente nulla. Non riesce a fare il salto, malgrado una politica molte volte accorta delle spese (al netto del caso Osimehn). Ma anche Milan e Inter poi dal 2010 non sono mai più state in grado di competere con le squadre serie. Fanno ridere anche oggi.

    Serve molta pazienza e molta abilità. Certo, a leggere di certi rinnovi si fa fatica a capire la ratio della gestione.

    • Sono d’accordo ma qualsiasi crescita non può prevedere il rinnovo fino al centenario di Cristante, mi dispiace ma Fair Play o meno che sia, non si crescerà mai così.
      Il solo pensiero di vedere in campo Mancini e Cristante e Ibanez e pensare di poter risalire la china nel trmpo è pura FOLLIA e per quanto mi riguarda non rinnoverò l’abbonamento per andare a vedere questa gente.

    • Pienamente d’accordo sul fatto che il FPF penalizzi le squadre medie con voglia di crescere. Il che significa impossibilità di competere a livello europeo. Ma noi siamo ancora più indietro perchè non riusciamo a competere nemmeno a livello nazionale! Come può una squadra con il quinto fatturato d’Italia competere per i primi quattro posti? Facendo come Milan e Napoli: via rami secchi che guadagnano uno sproposito, grossa rete di scouting a livello internazionale per scovare talenti prima che diventino famosi, abbassamento del monte ingaggi. A me sembra che la Roma attualmente non stia facendo nessuna delle tre cose…

    • @Marco, il Milan e l’Inter hanno vinto uno scudetto quando la Juve si è suicidata dal punto di vista societario. Perché prima non c’era competizione, vinceva tutto l’unica squadra che era riuscita a fare lo stadio e sfruttare le regole pre FPF. A questo va aggiunto che Milan e Inter hanno vinto uno scudetto nel campionato delle pulci, cioè la Serie A attuale (in questo l’obiezione di Chico è corretta, certo che se quando stai per fare il salto arriva Monchi, sei fritto).
      Lo sapete qual è l’unica squadra che da ultimo ha potuto competere a livello europeo? La Roma, sono i risultati che lo dicono. Ma la Roma non ha mai avuto la forza economica per poter competere sia in coppa che in campionato.
      Il Napoli si inserisce nello scenario di povertà generale. Ripeto, le squadre milanesi sono tutto meno che spaventevoli, riportiamo le cose nelle loro proporzioni. È come dire, siamo il campionato turco e tifiamo il Galatasaray e ci incavoliamo perché il Trabzonspor ha vinto il campionato. Ok, ma a livello europeo vale zero, e ha vinto un campionato che si è svalutato, non ha campioni, fatturato, nulla.

    • Beh, in quanto al FFP anche io sostengo da anni la medesima tesi, e d’altronde non mi sembra nemmeno troppo difficile capirlo, non c’è alcuna vanagloria in questo.
      C’è chi è già partito da fatturati extralarge, e chi invece ha aggirato i paletti tramite introiti palesemente riconducibili alla proprietà, vedi i club detenuti da fondi sovrani, incontrando la compiacenza (immagino ben oliata) delle istituzioni con sanzioni ridicole.
      E’ ridicolo un sistema in cui si impedisce di investire a chi potrebbe farlo, negando cioè il rischio di impresa, pretendendo allo stesso tempo di incrementare i ricavi.
      Se non si può o non si vuole seguire la strada di City e PSG, resta quella illustrata da Chico.
      Al momento è difficile capire cosa voglia fare la Roma: prendi un allenatore che cava sangue dai campioni, non dalle rape e nemmeno da quelli decenti, anzi, te li butta proprio nello scarico del WC, ma sei nell’impossibilità di accontentarlo.
      Tra i parametri zero non è sempre facile trovare un Dybala, comunque con tutta la sua fragilità fisica. Nella gran parte dei casi è gente con una carriera logorante sulle spalle e non sai mai cosa c’è dentro quando scarti il pacco.
      In ogni caso dovrebbero essere quelle tre, quattro chiocce al massimo alle quali affidare la guida di un gruppo di giovani tecnicamente dotati e affamati.
      Alla Roma quest’ultima componente manca quasi totalmente, e la società sembra voler scommettere a caro prezzo su un manipolo di giocatori che in quattro anni hanno dimostrato poco o pochissimo.
      Il piano non sembra chiarissimo, e vagamente in contrasto col manifesto programmatico illustrato dalla società al suo insediamento.
      D’altronde parliamo pur sempre di una proprietà aliena al business calcio, soprattutto nella parte del campo. Il Liverpool ci ha messo dieci anni per trovare una quadra, e persino a Franco Sensi, che respirava Roma dalla nascita, ce ne vollero otto.

    • Idi cosa ti sei fumato questa mattina? capisco la difesa di ufficio ma un briciolo di obiettività sarebbe gradita.. nascondere la testa sotto il terreno non aiuta ..
      Il Milan e l’Inter hanno vinto entrambi lo scudetto.
      Il Napoli non ha vinto ma è in pianta stabile da ormai 3-4 anni nella Champions.
      Ha avuto la capacità con Giuntoli di ringiovanire la squadra e mantenere il livello ottimo.
      L’Atalanta tranne un passaggio a vuoto resta tra quelle che si battono per la Champions.
      La Lazio arriva sopra di noi dal campionato 2019-2020.

    • @Asterix, i tuoi dati sono inoppugnabili, ma leggiamoli nella giusta dimensione (quella inquadrata dall’ultimo commento di Dove sta Josè).
      Il Milan e l’Inter hanno vinto lo scudetto nel modo in cui ho detto, cioè quando è sparita la Juve. Peggio, per riuscirci hanno palesemente aggirato le regole del FPF (soprattutto l’inter con le sponsorizzazioni farlocche) e comunque rimangono lo zero che sono. Il ranking UEFA non mente, il Milan è 39esimo, la Lazio 40esima. Il Napoli e l’Atalanta hanno risalito un po’ la china, (22 e 28), poi c’è l’Inter 15esimo, la Roma 13esima e la Juve 9a. Questa è la forza del nostro campionato.
      Chiunque veda qualsiasi partita della Liga o della Premier vede subito la differenza (e infatti veniamo regolarmente suonati come zampogne). Il livello della nazionale è un ulteriore testimone della situazione. Il nostro è un campionato diventato senza padrone, che si disputa tra squadre di media grandezza attualmente abbastanza equivalenti. Non commettere l’errore di giudicare il Napoli e il nostro campionato su questa stagione, primo perché siamo a Novembre, secondo perché il Napoli, ad esempio, l’ho giudicato nel corso di 12 anni, non 12 settimane. In 12 anni non hanno fatto nulla. Se adesso hanno trovato la quadra, ciò non toglie che ci hanno messo 12 anni.
      Dopodiché, se vogliamo parlare del lato Roma, indubbiamente c’è molto da dire. In modo stringatissimo, Pallotta ha cannato totalmente il business plan. È il Paratici de noantri, ovvio che hai fatto più schifo di Napoli e Lazio e di quello che avresti potuto ottenere. Era, per dire, folle anche l’idea di partenza di impiantare il modello Barcellona a Roma, partendo da zero e volendo avere risultati in 5 anni.

    • Idi provo a spiegarmi.
      Io parlo di equilibrio finanziario di una società di calcio che non è strettamente legato alle vittorie.
      Inter, Milan, Napoli hanno questo equilibrio dato dal fatto che possono contare sulle entrate della Champions e su una dirigenza in grado di investire tali entrate (grazie anche ad un lavoro di scouting che ti permette di prendere giovani prima che siano affermati).
      L’Atalanta ha la stessa qualità di indovinare gli acquisti (vedi lockman) e grazie ad una oculata politica negli investimenti e negli ingaggi ha un equilibrio finanziario.
      La Lazie di Lotito ha come DG Tare che ha agganci sui mercati dell’est europa e riesce a trovare giovani interessanti.
      La nostra Roma, purtroppo, dall’addio di Sabatini non ha mai indovinato un DG/DS che sappia investire le risorse .. per questo ti trovi a dover rinnovare come mediano di centrocampo un giocatore che non lo è (peraltro ad un compenso che le predette squadre non spendono per i loro centrocampisti).
      E’ vero che il modello Pallotta era fondato sulle plusvalenze ed è crollato quando è mancato chi sapesse investire i soldi delle cessioni.
      Oggi abbiamo un modello fondato sugli svincolati (e ci sarebbe da chiedere perché sono svincolati) per vincoli uefa ma anche perché abbiamo DG/DS stranieri che non hanno contatti nel campionato italiano (vedi affare Frattesi o Camara) e non sono neanche capaci di trovare giovani promettenti nei campionati da dove provengono (es. Monchi pensavo che avrebbe portato giovani promettenti dalla Spagna .. sappiamo come è andata).
      Come dicevi la scorsa volta se questa cosa la vediamo noi tifosi, come fanno i Friedikin a non vederla?
      Credo che nessuno imprenditore abbia interesse ad investire in una società che continua a perdere senza generare ricavi, cioè i diritti tv per la Champions, e quelli dello stadio sono lungi da venire per farci affidamento.
      Noi tifosi credo che quest’anno con 12 sold out abbiamo dato il nostro contributo finanziario per la crescita .. ora sta a loro ad investire meglio i loro soldi..

    • @Asterix, sì, mi ritrovo in quello che dici. Io sono uno zero come manager, quindi scrivo “se lo vediamo noi tifosi…” ma sempre tenendo conto che, appunto, non sono un manager e non sono dentro l’affare. Non ho le competenze, lo ammetto candidamente. Però condivido. Il fatto è che la Roma ha puntato molto sull’Europa. Non sminuiamo quello che facciamo, il percorso è stato fatto. La Roma partiva da ultimesima nel ranking Uefa ed è arrivata, l’anno scorso, in 11esima posizione. È tanto! Ma ha fatto un tituletto. L’idea, credo, era quella che avere visibilità nell’unico calcio che conta (che è quello europeo, non il nostro piccolo campionato) avrebbe attirato sponsor (vedi Qatar Airways, arrivato all’indomani della semifinale Champions) e aumentato i ricavi con tutto il resto del discorso. Assieme allo stadio che non ci hanno fatto fare (/non hanno saputo fare). Le altre squadre invece hanno fatto il contrario, hanno puntato sull’incassare i 40 milioni dei primi quattro posti e poi essere eliminate subito in Europa per potersi concentrare sul campionato e i prossimi 40 milioni (infatti il loro rank è pietoso).
      Chi ha ragione? Noi no, i fatti lo dimostrano. Le altre poco, nel senso che hanno incassato i 40 milioni ma non hanno mai costruito squadre competitive nel calcio che conta.
      Se poi parliamo di vittorie interne, il discorso è appunto quello, forse se la Roma di Garcia o Spalletti, ma anche di EDF avesse puntato tutto sul campionato…

  6. Concordo con quanto scritto nell’articolo.
    È evidente che la Roma non è in grado di dare a Mourinho i giocatori che lui vuole e Mourinho non è capace di dare un gioco con gli uomini presi dalla società.
    Il rinnovo ieri di Cristante a quelle cifre (uscito tra bordate di fischi domenica) evidenzia che la società non ha soldi per nuovi cartellini e si tiene quelli che ha..
    Continuo a credere che la crisi finanziaria della Roma sia causata dalle valutazioni sbagliate della attuale e passata dirigenza, ma se I Friedkin non intervengono vuole dire che gli va bene così in attesa dello stadio.
    A questo punto però oltre ad un giudizio su Mourinho come tifosi dobbiamo farci un giudizio sulla nuova proprietà. È vero ha smesso la politica delle cessioni di Pallotta (anche perché sono finiti i giocatori appetibili) ma continua ad investire male (Vina, Shomu e.. Abraham??).
    La rete di scouting non si è rafforzata. La vittoria in Conference ha valorizzato il marchio Roma portando nuovi sponsor ma le entrate non sono investite bene.
    I sold out di quest’anno sono frutto della vittoria della Conference dello scorso anno..dubito si ripeteranno se non verrà centrata la Champions.
    Si possono avere società in mano a fondi, trust o con risorse scarse ma i dirigenti devono essere di qualità (vedi Atalanta, Napoli, Milan).
    Prima di valutare la scelta dell’allenatore i Friedkin dovevano prendere dirigenti ITALIANI che conoscevano il nostro campionato con i giusti contatti con le altre società.
    Hanno commesso un errore su Pinto ma sono in tempo per correggerlo..
    Se non cambia la dirigenza potrebbe venire anche Guardiola non si vincerà mai.

    • “ la società non ha soldi per nuovi cartellini e si tiene quelli che ha..”

      Per me è il contrario.
      La Roma paga stipendi fuori mercato a giocatori di scarsissima personalità e poi lamenta di aver finito i soldi.

  7. Certo che si rinnoveno a Cristante pe n’artri cinquant’anni semo sicuri de nun ariva’ in Cempions pe n’artri cinquant’anni! Ma che avremo fatto de male pe’ meritasse sti pipponi? Ve mannerebbe tutti a spacca’ le pietre li stramortazzi vostra!! Mourinho nun può cava’ er sangue dalle rape!!!

  8. Se mourinho dovesse andare via i primi a tremare sarebbero Pinto e poi ogni singolo membro della rosa, il primo per il mercato e i secondi per le prestazioni. Mourinho sta poteggendo la Roma dal famoso “ambiente” che tra allenatori e giocatori ha fatto più vittime di un uragano, il problema è che questa protezione “mediatica” terminerà e se il progetto non sarà ingrado di camminare senza l’ombrello Mou sarà un grande problema

    • se Mourinho è un ombrello allora la Roma deve essere tecnicamente rifondata da qualcuno che non sia né Pinto né Mourinho, uno che sia veramente capace negli acquisti, nelle cessioni, nelle gestioni, nei rinnovi e che decida la linea tecnica per i prossimi cinque anni. Poi se Mourinho e Pinto accettano di restare a fare il loro lavoro sapendo che la squadra, il mercato e queste cose qui le fa qualcun altro perfetto, se invece hanno qualcosa da dire in merito ciao ciao
      Certo ci vorrebbe qualcuno che illumini dall’alto Friedkin con la luce della rivelazione…

    • la popolarità di Mourinho poteva essere usata in modo diverso e sfruttare il suo arrivo per soluzioni dolorose che con altri allenatori avrebbero creato malumori. Il punto non è se i friedkin vogliono continuare con mourinho, ma se mourinho vuole continuare con la roma; perchè io non credo che mourinho voglia fare l’allenatore della roma fino al suo ritiro, quindi di sicuro non si metterà a lottare nel fango nel tentativo di riportare la roma in champions ma ad un certo punto farà semplicemente le valige ed andrà via prima che la sua immagine venga offuscata

  9. Veramente Milan e Inter, pur con strategie diverse (e con qualche aiuto) hanno vinto uno scudetto a testa… In CL hanno passato entrambe i gironi quest’anno e ci sono entrambe sopra in classifica… Diciamo che il paragone con il Napoli calza di più… Impietoso persino quello con gli sbiaditi che con due banane e 4 noci di cocco hanno vinto diverse portaombrelli negli ultimi anni… Certo è che le ambizioni, all’arrivo di Mou, penso fossero quelle di costruire un ciclo vincente, mentre alla prima vera difficoltà il progetto si è impantanato e si persiste con errori di strategia quale quello di rinnovi a pene di segugio… Nel bicchiere al momento c’è la Conference che sicuramente è molto, ma in prospettiva speravamo tutti che fosse solo l’inizio, non la fine…

    • Pure il Napoli un paio di portaombrelli li ha vinti.
      Bisogna capire quali sono le intenzioni di Friedkin. Io non l’ho ancora capito.
      Risanamento del bilancio, su questo non ci piove.
      Ma per quanto riguarda la squadra? Rinnovi assurdi, acquisti sbagliati, cessioni a pochi spicci.
      Riassumendo, gestione societaria ottima, gestione squadra (che poi è quella che scende in campo) che lascia molto a desiderare.
      Se Friedkin ha fiducia in Mourinho gli devi comprare quello che chiede, sennò a che serve un allenatore pluridecorato a 7 milioni netti l’anno?
      Come gestire campagna acquisti e FFP è un problema che non ci può e non ci deve riguardare. C’è gente strapagata per farlo.

  10. siamo a metà esatta del percorso e proprio ora si apre una finestra di mercato per fare le dovute correzioni

    UN MEDIANO
    serve uno che sappia recuperare e fare gioco.. un titolare insieme a Gini quando tornerà
    con un centrocampo che costruire gioco si può soerare che le punte riescano a buttarla dentro (porcaccia miseria)

    UN TERZINO destro Vero per provare a cambiare il modulo a 4 dietro

    UN CENTRALE all’altezza di Smalling

    Poi a giugno si vedrà cosa c’è da rifare e cosa salvare

    • quindi kardsrop celik a dx e spinazzola zelwsky +vina , so piu scarsi di dilorenzo e mario rui , ce faresti a cambio??

  11. I cambioni se no non si vince, sbagliato non è così lo dimostra il. Napoli che pesca giocatori che avessero detto a noi che li compravano avremmo detto di tutto a tiago pinto parlo di kin e kava, ma parlo anche del Milan che con acquisti mirati giroud diax pescando giocatori poco affermati o che non giocavano vedi timori dando fiducia ad altri vedi tonali dando via pezzi da novanta senza venderli mandandogli a scadenza kessy e donnarumma hanno vinto uno scudetto. Apra di cosa parliamo e hanno tutti un monte ingaggi più basso del nostro forse se cominciassi o a mandare a scadenza gente come. Cristante senza rinnovare o mancini magari pescavamo due fior fiore di giocatori vedi anguissa che c’è faceva schifo a noi quindi se siamo dei fessi la colpa è nostra non dei GAMBIONI

  12. Cristante no ve prego…..prendete un altro anche non fenomeno ma lui no…..è l’anticalcio come un portiere, uno che ti fa saltare dallo sediolino per gli errori continui e costanti, domenica ha dato una palla indietro in diagonale da infarto….sfiorata dagli attaccanti del Torino sullo 0-1, per fortuna lui è più fortunato di Ibanez, ma sono uguali sono giocatori drammaticamente scarsi e non sono i soli in rosa ce ne sono troppi.

  13. Che ci sia mai stata identità di vedute tra Friedkin, Pinto e Mourinho é una favola alla quale non ho mai creduto. Nei commenti dei tifosi leggo il disorientamento per una situazione indecifrabile. Purtroppo a Roma ci si è rassegnati al fatto che il Presidente non parla mai perché per lui parlano i fatti, ma se i fatti sono rappresentati dai rinnovi osceni di Mancini e Cristante, qualche domanda su Friedkin bisogna cominciare a farsela. Io mi sono già dato anche la risposta.

  14. Ragazzi qui stiamo commentando come se il Campionato fosse finito ,e non siamo ancora arrivati al giro di boa. Ci sono anche 2 Coppe da giocare. Perchè non si tirano le somme a maggio e poi si vedrà cosa fare? Mourinho è stato praticamente ingaggiato in mezza giornata, qualora (malauguratamente,aggiungo io) dovesse andarsene, sono sicuro che ne prenderebbero un altro di livello assoluto.

  15. allora lo standard di questi grandi americani è, giocatori del sampdoria, lecce, verona?
    ma secondo questi geni della dirigenza perchè queste squadre sono tutti in fondo alla classifica?
    perchè hanno campioni in squadra?
    e con questi mediocri come alzi l’asticella?
    rinnovi cristante? – perchè? forse è meglio tenersi un mediocre che venderlo ad esempio a 10 per poi acquistare un centrocampista a 3/4, come fanno oramai da 15 anni sti americani?
    sempre mediocre rimani, no?
    andata da pallotta 2.0 e fate tirare fuori il cash, altrimenti tira tira lo stadio sempre pieno se lo scordano, gli sponsor pure per non parlare del merchandising.

  16. Io mi farò sempre la domanda di che diamine abbiano promesso i friedkin a mourinho quando lo hanno convinto a venire a Roma.

    Finora in quattro mercati (due estivi e due invernali) di giocatori “da mou” sono arrivati Dybala, che doveva fino all’ultimo andare all’inter, e gini che è stato proposto dal psg.
    Non sapevano che sarebbe arrivata la scure del fpf? Non ci credo manco se me lo dicono loro.

    Per Mou tutto dipenderà dalla qualificazione alla prossima champions (che dipende solo da noi) e, secondo me, da eventuali sirene di un paio di squadre all’estero (psg e newcastle, se dovesse beccare la Champions, su tutte). Lì noi potremo fare poco.

  17. La prima domanda che mi pongo è questa… Il Rinnovo di Andrade2.0 ( Cristante) chi lo ha voluto? La proprietà perché già sa che non vuole investire più di tanto? Pinto che capisce di calcio più di tutti e tale si sente? Oppure Mourinho che crede nel giocatore a differenza di noi tifosi? Ho da tempo la sensazione che non ci sia unità di intenti tra le parti e da un po’ di tempo… In ogni caso credo che Mourinho se ne andrà qualora dovesse essere chiaro che al di là di chiacchiere e proclami i Friedkin più di tanto non vogliano investire. A quel punto probabile vada via anche Dybala che è sprecato in questa accozzaglia di mediocrità

    • Non mi pare che abbiano rinnovato a gente che marcisce in panchina o in tribuna, giusto?
      Pellegrini è quello che ce ne vorrebbero tre e il capitano, Mancini e Cristante sono vicecapitani e sempre (fin troppo) presenti.
      Sostenere che questi rinnovi siano stati fatti malgrado Mourinho mi sembra un po’ troppo, non credi?

  18. Con questi chiari di luna, il progetto mi sa che diventa trentennale.
    Ahinoi, riguarderà le future generazioni dei tifosi giallorossi. 🙋‍♂️

  19. La sferzante affermazione e’ la verita’. Il debito netto e’ vero, il FP e’ vero, la Roma e’ piena di pippe e’ vero. E’ tutto vero. Mister cosa le hanno promesso/illustrato i friedkin quando le hanno presentato il progetto triennale? Sono 2 anni che dice, che allena giocatori scarsi e le manca qualita’,
    ha detto poi che a gennaio la Ronma non comprera” niente di che. Allora cosa ci fa ancora sulla pachina della Roma?

  20. bah a conti fatti a parte il Napoli che vola e se non ci fosse stata la sosta molto probabilmente avrebbe vinto il campionato tutte le altre sono in una manciata di punti…comprese quelle che giocano il calcio “spumeggiante” e “spettacolare” che tanto piace a diversi individui….. noi “senza il gioco” siamo a sei punti dal secondo posto considerando che stiamo andando avanti senza i goal degli attaccanti e con le assenze dei giocatori migliori per diverso tempo.quindi dubito che lo score delle punte rimarrà tale…abbiamo solo da migliorare!!! poi anche io sono deluso perché potevamo fare di più

  21. C’ è la fretta di emettere sentenze.
    15ma di campionato 23 partite ancora da giocare 69 punti disponibili.
    Errori magari in fase di costruzione della squadra : manca 1 difensore di piedo sx , manca 1 regista tanto invocato da MOU lo scorso anno , manca 1 vero alter ego di Wijnaldum.
    Con la ” vicenda Karsdorp ” ora manca anche 1 terzino destro.
    Ma emettere sentenze ora NON È GIUSTO.
    1) NON si è ancora rivisto SPINAZZOLA.
    2) Troppo spesso , purtroppo mancato DYBALA ( il più forte calciatore in Italia ).
    3) MOU costretto a giocare con 2 che DOVEVANO ALTERNARSI Matic Cristante NON da impiegare insieme.
    4) Abraham con difficoltà fisico mentali penalizzato ANCHE da queste mancanze .Il centravanti è ” finalizzatore di gioco ” , se questo MANCA difficile finalizzare
    5 ) Pellegrini troppo impiegato , non nel pieno delle sue possibilità.fisiche.
    6 ) non ultimo : lo schieramento della squadra in campo.Troppo spesso 2 soli a centrocampo.
    ________________
    Sono certo che , da gennaio , vedremo una ROMA diversa.
    Wijnaldum + ? nuovo
    Abraham ritrovato
    Spinazzola
    DYBALA
    Ora gioiscono nemici e ” critici Rom”.
    Da gennaio godremo NOI.
    Nulla è ancora PRECLUSO.
    FORZA ROMA SEMPRE

    • sicuro di non averlo visto Spinazzola? perché prima dell’ultimo infortunio ha giocato spesso ed era una agonia, come il resto della squadra.

  22. Fintanto che faremo passare un discreto giocatore come Pellegrini al pari di Dibala non si vincerà mai niente di importante…sopravvalutato come pochi … discontinuo involuto se gioca male poverino era infortunato e se sei infortunato non giochi ha sicuramente dei colpi di classe ma nell’ arco del campionato tra infortuni e periodi dove sparisce e passeggia nel campo c’è ne sono troppi … io non dico che si deve vendere ma se e siamo di vincere trofei importanti col la spina dorsale formata da Mancini Cristante e pellegrini la vedo dura molto dura!!

    • Può darsi, di certo non alle cifre proporzionate ai loro ingaggi che direbbero:
      Pellegrini: 45 mln
      Cristante e Mancini: 30 mln.

      Forse 30 per Pellegrini e 15 gli altri due.

  23. La mia opinione facile facile è che il progetto dei Friedkin non mirava a fare una grande Roma (almeno fino alla eventuale costruzione dello stadio), e l’ingaggio di Mourinho è stato un grosso equivoco per tutti noi tifosi.
    Qualcuno, non mi ricordo il nome, qualche giorno fa scrisse qui “Mourinho è venuto a Roma a svernare” ed io concordo totalmente, è tutto lì l’equivoco; allenatore da 35 anni ha vinto di tutto ma negli ultimi anni ha raccolto poco anche con qualche esonero, ci può stare che abbia voglia di un pò di pausa in una grande bella città mediterranea come lui ?
    Ci può stare che lo faccia consapevole ed in accordo con i proprietari che non arriveranno grandi campioni perchè di soldi ce ne sono pochi ?
    Basta rivedere tutte le sessioni di mercato per capire che il progetto non è affatto faraonico.
    Dalla gestione Mourinho, che duri ancora mesi o anni, non mi aspetto grandi novità, posto che con i paletti UEFA i campioni per ora non arriveranno, allora non c’è che da aspettare, io spero al più presto, che i Friedkin rivoltino come un calzino la società con nuovi dirigenti e nuovo allenatore, ma tutto ciò è molto più lungo e complesso che prendere il factotum Mourinho.

    • mettila come ti pare ma l’equivoco ha portato una Conference League al primo anno poi il resto sono presunte illazioni, chiacchiere da bar come questa tua,amen

    • Se vi accontentate di quel livello è inutile stare qui a parlare, ora infatti siamo settimi quello è il posto che ci compete. Contenti voi…

    • Se il livello fosse anche quello della Conference League (trofeo Europeo dopo 60 anni dal primo) mi accontento, perché no?… È che si dovrebbe giudicare a fine stagione,qua sopra succede il contrario al secondo anno dal “matrimonio” Friedkin/Mourinho

      saluti e forza Roma

  24. Mancano un regista è un mediano ruba palloni (kamada e tielemans), due terzini, sia destro che sinistro, per esempio uno tra pavard e pedro porro e uno tra Alex telles e bensebaini. Mancano dei grandi attaccanti del livello di dybala, zaha e depay, e un difensore sx, ndicka. Sfoltisci La Rosa e migliori la panchina con qualche giovane tipo van de ven, pavlovic, fabian rieder, o comunque giovani con buone prospettive

  25. Serve un mediano è un regista: kamada e tielemans. Due terzini (sia destro che sinistro), per esempio uno tra pavard e pedro porro e uno tra Alex telles e bensebaini. Un difensore centrale sx da affiancare con Smalling, ndicka, e due attaccanti che segnano come dybala: zaha e depay. Sfoltisci La Rosa, compri qualche giovane di buona prospettiva tipo fabian rieder, van de ven, pavlovic, cambi modulo (4-3-2-1) e se mourinho al termine dei tre anni non ci porta in champions, tuchel in.

  26. Mou se ne potrebbe annà, ma Cristante te resta pe 10 anni totali. C’hanno ragione quii 4 ammiratori der pòro Bryan: E’ er nostro diamante della rosa.
    Un Cristante è pe’ sempre…

  27. Mourinho non è stato accontentato sul mercato.. ha chiesto un regista e non è mai arrivato.. ha chiesto rinforzi a centrocampo e difesa e anche lì niente. Se la proprietà più di tanto non vuole investire è inutile puntare al quarto posto perché con questa rosa non ci arrivi e soprattutto è inutile tenere a libro paga a questo punto un tecnico abituato a lavorare con giocatori forti almeno 5/11 e che sta mostrando palese insofferenza. Per vivacchiare tra quinto e settimo posto bastano uno Juric o un Dezerbi

  28. 2 mosse subito: ritorno alla difesa a 4 con relativo acquisto di un centrale difensivo mancino, forte e dominante(van de ven?), anche giovane, tanto quando sono forti veramente si inseriscono subito, soprattutto in un campionato come questo. e poi un centrocampista centrale che detti i tempi, che formi un centrocampo a tre con Matic e gini, e che metta definitivamente cristante in panca. così arriveremo quarti sicuramente, perché ne la juve ne il Milan hanno Dybala..

  29. allora partiamo da un presupposto… i Friedkin avrebbero senza dubbio la forza economica di investire molto ad ogni calciomercato (tranquillamente almeno 150 milioni ogni sessione se non di più). il punto è che vuoi x il fpf ma vuoi soprattutto che non sono babbo Natale e cosa ancor più importante non hanno sangue giallorosso in corpo come x esempio Sensi… dubito fortemente che lo faranno! allora il discorso è semplice:appurato che Mourinho è stato preso più x operazione mediatica che altro.. l errore a monte è stato Pinto secondo me! perché se ci sono pochi soldi si deve puntare tutto sullo scouting come stanno facendo Milan e Napoli ad esempio. solo così puoi sperare di mantenerti competitivo! e Pinto con lo scouting non ci incastra nulla.

    • Non abbiamo una struttura adeguata
      E Mourinho non può fare tutto
      Mou dovrebbe avere il mercato adatto e gli uomini giusti per fare ciò che sa….vincere.

  30. In pratica il fpf è una sorta di monopolio
    Una specie di superlega mascherata…

    Squadre di media fascia pur avendo capacità di spesa sono castrate

    E vincono le solite

    Il monopolio bellezza mia
    La nostra proprietà è solida…
    Ma non può spendere…

    Vedremo cosa inventeranno

  31. ma non serve spendere chissà cosa e andare a cercare chissà dove. giocatori in Italia ce ne sono per fare belle cose e cmq sicuramente migliori di quelle d adesso. il centrocampista del lecce che stanno nominando va più che bene e un ottimo elemento, in difesa volete un nome? Parisi dell Empoli fidatevi, in porta il polacco dragowky un ca. o di portierone, in attacco ce ne sono a bizzeffe nzola beto dia banda eppoi tenere i migliori che non sono assai però nel contesto sicuramente migliorano pure loro. e quello che dice pruzzo mi trova d accordo al cento per cento io anche proverei a prendere bona e rilanciarlo, mi e sempre piaciuto. aveva quegli strappi come il miglior gervinho.

  32. mou ha meno colpe della societa´…solo uno scemo puo´credere che un allenatore come lui venisse a Roma…senza che gli fossero date opportune garanzie su i futuri acquisti…e´dall´inizio che si lamenta….quando andra´via si sapranno tante cose e non quelle che blatera pinto…

  33. Follia, qua si attacca la società perché l’allenatore sa giocare solo coi campioni… temo che sarei capace pure io con 11 Messi. Magari l’errore di valutazione da parte dei Friedkin c’è ma smetterei di credere ai santoni e tiferei la mia squadra.

  34. Forse qualcuno si è scordato della conferenza stampa di presentazione di Mourinho.
    “La parola chiave è tempo”, la Conference è stata una sorpresa molto gradita ma quello che intendeva era che ci vuole tempo per mettere la Roma su una via vincente che non duri qualche anno (e lì fece l’esempio dell’Inter o del Milan).
    Alla fine di questi 3 anni a livello societario dovremmo aver buttato le basi per un progetto duraturo ad alti livelli. Ergo, Mourinho non è venuto tanto per vincere ma per trasformare la Roma in una squadra e società di grande livello. Fatto ciò, se vorrà restare bene, altrimenti avrà fatto quello che doveva fare. Non è di certo stato preso solo per fare l’allenatore, lo sappiamo bene tutti.

  35. Ogni volta sempre gli stessi a dire sempre le stesse cose( poi vengo accusato io di scrivere sempre le stesse righe, cioè due) ogni volta inizia il lamento. In questi modo.
    Voliamo bassi. , Alle prime vittorie,…
    Dove ci presentiamo con il baricentro a centrocampo ( quando tenevamo Di Francesco e poi Fonseca)
    Ora invece e’il gioco…
    Se vinciamo contro le piccole , ehhh ma con le grandi…
    Vinciamo contro le grandi?
    Ehhh ma manco contro il Benevento siamo capaci di vincere..
    Chi e’sta pippa..( riferito in passato , alcuni nomi a caso, a Holebas… Palmieri…pure Digne e’stato riempito di insulti a Roma e non dite che non e’ vero)
    Poi si passa al ” abbiamo fatto i secondi posti perché mancavano le milanesi e o napule( basta vedere le classifiche , per vedere che abbiamo fatto più piazzamenti migliori noi del Napoli.. in Europa abbiamo fatto sentire meglio di loro ..ma vabbè…
    Ora o napule stabal primo posto non perché stanno facendo schifo Milan & Inter e Juve..( lo ripeto la Juve sta risalendo , aiutata come al solito da arbitraggi vergognosi vedasi Verona…)
    Il Milan era praticamente fallito, iscritto senza soldi al campionato ..questi non viene menzionato dai moralizzatori seriali,
    L’inter iscritta grazie alle plusvalenze babà coi ragazzini ..ma viene ricordato solo che hanno vinto lo scudetto.
    ( Ogni volta che ste squadre fanno flop, soprattutto in Europa. I giornalisti loro servi parlano solo di arbitraggi e di sfortuna, noi noi. Possiamo beneficiare di queste protezioni)
    Il napoli…ora e’un esempio. Il Napoli ha vinto due coppe Italia e due supercoppe…da quando sono tornati in serie A .mi sembra dal 2008(?)..in 14 anni…hanno venduto e hanno comprato…hanno venduto e hanno comprato..ma noi non possiamo farlo se no sismo un supermercato ..
    Però il napule per arrivare a questi risultati , e’retrocesso due volte in serie B…e poi e’fallito. Ora con tutto il rispetto. . se io devo arrivare a quello che sta facendo il Napoli, che non vinceva niente dal 1990 , cioè subendo 1 o 2 retrocessioni o addirittura il fallimento ..ebbene preferisco i 6/7 posti. Piazzamenti che non sono dovuti solo a errori nostri. Ma a un sistema che ci impedisce di piazzarci tra i primi 4. Posti Di cui tre con la scritta “RISERVATI ALLE STRISCIATE…”..
    scrivo sempre la stessa cosa, fine fate voi.
    ( P.s. mi riferisco ai romanisti . Ai lazziesi infiltrati , che non so chi siano, manco gli rispondo)

  36. Quello che recrimino a questa società, pur ringraziandola per il notevole passo in avanti compiuto (includo in parte anche la gestione precedente), è non avere un sistema di scouting sui livelli di squadre come, dico la migliore in questo senso, il Benfica. Non abbiamo più scovato un talento dai tempi di Marquinhos. Secondo me bisognerebbe investire pesantemente in questo senso.

  37. Lo scuotere della testa di Dan Friedkin è stato come lo sbadiglio di Giuseppe II alla prima delle Nozze di Figaro, Mourinho sta sulla lama del rasoio.

  38. troppa preoccupazione caro Fiorini. Mourinho ha trovato una Roma in Conference League.
    Bilancio primo anno? Per me, obiettivi raggiunti. 4 punti dal 4 posto, no 20. Qualificazione in EL raggiunta 2 volte sul campo.
    Dietro alla Lazio (strano, vero Pairetto?) per un goal in solare fuorigioco, unica fattispecie incomprensibile.
    15 punti persi sul campo per errori arbitrali, che non voglio rivedere quest’anno. Saremmo pure già in UCL.
    Squadra che se la gioca (quasi) con tutti, acquista personalità e carattere.
    Smaltiti tutti i lungo degenti a contratto, i fuori rosa…
    in più una Coppa europea vinta, simparico fuori programma, che in A non vedono da secoli.
    Adesso vediamo cosa succede il secondo anno?
    Se poi commissariano l’AiA, forse…
    Al momento siamo nel giro di una gara circa di distanza dall’obiettivo fissato. Siamo però dentro l’Europa. Ostacoli? Si, ci stanno per tutti, prima o poi.
    La rosa è ancora incompleta, ma molto migliorata. Ma alla Roma nessuno sta pettinando bambole, mi sembra chiaro.
    Il gioco non é quello che vorremo, ma altrove non vedo chissà cosa.
    Gli attaccanti ci sono, prima o poi si ricorderanno come si pedala in bicicletta… speriamo prima che poi.

  39. Premesso che secondo me questo articolo è basato sul nulla, per quanto non apprezzi il gioco che sta dando alla squadra spero che Mou non vada via a fine stagione, ma piuttosto che si dia una svegliata anche lui (oltre ai giocatori).
    Detto questo se dovesse andare via e ci fossero questi segnali in società, mi auguro che Pinto non lo assecondi nello smontare la squadra perché temo che i giocatori arrivati per essere allenati da lui probabilmente andranno via insieme a lui, tra gli altri mi riferisco ad Abraham (anche se non sta convincendo) e soprattutto a Dybala

  40. Io posso accettare che la Roma non è attrezzata x vincere ,il Napolicon la doppia cessione eccellente sembrava na squadra destinata all’oblio e sta stracciando il campionato ma quello che non posso accettare che una buona squadra come la Roma piena di nazionali venga apostrofata squadra di pippe,quando in seria A ce so squadre mediocri che giocano 10 volte meglio di noi.Non mi aspettavo lo scudetto ma di certo neanche una squadra senza uno straccio di idea di gioco.So bono pure io a faje fa 20 giri de campo ai giocatori e a dire loro andate in campo a fare la differenza….sei strapagato x dare un gioco ed una filosofia di gioco.questa non puo prevedere 600 passaggi orizzonatali tra i 3 centrali,palloni buttati modello oratorio palla addosso e mai sulla corsa,non parliamo del resto….prendi 6 goal dal Bodo e parli di qualità dei giocatori invece che buttate ar tevere x la vergogna!…..e tutto il resto….

    • Manda il tuo CV a Trigoria e proponiti come allenatore.
      So bono pure io a scrivere un post di castronate come il tuo, ma non lo faccio.

    • Stefano, ma se Abraham tra le tante volte che arriva in porta da inzio stagione, prende lo specchio per 15 volte, e la butta dentro 3 volte, E colpa del gioco? Pensa che Osimhen , con le stesse 15 volte di gol ne ha fatti 9. Se Ibanez regala palla in area alla Lazio, il berdy lo hai perso perche’ Mourinho non ha dato uno straccio di gioco alla squadra? E posso continuare se vuoi…………..
      P.S. siccome gia’ qualcuno ha messo in dubbio la verodocita’ dei suddetti numeri, Kickest, vi potete trovare tra le altre cose tutte le statistiche di ogni singolo giocatore.

  41. La Roma con cerotti, pinzette ed i giocatori più forti assenti per infortuni anche lunghetti più l’involuzione di Abraham diventa praticamente del livello di una Fiorentina, di un Torino e di un Sassuolo, in pratica è vero che è più attrezzata ma se avesse i giocatori in forma, Abraham con i numeri della stessa stagione e Dybala che avesse potuto giocare pienamente tutte le partite, se poi aggiungessimo Wijnaldum………….
    Mi sembra però che questi fautori del bel gioco stanno sotto di noi in classifica, anzi il carbonaro ci sta a pari punti, nemmeno sopra, alcuni così tanto organizzati come gioco anche di svariati punti, ripeto e ribadisco, non sotto la Roma tremendamente al completo ma sotto la Roma con una squadra per assenze e per presenze fino a reggersi con “scotch e pinzette” in campo che è ridotta al loro livello.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome