Roma, una vittoria a metà

50
1436

AS ROMA NEWS – La missione è compiuta. Dopo due giornate di campionato, sulla carta ampiamente alla portata dei giallorossi, la Roma è a punteggio pieno in vetta alla classifica insieme a Napoli e Inter, e davanti a Juve, Milan, Atalanta e Lazio.

Eppure a Trigoria non c’è più l’euforia dei giorni scorsi. Perchè l’uno a zero (l’ennesimo) di ieri sulla Cremonese non può lasciare tranquilli né la Roma né Mourinho. E non tanto per quanto visto ieri in campo, dove la squadra ha palesato una condizione fisica ancora molto approssimativa, ma per gli infortuni che stanno mettendo fuori gioco i calciatori più importanti in rosa.

Nel giro di 24 ore infatti la Roma ha perso prima Wijnaldum (bello l’omaggio dei compagni) fino a gennaio, e poi Zaniolo per circa un mese. L’attaccante, il più in forma dei suoi dopo un precampionato coi fiocchi, sarà infatti costretto a fermarsi sul più bello a causa della lussazione alla spalla sinistra provocata da uno scontro a tutta velocità con conseguente fragorosa caduta a terra.

Un infortunio che ha scalfito nel morale le convinzioni della Roma. E così ieri i ragazzi di Mou hanno dovuto faticare più del dovuto per avere ragione di un’ottima Cremonese. Con Zaniolo in campo i giallorossi avevano macinato occasioni da gol, sprecate a ripetizione da Abraham e soci anche per colpa di una condizione ancora approssimativa.

Ma poi il ko del 22 ha intaccato le certezze, ma soprattutto l’entusiasmo del gruppo. E il secondo tempo, sbloccato da un preciso colpo di testa del solito Smalling, è stato più combattuto del previsto. La squadra infatti ha finito la benzina molto presto, e alcuni giocatori chiave erano già con la lingua di fuori prima dell’intervallo.

Il problema è che se prima Mou aveva diverse scelte in panchina, adesso sono bastati due infortuni pesanti a ridurre sensibilmente le alternative, specie dal centrocampo in su. El Shaarawy è stato l’unico cambio capace di dare brillantezza al reparto avanzato, ma è troppo poco.

Alla fine la Roma è riuscita a portare a casa i tre punti con merito, giocando con la testa e con il cuore, ma la sensazione che servano ancora rinforzi per allestire una squadra davvero competitiva resta forte. Lo ha fatto capire in tutti i modi Mourinho a fine partita, stavolta senza troppi giri di parole: servono (almeno) un centrocampista e un attaccante. Il tempo comincia a stringere, perchè alla chiusura del mercato manca solo una settimana. E sabato sarà già Juve-Roma.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteSerie A: Juventus fermata dalla Sampdoria, a Marassi finisce 0 a 0
Articolo successivoPinto fa spazio a Belotti: Kluivert in chiusura al Fulham, Felix alla Cremonese a titolo definitivo

50 Commenti

  1. Buongiorno popolo romanista.
    Teniamo duro.
    Siamo tosti e forti.
    E Wijnaldum e Zaniolo torneranno più carichi di prima!
    Sconfiggeremo anche la cattiva sorte.
    ROMA mia con te non ho paura!!!
    FORZA ROMA

    • Si, ma come dice Fiorini serve tornare sul mercato.
      Mi lascia perplesso soprattutto il centrocampo dopo aver visto la Roma di ieri.
      Il problema è sempre il solito, non abbiamo un regista in grado di ragionare e rompere. Gini serviva a questo è non mi pare che Matic riesca a farlo.
      Se prima servivano una riserva di livello per Abraham e un difensore alternativo a Smalling, ora serve anche un centrocampista.
      Altrimenti addio ai sogni di scudetto

    • Parole sante. Inoltre dopo due partite e con una stagione a dir poco strana, la forma fisica è ancora approssimativa, diversamente la Cremonese sa di dover raccimolare più punti possibili. È sempre stato così. Chi corre ad agosto a febbraio, con un mondiale di mezzo, sarà sulle gambe. E comunque riguardatevi le azioni. Se dopo un tempo stavi 3:0 oggi si parlava di altro.

    • A me me sa che c’aveva ragione er Barone: qui c’è vò lo stregone! Nella stagione 82/83 lo scudetto arrivò con una grande squadra ma anche con un mago che Liedholm consultava prima di ogni partita……Comunque ci vuole tempo e giocatori: d’altronde erano già in lista l’acquisto di un attaccante ( Belotti) e un difensore centrale sinistro e arcigno + un centrocampista di cui si poteva anche fare a meno fino all’infortunio di Gini. ( a proposito ieri bravissimi Colley e anche Sabiri della Samp)

    • Sì, certo, a noi l’ottimismo e il cuore di certo non mancano. Però intanto abbiamo perso per tre mesi quello che ci doveva garantire il salto di qualità in mezzo al campo e per un mese quello più in forma là davanti e l’unico in grado di dare quegli strappi e accelerazioni che sconvolgono la difesa avversaria. A volte Nico fa ancora la scelta sbagliata, ma l’apprensione degli avversari ogni volta che la palla arriva sui suoi piedi è evidente.
      La squadra ha evidentemente risentito anche a livello psicologico di queste due perdite, e il secondo tempo di ieri ha ricordato molte partite dell’anno scorso, con tanta fatica a portare il pallone davanti. E dietro non si è vista la granitica certezza della gara di Salerno.
      Urge un intervento, un segnale per risollevare il morale dopo queste due bastonate della malasorte. Due acquisti sono necessari, meglio ancora tre.

    • A Robè, a me Colley so du’ anni che me piace. Un marcatore che te sfonna le tibie de carci. Nu te fa passà manco se t’ammazzi.

  2. paradossalmente ci sono delle opportunità in quello che è successo: la spinta a completare la rosa che poi (al recupero) dei 2 diverrebbe significativa per il primato italiano. Serve però immediato rinforzo a centrocampo, ed io sostengo in difesa prima ancora di attacco dove comunque per Belotti si spera finisca questa assurda attesa. Infatti se si prendesse un ottimo difensore si potrebbe giocare con un centrocampista in più. mie opinioni.

    • Ma io infatti sarei anche cauto a fare paragoni. Ci sono squadre che devono giocare sempre in attacco (tipo Zeman), altre che devono tenere sempre la palla (tipo Guardiola), altre che fanno catenaccio e contropiede. Giocano così, è la loro identità. L’importante è che funzioni. La Roma è un anno che fa partite sporche. Proprio zozze, incasinate, sono dei minestroni in cui mentre mescoli ogni tanto trovi il porcino DOC. Ci abbiamo vinto una coppa così. La Roma non farà mai un 5 a 2 come il Napoli ma… a win is a win.
      Ho visto la partita con parenti tifosi (purtroppo) delle 3 strisciate, erano lì che facevano i gradassi, gli ho chiesto e non seguono la Roma. Non ci sono abituati, non hanno il fisico per reggere una partita della Magica. Un po’ mi hanno fatto compassione 😀

    • Concordo con Idi di Marzo e aggiungo che in due partite su due di inizio campionato, con tutti i limiti di una condizione fisica ancora non al 100%, io ho visto una buona Roma. Il vero infortunio pesante è Wjnaldum (che, pure rivedremo a gennaio, non a maggio, come Spinazzola l’anno scorso) mentre quello di Zaniolo è uno stop di un mese: per carità, meglio se non c’era ma non ne pregiudica la stagione, cosa fondamentale. Inoltre in attacco, con tutto che abbiamo sprecato molto in due partite, abbiamo creato moltissimo e con molta rapidità e facilità, cosa che l’anno scorso e dire gli ultimi anni in genere, non era affatto. Ritengo l’innesto di Dybala fondamentale in ciò: i gol (e la condizione piena) di Abraham e di Dybala arriveranno, ne sono certo e per ora l’innesto di Elsha e, credo ormai certo, del Gallo, ci consentono di guardare con più fiducia al mese di stop di Zaniolo. Al di là di “chi arriverà a sostituire chi”, pertanto, se guardo a questa prima Roma che già c’è vedo una squadra in crescita, che può stringere i denti e compattarsi in un momento di difficoltà (ieri è avvenuto) e contare comunque su una rosa che da Pellegrini a Smalling, da Rui ad Abraham, da Spinazzola a Matic, fino a Paulo Dybala e in attesa del Gallo, consente di guardare con maggiore ottimismo al futuro, nonostante il guaio Wjnaldum. Anche a centrocampo, premesso che credo vedremo in campo di più Matic (e la cosa non mi dispiace affatto), Pellegrini e Cristante ormai sono due garanzie, giocatori solidi, maturi, di livello. La difesa, compreso Rui, a me piace: non abbiamo subito gol e abbiamo comunque rischiato pochissimo in due gare, Smalling e Rui sono due giganti. Insomma questa Roma per me ha iniziato bene, poi se ad alcuni ancora non piace il calcio di Mou e vogliono altri schemi, altro gioco, altro allenatore… consiglio a questo punto un’altra squadra da seguire: la Roma, finché c’è Mourinho, è così e a me non sembra che si stia “giocando male”. Non è vero, tutto qui. La “sfiducia”, infine: secondo me è di certi tifosi, non credo della squadra, che ieri a un certo punto ho visto stanca (per ragioni oggettive e “fisiche”) ma quanto a garra l’ho vista eccome, da Spinazzola a Karsdorp, da Rui a Pellegrini e Cristante, da Matic che è entrato con la bava alla bocca fino a Dybala che in campo ha dato tutto e fino al 94′ ha incitato la squadra dalla panchina come un ragazzino. In quanto a Mou e allo stadio… mi sembrano sempre loro, al 100%. Sfiducia? Ma dove?

  3. Davanti ci sono disponibili gente come Abraham, Dybala, Pellegrini, El Shaarawy, non sono gli ultimi arrivati.

    Nel mezzo a questo punto manca roba, Cristante, Matic ed eventualmente Bove, almeno che non rimanga dietro Pellegrini ma mi pare uno “spreco”…

    • Poi c’è anche Volpato da potere mettere in avanti occasionalmente come alternativa in attacco. Pellegrini a centrocampo non mi sembra essere sprecato al centrocampo, tant’è che sia ieri che nelle ultime partite contro la Salernitana che nel precampionato ha fatto pure bene. Quindi ci penserei bene prima di dovere prendere un’altro centrocampista anche perché Wijnaldum non salterà così tante partite (15 di campionato e l’intera fase a gironi dell’EL) e quando ritorna Gini il centrocampista/mediano che vogliamo comprare adesso sarebbe di troppo e c’è il rischio che uno dei centrocampisti che abbiamo non giocherà mai pure se Mourinho ha ufficialmente chiesto alla società di comprarlo. Io continuerei più a pensare a Belotti e al difensore come abbiamo fatto fino adesso piuttosto che andare a cercare un’altro centrocampista che in realtà siamo già abbastanza coperti con Bove, Matic, Cristante e Pellegrini che lo possiamo tranquillamente mettere in quella zona di campo (sempre se la sfiga non si abbatta ancora sulla Roma che ci fa togliere un’altro elemento importante).

  4. Analisi perfetta. Ieri allo stadio si vedeva una squadra un po’ sfiduciata che risentiva dell’infortunio a Gini. Ha veramente tolto entusiasmo per un campionato che anche i giocatori prospettano in un modo e che ora sarà diverso.
    Alcuni, vedi Dybala, sono in condizioni fisiche deficitarie, ieri ad una rimessa che Kasdrop voleva battere veloce al primo tempo Dybala ha fatto segno di rallentare per dare fiato.
    Poi era troppo isolato sulla fascia destra senza incidere. Zaniolo poi cercava spesso l’azione solitaria che non è accettabile quando mettiamo 3 punte.
    Inoltre gli esterni erano troppo bassi spesso si aprivano voragini tra il trio meraviglia ed il resto della squadra.
    Poi lo schema palla lunga ad Abraham che la spizza per Zaniolo o Dybala va bene in 1-2 occasioni ma ripetuto sempre è troppo prevedibile..
    Cmq la condizione fisica migliorerà ma la sensazione che gli infortuni abbiano intaccato le certezze della squadra era forte ieri.
    Pinto con i rinforzi non solo deve coprire dei buchi ma deve dare nuova energia alla squadra.

  5. Quello che contano sono 6 punti.

    Serve un top difensore e che Dio ci conservi Smalling ma anche Pellegrini che nel frattempo può sostituire ANCHE Zaniolo

  6. Ritornare sul mercato è d’obbligo. Alcuni suggerimenti: Belotti subito. Anticipare l’arrivo di Solbakken (che verrebbe a gennaio a zero per fare il vice di Zaniolo) dando qualcosa al Bodo. Diallo in difesa (dal PSG alle stesse condizioni di Gini). A centrocampo Grillitsch o, secondo me meglio, Frattesi (investimento sul futuro e disponibilità di un giocatore che non deve pensare al mondiale, per di più contentissimo di sbarcare a Roma).

  7. Fiorini “Alla fine la Roma è riuscita a portare a casa i tre punti con merito” non sono d’accordo perchè le occasioni si sono equivalse. Sono d’accordo che due infortuni di questa portata sono difficilmente assorbibili per qualsiasi squadra ma fanno parte della realtà del calcio e quindi i rinforzi chiesti mi sembrano il minimo. Anche perchè il centravanti inglese ha un grande carattere e si sacrifica ma ancora mi sembra lontanissimo da una forma passabile così come Dybala. Un appunto a Mou, Matic doveva entrare prima.

    • “le occasioni si sono equivalse”???????????????????? … mah…
      Caro romano, vorrei seriamente sapere che partita hai visto eh…
      Posa l’attenzione solamente sui primi 20 minuti di partita, non ti chiedo altro. Con un pò più di cattiveria e meno sfiga, saremmo stati sul 3-0 e tutti a casa anticipatamente, anche perchè il secondo tempo avrebbe preso una piega diversa… con la Cremonese (gran bella realtà, non c’è che dire) con le orecchie abbassate…

    • Mah, occasioni equivalse mi sembra un’esagerazione. Loro non hanno mai tirato in porta per tutto il primo tempo, salvo una mezza rovesciata sorprendente ma abbondantemente fuori, noi abbiamo avuto almeno sei occasioni. Nel secondo tempo loro hanno preso una traversa, ma su un lancio alla viva il parroco, non su un’azione corale, ed un tiro al novantesimo ha preso il palo esterno. Noi oltre al gol abbiamo preso una traversa su una bella azione, ci siamo mangiati almeno un gol a porta vuota e comunque eravamo più pericolosi di loro. Partita scorbutica ma non equilibrata

    • Che partita hai visto ?
      27 tiri a 14
      12 tiri in porta contro 3 (e due erano telefonati).
      Se fosse finita 3 a 0, nonostante le pause, la Roma non avrebbe rubato niente.

    • Ma romano (e, direi, non romanista…) non l’ha vista la partita: questi tizi che puntualmente fanno questi commenti (adesso perfino quando vinciamo, manco quando pareggiamo o perdiamo…) non la guardano proprio la partita. Orecchiano un po’ di cose, leggiucchiano qua e là, prendono tutti gli aspetti negativi, o che a loro, poverini, sembrano tali, li estremizzano, piagnucolano, si lamentano un po’ di tutto e di tutti e… voilà, il gioco è fatto. Disastro, tragedia, rovina, fallimento, campionato finito, lutto perenne. Ma avevate qualche dubbio in proposito, cioè che avremmo letto questi commenti alla seconda di campionato? Io no.

  8. Bisogna essere più cattivi sotto porta , queste partite vanno chiuse , ma dal resto 2 partite 6 punte 💪💪💪💪 avanti così Roma nn Fermarti più, Zaniolo e Wijnaldum vi aspettiamo più forte che mai ❤️❤️ ORA testa alla juve anche se ho paura perché è a Torino……. Dobbiamo annientarli DAJE ROMAAA

  9. Il fatto di avere in squadra giocatori molto grandi fisicamente, credo che condizioni le nostre partenze. Non a caso il faraone è quello più in forma. Forza Roma

  10. Andrea Fiorini ha descritto perfettamente l’attuale situazione della Roma. Mi permetto di aggiungere che comunque è abbastanza normale che a inizio stagione una squadra impegnata su più fronti non sia al massimo della forma e della condizione (senza contare i due gravi infortuni). L’importante è che lo sia nei momenti decisivi del campionato e delle coppe. Per ora “accontentiamoci” dei punti conquistati nelle prime due giornate. Parere personale, s’intende.

  11. Completamente d’accordo con Andrea Fiorini

    Servono rinforzi a centrocampo e in attacco….

    Questo è un grande problema….se arriva Belotti e l’austriaco da svincolati …si devono allenare almeno due settimane

    Senza Giorgino a centrocampo siamo messi molto male…. il capitano matic e cristante nn ti possono reggere tutta la stagione

    Forza grande Roma ale’

  12. Er Mister sa quello che ce vole pe’ sistema’ li problemi derivanti dall’infortuni maledetti. Ora li Presidenti je faranno pija’ almeno du’ validi ricambi, oltre ar Gallo. SEMO SEMPRE LI MEJO AR MONNO!!! DAJE ROMA DAJEEEEE 💪💪💪💛❤️💛❤️💛❤️

  13. Nessun ridimensionamento la squadra cè e non saranno questi due infortuni che ne scalfiranno il cammino.
    La perdita di Wijnaldum è la più pesante perchè sarebbe stato lui il titolare fisso a centrocampo che avrebbe portato quel qualcosa in più con Matic a fargli da spalla nelle partite che contano come quella con la Juve trà pochi giorni.
    Ora servono almeno 2 giocatori in entrata e se uno è sicuramente Belotti che con l’ElSharawy di ieri è tanta roba come “panchinari”, l’altro dovrà essere un centrocampista dinamico che però sappia accomodarsi in panchina quando rientrerà Gini, e magari non sarà quello che tutti ricordiamo, ma io sono convinto che Radja ancora quelle 15 partite ed in prestito gratuito fino a fine anno io ci metterei la firma.
    Un ultima cosa: ridate a Pellegrini la trequarti perchè è un giocatore sprecato li dietro, con Dybala e Abraham e l’attacco vola di nuovo

  14. Alla Roma servono quattro giocatori forti: un attaccante, Belotti; un centrocampista, Grillitsch o Zakaria o Laimer o Sabitzer; un difensore, Bailly o Chalobah o Ndicka o Akanji più Zagadou. La Roma potrebbe prenderne 4 spendendo al massimo 3 milioni di euro per i vari prestiti, gli altri a parametro zero. Bisogna fare uno sforzo sul monte ingaggi, almeno per quest’anno per puntare ad uno dei primi quattro posti ed andare in Champions. La Roma di adesso la vedo affaticata, molto imprecisa, ma crea tante occasioni. Ricordo che non abbiamo centrocampo, distaccato dall’attacco e poco incisivo composto da due trequartisti, Cristante e Pellegrini che non sono mediani e che in realtà farebbero le seconde punte.

  15. Con i diversamente torinesi tutti dietro la palla e colpire di rimessa. Io una occasione al faraone dal primo minuto gliela darei.

  16. Ieri le parole di Pinto non mi sono piaciute “c’è tempo” ha dichiarato.
    Ma non è vero. L’infortunio di Whinaldum ha palesato la difficoltà del GM di muoversi sul mercato. Ad oggi la Roma ha speso 7 milioni per prendere 5 giocatori, di cui 3 panchinari e 2 titolari.
    Direi ben poco per lottare seriamente per il 4° posto.
    Dopo la prima euforia per i due grandi colpi, il GM si è arenato in attesa di piazzare giocatori in esubero che nessuno vuole (di cui uno acquistato da lui stesso lo scorso anno a costi folli)

    Serve Belotti, perché non inserirlo subito in rosa?
    Serve ora un centrocampista di valore, perché Matic e Cristante non possono giocare insieme e accanto a loro serve Whinaldum e un suo sostituto. Pellegrini non merita di giocare a centrocampo, è fuori posto.

    In difesa serve un altro centrale.

    Che si aspetta? mancano 8 giorni alla fine del mercato e a breve inizieranno partite ogni 3 giorni. Di tempo non ce n’è…

  17. E in utto questo ancora Belotti non si allena a trigoria piu passano i minuti ormai i giorni sono finiti da un pezzo piu non riesco proprio a capire sabato ci sono i gobbi da abbattere vogliamo aspettare ancora?

    • Ahahahahahahah… “in utto questo ancora Belotti”, “piu non riesco proprio a capire” e “i gobbi da abbattere” sono dadaismo allo stato puro: André Breton a te te fa una p…a, Albe’, altro che chiacchiere (e virgole…).

  18. Se non altro adesso siamo praticamente “costretti” a tornare sul mercato, l’unico lato se vogliamo positivo di tutto questo
    Come faranno non ne ho idea, ma bisogna intervenire con urgenza. Fiducia nei Friedkin come sempre

  19. Mi permetta, Direttore.
    Stavolta non sono d’accordo con lei. La squadra, sicuramente, non si è espressa al massimo (a livello psicologico ha risentito del problema avuto da Gimi e il successivo problema di Zaniolo ne ha accentuato le difficoltà): la Cremonese, al momento, è una squadra rognosa da affrontare. Nondimeno, se dopo il primo tempo fossimo stati sul 3:0 nessuno avrebbe potuto dir nulla. Nel 2* tempo siamo andati calando ma, comunque, si è segnato e le occasioni da gol sono state numerose.
    Per questo non capisco il disfattismo perpetuo che aleggia sempre intorno a questa squadra, anche da parte di molti giornalisti.
    Migliorare si può, ma raccontare la Roma come una squadra ieri disperata e allo sbando fa un po’ ridere e da anche un po’ fastidio.

  20. Tranne che sulle fasce dove abbiamo 2 giocatori per ruolo,la rosa è corta in tutti i reparti se si vuole competere in tutte le competizioni! Non sottovaluterei la difesa, giocando a 3 numericamente 4 non possono bastare ,è il reparto dove più si rischiano cartellini e squalifiche ,basta poi un affaticamento muscolare e ,giocando ogni 3 giorni,si saltano come niente 4 partite!

    • con le due tegole che ci sono cascate addosso, serve un rinforzo decente per reparto, poche storie
      Qua basta un raffreddore per rivedere in campo moshurodov, dio ce ne scampi

  21. A me sembriamo una città di fifoni… dove vedo questa paura collettiva?

    Semplice, nel farcela sotto: se non stiamo vincendo con quattro gol di scarto ce la facciamo sotto. Se manca qualcuno dei migliori ce la facciamo sotto. Se dobbiamo andare a Torino ce la facciamo sotto.

    E quando dico ‘farsela sotto’ intendo proprio ‘farsela sotto’. Come i bambini… perché è normale essere preoccupati se la partita non è chiusa o se perdi Zaniolo (e Wijnaldum) o ti aspetta lo Stadium (dove forse non abbiamo mai neanche pareggiato 🤔). Ma la differenza tra ‘essere preoccupati’ e ‘farsela sotto’ (che è quello che facciamo noi: io per primo, sia chiaro…) è netta.

    Forse è la troppa passione, o perché l’abbiamo presa in quel posto troppe volte, oppure perché non sopportiamo le delusioni, non lo so… ma noi siamo quelli che si stracciano le vesti al primo problema, al primo pareggio, alla prima sconfitta…

    Ed è per questo che l’Imperatore di Setubal è una manna dal cielo per noi… sempre tranquillo: perdiamo il Derby? Fa niente, noi siamo una grande squadra e loro no. Il Bodo Glimt? Macchè fiducioso… vinciamo! E così via.

    E poi secondo me è la squadra che insegue in classifica (la Juve in questo caso) che deve preoccuparsi: a chi è davanti basta il pareggio per mantenere le distanze… quindi tranquilli e comportiamoci da uomini: manca Zaniolo ma c’è Dybala (Abraham e compagnia bella…). E soprattutto c’è Pellegrini che ieri era di un altro pianeta (calcisticamente parlando).

    La forma non potrà che migliorare col tempo e se c’è riuscita la Samp a pareggiare magari ci riusciamo anche noi, no?

    Ciao a tutti. Io per adesso mi godo i 6 punti in classifica 😊.

    • per me è comprensibile la paura dei tifosi, è un dato di fatto che la Roma ha vinto pochissimo e collezionato una serie infinita di figuracce e delusioni; quante volte è stata a tanto così dal vincere qualcosa, e il sogno è puntualmente svanito nel nulla?
      I più grandicelli come me ricorderanno Roma-Liverpool, Roma-Lecce dell’86, ma senza andare troppo indietro basta pensare a Venezia-Roma del 2002 o Roma-Samp del 2010
      A forza di bocconi amari, uno diventa disilluso e quando qualcosa comincia ad andare per il verso giusto, c’è sempre la paura che non duri
      Per quanto mi riguarda, è vero ieri la Roma non mi è piaciuta e non ho paura a ribadirlo, ma non sono molto preoccupato per il futuro, le mie paure sono state ridimensionate da 3 fattori:
      1- l’arrivo di Mourinho, un leader vero come a Roma non se ne vedevano da anni
      2- una dirigenza seria e capace che parla poco e fa i fatti
      3- l’arrivo di un trofeo (tra l’altro europeo) dopo anni di fuffa allo stato puro

      Per il resto, non me la sento di condannare chi mostra la sua preoccupazione, che è diversa dal pessimismo a prescindere (“l’ambiente”, “non vinceremo mai niente”, “ce l’hanno tutti con noi” e compagnia cantando)

      E adesso spolliciate pure, sai quanto me ne frega
      Forza Roma

    • Ehm… Zen… e per la cena (pantagruelica) a cui pensavo di portare anche tutti quelli che conosco (anche solo di nome…)?

      Ciao 😊.

  22. Che la Roma non stia in una forma fisica ottimale questo è evidente ma è il prezzo che si paga quando fai le tournée e non i ritiri vecchio stampo. Mettici che la questa Roma ha elementi nuovi ma anche vecchi rientrati da lunghi infortuni, per tornare al 100% ci vuole un pó di tempo come per trovare un gioco a memoria che al momento non riesci visti i nuovi innesti.
    Adesso con la tegola di Zaniolo e Wijnaldum, due cardini della formazione, le cose non migliorano di certo ma è successo e bisogna reagire.
    Il compito di Pinto è trovare sostituti affidabili, se per Belotti ormai il posto è assicurato per il centrocampo è corsa aperta.
    Il Napoli è una squadra più aggregata rispetto a questa Roma ma ha anche giocato con un Monza che ha ribaltato la sua formazione ed un Verona con i nervi a fior di pelle per un mercato non proprio di rinforzo. Quindi sarei un pó cauto a tirare subito le somme bisogna vedere come andrà con squadre più attrezzate.
    Salernitana e Cremonese non sono delle grandi ma in questo inizio campionato sembrano più fresche, la Fiorentina c’ha vinto all’ultimo istante dal fischio finale quindi vediamo.

  23. E’ incredibile siamo solo alla seconda giornata e gia’ con questo articolo nonostante i 6 punti in due partite si sta’ gia’ recitando il deprofundis.

    Ma quanno e’ che cresceremo….
    Si cresce nelle difficolta non nella bambagia.

    Io ci credo egli infortuni purtroppo hanno sempre fatto parte del gioco, vorrei ricordare a molti che il record delle partite consecutive vinte lo abbiamo stabilito quando un certo Francesco Totti era indisponibile per i fortunio e in quelka circostanza la squadra tiro’ fuori tutto il meglio di se.
    E’ nelle difficolta’ che si cresce.
    FORZA ROMA 💛❤

  24. Torniamo a monte: José ordina il ritiro della squadra (lí ancora al completo) a Trigoria; perché?… Perché é chiaro che si rende conto che c’ é qualche problema – ora sappiamo che si tratta della condizione fisica. Imposta la partita sul primo tempo, cercando di non far ragionare l’avversario grazie al palleggio e alle sortite imprevedibili degli attaccanti. Ci va male, visto che gli sprechi sottoporta continuano a fare in modo che gli attaccanti, nonostante fior di occasioni, siano ancora a secco.
    Nel 2° tempo si verifica il temuto calo fisico, e la cosa piú preoccupante é che nonostante le sostituzioni, a centrocampo si crea una voragine in cui i cremaschi vanno a nozze creandoci piú di qualche grattacapo. Voglio ringraziare personalmente Lorenzo Pellegrini che ha fatto un lavoro impressionante, come si suol dire cantando e portando la croce: senza il suo apporto findamentale ieri si sarebbe messa male. In piú ci si é messa anche la sfortuna, che con noi ci vede sempre benissimo, privandoci in brevissimo tempo di colui che deve essere il nuovo perno del centrocampo, e dell’ uomo piú in forma in rosa.
    Sono fiducioso che José ci veda meglio della sfortuna stessa:
    forza magica, a Torino per vincere!

  25. infatti..nn è detto che senza Zaniolo in attacco si debba soffrire poi cosi tanto..si può tranquillamente giocare ad una punta..e penso che Tammy ci si ritrovi di più..in fondo ci basta un gol..eh eh..però urgono Belotti UN CENTROCAMPISTA DUTTILE E UN DEFENDER sx..e Zenone che se guardi l’atlertica..eh eh

  26. Non ricordo nessuna squadra che è partita forte, come stanno facendo Inter e Napoli, arrivare fresca a primavera.
    Noi stiamo dietro, ma meglio così..ricordo le 10 partite vinte con Garzya all’inizio, e poi..
    Vorrei vincere con partite zozze, come sa fare Mourinho…ormai al bel calcio c’ho rinunciato da un pezzo, dai tempi di Zeman e Spalletti…vittorie? Zero

  27. Pochi cazzi,serve una Mourinhata sabato,una di quelle imprese di cui tutti noi amanti del calcio abbiamo avuto modo di seguire…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome