Roma, Mou prepara la lista dei nuovi esclusi

59
1606

AS ROMA NEWS – L’anno scorso gli indesiderati, coloro che finirono fuori rosa per volere di Josè Mourinho, furono in tanti: da Pastore a Santon, da Fazio a Nzonzi. Per Tiago Pinto non fu semplice piazzare altrove i giocatori ai margini del club.

Quest’anno la situazione è diversa: l’elenco degli sgraditi non sarà così lungo. Ma qualche “taglio” di calciatori fuori dal progetto e perciò destinati a restare lontani dal gruppo ci sarà. Il primo nome, scrive l’edizione odierna de Il Tempo (A. Austini) è quello di Amadou Diawara.

Se entro il 4 luglio non avrà trovato un’altra sistemazione, continuando a impuntarsi, il giocatore finirà fuori rosa. La Roma considera ormai chiuso il rapporto con il guineano. Nelle ultime due sessioni di mercato il ragazzo ha rifiutato svariate offerte, tra cui quelle del Valencia e del Venezia, che lo scorso gennaio ha spinto invano per averlo. Adesso la società vuole venderlo a titolo definitivo e non prenderà in considerazione offerte in prestito, sperando che il nuovo agente procuratore, il tedesco Daniel Delonga, convinca Diawara che è arrivato il momento di separarsi dai giallorossi.

Non è stato ancora deciso chi saranno gli altri giocatori costretti ad allenarsi a parte a Trigoria agli ordini di un preparatore messo a disposizione dal club, ma sono in diversi a rischiare di far compagnia a Diawara. Ad esempio Kluivert, di ritorno dal Nizza. La sua buona stagione in Ligue 1 gli fa avere ancora richieste in Francia, dove lo seguono Monaco e Marsiglia. Non rientra nei programmi neppure Reynolds, che però sembra molto vicino al prestito in un altro club belga (il Westerlo, ndr).

Per Villar vale il discorso di Diawara: si cerca una cessione a titolo definitivo, puntando anche a monetizzare. Lo stesso obiettivo Tiago Pinto ce l’ha per Carles Perez, che aspetta una squadra pronta a dargli spazio. E le proposte non mancano: due club italiani (uno è l’Udinese), più un paio di società spagnole e almeno un’altra francese. Ma Perez in ogni caso non finirà fuori rosa e se non dovesse concretizzarsi la cessione prima dell’inizio del ritiro si allenerà agli ordini di Mourinho. Come Veretout, che piace a Monaco, Marsiglia e Lione.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteRoma, Reynolds ceduto al Westerlo in prestito con diritto di riscatto a 7 milioni
Articolo successivoPinto ora spinge per Aouar. Ma il grande colpo resta il regista

59 Commenti

  1. Già lo sappiamo, ma voi sempre di più, ve piace mette er dito dentro la piaga… Ma sto dito mettetevelo… 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

  2. Ci sta: e, d’altra parte, era già così nei fatti.
    L’importante è che si creino negoziazioni non troppo costrittive e non si arrivi a fare delle svendite (come lo scorso anno, in una situazione oggettivamente più emergenziale: ora il “grosso” del superfluo è stato eliminato).

    Veretout, Villar e Perez, saranno sicuramente piazzati: non con grandi affari, si intende. Le troppo prolungate vacanze romane, non consentono di attribuirgli chissà quali valori. Ed è un peccato non avere freddamente valutato la cessione di Veretout lo scorso anno (ma era obiettivamente difficile prendersene il rischio).

    Se poi giocatori oggi “insospettabili”, di quelli che potrebbero portare milioni a decine in cassa, ricevessero adeguate offerte, il livello delle operazioni di mercato fattibili si eleverebbe parecchio (e non parlo di Zaniolo, che esige un prezzo, non alla portata di alcuna squadra italiana).

    I movimenti in entrata più importanti, assicuratici Celik (e speriamo bene…), riguardano due centrali capaci, uno di sostituire Smalling nell’arco di presumibili 60 partite, l’altro, mancino, capace di giocare la palla in uscita) e il “solito” centrale di centrocampo con attitudini a fare il regista (non lento). E ci vogliono tanti soldini per un salto di qualità…

    PS: un attaccante aggiuntivo, uno che possa andare in doppia cifra (assicuratisi una copertura ottimale nelle linee retrostanti), in qualche modo si trova; fermo che se Zaniolo, come dovrebbe essere probabile in una ritrovata condizione pisco-fisica, riesce a mettere dentro più tiri in porta (la canasta non gli manca), avremmo svoltato sotto molti profili.

  3. Di tutti i nomi menzionati, terrei solo Veretout e El sharawi che possono tornare utili, gli altri cercherei di venderli, anche se Villar mi piaceva, ma come tutti dicono non va per il gioco di Mourinho.Spero che Matic non sia il solito giocatore che é venuto a Roma a svernare il giá citato cimitero degli elefanti, visto l’etá! Comunque se lo ha voluto l’allenatore un motivo ci sará,?Ma speravo che la societá puntasse piú su giocatori giovani o perlomeno sui 27 anni per svecchiare la rosa.

    • Svecchiare la rosa?
      Se non erro, esclusi Rui Patricio (34), Smalling (32) e ora Matic (34), il resto della rosa è sotto i 30 anni.
      Secondo me la rosa non deve essere svecchiata, ma migliorata dal punto di vista tecnico-qualitativo.

    • Effettivamente l’età media è 26 anni circa. Serve più esperienza… L’ha chiesta a più riprese “mi giro e in panchina non vedo esperienza”
      Matic ne porta a secchi

  4. Mi pare un gran mischione, senza distinzione tra le (varie) posizioni dei Nostri Giocatori… a leggerla così è la solita tattica del “mangiapane a tradimento ” tanto cara a questi giornalettari… vabbè FRS ❤💛❤💛

  5. La strategia iniziale per non inasprire il rapporto, dovrebbe essere quella per Diawara ed eventualmente per Villar per il quale comunque arriveranno richieste anche dal suo mentore Fonseca, di portare in ritiro il calciatore ma senza farlo mai giocare nelle amichevoli. Qualora poi continua ad insistere nel rifiutare ogni destinazione allora lo si metta fuori rosa.

  6. Chissà se gli esempi dei vari Santon,Fazio e compagnia sarà servito a Diawara. Ha cambiato procuratore,ma a spaventare sono le pretese del giocatore che continua a sentirsi Kantè e lo stipendio non alla portata delle squadre adatte al suo livello!

    • Gli sarà servito di sicuro: sono rimasti qua a prendere soldi senza far nulla, finché hanno voluto… Un reddito di cittadinanza per milionari lo vorrei pure io 😉

    • Fa bene ad avere pretese, a sentirsi kantè ….

      Guarda il gol che ha sbagliato contro l’Egitto, c’era solo da calciare di prima… ma niente, troppo difficile !

    • L’ostacolo più grande resta il contratto, che purtroppo è a scadenza 2024. Chi glieli dà quei soldi, dando per scontato che difficilmente si troveranno suoi estimatori in Premier, l’unico posto dove li danno anche ai massaggiatori?
      Non resta che sperare nel nuovo procuratore e nella sua capacità di farlo ragionare, perché questo ragazzo, già ai tempi di Bologna ha dimostrato di avere una capoccia un po’ quadrata.
      Chissà se il loquace Petrachi un giorno, oltre a millantare gli otto giocatori presenti in finale di Conference, ci spiegherà come sia stato possibile triplicare lo stipendio di un panchinaro del Napoli…

    • Valé, 🤣😂🤣 INECCEPIBILE e INCONTESTABILE… del resto come se dice, “er pesce puzza sempre dalla testa..” 🙈

    • il problema non è Diawara ma quel genio che lo ha portato dal napoli dandogli 4 anni di contratto a quelle cifre .

    • Una delle cose che mi fa più impazzire è che a volte si è dato stipendi senza paracadute, al di fuori dei 4 anni a Diawara quel che stona è che pur volendo dargli uno stipendio alto, almeno mettilo con una buona parte di “bonus” di squadra e propri. Per Diawara giocare o non giocare è uguale, tra parentesi manco ha un discorso nazionale da preservare dato che lì gioca comunque… Se metà del proprio stipendio fosse stato legato alle presenze etc. etc. sicuramente l’atteggiamento sarebbe stato diverso, anche una volta escluso…

    • Daje che se baciava la coppa, a Tirana, Diawara… roba da sfasciajela in testa, a sta pippa!

  7. Mourinho ha inviato via mail ai pennivendoli la lista degli indesiderati. Comunque ribadisco,per Diawara….andatelo a prendere sotto casa e portatelo a Fiumicino per destinazione anche ignota,purchè lontana….

  8. mi dispiace dirlo ma le colpe vanno indirizzate unicamente al broccolaro perdente.

  9. Tolleranza zero coi parassiti
    Trasferimento o mobbing.
    La Roma l’anno scorso ha cambiato registro quando sono stati allontanati o esclusi il generale in pensione, faccia da scemo, diawara e gli altri
    Stavolta non perdiamo tempo e isoliamo da subito le scorie.
    Neanche nello spogliatoio devono mettere piede

    • Esatto, realista.
      Gente che sconfina in ambiti più grandi di loro e si espone a ste figure penose.
      Il mobbing, come fenomeno in se, non è sanzionato penalmente da nessuna parte: per avere una condanna penale a seguito di mobbing devono sussistere altri reati sanzionati dal c.p., tipo lesioni, atti persecutori, etc.
      Ma lasciamo che Batman si senta il paladino della giustizia…

    • Lezioni da uno come te che chiama i giocatori “faccia da scemo” non le prendo proprio. Non sono batman, non mi atteggio a giustiziere, ma i giocatori sono persone, e meritano rispetto, quella cosa che ti è del tutto sconosciuta.
      Sei uno de passaggio, sbrigati a terminare il tuo percorso e vedi di andare oltre, molto oltre.

    • Invece, come vedi, le prendi che ti piaccia o no.
      E inutile che mi dici vedi di andare perchè sei venuto te a farmi la morale con le tue scontate banalità da bambinone.
      Quindi cammina che più insisti più male ti fai da solo.

  10. Durante i festeggiamenti della Conferenze i pensieri sono andati alle polemiche fatte (da tanti) su questo sito per le epurazioni,e mi dicevo Grande Mou avevi perfettamente ragione

  11. Diawara più che uno sgradito è ormai una palla al piede! Se non si trova una sistemazione entro la data di scadenza formulata dalla Roma il club fa bene a metterlo direttamente in tribuna nelle partite. Se è così imbecille da bruciarsi la carriera per ripicca allora vuol dire che di cervello ne ha davvero poco quindi inutile metterlo in rosa vista anche la poca tecnica.
    Depurare la AS Roma di tutte le scorie e pesi morti accumulati nelle precedenti gestioni è stato uno stillicidio, ma il fatto di avere elementi in rosa con una certa mentalità piuttosto che quegli scalcinati che ci ritrovavamo fa tanta differenza anche a livello di spogliatoio e affidabilità.

  12. Non vorrei che anche quest’anno Diawara ci precludese la possibilità di acquisire un regista “vero”….Sarebbe il colmo!

    • Secondo me il discorso regista/centrocampista (io non sono convinto che si cerchi proprio un “regista puro”) fu influenzato da Pastore e Nzonzi… Quando si sono decisi a mettersi d’accordo era troppo tardi. D’altronde per quanto Diawara “pesi” troppo stiamo parlando di 4M l’anno controgli oltre 14M degli alitri due!

  13. Penso che alla fine tutti questi calciatori traveranno una squadra il problema grosso è Diwara non credo nessuno sia disposto a pagartelo visto che è una vita che non gioca più

  14. Io Pero’ Veretout, orma di darlo via ci penserei. O ne prendi uno fortissimo e quindi monetizzi vendendolo oppure me lo terrei! Non e’ tutto sto scarso! Penso che seguendo Mou, non pretendendo di giocare sempre, il suo contributo lo farebbe! Le partite sono tante! Le competizioni sono tre! Poi se arriva una proposta rilevante, va bene ma avendo sempre una alternativa!

  15. Diawra resta. Dove trova i fessacchiotti che gli danno lo stesso ingaggio? Non siate ipocriti, ognuno di noi sapendo i propri limiti se ne starebbe buono a prendere 3 milioni di euro senza fare niente. Il resto è aria fritta.

    • oltretutto pur mai giocando è una colonna della sua nazionale. cercherà un squadra a fine contratto con noi, chi l’ammazza?

    • l’unica possibilità è il nuovo procuratore che guadagna sui trasferimenti ma mi pare difficoltoso

    • Colonna della sua Nazionale mica tanto. Ho seguito l’ultima Coppa d’Africa e tolta una gara ha fatto in prevalenza tribuna.
      DARBOE al semi esordio ha giocato più di lui.
      L’anno scorso abbiamo provato a cederlo, ma in Coppa d’Africa non voleva parlar di mercato, poi ci si é messo al ritorno a Roma a ben 3 giorni dalla fine dello stesso (così diceva il suo procuratore, per me una bugia atta ad evitare incontri spiacevoli con qualche tifoso agitato…) e ovviamente nessuna proposta si é concretizzata.
      Ora ci son 2 mesi e rotti di tempo, più tutti i mesi da allora.
      Del resto pure Santon si é raschiato ogni euro di contratto prima di firmare a scadenza, solo Fazio ci ha risparmiato 5 mesi (e altri di più, tipo Jesus, Nzonzi e Pastore…).
      Che lo faccia pure Diawara non ci sarebbe da meravigliarsi.

    • hai ragione Sardegna, intendevo solo che comunque in un contesto assolutamente perdente come lo scorso anno, Diawara si ritaglia la convocazione per la nazionale, anche le recenti amichevoli credo, prendendo una montagna di soldi da noi. una confort zone che più confort non si può

  16. Io ricordo quando laggggente ignorante e/o in malafede accusava Mourinho

    di aver “depauperato un patrimonio” e “svalorizzato i gggggggiovani”.

    Oggi ci ritroviamo con 3 giovani in piu’ da poter mettere in campo

    oppure da inserire in trattative per giocatori piu’ esperti,

    alla faccia di chi dice che Mourinho non punta sui giovani e svalorizza i giocatori.

    Non si e’ svalorizzato nulla perché quei bidoni di prima valevano poco,

    e oggi la nostra rosa vale di piu’ perché e’ stato valorizzato chi merita,

    chi aveva voglia di sacrificarsi per portare a casa un obbiettivo SERIO

    no le STRONXATE di mettersi mostra per sperare di andare al Barcellona…

    Inoltre, abbiamo tirato su 3 giovani NOSTRI che ora vangono qualcosa.

    NOSTRI, no i Salih Uçan che paghi 5Milioni di prestito per ridarlo indietro !!!!!

    NOSTRI significa GRATIS no che butti al cesso 20Milioni per Diawara !!!!!!!

    Quindi, si vincono i TROFEI e si fanno pure i SOLDI, che sono l’unica cosa

    che conta per i pallotto-boys che quantificano tutto in volgare MONETA.

    Cioé ora e’ scientificamente dimostrato che pallotto ha fallito su tutta la linea,

    non solo non ha curato l’aspetto sportivo (zero trofei, 10anni buttati)

    ma pure su quello doveva essere il suo “forte” (soldi, sponsor, valorizzazione brand)

    la ROMA di Friedkin e Mourinho (senza vantarsene) gli dà una pista a pallotto !

    Quindi,

    hai perso nel campo che non ti riguarda (Trofei : noi si, te e pallotto no)

    e hai perso pure nel campo TUO che ti riguarda, quello economico.

    Sconfitto in casa e fuori, andata e ritorno : la débacle e’ TOTALE.

    Perché come dico sempre : CHI TIFA PALLOTTO PERDE SEMPRE

    ed e’ logico, normale, giusto e doveroso che sia cosi’ perché lui e’ stato

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

    • Oggi il meteo segnala temperature fra i 25° e i 39° . Tu sei l’esempio degli effetti deleteri dell’ipertermia sulla capoccia. Vabbè che per te non cambia niente pure in inverno.
      Comunque buttati belle secchiate di acqua fredda sulla zucca.Può esse che te se resetta qualche neurone superstite.
      Buon pranzo,compà ☀👈

  17. Kluivert deve rientrare a trigoria è il giocatore giusto per Mou, giovane e veloce. Lo può usare in stile Quadrado oppure più avanti al posto di Elsha. Un altro giocatore che può prendere il posto di Elsha è Deulofeu, può essere inserito nella trattiva tra roma e Udinese per Veretout.

  18. Il vero problema sta nel monte ingaggi, con la nuova disposizione del F.F.P. gli ingaggi di Diawara, Veretout, Perez, Villar, El Shaarawi, pesano circa in buon 15- 20 % sul fatturato.
    Mi dispiace fare discorsi finanziari, quando per me il calcio e’ tattica, tecnica e schemi.
    Con quella cifra la Roma potrebbe permettersi anche Dybala o Mertens ecco, e’ qui la differenza reale della nostra dimensione.
    Oggi come oggi due Matic fanno un Dybala, quindi oltre al mercato Pinto si trova a fare i conti con le risorse e renderne conto a Mourinho.
    La Conference e’ stata necessaria per attirare sponsor che possano investire sulla Roma, il lavoro svolto da Friedkin e’ notevole, l’O.P.A. di borsa porta la societa’ ad uscire da un cappio al collo, questo e’ un’altro passo verso il medio lungo termine del progetto annunciato 2 anni fa.
    Dico io che siamo a meta’ del progetto, purtroppo sara’ ancora sofferenza, l’unica cosa che noi possiamo fare, essere al fianco della societa’ e sostenere Mourinho, il percorso e’ duro, lo era anche la stagione passata, ma la soddisfazione e’ arrivata.
    Personalmente credo che il prossimo anno l’obiettivo principale sara’ entrare a disputare la Champions League ed avremo 2 opportunita’, il campionato e l’Europa League, quale delle due ce lo permettera’, nessuno lo puo’ dire.
    Dobbiamo avere fiducia di questa societa’ e dei suoi uomini, intendo dire che se dovra’ essere sacrificato anche Zaniolo non sara’ fatto a cuor leggero, ci sara’ un buon motivo per farlo, disputare nel 2023 – 2024 la Champions League, a quel punto il cerchio sara’ chiuso e le vele spiegate per raggiungere obiettivi di assoluto valore.
    Buon lavoro allo staff della Roma.
    Io mi fido di Mourinho e questo mi basta !!!

    • Buongiorno Umberto, non credo si debba aggiungere altro e non lo dico per piaggeria ahah un abbraccio Forza Roma

    • Solo una domanda tecnica, ho visto alcuni video di Aouar, tu che ne pensi? Ciao Forza Roma

    • Ciao Amico Mio, non conosco Aouar, mi fido di cio’ che saranno le scelte di Mourinho.
      Personalmente se devo fare un’investimento per un calciatore offensivo la mia preferenza ricade su Raspadori, in alternativa Okereke che e’ senza dubbio piu’ vantaggiosa dal punto di vista economico, ma di prospettiva futura, poi porterei in pianta stabile in prima squadra Volpato, calciatore di valore assoluto, un potenziale TOPPLAYER.

      Posso indicare i miei preferiti per completare la Rosa oltre al gia’ confermato Matic:

      Hickey, 20 anni, esterno basso su entrambe le fascie, destro naturale titolare da 2 anni a sinistra nel Bologna, esperienza di 2 anni in italia sarie A, un ingaggio trattabile e costo di cartellino ancora ragionevole.

      Navas, lo conosciamo bene, costa tantissimo sia di cartellino che di ingaggio, e’ un mix tra De Rossi e Pirlo, questo calciatore ti puo’ far fare la differenza vera.

      Schouten, giovane mediano intermedio di sostanza, fisico e tecnico, si prende a poco ed ha gia’ esperienza di 3 anni in A, il suo ingaggio e trattabile.

      Sek, 21 anni, pochi lo conoscono ma questo e’ un talento naturale, lo considero’ un futuro TOP, lo scorso anno e’ passato al Torino, presto diventera’ un titolare, Juric lo plasmera’, non costa molto perche’ ancora non ha potuto mistrare il suo valore ed il suo ingaggio attualmente e’ abbordabilissimo.

      Raspadori, e’ la punta che e’ capace di tutto sa fare ogni cosa in attacco e poi come ingaggio e’ ancora trattabile, poi e Italuano ed e’ unbravo ragazzo, il che non guasta.

      Okereke 22 anni, per la prima volta ha fatto una stagione in A, lui ho gia’ tre anni di esperienza, 2 in B ed una in A, nel Venezia ha potuto far vedere le sue capacita’, a mio parere e’ un calciatore molto intelligente ed ha margini notevoli per diventare determinante, tra l’altro no. e’ a cisti sproporzionati e di ingaggio non ti sveni.

      Direi tre potenziali TOPPLAYER, Hickey, Sek, Okereke, sicuramrnte tre calciatori che possono diventare un valore, prenderli ora e’ ragionevole, il prossimo anno possono valere uno sproposito, perche’ giovani e perche’ possono essere ingaggiati a cifre d’ingaggio umane, non a caso sembra che Hickey sia nel mirino dell’Arsenal

      Gli affari si fanno se arrivi prima degli altri.

  19. Non prendere Dybala é secondo me un segnale ambiguo della Prioprieta non pagavi il cartellino
    Dovevi muoverti in anticipo e.strapparlo via alla concorrenza che non mi sembrava poi cosi tanto agguerrita visto il periodo storico vedi debiti inter etc
    Ho la sensazione che questo sia l’ultimo anno di Mourinho perche una societa se vuole conpetere ai massimi yraguardi vedi scudetto per esempio non può dichiarare un tetto ai salari perché questo comporta un ammissione implicita di limite societario chi partecipa per vincere i campionati non ha questo modo di opetare dichiarato magari nasconde anche il nosyro compianto presidenye Franco Sensi aveva dei limiti di spesa ma non lo dichiarava ad oggi non vorrei mai che la conference league sia stato per noi un punto di arrivo anche se ad oggi la sensazione ce la sola speranza per quel che mi riguarda resta sempre e solo Mourinho almeno per questo nuovo anno speriamo bene
    Perche questo pubblico si merita di competete un anno si e l’altro pure questo sia chiaro su questo non ci sono dubbi sempre forza magica Roma

  20. Cò Pallotta ci volevano esperti analisti di bilancio per giustificare le cessioni, che puntualmente arrivavano. Oggi ci sono le liste di Mourinho. Poco cambia nella sostanza, è sempre autofinanziamento. Bisognerà vedere se riesci a disfarti solo di seconde linee o se devi fare la cessione “col botto”, vedremo

    • Dimmi FOFFO: quale squadra (stiamo in A. Potrei dirti che per esempio al Barcellona oggi non entra un primavera se non cedono qualcuno, e al PSG sono in uscita 6/8 tesserati…) in Italia non dico oggi, che il mercato ufficialmente “inizia” tra 14 giorni…, ma pure l’anno scorso, e 2 anni fa, primo impatto Covid19, ha acquistato qualcuno senza cedere?
      Non chiedo tanto, mi basta un esempio.
      Come la storia arbitrale…. com’è? Tutti hanno torti e vantaggi, alla fine si compensano… (non mi riferisco a te, è un discorso generale). Poi vai a guardare la realtà…
      Comunque, chi non finanzia i suoi movimenti, in serie A, attraverso cessioni? A parte i campioni d’Italia che non badano a spese nel riscattare Tonali, Florenzi, Messias, prendono Botman e Zaniolo con palate di milioni, beati loro…
      Il mercato deve ancora partire (almeno dal punto di vista del depositare i contratti, ovvero l”ufficialità”); ma considerando le 2 sessioni precedenti più una invernale, la società non ha ANCORA CEDUTO un giocatore ritenuto importante.
      Per me nella ROMA sono importanti Abraham, Pellegrini, Zaniolo, Spinazzola, Cristante, Smalling, Ibanez (e vi metto pure Mancini), Zalewskj, pure Patricio. E salvo Karsdorp sul limite per i suoi 4 polmoni e la voglia di buttarli in campo.
      Gli altri si può migliorare.
      In alcuni casi per me conviene poco cederli ora, che son giovani.
      Vedremo comunque se partirà uno solo di quelli importanti.
      Vedi FOFFO, l’autofinanziamento sul mercato, a mio avviso, significa cedere (ipotesi) Pellegrini a 60 milioni e sostituirlo con AOUAR a 25. Oppure Tammy a 70 milioni e sostituirlo con Scamacca a 40.
      Oppure Zaniolo a 50 e sostituirlo con Guedes a 30.
      Quello che la ROMA ha fatto fino ad OGGI invece, quello che i Friedkin hanno fatto, é tagliare (secondo loro) rami secchi in area tecnica, sanitaria, amministrativa e rosa giocatori (pure sorvolando in certi casi sul rientrarci più di tanto).
      Niente di più lontano dal concetto di autogestione.
      Sostituire Fonseca con Mourinho (pure a condizioni favorevoli) non é una mossa di autofinanziamento.

  21. Ciao Sardegnagiallorossa, solo un appunto sui campioni d’Italia, nemmeno loro prendoro giocatori con soldi a palate perché mi pare che non hanno preso ne Botman ne tantomeno Zaniolo, mi pare che vogliono pagare i giocatori la metà ed anche meno della metà di quanto richiesto, infatti Botman sta ancora lì ad aspettare, per Zaniolo se fosse vera l’offerta, quanto offerto da loro è roba ridicola, Florenzi che già era pattuito a quasi 2 spicci, hanno avuto la faccia come il c*lo di chiedere un forte sconto, idem per Messias a chiedere lo sconto niente di meno ad una squadra finita in serie C come il Crotone, ancor più in modo spudorato e senza vergogna.
    E questi milanari per fortuna che sarebbero quelli con i soldi a palate.

  22. Unodepassaggio, l’ unica cosa che si può prendere da te è il cattivo esempio, e quello te lo lascio volentieri. Facile insultare dietro l’ anonimato di un nickname, ma perché, per coerenza, non vai a dire ” faccia da scemo” a qualche giocatore della Roma a Trigoria? Sono certo che 4uno fieramente spavaldo come te non avrebbe problemi a farlo.
    Comunque, grazie per avermi definito ” bambinone”. Per uno che ha visto giocare Venturi e Cardarelli è una bella soddisfazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome