Roma, Joya e dolori

101
1474

AS ROMA NEWS La Roma riassapora il gusto di una vittoria fuori casa e abbandona finalmente le squallide paludi di metà classifica per fiutare l’odorino invitante della zona Champions. Ma la vittoria dell’Arechi lascia parecchi dubbi sulle reali possibilità che avrà questa squadra di raggiungere l’obiettivo quarto posto.

La prestazione offerta nel primo tempo è stata imbarazzante: possesso palla sterile, manovra lenta e prevedibili, tanti errori tecnici e zero tiri verso lo specchio della porta in oltre 45 minuti di gara. Tutto questo contro l’ultima in classifica, che in 22 partite aveva raccolto appena 12 punti.

Più reattiva e spigliata invece la Salernitana, che quando ripartiva sembrava avere le idee chiare su come poter fare male alla Roma. Fortunatamente però Candreva, il più pericoloso dei suoi, non è riuscito a trovare il jolly capace di mandare in crisi i ragazzi di De Rossi, “spaventati” (userà questo termine Bove a fine partita) dalle folate dei campani nel corso di una prima frazione molto preoccupante.

Nel secondo tempo però arriva subito l’episodio che cambia la partita: fallo di mano in area di Maggiore su innocuo colpo di testa di Cristante, Di Bello non ha dubbi e assegna il penalty. Dal dischetto Dybala, fino a quel momento nella versione peggiore da quando è a Roma, è implacabile. 

Il gol sembra ridare fiducia a una squadra la cui forza e personalità viene al momento dimostrata solo a parole. Dybala comincia a macinare numeri degni della sua classe, e la Roma ne trae il solito beneficio: tacco della Joya a liberare Karsdorp a destra, cross perfetto a centro area per il tap-in di Pellegrini sul secondo palo.

Partita finita? Macché. Perchè l’olandese fa subito dimenticare l’assist pregevole marcando male Tchaouna: il cross dell’attaccante finisce sulla testa di Kastanos, dimenticato da un pessimo Kristensen, e la gara si riapre. La Salernitana ci crede e spinge, la Roma si difende con le unghie e con i denti. De Rossi è bravo a inserire Huijsen e tornare alla difesa a tre nel momento di maggiore sofferenza, e la squadra riesce a respingere gli assalti dei padroni di casa senza correre particolari rischi.

Vittoria brutta e sporca, ma i tre punti sono quelli che contano. Tra una settimana la Roma può fare filotto battendo il Cagliari all’Olimpico, rimettendo in sesto una classifica che potrebbe cominciare a farsi di nuovo interessante. Ma la prestazione di Salerno non può far di certo dormire sonni tranquilli a mister De Rossi, che a fine partita rimprovererà il possesso palla sterile della squadra, dando però la colpa unicamente a sé stesso.

“Devo toccare qualche tasto diverso, l’81% di possesso palla non ci fa vincere le partite, e contro squadre che si chiudono è una cosa che va cambiata. Se sei veloce, prima o poi il buco lo trovi. Questo non è stato fatto, e sta a me metterli nella migliore condizioni per far dimostrare le loro qualità”. Compito molto più facile a dirsi che a farsi.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCRISTANTE: “Possiamo arrivare in Champions. Dispiace per Mourinho, ma ora dobbiamo dare tutto per De Rossi”
Articolo successivoNdicka resta in coppa d’Africa: la Costa d’Avorio elimina il Senegal ai rigori

101 Commenti

    • ed è giusto esserlo.. non facciamo mai la preparazione prima dell’inizio del campionato e questo alla lunga si vede benissimo, credo anche il prossimo anno sarà così perché i soldi chiamano e bisogna rispondere presente… poi adesso qualcuno si aspetta di vedere del gioco ma come sarà mai possibile? una partita ogni 3 giorni vuol dire almeno 2 allenamenti di recupero il che ti porta ad un paio di allenamenti “normali” settimanali.. I giocatori dovrebbero già saper giocare a pallone ma sembra proprio non siano capaci, non riesco a capire.. sono curioso di giocare contro l’Inter o il Milan o la juve qualsiasi squadra di alta classifica per vedere cosa fanno in campo.. cmq forza Daniele il cuore lo metti e lo sappiamo e speriamo che inculchi nella testa dei calciatori un po della tua intelligenza calcistica che avevi quando eri in campo. ah fossi in De Rossi farei venire Radja a Roma a seguire Bove per insegnargli un po come si gioca oltre la cattiveria perché se gli metti a posto i piedi diventa un bel calciatore, per ora corre e ringhia ma a volte lo fa a vuoto. Radja lo aiuterebbe secondo me a stare in campo per bene

    • lo ripeto, il primo tempo mi sembrava di rivedere la squadra di Louis Enrique, sterile e inutile. giocando a quattro dietro c’è bisogno di più filtro a centrocampo, che Pellegrini nei tre non offre. per il resto, mi meraviglio che a giocatori di serie A bisogna spiegare come muoversi senza palla, sovrapposizioni, tagli.
      la verità, per me ovviamente, è sempre la stessa: molti di questi giocatori sono utili rincalzi, altri vanno ceduti, sperando che qualcuno ci casca.

    • beh almeno adesso abbiamo un allenatore che non si incaponisce con i moduli. e ce lo ha dimostrato ieri. non andava bene la difesa a 4? é passato A3 e ci sta secondo me

    • Ancora siete convinti della riparazione ,dopo 4 mesi che giocano ,si vede che sport ne avete fatto tanto.
      Non corro per he ad alcuni non frega nulla e altri non sanno cosa devono fare quindi aspettano che il pallone gli arrivi sui piedi

    • 🎶 ….il silenzio m’ingrossava la cappella 🎶 parappara’ parappara’ 🎶. Disperato erotico stomp, Lucio Dalla.
      Comunque so’ molto preoccupato pur’io. ..
      Se scherza eh, un caro saluto e SFR e SLM. 😁😉

    • cambiando modo Di giocare è ovvio che metti in luce e ombra i difetti di ognuno. ad esempio mancini centrale… o pellegrini a centrocampo…
      poi cosa negativa ieri ho visto tutti che si lamentavano con il compagno. non buon segno. perché significa che c’è confusione…
      ad ogni modo sto con Daniele.
      ASR

    • Per quello che si è visto in queste partite non c’è molto di diverso da quanto “ammirato” nell’ultimo periodo di Mourinho. Possesso palla prettamente orizzontale, squadra sulle gambe dopo 50-60 minuti, errori di misura nei passaggi, portiere imbarazzante.
      Qualche lancione in meno su Lukaku e qualche trama interessante ad inizio partita quando c’è birra in corpo, poi il buio assoluto. Ma del resto non si può chiedere a Danielino di fare i miracoli.
      E tutto con avversari che dovremmo mangiarci in un tempo di gioco.

    • Mio modestissimo parere Daniele ha fatto un errore a prendere la Roma.
      Primo non ha ancora completato il suo percorso di formazione perché è restato al modulo Louis Enrique/Guardiola che ormai neanche loro usano più.
      Altri allenatori (Klopp) hanno dimostrato tutti i limiti di quel metodo di gioco e ieri Inzaghi (che si è fatto tutta la gavetta partendo dalle giovanili) ha dato una lezione di tattica a DDR.
      Secondo non ha i giocatori per fare quello schema che richiede dei palleggiatori che non si vedono.. nessuno scende in difesa a far ripartire le azioni.
      Terzo continua ad insistere con Pellegrini, El Sharawy e Dybala in contemporanea in campo, che è un lusso che non possiamo permetterci neanche contro la Salernitana.
      Quando arriveremo in EL oppure a giocare contro Fiorentina, Atalanta e Napoli si vedranno i limiti del suo gioco.

  1. La vittoria è l’unica nota positiva. Prendere pallonate anche dalla Salernitana proprio no!
    Adesso vediamo col Cagliari come butta.

    • Io ringrazio la Salernitana che, escluso candreva che qualche jolly lo pesca, nun la butta dentro manco co le mano.
      Per il resto daje ASR, speriamo e annamo avanti partita pe partita.

  2. Con prestazioni come quella di ieri non si va lontano; prima rincorrevano per tutta la partita, ora tengono la palla e quando la perdono rincorrono all’ indietro; se non altro, forse, si stancano meno…
    Sicuramente quando hai la palla non subisci gol, fare ripartenze senza giocatori veloci è complicato, quindi, forse, la strada da seguire è questa: ma siamo molto indietro.

  3. Squadra imbarazzante, difesa troppo alta con giocatori non capaci di praticare quel tipo di calcio che vorrebbe far giocare De Rossi. Inoltre dovrebbe essere chiaro perchè Mou faceva giocare con la difesa a tre, abbiamo terzini scarsi e incapaci di coprire e fare le diagonali, Kardsrop e Cristensen sono giocatori da campionati nord europei….Cerchiamo di battere anche il Cagliari tuttavia sono convinto che con squadre più blasonate con giocatori forti e messi bene in campo subiremo qualche bella umiliazione.

  4. Tutto giusto (mi riferisco all’articolo di Andrea Fiorini), ma io continuo a ritenere che un nuovo allenatore non possa modificare tutto o quasi nel giro di un paio di settimane. Prima di esprimere un giudizio definitivo sulla “nuova” Roma credo che si debba attendere ancora qualche giornata di campionato e anche l’arrivo dei (pochissimi) nuovi acquisti. Parere personalissimo, ovviamente.

  5. Primo tempo imbarazzante ? Con Mourinho era rivoltante. I movimenti si iniziano a vedere poi , a mio parere c è un problema fisico e anche li Mou ci ha messo del suo. Bisogna dargli tempo ma almeno si prende le sue responsabilità. Ricordo che Mou ha fatto 4 punti in queste 3 partite , DDR 6 con una partita in meno, scusa se è poco.

    • Mou ha fatto 4 punti, ma con Smalling che in pratica giocava con gli avversari e senza Lukaku. Io spero che De Rossi vinca tutte le partite, ma temo che il problema non fosse l’allenatore. In particolare non credo che abbiamo gli uomini adatti al 433, con squadre anche solo leggermente più forti di Verona e Salernitana le prestazioni offerte avrebbero portato zero punti. Vediamo se con Angelino in campo le cose migliorano, forse dovremmo usare il 4231, specialmente se Dybala sta in queste condizioni. De Rossi vuole mandare gli esterni in zona centrale per favorire gli inserimenti dei terzini, ma se fatto con quella lentezza si favorisce solo l’avversario. Speriamo bene

    • Prima invocavate tutti la difesa a 4 dopo esservi stufati della difesa a 3 e mo avete cambiato idea???

    • Il Belotti di iniziò stagione era più forte di questo Lukaku e infatti segnava, poi è riuscito a rovinarli tutti e due. Ha sventrato una rosa.

    • Erano spesso imbarazzanti con Mou come sono stati imbarazzanti ieri. Se la salernitana avesse avuto davanti giocatori con i piedi buoni avremmo commentato un’altra partita.
      Il problema nn era Mourinho né sarà De Rossi a fine campionato. Il problema è che la rosa effettiva di questo campionato è inferiore a quella dello scorso e perché mai dovremmo arrivare in Champions? Con il prestito del prestito di Angelino? Con questa squadra è grasso che cola se andiamo in uefa.
      A proposito… Speriamo di arrivare in finale come lo scorso anno.

  6. Ma ancora state pensando a Mourinho? E’ il passato, basta parlarne. Questa è la Roma di De Rossi, e lui deve essere valutato in questi mesi per il lavoro che farà. Sta cercando di cambiare qualcosa, ma le prestazioni della squadra per ora sono allarmanti. E’ facile dire “dobbiamo essere più veloci” o “entrare dentro come avvoltoi”, molto più complicato fare sì che la squadra sia in grado di realizzare queste cose sul campo. Il compito di un allenatore è questo. Partita bruttissima, ma forza Daniele e forza Roma. Basta parlare di Mourinho, vi prego.

  7. Ma non mi pare che in precedenza, anche con squadre di bassissima classifica, la Roma dominasse le partite. La differenza è che adesso l’allenatore si assume colpe e responsabilità (che oggettivamente tra’altro non può ancora avere, visto il poco tempo a disposizione), mentre prima era un continuo scarico sui giocatori e sulla società

    • il problema è che colpe della brutta prestazione di ieri sono state effettivamente di squadra e società. la squadra è apparsa stanca anche perché ha dovuto fare un’inutile viaggio in Arabia

  8. DE Rossi vuole fare il contrario di Mourinho che non si prendeva mai colpe. Adesso , a sentir De Rossi, qualsiasi cosa accade in campo la colpa è sua. Dare fiducia alla squadra serviva ma adesso non esageriamo. Ieri la Roma ha giocato male ma non per colpa di De Rossi, è che non abbiamo il coraggio di tentare le giocate se mai ci proviamo è logico che non superiamo mai l’uomo, la palle sempre nei nostri piedi e abbiamo fatto due tiri in porta, loro appena avevano la palla riuscivano sempre a farlo uno straccio di tiro in porta a volte anche pericolosamente. Basta con i passaggi all’indietro, quando abbiamo palla la dobbiamo sempre fare arrivare a ridosso della porta avversaria e da li tirare, non importa come, non importa con chi non importa da che distanza, bisogna tirare in porta.

    • A Sergio di allenatori che si assumevano le colpe ne abbiamo avuto in fottio Fonseca di Francesco e prima Garcia ecc ecc il problema so i giocatori che so sempre i stessi e guarda caso dopo 2 anni sfanculano l allenatore ,sarà un caso? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca ,fai rimanere derossi anche il prox anno e vedrai che sfanculano pure lui.😂😂😂. Sto ammasso de pippe a cominciare dal capitano a finire ai 5 terzini tutti di piede dx ,un genio dottor. pinto

  9. Vediamo se torna Ndika e se Angelino offre qualche soluzione interessante in avanti perché così la difesa fa veramente spavento

  10. Il disfattismo che ho letto ieri a fine primo tempo ed a fine partita è dettato dai tifosi di Mourinho, qui sopra c’è gente con la bava alla bocca che spera che la “nostra Roma” vada male per poi dire “ve lo avevo detto io che non era Mourinho”, tanto anche se andiamo in B Josè non torna. Oramai ci rinuncio ho capito che qui sopra siamo in pochi a tifare la Roma, all’andata con il santone di Setubal con queste 2 squadre hai fatto un punto, con De Rossi ne hai fatti 6. La Roma è una squadra malata ed i giocatori sono quello che sono, ma in 2 settimane non si può pretendere di vedere l’Olanda di Cruijff, tra l’altro le persone che lo pretendono sono i Mourinhani che per 3 anni hanno visto lanci lunghi.
    Anche se la Roma non mi è piaciuta, ma sono più di 2 anni che non mi piace come gioca, mi prendo i 3 punti e Forza Roma.

  11. Si sono visti alcuni sprazzi della Roma che potrebbe essere. È vero che non abbiamo tirato in porta, ma è anche vero che ci siamo trovati parecchie volte a un passo dal finalizzare azioni pericolose. E il principale motivo per cui non lo abbiamo fatto ieri è purtroppo Lukaku, ha sbagliato praticamente tutto, speriamo sia stata una giornata storta.

    • Concordo sugli sprazzi di gioco e su Lukaku, un appunto però anche sulla serata no di Dybala (rigore a parte): deve essere soprattutto lui che è un fuoriclasse, a metterci estro e inventiva per saltare l’uomo e creare pericoli nelle difese.

  12. Potrei sbagliare ma ho visto una Salernitana giocare come la Roma degli ultimi tre anni di mister Josè (tutti dietro la linea del pallone) e una Roma che sta provando a cambiare. Il possesso palla sterile è solo questione di applicazione e del fatto che in rosa abbiamo comunque elementi impresentabili, che non giocherebbero nemmeno con la Salernitana, primi su tutti ieri sera Rui, Krist e Zale.
    Mi godo il quinto posto ed il sorpasso su Formello.
    Il resto arriverà sono fiducioso.

    • Secondo me sbagli: la Salernitana giocava si, con tutti gli uomini dietro la linea della palla, ma ripartiva velocemente con almeno tre giocatori che dettavano linee di corsa ficcanti, cosa che io non ho quasi mai visto fare ai nostri, immagino anche per caratteristiche tecniche.

  13. Sarebbe stato complicato per tutti giocare contro una squadra chiusa con 10 uomini davanti la sua area di rigore. Ad essere “sterile” lo era anche prima ma almeno ora la palla ce l’abbiamo più spesso noi…….

  14. morinho, mourinho, mourinho, tutti a parlare di mourinho 🤣🤣 sveglia ragazzi, non c’è più, siete ossessionati, nel bene e nel male, dai su, voltate pagina 🤐

    ❤️🧡💛

  15. Una vittoria (rigore di differenza) salutare ma ho paura che questa classifica apparentemente migliorata sia del tutto farlocca e fuorviante (intanto da rivedere a parità di partite giocate). Spero poi che DDR trovi un modo per non fare giocare insieme nella stessa partita Mancini, Cristante e Pellegrini che rappresentano un blocco di mediocrità conclamato.

  16. La partita di ieri sera è stata per certi versi desolante e ha evidenziato,almeno a chi ci capisce una nticchia di pallone, che sono in atto pericolose dinamiche che riguardano alcuni dei giocatori più rappresentativi della squadra.
    Dybala ,dopo la partenza di Mourinho, ha già fatto mentalmente le valigie per andarsene a fare il nababbo in Arabia. Ieri ha perso una quantità industriale di palloni ,finchè De Rossi non ha potuto esimersi dal toglierlo dal campo. E non è la prima volta quest’anno,anzi è diventata una regola.
    Al pari di lui,forse anche peggio,Lukaku. Ricordo che Dzeko era chiamato “lampione” da tanti (incompetenti) tifosoidi della Roma. Ebbene se Dzeko era un lampione,Lukaku è il paletto del posto auto condominiale. Al di fuori di quello,non esiste come attaccante di razza.
    Ieri sera nei minuti di recupero si è trovato con la metà campo spalancata per andare in porta col pallone. Utopia,per il Lukaku di adesso. Dopo 10 metri si è fatto rimontare da un difensore,si è incartato col pallone,si è impappinato sul passaggio e ha dimostrato quello che già avevo paventato,che il Lukaku bulldozer non c’è più. Fortuna per la Roma che è in prestito,altro che convincerlo a rimanere a 10 milioni l’anno ,dieci…
    Ebbene con questi 2 presunti top players in condizioni così scadenti,chi è il capro espiatorio di tutta la situazione invereconda della Roma? Pellegrini.
    Quello che con 2 gol consecutivi ha risolto le ultime partite, facendo guadagnare 6 punti in classifica al povero De Rossi,che altrimenti già starebbe sulla graticola.
    Prima di criticare Pellegrini,fatevi un esame di coscienza

    • Ancora una volta d’accordo con te: disamina perfetta. Dybala e Lukaku sono partite che giocano solo per il cognome che hanno….. e meno male che Paulo, a detta di De Rossi, si è allenato al 100%….. Lukaku l’occasione avuta a fine partita avrebbe dovuto fare goal ad occhi chiusi ed invece …… chi non vuole giocare per la Roma è libero di andare, a maggior ragione chi prende tutto quel fottio di soldi d’ingaggio.

    • Non è facile digerire quello che scrivi!
      Però è assolutamente giusto farsi un esame di coscienza sia sul Pellegrini che comunque sta risolvendo.. e sia sui due grandi top player che allo stato attuale quasi non si possono vedere..
      Teniamo duro ma servono innesti nuovi, un gioco che ancora non c’è e tanto lavoro per rimettere in piedi una squadra che pure psicologicamente sta a pezzetti..

    • I danni di Mourinho sono stati devastanti. Detto questo il Napoli ha vinto al 97 esimo contro questa Salernitana ed ha rischiato di perderla la partita. Inzaghi è bravo e si è messo in difesa cercando il contropiede. Vincere con squadre messe in campo così diventa difficile ma noi ci siamo riusciti. Ricordiamoci l andata così queste due partite, un pianto vero.

    • se sull’azione del gol di pellegrini Dybala non si fosse inventato il tacco, dubito che quella palla sarebbe arrivata fino al secondo palo. inoltre Dybala gioca fuori ruolo perché non è un esterno d’attacco. infine è vero che Lukaku ha giocato male, però va detto che inciampa sul pallone al 95′ perché aveva fatto due corse all’indietro importanti per aiutare la squadra a difendere

    • A Ziinnone je sta annà in blocco er sistema operativo causa conflitto interno. Pellegrini, che è er cocchetto suo, ma pure er capo daa fronda che ha silurato n’antro cocco suo, Lo Special One, mo che nun c’è più Mou sta a fa le “fiamme”. Quindi sta a cecchinà BigRom e Paulino, perché orfani de Josè…

    • I molto bene informati dicono che Pellegrini abbia fatto le scarpe a Mourinho.
      Uno dei tre, vai a capire quale…

    • Hai ragione da vendere , questi due si stanno guardando le partite e invece dovrebbero essere quelli che ce le fanno vincere e non ditemi che non ricevono palloni perchè non è vero

    • Zenò, la scarsità vista in campo è nota a tutti ma è evidente che ste vittorie a firma di Ddr ve vanno de traverso. Rui Patricio è un citofono, Karsdorp è un sopravvalutato, Pellegrini non vale lo stipendio che pja, Lukaku è fuori forma. El Shawarayy un fantasma. Persino Bove ieri ha fatto pena. Eppure nonostante un Dybala a mezzo servizio e un arbitraggio nettamente di parte, abbiamo portato a casa una vittoria importantissima. Per fortuna che c’era Ddr, perchè con Mourinho in panca si andava incontro all’ ennesima umiliazione. Negarlo e prendere per i fondelli l’attuale Mister (nonchè emblema della Roma) non mi sembra corretto. La realtà è che non vedete l’ora che perda per poterve scagliarve contro. La vostra è solo malafede e cattiveria!

    • Hai ragione in parte su Lukaku ma cmq ti ha fatto portare a casa un bel po’ di punti nella stagione. Dybala anche se gioca e a volte fa poco ti risolve le partite perché il gol di Pellegrini nasce da un tacco di Dybala che ha smarcato karsdrop.
      Pellegrini ci mette l’anima ma purtroppo nn è quello di un po’ di anni fa e secondo me dovrebbe giocare solo un tempo perché, in questo momento, nn ti dà troppa copertura ( con il 4 3 3 ancora meno) né giocate di prima se nn passando ai difensori. Ma purtroppo nn ci sono alternative in panchina.

    • Pellegrini ha fatto 2 gol in 2 partite perché è cambiato modulo, e si trova molto più spesso a far parte delle azioni corali di attacco, tutto qua. Non ha cacciato Mourinho e non sta a fare le “fiamme” oggi.

    • Amico mio, se tu leggessi fra le righe atteggiamenti e dichiarazioni. Quanno un DDR me viene a li microfoni e me fa de continuo er panegirico de Pellegrini , su qunat’è forte, su quant’è Capitano, che nun ce so’ leader ne lo spogliatoio come lu,i e “casualmente” me fa du’ gò in du’ partite, lo capisci da te che me sta a indicà chi è che ha fatto li mocassini ar portoghese…

    • Pure tu Zeno’ un esamino ogni tanto fattelo che non si può additare gli Abbocconi e non vedere che Pellegrini non gioca chissà quanto meglio ma gioca e come te lo spieghi che non la strusciava?
      Ma non è solo un comportamento in campo, le voci circolano. Sempre cordiali saluti.

    • tra l’altro mocassini di pelle umana..dal costo esageratissimo..pè quello che valemo in sostanza sta bene n’do sta..pè le ramblas de Barcellona..eh eh eh eh,,

    • Povero Mourinho, ce l’hanno tutti con lui!
      E Karsdorp ci ha ha litigato, e Zaniolo ci ha litigato, e Lukaku non batte il rigore, e Rui Patricio non più titolare, e gli arbitri ce l’hanno con lui, e l’UEFA pure, e Pellegrini gli ha fatto i mocassini, e nel Manchester ha litigato con alcuni giocatori, e nel Tottenham ha litigato anche lì con altri giocatori…
      Ma non è che, niente niente, l’orgogliosissimo Special ha un pessimo carattere?

  17. il problema principale resta l’atteggiamento. manca il coraggio di giocare velocemente in avanti per paura di essere infilati, ma ancora piu irritante che sia karlsdorp che pellegrini subito dopo il 2-0 si sono guardati bene dal contrastare l’avversario rimettendo di fatto in bilico il risultato. ora basta!

  18. Squadra impalpabile…..giocatori tipo karsdorp e kristensen inutili, dybala cristante e lukaku con il freno a mano….elsha c’era?…..Pellegrini cosi e cosi….Bove bravo ma tecnicamente rivedibile. Questi siamo e questi purtroppo mi tengo. Forza Roma
    Meglio Belotti di Baldanzi…..

    • Elsha c’era, er fatto è che sonava er pianoforte solo co li tasti neri. Perché lui li campionati li gioca così, come na tastiera. Na partita bòna, tasti bianchi, na partita de m€rda, tasti neri…
      Manco Vucinic era discontinuo come er Faraone…

  19. io credo che tutti qui su questo forum,mourinhani o non mourinhani,che resti DDR od arrivi a giugno un altro allenatore…siamo d accordo che la rosa è quasi completamente da rifondare..almeno nei titolari!quando le cose non vanno non può essere colpa di una sola persona!certi giocatori della Roma sono veramente modesti..questa è la verità! sinceramente,dando ragione a Zenone,rinuncerei anche a Lukaku e Dybala..che x i soldi che guadagnano non fanno tutta questa differenza mi pare!il secondo oltretutto gioca 3 partite ed 1 mese lo passa in infermeria!poi ovviamente speriamo di essere smentiti

  20. Ieri a’ Salernitana stava tutta aroccata in difesa. Contro na Big che gioca aperta, te se creano più chance de vedè a’ porta avversaria. Er problema è che quanno a’ Big de campionato te infila in contropiede, come hanno fatto li pipponi cilentini ieri, te fa’ n’bucio de qulo modello Abarth. A Rui Patricio je viè a sciatica a forza de piegasse pe raccoje li palloni da la rete…

    • Il modulo perfetto che segni a raffica e non subisci mai non esiste, è chiaro che se adotti un modulo più propositivo rischi più dietro. Si spera che nel bilancio totale questo sia migliore dell’altro.

    • Ottima osservazione, Nico Giraldi.
      Per adesso ho notato soltanto la difesa molto più alta che c’ha esposto a varie infilate.
      Finite bene per la (non) qualità degli avanti della Salernitana.

    • Calcio coperta corta. Tiri troppo avanti e hai freddo dietro, tiri troppo indietro e muori di sete davanti.
      Il primo modello ha pagato bene, discretamente bene, nelle partite dentro o fuori in coppa (Coppa Italia forse non hanno capito che sempre coppa era) dove il fortino sotto assedio dagli indiani può reggere per 90°, con sacrificio e un po’ di cubo.
      Nel torneo lungo è ormai subcultura calcistica che non paga più a nessuna latitudine, col tempo sfianca e deprime i calciatori costretti a rincorrere avversari per ogni dove in attesa dell’invenzione del genio della lampada.
      Avessi almeno dei contropiedisti nati, schegge impazzite come Gervinho, ma non ce ne sono.

  21. sinceramente ho pessime sensazioni, squadra con poche idee e quelle poche volte che le ha sbaglia. Sbaglierò ma tutte le volte che che provano a chiudere qualche triangolo in velocità non riescono a trovarsi e ne uscissero sempre passaggi fuori misura. è come se giocassero da poco insieme.

  22. Una delle partite più brutte della Roma, 2 tiri in porti dei quali 1 è stato il rigore regalato da Maggiore. Il trio di centrocampo nn offre troppa copertura alla difesa. I giocatori continuano ad essere gli stessi di prima con le pecche che hanno. Mi dispiace per Daniele che nn farà passi in avanti rispetto alla gestione Mourinho ma cmq ha tutto da guadagnare con questa esperienza. La dirigenza rimane pessima.

  23. Ma vogliamo parlare della prestazione di Dybala e Lukaku ? Perchè qui sembra che le colpe siano assegnate d’ufficio sempre agli stessi giocatori…

    • …e parlamòne, soprattutto de Dybala. Tira n’rigore da leader tecnico e fa raddoppià co n’tacco argentino pe l’accorrente Karsdorp…
      La pagnotta pe’ lui è guadagnata.
      Te vòi mette a discute pure Lukaku? Robba che se nun c’era lui quest’anno, artro che corsa Champion. Ieri sera stavi a fa o’ spareggio sarvezza coi simil-napoletani…

    • Parliamone pure.
      Intanto sono i giocatori che hanno segnato gran parte dei gol stagionali.
      Se non arriva loro un pallone tenderei a non scaricare ogni responsabilità su di loro.
      Lukaku ha disputato le sue migliori stagioni con un’altra punta accanto.
      Poi capisco dove taluni vogliono arrivare: i Campioni non servono, mettiamo il Mago Zurlì in panca e due ggggiovani al posto dei suddetti e si aprono le porte del paradiso.
      Per ora rifletterei sul fatto che senza le marcature dei due staremmo messi molto peggio per quanto possibile.

    • Giraldi Nico, non discuto i giocatori in sé ma le loro ultime prestazioni….se vi accontentate di un rigore e dì un tacchetto siamo messi male…se permettete da giocatori così mi aspetto molto dì più , i due sono stati irritanti ieri e hanno influito tanto sulla brutta prestazione della squadra, non credo di dire eresie

    • @Gianni
      Quindi Dybala che con un gol e un tacco smarcante t’ha risolto la partita per te è stato irritante. Mah…..
      E’ una questione di qualità.
      Se levi lui e ci metti un mezzo giocatore ieri sera va a finì che pjamo pure la sveglia.
      Io il marcio lo cercherei in altri ruoli e in altri elementi, lui me lo tengo stretto.
      E pure Lukaku.
      Se poi preferite mayoral e simili, temo che a breve ne avrete la prova.
      Buona giornata.

    • A Già, nun è che uno s’accontenta de n’rigore e de n’tacchetto, però ieri so’ serviti pe portà a casa tre punti. Poi uno s’accontenta perché sa’ che l’atleti c’hanno li picchi e li cali de forma. Se n’carciatore fori forma me fa pijà tre punti co du stronsiatelle in croce, m’accontento e nun faccio la punta ar casso…

    • Sia ben chiaro, io me li tengo stretti ma bisogna anche essere obiettivi e se la squadra gioca male è anche colpa loro

  24. Alla fine del campionato potremo dire se Mou faceva le sue scelte per semplice desiderio personale oppure perchè incapace, come taluni adombrano, o magari consapevole dei limiti di ciascuno dei suoi: con il suo gioco orribile, puntava almeno sul carattere, che tutti dovrebbero avere, anche gli scarsi (i quali nella rosa di certo non mancano). Intanto direi di stare con i piedi per terra, perchè abbiamo vinto con due squadrette, con un gioco nuovo a cui gli avversari non ancora sono in grado di prendere le contro misure: non mi sembra che ci sia stato una esaltazione del gioco. Si è vinto come si è vinto, punto e basta, per stessa ammissione di De Rossi. Tutto ciò non per esaltare Mourinho o denigrare De Rossi; piuttosto per indicare che i problemi devono essere altri, tra cui la rosa scadente, la preparazione inesistente, l’assenza di una programmazione societaria corale, la scarsa presenza sul piano dei rapporti in Italia (mentre c’è da dire che sono buoni quelli extra territorio) … ce ne sono molti e pochi imputabili agli allenatori, che invece hanno fatto i miracoli in diverse occasioni.

    • Che si è vinto con due squadrette è verissimo ma non dimentichiamoci degli schiaffoni presi con Mourinho in panca durante il Campionato o delle umiliazioni subite in Coppa Italia. Sconfitte vergognose, che bruciano ancora oggi. Partite dove partivamo da favoriti e invece si usciva a testa bassa Tra Campionato e Coppa Italia, troppe ne avemo inchiottite L’ultima figuraccia al derby, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

  25. Vittoria pesantissima contro una Salernitana forte che si salverà.
    La squadra corre di più e fa possesso palla, i preparatori italiani di Danielino stanno facendo miracoli sui morti del portoghese.

    Mourinho contro Verona e Salernitana aveva fatto 1 punto, De Rossi 6, facendo calcio.

    Con Angelino e Bernardeschi, che sanno gestire la palla da calciatori veri, il quarto posto arriverá in carrozza.

    Cò Baldanzi ce fai il sugo!

    • Daje dico.. il commento è ironico vero? 😜
      All’andata la partita con la salernitana sono stati 2 punti persi perché abbiamo dominato e sprecato tanto (se un giocatore si mangia un gol o un difensore o portiere sbaglia la responsabilità è dell’allenatore?) mentre quella di ieri abbiamo giocato senza incidere con un tiroin porta e un rigore.
      All’andata con il Verona confusione totale, al ritorno invece abbiamo giocato bene con il 4 3 3. Possiamo giocare in modo sterile e vincere con un po’ di fortuna, prendiamoci i 3 punti e portiamo a casa. I conti si fanno sempre a fine anno.

    • All’ andata Paulo Sousa ha incartato il connazionale Mourinho.
      Iera De Rossi ha incartato Pippo Inzaghi

  26. Io non mi aspettavo molto di più semplicemente perchè dopo una settimana è ovvio che non possa esserci l’impronta del nuovo allenatore, manco se fosse stato Guardiola, Klopp o chicchessia.
    La squadra è lenta e sembra imballata ma vanno analizzate le partite per quello che sono. Chi si aspettava gioco in velocità e galoppate sulle fasce ha dovuto sbattere il muso su una Salernitana all’arrocco. Ovvio se sei il Real qualcuno pesca il jolly ma noi non lo siamo e quindi bisogna faticare. Penso che De Rossi stia facendo rifare la preparazione, le sessioni di allenamento si sono allungate e quindi forse i giocatori sono anche appesantiti.
    Apprezzo però la nuova impostazione che porta al tentativo di giocare palla in luogo delle sventagliate chilometriche e della ricerca della seconda palla.

    Due cose però ho notato con dispiacere:

    – Zalewsky, sinceramente, penoso. A livello di atteggiamento, convinzione ecc.. ec…
    Non sembra nemmeno avere grandi mezzi tecnici, vola ad ogni contrasto e ieri è entrato passeggiando perdendo due ripartenze in maniera orribile. Metto sullo stesso piano le prestazioni di Lukaku (e vi lamentavate degli stop di Arbaham) che perde palloni su palloni e sinceramente sembra avere la velocità di un tir a pieno carico. Dybala, giocatore sopraffino, ma che sembra stia facendo un favore a giocare. Perde palla e ciondola e sbaglia appoggi semplicissimi. Da notare che non sto parlando di giocatori (Eccetto l’italo polacco) scarsi, anzi.

    – La seconda cosa che mi ha fatto, invece, ribrezzo non è la partita. E’ questo forum. Tra il primo ed il secondo tempo era una sequela di personaggi (perchè di quello parliamo) che postano felici per una brutta (oggettivamente) prestazione della squadra. Gente che si augura che si perda. Oltre al fatto che fa un pò pena ma, santa maronna, davvero state a tifà Morinho? Cioè sperate che la Roma e De Rossi facciano male così potete tessere le lodi del vostro idolo? Veramente… senza parole e parecchio schifato.

    • Sì, h.p.l, fa schifo sta roba. Però succedeva la stessa identica cosa anche prima, con chi era anti-Mourinho.

    • Tra le macerie lasciate dal portoghese la peggiore è questa, tifoseria spaccata che arriva a godere per una prestazione insufficiente, una cosa vomitevole. Ma credo sia una minima parte dei tifosi della Roma, o forse manco sono tifosi della Roma, forse sono “cugini” che hanno perso quello che gli ha fatto vincere 4 derby su 6 e sperano in qualche modo che torni sulla nostra panca. Peraltro l’incoerenza regna sovrana, le vittorie risicate col Sassuolo o Monza in 10 erano capolavori del mago, poi si vince a Salerno e si parla solo della prestazione insufficiente. Brutta cosa l’idolatria.

    • D’ accordo con Amedeo. La squadra è lenta, sembra imballata dalla preparazione che De Rossi sta rifacendo con sedute più lunghe.
      La Salernitana è un osso duro, giocarci è difficile… i punti di ieri valgono doppi.

    • B.r.s., è vero e concordo anche con Sop.

      Io sono sempre stato antimourinhano, dall’Inter intendo. Appena ha messo piede sulla panchina della Roma non sono stato felice ma st….zzi, ho continuato a tifare la mia squadra, sperare sempre vincesse ecc ecc…
      Qui si tifa un allenatore, anzi, la gente cambierebbe nome pure alla squadra pur di tenerselo stretto (non sto nemmeno dando giudizi sul merito).
      Questa è veramente un’aberrazione del concetto di tifo. Sop ha dato il giusto nome al fenomeno, idolatria, che spesso accompagna le menti che non hanno molti altri appigli.

      Veramente squallidi.

  27. Molti sono già con le valige e pensano ai campionati arabi faraonici o ad altri ricchi contratti e giocano con il freno a mano tirato (sia per non farsi male fisicamente sia per non dimostrarlo che non ne hanno più o che sono dei sopravvalutati): meglio far apparire che la colpa è dei moduli o che non gli arriva palla. Ma le altre squadre le vedete? Vanno a duemilla, corrono e si muovono sopraysenza palla. I nostri sono fermi.

  28. La mia speranza è che a tozzi e bocconi si facciano 6 punti contro Cagliari e Torino, aspettando una sorpresa tattica che onestamente ora non c’è.
    Forza Roma
    #FRIEDKINOUT

  29. Di positivo c’è solo il risultato. Lukaku davanti resta sempre troppo isolato. Per DDR c’è molto da lavorare per evitare partite giocate alla moviola.

  30. non è stato il gol a ridare fiducia alla Roma ma la Salernitana che è stata costretta a smettere di difendersi e ha lasciato spazi ( che raramente abbiamo sfruttato) e a proposito dela difesa atre nel finale direi piuttosto difesa a dieci perchè eravamo tutti nella nostra area

  31. La questione nn è idolatrare Mourinho. La questione è che ha lui si chiedeva la qualificazione Champions adesso, dopo che è stato esonerato e c’è De Rossi, i Friedkin si sono parati il deretano per i prossimi 5 mesi. Ci si rende conto che la rosa è quella che è e che se Dybala c’è anche se fa poco ti risolve la partita, se nn c’è nn hai cambi di pari livello. Ci si rende conto che a centrocampo nn puoi prescindere da Bove. Ci si rende conto che Mancini è l’unico che ti sistema la fase difensiva, ci si rende conto che Spinazzola nn esiste che Zalesky nn è quello dello scorso anno che Celik è scarso tecnicamente e che il centrocampo dal punto di vista tecnico te lo regge cristante con Paredes (con tutti i limiti). Ci si rende conto che Pellegrini nn è al meglio e quindi nn rende in qualità. Ci si rende conto che Lukaku per quanto sbagli i passaggi a 5 metri, ti sta salvando la stagione. Ci si rende conto che Smalling, kumbulla e Sanchez nn ci sono, Aouar, Ndika, kristensen sono giocatori mediocri. Ci si rende conto che quando giochi le coppe che hai due partite a settimana nn puoi allenarti in un certo modo e nn puoi preparare le partite in un certo modo (lo ha detto anche De Rossi).
    Solo che quando lo diceva Mourinho era un piagnone e veniva attaccato dai giornalai. Adesso è tutto normale…

    • Ok, si puo’ dire che concordiamo tutti con questa análisi. Quindi…se la técnica, a detta di molti, non si puo’ piu’ migliorare o addirittura insegnare perché ormai é tardi….se la tenuta atlética non si puo’ migliorare perché so’ fracichi….se la tattica non si puo’ cambiare perché non é supportata da técnica e tenuta atletica…se non c’e’ piu’ neanche la carica emozionale…allora che cambia avecce Mou, DDR, io o te in panchina? Da come parlate, a volte, sembra che Mou fosse arrivato 6 mesi fa e non gli é stato dato il tempo per cambiare le cose. Gli possiamo dare tutte le attenuanti del caso…una proprieta’ che non ha mantenuto le promesse, un DS che non te da retta…quello che ve pare. Ma te ponno inqula’ er primo anno, co la scusa der “mercato de reazione” (detto da lui stesso)…er secondo, in cui tutti gli sforzi so stati pe’ ingaggia’ Dybala (anche a costo de fasse anna’ bene quelle pippe de celik e Belotti)…ma se al terzo anno te danno una rosa peggiore e tu li giustifichi dicendo che hanno fatto il massimo…beh, non sei affatto esente da colpe. Sei Mourinho c@zzo, 26 Titoli, hai vinto tutte le competizioni almeno una volta, la reputazione e la carrera sono le tue, i soldi non te servono, sei tu che che ce metti la faccia. Mica sei un DiFra qualsiasi. Er primo settembre te dovevi alza’ e dare le dimissioni causa mancata competenza di societa’ e dirigenza. Se non l’ hai fatto, significa che sei stato per lo meno complice, se non artefice insieme ad altri de sto disastro. Di certo non vittima, come lo date pasare voi. Rispetto e ringraziamenti per lui, sempre e capisco il fascino del personaggio su molti. Ma se non incidi e non avrai la possibilita’ di farlo neanche in futuro perché tanto non c’e’ possibilita’ de spesa, allora pure basta.

  32. PERCHÈ CHIEDERE DI PIÙ?

    Abbiamo passato non mesi, ma anni a dire che questa squadra non poteva difendere a 2 ma per forza a 3, ma in due partite abbiamo subito meno goal dell’andata.

    Fatto questo piccolo appunto, i giocatori sono pesanti poiché si sta facendo un richiamo fisico sulla preparazione.

    Preparazione che era PESSIMA quella di mou.

    La cosa positiva è l’approccio del secondo tempo, dove soffrivavamo, ma he con ddr abbiamo fatto due goal appena rientrati dagli spogliatoi e questo è un dato di fatto.

    NESSUNO VUOLE O SI ASPETTA il city di guardiola o la Roma di Spalletti, perché ti servono i giocatori, un addestramento lungo e uno stato fisico eccellente, cosa che oggi non hai.

    Inutile citare Mourinho, perché con lui eravamo sull’orlo del baratro e ad oggi c’è una certezza nella Roma, cioè i 6 punti.

    Miglioreremo, ne sono sicuro, anche solo mettendo Angelino, il ritorno di Paredes (nel calcio di DDR serve uno che fa girare la palla con PRECISIONE e cristante questo non lo sa fare).

    Pretendere di più oggi è da cui cerca rissa dialettica.

    Con il Cagliari partita importantissima per dare continuità ai 6 punti e ad un percorso di crescita che spero possa farci diventare una squadra ordinata, non chiedo di più.

    Ordine ed equilibrio.

  33. Partiamo da una considerazione semplice. Due patite, sei punti. Poi, l’inutile trasferta infrasettimanale in Arabia ha tagliato gambe e concentrazione. Il nuovo allenatore è appena arrivato, non è tra l’altro che abbia un’esperienza consolidata nella gestione dei gruppi, quindi logico che ci vada un pò piano coi giocatori. Ndicka e Azmoun sono assenze pesanti, oltre agli infortunati. Non discutiamo Dybala, né ora nè mai.

  34. Pretendere di più? No solo il quarto posto 😂😂😂 Il cambio è stato voluto per il rischio che non si ottenesse? Questo si pretende.
    Fare la punta al casso come bene dice Giraldi non serve a niente. È evidente che questo miglioramento di gioco non c’è ma chissenefrega, però senza quarto posto di che cosa parliamo?

  35. Partiamo da una considerazione semplice. La Roma non regge i 90 minuti e Mourinho ľ ha lasciata in mutande. i calciatori stanno con De Rossi, provano a fare qualche giocata in velocità ma la preparazione fatta in Algarve fa tenerezza e non ti fa fare fare la voce grossa nemmeno a Salerno, con ľ ultima in classifica.

    A giugno servirà una sterzata con allenatori , DS, gente scafata e italiana

  36. Ragazzi ma ancora con questa storia del tiki-taka di Guardiola e Luis Enrique ??? quel gioco lo faceva Liedholm 40/50 anni fa con la Roma ,soltanto che lui aveva Conti ,Ancelotti , Falcao ,Prohaska ,Di Bartolomei e soprattutto terzini come Nela ,Maldera …non Kristhensen e Karsdoro che secondo me di terzini meglio di loro basta andare in una squadra di centroclassifica di serie B .Quel gioco puo anche andar bene adesso ma devi avere in primis centrocampisti che verticalizzino e tu hai Cristante e Paredes che la danno soli in orizzontale e con dei tempi da bradipo e soprattutto comunque non avresti gli uomini adatti a strappare ed inserirsi negli spazi ..hai solo giocatori che si aspettano la palla sui piedi , e poi ragazzi miei Zalewski pietoso palla in contropiede hai tutto il tempo di knvolarti verso l’ area avversaria e che fa?? si ferma e se la fa togliere ..ma dai ma qui nemmeno se metti Harry Potter in panca sta squadra la fai giocare .

  37. Penso che dopo mourinho, tutto ciò che arriverà è oro colato….ed intanto sono 6 punti e lunedì abbiamo il Cagliari in casa. Se non erro mourinho fece un pareggio in casa con la Salernitana e prese 2 pere a Verona o sbaglio? Quindi ben vengano i 6 punti. Se poi a giugno il nuovo ds ci libera di Pellegrini, paredes, cristante e mancini….facciamo 13……forza Roma

  38. Mi soffermo sull’ingenuità di quel fallo di mano in area e non so fino a che punto Maggiore sia stato ingenuo ed il colpo di testa di Cristante così innocuo perché il pallone sarebbe finito all’altezza del dischetto del rigore e mi pare che in agguato ci fosse Lukaku che avrebbe avuto a disposizione una sorta di “rigore in movimento” senza difensori a poterlo ostacolare, ma solo il portiere davanti come avversario.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome