Roma made in Japan: tre giocatori nel mirino di Pinto

87
2009

AS ROMA NEWS – “Un calciatore giapponese nella Roma? Se costa poco“. Ci aveva scherzato su Josè Mourinho, lanciando la solita frecciatina alla società. Ma presto nella rosa giallorossa potrebbe esserci davvero un rinforzo che arriva dal Sol Levante.

Sono infatti ben tre i calciatori del Giappone, squadra protagonista al Mondiale ed eliminata solo ai rigori dalla Croazia, nel mirino della Roma secondo l’edizione odierna de Il Romanista.

Il primo è Hiroki Ito, 23 anni, difensore di piede mancino dello Stoccarda: Pinto lo ha messo in tempi non sospetti nel mirino, visto che il tecnico ha più volte richiesto un centrale che sappia giocare col sinistro: costa circa 6-7 milioni di euro.

Sempre per la difesa, ma stavolta per la corsia destra, il calciatore in orbita Roma da tempo è Riku Handa, 20 anni, terzino che milita nell’under 21 giapponese in scadenza di contratto. Il suo procuratore era stato avvistato a Trigoria nei mesi scorsi: può essere un’opportunità.

Infine piace parecchio anche Daichi Kamada, 26 anni, uno dei protagonisti del Giappone in questo mondiale: è un centrocampista jolly che può giocare in diversi ruoli della mediana. Altra occasione a parametro zero: il suo cartellino è attualmente valutato oltre 30 milioni di euro, ma a giugno si può portare a casa a zero.

Fonte: Il Romanista

 

Articolo precedentePaura Juve. Il club avverte gli azionisti: “A rischio l’Europa e la Serie A”
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Mou vorrebbe Ramos, con lui Friedkin farebbe un gran colpo”, COSENZA: “Per il portoghese cederei subito Zaniolo”, PUGLIESE: “Dubbi sulla personalità di Abraham, serve una riflessione profonda”

87 Commenti

  1. Kamada è un ottimo giocatore, parametro zero, ingaggio basso e magari si porta dietro qualche sponsor dal Giappone, oltre alla Toyota che già abbiamo, sarebbe un acquisto intelligente.
    Ovviamente per vincere servono i CAMPIONI oltre i buoni giocatori.

    • Ma sappiamo tutti che i campioni sono spesso dei buoni giocatori che trovano gli ambienti giusti per essere considerati campioni.

  2. Bene i due difensori ma lascerei perdere kamada per il momento visto che lì davanti siamo pieni..se poi dovesse uscire qualcuno ə un buon giocatore .anche se aspettiamo il nome di qualche regista che nn ha paura di avere la palla tra i piedi e che sa cosa farne

  3. questi giovani del sol Levante bei (per dire ottimi) difensori che non si risparmiano mai e si prendono con una manciata di riso

    • Ma guarda per riempire i giornali basterebbe fare i giornalisti seri e professionali.
      Chiedendo la condanna per la Juve, facendo inchieste vere sui magheggi di Inter e Milan, sul panzone e il suo Compagnuccio di merende e casatielli.
      Sul caso D’Onofrio..sulle frasi intercettate di Malago’…
      Ce ne sarebbe di che indagare e poter riempire i giornali.
      Ma purtroppo pur di non toccare i tifosi babbalucchi juventini , ( che credono che vincono perché sono i più forti) e allora si scrive gossip, tipo Totti e Ilary, Wanda Nara e Icardi. Notizie di calciomercato che se si avverano ci campano per anni con : ehhh io l’avevo detto.

  4. yoco poco ma yoco io comprerei lui…..in Italia qualcosa non ha funzionato. forse le scuole calcio? forse i procuratori? forse proprio la nazione? bo fatto sta che fino a pochi anni fa gente come del Piero facevano panchina in nazionale oggi il vuoto. prima si giocava nei campetti dietro le scuole dietro le chiese nei posti più impensati ma si giocava e si dava modo all estro di uscire fuori a chi ne aveva. oggi già a 5 anni ti fanno fare cose come i soldatini normale che un bambino dopo 10 volte smette. il divertimento dove sta????? sempre detto non si torna indietro purtroppo ma sarebbe il caso di farlo.

    • un grande male di cui nessuno parla è dei soldi che chiedono allenatori e società sottobanco per far giocare i ragazzi, quindi vanno avanti quelli più benestanti che possono pagare, mentre i meno fortunati anche con gran talento smettono a 12-16 anni. Su questo malcostume c’è poco da fare purtroppo. Siamo un paese molto grande, rispetto ad altre realtà, si gioca anche tanto a pallone (ache se è vero che il campetto non esiste più) ma non è possibile non escano più talenti di livello.

    • @Ziopeppo dici qualcosa di maledettamente vero…
      Ho vissuto in prima persona queste vomitevoli situazioni, con allenatori di ragazzini che già dalla categoria giovanissimi hanno il loro gruppo di “fedelissimi” (eufemismo) che giocano a prescindere andando a discapito di ragazzi che mostrano molto più talento…

    • il problema è quello che hai detto, l’italia è ferma al campetto dietro scuola; gli altri sono andati oltre

    • la sfiga peccato che coi campetti dietro le scuole chai vinto tre mondiali e hai visto o almeno me so visto totti del Piero bruno conti baggio antognoni cabrini di bartolomei che devo continua? a me già me vie da piagne

    • l’italia è ferma al campetto dietro scuola; gli altri sono andati oltre…
      Dove? Al campetto dietro la parrocchia?
      Ma e’ mai possibile che GLI ALTRI sono SEMPRE meglio di noi? Ke schifo ke famo. Un bel suicidio in massa stile Reverendo Jones in Guyana (1978) ci starebbe bene, no?

    • Ma che significa mamma mia…… Aggiornati il calcio stà cambiando, questi giocatori che siano Giapponesi o Koreani sono degli ottimi elementi che in una squadra come la nostra di pixxe al sugo come Cristante per citare il peggiore di tutti sarebbero sicuramente degli upgrade.
      Il calcio non è solo Brasile o Argentina (squadra normalissima dal centrocampo in giù) altrimenti poi piangete quando gli altri prendono Kvaraskelia e Kim a 2 spicci e noi stamo ancora dietro a gente inarrivabile.
      Ps : avere il mediano della Korea oggi da noi sarebbe oro

    • Seguendo questa logica, quelli del City dovrebbero protestare per cacciare De Bruyne visto che è difficile ricordarsi di un qualsiasi campione belga del passato…
      Neanche a dirlo, è una logica ridicola.

    • Ammetto di avere un serio problema di aggiornamento… da anni, ormai, vedo esclusivamente le partite della ASRoma… Tuttavia, sono convinto che le logiche che stanno dietro questi ipotetici acquisti, sono prevalentemente di tipo commerciale e non tecnico. Che poi anche in Giappone o in Georgia possano nascere ottimi talenti è fuori discussione, ma è un dato statisticamente irrilevante. Purtroppo, di brasiliani o argentini se ne possono tesserare in numero limitato. PURTROPPO.

    • oggi è la giornata dello sputo a Cistante, sputi lanciati da persone il cui massimo sforzo sportivo è probabilmente quello di cambiare canale .

    • Il commento di wally è emblematico di quanto sia complicato, su questo blog, portare avanti discussioni che seguano un filo logico.

    • Pasqua sei rimasto giusto te e qualche altro a sostenere che Cristante sia “un giocatore di calcio” perchè ormai è sotto gli occhi di tutti che dovrebbe cambiare sport o almeno praticarlo dove almeno sulla carta ci sia dell’ambizione.
      Ma tranquilli ve ne accorgerete quando prima o poi la Roma comprerà un grande giocatore in quella posizione e griderete al miracolo quando lo vedrete uscire palla al piede o illuminare la giocata smistando palloni.
      Per la cronaca di sport ne ho fatto parecchio in 35 anni, roba che forse chi straparla come te non farebbe in 2 vite intere.

    • Pasquone, Cristante ottimo portatore d’acqua SE giocasse in un centrocampo a tre (quindi modulo 4-3 e poi decidete voi) in cui gli altri due accanto a lui fossero fenomeni. C’è da dire che vicino a due fenomeni pure Mancini potrebbe giocare a centrocampo e fare la sua figura (come fece con Fonseca)..

  5. Fino a ieri questi non sapevano manco dove stava il Giappone.
    Poi la nazionale fa un mondiale discreto, e taaaaack, la Roma segue tutta Nagasaki.

    Che tristezza questo giornalismo (?)……

    • Ito, Handa e Kamata?
      Guarda, io leggo il sito tutti i giorni e MAI sentiti.
      HO fatto una ricerca e oggi è il primo e unico articolo.
      Quando erano usciti scusa?

    • Exhilarating.
      Ma le battute te le scrivi da solo? Allora rinuncia. Te le scrive qualcuno? Licenzialo! 🤣😎😊

  6. Comunque avendo 1 solo slot extracomunitario ora mi pare, la precedenza tra tutti questi nomi dovrebbe essere Ito che è il difensore centrale mancino di impostazione con anche un bel tocco nei lanci lunghi, cosa che non sa fare nessuno qui da noi tra di noi per Gennaio, così possiamo passare alla difesa a 4.
    Se poi Smaldini dovesse decidere di lasciarci a fine stagione, ed io spero rimanga almeno per 1 altra stagione, rimettendo in quel caso Ibanez nella sua posizione più consona come difensore centrale destro stopper, con Ito potrebbe la prossima stagione comunque formare una coppia difensiva tra le più rapide in Serie A, se non la più dinamica.
    Devo ammettere che questo Paik Seungho per quello che ho visto contro il Brasile nel secondo tempo quando è entrato mi ha fatto impazzire, è proprio una versione “upgrade” di Xhaka più rapido ma anche secondo me migliore sotto diversi aspetti, e questo mi è stato detto ha un tiro micidiale da fuori area e che è molto bravo sui calci piazzati pure, ma sarebbe il centrocampista dal basso capace di operare come regista arretrato e nel dare ordine al centrocampo che proprio ci manca.
    In alternativa prendere Ndicka come difensore centrale mancino (va verso la scadenza e costerà forse più di Ito per via della concorrenza) e se Paik costa poco, provare a prendere lui come extracomunitario, ed al limite cercare il prestito di un Del Prato per sostituire Karsdorp.
    Poi in estate puntare su uno come Kamada (se possibile prenderlo a zero), ma anche considerare un Endo, o anche provare a trattare per un Paik (e cercare di cedere Cristante) per farlo arrivare in estate ora.

  7. Holly al posto di Pellegrini, Mark Lenders per Abraham, Benyj per Rui Patricio e Bruce Harper per Mancini poi bisogna vedere se puntare ancora su Mourinho oppure Roberto Sedinho subito….

    • Roberto Sedinho se bombava a’ madre de Hollie, facendo beccaccione er comandante de navi, er sòr Hutton. Faceva bene lo sbinonno mio, che era feroviere, ma s’era fatto mette a li scambi de Scalo S.Lorenzo. Diceva che quelli che stavano su li treni a girà l’italia, tornavano a casa e trovavano sempre er letto callo.

    • Eh eh..e se lo diceva lo sbinonno de Nico.. però a li scali de s.lorenzo hanno bombardato..eh eh me sa che era meno il letto caldo..eh eh 🤣

  8. Pinto ha nel mirino…Pinto scandaglia, Pinto dà la caccia, Pinto fa la voce grossa, Pinto rilancia, Pinto guarda in Italia, Pinto blinda, Pinto accelera. Pinto valuta.
    Ammazza quanto lavora quest’uomo, e pensare che c’è chi si lamenta…

  9. Non conosco i giocatori in questione,ma l’importante è che sino funzionali e non per il brand ,perchè se una squadra è scarsa ,che ti esporti? E poi lasciamo perdere jolly e pseudo trequartisti, servono specialisti di ruolo nei ruoli eternamente scoperti nella Roma!

    • No questi sono forti per davvero oramai da anni. In Bundesliga che oramai è il secondo campionato in Europa per tante cose, piuttosto che ingaggiare brasiliani ed argentini oramai ci sono più giapponesi e sudcoreani da anni. Nel senso che i migliori brasiliani ed argentini li trovi in Premier League, quelli che vengono convocati con frequenza nella Nazionale, quindi difficile per gli altri campionati prendere prime scelte da questi paesi oramai che hanno anche valutazioni alte. In Germania quindi puntano su altri stranieri ma che poi sono prime scelte nei loro paesi e che giocano nelle rispettive Nazionali. Da noi se arriva oggi un brasiliano o argentino, verranno le seconde o terze scelte, calciatori che forse al limite verranno convocati per uno stage o qualche amichevole ma che difficilmente almeno se non giocano per una strisciata, c’è la faranno mai per un Mondiale FIFA, mentre invece giocare una competizione come questa permette ai giocatori di fare una crescita anche a livello mentale importante, abituarsi anche ad uno stress emotivo più elevato. Questo è importante perché infine la Bundesliga ha complessivamente più calciatori che disputano così anche il Mondiale invece della Serie A. Cioè tutti i giapponesi e sudcoreani che giocano in Bundesliga letteralmente sono ai Mondiali e molti hanno giocato da titolari, dei nostri argentini e brasiliani quelli delle strisciate più il nostro Dybala, nessuno effettivamente gioca titolare. A noi servono più calciatori abituati a partite di quel genere, a reggere più pressione. Se noi riusciamo a prendere più calciatori abituati così, allora si che possiamo colmare ma anche superare a livello mentale in futuro le strisciate.

    • Tipo elettricisti panettieri e giardinieri?.. anche idraulico mi farebbe comodo.. Eh eh 🌀🍊🐝

  10. Non c’entra nulla, ma avete notato l’esplosione del Portogallo dopo la rinuncia a un CR7 che ormai riesce a peggiorare palesemente qualsiasi squadra in cui va?
    Hanno letteralmente fatto a pezzi la Svizzera, e il suo sostituto classe 2001 Goncalo Ramos ha fatto tre gol uno più bello dell’altro.
    Fortuna che se ne va in Arabia dal buon Rudi Garcia a raccattare gli ultimi spiccioli, ci mancava pure st’altra sciagura…

  11. Concordo con qualcuno che ha detto che i calciatori qui non esistono più…nessuno è veramente interessato a giocare per passione e perché è L unica cosa che ha in testa dalla mattina alla sera…qui finiscono a fare i calciatori per i soldi e per la figa….per poter essere come i cantanti trap ecc…per sfoggiare il macchinone su Instagram e le Gucci shoes da 3000 euro…non ce più passione nei ragazzini ma solo L arrivismo dei genitori che pagherebbero pur di mandare il figlio a guadagnare e togliersi il pensiero di mantenerlo o peggio quelli coi soldi che trattano i figli come investimenti invece che come persone…non vedo più ragazzini italiani giocare a calcio nei campetti o alla tedesca più da nessuna parte…solo se hai genitori benestanti puoi giocare e forse andare avanti altrimenti qua a 16 anni ti tocca iniziare a lavorare se no non mangi…ci hanno riempito di tecnologie e ci hanno fatto capire che per essere parte di questo sistema malato devi essere o un cantante trap o una figa da panico o un calciatore…anche se i primi non sanno cantare le seconde sono finte dalla testa ai piedi e gli ultimi anche se non sanno giocare riescono comunque a stare la e guadagnare (vedi gente come cristante, kumbulla e molti altri che non serve che vi dica chi) io non posso credere che dalle primavere e i vivai italiani non venga fuori niente e nessuno…si preferisce comprare in Cina adesso….

    • Ragionamento un po’ slegato..parte bene me nn si capisce dove arriva.. magari i cinesi so mejo..da vivai possono arrivare come se è vero quello che hai scritto prima..bravi fighetti montati..? Caro supporter unisci i puntini..eh eh se no il disegno nn si legge.. Eh eh 🌀🍊🐝

    • E’ tutto vero quello che dici, caro ASRSupporter, ma credo che la selezione per invertire la tendenza di questo fenomeno dovrebbero essere le dirigenze a farla. Se avessimo dirigenze e proprietà serie che selezionano i calciatori per meriti sportivi e con l’intenzione di inserirli in un sistema di lavoro sano sicuramente sarebbe più facile per i migliori emergere e per i peggiori restare ai margini. Siccome però sono in primis dirigenze e proprietà a pensare solo a soldi e business e fama e simili accade esattamente il contrario, i peggiori emergono e i più “sani” finiscono ai margini..

  12. ma un direttore sportivo deve vedere le partite del mondiale come facciamo noi per hobby per comprare dei giocatori giapponesi?Alla faccia della competenza.A questo punto il d.s.lo può fare chiunque.I prossimi acquisti saranno qualcuno degli Arrivano i Superboys.

    • se sei “vecchio”, LUPO, abbastanza, dovresti sapere, e aver letto che (secondo il racconto di tutti i media radio, stampa e tv) in occasione di roba tipo europei, mondiali (normalmente a giugno, con mercato aperto dopo) e simili, le società aspettano eventuali suggerimenti… lo fanno tutte eh? secondo i media, che poi lo facciano davvero bho’, da Marotta a Cherubini, da Carnevali a De Santis… perché non dovrebbero farlo alla ROMA?

  13. Per la loro abnegazione nel dare tutto sarebbero perfetti per Mou, che come ha detto Matic sono i calciatori a doversi adattare a lui e non lui al calcio moderno.

  14. Nell’ Africa Equatoriale , forse non tutti lo sanno, si celebre da Natale a tutto Gennaio, il Mondiale di Calcio dei Pigmei .. i Pigmei, famosi per essere grandi protettori della Natura, gente quindi con un’anima sensibile, amano il calcio e lo praticano negli stati africani Camerun, Repubblica Centro-Africana, Gabon, Repubblica Popolare del Congo (capitale: Brazzaville), Repubblica Democratica del Congo (ex Zaire, capitale: Kinshasa), EST Uganda e EST Ruanda (regione del massiccio del Ruwenzori e dei vulcani che delimitano il confine tra Uganda/Ruanda e la R.D. del Congo).
    Non tutti sanno che proprio adesso, come per i colleghi calciatori del resto del Pianeta Terra, molti di loro andranno in scadenza di contratto ..
    lo sa questo il Sig. Pinto ?
    E, se li dovesse conoscere, che valutazione avra’ fatto riguardo ai loro cm di altezza?
    ciao a tutti e buona Immacolata a tutti ..

    • …😂😂😂😂😂… Un pigmeo svelto e guizzante sarebbe un arma letale in attacco, sguscerebbe alla grande tra i difensori palestrati del calcio attuale !… PINTO immagino che sia all’altezza dei suoi colleghi cmq, che vanno in giro da anni ormai con in tasca i REQUISITI TECNICI BASE dei prossimi acquisti, ovvero l’elenco dei giocatori in esubero altrove, o in SCADENZA di contratto.

    • e te lo dice uno che e’ stato in Africa 18 anni .. 9 anni in Nigeria soprattutto nel bush ..

  15. Prendiamo Skarsedoshi Brokketa, e stiamo a Ovviamente le 3 pippe del sol levante sono forti. Come solbakken? Avete detto :” velocita’ tecnica fiuto del gol e piede felpato”. Allora pensi e ti :” mamma ma che riprendiamo Salah? o Asenzio a parametro?”. Noooooo. Solo una pippa che giocava in norvegia che in 97 partite ha segnato 17 gol. Come mai? Siamo si divinizzano tutti gli acqusti, vi farei degli esempi, ma non voglio ripetetmi oltre modo.

    • Meglio il tuo amico broccolaro e sabatotem fumante, quelli che presero la sola del Barca per 20ml, bojan krkic, aka bojan chi molla (sarebbe piaciuto a cxamicia nera), vero?

    • Hiroshi Shiba, Tetsuya Tsurugi, Sanshiro della scuola Kurenai, Kenshiro della scuola di Hokuto, e nuova DS: Kaori “sembra che voli”.

    • Kenshiro non basta, serve l’intera scuola di Hokuto compresi Raoul come nuovo DG (se lo fai arrabbiare per mancati rigori concessi ed arbitraggi sfavorevoli, fa scoppiare teste e corpi a gogo) e Toki come nuovo medico sociale e guaritore miracoloso (mette lui a posto Gini istantaneamente con le sue dita magiche). Poi si ingaggia pure Doraemon, nuovo Direttore Commerciale che dalla tasca della sua pancia crea nuovi oggetti unici targati Roma che andranno a ruba. XD

  16. io capisco che i poveri giornalai non sapendo nulla ormai non sanno più che scrivere ma addirittura appiopparci i Giapponesi no ve prego, adesso perché siamo andati in Tour da quelle parti allora Mourinho vuole il giapponese? ma se andavamo in America che voleva un americano? dai su fate i seri cari giornalai parlate di altro che vi conviene lasciate perdere il mercato. Forza Roma

  17. ecco i nomi dei giocatori Pigmei che si liberano a zero al 31 di Dicembre .. Bassot eta’ 44 anos, 45kg , 1,43 cm .. Bassiss eta’ 48 anos, 48 kg , 1,40 cm .. Altin eta’ 39 anos, 1,50 cm .. e questi sembrerebbero i migliori .. 😄😃 .. score .. 0 goal .. 0 assist .. o minutes jocated .. insomm .. zero de zero .. ma .. aggratissss .. vai Pinto .. sfogate.

  18. di tutto si parla tranne che di campioni, si parla di sponsor, di manager,di twitter,di cina ,di giappone,di toyota,do collaborazioni,do famooo o stadiooo, tutto tranne che di campioni,fateci caso, povera ROMA mia,da ballotta a friedkin….uno peggio dell’ altro,ah com’ e’ la favoletta? ahhhh ecco , ehhh ma i friedkin ripianano i debiti ao grandi friedkin!!
    e quell’ altra?
    ahhh ,ehhh ma ci sono i paletti del fair play ao!!
    ma com’ e’ invece che i sordi po o famooo o stadioooo ce stanno?? mhhh strano no?
    solo la maglia forza ROMA

  19. Quando all’epoca fu intervistato Calvo sulla questione Roma U23, dissero che avevano firmato mi pare Gautieri per un precontratto come allenatore e che era stato stimato un budget sui €4,5-5M per una stagione, ma tutto sarebbe di peso da una qualificazione della Roma in Champions League, perché servivano i soldi della Champions League.
    Vi posso dire che questo budget per una squadra di Serie C è una enormità perché se un club ha un budget anche da €3M laggiù, significa che fai uno squadrone per vincere il campionato e se di €2M, per arrivare ad una posizione da play-off. Io penso che già con un budget tra €2-2,5M si potrebbe gestire la Roma U23, non dobbiamo mica fare chissà quali acquisti, servirebbe come detto per chi termina l’ultima stagione in Primavera a firmare un primo contratto di 1 anno e provarli nella prima loro prima esperienza professionistica avendo anche l’opzione di prolungarlo per ulteriori 2-3 anni. Se sono buoni scatta l’opzione di prolungamento, se non rendono, scade il contratto di 1 anno ed ognuno va per la propria strada. Avrebbero il vantaggio di essere giovani che comunque si conoscono bene tra di loro e la base della squadra ogni dovrebbe essere questa qua. Se poi ti ritrovi in futuro un fenomeno anche tra i 15-17 anni, lo sposti subito nella Roma U23 e farsi le ossa subito, come fanno in tanti campionati esteri le diverse squadre con le loro squadre B.
    La squadra U23 serve per questo motivo, per costruire un passaggio intermedio e provare più a fondo i nostri giovani ad un livello comunque superiore a quello dei Primavera.

  20. Invece con un budget come detto da Calvo di €4,5-5M annuo, è più idoneo per un club estero che funge da nostro satellite tipo nella massima serie belga di media, media/bassa fascia. Prendi 2-3 calciatori locali veterani, ci mandi i migliori giocatori dalla Primavera a giocarci per 1-2 stagioni ma anche chi ha brillato bella Roma U23, eppoi visto che non hanno limiti per gli extracomunitari e dopo 3 anni di residenza possono prendere il passaporto belga e diventare comunitari acquisiti, prendi 8 calciatori tra i 16-17 anni (tipo 2 Nord Americani, 2 Sud Americani, 2 Africani, 2 Asiatici), ragazzi già nel giro delle Nazionali Under dei loro paesi, li firmi per 3 anni con opzione di prolungamento per ulteriori 2 anni. Basta anche solo che 1 o 2 di questi si sviluppano a certi livelli poi ogni anni e rientriamo dall’investimento annuo (aspettando i 3 anni e loro che ottengono il passaporto EU), senza dover acquisire 1 o 2 acquisti nuovi perché li abbiamo formato noi stessi con un club straniero che appartiene al nostro gruppo, oltre al fattore che a differenza dell’U23, qui qualche ricavo locale c’è.

  21. Prenderei volentieri Ito, Kamada ed Endo.
    Kamada comunque contro la Spagna ha fatto una gran partita, in mezzo al campo è stato impressionante.

    • E’ vero, hanno questa caratteristica e sono quella tipologia che fanno del loro meglio per fare tutto quello che vuole un allenatore, per questo diversi allenatori che ne hanno allenati alcuni di questi, tendono a sviluppare una preferenza per questi calciatori perché per impegno e disciplina, difficilmente gli altri calciatori riescono a competere con loro sotto questo punta di vista. Ho sentito che diversi di questi qua sbarcati in Inghilterra, Germania e Spagna erano apprezzati anche perché si allenavano più degli altri, quando gli altri andavano a casa, alcuni di questi chiedevano se potevano rimanere ad allenarsi per conto proprio, e qualcuno se vedeva lo spogliatoio messo in disordine, mettevano tutto in ordine. Questo perché in quei paesi imparano fin da piccoli a dover rispettare la proprietà altrui, a responsabilizzarsi nel tenere tutto in ordine. Non sono una tipologia di calciatori difficile da gestire e corrono tanto, ma tanto più degli altri perché superano con più facilità la barriera della stanchezza, e soprattutto gli esterni o terzini, corrono dall’inizio fino al fischio finale fino al totale sfinimento. Secondo me possono dettare un buon esempio anche ai loro compagni di squadra e mi pare che Endo ad esempio sia un calciatore con questa mentalità e comportamento.

    • Saverio, a ‘sto punto richiamiamo TOTTI, che era sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. Restava fino a sera tardi a provare le punizioni e gli scavetti!

  22. Si ed infatti Totti è stato il nostro ultimo grande campionissimo e simbolo. Ma come scriveva qualcuno sopra, quali ragazzi negli ultimi anni gioca a pallone come prima ed il sistema delle giovanili è fatto di raccomandazioni ed oggi mentre se vediamo che tipo di Nazionale avevamo nel 2006, dove c’erano un Totti e Del Piero a litigare per un posto da titolare? Come dice qualcuno abbiamo calciatori che sembrano più presenti sui social, ad indossare scarpe e vestiti anche ridicoli e a prezzi esorbitanti, ad ascoltare questa Trap e a comportarsi da coatti.
    Quando si tratta poi di allenamenti fino a tarda sera, ce ne sono stati due, uno in Olanda e l’altro in Germania che non erano punizioni o solo tiri che facevano, ma anche corsa, esercizi per migliorare la loro tenuta fisica, ed altro che li facevano faticare anche dopo perché magari trovavano gli allenamenti troppo leggeri per come erano abituati. L’amico in Olanda conosce bene queste realtà e mi ha spiegato una volta come funziona un Academy federale in Giappone, tre sedute di allenamento ed un ambiente dedito al calcio con i giovani che spesso si allenano anche fino alle ore 23:00 per via dell’elevato livello di competizione e perché chi è indietro, deve recuperare perché li fanno i tagli. Si abituano così fin da giovani, devono andare bene negli studi pure altrimenti vengono in automatico esclusi, devono tenere tutto in ordine altrimenti vengono esclusi perché devi sempre rispettare ciò che non è di proprietà altrui, ogni partita anche di allenamento è un test e se giochi non seguendo le indicazioni fornite o che non hai fatto del tuo meglio nel provare a farlo, sono coscienti che non si meritano di essere selezionabili per giocare da titolari ed allora si impegnano ancora di più e si allenano ancora più duramente per conquistarsi la prossima volta un posto da titolare. Sembrano cose elementari ma qui non lo sembrano affatto e loro vengono allevati così fin da ragazzini con regole di ferro.
    Io cito spesso Endo perché secondo voi come ha fatto un calciatore giapponese a diventare dopo 3 anni non vice-capitano ma addirittura è stato eletto capitano di una squadra in Germania? Ha conquistato tutti impegnandosi più degli altri, e nei momenti più difficili, è stato il calciatore più decisivo oltre ad avere carisma da vendere. A noi servono più calciatori che abbiano anche queste doti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome