Roma, road to Dublino

23
1419

AS ROMA NEWS – Riproviamoci. La Roma stasera comincia la sua nuova avventura in Europa League con l’obiettivo di arrivare alla finale, la terza in tre anni, e cancellare la beffa subita lo scorso anno a Budapest dopo che lo sciagurato arbitraggio di Taylor tolse ai giallorossi la meritata gioia di un secondo trofeo europeo.

“Continuo e continuerò a dire fino all’ultimo giorno della mia carriera, ed eventualmente anche dopo, che la finale di Budapest non l’abbiamo persa“, il messaggio che ha voluto mandare Josè Mourinho in conferenza stampa, portandosi dietro (come se ce ne fosse ancora bisogno) il favore della tifoseria.

La strada verso Dublino, città dove si disputerà la finale 2024 dell’Europa League, parte da Tiraspol, cittadina moldava situata ad appena 10 chilometri dal confine con l’Ucraina, dove questa sera la Roma affronterà lo Sheriff campione in carica del proprio campionato.

La differenza tecnica tra le due squadre, nonostante le assenze e il turnover che Mourinho ha intenzione di operare in vista del Torino, è piuttosto netta. Lukaku e compagni dovranno cercare di chiudere la pratica nel primo tempo e provare a gestire la ripresa, in modo da risparmiare energie preziose per il campionato. La Roma infatti non avrà molto tempo a disposizione per rifiatare e praticamente nessuno per preparare la successiva trasferta di campionato. 

Partire col piede giusto in Europa sarà fondamentale per mettere subito in discesa il girone e affrontare questo primo passaggio verso la finalissima con più tranquillità e meno affanni. Perchè la Roma non vuole scegliere: campionato e coppa, l’obiettivo è provare ad arrivare fino in fondo a entrambe le competizioni. La rosa, senza brutte sorprese, stavolta può permetterlo.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteMOURINHO: “Dirò per sempre che la finale di Budapest non l’abbiamo persa. Champions dalla coppa o dal campionato? Ora non posso dirlo” (VIDEO)
Articolo successivoUn turnover di livello contro lo Sheriff. E l’attacco diventa un rebus

23 Commenti

  1. Contro lo Sheriff modesta squadra Moldava, sinceramente mi aspetto soltanto una vittoria, invece la partita che può dirci qualcosa in più sulla reale forza della Roma è quella contro il Torino domenica.

    • Non tocca prenderli sottogamba, questi hanno fatto male al real al bernabeu. In più quando noi abbiamo sottovalutato l’avversario abbiamo perso in norvegia e in bulgaria negli ultimi due anni. In Europa non esistono avversari modesti come ha detto ieri Mou, Andiamo a giocare!!

      Per cui concludo con delle formule apotropaiche riprendendo i nostri antenati:

      in omnia pericula tasta testicula
      Grattatio pallarum etiam omnia mala fugat
      PALPEGGIATO AUGELLO IACTURA FUGATA EST!

    • Il grande avversario di stasera è il 7-0 del campionato che può creare attacchi di fenomenite ben noti dalle nostre parti. Attenzione quindi.

  2. Personalmente non penso che un giocatore come Lukaku rinunci alla vetrina internazionale, sia pure in Europa League; quindi vedo la coppia inedita Lukaku-El Shaarawy.

    • Queste non sono scelte che può prendere il giocatore. Credo che oggi la priorità sarà migliorare la condizione a seconda del fisico di ciascuno. Magari Lukaku, Sanches e Paredes faranno un tempo o mezz’ora, dipende da cosa è meglio per i loro muscoli.

    • In effetti giocare a tiraspol è una vetrina internazionale di quelle occasioni che ti capitano una volta nella vita, ci saranno miliardi di persone collegate da tutto il mondo e romelu già freme al solo pensiero di potere un giorno raccontate ai propri nipoti che una volta riusci pure a Giocare a tiraspol nella fantasmagorica regione della transnistria…..i cervelli non pervenuti. .

    • Cara Francesca, W la Transnistria! Eroi che resistono alla pressione delle élite e del capitalismo globalista. Questa sera li sfonderemo, poi per me torneranno ad essere gli eroi che sono!
      Forza Roma, sempre!

  3. Per la mia squadra non ci sono partite facili.
    Riavvolgo il nastro e ricordo Verona qualche settimana fa. Ludogorets proprio all’esordio in coppa l’anno scorso.
    E mi fermo, alcune ferite ancora sanguinano…
    Sfonnamoli!
    Forza Roma, sempre!

  4. Se arrivi almeno ai quarti puoi anche pensare a Dublino. Ora è molto prematuro ed è bene guardare al campionato .Cerchiamo di essere in questa fase della stagione realisti negli obiettivi.

    • A parte che il Siviglia potrebbe esserci di nuovo retrocedendo dalla CL, non so se avrei preferito il Siviglia al MU in finale lo scorso anno…

  5. Sicuro il Mister deve dosare le forze. Da Giovedì a domenica solo un turnover importante può permetterci di affrontare le due gare con l’intensità giusta.
    Dybala per me manco se deve scalda’ in Moldavia.
    Lukaku il tempo di 2 sveje e sotto la doccia.
    Anche questo un piccolo regalo della Figc…

  6. La formazione iniziale dovrebbe essere questa:
    Svilar
    Mancini Llorente Ndika
    Karsdorp Aouar Cristante Bove Zalewsky
    Belotti Lukaku

    Che gioca Svilar lo dicono da giorni i giornali e considerata l’età e le prestazioni del titolare mi sembrerebbe buona cosa.
    La difesa è obbligata con Smalling in infermeria.
    Ragionevole un turno di riposo per il fragili Spina, Renato Sanchez e Dybala.
    Possibili variabili potrebbero essere El Sha in attacco o sulla fascia al posto di Nicolino, Celik a destra al posto di Karsdorp, oppure Paredes.

    Forse lo Sheriff non è più quello che ha stupito tutti battendo Real e Shaktar in Champions, ma resta una trasferta insidiosa, sopratutto se la di prendere sottogamba come altre in passato.

    • Stessa difesa dell’Empoli, centrocampo tutto da verificare, Belotti-Lukaku danno tranquillità, terzini quelli ci sono

  7. Idolatro Mourinho (e capisco che anche Svilar e Karsdorp è bene averli in forma…) ma mi sembra di ricordare che i turnovers di questo tipo non sono mica andati bene, negli due anni passati…

    Ambiente alieno, avversario e pubblico presumibilmente super eccitati… mi sarebbe piaciuto veder scendere in campo una difesa stagna. Spero che giocheremo ben coperti, almeno…

    Ciao a tutti 😊.

  8. Da oggi in poi guardo le avversarie , come lo sguardo di King Lukaku , con cattiveria e risolutezza….non ci interessa che posizione occupano o che ci gioca …dobbiamo solo vincere 😍

  9. per una partita così dovrebbe bastare la primavera perché tecnicamente chiunque va in campo è superiore alla rosa della squadra moldava.. è solo un problema di testa e voglia e priorità sulle seconde palle…loro hanno paura soltanto del nome

  10. Appena ascoltato alla radio che lo Sheriff è una squadra composta in larga parte da giocatori africani e che ha nella fisicità e nell’intensità il suo punto di forza: credo che non sarà una passeggiata.
    E scusate se batto sullo stesso tasto, ma ritengo assolutamente autolesionistico proporre la difesa titolare, ovvero gli unici 3 attualmente disponibili, quando ci aspettano 7 gare in 21 giorni.
    Se si fa male uno dei tre?
    Non avrebbe più senso proporre una difesa a 4, facendo riposare uno tra Mancini, Llorente e N’Dicka?
    Oppure far riposare Mancini e mettere Celik nel braccino di destra?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome