Roma in ansia anche per Mkhitaryan: controlli a Villa Stuart. Pellegrini, operazione perfettamente riuscita (FOTO)

29
105

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Non è solo Lorenzo Pellegrini a tenere in ansia Fonseca. Questa mattina a Villa Stuart si è visto anche l’attaccante giallorosso Mkhitaryan che ha svolto dei controlli per il problema all’inguine accusato contro il Lecce. Il giocatore ha già terminato gli esami e ha lasciato la clinica da un’uscita secondaria.

Dalla Roma fino a ieri filtrava un certo ottimismo sulle condizioni dell’armeno, che non sembrava destare particolari preoccupazioni. Ma guai a cantare vittoria: oggi il calciatore saprà se il suo problema muscolare non gli impedirà di giocare le prossime gare, ma è comunque probabile che Micki salti la gara di Europa League a scopo precauzionale.

Nel pomeriggio si dovrebbero già conoscere i risultati degli esami. Lorenzo Pellegrini invece è stato già operato in queste ore al quinto dito del piede destro: l’operazione è perfettamente riuscita, e anche per lui si attendono novità per sapere con esattezza i suoi tempi di recupero.

Redazione GR.net

29 Commenti

  1. Vabbè che volemo fà? O famo na body Tac a tutti i giocatori o trovamo na soluzione pe sti caxxo de infortuni! Non può essere che il primo problema di Fonseca sono gli infortuni dei giocatori e quindi gli indisponibili piuttosto che le tattiche, gli scheni o i ruoli dei giocatori. Non si può gestire x l’ennesimo anno la squadra così con la costante di ritrovarsi senza giocatori quando servono.

    • Be che dire, ci vorrebbe un viaggetto al Divino Amore.
      Pellegrini che era uno dei più in forma si deve fermare, ma abbiamo un rosa ampia.
      Il problema è comunque la tattica che Fonseca vuole attuare. Difesa a 3 o a 4?.
      Pensiamo a fare il pieno con le prossime due partite e poi soste per recuperare qualche giocatore.

  2. Insieme a qualche beccaccione spennato che vuol farsi passare per tifoso, con tutti i corvacci che aleggiano sopra Trigoria cosa di diverso possiamo aspettarci?

  3. Niente macumba caro lacrima.. É solo sfortuna, maledetta sfortuna.. Confido molto in pastore, il quale dovrebbe dimostrare di essere ancora un calciatore e non un semplice giocoliere da circo.

  4. I Romanisti Veraci…come le vongole di Fiumicino… pur di vedere in difficoltà il progetto del Presidente Pallotta,non esitano a Gufare a 360° contro la Roma.
    Quando un giocatore s’infortuna loro..i Romanisti Veraci…sono felici e contenti…

    • Zenone sono ormai anni che tutti sanno che i lupini sono migliori.. sei rimasto allae vongole veraci ed è per Questo che tifi Pallotta.

  5. Magari è tempo di puntare du Riccardi? Diciamo che ha talento pazzesco: quindi a 18 anni puo esordire. E abbiamo Zaniolo e Pastore come trequartista…Pastore io sinceramente le vedo bene quest’anno.
    Poi, Under e Perotti rientrano presto, e il Mkhitaryan visto ultimamente è inferiore a Perotti e Under. Non è la fine del mondo.

  6. Non so cosa fa più ridere nel leggere :il presidente Pallotta, o Pallotta forever.. Forse Pallotta il grande a pensarci bene

    • Se è per questo ci sarebbe anche un bel “Lotito ti amo” o “Claudio sei mio”, avete l’imbarazzo della scelta.

      V’avessi mai visto prender in giro i laziali, voi due…..

    • Si chiama “memoria selettiva”, Amedeo, non è grave.
      Si tende a ricordare ciò che più ci aggrada (o che ci fa più comodo).

    • Per me invece si chiama principio di lazializzazione con rischio di cronicizzazione.

      E’ grave…

    • Non capisco perché se si critica pallotta c’è sempre chi deve dare del laziale a chi lo fa.Su questo sito è così,c’è chi parla della Roma nel bene e nel male a seconda dei risultati(così deve essere),e chi parla di quelli che parlano della Roma usando insulti e nomignoli vari senza poi tra l’altro esprimere mai un’opinione sportiva tecnica o tattica.La critica dei risultati non va ad incidere sulla fede;se un figlio sbaglia se ne parla e si sottolineano gli Errori non si smette di volergli bene.A me,e ciò conta zero,questa gestione non piace perché è falsa e priva di identità,poi a livello di risultati sportivi si colloca neanche così male.Il problema sta nel fatto che si persevera sulla falsa riga di grande club,quando siamo ben lontani dall’esserlo.Questa è la verità.

    • io per esempio vorrei che mi aiutassi a ricordare quale tra i presidenti che abbiamo avuto in 92 anni abbia o abbia avuto un patrimonio personale che si aggiri all’incirca sul miliardo di euro

      giusto per capire se stiamo andando a peggiorare o a migliorare.

      Ovviamente potremmo usare un po’ di matematica finanziaria per attualizzare i valori, ma sono convinto che non ce ne sia bisogno.

      Perché se Pallotta è uno straccione e magari risulta il più ricco presidente della storia della Roma, allora stiamo insultando in maniera peggiore tutti i suoi predecessori.

    • Sei rimasto a Roma Lazio, il derby della mediocrità.. purtroppo è su questa mentalità che Pallotta sopravvive.

    • attento nel distinguere i veri romanisti da quelli contrattualizzati (con una cellula perfino in Colorado, a quanto pare), caro FABIANONE ALIAS GUARDIOLA.
      Sarai presto accusato di “aver avvelenato i pozzi”, è nel copione dei secondi

    • Caro Fabianone, ormai sono sgamati… basta stuzzicarli un po’ che prendono subito d’aceto.
      Secondo te, se un presidente molto più facoltoso di chi l’ha preceduto ottiene più o meno gli stessi risultati, è da considerare meglio o peggio?
      Tralasciamo ogni valutazione su valori identitari, senso d’appartenenza et similia, perché altrimenti il paragone è davvero imbarazzante..

    • Carissimi Alieno e Kawa,avete pienamente ragione come al solito.
      Parlano del presidente più facoltoso della storia della Roma nel momento in cui il calcio è economicamente al massimo della sua storia.I risultati parlano chiaro,Pallotta ed il suo essere facoltoso non sono stati sufficienti a portare a termine il discorso annunciato tramite fanfara gracchiante…ovvero quello di essere tra le migliori di Europa e portare un trofeo entro 5 anni.Fanno pseudo discorsi di alta finanza e poi quando si parlava di mercato a costo zero dicevamo,proprio a kawa,che sulla parola non gli potevano credere.Questi sono quelli che dicono che con i 1500 attuali negli anni 80 sarebbero stati signori. Per loro non esistono cambiamenti e momenti storici è tutto uguale sempre e comunque.

    • Continuo dicendo che Se possibile poi le cose ogni anno vanno peggio,il mercato dei prestiti totali ne è la dimostrazione.Un affare su tutti quello di zappacosta in prestito semestrale o annuale a scelta del Chelsea è paradossale se si pensa che il parma per 1,5 mln ha preso darmian a titolo definitivo.
      Nel momento nel quale alla squadra mancavano 3 giocatori non c’erano nemmeno 5 milioni di euro nonostante le varie cessioni.
      Caro alieno avrò pure avvelenato i pozzi ma almeno non vado avanti a big mac e non mi fodero gli occhi con gli hamburger.
      Pensare che per essere romanista bisogna fare da scendiletto a Pallotta è come credere che malgioglio vincerà miss Italia.

  7. Volevo vedere che fine facevamo se Capitan Kolarov l’anno scorso avesse dato forfait per il dito rotto per 60 giorni ??? … non per denigrare Pellegrini sia chiaro ma per sottolineare la STOICITA del Capitano mio.
    KOLAROV CAPITANO.

    • David,sono 2 infortuni completamente diversi,non mi sembra che per quello di Kolarov(grande combattente)fu necessario l’intervento.

  8. Basterebbe saper scegliere i giocatori buoni e sani e non accontentarsi di scarsi e rotti….mi pare che a roma si vengono solo a curare…fanno due partite e si rompono….che so de cristallo…..alle altre squadre tutto questo non succede….

  9. Il problema degli infortuni che ci perseguita da anni non è dovuto al fatto che vengono acquistati giocatori mezzi rotti per pagarli meno, nooooo, la colpa è dei campi di Trigoria troppo duri 😀 Per fortuna che a Bostone stanno avanti e trovano sempre una soluzione valida, si si in pratica, grazie ar Big Data e ar Machine Learning, i nuovi campi di allenamento saranno tutti in Memory Foam, soffici come na piuma, alla faccia de tutti i nordisti magna tortellini de eminflex!!!

  10. Per Henrikh Mkhitaryan gli esami hanno evidenziato una lesione tendinea dell’adduttore della gamba destra. I tempi di recupero sono stimati in alcune settimane.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome