Roma vista Champions con Friedkin ancora al comando

25
1150

AS ROMA NEWS – Prima la conferenza stampa di mister De Rossi, poi la rifinitura, quindi la partenza per Monza dove domani pomeriggio la Roma proverà a vincere la sesta partita su sette da quando l’ex capitano si è seduta sulla panchina giallorossa.

La volata Champions, che coinvolge ben sei squadre per uno o forse due posti, non ammette distrazioni e passi falsi. Con De Rossi la Roma sta tenendo una media punti altissima, 2,5 a partita, più da scudetto che da quarto posto. Le speranze di qualificarsi alla prossima Champions (che varrà ancora più soldi) sono tornare alte da quando i Friedkin hanno deciso di cambiare guida tecnica.

L’esonero di Mourinho, criticato inizialmente anche dai detrattori del tecnico portoghese, si sta invece rivelando una scelta azzeccata da parte della proprietà. La squadra ha ritrovato convinzione nei propri mezzi, gioco e risultati. De Rossi sa che la sua conferma sulla panchina giallorossa passerà soprattutto dal raggiungimento degli obiettivi: con una Roma in Champions sarebbe impossibile non rinnovargli il contratto.

Friedkin non ha fretta e aspetterà la fine della stagione per prendere una decisione. Nella Roma infatti il momento è delicato: la proprietà, dopo aver allontanato Mourinho e aver salutato Tiago Pinto, si sta ristrutturando. In queste ore a tutti i dipendenti è stata inviato un questionario riguardante il curriculum che li ha portati a Trigoria: la proprietà è intenzionata, infatti, a tagliare altre teste.

Ma guai a parlare di passaggio di mano da parte dei texani: i Friedkin hanno ribadito anche ieri, tramite la viva voce di Lina Souloukou, la ferma intenzione di restare alla guida del club. Proprio la dirigente greca sta guidando questa fase di transizione con mano ferma. I prossimi mesi saranno decisivi per il futuro del club: dalla nomina del prossimo ds (in corsa ora anche Hughes del Bournemouth) alla presentazione del progetto stadio, sono tanti i passi importanti che il club opererà con l’obiettivo di “svegliare il gigante addormentato”.

Fonti: Il Tempo / Leggo / Il Romanista / Corriere dello Sport / Gazzetta dello Sport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteAzmoun, Roma a ogni costo: l’iraniano pronto ad abbassarsi lo stipendio pur di restare
Articolo successivoMONZA-ROMA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

25 Commenti

  1. Una delle volte più famose nella quale hanno “tagliato le teste” è finita molto male, questa storia non mi piace e nemmeno il modo in cui viene raccontata.
    Inoltre vorrei capire: se invece la Roma, come è piuttosto probabile, non centrasse la Champions e cadesse anche De Rossi, quale sarebbe lo scenario? Trovarsi a giugno senza allenatore, senza DS, senza metà squadra e senza soldi?

    • Io invece vorrei sapere perché cambiare derossi per prendere un dezerbi ,dimentichiamoci i klop gli Ancelotti o i conte ,siamo al Pallotta 2.0 e se qualcuno non lo riconosce e in mala fede ,spero vivamente di essere spernacchiato con tanto di klop sulla.panchina ma il nostro motto per i prossimi 10 anni sarà ” 4 posto per la Champions”
      Se dite a me cosa vorrei ogni anno entrare in champion o fare una finale di conference o Europa legue ,io preferisco la seconda al 100% non è compito mio pensare ai soldi e a chi li mette ,quello spetta ai Cesaroni commercialisti che con pallotta hanno vinto un bonsai

    • Deduco che abbiano sia un piano A, uno B e uno C.
      Il problema rimane sempre che i tempi eroici delle proprietà tifose, tipo Agnelli o Moratti, sono finiti e le squadre di calcio sono sempre più aziende che devono generare profitto.
      Stiamo anche attenti che per loro i clienti sono i tifosi e basta annunciare uno Special One per avere sempre i sold out

    • Guarda che la CL porta 40ML, non 400.
      Sicuramente cambia in fase di mercato,
      ma non è che decide la sorte di un club,
      e ricordiamo che Champions o non Champions noi abbiamo ancora un anno di SA,
      per cui comunque saldo zero anche la prossima estate.

      Poi molto meglio andarci, non si discute, ma siamo senza CL da anni e sono
      arrivati Mourinho, Dybala, Lukaku….

    • Cari Nando e Lup man, questa è la tribuna sbagliata per certi argomenti, qui tifosi da salotto (dentro l’ampolla dei pesciolini rossi, mi piace immaginarli così…:)) tirano la volata alle loro fantasie, ignorano i dati oggettivi: solo 6 posti, acquisti e prestiti di sòle, mezze seghe e prestigiosi addii per quattro spicci, fumosi ( molto fumosi) progetti, posti vacanti in fasi strategiche della stagione, ritiri e preparazione al fresco di Trigoria con 42 gradi all’ombra, continui ricambi manageriali a danno della squadra, della società e quantomeno della resilienza di chi è tenuto ad interpretare certi ruoli, ect. ect. ect. Queste non sono statistiche, sono solo il racconto di quanto si è svolto nella realtà.
      Cari Nando e Lup man, allo stadio il seguito a queste considerazioni è molto, molto di più di quanto su questi pagine non appaia.
      Forza Roma, sempre!

    • Mericoni rispetto le tue opinioni, ti faccio però presente quali saranno le squadre di Conference che andranno a giocarsi gli ottavi giovedì prossimo:
      Lille Sturm Graz Maccabi Servette Viktoria Plzen Union SG Bruges Din. Zagabria Aston Villa Olympiacos Fiorentina Ajax PAOK Molde Fenerbahce M.Haifa
      Beh, preferisco di gran lunga la musica Champions senza coppetta in bacheca, sò gusti…

    • @fred infatti per quanto mi riguarda vedo una società in ritardo su tutto.
      Tra non molto si dovrebbe pianificare il ritiro estivo di concerto con l’allenatore, mi chiedo con quale staff tecnico. Da quando sono diventati proprietari hanno “tagliato” abbondantemente: Roma Tv, Roma Radio, figure dirigenziali etc… avranno avuto i loro buoni motivi, mi piacerebbe sapere se c’è una strategia (che io non riesco a vedere) diversa dalla semplice drastica riduzione dei costi.
      Vediamo questa estate cosa ci aspetta con più di 10 giocatori che tra fine prestito e fine contratto lasceranno trigoria.
      Io auspico che tutto questo sia propedeutico ad un passaggio di proprietà.

    • @fred, mi pare che lo stadio sia sempre pieno da 3 anni, anche a fronte di risultati non sempre confortanti, quindi tutta questa “consapevolezza” che tu dici a cosa si riduce? a quattro stracci appesi ogni tanto per recriminare qualcosa? a me pare che il lavaggio del cervello funzioni benissimo, anche ora che è andato via l’incantatore di folle, e non vedo alcun segnale concreto che dimostri che il popolo romanista ragioni con altro che non sia un enorme cuore, che ci fa essere ottimisti e ciechi, compresi quei settori che si sentono più tifosi di altri o investiti da Dio di poter parlare a nome di 3 milioni di persone

    • I dubbi sollevati da Lup Man sono più che leciti…
      Ma ecco, immancabile, il fuoco di sbarramento dei “fedelissimi” dei proprietari di turno. Evviva.
      Anche qui, concordo su quanto scritto da fred.

    • Vincere la Conference mi sta benissimo, ma una volta e dopo un lungo digiuno.
      Giocare un’altra finale di Conference piuttosto che una partecipazione in Champions?
      Anche no, grazie.
      Idem l’Europa League, ovvio che vorrei vincerla anche perché non l’abbiamo mai fatto, ma poi preferisco sempre le note della Champions.
      Il Siviglia non sa più dove mettere le EL vinte eppure resta un club di secondo piano che a momenti porta pure i libri in tribunale.
      Solo la permanenza nella massima competizione europea ti dà oltre ai soldi la visibilità necessaria per incrementare la tua base di tifosi nel mondo e ti rende quindi appetibile agli occhi degli sponsor, che i calcoli li fanno guardando quanta gente raggiungono esponendo il loro marchio sulla tua maglia e poco gli frega di quante Conference hai in bacheca.

    • Scrivete tutti di profitto ma le società di serie A sono tutte in perdita di milioni

    • Caro Lup man, io credo che giustamente noi da tifosi e persone esterne alla società abbiamo i giusti dubbi su quello che succederà nel prossimo futuro, c’è chi appoggia la società al 100%, chi la critica e chi fa analisi su quel poco che ne esce fuori….. in tanti siamo preoccupati per quel futuro ormai prossimo che sembra sempre più nebuloso…. partendo dal fatto che il DS ormai doveva essere annunciato da svariato tempo, e invece qui ti stanno a raccontare che ancora sono in corso i casting…… una volta è Modestò altre volte altri nomi e cosi via. Io personalmente mi sono fatto la mia idea, e la dico qui oggi anche se poi non solo l’unico a pensarla , ovviamente il tempo dirà se mi sono sbagliato, ma credo di no. I Texani hanno o stanno vendendo la Roma, e tutte le manfrine che vanno dal DS, lo stadio dove ancora non hanno presentato il progetto , era previsto per Gennaio, l’uscita dalla borsa che da la possibilità di non dover chiarire con le prove oggettive la smentita delle voci, sono tutte a correlazione di questo, si ieri Lina ha detto che non è vero e che loro rimarranno come proprietà, ma ha anche ammesso che c’è questa trattativa con il PIF, il passaggio ci sarà sicuramente nel mese di giugno, adesso è da capire se inizio o fine , se all’inizio la nuova proprietà dovrà sistemare le cose anche con il FFP, se è alla fine lo faranno loro, e probabilmente venderanno qualche pezzo pregiato, ciò non toglie che rimanendo solo Lina dell’attuale dirigenza il DS sarà Modestò e che probabilmente già stanno lavorando sulle strategie di mercato, ma come ho detto prima essendoci una serie di interessi e soprattutto il prezzo che dovranno pagare agli attuali proprietari, le cose non usciranno fino a quando non avranno trovato la quadra.
      Se la Rome entrerà in Champions il prezzo sarà più alto cosi,e in base a quello decideranno di presentare il progetto stadio

    • caballero62 & idi, in proposito vi ha risposto proprio il Mister DDR nella pag seguente…i disfattisti hanno perso un’occasione per tacere eheh

  2. occhio che potrebbe bastare anche il 5′ posto…

    sarebbe una manna dal cielo.

    “basterebbe” riprendere una tra bologna e carbonaro f.c.

    ❤️🧡💛

  3. Se non arrivano in Champions e fanno peggio del Bologna non vedo perché la squadra debba essere confermata, forse meglio ripartire perché il famoso zoccolo duro non ha mai centrato l’ obiettivo di campionato, che dovrebbe essere proporzionale agli stipendi che percepiscono con solo la juve e l’ inter che spendono più di noi. Dovremmo ogni stagione giocarsi il 3 posto, invece qui siamo in lotta per il quinto.

  4. Considerando da dove De Rossi abbia preso la Roma, in quali condizioni e dove siamo adesso, bisogna assolutamente essere ottimisti…., poi si vedrà.
    FORZA ROMA!
    DAJE DDR!

  5. A me sinceramente dello scudo interessa il giusto ma quello che davvero fa crescere il club è la Champions e se la Roma ci va e soprattutto ci rimane il più possibile allora cambia tutto lo scenario.
    Sono soldi, raking e appetibilità del club che aumentano e con loro tutto il resto.
    Per come gira il campionato italiano onestamente mi va bene anche rimanere tra le prime 4.
    Oltre a buoni giocatori servono anche staff tecnici di livello capaci di adattarsi e trovare soluzioni.
    Ormai non ti basta avere il giocatore forte ma lo deve essere tutto lo staff.
    Se crei una rosa e un entourage che lavora in piena simbiosi allora di sicuro avrai bei risultati.

    • Gladio, la vedo come te, purtroppo in tanti ci criticano dandoci degli “aziendalisti” e non ci vedono com tifosi, perché secondo loro tifosi sono quelli che solo vogliono alzare trofei..Una mancanza tremenda di lungimiranza da parte loro…
      Invece non hanno capito che se vogliamo alzare trofei, e tanti, bisogna avere i presupposti necessari/adatti alla realtà del calcio attuale, e ciò passa per una presenza sistematica in champions: champions= + soldi = ranking + alto = giocatori + forti che vengono da noi = + vittorie = + trofei…. e via dicendo…

    • Un Romanista per curiosità 7 volte in champion se non sbaglio nell era pallotta su 10 anni ,casa hai vinto? Che non ricordo ,perché vista la tua equazione dovremmo avere qualche coppa in bacheca

    • 7 volte? Se metti insieme Rosella Sensi e Pallotta forse sì.
      Con Pallotta ci siamo andati 4 volte di cui una ai play off e siamo stati eliminati dal Porto.
      Accedevano però ai gironi direttamente solo le prime due e la terza si giocava lo spareggio.
      Paradossalmente da quando ci sono i quattro posti disponibili senza spareggi non ci entriamo più.
      Mi dona stupore in ogni caso questa voglia matta di alcuni di giocarsi competizioni di valore inferiore per avere chance di alzare il sospirato trofeo che però ti farà rimanere sempre provinciale nel panorama europeo.
      Vai a capire perché 2/3 della squadre, inclusi i loro tifosi, che partecipano alla Champions lo fanno ben volentieri pur sapendo di avere zero o quasi probabilità di vittoria.
      O il problema lo hanno loro oppure lo avete voi, una delle due.

  6. Purtroppo è bastato esonerare Mou, che io ho amato e sempre amerò per quanto ci ha dato sotto diversi aspetti , per mandare totalmente in poltiglie le capacità razionali di molti tifosi. Siamo tornati alle spaccature da social… da tastiera. Non capisco una cosa però… la conference e l’EL clamorosamente rubata vale solo per Mou? Non per la proprietà? I successi sono di Mou e tutti gli insuccessi della proprietà? ma come cavolo ragionate? ma smettetela. Personalmente mi tengo molto stretta questa proprietà , che al netto di alcuni errori di valutazione che fanno tutti, al contrario delle castronerie che si sentono e leggono, sta immettendo una marea di soldi nella Roma. Roma che ha il terzo monte ingaggi della Serie A. Pensate siano obbligati? Pensate che non potevano risanare abbattendo drammaticamente i costi,invece di immettere denaro in conto aumento capitale ( molti qui non sapranno neanche cosa sia). Mou chi ve lo ha portato? Babbo Natale? Dybala e Lukaku , roba che saremmo svenuti se ce lo avessero detto 2 anni fa,come sono venuti? Accollare alla proprietà i risultati in campionato non è cosa particolarmente intelligente. Purtroppo , come ho scritto ieri, per molti non andrà mai bene nessuna proprietà. E’ un meccanismo mentale comprensibile, per quanto irritante. Ognuno sente la Roma come fosse sua ( questo è il bello dell’essere tifoso) , ma questo fa si che molti non accettino mai chi , di fatto e concretamente, possiede realmente la Roma. Forza Roma!!!

    • Logico e di buon senso.
      Purtroppo in Italia però il tessuto sociale è così e ragiona senza ragione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome