Roma sorpresa: condannata a pagare un milione al Newell’s per Ponce

11
490

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Si chiude definitivamente la querelle tra la Roma e il Newell’s Old Boys riguardante la cessione di Ezequiel Ponce allo Spartak Mosca.

Il club argentino, scrive oggi Il Tempo (F. Biafora),  nel maggio del 2020 aveva portato la società giallorossa davanti alla Fifa con una richiesta di risarcimento danni da 2,4 milioni di euro per presunte violazioni dell’accordo sulla percentuale di futura rivendita (40%) dell’attaccante, andato in Russia insieme al portiere Romagnoli.

L’azione legale per il trasferimento, avvenuto sotto la direzione sportiva di Petrachi e la presidenza di Pallotta, era stata inizialmente rigettata dal Players’ Status Committee, ma i sudamericani si sono rivolti poi al Tas per cercare giustizia e alla fine incasseranno un milione di euro.

La decisione è stata presa ieri dal Tribunale dello Sport di Losanna e a Trigoria viene giudicata sorprendente e senza base giuridica, visto che i giudici hanno assegnato un valore di mercato arbitrario al giocatore.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteLa telefonata di De Sanctis e il provino a Trigoria: ecco come Felix è arrivato alla Roma
Articolo successivoZaniolo e quel pallone non passato a Abraham: così Nicolò ha perso terreno dentro la Roma

11 Commenti

  1. incredibile…continua a fare danni ….non c’è niente da fare. il peggiore presidente della storia del calcio dal 1877 ad oggi.

    • “La decisione è stata presa ieri dal Tribunale dello Sport di Losanna e a Trigoria viene giudicata sorprendente e senza base giuridica, visto che i giudici hanno assegnato un valore di mercato arbitrario al giocatore.”

      Magari ti eri perso l’ultimo paragrafo…

    • Forse mi sfugge qualcosa.
      Lo Spartak lo ha pagato 3M.
      Il 40% equivale a 1.2 M.
      Dov’è il valore arbitrario?

    • Ah, boh, onestamente non ho controllato le cifre dell’affare e ho solo riportato quel poco che è scritto nell’articolo.
      Posso solo pensare che di solito quando è prevista una % sulla rivendita, questa si calcola togliendo prima il costo iniziale del cartellino (situazione e cifre che non controllerò).

  2. Quand’è l’ultima volta che la giustizia sportiva ci ha dato ragione?
    Mi sembra che nonostante il cambio societario veniamo sempre mazziati.
    E non mi risulta che nè Pallotta prima nè i Friedkins ora fossero persone aduse a illeciti.

    • “E non mi risulta che nè Pallotta prima nè i Friedkins ora fossero persone aduse a illeciti.”

      Sorge il dubbio che sia questo qui sopra il motivo per cui veniamo mazziati.

  3. Premesso che questi giochetti per aggirare gli accordi li trovo davvero poco onorevoli… ora voglio che inter, rube e tutte le altre che attuano questa pratica da SEMPRE vengano punite in ugual proporzione. La legge è uguale per tutti. Vero?…
    …vero???…
    …Ah, già. Dimenticavo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome