RUI PATRICIO: “Dopo il ko con la Cremonese abbiamo passato due giorni non facili. Oggi in campo con una testa diversa”

13
800

ULTIME NOTIZIE AS ROMA Rui Patricio parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Empoli.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di campionato appena conclusa allo stadio Olimpico:

4° clean sheet nelle ultime 6 partite. Siete scesi in campo con un approccio mentale diverso dopo la Cremonese.
“Sì, è vero. Abbiamo perso con la Cremonese e non sono stati due giorni facili. Oggi abbiamo giocato con una testa diversa e abbiamo fatto una buona partita, dobbiamo continuare così”.

Chi è più forte Rui Patricio o Zenga? (Zenga è in studio, ndr).
“Tutti e due (ride, ndr). Per me è un piacere parlare con lui, è stato un grande portiere”.

Cosa hai dovuto cambiare qui in Italia rispetto al campionato inglese?
“In Inghilterra qualche volta il gioco è più veloce, in Italia le squadre sono molto tattiche ed organizzate, è più difficile restare concentrati, serve più strategia per restare concentrati. Quando sono arrivato qui ho capito che c’era bisogno di restare più concentrato”.

Articolo precedenteZANETTI: “Partita compromessa subito, sapevamo che erano forti sulle palle inattive. Vicario è da grande squadra”
Articolo successivoSerie A, il Sassuolo batte l’Atalanta: decide un gol di Laurientè. Cremonese battuta in casa dal Lecce (0-2) e sempre più vicina alla B

13 Commenti

  1. Praticamente se ne va al sonno. In effetti quando la Roma di Mou va avanti 1 o 2 a 0 per gli avversari diventa difficile impegnare il portiere. Oggi l’Empoli ha giocato bene…si ma quanti tiri ha fatto nel 2º tempo? Non me ne ricordo uno. E pure la Cremonese…lì ce li siamo fatti da soli…

  2. Io sto avvelenato pure dopo la vittoria con l’Empoli perché consideravo troppo importante vincere contro la Cremonese, ci tenevo tanto alla decima Coppa Italia.
    Poteva essere un trofeo più alla portata, coi piazzamenti non si mette niente in bacheca, nemmeno i milioni della Champions si mettono in bacheca, una stella sulla maglia sarebbe stata bellissima invece.

    • Penso che non ce n’è uno de noi che non je girano a elica e che sarebbe stato contento de quella stelletta, però, ad essere realisti, nell’attuale situazione, speriamo de arriva’ entro il quarto posto, so’ troppo importanti quei milioni che arriverebberonelle casse, che so’ più vuote della bacheca. Credo che pure il passaggio di turno in EL porterebbe più soldi di quelli che arrivavano con la CI. Poi chiaro, speriamo tutti che con quei soldi, se riesce a porta’ pure qualche trofeo il prossimo anno. Daje, proviamo co’ ‘n po’ de ottimismo. Forza Roma

  3. Bla bla bla, il fatto è che anche questa “Coppetta” è sfumata…..la decima, da quanto la stiamo aspettando, anche quando sembra l’anno giusto siamo/siete capaci di farci/vi del male. Il solito suicidio, niente di nuovo.

  4. Rui Patricio, non ammettendo che Zenga fu un portiere molto più forte di lui, si sopravvaluta. Grosso errore per un portiere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome