Roma made in Japan: quanti giovani talenti in partenza con Mou

13
726

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma partirà martedì prossimo per il Giappone, ma sarà decisa già oggi la lista dei convocati per la tournée nel paese del Sol Levante.

Out i nazionali impegnati al Mondiale e gli infortunati, e per questo sull’aereo che porterà la Roma a Tokyo saliranno diversi giovani, scrive oggi Il Messaggero. Alcuni, leggi Tahirovic e Volpato, sono già sicuri del posto: Mourinho ha già dato loro la possibilità di giocare nelle ultime uscite. Tuttavia ci sono altri in cerca di un posto al sole nelle due amichevoli contro il Nagoya e lo Yokohama che la Roma disputerà venerdì 25 e lunedì 28 novembre.

Considerando ad esempio che dei 4 esterni in rosa, soltanto Celik al momento è disponibile (Karsdorp, a meno di ripensamenti odierni, è convocato ma giocherà?), sono quasi certi di avere un biglietto in tasca Missori (ora con l’Italia Under 19) e Keramitsis.

Sperano in una chance anche il centrale Chesti ma soprattutto il suo compagno di reparto Keramitsis, giunto a Roma grazie all’Empoli e che lo scorso anno ha esordito contro il Cagliari, ancora minorenne. La qualità del ragazzo è certa ma Mou, in Giappone, se c’è un reparto dove è coperto, è proprio quello dei difensori centrali. Nonostante questo, il greco dovrebbe essere comunque premiato.

Anche in attacco si vedrà qualche volto baby. Oltre a Dybala, impegnato con l’Argentina, c’è infatti Belotti che è alle prese con un problema al flessore. E allora conta di partire con la squadra in primis Cherubini, attaccante esterno, brevilineo, qualità da vendere, che a molti ricorda Politano per velocità, tecnica e fiuto del gol. Con la Roma ha vinto il titolo con l’Under 15 e 17 giocando per due stagioni di fila sotto età, prima con l’Under 18 e poi con l’ultima Primavera di Alberto De Rossi, sfiorando lo scorso anno il titolo nella finale persa contro l’Inter.

Con lui aspetta notizie anche Cassano, nessuna parentela con l’Antonio più famoso. In mediana, con Cristante che si è da poco operato allo scafoide e Pellegrini che sta recuperando da una lesione muscolare, confida di far parte della comitiva il regista Faticanti, che ha De Rossi come mito. Sognando Daniele, per ora si accontenterebbe di partire per il Giappone.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteScaloni: “Dybala? Scegliere la Roma è stata una mossa molto intelligente”
Articolo successivoRoma, si riparte tra mercato e speranze

13 Commenti

  1. quindi in poche parole secondo il povero giornalaio la Roma andrà in Giapone con la primavera e qualche giocatore della prima squadra, poracci non sanno veramente più un [email protected]@o come stanno ridotti male. Forza Roma

    • Dipende dal pacchetto che i nipponici hanno acquisito, in questo caso sono i match organizers giapponesi che hanno organizzato questo tour, oltre al budget in questione. Potrebbe essere anche stato un evento organizzato da una compagnia interna dedita al marketing della Toyota, questo come parte dell’accordo di sponsorizzazione con il marchio automotive giapponese. In base al pacchetto offerto, vengono resi disponibili un determinato numero di titolari che il club per venire incontro a due partite, ed abbassare anche il prezzo del pacchetto, inserisce alcuni primavera/settore giovanile. Questa è una formula molto standard che fanno tutti i club che partono in tour. Se ti porta l’intera prima squadra, il prezzo è molto più elevato e devono essere anche prenotate tutti stanze doppie ad uso singolo in albergo per club di un certo livello. Se ti porti alcuni giovani, li puoi tranquillamente collocare in una tripla o quadrupla, quindi il prezzo per gli organizzatori è più basso.

  2. Di Cassano e Cherubini se ne parla molto bene, infatti Mourinho li sta monitorando con Cassano che lo segue dal suo arrivo alla Roma vedemo Sempre Forza Roma 💛❤️💛💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️❤️

  3. Sarei molto curioso di vedere come se la cava contro di noi il giovane Hidemasa Koda, centrocampista offensivo ed esterno destro classe 2003 del Nagoya Grampus, giocatore molto rapido e tecnico che potrebbe se schierato in campo causare alcuni grattacapi sulla nostra fascia sinistra, giocatore che da quello che ho capito da un amico osservatore, già nel taccuino dei top club olandesi ed alcuni tedeschi.
    Questo ragazzo in tutta sincerità tecnicamente e più forte dei nostri Primavera quindi va marcato da un calciatore esperto poiché questo qua cerca sempre di puntare l’avversario, sa alternare giocate tecniche dove mostra una grande maestria quando ha il pallone tra i piedi, ci prova spesso a saltare l’avversario in dribbling, ed i suoi cross possono essere molto insidiosi. Ve lo anticipo perché se vedete questo giovane giapponese che sembra farci un mazzo sulla loro fascia destra o gioca come trequartista, e vedete i nostri Primavera che hanno difficoltà a fermarlo, questo qua è un giovane già quotato e seguito da vari talent scout Europei.

  4. Il più pronto del gruppo primavera per me è Cherubini: maturo, tatticamente prezioso oltre che molto tecnico.
    Poi certo Faticanti, Cassano, Missori, Tahirovic e Keramitis hanno dimostrato qualità importanti e vanno monitorati pure loro.

  5. Sarebbe meglio lasciare la Primavera lavorare con Guidi che a giudicare dal lavoro che sta facendo direi che e’ un allenatore di cui sentiremo parlare
    Meglio portarsi dietro solo i giocatori strettamente necessari e far giocare Kumbulla , Volpato , Bove , Tripi , Tahirovic Boer gia’ nel giro della prima squadra al massimo in piu’ Keramitis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome