Roma, obiettivo Europa League: Fonseca si affida ai veterani

10
1504

AS ROMA NEWS – Lo sprint quarto posto sempre in testa, ma ora è tempo di pensare solo all’Europa League, l’altro grande obiettivo stagionale della Roma, la cui conquista farebbe spalancare le porte della Champions League senza passare per il campionato.

Ma il cammino in coppa è ancora lungo e tortuoso: domani sera i giallorossi affronteranno l’ottavo di finale di andata contro i temibili ed esperti ucraini dello Shakhtar Donetsk, un cliente scomodo, ma comunque alla portata della Roma, che sulla carta non ha niente da invidiare all’ex squadra allenata da Fonseca.

Ma in Europa conta, e tanto, anche l’abitudine a giocare in certe competizioni. Ecco perchè, racconta oggi la Gazzetta dello Sport, Fonseca si affiderà ai suoi veterani. A quei calciatori come Smalling, Mkhitaryan e Pedro, che l’Europa League l’hanno vinta e che di trofei europei fanno la collezione.

La partita di domani sarà fondamentale per mettere una ipoteca al passaggio del turno. Fonseca lo sa bene, e metterà in campo la formazione migliore: recupera Ibanez, ma andrà in panchina. A centrocampo occhio a Cristante come vice Veretout, dato che la difesa ora non ha bisogno di lui.

Fonte: Gazzetta dello Sport

 

Articolo precedenteAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoBruno Peres, ricordi lo Shakhtar? Il brasiliano spera in un altro miracolo per convincere la Roma a tenerlo

10 Commenti

  1. Non so ma mi sento abbastanza fiducioso del passaggio ai quarti. Però bisogna partire con il piede giusto: primo non prendere gol (la difesa è al completo). Forza Roma!

  2. Non c’entra nulla con l’articolo. Guardando ieri sera la partita ho visto che esistono giocatori eccezionali che sanno correre, dribblare, calciare in porta, difendere. Ovviamente giocavano nel Porto. La mia domanda è come e dove li scovano, quanto li pagano. Oltretutto erano di nazionalità diverse (Africa, Sudamerica, Est Europa.) Un plauso ai vari osservatori. Pinto ….

  3. Che noia questi articoli dei veterani, di quelli che l’Europa league l’hanno vinta e bla bla bla. Non sanno proprio che scrivere. La Roma se dovesse vincere la Coppa non farebbe un’impresa ma un miracolo. Ci sono squadre nettamente più forti. E già passare questo turno non sarà cosa semplice. Loro hanno abitudine a giocare in Europa, non giochiamo contro il Civitella. Sempre forza Roma

  4. Vedo miglioramenti in Diawara rispetto a mesi fa in cui era una riserva con la R maiuscola a centrocampo,il goal di firenze ma anche le prestazioni stanno aumentando di livello.
    Riguardo a Pedro capisco l’infortunio che lo ha tenuto fuori per molto tempo ma mi aspetto di piu da uno come lui cosi come da Mayoral che nelle ultime partite ha fatto poco in attacco.
    Il rientro di Smalling in difesa è di vitale importanza e la partita col genoa ci ha fatto capire il perchè.
    Detto questo mai prendere l’europa league sotto gamba,deve esser un obiettivo da prendere seriamente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome