ROMA-LECCE: le ultime sulle formazioni

30
1596

AS ROMA NEWS – Perso anche Celik dopo Karsdorp, cominciano a esserci pochi dubbi di formazione in casa giallorossa sulle corsie laterali. Ma per Roma-Lecce di domani resistono diversi ballottaggi aperti in vista dei tanti impegni ravvicinati delle prossime settimane.

A cominciare dalla difesa: possibile un turno di riposo per Smalling, con Kumbulla pronto a far rifiatare l’inglese. A centrocampo invece potrebbe essere arrivato il momento di Mady Camara dal primo minuto, a meno che Mourinho non decida di puntare su Pellegrini che oggi si è allenato in gruppo e potrebbe stringere i denti.

In attacco è certa la presenza di Zaniolo (che sarà squalificato invece in Europa League) così come quella di Dybala, mentre comincia a farsi più aperto il ballottaggio tra Belotti e Abraham, che difficilmente cominceranno insieme dall’inizio.

Per quanto riguarda il Lecce spera di avere una maglia da titolare l’ex Barcellona Umtiti, in ballottaggio con Baschirotto. Al centro dell’attacco dei salentini dovrebbe rivedersi Ceesay con ai lati Strefezza e Banda. A centrocampo out Bistrovic per una contusione, dovrebbe dunque giocare Askildsen.

Queste dunque le probabili formazioni di Roma-Lecce, gara che si giocherà domani sera allo Stadio Olimpico, fischio d’inizio ore 20:45:

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Kumbulla, Ibanez; Zalewski, Pellegrini, Cristante, Spinazzola; Dybala, Zaniolo; Abraham. All.: Mourinho.

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Pongracic, Pezzella; Gonzalez, Hjulmand, Askildsen; Strefezza, Ceesay, Banda. All.: Baroni.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteSerie A, Frattesi non basta al Sassuolo: l’Inter passa con una doppietta di Dzeko
Articolo successivoSerie A, il Milan batte la Juventus a San Siro (2-0): Tomori e Diaz inguaiano Allegri

30 Commenti

  1. L’infortunio di Celik ed il recupero di Kumbulla mettono una pietra sopra al ritorno ad una difesa a 4.
    Ma anche riproponendo l’usuale 3:4:2:1 mi aspetto l’inserimento nell’11 iniziale di Camara e Belotti (o Shomurodov).
    Non sono riproponibili per decenza e buonsenso Abraham davanti dal 1’ nè il duo Matic Cristante in mediana ma solo una staffetta tra di loro.
    Pellegrini è meglio che riposi e non rischi pericolose ricadute.

    • Mouirinho prende 7 milioni e mezzo per allenare la Roma e alla faccia anche dei commercialisti quante vote lo scorso anno con tutti gli introiti della Conference e della League, la società se li è ripagati?
      Sarebbe giusto lasciarlo fare non per religiosità o perché è un vincente ma perché ha vinto con noi.
      Tu, caro Vegemite una volta hai invocato il rispetto da parte mia, per le tue opinioni: te la metto in termini pratici: se un mister x senza titoli ti desse dei suggerimenti tecnici sul tuo operato, nella tua onorevole professione, ti farebbe piacere? O sei del parere come sbinf, che siccome abbiamo tutti giocato a pallone, possiamo esprimere tutte le fesserie che ci girano in testa?
      Forza Roma

    • Caro Prohaska io la vedo in questo modo.
      C’è una certa differenza tra un’opinione sul calcio ed una diagnosi medica: corrono 11 anni di studi.
      Ma in epoca di social dove siamo diventati tutti virologi dopo il Covid, tutti ingegneri dopo il crollo del ponte Morandi, tutti esperti in strategie militari dopo l’invasione dell’Ucraina, comprendo il senso delle tue parole.
      Peró quante volte si è detto che in Italia ci sono 60 milioni di commissari tecnici?
      Forse perché il calcio è qualcosa di più semplice di tante scienze che richiedono competenze superiori?
      Il calcio è sia un gioco che uno sport non difficile da comprendere specie per chi l’ha praticato (il sottoscritto ha fatto una modesta 1 categoria).
      Non bisogna aver vinto decine di titoli o guadagnare 7 ml all’anno per vedere che dopo 45’ contro il Betis Cristante aveva la lingua per fuori e che Abraham in questo momento è purtroppo un giocatore in meno.
      Se Mou dovesse riproporre la mediana Matic Cristante e Tammy in avanti contro il Lecce vuol dire che per Mou i tre anche se fuori forma o spompati sono sempre meglio di quelli in panca: questa sarebbe l’unica spiegazione possibile.
      È lesa maestà non concordare con questa visione delle cose?
      A me non sembra.
      È appunto un’opinione la mia, rispettabile come quella di Mou, come la tua o come quella di chiunque altro su questo forum.
      Comunque visto che sei entrato nell’argomento io per quanto critico su certe scelte del tecnico so riconoscergli i meriti per quanto fatto sinora alla Roma e per quanto mi riguarda ha guadagnato un notevole credito dopo la vittoria della Conference e il raggiungimento dell’EL.
      Proprio perché il tecnico lo scorso anno ha centrato tutti gli obiettivi che erano raggiungibili, sono fiducioso anche per l’obiettivo di questa stagione, il 4 posto, e fino alla fine avrà il mio sostegno.
      Poi certo se malauguratamente dovessimo mancare l’Europa che conta noi tifosi faremo le nostre considerazioni, come le farà la società è perché no pure il tecnico che senza Champions potrebbe fare anche decidere di prendere altre strade.

    • Perfettamente d’accordo con Vegemite
      io non so come si fa ad allenare una squadra e non mi propongo ma ho gli occhi per vedere
      Spinazzola e Abraham contro il Betis erano inguardabili e da Spinazzola mi aspettavo il peggio ( poi tutti e due i gol del Betis chiamano in causa Spinazzola ) e la coppia Matic – Cristante fa vomitare. Palla lunga e pedalare mi sembra uno schema troppo semplicistico per una squadra che ha Dybala ta i suoi
      Ecco vorrei che anche Mourinho prendesse in considerazione queste cose solo per un attimo

    • Non vorrei dire ma ognuno di noi vive il calcio, fin da piccolino e lo pratica anche ( ovviamente in maniera amatoriale ), ne parla, lo commenta e lo analizza come farebbe un fisico che vive la materia fin da piccolo e lo vive tutti i giorni con analisi, commenti e ne pratica l’arte.

      io penso che il calcio possa essere tranquillamente commentato e giudicato perche ognuno di noi ha un esperienza non da allenatore, non da giocatore, ma da persona che vive tale sport da 10/20/30/40/50 e piu anni.

      Mi sembra un ovvietà capire che se hai in squadra nello stesso momento 3 difensori centrali, le ali che fanno i terzini o difensori aggiunti e due centrocampisti puramente difensivi nel loro modo di giocare, cioè schiacciati (eloquenti le parole di cristante che fa un netto distinguo tra la sua posizione avanzata in nazionale e quella difensiva con la roma e fa capire come si trova meglio piu avanti), creare una manovra agile, veloce e concreta diventa difficilissimo se non impossibile varie volte.

      Ovvio che poi vedi immagini come dybala in mediana a gestire la palla o zaniolo che fa anche lui il mediano.

      La differenza col milan non è tecnica (il valore tecnico totale non è superiore alla roma secondo me) , ma tattica e di scelte degli uomini.

      Dybala, belotti, abraham, pellegrini, zaniolo, shomurodov, el sharawy per me è il piu forte pacchetto offensivo in italia… Pacchetto offensivo dove insieme, tolto dybala, hanno fatto meno goal di Giroud, 36 enne del milan.

      Hai il peggior attacco delle prime 10 squadre in serie A, abbiamo segnato quanto la Salernitana… LA SALERNITANA…

      TUTTI INSIEME i nostri terzini hanno fatto 1 assist fino ad adesso, i peggiori in serie A per numeri ( tra i peggiori ).

      Non ho fatto il corso a Coverciano ma vedendo questi numeri posso tranquillamente sostenere che c’è un problema importante di costruzione dell’azione e del gioco offerto dalla squadra.

    • Grande Herbert

      La cosa più importante è che tu sei un vero romanista

      Ragion per cui sei un nostro fratello

      Mi fa piacere che sei tornato a combattere anche nel sito per il bene della as Roma

      Forza grande Roma ale’

    • Bello è che parla così chi invece pensava di essere 10 metri sopra Fonseca, quando dovrebbe essere chiaro a tutti che l’abisso che separa ognuno di noi da chiunque si sia seduto su una panchina in serie A è molto più profondo di quello che separa Fonseca da Mourinho, così come Di Francesco, ma persino Iachini, Sonetti e Cavasin.
      Capello non aveva forse vinto con noi? Eppure si criticava piuttosto liberamente, senza bolle di scomunica papale; nessuno gridava alla lesa maestà come gli adepti del misticismo mourinhano.
      Finanche a porlo sullo stesso piano di un fisico nucleare, senza provare nessun senso del ridicolo nel mettere a confronto le due materie.
      Di calcio parlano tutti, da oltre cento anni, in ogni angolo della strada, in ogni bar e, oggigiorno in questi spazi virtuali. Da circa un anno e mezzo a Roma è diventato reato.

    • Una Volta c’erano quelli, definiti in modo spregiativo, itifosi di Totti.
      Oggi ci sono i tifosi di Mourinho.
      Anzi, adepti del culto, laico sì ma dogmatico.
      ‘na roba tipo ipse dixit, you know.

    • Ripeto una concetto che ho scritto una decina di volte qua dentro e che mi sembra di una banalità totale, ma a quanto pare no.

      Si deve essere Raffaello per aver il diritto di dire che un dipinto ti fa schifo ?
      Devi essere Fellini per poter dire che non ti piace un film?
      Hemingway per dire che un libro è una boiata?
      Devo essere da Puskas in su per avere il diritto di dire che Cristante non sa giocare a calcio?
      Liedholm per criticare Mourinho o Allegri o Klopp o Guardiola o qualunque altro allenatore di qualunque squadra?

      Ma come si fa a pensare anche per un attimo un’ assurdità del genere?

      Sono 30 anni che lavoro e il mio lavoro viene criticato/soppesato/valutato da gente che ha tutt’altra formazione e preparazione. Mai mi è venuto in mente di dire a nessuno “stai zitto, vatti a prendere una laurea in ingegneria e fai il mio lavoro per qualche decennio e poi forse puoi parlare”…

    • la risposta è abbastanza semplice, noi non conosciamo personalmente i vari giocatori come li conosce Mou. Ci può essere quel giocatore che soffre la rivalità o il posto traballante in squadra ed essendo uno che l’anno scorso ha fato molti gol prima di perderlo definitivamente l’allenatore prova a mandarlo in campo e dargli fiducia. Noi pensiamo che i calciatori sono automi quando in realtà sono persone comuni, molto spesso anche infinitamente limitati per ignoranza, per cui l’allenatore deve gestirli sotto tutti i punti di vista, atletico, tecnico e psicologico.

    • ciao @Vegemite
      concordo un po su tutti i punti che hai esposto. In particolare su Camara potremmo che Pellegrini se deve stringere i denti meglio non rischiarlo per poi doverne fare a meno per chissà quanto tempo e Mady mi piacerebbe vederlo all’opera e dargli una buona occasione per meritarsi i gradi da titolare o cmq la medaglia di elemento affidabile per un sano turnover.

  2. Strefezza l’ unico vdero pericolo dei salentini. IO c’ ero nel maledetto 2-3 del 1986 ! Da allora odio eter. SPERIAMO DI TRAVOLGERLI CON 4 GOL.

  3. se battiamo il Lecce rimaniamo sempre a – 4 dalle prime (dubito che Napoli e Atalanta si fermino), dobbiamo pregare che la squadra trovi un minimo di continuità. speriamo bene e che il gioco prima o poi arrivi…

    • A parte che a me, confermare – 4 dalla vetta non me farebbe proprio schifo, ma guardando al calendario di domani, se vinciamo, comunque rosicchiamo punti o sorpassiamo qualcuna che ci sta sopra

  4. Mah ci rinuncio ahaah quando poi si vince niente scuse ahaha sia chi ha un piede in due scarpe, per scrivere sempre, sia chi si sente il novello Fergusson, sia chi prende solo una toppa (vedi Vegemite).
    Forza Roma

  5. sono 4 a poter giocare a sx, spina zale vina e zale.. di questi secondo me solo i primi 2 potrebbero adattarsi anche a dx. Mou non ha mai messo Spinazzola a dx anche se in carriera ha fatto il terzino dx… secondo me tra i 4 sarebbe la mia prima scelta, magari in allenamento ci ha provato e Mou ci vede meglio zale

  6. Scusate ritorno un attimo indietro sulla questione “il calcio è semplice” quindi allenare non è complicato. Fosse vero Simeone non avrebbe problemi avendo sempre la stessa squadra e lo stesso modulo, invece un anno vince e gli altri fatica, stessa cosa Lopetegui con il Siviglia esonerato (vincitore di una europa league) pure se con l’attenuante di aver avuto delle cessioni eccellenti, Coincecao con il Porto anche li cessioni ma crisi di risultati. Purtroppo esistono variabili, ambientali, umane ed anche di evoluzione delle avversarie. I grandi opinionisti sarebbero tutti allenatori, chi ci ha provato ha presso pizze. Questo è il calcio baby bisogna essere un po umili
    Frs

  7. Fossi in camara, me ne andrei a gennaio. Sinceramente preferirei Cristante è un insulto per qualsiasi calciatore!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome