Roma, Modesto al lavoro: 40 milioni di plusvalenze entro giugno e Lukaku le priorità

67
1448

AS ROMA NEWS – Ormai sembrano esserci pochi dubbi sul nome del direttore sportivo prescelto dai Friedkin per sostituire Tiago Pinto: Francois Modesto aspetta solo il via libera del Monza per mettersi ufficialmente al lavoro con la Roma.

I texani hanno dato carta bianca a Lina Souloukou per la ricostruzione del club e la dirigente greca ha puntato subito forte sull’ex difensore, attuale direttore tecnico del Monza. Che però è sotto contratto con i lombardi fino a giugno del 2025. I due club stanno trattando la soluzione del problema, e non è un caso che ci sia stato un incontro (che da Trigoria definiscono casuale) con Galliani in un noto ristorante capitolino.

La Roma ha fretta che Modesto si metta al lavoro: entro il 30 giugno ll nuovo ds dovrà trovare i 40 milioni di euro di plusvalenze che il club dovrà effettuare per rispettare gli accordi presi con la Uefa, quindi dovrà decidere cosa fare dei tanti giocatori arrivati in prestito la scorsa estate.

Certi gli addii di Renato Sanches e Kristensen, così come quelli di Spinazzola, Rui Patricio e Boer, arrivati a scadenza di contratto. Incerto il futuro nel club di Huijsen, Llorente, Azmoun, Angelino ma soprattutto Lukaku. E proprio il belga è un tema centrale nella Roma del prossimo anno: Big Rom farà ritorno al Chelsea a fine stagione, poi sarà il nuovo ds a scegliere se provare a intavolare una trattativa con gli inglesi per provare a riportarlo ancora a Trigoria.

Insomma, il lavoro che spetterà a Modesto sarà davvero molto complesso. Il dirigente francese dovrà tuffarsi nella realtà romana con il massimo impegno. Nei prossimi 30 giorni dovrebbe arrivare l’ufficialità del suo incarico. E potrebbe non essere l’unico: Modesto preferirebbe non essere il frontman della società, come lo è stato Pinto. Per questo servirà un altro profilo che lo affianchi e che sia più adatto a interfacciarsi con il mondo esterno.

Fonti: Gazzetta dello Sport / La Repubblica / Il Messaggero

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDe Rossi pazzo di Huijsen, la Roma ha pronto il piano per trattenerlo
Articolo successivoMourinho: “Difficile capire il mio esonero. L’intervista a Pinto? Non perdo tempo a leggerla, di certo non lavoreremo più insieme”

67 Commenti

  1. Mi chiedo: anche con la qualificazione in CL avremmo la necessità di realizzare 40 mln di plusvalenze entro il 30.6?

    • Soliti articoli inutili e disfattisti. Già il fatto che si comunichi una cifra tonda così a caso e senza spiegare nulla sulle differenze tra l’avere o il non avere in tasca una qualificazione alla CL la dice lunga in merito alla qualità e veridicità di queste notizie (poi ciclicamente smentite dai fatti). Pensiamo al finale di stagione.

    • Il problema della Roma con i vari DS non è mai stato quello di generare plusvalenze. Da Sabatini, Monchi a Pinto tutti a loro modo hanno prodotto plusvalenze.
      Siamo una piazza importante che dà visibilità a chi gioca con noi.
      Quello che è mancata, a mio avviso, è la capacità di reinvestire i soldi in buoni giocatori, che richiede scouting, studio, relazioni con molte agenzie, ecc..
      Innumerevoli gli errori commessi, da ultimo Shomorudov (come ammesso dalo stesso Pinto qualche giorno fa). Non ci passiamo permettere di buttare 15-20 mln su giocatori che non rendano.
      Speriamo che Modesto sappia invertire questo trend storico perché DDR è un buon allenatore ma non può rendere fenomeni quelli che fenomeni non sono.
      A proposito per le plusvalenze si potrebbe anche ragionare su giocatori che stanno facendo una seconda parte “straordinaria” dopo una prima parte incolore (peraltro è così che abbiamo preso Shomorudov).

    • comunque è facile fare il giornalista così….sempre il 50%di probabilità….o arriva o non arriva….e si scopre che Lina è la nuova CEO del Monza al posto di Galliani.

    • I soldi della Champions, se ce la faremo, non verranno comunque contabilizzati nel bilancio corrente.
      Per il resto, la cifra da recuperare è ancora aleatoria. Il cammino in coppa potrebbe dare una bella mano e forse anche in quest’ottica vanno letti i salati incrementi sui prezzi dei biglietti per Roma – Milan.

    • Se approfittate di tali fantasie solo per sputare veleni contro la Società avete seri problemi

    • si. perché i soldi della qualificazione in Champions andrebbero a bilancio il prossimo anno, mentre quelli di cui si parla devono essere contabilizzati entro il 30 giugno

    • Purtroppo al 30.6 si chiude l’ anno in corso, la Champions se fosse varrà sul prossimo, che inizia dal primo luglio quindi con possibilità di investire. Comunque Spinazzola con Angelino li terrei, mi paiono siano molto diversi e che tutto sommato possono giocare nella Roma. A destra invece bene Celik e male l’ olandese che spero riusciremo a piazzare.

    • Purtroppo si…. Comq 40 milioni sono facilmente reperibili ( con una cessione eccellente per poi investire, oppure gli assest come i ricavi di acquisto/cessioni del 23/24…) io fossi in modesto cercherei di piazzare i vari kardrops, kumbulla, celik, e non confermerei ne lukaku ne i vari sanches e Kristensen… pesano la voce stipendi ma prenderei i giovani di valore come bellanova del toro, ad esempio)

  2. 40 di plusvalenze sono tanti. Forse solo Ndicka può permetterci di avvicinarsi a quella cifra, sacrificando poi la minuteria, ma certo, con 10 giocatori in partenza e le lacune croniche della rosa, Modesto dovrà fare più che un capolavoro, tanto più se si entra in CL e ti serve una rosa che non vada a prendere schiaffi da chiunque

  3. Articolo perlomeno prematuro e chiaramente basato sulla necessità di scrivere qualcosa in questo momento di fermo del campionato.
    Modesto, se sarà lui, deve ancora ufficialmente prendere atto della situazione, fine al termine del campionato potrebbero accadere tante cose tipo esplosioni di giocatori o, facciamo le corna, infortuni, potremmo andare in champion o no. Insomma una caterva di eventi che possono cambiare i programmi dalla sera alla mattina.
    Se vuoi 40 milioni di plusvalenze o gonfi i dati o vendi prezzi “pregiati”

    • oppure proseguire in el ect ect, in prativa la gazetta già da per scontato che questa stagione per la roma sia finita

    • Gonfiamo i dati come fanno le strisciate. Tanto male che va “ce la caviamo” con miserabili 700.000 euro, così come hanno fatto con i gobbi.

  4. È sotto contratto col Monza, ma voi sapete che verrà alla Roma, sapete anche quali strategie adotterà oltre alle preferenze che ha (richiesta frontman). Che bello fare il giornalaio così! FRSempre

  5. Se non mi ricordo male Ibanez è stato contabilizzato quest’anno e non lo scorso, quindi, a meno che i mln non siano addirittura 70, mi sembrano numeri sparati a caso, come al solito

  6. i quaranta milioni per rispettare il ffp devono essere plusvalenze… quindi soldi dal mercato. i premi qualificazioni vanno a bilancio per evitare che nel 27 si debba ricominciare da capo..

  7. Come si fa a scrivere un articolo dal titolo che è inverificabile? Io sono per la libertà di stampa ed opinione, ma qui si esagera.

  8. Aridaje co ste plusvalenze..Sono 40 milioni di introiti..Che è differente.Biaforia che è uno se non il giornalista più attendibile sulla Roma parla di introiti..E gli introiti puoi ottenerli in vari modi,mica solo con la cessione dei giocatori.

  9. Prendere un D.S. ancora sotto contratto non è il massimo della capacità manageriale
    ( ricordarsi il caso Petrachi con tutte le complicazioni legali che ha avuto) .
    Tuttavia ammettendo la veridicità di quest’ipotesi,Modesto dovrebbe essere già adesso al lavoro per la Roma h24,vista la complessità del compito che l’attende.
    E’ possibile che stia avvenendo questo?
    Inoltre ,l’eventuale ingresso in Champions,come scrivono certi citrulli disinformati, non avrebbe alcuna ripercussione positiva sul bilancio in corso ,ma su quello dell’anno prossimo,per cui l’esigenza di reperire questi maledetti 40 milioni è attuale e immodificabile.
    Secondo me la strategia di base della Roma,già è stata delineata : non riscatterà mai e poi mai Lukaku e spererà in un acquirente estero per Dybala,altrimenti non si spiega l’investimento dei 15 milioni per Baldanzi.Dopodichè cercherà di vendersi anche un giocatore della rosa che ha mercato,come è successo lo scorso anno per Ibanez.
    Insomma,saranno azzi amari.

  10. Souloukou si è battuta forte per questo Modesto, entrambi piacenti, hanno già lavorato insieme, non è che c’è del tenero fra loro? Visto il recente scandalo a sfondo sessuale tra dipendenti della AS ROMA , visti i precedenti degli anni passati, ad esempio Garcia con la giornalista del servizio stampa della Roma, evidentemente Trigoria ispira . Spero che pensino a lavorare per il bene della Roma perchè Modesto avrà veramente da fare, mezza squadra o è a fine contratto o è in prestito, quindi da giugno c’è da rimettere insieme una nuova squadra , decidente in fretta anche chi la allenerà e chi dovrà rappresentarla davanti gli organi di stampa ( Totti o Boniek non si scappa!!!).

    • A volte viene spontaneo domandarsi come si possano far passare talune stronxate Questo è uno di quei casi. Mah…

    • speriamo veramente che non approfittino di ogni scrivania, sgabuzzino, magazzino, palestra, piscina, scrivania, divano e divanetto, poltroncina, tappeto, moquette, cesso, lavandino, bancone bar, sotto bancone bar, tavolino bar, sedia bar… tipo conigli insomma. in fondo sono piacenti. speriamo insomma…

  11. Da parecchie settimane ho maturato l’idea che se la Roma tardava nell’annunciare il nome del sospirato DS poteva essere solo a causa di motivi contrattuali e non perché stia ancora sfogliando la margherita.
    Se i Friedkin hanno scelto la Souloukou come CEO è giusto che questa si assuma anche la responsabilità delle scelte dei suoi collaboratori.
    Per funzionare la catena gerarchica deve essere chiara in modo che lo siano anche oneri, onori ed eventuali colpe.
    Se sarà Modesto è giusto accoglierlo senza preclusioni di sorta e giudicarlo sul campo, principio che deve valere per chiunque. Al Monza non si può dire che abbia fatto assolutamente male e se è stato scelto anche da uno come Galliani i motivi per avere fiducia in lui ci sono.
    Se è vero poi che preferisce avere con lui un altro dirigente che lo esoneri dai compiti delle pubbliche relazioni credo si tratti di un ragazzo intelligente che comprende come non sia possibile cantare e portare la croce da solo in un club come la Roma.
    Il lavoro da fare sarà enorme, a prescindere dalla cifra che dovrà entrare nelle casse, che precisamente nessuno conosce.
    Quello che è certo è che la Roma entro il 2026 dovrà avere un deficit aggregato nell’ultimo triennio non superiore a 60 mln l’anno. Equivale a 20 mln all’anno e in questo momento la cifra è a -108, quindi significa che qualcosa in cassa bisogna portarla.
    Sarà un lavoro titanico quello che attende Modesto, se sarà lui: praticamente una rosa da ricostruire con tanti contratti in scadenza, tra prestiti e fine rapporto e bisognerà farlo con un largo attivo.
    I tanti che hanno attribuito un voto molto alto a Pinto o che addirittura lo rimpiangono, dovrebbero considerare anche questo aspetto nel lavoro da lui svolto: non è riuscito a dare una minima stabilità alla rosa, come valori dal prezzo di acquisto ha aggiunto forse solo Ndicka e Svilar, troppo poco.

  12. Gazzetta dello Sport: Hujsen: “Tornerò alla Juve, la Roma non ha opzioni d’acquisto. Ma nel calcio mai dire mai” – “Hujsen: “Mie parole riportate in modo non corretto. Sto benissimo alla Roma, non potrei mai parlarne male”. Alla faccia della libertà di stampa e della corretta informazione Oramai s’inventano notizie che vengono puntualmente smentite. Stando alle ultime (Per Gazzetta dello Sport, La Repubblica e Il Messaggero) il nuovo Ds sarebbe Modesto. Visti i precedenti, meglio attendere qualche ulteriore conferma non si sa mai!

  13. Questa società continua a fare sempre i soliti errori.
    All’epoca del loro insediamento ci hanno messo 4 mesi prima di ingaggiare Pinto delegando il mercato a Fienga supportato da intermediari.
    Ora siamo già a 2 mesi di vacanza del ruolo e non abbiamo ancora un Dirigente che si occupi di mercato.
    Eppure non credo che le dimissioni di Pinto fossero una sorpresa, probabilmente erano concordate da tempo.
    Mi chiedo poi perché la Roma debba mettersi in una situazione di oggettiva difficoltà andando a richiedere un professionista sotto contratto con un altro club quando ce ne sono di liberi ed anche più bravi!
    A partire da quel Massara che ha anche il vantaggio di conoscere l’ambiente romano.
    E comunque anche volendo arruolare Modesto, non si poteva nel frattempo ingaggiare qualcun altro?
    Abbiamo già perso 2 mesi inutilmente, mesi che potevano essere importanti per pianificare il mercato estivo, tanto più che abbiamo al solito la tagliola del 30 giugno per sistemare il bilancio.
    Questa proprietà evidentemente non ha ancora compreso che il settore sportivo è quello nevralgico di un club, il primo che va costruito e strutturato in maniera solida con più professionisti non con un solo Dirigente al comando.
    Quando la dirigenza sportiva è di qualità poi arrivano i risultati , vedi il 4 posto del Bologna di Sartori il quale si è aggregato ad un team che contava già 4 professionisti: l’allenatore conta di meno.
    Noi lo sappiamo bene perché anche senza allenatori importanti in passato siamo arrivati per anni nei primi 3 posti in campionato grazie al lavoro incredibile di Sabatini.
    La nostra Roma in questo momento nel settore sportivo può contare (si fa per dire) solo sul capo degli scout Fontes, punto: praticamente il deserto.
    Il futuro sembra già scritto.
    Arriverà Modesto e la Roma come indennizzo girerà al Monza uno o due dei nostri primavera, trattati ancora una volta come salvadanaio per le spese correnti.

    • Se Modesto è stato individuato quale profilo numero uno per il ruolo è giusto cercare di prendere lui, affinché nessuno possa poi tirarsi indietro dalle proprie responsabilità, a partire dalla CEO.
      Trattare con Galliani non è comunque come farlo con Cairo: pur essendo un vecchissimo volpone, forse il numero uno assoluto, è anche una persona ragionevole che sa come funziona il calcio e di certo non tarperà le ali alla carriera di Modesto mettendosi di traverso o facendo richieste irricevibili.
      Probabile che si risolverà nel modo in cui dici tu, con qualche giovanotto che finirà al Monza, speriamo con formule che possano garantire anche la Roma.

    • Grillo, anch’io preferisco un Dirigente scelto da un suo superiore piuttosto che un Pinto scelto da un algoritmo ma mi chiedo quali competenze abbia la Souloukou per stabilire che Modesto sia la soluzione migliore per la Roma. Penso che converrai con me che sarebbe stato più logico che la scelta del DS l’avesse fatta un Dirigente con competenze sportive tipo un Marotta.

    • “Daje de tacco, daje de punta,
      quant’è bbona la Sora Assunta,
      tiro lo spago e tira la sega,
      bonasera, bonasera…”

      Caro Vegemite, condivido in pieno la tua analisi (anche quella di Zenone, qui sopra).
      Aggiungo solo che, a mio parere, sarebbe utile (e facile) almeno stabilizzare la guida tecnica in persona dell’allenatore (DDR), non essendovi alcun motivo plausibile per non provvedere in tal senso.
      La programmazione, questa sconosciuta… Vuoi mettere con l’arte dell’improvvisazione, con gli effetti speciali a stelle e strisce? Anche basta, dai…

    • “Quali competenze ha Lina Souloukou per stabilire se Modesto sia o no un valido dirigente per la Roma” può essere tranquillamente ribaltata: “Come facciamo a sapere che Lina Souloukou non abbia le competenze per stabilirlo?”. Insomma, parliamo di un dirigente che, fino a prova contraria, un background nel mondo del calcio gia ce l’ha, non parliamo certo del Mauro Baldissoni o Fienga di turno, che arrivarono da neofiti.

      Che poi, se proprio vogliamo dirla tutta, il neofita Baldissoni all’inizio scelse Baldini e Sabatini come dirigenti…

    • Beh, la Souloukou è stata scelta dalla proprietà e lei se ne assume la responsabilità.
      In quanto a Modesto mettiamola così, è stato assunto da Galliani. Di lui ti fidi?

    • La realtà è che si stanno facendo troppe ilazioni su di una notizia non confermata. Prima dell’arrivo di Pinto e Mourinho, vi furono decine e decine di articoli basati sul nulla cosmico.
      Innumerevoli nomi inventati di sana pianta, con tanto di articoli annessi senza azzeccarne manco uno. Magari sarà Modesto oppure no ma datosi che i Friedkin hanno sempre operato nel silenzio, prima di fare qualunque considerazione (o di sputare sentenze e veleni) aspetterei un attimino. Non vorrei che arrivasse la solita sorpresina!

    • @@@ Daken
      Non ho certezze, sia beninteso, ma il curriculum della Lina non mi sembra particolarmente convincente. La scelta di Modesto sa tanto di “scelgo l’unico che conosco”. Poi certo (@@@ Grillo) il fatto che abbia esperienza in serie A, che sia un DS vero, che l’abbia scelto un vecchio volpone come Galliani, rendono Modesto già ora un profilo di un livello superiore a Pinto. Già Pinto, quando lo prendemmo, mi permisi di sottolineare che dal suo CV il GM non sembrava adeguato a gestire la complessità di un intero settore sportivo.
      All’epoca venni contestato con le stesse tue (Daken) argomentazioni: come fai a sostenere che Pinto non ha le competenze per fare il GM?
      Lasciamolo lavorare, mi dissero. Chi sei tu per contestare uno che a a 30 anni è arrivato a dirigere una società di calcio in serie A? Purtroppo chi era Pinto l’abbiamo visto nel suo primo mercato estivo che fu un disastro totale. Il fatto che poi di mercato in mercato Tiago sia diventato sempre più bravo, non può però sanare la sua inadeguatezza iniziale.
      @@@ Kawa, non so se sia improvvisazione o sottovalutazione del problema ma mi sembra che alla Roma ci sia un grosso problema di selezione della classe dirigente. I ruoli di campo (DS ed allenatore) per me devono essere scelti da Dirigenti che abbiano rivestito a loro volta ruoli di campo o che almeno siano stati calciatori cosa che nè Pinto nè la Lina mi risultano siano mai stati. Sarebbe poi interessante sapere di chi è stata la felice intuizione di De Rossi allenatore. Per ovvie ragioni mi auguro sia stata della Lina.

    • Confermo assolutamente ciò che dico, semplicemente perché parto da un assunto fondamentale: “non puoi giudicare una cosa se non la conosci”. Ergo, ancora oggi per me era sbagliatissimo all’epoca bocciare preventivamente Pinto, come oggi è sbagliato bocciare preventivamente Lina Souloukou; non è che il fallimento di Pinto alla Roma ha retroattivamente riabilitato ogni critica preventiva di allora. Semmai, era giusto nutrire delle perplessità, legate al fatto che Pinto non aveva mai ricoperto il ruolo di d.s., ma in quanto all’attualità, Lina Souloukou è una persona di calcio, pertanto penso sia degna di fiducia.

    • Daken quindi se ti trovi in sala operatoria per essere sottoposto ad un intervento e si avvicina a te il tuo commercialista con un bisturi in mano immagino che non lo bocceresti preventivamente ma lo lasceresti tranquillamente fare riservandoti di giudicarne l’operato ad intervento concluso? 😂

  14. non state retta a questi giornalisti non viene modesto .. viene un ds bravo tipo vivel o mitchell .. potrebbero andare anche su Edwards !! però ancora non annunciano un ds che stamo aspettando che finisce il campionato sbrigatevi lina e società

  15. mi auguro che il cognome non sia la nostra futura dimensione….. personalmente mi aspettavo altro dopo pinto, uno slancio, una sterzata decisa…. le decisioni della soulouku non mi piacciono, così come la gestione friedkin….. solo derossi può salvarci, temo…. spero….. mah!

  16. L’unica parte dell’articolo sulla quale vale la pena di soffermarsi è il frontman da affiancare a Modesto (se sarà lui il nuovo DS). A mio avviso, BONIEK sarebbe perfetto, come già detto il altro post.

  17. Pensare che sino a un mese fa’ si parlava di 60 milioni, vero che a trigoria esiste l’inflazione al contrario,.
    Buona Domenica a tutti e sempre forza roma

  18. Ma veramente credete a quello che scrivono io non so….Per come sta messa con il Far Play in Europa sperando di andare in CL puo’ chiedere alcuni rinnovi di prestito nel calcio e’ possibile nella vita di tutti giorni no. Se hai buoni rapporti con il Chelsea o Psg o altre squadre puoi prendere chi vuoi e pagare il prossimo anno il famoso mercato creativo perche’ l’ UEFA ci sta a controllare il bilancio, gia’ in passivo per 5 milioni e’ difficile comprare in contanti nel calcio italiano. Puoi trovare e far crescere ma sono anni che se ne parla altri Baldazzi, qui la venuta di Modesto’ accento sulla o perche’ francese…e’ necessaria ma non credete che arriveranno fenomeni se non li crei … quelli buoni costano e i Friedkin non gettano il denaro per gli ingaggi di giocatori che giocano 15 partite e si rompono piu’ o meno veramente.

  19. ci sono da fare delle Plusvalenze ma sarebbe meglio sapere di quale entità se davvero 40 o di più, perché mi pare ma potrei sbagliare che Ibanez e Frattesi nn facessero parte del bilancio scorso …in questo caso buona parte delle stesse sarebbero già evase……

  20. 15 giorni senza campionato di cosa pensate che scrivono giornali e altro sul calcio??
    Di caz@ate varie ( la nazionale non la ca@a nessuno)……. e questa è una delle tante
    La mia opinione è che Dybala rimane sicuro Lukaku forse e se poi devi fare plusvalenze si sa già cosa succede…. Pagano e qualche altro giovane finisce al Sassuolo di turno e poi vendono qualcuno preso a parametro 0 o qualcuno che a bilancio è a 0

  21. capisco che Totti come uomo immagine è un profilo difficile da tenere in società perchè il capitano alle sue spalle ha una città intera e non sarebbe semplice per il padrone poter fare il padrone della sua società. Ma qualcuno va messo. Mi piacerebbe Pluto Aldair in quel ruolo o un Vincent Candela o pendolino Cafù.

  22. Karsdorp e Rui in prima fila, pure Zale che più di tanto non fa e a quanto pare pure Spinazzola, anche se è il migliore a crossare a Trigoria

  23. la cessione di Ibanez verrà messa a bilancio in questa stagione quindi non occorrono i famosi 40 milioni e prima di fare certi articoli bisognerebbe informarsi……. plusvalenze ci potrebbero essere con zalewski aouar e Belotti oltre qualche giovane tipo darboe che sta facendo benissimo alla Samp, senza contare che i costi si abbasseranno vista la scadenza di Rui Patrizio, Spinazzola e la fine del prestito di Lukaku che visto l’attuale spesa non converrebbe confermare, diverso sarebbe se ci fosse la possibilità di prenderlo intorno ai 20 milioni allora a quel punto sarebbe un affare

    • Esattamente Chi va dietro a ste fantasie o a poca memoria oppure fa finta di non ricordare.

  24. AS Roma
    Stagione 22/23:
    Cessioni 73 milioni
    Acquisti 9 milioni

    Stagione 23/24
    Cessioni 83 milioni
    Acquisti 20 milioni

    Saldo biennio: + 127 milioni
    — —
    Monza
    Stagione 22/23
    Acquisti 47 milioni
    Cessioni 0

    Stagione 23/24
    Acquisti 43 milioni
    Cessioni 0

    Saldo biennio: – 90 milioni
    (dati Transfermarkt)

    Domanda: è meglio pagare Petagna 10 milioni o prendere Belotti con Dybala, Svilar, Ndicka e Aouar, tutti AGGRATIS?
    Se ‘sto Modesto anziché poter spendere 90 miloni ne avesse dovuti racimolare 127 (che fa 217 milioni di differenza), nel Monza di oggi giocherebbero Dybala e Lukaku?

    Detto ciò, se sarà Modesto me lo farò piacere, come fu per Massara (giustamente qui osannato per averci portato il mitico Grenier, altro che quei due babbei del fumante laziale o del bamboccio portoghese!)

    D’altra parte, come disse Kolarov… e ho detto tutto.

  25. sempre articoli per indagare la Roma !. Ma che leggo che la Juve deve fare più plusvalenza di noi il Milan già se lo sono scordati e l Inter uguale quindi lo sappiamo che la Roma dovrà cedere qualcuno e spero di ritrovarmi senza certi elementi a partire dai terzini e i centrocampisti . Lukaku è una storia a parte 42 milioni sono un enormità se anche lui abbassasse le pretese sennò andrà in Arabia e prenderei retegui. Riguardo modesto è un altro PINto se non si affianca un Massara vicino staremo sempre nel limbo.

  26. Massara no , era troppo facile, troppo capace, troppo conoscitore dei fatti di Trigoria, troppo esperto ad alti livelli con uno scudetto e una semifinale di Champions sul petto. Ci andiamo a prendere uno che ha fatto il ds ad olympiacos e Monza, auguri, altri 3 anni de scuola guida e gli anni passano .

  27. che ca@@ari sti giornalai qui ancora non sappiamo chi sia il D.S. lo dicono loro ma di ufficiale non c’è nulla e loro già sanno chi parte chi e’ in dubbio chi rimane, sono veramente incredibili come le sparano loro non li batte nessuno. Forza Roma

  28. Questo con 30 ml ha preso pessina, petagna e caprari. Ma in che ani è finita la nostra Roma. Che vergogna

  29. Tranquilli,domani saranno 60 dopodomani 70 e dopo la gita fuori porta di Pasquetta,causa abbacchio , diventeranno 90….

  30. Incredibile come ogni anno sia la solita storia: finito il mercato di gennaio si parla sempre di 20 milioni di plusvalenze che poi aumentano inesorabilmente di 10 milioni ogni mese… Tra l’altro non mi sembra difficile capire che nelle plusvalenza incamerate dopo il 30 giugno 2023 rientra ad esempio quella relativa ad Ibanez. La scorsa stagione la UEFA doveva multarci per il mancato rispetto delle fatidiche plusvalenze, e invece abbiamo incamerato la possibilità di sforare nel balance transfer della lista UEFA. Articolo approssimativo, as usual!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome