Roma, occasioni e rimpianti

78
1526

AS ROMA NEWS – Che contro l’Atalanta sarebbe stata ancora più dura di quanto ci si aspettava lo si era capito a pochi minuti dal fischio d’inizio, quando Paulo Dybala, il giocatore più forte della Roma, aveva alzato bandiera bianca per un fastidio al flessore.

Perchè le partite come quella di ieri sono gare tiratissime, che possono essere decise dai dettagli. E l’Atalanta è stata brava a capitalizzare al massimo l’unico tiro fatto verso la porta di Rui Patricio, complice però una Roma non perfetta nell’occasione, quando si dimentica Scalvini e lo lascia troppo libero di calciare al limite dell’area.

L’uno a zero però non scoraggia i giallorossi, che anzi reagiscano in modo inaspettato: furente il finale di primo tempo, con una serie consecutive di palle gol, alcune clamorose, fallite da Abraham e compagni.

All’intervallo Gasperini è bravo a capire quali sono le cose che non hanno funzionato tra i bergamaschi, e inserisce Muriel (più intraprendente di Hojlund) e Okoli, difensore dalla fisicità dirompente che, con l’aiuto di Chiffi, riesce in parte ad arginale gli strappi continui di Zaniolo, il migliore dei giallorossi.

La Roma fa la partita, spinge con continuità, gioca forse la miglior gara della stagione, ma trova pochi spazi contro un’Atalanta tutta concentrata a non prenderle e ad affidarsi alle ripartenze di Muriel e Lookman. Mou decide di cambiare e si affida a Belotti prima e Shomurodov poi, ed è proprio l’uzbeko ad avere le occasioni migliori, fallendole tutte, prima mandando a lato di testa da ottima posizione e poi scegliendo l’assist per Belotti invece che il tiro dopo essere stato lanciato in porta da Zalewski.

La Roma fallisce l’occasione del sorpasso, finendo immeritatamente sconfitta per mano di un’Atalanta ben organizzata ma certamente non superiore ai giallorossi per quanto visto sul terreno di gioco. Il ko fa aumentare i rimpianti: con Dybala in campo sarebbe stata tutta un’altra musica, su questo ci sono pochi dubbi anche senza controprove.

La sconfitta è pesante ma non deve distruggere il morale dei giallorossi. La vetta della classifica sfuma ma non è di certo così distante. Mou deve sfruttare la sosta per ricaricare le pile e recuperare altri giocatori preziosi nella gestione della rosa. E deve soprattutto sperare di riavere subito a disposizione Dybala, un giocatore indispensabile per il salto di qualità che ancora tarda a materializzarsi.

Dopo la sosta infatti la Roma sarà di scena a San Siro, a sfidare l’Inter (ancora dietro i giallorossi) in una partita nuovamente di vitale importanza per le ambizioni di una squadra che ha le carte in regola per essere protagonista. Sempre che la fortuna torni a sorriderle, viste le ultime vicende nefaste che hanno colpito duro dalle parti di Trigoria.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteMou in ansia per Dybala e Pellegrini: oggi gli esami, rischiano di saltare l’Inter
Articolo successivoRoma-Atalanta 0-1: i voti dei quotidiani

78 Commenti

  1. credo sia stata un enorme occasione persa per quanto creato..ma anche una prestazione da cui ripartire! Con Dybala in campo il risultato sarebbe stato diverso..questa rosa é stata creata per avere lui e Zaniolo insieme!

    • Personalmente mi sono rotto i cosiddetti delle occasioni sprecate. E mi consola poco che abbiamo giocato meglio dell’Atalanta e creato tante occasioni da gol. Anzi…aver preso il gol della sconfitta sull’unico tiro in porta da parte di una squadra di macellai di più mi fa Inc…re. Nella vita e soprattutto nel giuoco del calcio serve fortuna…la domanda è: A noi quando c’è tocca? 🤬

    • Se si giocava così il primo tempo poteva finire 8 a 0 ma ahi me bisogna sempre regalare 45 minuti a chiunque

    • Tante occasioni e un arbitraggio di 💩 un connubio ormai conosciuto… Nessun rimpianto, quando vedi una grande Roma, giocare e spaccare l’ avversario…. Ma non è bastato…. Meglio giocare male e fare risultato, non impegnarsi più de tanto…. Vedere Eldor che in 10 mnt, crea più occasioni di Tammy in tutta la partita insieme a Belotti, mi fa pensare… È ORA DELLE SCELTE…. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • ieri ha vinto l’anticalcio. con un arbitro decente sarebbero volati subito un par de cartellini, la tattica der carbonaro finiva dentro ar cesso e la Roma avrebbe vinto facile. Gran partita della Roma, purtroppo Abraham sta vivendo un passaggio a vuoto e questo dispiace visto er grande attaccante che è.
      L’atalanta se continua così avrà seri problemi de formazione. Ieri sette gialli e Chiffi li ha graziati. Non se può impostare un campionato in questo modo. Gasperino anticalcio.

  2. Il fatto che Mou non abbia inchiodato l’arbitro nel post partita, ma che si sia frenato, indica chiaramente che si è reso conto di aver fatto una enorme cavolata. Dalla panchina potevano sembrare rigori, poi avrà rivisto le immagini. Quelli non sono rigori.
    E devo dire che ormai mi sono cascate le braccia. Siamo sempre alle solite. Vinci la coppa, lo scudetto e ti sbrachi. È dal 1927 che funziona così. Dei perdenti nati. Ieri in campo c’era gente a cui non importava nulla di vincere. Nulla. L’Atalanta ha fatto 1 tiro in porta. 1. L’Inter e la Juve avevano perso, prendevi sicuramente punti dal Milan o dal Napoli, avevi l’occasione d’oro… e la butti nel cesso. Come sempre, dal 1927.
    E non dite che questa è una squadra da 6 posto perché non è vero, questa, vedendo le altre squadre, è un team da primo posto e sfido chiunque a dire il contrario.
    Te puoi perdere perché sei stato sfortunato.
    Puoi perdere perché l’arbitro ha le corna.
    Puoi perdere perché gli altri sono più forti.
    Puoi perdere perché anche se hai dato tutto, non è bastato.
    Ma non puoi perdere così. È da cialtroni. Da sfigati. È irrispettoso soprattutto per un pubblico che ha fatto 10 sold out di fila e i biglietti non li paga prendendo 3 milioni di euro l’anno. Io mi sono rotto.
    Le ragazze, stessa cosa, sbagliano 8 goals davanti al portiere e perdono per un cross sbagliato che si insacca… Ma cosa devi dire? Io al prossimo turno per protesta non ci andrei allo stadio.

    • Ciao, sto dicendo le stesse cose da un pò di giorni, anche contro l’Empoli, ma mi danno 30 pollici versi, scrivono daje Roma daje e sono contenti. Se dopo 2 gol ad Empoli li facciamo apparire degli eroi questi poi ci ripagano così. Nel calcio la sfortuna ha un ruolo molto ma molto basso, non esiste, se sbagli 8 volte davanti al portiere non è sfortuna. Se l’avversario fa una sola azione e segna su un errore di posizione da bambini, questa non è sfortuna, è che il centrale di centrocampo sta pensando ai cazzi suoi. Ma vi rendete conto che succede sempre a ROma? e vidate una spiegazioni? Basya, basta e basta.
      Il Napoli non è più forte della ROma, guardate la squadra di ieri sera, però questi corrono 2 volte i nostri, c’è un impegno incredibile………ma tanto a ROma esce sempre qualcuno che scrive “Forza grande Roma olè” per aver vinto una partita ad Empoli.

    • @franceso e @Idi di Marzo Capisco la frustrazione per una partita persa in quel modo…pure io sono arrabbiato. Ma sinceramente mi è poco chiara la lamentela, cioè secondo voi cosa succede? C’è un grande complotto affinchè i giocatori della Roma non giochino al massimo delle loro possibilità dal 1927???? Perchè il Napoli scusa cosa ha vinto nella sua storia????? Giusto per capire dato che fai comparazioni…Solo perchè ora sono 3/4 anni che gira meglio a loro (che poi meglio, si arrivnao più in alto in classifica, ma intanto una coppa europea l’abbiamo portata a casa noi, e loro in euoropa saranno 40 anni che non giocano nemmeno una semifinale). La realtà è che in Italia sono sempre 3 le squadre che hanno dominato…è triste dirlo ma è sempre stato così…noi negli ultimi 30 anni probabilmente siamo stati i principali antagonisti di quelle tre, poi si, ci va spesso male questo è vero (qualche scudetto in più si poteva vincere), ma credo che quest’anno la rosa sia competitiva…siamo a settembre diamo tempo al tempo…purtroppo ora sembra giare tutto male, ma quello che differenzia noi da LORO è appunto che NOI sosteniamo sempre la squadra a precidenre dai risultati, per me questo è PLUS non un problema. PS: Non associate mai la parola “sfigati” ai colori giallorossi altrimenti ci sono altri siti su cui scrivere. FORZA ROMA SEMPRE

    • Su una cosa ti sbagli…quella di ieri era una squadra da sesto posto, perché fondamentalmente la stessa dell’anno scorso, tolti Matic (che non è che a 34 anni possa spostare granché) e uno Spinazzola molto meno efficace di Zalewski.
      I giocatori che potevano e dovevano spostare, Dybala e Gini non c’erano. I Pellegrini, Zaniolo e Abraham sono dei giocatori incompiuti, a volte danno a volte tolgono. E sono loro i nostri top players, esclusi quei due.
      Ieri sarebbe stato necessario uno spunto anche da parte del tecnico, ma non lo ha dato, anzi ha contribuito ad affossare mentalmente la squadra con una sceneggiata isterica, patetica e senza fondamento.
      In più, tiene Pellegrini in campo per un tempo facendolo giocare su un infortunio muscolare, mantiene un’inspiegabile difesa a tre per 85 minuti contro una squadra che si difende a oltranza. Vista la scarsissima vena degli attaccanti, magari la puoi risolvere con l’inserimento di un centrocampista, ma quelli che lo sanno fare restano in panchina a vedere Pellegrini giocare con una gamba sola.

    • Io credo invece che le motivazioni di questa sconfitta siano legate alle pesanti assenze ed al turbinio di impegni che tolgono lucidità ai giocatori.
      La Roma di ieri era sostanzialmente la Roma dello scorso anno.
      Le assenza tolgono la possibilità di ruotare i giocatori, cosa necessaria con un calendario così massacrante come questo.
      A centrocampo soffriamo maledettamente, Cristante e Matic non saltano una partita e sono male assortiti, là in mezzo si vede che manca proprio la qualità. Abraham non è quello dello scorso anno e senza Dybala non c’è proprio chi vede la porta in questo momento.
      Bisogna avere pazienza e aspettare di essere nuovamente a pieno organico, poi si potrà giudicare.

    • @forzagiallorossi, bell’esempio, il Napoli. Il Napoli non sono 3-4 anni che ci sta sopra, ma 10 anni, salvo qualche rara eccezione. Il Napoli, dico. Spendendo un decimo di tutto l’investimento fatto dalla Roma, dato che De Laurentis i soldi che ha sono quelli. Per prendere Osimhen guarda che nguacchio che hanno fatto. Hanno Mario Rui sulla fascia, il nostro scarto (che continua ad essere uno scarto). Congiura arbitrale? Possiamo discutere sul fatto che, non avendo i soldi per fare una panchina lunga, loro buttano alle ortiche la coppa e si concentrano sul campionato, ok. Ma il focus del discorso è che quando c’è l’occasione, noi la canniamo sempre. Dopo che hai vinto un trofeo non apri mai un ciclo, ma sbrachi. Dove per ciclo, badate bene, mi basterebbe pure essere competitivi e arrivare una volta secondo, una terzo… quanti anni sono che arriviamo 5-7?
      Gli altri anni potevamo pure dire che Pallotta aveva sbagliato tutta la pianificazione, quello che volete, ma quest’anno Friedkin e Pinto hanno fatto il massimo. E senz’altro abbiamo assenze, ma la partita di ieri ha fatto vedere che la rosa in campo era sufficiente per un’Atalanta in dismissione (hanno pure cambiato modo di gioco, adesso Gasp fa catenaccio, massimizzando il materiale che ha). Ieri dovevi tirare fuori i 3 punti a qualsiasi costo.
      Quanti anni sono che non vinciamo uno scontro diretto (a parte l’Atalanta l’anno scorso)? Ma possibile, manco per sbaglio? È una congiura arbitrale? Sono sempre gli infortuni? O sono le palle mosce che hanno? Quall’altra squadra là, che manco nomino, all’Inter le ha suonate. Poi ha perso le altre, ma per sbaglio, dico, una partita importante la vince in campionato. Noi quanto dobbiamo aspettare? Il prossimo rigore sbagliato? Il prossimo tiro addosso al portiere? Il palo, il fuori di poco?

    • @idi di Marzo:a parte che il Napoli 10 anni sopra di noi, ti informo che negli ultimi 10 anni loro sono arrivati sopra di noi 6 volte e noi 4, e come appunto dicevo io due volte di seguito negli ultimi 2 anni altrimenti prima eravamo 4-4, non mi sembra così schiacciante la cosa….poi se guardi l’Europa noi non li vediamo nemmeno (ricordo che siamo 11° nel ranking UEFA). Questo solo per dire che se la buttiamo nella mischia è facile dire di tutto di più. Guardate gli ultimi 10 anni e vi accorgerete che appunto solo in Napoli a livello di classifica ha fatto meglio, ma di poco (ma noi abbiamo fatto meglio in Europa di molto). Non esistono congiure arbitrali, ma dico solo di valutare le squadre almeno dopo 4/5 mesi…quì si spara a zero dopo un mese (UN MESE) (U-N M-E-S-E) di partite. Guarda caso anche l’Inter ha preso con l’Udinese, il Monza a cui noi ne abbiamo fatte tre vince con la Juve…la stessa Juve che compra Pogba Di Maria Kostic….ma basta lamentarci sempre…stiamo andando male? Si è vero….è tutto da buttare? NO!!! Magari aspettiamo che la squadra entri in forma, ci può stare che non siamo partiti bene, non deve succedere, ma può capitare, non credo che sia realistico vedere l’Udinese, l’Atalanta e gli Sbiaditi che si giocano il campionato, invece come vedete tutte le grandi hanno problemi attualmente…i conti si fanno alla fine perchè quelle che ora sono in testa voglio vederle a marzo.

    • PS: ovviamente quando dico solo il Napoli ha fatto meglio si intende tolte le solite tre, il concetto seguiva quanto detto nel commento sopra…

  3. La miglior partita della stagione ?
    Ruminiamo gioco, non c’è fluidità, non c’è velocità, non c’è precisione, il Napoli di ieri sera con Politano, Mario Rui e lo sconosciuto Kvaratskhelia, quello vuol dire giocare a calcio.
    Dybala è fragile lo sanno tutti non è sfortuna, il rigore non c’era è inutile gridare allo scandalo, Abraham non è un campione e se non in forma è da panchina. Ci siamo mangiati almeno 3 gol fatti non è questione di fortuna. Mourinho poi con le sue sceneggiate aiuta molto la squadra.
    Insomma il famoso salto di qualità deve ancora avvenire.

  4. A me sinceramente, e purtroppo, questa squadra non piacerà mai…

    ma non è una questione di risultati, è proprio il modo di stare in campo, modesto, poco intelligente…
    Il gol preso non è un caso, è un difetto ricorrente, la squadra si spacca in due con estrema facilità…
    Il modo di attaccare è estremamente banale, quasi sempre per vie centrali, senza mai cercare l’ampiezza, il gioco sulle fasce, i cambi di campo…

    L’impegnò sicuramente non è mancato, e neanche un pizzico di fortuna, resta il fatto che è una squadra che non mi piace come è impostata…ora ci sono due settimane quindi…buon lavoro Mourinho…

    • questa squadra, per giocare bene deve essere in perfetta forma. ieri hanno finalmente cominciato a correre
      per me i problemi sono 3:

      1 – cristante e matic insieme non possono giocare
      2 – uno dei 3 centali deve salire a centrocampo in fase di impostazione, per creare la superiorità numerica a centrocampo ( e ieri finalmente hanno cominciato a farlo)
      3 – al momento abraham è il più scarso dei 3 davanti. e deve riposarsi un po in panca, entrando al 70esimo, fino a quando non ritrova la forma

  5. Articolo esaustivo ed ineccepibile. L’unico “consiglio” che (se potessi darei ar Mister e al suo staff) mi sento di esprimere, è quello di fare molto più allenamento specifico sulle finalizzazioni (o tiri in porta dir si voglia), colpi di testa, tiri da fuori area e chi più ne ha più ne metta! Forse anche l’impiego di un mental coach potrebbe aiutare sti ragazzi ad inquadra’ mejo la porta pe’ capitalizza’ buona parte delle occasioni create. Io, nonostante li 🦉ufi e la mala suerte, rimango fiducioso del fatto che c’avemo tutte le carte in regola per fare un campionato da protagonisti e ritornare in Champions. DAJE ROMA DAJEEEEE 💪💛❤️

  6. Davanti la porta è molto più cattiva la squadra femminile imparassero da loro, non è possibile in casa con uno stadio così vedere una cosa del genere.
    Ma è mai possibile che non riescono mai a spaccare la porta? L’unica squadra che non da mai l’impressione di sovrastare l’avversario che rimane sempre in partita, una leziosità che non hanno nemmeno il M.City, RealM, Barc che loro si che se lo potrebbero permettere con i fenomeni che hanno.

  7. Concordo. Sarebbe stato preoccupante se la Roma non avesse mostrato una reazione, purtroppo rivelatasi vana per la scarsa vena di Abraham ed un arbitraggio non all’altezza. La squadra c’è, non ha demeritato e certo non vale meno dell’Atalanta. È semplicemente incappata in una di quelle partite in cui va tutto storto, ancor prima di scendere in campo.
    Cerchiamo piuttosto di recuperare gli infortunati per la prossima con un’Indah che avrà il sangue agli occhi. Il campionato è lungo, il Naples lo guida ma tradizionalmente Spalletti poi perde il passo. E nessuna delle altre sembra infallibile.

    • ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibañez; Karsdorp, Cristante, Mkhitaryan, Zalewski; Pellegrini; Zaniolo, Abraham. Allenatore: Mourinho.
      Questa era la formazione che ha vinto la finale di Conference…
      ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio, Mancini, Smalling, Ibanez, Celik, Cristante, Matic, Spinazzola, Pellegrini, Zaniolo, Abraham. Allenatore: Mourinho
      Questa è la formazione di ieri… Celik per Kardorsp, Matic per Miki, Spina per Zalewski…direi cambi all’altezza no?
      facendo un esame onesto delle prime 9 partite ufficiali, al netto di avere in rosa in più rispetto all’anno scorso Dybala, Matic, Belotti, Spinazzola e un Zaniolo recuperato, Celik, Camara (non ci metto volutamente Gini per ovvi motivi), vogliamo continuare a dare alibi a questa squadra (arbitri, campo, sfortuna, giornata storta, cena pesante), oppure iniziamo a aprire gli occhi e ci diciamo chiaramente che diverse cose non vanno?
      ad oggi, la squadra è lontana parente di quella che, pur giocando sempre di merxa, ma aveva una cattiveria e una concretezza che ha portato alla conquista di una coppa europea. Prima iniziamo a rendercene conto, Mou in primis, prima forse si potrà mettere una toppa e raddrizzare la barca, perchè ieri si è persa la prima grande occasione di mettere dei punti importanti tra noi e chi sicuramente si giocherà i posti in Champions.
      Siamo al secondo anno di Mou, i giocatori forti li ha avuti, la rosa è molto più completa ora rispetto all’anno scorso, al netto degli infortuni (a formazione di ieri sera lo dimostra), quindi fuori le palle e iniziassero tutti a dimostrare qualcosa, mister compreso, perchè che la coppia Matic-Cristante sia improponibile e ci sta costando un sacco di gol presi, l’hanno capito pure i bambini di 4 anni…

  8. Siamo una bella squadra con alcune cose da sistemare. Arriveremo tra le prime quattro e ce la giocheremo per una coppa. Oggi più che mai su con il morale, noi siamo della Roma.

  9. La Roma segna poco. I calciatori non sanno tirare. Fanno solo tiri a giro o ciabattate. Devono allenarsi sui tiri, il gol che sbaglia Abraham, Batistuta lo segnava mandando in porta palla e portiere.
    La Roma crea poco (non ieri), se quel poco te lo divori c’è poco da fare.

  10. tre cose da migliorare, secondo me

    la qualità dei cross.
    le conclusioni a rete
    la chiusura al limite dell’area.

    ieri bene, soprattutto nel primo tempo, l’intensità e il recupero delle seconde palle.

  11. Vabbè, Fiorini, avrò visto un’altra partita… 🤷
    Se la reazione fosse stata realmente “furente” avremmo spaccato la porta dell’Atalanta… Invece, lì davanti, ho visto mollezza e imprecisione…
    Il migliore in campo? Smalling per distacco.
    Quella di ieri era la classica partita spartiacque. Come nella nostra peggiore tradizione, l’abbiamo cannata.
    Sono troppo incaxxato.

  12. Viva Pellegrini! Altro che dybala! Avete visto quanta voglia di vincere ha questo ragazzo!? Ha fatto tutto da solo! Ha dato un sacco di palloni per gli attaccanti si è sacrificato in fase difensiva soprattutto sul gol dell Atalanta! Ha sfiorato più di una volta il gol! Gli altri non hanno fatto niente c’era solo lui! Adesso venitemi a dire che sono laziale

    • No ma allora dimmi tu cosa hai visto da parte sua! Giochiamo in 8 a turno ogni partita! Se non è Pellegrini è Spinazzola se non è Spinazzola è cristante se non è cristante è karsdorp se non è karsdorp è Mancini e così via! Mai dico mai una volta che tutti e 10 i giocatori giochino per 90 minuti uguale ogni partita! Ci sono sempre quei due giocatori che fanno non dico schifo ma giocano male male e tra i due uno purtroppo è sempre Pellegrini

  13. Mi permetto di dissentire dalla conclusione di Andrea Fiorini,in quanto per me la Roma non ha “le carte in regola per essere protagonista” .Infatti ha una rosa di centrocampisti nettamente inferiore a 5-6 squadre almeno. Già l’anno scorso si discuteva sulla mancanza di un regista e di un mediano d’interdizione,a cui non è stato posto rimedio alcuno in sede di campagna acquisti,anzi sono stati ceduti o lasciati andare con la massima nonchalance i vari Veretout,Mikhitaryan e persino Sergio Oliveira,che oggi come oggi avrebbe fatto maledettamente comodo.
    Se Mourinho non s’inventa qualche altro miracolo ,non vedo come la Roma possa qualificarsi per la Champions e superare il girone di E.L.
    Intanto,l’Alassio è un punto sopra :memorandum per il Direttore generale,l’Eroe e Santo Subito della recente campagna acquisti(?).

    • non dissentire troppo sennò te pija la..dissenteria..eh eh eh..è chiaro che le fortune della Roma dipendano dai singoli..se incominci a perdere per strada Gini Dybala Pellegrini etc etc,buonanotte popolo..in più c’è lo stalking arbitrale su Zaniolo ormai reiterato..a questo punto bisogna attaccare il Palazzo..basta basta tanto nei preimi 4 nn ci faranno mai arrivare..

  14. Questa partita è l’ennesima conferma di quanto alla fin fine, conta sempre chi fa gol indipendentemente dall’allenatore, dagli schemi o dai giocatori; chi è con Mourinho darà la colpa a chi non ha fatto gol e chi è contro Mourinho dirà che non è capace di dare un gioco alla squadra? che non abbiamo centrocampo ecc ecc.
    Personale sono molto fiducioso per la stagione, perché cmq se vedo una costante in questo indipendentemente di campionato è quella che abbiamo sempre creato occasioni a valanga e ci siamo mangiati caterve di gol ad ogni partita, segno che vuoi per la bravura del tecnico, vuoi per quella dei singoli, davanti alla porta ci arrivi facilmente. Mi sembra che anche fisicamente stiamo crescendo, non arriviamo più tardi sui contrasti e facciamo girare la palla più veloce.
    Altea costante è che la sfiga ha ripreso a ricordarsi di noi e questo mi preoccupa più di tante altre cose…
    Ora la sosta capita a fagiolo, speriamo alla ripresa di avere con noi dybala pelle e elsha.
    FORZA ROMA SEMPRE!

  15. Tifare ASRoma è sempre una gioia immensa, anche nall’abituale sofferenza.
    Meno piacevole e sinceramente sconfortante è assistere a questo lamentoso corteo di prefiche in lutto ogni volta che qualche cosa non va come speravamo.
    Ieri sera meritavamo di vincere con largo margine [per i cultori della statistica xG: Roma (2.44) 0-1 (0.17) Atalanta], senza discussioni. La palla non è entrata, punto.
    Ma, anche se l’oggettivo scollamento tra attacco e difesa è una sindrome preoccupante che andrebbe meglio curata, non ci sarà sempre un Chiffi né Santa Sfiga a metterci i bastoni tra le ruote. Fiducia e Forza Roma Sempre.

  16. per come la vedo io il quarto posto è sfumato, adesso vai a milano e che fai vinci? Onestamente lo ritengo poco probabile. Ieri si doveva vincere e basta non me ne frega niente che hai tirato venti volte o che hai sbagliato goal a porta vuota, perchè questo è un’aggravante.
    Mourinho aveva fatto il duro con karsdorp dicendo che se sbagli vai in panchina, bene ieri alla fine del primo tempo doveva sostituire abraham e mettere shomudorov. Non mi piace come sta gestendo questo inizio di campionato e se continuerà a far giocare sempre gli stessi gli infortuini continueranno a fioccare.

    • 96 punti ancora da assegnare (31×3) e: “il quarto posto è sfumato”.
      Quindi se acciacchi una cacca di cane butti le scarpe, se bruci il ragù diventi vegetariano, se t’entra un bruscolino nell’occhio te lo cavi, se fai uno starnuto detti il testamento…
      E dai!

    • Si ok, pure Shomurodov però si è mangiato un gol praticamente fatto, da lì di testa la devi buttare dentro, e dai

    • Mourinho sta commettendo lo stesso difetto di Inzaghi con l’Inter.. mettere in campo giocatori a cui è legato per riconoscenza o affetto e non quelli più in forma.
      Pellegrini ed Abraham hanno grandi meriti per la scorsa stagione (dove però siamo finiti sesti e solo la Conference ha salvato la stagione), ma ora anche basta.
      Matic era stato preso per far rifiatare Cristante non per giocarci insieme.. Camara qualcuno mi deve spiegare perché è stato preso..
      Concordo che dobbiamo darci una svegliata perché ci ha scavalcato l’Atalanta che ha vinto giocando male ma non scordiamoci che qualche anno fa era tranquillamente tra le prime quattro. Anche l’Udinese si sta mostrando un fuoco di paglia senza dimenticare la lazie.
      Dobbiamo pareggiare o vincere a Milano.
      Altrimenti siamo condannati ad un campionato anomalo come gli anni precedenti.

    • Ovviamente volevo dire che l’udinese sta dimostrando di NON essere un fuoco di paglia.
      E’ vero che queste squadre dovrebbero avere panchina inferiore alla nostra ma se noi non la sfruttiamo il vantaggio si annulla e loro hanno una squadra più giovane

  17. È vero che la Roma ha avuto sfortuna nell’infortunio di Dybala e che con lui in campo probabilmente avremmo vinto.
    Però quando si ha una rosa di attaccanti ed un allenatore che percepiscono ottimi stipendi ci si aspetterebbe di più.
    Non mi aspetto un allenatore che entra in campo a gioco in corso per fermare un giocatore beccando una espulsione mentre la squadra stava recuperando e c’era bisogno del suo aiuto.
    Non mi aspetto che attaccanti della serie A non sappiano mandare in rete soli davanti al portiere. Mi aapetto che le coppie di attaccanti dopo 1 anno sappiano i movimenti e che i centrocampisti sappiano scalare in difesa.
    Ieri ho visto la migliore Roma in fase creativa dall’inizio dell’anno però non si possono sbagliare quei gol che fanno la differenza tra arrivare quarti o settimi in un campionato equilibrato.
    Anche Mou deve capire che deve fare di piu..
    In quel centrocampo a 2 serve uno più dinamico come Camara/Bove/Zalewky.
    Belotti oggi è quello più in forma e gli esterni non sono più decisivi come l’anno scorso.
    Qualcuno mi dirà chi sei per criticare Mou.
    Solo un tifoso che ieri ha visto all’Olimpico errori che neanche al campetto di quartiere commessi da gente da 6*mln l’anno.
    La Conference era una base di partenza non di arrivo.. Dobbiamo lasciarcela alle spalle.
    Se torniamo settimi o sesti sarebbe un grave passo indietro.. Quindi forza a pedalare negli allenamenti e nom può essere il solo Dybala a risolvere le partite..

  18. Sono vent’anni che sento parlare di salto di qualità, occasione di sorpasso, bla bla bla… E puntualmente si fallisce l’appuntamento. Mi chiedo se saremo mai pronti
    Quella di ieri era una partita che poteva dire molto, in un senso o nell’altro. Ci ha detto che senza Dybala è quasi la Roma dell’anno scorso, che poi hai creato tanto è vero, ma se poi non la butti dentro non hai fatto niente, e qui la sfortuna non c’entra nulla, il problema sei tu. Si metteva in croce Fonseca per la stessa ragione, ma possibile che un tecnico che ha vinto qualunque cosa nella sua carriera non riesca a liberarci di questa mosceria sotto porta che ci portiamo dietro dalla notte dei tempi?
    Con Dybala sarebbe stato diverso? Sicuramente, ma non puoi dipendere da un singolo giocatore se vuoi puntare in alto.
    Il Napoli di ieri ha vinto a San Siro con Politano e Simeone, con un cinismo e una determinazione che noi ci sogniamo.
    Va già bene che Juve e le milanesi hanno perso e stanno ancora più o meno tutte là, ma bisogna darsi una svegliata subito.

    • Spalletti non sarà un vincente ma è un grandissimo allenatore. avesse avuto un carattere diverso avrebbe fatto una carriera da top team in Europa.

      lo abbiamo maltrattato per la vicenda Totti ma vedendo il tempo, forse era l’unico che lo ha trattato con sincerità e voluto veramente bene (le figure di m che Totti sta colleziona di oggi sono causa dipereoen sbagliate sbagliate nella sua vita).

      a Sarri gli hanno dato il Chelsea e la Juve e ha vinto, a Sarri…

      in Italia è l’allenatore più preparato sotto il punto di vista tattico e tecnico come allenatore, ma ripeto, non è un personaggio. Questo è il suo difetto.

    • Lorysan con me sfondi una porta aperta su Spalletti, anche per me è un grande allenatore, ma con lui abbiamo già dato e dobbiamo guardare avanti. Sulla querelle con Totti ero dalla sua parte, ma quando a San Siro lo ha lasciato fuori sinceramente da tifoso mi ha fatto molto male, una passerella nella scala del calcio la merita anche l’ultimo degli sfigati, figuriamoci un pezzo di storia com’è stato Francesco.
      Tornando ai giorni nostri, io fatico a credere che un uomo con la preparazione e l’esperienza di Josè Mourinho, che al suo primo anno ci ha già riportato un trofeo, non riesca a colmare una lacuna che ormai è il nostro marchio di fabbrica da anni. Sono scarsi i giocatori? Non sono in forma? O non sono abbastanza motivati? Se non lo capisce lui qual è il problema cosa dobbiamo fare?

  19. Il miglior giocatore è sempre quello che non gioca!!
    Bisogna smetterla di pensare così!
    Si tratta di una squadra, cresciamo anche da questo punto di vista.
    Il problema vero è che non riusciamo a metterla dentro! Non finalizziamo il gioco, segnamo pochissimo.
    Questa è! E poi come il calcio ci insegna, dopo tanti attacchi pericolosi la squadra si stanca e l’avversario alla prima occasione ti buca.
    Quindi non si tratta di sfortuna ma di trovare la quadra in attacco.
    I pezzi lì davanti sono tutti scollegati e ci vuole il guizzo di qualcuno per oscurare il problema reale.
    Non c’è altro.
    Il resto è fatto di sfoghi che non portano a nulla.
    Ancora un pò di pazienza e arriveremo dove vogliamo.
    Arbitro da dimenticare!

  20. andrò molto CONTROCORRENTE ma il primo che non ha le carte in regola per poter fare la differenza è Mourinho.

    a parte la conference, vi ricordate il travaglio dello scorso anno? dal dare la colpa alla panchina, per arrivare a dire “avessi avuto Juan Jesus e Bruno Perez”, fino al 6-1 con bordo e l’umiliazione in coppa Italia con l’Inter? continuo?

    senza la coppa sarebbe stata la peggior stagione che io ricordi da quando sono vivo.

    quest’anno è iniziata con le stesse stigmate.

    il mercato non ha fatto altro che scoperchiare un problema, cioè l’incapacità di Mourinho di fare della necessità, virtù, proprio quella che ha Spalletti che sta dimostrando a Napoli e che ha fatto a Roma.

    Mourinho è un genio della comunicazione e porta la presedienza al limite, ma come allenatore? cosa ha dato? cosa sta dando?

    io continuo a dire che la Roma avrebbe bisogno di uno che insegna calcio e che fa calcio, non di uno che dice “palla ai quattro e si vede”.

    o cambia Mourinho o la Roma farà la stessa stagione dello scorso anno con la differenza che siamo in Europa luege ed il livello si è alzato.

    PS: Continuare con matic cristante è come bestemmiare in chiesa… è roba da horror sia tattica che tecnica. Sarebbe di una gravità inaudita riproporlo da qui in poi. Ennesimo goal subito per errore di posizionamento del centrocampo che schiacciandosi troppo lascia vuoto lo spazio davanti l’area di rigore. inconcepibile.

    • Concordo in tutto.
      Il grande equivoco è stata la Coppa dei settimi, teniamocela stretta, ma sempre Coppa dei settimi rimane..

    • concordo sul fatto che riproporre Matic Cristante ancora e ancora, dopo aver visto più volte che non funzionano, principalmente per colpa del secondo, è un’aberrazione. Camara non avrà magari i 90 minuti nelle gambe, ma perché non provarlo almeno un tempo? Con l’Empoli ha dimostrato di non essere malaccio.
      Mi ricorda quando Garcia si era fissato con Gervinho, lo faceva giocare pure zoppo, e infatti poi abbiamo visto i risultati…
      Ma il vero problema di questa Roma, presente da molto prima che arrivasse Mourinho, è che sotto porta facciamo cacare

    • Lorysan rispetto il tuo punto di vista!
      Per alcuni aspetti lo comprendo anche.
      Ma il punto è che l’attuale allenatore è vincente per natura e non mi pare che ci siano dei grandissi maghi risolutori in giro..
      Per quanto riguarda Spalletti c’è da dire che sempre per natura non è vincente e dopo un pò il suo gioco lo conoscono tutti a memoria (parlo ovviamente degli avversari).
      In conclusione Mou per arrivare in cima è l’unica strada anche perché dà sicurezza anche alla presidenza.
      Non sarà un grande inventore di gioco ma vuole i pezzi giusti per vincere e prima o poi ci riesce..

  21. Al mister vogliamo tutti bene ed è il nostro condottiero ma si fissa troppo su alcuni giocatori. Che Matic e Cristante siano due doppioni lo sanno anche i muri e si continuano a vedere in tutte le partite, idem Spinazzola. Credo e spero che si trovi il coraggio di cambiare qualcosa e lanciare qualche altro giovane come è stato fatto lo scorso anno con zalewski

  22. Senza dybala sono dolori e lo si era capito anche nelle ultime due vittorie. La sfortuna ci tartassa ed alcuni tra i giocatori più importanti sono fuori forma (abraham, pellegrini, spinazzola) ma anche smalling e rui patricio…

  23. Se i nostri centrocampisti avessero fatto coperture adeguate in occasione del goal di Scalvini e se i nostri attaccanti avessero fatto il loro dovere ora staremo commentando un’altra partita.
    Premetto questo giusto per chiarire chi siano a mio avviso i principali responsabili della sconfitta di ieri, ovvero i giocatori.
    Però credo che dopo 9 partite si possano fare anche analisi un po’ più approfondite.
    Si può dire che Mou non sta utilizzando al meglio la rosa?
    Io nei mancati risultati vedo anche altre motivazioni.

    1) Il tecnico non ha ancora capito come mettere in campo i migliori mantenendo un’equilibrio tra i reparti.
    Quante partite dobbiamo ancora giocare per capire che con lo schema con i 3 dietro + due mediani troppi simili e lenti come Matic e Bryan la squadra consegna spesso il centrocampo agli avversari, si allunga, risulta prevedibile e appare troppo dipendente dalle giocate dei singoli piuttosto che giovarsi di un gioco corale?
    Inoltre, almeno al sottoscritto, sembra che le scelte dell’11 iniziale siano legate più al blasone dei giocatori piuttosto che al merito.
    Spinazzola, Cristante ed Abraham per me non sono al momento i migliori nei loro ruoli eppure giocano quasi sempre.
    Gli unici schemi che consentono di schierare contemporaneamente un centravanti, Zaniolo, Dybala e Pellegrini mantenendo reparti equilibrati sono quelli che prevedono una difesa a 4: perché invece continuiamo sempre a 3 dietro?

    2) Una riflessione sul mercato di Pinto.
    La strategia di non vendere i migliori e prendere parametri zero o occasioni è stata quella più giusta quest’estate perché non avevamo alternative a meno di non cedere Zaniolo.
    L’occasione per investire l’abbiamo avuta l’anno scorso ma purtroppo ce la siamo giocata male.
    Per fare un salto di qualità più concreto e duraturo bisogna investire in giocatori giovani e di talento.
    Il campionato racconta che chi per difficoltà economiche ha puntato su parametri zero e giocatori stagionati sta avendo difficoltà (noi, Juve, Inter) mentre invece chi ha puntato sui giocatori giovani e di talento ha vinto uno scudo (il Milan) oppure si trova nelle prime posizioni (Napoli, Lazio, Udinese, Atalanta).
    Questo per chiarire che la Roma attuale sta pagando ancora gli errori di un’anno fa.

    3) Ed infine un terzo elemento, la sfiga nera (leggi infortuni gravi). L’infortunio di Wijnaldum è stata una mazzata devastante alle nostre ambizioni. E i recenti infortuni di Kumbulla, Karsdorp, Dybala e Pellegrini appesantiscono il quadro.
    L’anno scorso siamo stati graziati, ora stiamo pagando quella grazia inaspettata con gli interessi.

    • concordo al 100% con quello che scrivi, e mi sento di fare solo un piccolo appunto: Wijnaldum non le avrebbe potute giocare tutte, con o senza l’infortunio…la rosa c’è, è profonda, e i giocatori vanno utilizzati tutti, i 5 cambi vanno utilizzati tutti, magari dal 50°, non sempre alla fine o quando ormai la frittata è fatta…i big servono, ma non tutti insieme in campo, ma utilizzati in base allo stato di forma e al momento della partita…mi sembrano cose lampanti, ma evidentemente noi siamo cretini e chi decide invece è un volpone, però poi ci sono la classifica e i risultati in campo che fanno storia, molto più che le conferenze stampa o le interviste post partita…

  24. Il Napoli è primo in classifica con gli scarti Politano e Mario Rui e con Rrhamani che sembrava quello scarso in coppia con Kumbulla… possibile che Bove e Camara siano peggio di Cristante?

    • Il Napoli caro mio ha fatto un mercato da applausi a scena aperta, lascia stare.
      Sono arrivati Simeone, Raspadori, Kvara, Oliveira, Sirigu, Ostigard, riscatto Anguissa e Kim.
      Alla fine il bilancio tra acquisti/cessioni/minori spese il saldo è addirittura + 52 ml.
      Direi un capolavoro di Giuntoli visto che avevano perso Insigne, Koulibaly, Mertens e Fabian Ruiz.
      Ho visto il Napoli in coppa e mi ha veramente impressionato.
      Gioca un calcio stupendo e merita di stare lassù.

  25. chi pensa che il mio commento precedente è troppo pessimista e che si può sempre rimediare deve cmq pensare che alla fine tutto si riconduce a matematica e statistica perché è di numeri che si compone la classifica.
    Ora dopo sette partite sei già a due sconfitte, significa che se perdi a Milano, evento possibile, sali a tre in otto partite. Significa che il margine di errore e di partite che puoi cannare si assottiglia enormemente visto che per arrivare almeno quarti non dovresti perderne in genere più di 8. Di conseguenza nelle restanti 30 partite devi fare un percorso sontuoso.
    Traete le vostre conclusioni

  26. Toro seduto, confrontare Abraham a Batistuta ed io aggiungerei anche l aeroplanino,e come sì suol dire confondere la mer.. con la cioccolata.

    • Lupo 57, sono d’accordo. Era un esempio. Potevo dire Abel Balbo (criticato giorni fa su questo sito, incredibile ma vero, da alcuni utenti dalla memoria corta) oppure Ciccio Graziani. Il succo non cambia. Finché cercano la giocata ad effetto, complicata, il tiro a giro, la fenomenata, staremo sempre in queste condizioni. Una botta secca di collo pieno, ‘na cannata come dicevamo noi da regazzini, altro che sti stracci bagnati.

  27. l’equilibrio di giudizio del romanista:
    -te la giochi alla pari con la Salernitana (0-1): “l’importante è il risultato”
    -te la giochi alla pari con la Cremonese (1-0): “l’importante è il risultato”
    -te la giochi alla pari con il Monza (3-0): “l’importante è il risultato”
    -giochi solo un tempo a Torino: “eh, ma un punto a Torino…”
    – sveglia a Udine: “ecco, chi voleva il bel gioco!” (quale bel gioco? e il risultato conta stavolta nel giudicare l’allenatore?)
    – sveglia in Bulgaria: “eh, ma il campo…” (il risultato conta stavolta nel giudicare l’allenatore?)
    -l’Empoli te na fa na capoccia come un dindarolo (1-2): “l’importante è il risultato”
    – arriva un’espulsione a qulo contro i pascolarenne, che fino a quel momento avevano dominato, ma devi mettere i titolari, pure in 11 contro 10, che non possono riposare nemmeno coi pascolarenne: “l’importante è il risultato”. ma il risultato è Dybala che salta l’Atalanta.
    – perdi in casa con l’Atalanta: “eh, ma l’arbitro…”, “eh, ma le occasioni erano di più le nostre…” (stavolta il risultato conta nel giudicare l’allenatore?) “eh, ma se magnano i gol, e quelli hanno fatto un tiro in porta”, cioè il giudizio diametralmente opposto a quello delle vittorie per 1-0 del vate: che se vinciamo noi con un tiro in porta “tiè, alla faccia del bel gioco”, se perdiamo, so scuse.
    o un allenatore va giudicato con “mancava Dybala”? e Dybala non mancava per caso perchè Mou ha mandato la solita squadra indecente in campo contro i pascolarenne, e l’ha dovuto mettere di corsa nel secondo tempo? no. Mou non sbaglia…
    siete psicolabili, o cosa? il risultato conta se Mou ha vinto (e non se la Roma ha vinto), se Mou non ha vinto, scuse su scuse, alibi su alibi.
    7 milioni l’anno, e io non dovrei criticarlo, perchè sennò “cambia squadra”. la squadra è la Roma, non il Mou FC. quindi siete voi che avete cambiato squadra.

    • grazie di esistere sbinf…i segnali di risveglio finalmente iniziano a vedersi da parte di più persone, finito l’effetto allucinogeno della coppa…era ora

    • sono d’accordo, la rosa va fatta ruotare, non facendo giocare mai le seconde linee ti riduci a non avere più soluzioni ed anche un buon giocatore che non gioca mai diventa un’incognita quando lo metti in un meccanismo di cui non fa quasi mai parte. È il caso di shomurodov ma anche bove lo stesso kumbulla quando stava bene.

    • Io credo che dovremmo domandarci: con chi cambieremmo Mourinho adesso? In serie A francamente non vedo nessuno.
      Pioli alla Roma funzionerebbe? Mah.
      Spalletti? Inutile parlarne, ormai bruciato qui.
      Allegri? Se critico Mou come posso pensare a lui?
      Sarri? Ovviamente in questo momento di lui non si può parlare perché è brutto a prescindere.
      Culoncino? Glissiamo.
      All’estero pescherei sicuramente Klopp e Guardiola (grande sforzo, lo ammetto), ma mi sa che non ci pensano a venire qui.
      Altro? Ancelotti? Treno passato da un pezzo. Conte? E gli dici che c’è il FFP?
      I cosiddetti “emergenti” qui vengono “sommersi” in men che non si dica, quindi niente da fare.
      E allora, per quanto mi sforzi, riconosco che abbiamo il massimo cui possiamo onestamente ambire, almeno per adesso.
      Quello che contesto è l’idolatria e la venerazione assoluta nei suoi confronti, che spesso sconfinano nel fanatismo religioso, privilegio non accordato neanche a gente come Liedholm o Capello.
      Si è arrivati persino ad attribuirgli poteri taumaturgici per il modesto numero di infortuni muscolari patiti l’anno scorso, quando era invece persino banale attribuire il tutto al caso.
      “Caso” che quest’anno invece ci vede benissimo.
      Così come è anatema provare ad osservare che la difesa a tre ormai è più un problema che una soluzione e che restarci anche nelle partite come quella di ieri è forse un errore.
      Né si può dire che Matic e Cristante insieme non possono stare, quando poi lo ammette pure lui.
      Così come è stucchevole sentire che quando si vince è merito suo e quando si perde è colpa…dei cambiamenti climatici.

    • non voglio assolutamente l’esonero di Mou. sarebbe follia, se rapportato ai problemi, ai vantaggi che porta, etc. ma se c’è chi oggi ha affermato che “colpa di Zaniolo ‘espulsione, perchè sbracciando confonde Mou e lo costringe all’espulsione”, siamo alla follia, all’idolatria, al manicheismo autentico. non è colpa sua nemmeno se si fa espellere, è esente da responsabilità.
      8 gol fatti, una sola partita in cui, subendo gol, abbiamo vinto (empoli), ossia totale sterilità, che impedisce di andare a punti se subiamo. e difesa colabrodo.
      fosse l’anno scorso, pure pure. ma la rosa l’hanno migliorata (con tutte le operazioni avallate da lui) e nenache poco. però so sempre scarsi, manca sempre qualcosa, ed è il primo che non si è mai attribuito una singola colpa, un singolo errore.
      pretendo solo il diritto di criticarlo, come tutti quelli che sono stati alla Roma.

    • @UB40, quando la rosa è forte, persino un Di Francesco arriva in semifinale di Champions, salvo poi sparire dai radar quando torna ad allenare formazioni mediocri. Con la rosa che ha oggi Mou, non credo serva Klopp per fare meglio di un sesto posto…il merito è aver vinto una coppa europea con una formazione peggio di questa, ma sempre sesto sei arrivato in campionato…ora la rosa è più forte sia qualitativamente parlando che numericamente parlando, in più è al secondo anno, e quindi non regge manco l’alibi della poca conoscenza dei giocatori. Con Ronaldo in campo, pure Pirlo ha vinto una coppetta italia, quindi a me andrebbe benissimo investire di più sulla rosa e meno sul guru di turno, che tanto poi ti senti dire “eh, ma se non segnano che ci può fare?”…fatto sta che un De Zerbi qualsiasi, con un Dybala a disposizione farebbe sicuramente bene

    • Ma io non capisco chi vorreste al posto di Mou…lo spaete che già Mou è un miraoclo sia venuto vero? Pensate veramente che va via Mou e prendono un altro top europeo???? Leggo addirittura che si vorrebbe De Zerbi…se viene De Zerbi qui non dura 3 mesi e si inizia a insultarlo garantito. @Criptico: Certo bisogna investire sui giocatori…mi sembra abbastanza ovvio, c’è un piccolo problema, quelli forti costano! Dovete convincervi che non ci sono i soldi per prendere 11 Dybala…ora la squadra è più forte dello scorso anno….però è ovvio che se si infortuna Gini ti cambinao le carte in tavola….Mou non vuole mettere Matic e Cristante…ma se Camara non è ancora in condizione cosa può farci? Se Pellegrini deve giocare sulla trequarti, perchè prima si infortuna Zaniolo, poi si infortuna Elsha, poi Dybala, come fa Mou a togliere uno tra Matic e Cristante??? Bove la soluzione a tutto secondo molti….Bove che giocava in primavera fino allo scorso e già lo vedo se sbaglia due partite di fila che viene etichettato a vita (quindi fa bene Mou a proteggerlo). Purtroppo anche gli infortuni stanno condiizonando tanto è intule nascondersi

    • @forzagiallorossi: io voglio di più da Mou. un gioco minimamente più decente, una formazione in cui non ci siano troppi adattati, un miglior uso della rosa, che consumi di meno i titolari.

  28. Ricordo un Roma atalanta stagione 2020-21…finì 1-1…presi letteralmente a pallonate fino a che fu espulso uno di loro a metà secondo tempo. Nel calcio succede che pareggi quella partita e poi perdi ieri. Quando ci sono partite così, con il risultato così bugiardo, c’è poco da fare o commentare. Il problema adesso sono le prossime, rischiamo di giocare con l’inter e la sfida decisiva con il betis con l’organico ridotto all’osso, senza Il Migliore e senza anche altri giocatori importanti. Bisogna in tutti i modi restare a contatto con le prime fino alla sosta per il mondiale. In europa league la vedo molto dura arrivare primi.

  29. se dopo la sosta a Milano con l inda stacchiamo ed in testa vincono.. ci troviamo già a 7 punti dalla vetta a solo metà del girone di andata! sinceramente, occasioni sprecate e infortuni a parte, mi aspettavo di meglio.forza e coraggio ma ahimè l andazzo del campionato della Roma mi sembra quello degli ultimi 2 anni. spero davvero di sbagliare.

  30. i rimpianti veri sono quelli ,tolto Dybala, di fare sempre un mercato senza senso….non riesco a capire perchè certe società come Atalanta.Sassuolo,udinese ecc….comprano dei giocatori ,pure sconosciuti ,ma veri, che hanno fame che corrono tutta la partita…noi abbiamo bradipi e buoni per uomini e donne , e quelli buoni li teniamo in panca.

    • Quindi preferisci la rosa di Sassuolo Atalanta e Udinese che (ad eccezione di qualche anno l’Atalanta) generalmente arrivano tra il 10° e il 15° posto? No perchè a sentir voi sembra che siamo noi quelli che arrivano a metà classifica e queste squadre con questi giocatori “che corrono tutta la partita” arrivano sistematicamente in CL. Non mi sembra sia così…non valutiamo le squadre a settembre ma ad aprile altrimenti si sparano commenti a caso…FORZA ROMA

  31. Buongiorno a tutti . Io la vedo così: A dispetto dei santi l allenatore non è riuscito, ancora, ad inculcare mentalità e personalità alla squadra. Perché secondo voi si gioca a tre dietro? perché i giocatori hanno paura, altrimenti non si spiega il motivo di difendere in area di rigore. Ci sono degli equivoci enormi : pellegrini è una mezz ala tant è vero che inizia a giocare quando arretra un po’ sennò si pesta i piedi con Dybala. Spinazzola è questo, tanto fumo e poco arrosto l europeo è stata un eccezione. Zaniolo, che adoro, finché non segnerà continuerà ad incamponirsi a testa bassa ed è un grande limite. Abraham ieri ha fatto un ottima partita macchiata in modo indelebile dai gol falliti. Ma a chi non capita? Ricordate Dzeko ed i meme da non vedente? In conclusione la Roma è forte, deve solo convincersi di esserlo. ps 4 3 2 1 smalling ibanez celik zale matic pelle camara/bove dybala zaniolo tammy.

    • quindi Fergusson a Fonseca je spiccia casa, se è riuscito ad arrivfare in semifinale di EL con quei giocatori?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome