Roma, un mercato portoghese dal sapore Special

45
2259

CALCIOMERCATO ROMA ULTIME NOTIZIE – La Roma punta dritto verso il Portogallo. E non poteva essere così, visto che la guida sportiva del club giallorosso è formata dall’accoppiata lusitana formata da Tiago Pinto e Josè Mourinho.

Stando a quanto scrive l’edizione odierna de La Repubblica (A. Di Carlo), dopo Rui Patricio e Sergio Oliveira, ora sono altri tre i giocatori portoghesi nel mirino della Roma per il prossimo mercato estivo.

Diogo Dalot sogna di tornare in Serie A e il suo agente, Carlos Gonçalves, ne ha già iniziato a discutere con Pinto. Per la mediana il sogno si chiama Renato Sanches: a gennaio è stato ad un passo dal Milan, poi un’improvvisa richiesta del suo procuratore, Mendes, ha fatto saltare il banco. E dalle parti di Milanello sono convinti che nell’ombra ci sia la Roma.

Per l’attacco il profilo di Gonçalo Guedes del Valencia piace e non poco. A completare il puzzle, un portoghese d’adozione: parliamo di Mile Svilar, giovane portiere in uscita dal Benfica. Nomi, idee e prospettive, ma servirà un flusso importante di soldi per realizzarlo. Occhio a cessioni eccellenti: servirà far cassa per continuare a costruire una Roma Special.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteE’ una Roma last minute
Articolo successivoPellegrini ha la febbre, derby a rischio

45 Commenti

    • Io mi terrei stretto Vina, per età e palmares di trofei vinti, considerando che è il primo anno di Roma, i nomi fatti, se vegono è tanta roba. Se vengono vuol dire che, Sergio Oliveira viene riscattato, venderei Veretout per prendere Douglas Luis, se il Siviglia vuole Cristante, Monchi ci deve Diego Carlos, allora si… Far rimanere, gli altri è findamentale.

  1. Che ci sia la necessità di investire pesantemente e una certezza o necessità….

    Vanno bene questi nomi….. Aggiungo anche i vari lisandro Martinez e Douglas Luis….

    Sogno di vedere il centrocampo formato da Douglas e Sanchez…..💪🤞💪🤞

  2. Dalot gioca titolare nello United e non vedo perchè deve venire in Italia. Renato Sanches vuole un ingaggio altissimo tipo premier l. e Guedes è richiesto dalle squadre iberiche ben più appetibili per un calciatore di noi. E’ inutile sognare. Ci vuole un mercato intelligente con T.Pinto che anticipa le mosse degli altri. Ma se per prendere un calciatore dobbiamo prima vendere i Diawara o i Villar tanto per fare degli esempi, è inutile sognare. Abbiamo criticato la gestione Pallotta ma la politica della Roma sembra che non sia molto cambiata. La differenza che prima avevamo direttori sportivi come Sabatini che ti portavano calciatori bravi a due soldi come Alisson e Marquinos che poi rivendevi a cifre importanti ma ora neanche quello.

    • Se tu intendi come zi bah che la presidenza deve portare i migliori campioni soffiandoli alle squadre più blasonate e pagarli tantissimo ogni anno, allora non è cambiato nulla tra le due presidenze. Quello che è cambiato e che ci può far fare il salto di qualità è che per adesso non cedi i migliori ogni anno.
      Sabatini è forse il migliore dg in Italia, in 8 anni da noi ha speso solo due volte più di 20 milioni – per iturbe e nainggolan, portando tanti campioni ma anche tante sole che potevi rivendere in squadre di fascia inferiore. Friedkin non vuole più essere un rivenditore di calciatori ma punta ad acquistare già dal secondo anno giocatori già affermati in realtà più grandi, tipo Abraham, pagando tanto per fare crescere la squadra. Vediamo cosa ci riserveranno le loro strategie di mercato per il futuro, secondo me con 3-4 acquisti di livello nei ruoli giusti questa squadra può dire la sua anche in europa

  3. Più che Special, servirebbe una Roma Normal, perché quella di Mou fa veramente pena, è inguardabile e non produce risultati. E sarebbe ora di guardare anche il mercato italiano, ove i vari Tameze, Lopez e Berardi potrebbero portare la sana ignoranza che manca a molti portoghesi.

  4. Sanches è probabilmente il cc più completo in circolazione, dubito venga in questa Roma.
    Sognavo un centrocampo con lui e Guimaraes ma questo non per niente se l’è preso la squadra più ricca di sempre. Credo che anche il portoghese seguirà quel tipo di strada.
    Poi ci soero sempre…

  5. Prima magnavano gli americani mo ce magnano i portoghesi. Siamo sempre in pasto a qualcuno che succhia alle nostre mammelle. Abbiamo un sesto senso a scegliere buffoni.

  6. Renato Sanches non è un regista.
    Abbiate pietà.
    Inoltre non ha mai superato le 20 presenze in campionato.
    (quest’anno è a 18, forse ce la fa…). Perchè ha continui infortuni muscolari.
    In compenso costa uno sproposito.
    E’ perfetto per il PSG direi.

    • Sono d’accordo con te, peraltro si è infortunato di nuovo, nella penultima ultima gara disputata in campionato. Non è regista e non è mediano, quindi serve poco e costa un botto. Ma qui in troppi si innamorano di tesi precostituite.

  7. Renato Sanches è un mediano di interdizione e basta invece a noi in mezzo al campo serve un faro che detti i tempi di gioco e sappia cmq fare interdizione. Xhaka non mi attira tanto meglio Paredes

  8. Io non toccherei il blocco squadra, prenderei solo Renato Sanches: che è un grande giocatore e poi andrei solo a contornare con i vari Silvar.

    Abbiamo visto che quando abbiamo cercato di andare su calciatori di medio valore tipo Vina o Shomurodov abbiamo toppato alla grande buttando soldi.Ciò significa che non siamo capaci di individuare il medio calciatore che ti diventa poi buono ottimo giocatore e ti cresce di valore.
    Meglio uno solo forte vero riconosciuto e poi fai con quelli che hai che sono comunque buoni calciatori

    • tenendo anche conto del prezzo
      cattivi Shomurodov, Vina , Niles ,
      incerti Sergio oliveira ( doppione )
      buoni Abraham Rui Patricio

      il mercato di gennaio ha avuto il pregio della tempestivita, Ma ci ha portato un giocatore inutile come Niles e un doppione di Pellegrini come Oliveira
      Purtroppo non c’e’ modo di liberarci di Pinto
      Ogni volta che parla nel pre partita tremo

    • Il “blocco squadra”… Ma parliamo dei giocatori che, volere o volare, sono almeno tre anni che ci deliziano? Io lì dentro continuo a non vedere incedibili, anzi tutt’altro. Se finalmente qualcuno me li caccia e li rimpiazza con giocatori più forti, io giuro che non m’offendo. E il “blocco squadra” è qualcosa che non sentivo dai tempi dell’Ajax di Cruyff o della Dinamo Kiev (guarda un po’, manco a farlo apposta…) del “colonnello” Lobanowski. Lì sì che c’era, un “blocco squadra”. Ma applicata a questa Roma, questa espressione suona come involontariamente ironica. Molto ironica!…

    • Adesso vendere Ctistante Veretout Shomurodov Shaarawy Vina Mancini Kumbulla ma anche Zaniolo o Pellegrini mica è facile, sono tutti azzerrati da una stagione terribile, magari il prossimo anno con un Renato Sanchez che da solo ti fa mezzo centrocampo e con un allenatore moderno che punti sul gioco e non sulle polemiche cambia tutto e anche chi adesso sembra un brutto anatroccolo magari si trasforma in cigno.
      Io avevo grandi aspettative in Mourinho ma è andato male, forse è incapace di allenare squadre dove si deve costruire, vuole solo il prodotto fatto da gestire,ma la Roma è una squadra che il prodotto fatto bisogna costruirlo non gestirlo

    • @pierluigi in TOTALE disaccordo, Eldor è una riserva che costa poco (fatevi i conti e non le ca**ate dei giornali! Eldor ci costa meno di quanto qualsiasi squdra tra le prime 7 paga la sua riserva in attacco), Vina è una buona riserva affidabile come terzino o esterno ed è quello che ti serviva quest’anno dato che il titolare sarebbe Spinazzola. M-Niles è stato preso per coprire un buco e far rifiatare Karldorp che stava scoppiano dovendo giocarle tutte (non a caso da subentrato le giocate offensive le ha fatte… se deve giocare ogni 3 giorni come è successo da settempre a dicembre, ovviemente va in debito di ossigeno), quanto a Oliveira è un alternativa che non avevi… Pensa tu senza Oliveira giocavi il derby con i centrocampisti contati e senza cambi. E in un calcio con 5 cambi la differnza c’è eccome, non a caso nella prima metà di stagione le rimonte le abbiamo subite a fine partita, ora le stiamo facendo!

  9. Non capisco questa ostinazione a cercare solo in campionati costosi. Perché non cercare anche in campionati minori (Europa orientale, Scandinavia) dove si possono trovare giocatori buoni a prezzi abbordabili?

  10. renato sanchez va bene anche se la Roma avrebbe bisogno di un regista alla Brozovic. gli altri portoghesi lasciateli dove stanno

  11. il gioco espresso dalla squadra a invece non è proprio di “sapore special”, ma queste cose a Roma non hanno importanza dato che abbiamo avuto il coraggio di fischiare un allenatore da 87 punti

    • Per quanto a me il Pelatone piaccia,
      direi che non si può confrontare una squadra come quella con la rosa attuale.
      C’era Allison in panchina. Ripeto: Allison in panchina.
      Rudiger con Fazio e Manolas non ancora pensionati.
      Nainggolan non ancora in formato botte, Elshaa prima della cura cinese,
      Perotti non ancora su mezza gamba, DDR, Paredes, Dzeko giovane, Salah…

      Tu dimmene uno degli attuali che avrebbe giocato titolare in quella formazione.
      Forse Karsdorp, che a destra c’erano Peres/Rui…. E basta.

  12. L’importante,a prescindere dai nomi e dalla nazionalità,è che a Roma arrivino 2-3 giocatori forti forti e non mezze tacche a parametro zero.
    Ciò detto,faccio i miei nomi per i ruoli che necessitano di grandi investimenti:
    centrale > Bremer del Torino
    mediano > Renato Sanches
    esterno d’attacco ,che salta l’uomo e sforna assist per Abraham > Guedes

    Per arrivare a questi si possono tranquillamente sbolognare : Ibanez e Zaniolo,oltre al solito elenco di palle di piombo (ai quali si aggiungono le new entry Vina e Shomurodov ).

  13. Io non mi capacito di come abbiamo lasciato Koopmeiners all’Atalanta per 14 milioni.
    Avresti preso un regista fantastico per i prossimi 10 anni, un mancino superlativo.
    Fino a quando ci sarà Thiago Pinto mi aspetto solo sole ormai.
    URGE DIRETTORE SPORTIVO, URGE SARTORI

    • Assolutamente d’accordo. È forte e costava poco. Mi mangio le mani tutte le volte. A parte questo; vuol dire che la nostra dirigenza non ci ha capito una mazza in questa circostanza.

    • io mi capacito vista la bravura ( finora) di questo ds ( e anche Mou che dovrebbe avere accettato questi acquisti..)capace di prendere autentiche seghe come Vina, Reynolds, Oliveira, Maitland Niles, Shomorodov ecc.
      Koopmeiners o forse ancora meglio per me Torreira sarebbero stati l’ideale per la Roma così come Zappacosta sarebbe stato un esterno un pò più decente di quelli che abbiamo ora..

    • Ma magari non voleva venire lui? Non ci pensate mai eh…. guardate che è più attrattiva la Dea che la Roma sto periodo.
      Non dovremmo essere così presuntuosi.

    • Tutto bello,
      solo che non è un regista.
      Non giocava da regista prima, non gioca da regista ora.
      Infatti gioca davanti a De Ron e Freuler.
      Poi puoi dirmi che è più forte di Pellegrini, ma non è un regista.

      Come Pinto non è il nostro DS per altro.

      E’ pieno di giocatori forti che costano poco, però fare una rosa di 40 elementi
      perchè costano poco non è una grande strategia…

      Davvero mi chiedo perchè non abbiate fatto tutti i DS…

    • Complimenti a Fabmis, Brindisino e Falcao: fa piacere leggere commenti intelligenti e competenti.
      Anto, Koopmeiners non ha mai giocato trequartista in vita sua.
      Gasperini l’ha messo in quel ruolo per poter schierare contemporaneamente anche Freuler e DeRoon.
      Lui nasce mediano di manovra e all’occorrenza pure difensore centrale.
      Se ti diletti a criticare gli altri utenti almeno documentati.

    • Complimenti alle competenze di calcio! Koopmeiners nell’Atalanta gioca in una posizione “simil Pellegrini”, non come regista, Gasperini lo ha provato li e lo ha bocciato, e non a caso, perchè in Olanda, col modo di giocare, il regista basso è un compito MOLTO più facile che in Italia. Nei campionati “maggiori” Koopmeiners può giocare più avanzato ma non regista, non ha il passo, dalle partite viste vi dico che Cristante è un regista Migliore di K. e Cristante NON è un regista.
      Ho il sospetto che K, faccia la fine di Miranchuk o Kovalnko, cioè un giocatore preso per certe caratteristiche in un campionato “minore”, che però portato in un campionato più difficile non riesce ad esprimersi nello stesso ruolo e con gli stessi compiti e quindi deve essere adattato perdendo in efficacia. Per trovare un regista “affidabile” bisogna andare in campionati molto competitivi dove questi giocatori sono messi costantemente sotto pressione, etc. etc. Prenderli in campionati meno tattici c’è il rischio che poi salendo di livello no riescano ad esprimersi nel ruolo in cui servirebbero.

  14. Qualcuno per favore regali un mappamondo a Pinto e Mourinho, tanto per fargli capire che c’è vita oltre il Portogallo, l’Inghilterra…e Mendes (un’isola di recente scoperta).

    • Dai UB,
      se era una battuta ok, ma non starai anche tu dietro a queste cialtronerie?
      Finora di Portoghesi ne sono arrivati due, e uno anche molto buono tra l’altro.
      Oliveira è in prestito.
      NOn mi pare ci sia davvero questa corsa alla Lusitania…

    • Però ti sei perso la perfida Albione…con la quale fanno 4 su 6. E di tutti i nomi che si fanno, almeno l’80% gravitano in quella cerchia.

  15. Comunque una riflessione su Pinto: Under e Pau piazzati ufficiale al Marsiglia per 21 mln Kluivert al Nizza per 15…Flore probabilmente al Milan per 4,5 in tutto sono 40. In uscita sta lavorando benissimo. In entrata bene Rui e Tammy, Vina credo migliorerà è titolare Uruguay unico errore al momento Shomurodov che però potrebbe rilanciarsi in qualche piazza minore.Roma non è stata costruita in un giorno. Ancora un anno di tempo

  16. Ricostruiamo con Mou partendo da Rui Patricio e Tammy Abraham, gli unici di livello che abbiamo, tutto il resto via, in un unico blocco!

    • Metteo scusami .Una volta andato via mou. Quele sarebbe l’allenatore perfetto, per una roma perfetta? Juric? Ci abbiamo provato con di Francesco, ma poi gli hanno venduto tutti è è scoppiato tutto. Poi abbiamo alzato leggermente il tiro con Fonseca, ma era scarso, poi abbiamo esagerato con lo special one ma è bollito. Ma per fortuna arriverà juric, che verrebbe distrutto in 6 mesi. La Roma è scarsa, lasciate stare gli allenatori.

  17. Renato Sanches e Goncalvo Guedes sono due profili che io non porterei alla Roma. La Roma deve imparare a spendere bene e se serve. Portare entrambi i giocatori a trigoria significherebbe un impegno di spesa che si aggirerebbe sui 60 milioni di euro. Renato Sanches è un giocatore che si infortuna spesso, lo scorso anno si è operato al menisco. Gpncalvo Guedes che presumo venga preso anche per fare i gol che ci mancano la’ davanti, ha una media realizzativa di 61 gol in 297 partite ufficiali giocate, ciò significa segna un gol ogni 5 partite, una media troppo bassa. Non vorrei che questi americani, che non si intendono di calcio, inizino a spendere soldi a vuoto. se devono spendere prendiamo i giocatori che fanno la differenza. Non mi sembra questo il caso.

  18. 1 terzino destro titolare, 2 difensori centrali titolari, 2 centrocampisti, zaniiolo spostato al centro, 2 ali titolari, 1 ricambio in attacco per tammy, e si comincia a ragionare.

  19. Come detto e ridetto, aspetto quest’estate per vedere la “vera campagna acquisti” che sarà quella ponderata ed in teoria anche ben valutata da un team scouting (4 osservatori di livello internazionale più Scarchilli voluta da Mou), che quindi avranno identificati gli obiettivi per la prossima estate e che ovviamente saranno poi fatti eventuali sondaggi a “fari spenti”.
    Oltre a questo e la promozione di alcuni giovani messi in rodaggio in prima squadra quest’anno, saranno recisi alcuni calciatori non ritenuti all’altezza per formare una squadra vincente (perché Mou ha sempre dichiarato che ci vorranno 3 anni per costruire non una Roma forte ma, una squadra che vinca qualcosa, lui l’ha sempre detto fin dalla prima conferenza stampa ufficiale, come anche se vinceva all’inizio, già aveva intravvisto i limiti della rosa ed aveva affermato che sarebbero arrivate una serie di sconfitte, e che era importante che la squadra ed i tifosi rimanessero compatti in quelli che saranno i momenti difficili per la squadra).
    Io quindi vedò che la rosa sarà ulteriormente decurtata, inseriti alcuni giovani in più nella rosa (altri 5-6 elementi dalla Primavera) con quelli attuali promossi a giocare di più in prima squadra (Zalewski, Bove, Felix, Volpato, Darboe ed un Milanese che ritornerà dal prestito dalla B), quindi mi aspetto possano arrivare 4 calciatori di un certo “peso” (penso un difensore centrale, un mediano di ruolo, un terzino destro versatile anche per la sinistra, un’altro attaccante). La riconferma di Miki sarà importante perché è l’unico giocatore in grado di cambiare, dettare tempi e costruire le azioni offensive più efficaci.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome