Roma show con vista Champions

102
1821

AS ROMA NEWS – Nessuna distrazione. Zero pensieri diretti alla partita contro il Brighton di giovedì prossimo. A differenza degli inglesi, crollati col Fulham (3-0) anche a causa dei tanti cambi, la Roma di De Rossi mantiene la testa sul campionato e si sbarazza del Monza con un punteggio un po’ troppo severo per i brianzoli.

La vittoria comunque è netta e meritata: allo U-Power, invaso dalla solita ondata giallorossa numerosa quanto rumorosa, trionfa la squadra più forte e con maggior tasso tecnico. La differenza la fanno i giocatori di qualità che ha la Roma: Pellegrini realizza un gol pazzesco che spiana la strada ai suoi, poi ci pensa Dybala a servire un pallone al bacio per il gol di Lukaku, a segno finalmente anche contro il Monza.

Quindi nella ripresa è la Joya a mettersi in proprio con un gioiello su punizione, e infine è Paredes su rigore a calare il poker romanista sul malcapitato Monza, che segnerà il gol della bandiera solo nel finale con un jolly pescato da Carboni (Andrea) poco prima del recupero. La punizione per i lombardi è eccessiva: la squadra di Palladino può recriminare soprattutto per il palo di Djuric a inizio partita, un’occasione che avrebbe potuto mettere il match su binari diversi.

Ma il divario con la Roma è stato comunque lampante nel corso dei novanta minuti, e alla fine probabilmente l’avrebbe comunque spuntata la squadra di De Rossi, i cui meriti della rinascita giallorossa sono sotto gli occhi di tutti. Da quando l’ex capitano siede su questa panchina, la Roma macina punti, gol e belle prestazioni, riuscendo a tenere una media più da lotta scudetto che da zona Champions. Tornata ormai a un tiro di schioppo.

Lazio e Fiorentina continuano a perdere terreno, Bologna e Atalanta si sfideranno questa sera, e una delle due (o tutte e due) è destinata a lasciare punti per strada. La Roma sta lì, pronta a mettere la freccia. “Non abbiamo ancora fatto niente“, è al frase più ripetuta dai giocatori a fine partita. Vangelo. Ma se la squadra continuerà a tenere questo ritmo, il ritorno nell’Europa che conta sarà una naturale conseguenza.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSerie A: pareggio a reti bianche tra Torino e Fiorentina, viola a -5 dalla Roma. Beltràn salta la sfida con i giallorossi
Articolo successivoSerie A: il Napoli batte la Juventus (2-1) e riaccende le speranze Champions. Vittoria pesante del Bologna sull’Atalanta: la Roma scavalca i bergamaschi, emiliani a +4 dai giallorossi

102 Commenti

  1. dal rischio baratro in classifica con Mourinho all’attuale 5 posto con De Rossi, in poco tempo.
    La normalità nella materia calcio vince sempre.
    Forza Roma
    Daje DDR!

    • Bisogna fare delle considerazioni adesso:

      sicuramente nei big match bisogna vedere di che pasta è fatta questa Roma ma vedendo il primo tempo ottimo contro un Inter ingiocabile per tutte le squadre e i risultati contro il Feyenoord qualcosa di buono lo lascia presagire anche in questi scontri di cartello ma già è tanto fare i punti contro tutte le altre squadre medio-piccole.

      Pellegrini è tornato ad essere il giocatore visto nell’anno della Conference. Quindi come dicevo al tempo se gli va data la fiducia e non gli si rompe le scatole ogni volta senza motivazioni valide può rendere bene come rende adesso perché i mezzi tecnici li ha eccome, alla faccia di chi diceva che con Dybala non poteva giocare perché secondo alcuni professoroni si pestavano i piedi sta partita dà la dimostrazione che non è proprio così come dicono e che sono stati smentiti (ora i suoi hater sono spariti).

      Paredes anche è un giocatore completamente diverso rispetto a quanto visto con Mourinho. Il cambio di modulo e il cambio di modalità di gioco ha fatto migliorare le sue prestazioni, forse c’è bisogno di trovare un mediano di rottura per dargli a Paredes il ruolo di regista classico alla Pjanic senza dargli compiti difensivi e di questi mediani ne chiedo 2: Prati del Cagliari e Guido Rodriguez che ha il contratto in scadenza col Betis. Così avremmo due giocatori in mediana che fanno filtro davanti alla difesa che mancano dall’addio di Matic e che daranno una mano anche a Cristante apparso più in difficoltà rispetto a come giocava con Mourinho.

      Celik con questa partita si è capito che è adatto per una difesa a 4 e che il meglio di sé lo diede col Lille campione di Francia di quell’anno proprio in una difesa a 4 e che Kristensen e Karsdorp sono inadeguati per giocare con questo modulo (Karsdorp è inadatto a priori). Lì a destra servirebbe un titolare al massimo con Celik che può benissimo fargli da riserva poiché il turco è un giocatore che difensivamente in una difesa a 4 fa la sua parte rendendosi di sostanza senza rubare troppo l’occhio quando viene chiamato in causa.

      Angelino a sinistra ha chiaramente bisogno del tempo per prendere la condizione migliore e di ambientarsi alla nostra realtà. Ricordiamoci che non tutti si ambientano subito al nostro campionato, basta guardare Ndicka che ci ha messo 2-3 mesi per ambientarsi.

      Svilar sta diventando una piacevole conferma sotto porta dopo prestazioni buonissime e non si possono dare colpe a lui per il gol di Carboni imparabile. Al massimo servirebbe un suo secondo o un altro portiere del suo livello o poco superiore come Falcone del Lecce che può fargli fare da staffetta benissimo.

      Lukaku aveva chiaramente bisogno di riposare dopo averle giocate praticamente tutte e nonostante qualche errore di troppo finalmente ha ritrovato il gol che mancava da mesi (e menomale che c’era Dybala). Bisogna dare più spazio ad Azmoun e ad Abraham che a breve è pronto a rientrare.

      Fatte queste considerazioni la strada è quella giusta e ho molte speranze per il futuro visto che l’Atalanta dopo il Bologna affronterà la Juve, la Fiorentina e il Napoli e che il Bologna poi dopo l’Atalanta affronterà l’Inter. Poi chiaramente dobbiamo fare la nostra contro la Fiorentina ma ho molta fiducia per il futuro rispetto a tanti altri che vedevano tutto nero

    • Io continuo a pensare che la partita importante è quella di coppa, perché lì andando avanti si può tentare di vincere qualcosa e dare un senso a questa stagione.
      Il piazzamento in champion è una questione finanziaria che a me sinceramente interessa poco perché non si vince niente.
      Avrei fatto riposare qualche pezzo pregiato in vista del Brighton. Ma magari adesso la squadra sta così bene che DDR ha valutato si possa tranquillamente giocare anche giovedì.
      Vedremo.
      Una cosa è certa, la squadra adesso in campo sembra sapere decisamente il fatto suo.

    • De Rossi, forse perché fresco di studi, si sta mostrando molto abile a valorizzare il materiale a disposizione in un contesto in cui il numero eccessivo di partite, nazionali incluse, rischio infortuni e altre situazioni del calcio di oggi ti impongono flessibilità tecnico-tattica e capacità di sostenere i giocatori anche in termini psicologici, ad esempio non ricordando con inutile frequenza la carenze della rosa a disposizione (errore in cui ad esempio sta incorrendo anche Sarri e che è stato il più grave limite di Mou pur tra i molti meriti).
      Gli allenatori alla De Rossi, se non hai risorse economiche infinite come pochissime squadre possono, è il modello ideale di oggi e quindi attenti che moltissimi avranno già puntato gli occhi su di lui per il futuro.
      Ciò detto i soldi servono e quindi la proprietà stia attenta a non legarsi troppo le mani con accordi tipo il troppo rigido FFP accettato troppo supinamente.
      E cmq anche se cambiasse proprietà il modello De Rossi è il più adatto, come modello in sé e per le specifiche grandissime qualità del mister.

    • Aggiungo che tutti dimenticano un fattore da non trascurare. Danielino ha la grande fortuna di avere un pare che faceva l’allenatore e questo vuol dire parecchio per Danielino che migliora partita dopo partita

    • @Lupo Romolo: come Paredes ha tratto giovamento dal cambio di modulo e approccio al gioco (quello di Mou basato su troppo agonismo e nervi tesi), lo stesso vale per Pellegrini. Non tutti coloro che si sono lamentati di Pellegrini lo hanno fatto per partito preso ma perché i fatti dimostravano la sua involuzione. È facile, al netto dei risultati salire sul trespolo e gridare “Ah! Dove sono quelli?!”. È come il nanetto che finita la rissa lancia minacce al vento promettendo una scarica di badilate ad altri smargiassi in cerca di guai. Te lo dice uno che Pellegrini, puoi vederlo dai post, non lo ha mai attaccato. Non difendo i denigratori ma la libertà di espressione dei tifosi che hanno espresso le loro preoccupazioni con sincerità e obiettività.

      Detto ciò, la tua analisi è ben scritta e si intravede calore. Correzione a parte, è piacevole leggerla.

      Parlando dei big match credo che la Roma ormai se la giochi con tutte. Vedo qualità, una trama di gioco, una compattezza quando serve (eredità lasciataci da Mou che non ha fatto solo disastri) e tenacia. Con l’Inter abbiamo preso il quarto goal, Dio mio ero allo stadio e non sai quanta pioggia ho preso, è perché i ragazzi hanno cercato di non perderla. Abbiamo messo per un tempo sotto una squadra che corre come Verstappen. Il mio sogno e penso quello di tutti è quarto posto e Europa League. Gloria e liquidi necessari alla crescita del nostro club (che comunque dovrà fare un mercato oculato fino al 2026-2027).

      Per il prossimo anno, chiedo perdono a chi non la pensa come me, io riconfermerei l’attacco. Belotti via e magari Abraham per fare cassa. Puntellerei il centrocampo con un acquisto, uno solo e giusto, sbolognando Sanches. La difesa è perfetta. la linea di porta Svilar e Patricio come secondo (magari Falcone) può andare bene. Metterei mano alle fasce invece: Spinazzola è svincolato e vorrei non vedere Zale ed Elsha sacrificarsi indietro. Non servono fenomeni, magari arrivano, ma terzini difensivi o a tutta fascia che sanno fare il loro mestiere. Il Napoli ci ha dimostrato l’anno scorso, benché l’opera di San Gennaro era evidente, che cambiando poco e mantenendo gli interpreti principali la squadra può ambire a grandi traguardi (e il Napoli, a parte Kim, aveva una difesa proprio basica rispetto alla nostra che è coriacea… Rahmani… Jesus… Mario Rui…manco il Monza). In conclusione, spero che De Rossi diventa il nostro Klopp.

      Buon fine settimana a te e a tutti i frequentatori di GR.Net.

  2. Ringraziare il presidente Friedkin non sarà mai abbastanza per aver cacciato l’allenatore portoghese e tutta la sua ciurma

    • Infatti tu non c’eri alla festa per la Conference, eri a formello a brindare per un posto in Europa Legue, giusto?

    • Personalmente sono contento di averlo avuto come allenatore, abbiamo gioito e di questo gli va dato atto, ma era arrivato il momento di sostituirlo. Speriamo che Daniele abbia una lunga vita sulla nostra panchina

    • C’ero c’ero Roberto, però era 2 anni fa.. Ci stavo pure quando eravamo al 9 posto e ho perso i derby

    • wolf non ha festeggiato il trofeo raccordo contro lallazzie.
      Spiaze

  3. Mou ha sempre lavorato sulla testa dei suoi giocatori, sull’over performance. ha reso la squadra un branco, dal punto di vista mentale ha fatto crescere tutti. L’idea che mi sono fatto è che DDR e il suo staff, si siano potuti concentrare principalmente sul gioco, senza doversi focalizzare troppo su quell’altro aspetto. il fatto che dica che i suoi siano forti, visto che tecnicamente li conosciamo, forse si riferisce anche ad una forza mentale. Sia chiaro è un grandissimo pregio tenere quello che c’è di buono e aggiungerne tanto altro. Essere ex compagno di alcuni di loro, poteva essere un bene ma anche un male, anche in questo aspetto è riuscito a farla andare nella direzione giusta. Mi viene difficile criticare qualcosa nel percorso di crescita in queste 8 partite, anche le rotazioni stanno funzionando benissimo (la rosa quasi al completo aiuta), forse l’inizio di secondo tempo con l’Inter e il ritorno sofferto con il Feyenoord, ma parleremmo di un percorso perfetto che non sarebbe “umano”. vedo una persona molto lucida, aperta mentalmente come quando passa da 4a5 nei momenti giusti, intelligente, sincera, umile; ho sempre avuto un’ottima impressione di suo papà e sono contento per lui perché sarà orgogliosissimo di Daniele.

    • Mourinho oramai era abbandonato a se stesso , non ha mai rispettato i veri ruoli dei giocatori ( vedrai Pellegrini, o cristante ) de Rossi è stato molto bravo a ripulire le menti riportando ognuno al proprio ruolo e di conseguenza più coscienza nei propri mezzi e autostima…. Ed è stato l’errore più grave di mourinho …

    • ma la mentalità cresciuta sotto mourinho dov’è che esattemente l’hai vista?
      Ma le partite le hai viste? Si è passati da lamentarsi in 10 per ogni decisione presa dall’arbitro a….semplicemente giocare. Con Mourinho la Roma sembrava una di quelle baby bande di maranza dove se guardi storto uno di circondano in 20
      Poi scusami in quale manuale di team-bulding insegnano che per costruire una squadra bisogna indicare pubblicamente i soggetti che non hanno reso quanto ci si aspettava per esporli al pubbilica umiliazione?

    • ci sono tante differenze tra i due recenti allenatori , ma trovo che le principali siano 2: DDr conosce che significa stare in campo a certi livelli e poi DDR allena l’altro no.

  4. Certo che se il palo del Monza fosse stato gol e avrebbe cambiato i binari della partita, noi tutti i pali che abbiamo preso cosa avrebbero potuto cambiare? la prima posizione in classifica? se un giornalista o presunto fa un analisi tecnica sull’incontro basato su un occasione e davanti ad 4-1, voglio fare anche io il giornalista 😍

    • Se invece di prendere il palo, segnava, il gol doveva essere ANNULLATO. Lo salvo ha praticamente impedito a Ndicka di saltare.
      Ottima prova di forza, l’unico neo sono le fasce, permettiamo troppi cross e dei tre terzini purtroppo nessuno è affidabile. Speriamo in Spina, se torna in forma, giovedì quelli del Brighton sulla fascia, vedranno i sorci verdi…..

    • Giustamente, tanto per chiudere su questa storia del palo….forse Palladino non si è accorto della cravatta ai danni di N’dicka che più che un fallo era un vero e proprio tentativo di strangolamento

    • … Markus, concordo… E, a proposito, temo che lì per lì l’arbitro, nel caso, avrebbe convalidato: del resto e dopo il palo, non ha fatto riprendere con una punizione ma con la rimessa dal fondo. Il VAR avrebbe annullato? Mah… La “cravatta” su Ndicka l’abbiamo vista tutti!

  5. DDR merita il rinnovo a prescindere da come finirà la stagione. Ha la stoffa la garra e le conoscenze tecniche per stare sulla nostra panchina.

    • Me lo auguro tantissimo e le premesse ci sono tutte…
      Ciononostante per “guidare” una società come la Roma servono i trofei…
      Ed ecco perché c’è differenza tra allenare un Tarantola di turno o, una Fiorentina…
      La mentalità vincente, che ti impone di andare oltre anche se impossibile…

  6. Un po’ di fortuna iniziale non guasta ma la Roma ha dominato conseguendo la miglior vittoria di DDR. Adesso continuare: Brighton e viola.

  7. Ora basta solo vincere con Atalanta, Juventus, Bologna, Lazio, Fiorentina i, che con Frosinone Cagliari Monza è stato bono persino Mourinho

    • Con Verona e salernitana però mourinho non ne è stato capace , senza contare che ogni volta che si andava fuori casa era una scoppola.

    • Massimo62, Mourinho in Coppa Italia ha perso contro Cremonese e Lazio. Sconfitte, che non potranno mai essere perdonate. Damme retta, smettila di trollare fai piu’ bella figura!

    • I conti non tornano massimo, perché quando Mourinho è stato finalmente accompagnato alla porta eravamo noni, peggiore piazzamento della Roma da quando ci sono i tre punti a partita.
      Quindi qualcosa mancava anche contro le squadre di bassa classifica. Tu ricordi quando mai Mourinho ha fatto 18 punti in 7 partite? Mai, appunto.
      Per quanto riguarda i big match occorre certamente migliorare lo score, non c’è dubbio, ma miglioramento sarebbe già non perderli praticamente tutti senza mai tirare in porta.
      E non credo sia un obiettivo fuori portata.

    • Con Mou 8 punti complessivi in trasferta in un girone e passa, con DDR siamo già a 9….
      L’anno scorso in casa del Monza abbiamo pareggiato con una prestazione scialba condita con l’ennesimo show contro gli arbitri del mister (in quel caso Chiffi che peraltro aveva arbitrato più che decentemente).
      Ieri dominio assoluto stile Inter..
      Trova le differenze..

  8. È una storia molto simile a quella di Solskjaer che da ex calciatore del Man United subentrò a Mourinho e inanellò una serie di vittorie clamorosa. Speriamo finisca diversamente perché Solskjaer dopo 3 anni senza successi (perse anche lui una finale di EL ai rigori col Siviglia) fu esonerato e da allora non ha più allenato.
    Ma a prescindere, è interessante cercare di capire perché la storia si ripete. Secondo me i giocatori quando escono da un ciclo Mourinho ritrovano un po’ la leggerezza e l’entusiasmo di giocare a calcio. E con l’entusiasmo tutto diventa più facile.
    De Rossi sta facendo bene, ma non credo sia un mago, ha aggiustato il modulo, ridato fiducia, eseguito le giuste rotazioni, ma tanto sta nella testa dei giocatori che è come si fossero liberati di un peso. Probabilmente non avere il tuo “capo” a andare in conferenza stampa a dire che sei un traditore o un non professionista aiuta a giocare meglio.

    • Il tuo è un post molto acuto che condivido.
      Però secondo me è anche una questione di stile di gioco adatto ai giocatori in rosa.
      Pellegrini, Paredes, Dybala, El Shaarawy, Zalewsky etc.. sono tutti giocatori dotati tecnicamente ma non dei mostri dal punto di vista atletico ed ovviamente si trovano più a loro agio con un calcio fatto di fraseggio e possesso palla, piuttosto che con uno schema “tutti in difesa e palla lunga a Romelu”…

  9. Se invece di prendere il palo la palla fosse entrata, il gol sarebbe stato annullato dal VAR per evidente fallo dell’attaccante che ‘abbraccia’ intorno al collo e si appoggia sul difensore, impedendogli di saltare.

  10. Con il Generale DDR a guidare la squadra i risultati per ora, testimoniano la sua grande capacità di leadership! Non ho cambiato idea su qualche elemento della rosa ma se la squadra gioca da squadra, tutto ciò è difetto di alcuni finisce con l’essere sopportato e supportato dal grande lavoro del collettivo. E poi…ora riusciamo a guardare alle partite contro le altre squadre con la giusta consapevolezza della nostra forza riuscendo ad essere molto più positivi sulla fattibilità di un risultato a nostro favore: ora non vediamo più il timore di affrontare qualche fantasma in campo , ora sappiamo nuovamente che la squadra è forte ed anzi, più forte di quella arrivata l’anno scorso in finale di e.l….il Capitano poi …in silenzio e a suon di gol e prestazioni ( non su tutti i 90 minuti) mi sta facendo riacquistare la giusta fiducia in lui: bravo Lorenzo! Daje Rima Dajeeee! 💪🏻🧡⚽❤️

  11. Giovedì dobbiamo chiudere subito il discorso Brighton, ferocia agonistica e stadio debordante e inglesi annichiliti💪💪

  12. Rispondo qua ad amici che avevano lasciato commenti un mio precedente post.
    Il mio era semplicemente un invito per molti a voltar pagina, a parlare di Roma, a parlare di calcio, a parlare di sogni ora che le cose vanno bene, perché temo che al primo rovescio rispunteranno i fantasmi, le polemiche e tutto un insieme di cose che non hanno mai riguardato la Roma ma solo l’interesse di un singolo.
    Ho citato intenzionalmente anche non tesserati (Boniek) perché comunque fanno parte della nostra storia. Il livello di manipolazione mentale subita da tanti era tale che se Totti avesse fatto qualche settimana fa una dichiarazione contro Mou sarebbe stato ripudiato pure lui da una parte della tifoseria.
    Detto questo se i Friedkin hanno fatto una scelta azzeccata questo va loro riconosciuto anche se questo non cancella tutte le cose che non ho condiviso della loro presidenza (il mutismo, le modalità e i tempi di scelta della classe dirigente, il silenzio dopo la finale col Siviglia, la figuraccia al funerale di Lodi ….): ma io queste cose le ho scritte sempre mentre altri le hanno tirate fuori guarda caso solo dopo l’esonero di Mou.
    E sono di cattivo gusto pure le critiche ai giocatori, in particolare quelle al capitano, irriso come “anello debole”, sottolineando non tanto il suo non essere un giocatore determinante, ma il fatto di aver tradito Mou, di essere quindi un Giuda Iscariota.
    Ma allora tutta la squadra è traditrice dal momento che tutti sono rifioriti a partire da Dybala: che fossero invece impiegati male? Che il clima nello spogliatoio fosse pessimo per responsabilità del tecnico? Ma le sacre scritture narravano di un anello lasciato nell’armadietto del capitano e quindi anche dare addosso a Pellegrini è diventato un atto di fede e di cieca obbedienza.

  13. Un esperto di calcio ,che non è materia per tutte le capocce , deve saper vedere le piccole crepe che si nascondono nelle grandi vittorie come quella di ieri sera ,ed è proprio quello che sto per fare.
    La difesa a 4 con Angelino esterno non dà garanzie di solidità. Finchè il risultato è stato in bilico,ma anche sul 2 a 0, dal settore sinistro della difesa romanista si sono avute ripartenze e imbucate continue da parte dei monzesi senza che Angelino ci mettesse una pezza. Con l’inserimento di Smalling e il passaggio a 3 centrali,la difesa si è assestata. Lo tenga ben a mente De Rossi,quando toccherà incontrare squadre più cattive e attrezzate del Monza.
    Altra pecca,ma già l’ho segnalata più volte, è la debolezza nel gioco di testa difensivo,almeno rispetto al recente passato. Anche ieri un onesto pedatore e nulla più come Djuric ha messo alle corde Ndicka,che nel gioco aereo è pressochè nullo,anche perchè si posiziona sempre male sulle traiettorie aeree. E’ in tale ottica che ho accolto con sollievo il rientro di Smalling,che sarà pure vegano,sarà pure contrario ai farmaci,sarà quello che vi pare,ma come difensore è ancora il migliore a disposizione della Roma.
    E’ entrato lui e Djuric è sparito dal gioco.
    Se De Rossi terrà conto di queste osservazioni ,soprattutto nelle partite più impegnative per la Roma (come a Firenze nel prossimo turno di campionato) ,la roma potrà continuare a volare,adesso che ha ritrovato Dybala e Pellegrini,un’accoppiata di campioni che nessuno in Italia può vantare.

    • Djuric di testa ha messo sotto ogni giocatore che lo ha marcato e soprattutto spalle alla porta è immarcabile dato oltre ad essere 201 cm ha un fisico potente , sa coprire il cono d’ ombra e salta bene. Non c’è un difensore in serie a capace di dominarlo nei contrasti arerei. Solo Smalling può essere all’ altezza infatti in un Roma Salernitana 2 1 diede vita ad un duello epico ad alta quota. Quindi quello che dici è come al solito fallace. Quanto alla difesa a 3 guardacaso la Roma ha subito un gol, eurogol, con quello schieramento e poi non si tratta di situazione tattica ma di singolo. Come era per vina Angelino perde ogni confronto diretto quindi è possibile che qui anche squadra sfondi da quella parte ma ciò esulta dal tipo di movimento difensivo. Si vede che il tuo calcio è da tv e non giocato, non sai nemmeno la differenza tra ciò che si sviluppa tra una difesa a 3 ed a 4. Ad esempio molte volte si è alzato angelino ed è scalato paredes ma tu questo nemmeno lo hai notato, tra l’ altro il Monza nel secondo amplifica le doti di corsa per agevolare un recupero palla più insistito e fa densità sulla trquarti, in quel caso è il centrocampo che deve trovare le misure e se hai degli esterni forti e superi il primo pressing con 2 passaggi ti ritrovi nell’ area avversaria. Ovviamente tu visto che devi far valere trollando il tuo fanatismo su mourinho porti ad esempio la partita contro l’ Inter dove il primo gol arriva su calcio piazzato a difesa schierata ed è palesemente irregolare proprio per regolamento, mentre l’ ultimo visto che si attaccava per il pareggio lo avresti preso qualsiasi difesa avessi schierato. Anzi il primo tempo della Roma contro i nerazzurri resta il migliore di tutto l’ anno. Lukaku ha due occasioni per il pareggio che nemmeno nei sogni più dolci si potevano coltivare. In più come fa ad esempio anche allegri non è importante a 3 o a 4 ma coprire le zone di campo, tanto è vero che durante il match la Roma cambia spesso disposizione anche a centrocampo stesso. Riprenditi che non siamo più nel calcio anni 70.

    • Come costruttori di gioco e finalizzatori insieme,nessuno in Italia è al pari di questi due.
      Non capite una mazza.

    • Tu non capisci una mazza proprio a livello tattico, se guardi una partita nemmeno sai come si muovono le linee con lo diversa densità di giocatori che possono calpestarle. Il tuo calcio ideale è quello da commento del corriere dello sport al bar sotto casa. Banale e stereotipato; a livello tattico non conosci nulla. Poi certo le opinioni sui giocatori sono legittime ed ognuno pensa ciò che vuole infatti qua non obietto; ma le disamine tattiche che fai di qi calcistico non hanno proprio nulla, sono pari pari di quelli che sanno guardare solo il pallone che rotola da una parte all’ altra.

    • P.s. A Smalling hai dato del rottame più volte ora accogli con sollievo il suo recupero. Pari pari come ha fatto con Dybala esaltati dopo la tripletta quando in settimana avevi detto che si era messo in pensione dopo il mondiale, e di etichettare de Rossi apprendista e messo là come mossa arruffapopolo salvo poi esaltarlo quando vince … sempre pronto alla critica nella speranza di poter portare di nuovo in auge quello del quale hai la foto sul comodino. Da sottolineare che anche l’ incorniciato di turno al suo arrivo non ra stato definito uno bollito. Insomma ti piace proprio esprimere giudizi che poi puntualmente sei costretto a rimangiarti. Senza contare riccardi il nuovo Totti ed ultimamente Zalewski giocatore da mettere titolare al posto di Dybala.

    • @Gallinaccio 75…(alias Bugiardello)…. ti accolli ai miei commenti solo per sputare un sacco di falsità. Gira al largo,citrullo.

    • La verità ti brucia , ho postato i link in altri articoli con le tue prodezze. Ormai hai perso ogni tipo di credibilità.

  14. Buon giorno fratelli Romanisti. Per me la domenica è sempre più dolce quando la Roma vince. Godiamocela tutti questa squadra e questo mister. Senza distinzioni, perché la cosa più bella per tutti noi é la vittoria, ma anche il tifare questi colori meravigliosi 💛❤️

  15. Bravissimo De Rossi, e anche fortunato. E va benissimo.

    A quelli senza memoria, ricordo che ci sono 2 anni e mezzo con Mourinho. in questi due anni e mezzo ci sono stati i periodi in cui lamentava la pura e semplice mancanza di giocatori. La panchina con i bambini, ricordate?
    Altri in cui ha accusato chi scendeva in campo (Bodo) di mancanza di professionalità.
    Altri in cui ha incensato il gruppo, la forza mentale, la disponibilità dei giocatori.

    E potrei continuare.
    Ma so che tanto non c’è coerenza ne onestà intellettuale e ricordate solo quello che vi fa comodo.

    De Rossi è stato bravissimo nel rivitalizzare la squadra. Ha cambiato approccio.
    Ma anche lui comincia a dire che se non vede i comportamenti giusti pure lui cambierà i suoi.

    Normale ruolo di allenatore.

    Sono molto contento del risultato dell’ avvicendamento.
    Ma, rispondo a Vegemite, secondo me i Friedkin hanno avuto un colpo di fortuna. Hanno fatto una scelta da paraculi e continuo a non vedere il progetto.

    Quindi no. Se i Friedkin vendono lo preferisco.

    La Roma al momento sta macinando gioco. De Rossi è bravo anche perché quando occorre da anche sfruttare le conoscenze della squadra di Mourinho.

    Non mi parlate di preparazione atletica… come se con Mou non si allenassero. Quando poi vincevano le partite in rimonta o ai supplementari.
    Sicuramente il cambio di allenatore ha portato aria fresca e entusiasmo. I risultati fanno il resto.

    Quindi ci si allena anche con lui intensità. Ma ORA, dopo un mese, inizi a vedere forse i risultati di questa maggior intensità.
    Non è che la vedi dopo 3 giorni.

    Il fatto è che la Roma oggi è a pieno organico. Ha aggiustato un buco (terzino sinistro) ritrovato Spinazzola. Davanti ha ampia scelta. Pellegrini ha ritrovato lo smalto.

    Mourinho ha giocato buona parte del girone di andata con problemi di organico. Anche le partite nel ciclo terribile che hanno determinato il suo esonero.

    Non vi dimenticate tutto questo.
    E non lo dico per difendere Mourinho, che non ne ha bisogno.
    Lo dico per difendere DeRossi, perché quando arriveranno i problemi, e è nell’ordine delle cose che arriveranno, non siate di memoria corta come lo siete stati con Mourinho.

    Lo scorso anno prima della fase finale della Coppa, eravamo terzi in classifica.

    Incrocio le dita e spero continui il ciclo senza infortuni, MA… ricordate quanto di buono sta facendo Daniele De Rossi oggi, se mai arrivassero i periodi di vacche magre.

    • WTF, rispetto la tua idea.
      Ma, non sono d’accordo…
      Secondo me è palese quanto manca la preparazione atletica a sta rosa..
      Manca proprio il fondo, quel lavoro che si fa’ in precampionanto.
      E lo so vede sempre, sempre nel secondo tempo, anche ieri prima che Dybala claciasse quella punizione, c’era stato un calo di prestazione fisica ma, anche di concentrazione, lucidità..
      Questo dovuto certamente ad uno stile di gioco più dispendioso e proprio per questo non si può dire che il lavoro svolto in ritiro, sia/sarà uguale a quello che farà DDR..
      Detto questo non dobbiamo fare paragoni con un allenatore tra i più vincenti della storia e uno di buone speranze.
      Anni diversi, situazioni diverse, economie diverse, giocatori diversi, uomini diversi…
      Mou è un allenatore/uomo della sua era, DDR anche ma, con un ventennio (una generazione) di mezzo…
      Cmq Mou per me, ha portato la mentalità, quella del BISOGNA vincere sempre a qualunque costo e con ogni mezzo.
      Quindi, grazie..🙏🏼

    • La media punti in campionato di Mourinho in 96 partite è stata di 1,614.
      Nemmeno Fonseca ha mai avuto una rosa al completo, mai, eppure la sua media è stata di 1,736. E parliamo di Fonseca.
      Su De Rossi c’è ovviamente da attendere un numero congruo di partite e che abbia affrontato tutti gli avversari, è chiaro che adesso un confronto non è proponibile.
      Soprattutto c’è da vederlo alla prova quando arriverà inevitabilmente un periodo di difficoltà, speriamo il più tardi possibile.
      E’ in quei frangenti che secondo me si misura il valore assoluto di un allenatore, dalla sua capacità di trovare soluzioni al momento negativo senza perdere la testa e il polso della squadra.
      Su questo aspetto Mourinho ha sempre fallito pesantemente ovunque, quando le cose vanno male non le ha mai raddrizzate. Perché geneticamente incapace di ammettere a se stesso che anche lui potrebbe essere parte del problema.

    • I Friedkin sono stati bravi e fortunati, ma va riconosciuto loro anche grande coraggio nel prendere una decisione impopolare come esonerare Mou. Per loro sempre molto attenti al consenso non dev’essere stato facile. Ma evidentemente avevano capito che non avevano alternative.

    • Ah dimenticavo, nessuno deve sminuire le due finali raggiunte. Io ho sempre sostenuto che quei traguardi fossero principalmente un grande merito del tecnico. Come in passato difendevo i secondi e terzi posti e la semifinale CL raggiunta con Pallotta quando c’era chi sottolineava solo la conquista del bonsai. Ma le cose spesso hanno un inizio ed una fine. La storia di Mou alla Roma era finita da mesi, bravi i Friedkin ad aver messo una pezza ad un loro errore, ovvero l’interruzione del rapporto con Mou dopo la finale persa.

    • La preparazione atletica quella che dici tu… il fondo d’estate, NON SI FA PIU’
      giusto, sbagliato… le squadre importanti non la fanno più.
      Business.

      Poi, detto questo, non esiste LA preparazione atletica. Esistono LE preparazioni atletiche.
      Per ogni giocatore diverse.
      Anche perché, gli infortuni portano a interrompere cicli e a dover ricominciare da capo.

      Il calcio è questo. Ci si allena giocando perlopiù, in certi momenti della stagione.
      E più la squadra è top, più partite gioca, più è così.

      Quello che molti chiamano preparazione atletica è semplicemente motivazione.

      Ho sentito persone dopo una settimana di De Rossi dire: “ah si vede che ora si allenano bene”

      E’ evidentemente gente che non ha MAI fatto nessuno sport nella sua vita.

      Se sei fuori condizione, in tre giorni fai UN buon allenamento. Inizi un ciclo.
      Per vedere dei risultati, per iniziare a vederli, per stare un po’ meglio, ci vogliono 3 settimane.

      Il problema è che per parlare di sport, bisognerebbe averlo praticato un minimo.
      Si direbbero meno fregnacce.

  16. “Non abbiamo ancora fatto niente….”
    Ricordatelo sempre, scrivetelo pure…
    Anche dopo aver conquistato una Champions..
    È il nostro destino: vincere…!!!!
    Roma SPQR 🧡❤️

    • Lascia perdere, tipico di chi non digerisce il momento positivo. Sanno solo piagne e lamentarse!

    • ma dopo un 4 a 1 hai da lamentarti? perché con il pagliaccio spiegami cosa abbiamo fatto?

  17. Complimenti agli interventi di Sop, Vegemite e Zanone, Wtf.
    Godiamoci il momento positivo, ma impariamo a gestire l’entusiasmo capendo le ragioni perché ora le cose vanno bene e soprattutto in quali settori bisogna investire nel futuro perché le cose vadano ancora bene.
    Obiettivo battere Bologna ed Atalanta e raggiungere il 4 posto!!
    Sempre Forza Roma

  18. Le cose possono andare ancora meglio!!
    Mai accontentarsi. Ricordo le parole di DDR dopo la eliminazione con il Liverpool in Champions.
    Disse a Pallotta che bisognava lavorare perché quella non fosse una cavalcata isolata, ma diventasse una abitudine per la Roma.
    Questo deve essere l’obiettivo dei Friedkin

  19. Piacevolmente sorprendente DDR ,.che fosse una persona estremamente intelligente si capiva già da giocatore, ma qui si sta andando oltre e, ovviamente,va benissimo così. Mi sembra di ricordare un allenatore che senza fare nessun tipo di apprendistato portò il Barca a vincere il sextete… C’È SOLO L’ ASROMA 💛❤️!!!

  20. Tutti parlano del palo di Juric ma tanti si scordano la paratona di Di Gregorio su Pellegrini, loro si sono mangiati il goal con Birindelli che calcia e non la passa, ma a noi hanno annullato un goal per un pelo di cazoo. Alla lunga sono venuti fuori i valori, i nostri giocatori sono più forti e si è visto. A me è piaciuta molto la mentalità, una Roma con la testa giusta nel primo e nel secondo tempo. Ora passiamo una bella Domenica e ci guardiamo con interesse Atalanta – Bologna, sapendo che una delle 2 o tutte e 2 perderanno punti. Forza Roma e Forza De Rossi

  21. finalmente un bel gioco con pressing alto e palla a terra, se il pagliaccio lo mandavano via prima ,a quest’ ora eravamo tra le prime 3.

  22. Nelle partite con De Rossi la Roma ha fatto due gol in più dell’Inter ( 20 a 18), se continuiamo così se può pure anda terzi…
    Peccato, se avessimo fatto tutta la stagione con lui forse eravamo pure secondi.
    Solo l’Inter ci ha affossato fino ad ora

  23. Bravissimi tutti, unica nota stonata , se dovessi per forza trovarne una , penso sia stato il ritorno a tre dietro ad un certo punto della partita ed infatti abbiamo preso il solito gol. È inutileeeeee non abbiamo quinti di centrocampo alla Dumfries o alla Di Marco per intenderci , ma solo terzini mediocri e credo che a 4 dietro col centrocampo a tre ci dia più copertura e più possibilità di palleggio. Poi per carità , ma dopo due anni e mezzo di inferno mourinhiano dove a guardare giocare la squadra ti veniva solo voglia di tagliarti le vene dalla pena, tutto ciò che viene è oro colato…..per lo meno non siamo presi a pallonate 90 minuti. Forza Roma sempre, forza ragazzi, forza Daniele portateci in champions.

  24. Rispondendo a Zenone
    è vero che a 4 ci sono parecchie cose da registrare. Ma non ho visto Ndicka così in difficoltà con Juric. Probabilmente se fosse stato gol era da var, perché gli impedisce di saltare con il braccio. E comunque stiamo parlando di una bestia che di testa è forte.

    I problemi sono altri.
    Per esempio che stiamo alti ma non abbiamo un centrale veramente veloce. E intendo VELOCE. Di quelli che su 15 metri ne prendono 5.
    Contro giocatori che hanno questa caratteristica paghiamo.
    Altro punto è il meccanismo da collaudare.
    De Rossi sa che i nostri terzini destri sono scarsi, allora li tiene alti, per fare ampiezza e portare via l’uomo che altrimenti raddoppierebbe di default su dybala.
    Su quel lato si apre Mancini.
    Quando Mancini viene dentro al campo, resta dietro il terzino.
    Ma se l’allenatore avversario prende le contromisure e fa scappare due/tre attaccanti su un unico lato, ecco che si aprono i buchi, come ieri si sono visti.

    Dall’altro lato, in genere Angelino è rimasto piuttosto bloccato. Ieri invece lo ha fatto salire molto di più. In quel caso si abbassa Paredes.
    Angelino non ha una grande fisicità, ovviamente. E deve anche affinare i meccanismi con Ndicka che fa lo stesso lavoro di Mancini. Salendo.

    Però alla fine della fiera, si vede che non siamo perfetti. SI vede che rischiamo.
    E il motivo è semplice: non abbiamo terzini forti.
    Ieri ho visto che Celik è stato definito il più forte fra i tre. Io dissento. Per me sono più o meno uguali. In fase offensiva una ne fanno bene e tre ne sbagliano. In fase difensiva anche.

    Angelino è più forte di Zalewsky e ci vuole poco. Ma è più buono nel fraseggio e nei piedi che in fase puramente difensiva. Ovviamente l’altezza lo penalizza e gli allenatori avversari lo vanno a cercare con lanci alti e giocatori bravi nel gioco aereo, anche solo per fare sponda.
    Spinazzola (che pare recuperato) su questo punto è leggermente meglio (non è uno da salti acrobatici), perlomeno salta più alto.

    Quindi è chiaro che la squadra sia più sicura con una linea a tre, specie ora che è rientrato Smalling.
    Mourinho ora per molti è diventato una specie di oronzo canà, ma mi sa che di calcio ne capisca un filo più di loro… solo un filo eh… e se metteva la squadra a tre, nonostante lui avesse sempre giocato a 4231… forse un motivo c’era?

    Però certo, la squadra perde qualcosa in fase offensiva, giocando a tre dietro.
    Se hai Dybala e Pellegrini in grande spolvero, come adesso, forse puoi anche permettertelo.

    Se non li hai, e non hai nemmeno i centrali, perché chi sta male chi sta in africa… e non hai spinazzola e ha un zalewsky … mentre dall’altra parte i soliti tre moschettieri… allora non ti salva nemmeno se sei mourinho…
    ma questo è un altro discorso.

    • Zenone ogni tanto a parlare di calcio ci prova. Poi dice un sacco di cazzate, come tutti noi, però ci prova. Sono quelli che scrivono solo per insultare, questo o quello, i frustrati, che non meritano risposte.

  25. Cosa sarebbe questa squadra con due terzini moderni e degni di questo nome!

    Proposte (modeste) per il futuro:
    – riscattare Lukaku e il giovane olandese in difesa (costa molto, lo so, ma i Friedkin devono farlo, assolutamente);
    – lasciar andare Azmoun, Sanchez e Aouar (per me non all’altezza);
    – investire sui due terzini come Dio comanda;
    – far crescere come si deve Baldanzi e Bove (e i più forti della primavera, Cherubini in testa).

    Che ne pensate amici giallorossi?

    PS: per il derby mi aspetto una grande coreografia. Mi piacerebbe vedere l’effige dei nostri 3 simboli: la “Pelle” della “Lu”-“Pa”.

  26. Facile esaltazione, ridicolo trionfalismo… sull’altra faccia della stessa medaglia ci sono depressione, vittimismo e destabbilizzzazzzione.
    Questo è il target prevalente, lo sappiamo, non possiamo farci nulla.
    L’unica variabile, rispetto al passato, è il veleno in più riservato a Mourinho.

    Quello che manca, purtroppo, è la memoria (o la buonafede): vi ricordate, per esempio, la Roma di Garcia, quella delle dieci vittorie consecutive, che annichiliva le avversarie tanto da rendere le partite “noiose” per evidente superiorità della nostra squadra? Immagino di sì.
    Vi ricordate come finì l’avventura di Garcia alla Roma? Gli insulti, i pernacchi e i festeggiamenti per la “liberazione”? Immagino proprio di sì.
    C’è bisogno che tiri le conclusioni?

    Una cosa è certa: tra tot anni noi Romanisti ricorderemo ancora con orgoglio la notte di Tirana, quando Capitan Pellegrini (al termine di una stagione giocata ad alti livelli, pure questo fate finta di non ricordare…) alzò al cielo una Coppa Europea, ad oggi il nostro trofeo più importante a livello internazionale, scrivendo una pagina indelebile della Storia della ASRoma.

    Sì, parlo della Conference League, quella che i lazziali definiscono “coppetta” e che i PEGGIO DEI LAZIALI sviliscono pur di non riconoscere a José Mourinho l’onore delle armi.
    Che schifo de gente.

    • sottoscrivo in toto.
      gente che ha la memoria ram. si resetta ogni giorno.

      e purtroppo non è così solo sul calcio

    • Kawa62, ritengo che nessuno neghi a Mourinho le due Finali Europee (di cui una vinta e una rubata) Ma bisogna anche riconoscere che di errori tecnici ne ha commessi parecchi. Come nessuno sostiene a prescindere, che con De Rossi si raggiungeranno chissà quali traguardi. La speranza è che con lui alla guida, la squadra continui il trend positivo. Ma se volete continuare a lamentarvi, anzichè riconoscere i giusti meriti il problema è solo vostro. Wtf, non aggrapparti ai reset e ai cambi di memoria che tu ne sai parecchio. Forza Roma!!!

    • Esatto, Wtf
      è proprio un “modo di essere” e il discorso è lungo e complesso…
      Del resto ho sempre pensato che il calcio sia una grande, meravigliosa, metafora della vita, in campo, nello spogliatoio e sugli spalti.
      Qui trovo solo conferme.
      Un saluto giallorosso con stima.

    • Kawa nessuno svilisce la converence, ma per non essere provinciali non bisogna neanche ricordarla ogni volta come fosse la vittoria di uno scudetto o champions.

      La fine che fanno TUTTI GLI ALLENATORI è sempre la stessa: esaltazione, risultati e poi fase discendente.

      Basta vedere la carriera di mourinho in tutte le squadre per capire un po l’andazzo.

      Quello che ormai ci si rende conto, è che pur avendo fatto due anni ottimi in europa (la conference grande vittoria storica, ma effettivamente di basso livello vedendo le squadre), hai passato forse i peggiori anni di gestione tecnica che io possa ricordare: coppe italia vergognose, campionato mediocre, gioco inesistente, giocatori sviliti, patrimonio giocatori dimezzato, creazione di faide mourinho, anti mourinho, continui attacchi a società e giocatori etc… insomma, anni intensi per una gestione intensa.

      Oggi l’aria è cambiata, non perchè domani vinceremo scudetti e champions e manetta, ma perchè forse c’è un aria più rilassata, cosa che gli stessi giocatori oggi respirano.

      PS: Sarò un cesarone medio, ma roma barcellona 3-0 è stato per me il massimo dell’emozione che la roma mi possa aver dato negli ultimi 10 anni, perchè venivi da un 4-1, perchè giocavi contro gli alieni e perchè è stata una vittoria e rimonta leggendaria che vivrà nella storia.

    • Io non leggo nessuna esaltazione ne trionfalismo, sia nell’allenatore che nei giocatori e tifosi. C’è soddisfazione e esultanza, certo, abbiamo vinto 6 partite delle ultime sette. Ma sappiamo tutti che abbiamo vinto con squadre inferiori alla Roma, per cui in un certo senso ha fatto il suo, anche se è tutt’altro che scontato. La buona notizia è che di squadre superiori alla Roma in campionato non ce ne sono poi tante, e due le abbiamo già incontrate. La seconda buona notizia è che arriveranno tutte a Maggio inoltrato, per cui possiamo ragionevolmente sperare di arrivare a quel filotto da quarti in classifica.

      p.s. La Roma di Garcia è stata una squadra enormemente superiore a quella di Mourinho in tutto. Magari fossimo stati la Roma di Garcia negli ultimi 3 anni. 3-0 a S.Siro, derby vinti a raffica, grandi partite in Champions.

    • lorysan,
      quando affermi che “nessuno svilisce la Conference”, stai palesemente affermando una falsità.
      Forse non leggi con sufficiente attenzione i commenti di certi personaggi…

      Sulle emozioni personali non discuto, ma le emozioni dei tifosi non finiscono nel palmares di una società di calcio, altrimenti avremmo bisogno di una sala trofei grande come il Circo Massimo…

      DDR rappresenta il presente e, speriamo, il futuro della ASRoma, per cui forza DDR senza limiti. Qualora non fosse sufficientemente chiaro il mio pensiero…

    • La riconoscenza, Kawa, non è di questo mondo, hai ragione, però diciamola tutta.
      Personalmente non ho mai svilito la vittoria in Conference e la finale di Budapest ma ricordo che c’era chi sviliva i secondi e i terzi posti e la semifinale di CL dell’era Pallotta ricordando solo il Bonsai vinto.
      Ma allora ti chiedo: anche quelli erano “peggio dei laziali?”.
      All’epoca mi prendevo gli insulti solo perché ritenevo giusto riconoscere il merito a chi era stato protagonista di risultati che come tifoso giallorosso mi avevano inorgoglito.
      Detto questo ritengo che la Roma quest’anno grazie al colpo Lukaku, al via, aveva l’obbligo di provare almeno a lottare per i primi 4 posti. Lottare per non significa automaticamente conseguire. Ma avendo una rosa da 5 posto, inferiore a Inter, Milan, Napoli e Juve, era prevedibile che dovevamo sperare in una loro annata storta, giocandoci il posto con lazio ed Atalanta. Con Mou la prospettiva Champions sembrava una chimera, con De Rossi perlomeno rimane la speranza di poterci provare fino alla fine.

    • @Shangri non so per chi tu mi abbia preso, visto che mi accolli reset e cambi di memoria.
      Io scrivo su questo sito da qualche anno con questo nome. Prima leggevo e basta.
      SOLO con questo nome.

      Quindi sei pregato di non fare illazioni di sorta senza portare un minimo di riferimenti o prove.

      Trovami miei commenti in contraddizione fra loro altrimenti taci.

  27. ma fammi capire , quando la Roma vinceva era merito del pagliaccio? e quando perdeva col bodo , che anche quella rimarrà nella storia ,la colpa era dei giocatori scarsi , bambini , infortunati , rosa mediocre, Tiago pinto , arbitri in malafade… meno male che arrivato il capitano ,se no eravamo rovinati..forza magica Roma💛❤️💛❤️

  28. Vege, sono con te al 100%…purtroppo c’è chi ancora non si rassegna e continua a distorcere la realtà pur di non dover ammettere di aver preso una toppa clamorosa. E alla prima sconfitta, vedrai come ricicciano tutti ringalluzziti…

    • @orange condivido: C’è chi sceglie di auto-flagellarsi, aggrappandosi al passato e chi preferisce guardare al futuro i gusti son gusti e vanno rispettati. In questo momento, Classifica e risultati dicono che Ddr sta avendo ragione sul suo predecessore quindi a posto cosi’.

  29. 2-1, 1-2, 1-2, 4-0, 2-4 (sconfitta), 1-1, 0-3, 4-2 (rigori vittoria), 3-2, 1-4.

    Questi sono i risultati della roma di DDR, conditi da un ottimo gioco, scoperta svilar in porta, riatletizzazione, gestione ottimale della rosa e finalmente futuro.

    CAMBIO RADICALE in tutto e per tutto.

    Inutile prenderci in giro, la roma finalmente ha un futuro tecnico che valorizza la rosa.

    Un progetto tecnico si costruisce da questo, soprattutto in una situazione di necessità.

    Pian piano la roma sta migliorando e ora con il brighton ha una prova difficilissima perchè è una squadra, quella inglese, schizofrenica, cioè che non sai mai cosa poterti aspettare.

  30. la verità sta nel mezzo Kawa..nessuno può negare che con un’arbitro onesto avremmo avuto una coppa in più ben più pesante e un ingresso in Champions ancora più pesante.. però il merito di queste imprese sarebbe stato impresso e impronta solo del mister.. mentre i giocatori no..ora invece sono i giocatori a brillare e l allenatore è molto più defilato..e la squadra gioca finalmente a calcio..con DDR siamo tornati a guardare le stelle 😉🌌

  31. Se DDR dovesse perdere una partita, ad esempio Firenze, la Roma si ritroverebbe sesta/settima forse in un mare di polemiche e allora Daniele (io per primo) dovrà essere sostenuto; adesso va tutto bene ma dobbiamo proseguire.

  32. Che pena chi viene qua a fare la morale… Ancora state difendendo l’indifendibile aggrappandovi a una coppa vinta due anni fa… È come se qualcuno ancora parlasse bene di Capello praticamente, invece che sottolineare che dopo lo scudetto ha fatto pena come allenatore e come uomo. Però per voi ammettere di aver sbagliato guru è troppo evidentemente

  33. Do ampiamente ragione a Kawa quando scrive dell’ umoralità del tifo romanista..che passa dal trionfalismo al disfattismo in un nano secondo!e succederà anche con Purtroppo che ci sia DDR o Mourinho o chi volete la Roma ha lacune evidenti..su tutte i terzini…che sono quasi da squadra di bassa classifica!anche il centrocampo avrebbe bisogno di più qualità..perché x me bove e cristante possono essere solo buoni panchinari in una rosa di vertice .poi con il quasi certo non riscatto di Lukaku..avrai da sistemare anche l attacco ..specie a sx perché x Elsha e Zaleski x me vale il discorso fatto x cristante e bove.insomma non è che ora con Ddr abbiamo una squadra da scudetto.in estate bisognerà intervenire e non poco

    • esattamente.

      Sono assolutamente felice dei risultati di DDR, ma basta vedere i post durante la partita col torino, ancora in corso, per rendersi conto di quanti sono pronti a accollargli “errori” alla minima defaillance (che arriverà, perché il calcio è questo) e al minimo errore usciranno quelli che già non lo sopportavano da giocatore (e ora stanno zitti) poi quelli che ne sanno più di lui, che doveva cambiare o doveva mettere a 3 a 4 a 12… spostare quello davanti e quello dietro… eccetera… e poi quelli che “all’inizio ci avevo creduto ma si vede che è inesperto…” …

      siccome è scontato, io, come ho difeso Mourinho quando aveva 9 infortunati e faceva giocare i bambini… preparo il terreno per difendere DDR, perché inevitabilmente sarà massacrato ai primi rovesci… che arriveranno, perché la squadra continua a avere dei giocatori non all’altezza.

    • Ha ragione… Ma non credo che il progetto della società sia quello di arrivare allo scudetto e quindi così va bene per loro.. Chiaramente si dovrà intervenire per migliorare le lacune ma sullo scudetto neanche a parlarne

  34. Insomma il problema era mourinho… I dati non mentono… È sotto gli occhi di tutti… Qst squadra nn è da scudetto ovviamente, ha delle pecche ma nn era scandalosa come mou voleva far credere

  35. Ottima Roma, De Rossi lucidissimo e preparato, ma non dobbiamo ignorare che:
    1) la Roma in difesa è ancora leggera ed è stata fortunata sia ieri che con il Frosinone.
    2) il gioco che chiede De Rossi è molto dispendioso (come quello di Spalletti), e richiede molto a tutta la squadra.
    3) la Roma gioca un calcio molto più tecnico e veloce di quello che (non) giocava con Mourinho. Questo è un problema quando si gioca su terreni pesanti.
    Speriamo bene. Forza Roma!

  36. ieri una vittoria importantissima per la classifica, per niente scontata e da nn sottovalutare per il valore dell’avversario… si stà dando continuità a risultati e gioco e i calciatori non sembrano per adesso accusare problemi fisici, con un allenatore, per il quale sinceramente avevo qualche dubbio per il fatto di esordire in serie A, che ha saputo cambiare volto a questa squadra con calciatori che si vedono dare il massimo perchè si divertono… dicevo… un allenatore che è una Nostra Bandiera!!!
    il passo indietro nella valutazione della squadra per adesso và fatto, anche perchè con tutti disponibili si è sempre detto essere una squadra che poteva centrare il 4 posto, adesso tocca sperare che DDR continui a non sbajare niente e i calciatori che tengano questa tigna mai vista quest’anno perchè come ha detto DDR “Non esistono risultatisti e giochisti, il risultato è sempre fondamentale” e anche se per quel che abbiamo già visto DDR meriterebbe la conferma speriamo che arrivi anche per i risultati raggiunti…
    giovedi ci attende un’altra conferma come dovranno essere tutte le partite fino a fine maggio, Noi la nostra parte la faremo sempre, che ci sia DDR o Mou, come non sminuiremo mai un risultato ottenuto da DDR per poter dire era mejo Mou, ma neanche accuseremo Mou se non dovessimo centrare nulla… l’unici veri colpevoli ad oggi è una proprietà che purtroppo sembra aver preso la direzione dell’expresidente, assente e disinteressata ai risultati della squadra, anche se la pulizia profonda a cui stiamo assistendo fa ben sperare, cessione o pulizia interna che sia…

  37. DDR farà errori come è normale..ma dubito che scaricherà le colpe sulla squadra..l ex allenatore precedente credendosi ancora quello del triplete mentre nn lo è più assomiglia a Zenone che scarica le sue figuracce sugli altri utenti..e va avanti come un minotauro in un labirinto senza uscita..🥊🤣🍊🌵🌵🌵🌵♨️🤫

  38. Veder giocare questa Roma è un vero spettacolo, uno show, con De Rossi allenatore sono stati segnati ben 20 gol in 7 partite di campionato, una media che sfiora 3 gol a partita, per l’esattezza 2,86 ed anche se vogliamo considerare la media gol incassati, il bilancio vede comunque una bella differenza reti favorevole in queste 7 partite e c’è anche da tenere conto che il gol preso dal Verona era irregolare perché viziato da un fallo a centrocampo su Bove che se fischiato, quel gol non l’avremmo preso e Rui Patricio si sarebbe evitato una papera.
    Contro l’inda abbiamo preso un gol decisamente irregolare per fuorigioco e fallo sul portiere, un altro gol scaturito da un’azione in ripartenza viziata da un fallo su Lukaku quasi a centrocampo, anche lì se ci fosse stata fischiata punizione a favore, non avremmo preso il gol col quale l’inda ha ribaltato il match. Quindi la Roma avrebbe preso 2 gol in meno rispetto ai 9 gol presi e la media gol incassati sarebbe para para ad 1 a partita ma contro i quasi 3 a partita segnati.
    Poi questo si traduce nella media punti di DDR che da 2,5 a partita si è alzata a 2,57 (arrotondata a 2,6 dunque), dato notevole.
    Ok la vista Champions ma io penso partita per partita, questo bel poker spettacolare ai brianzoli in casa loro è andato, adesso testa agli albionici e speriamo vincere con largo scarto di gol all’Olimpico per avere già un piede ai quarti di finale di EL ed essere avvantaggiati in vista del ritorno.
    Daje Roma !!! The show must go on !!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome